Avatar

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Avatar
Anno: 2009
Genere: fantascienza (colore)
Numero commenti presenti: 75
Papiro: elettronico
Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dice: “Ma se togli gli effetti speciali cosa ti resta del film?”. Forse, possibile, probabile. La verità è che togliere gli effetti speciali ad AVATAR sarebbe come deprivarlo dell’energia vitale che lo sostiene, della magnificenza visiva che arma la solidissima regia di Cameron, ancora una volta capace di stupire per la naturalezza con cui sa sfidare la lunga distanza senza cedere praticamente mai. Fantasy mascherato da fantascienza, con poche necessarie chiarificazioni tecniche di base atte a lanciare il prima possibile il protagonista nel corpo del suo avatar, ovvero del suo simulacro da manovrare sul pianeta Pandora (in cui la missione è scoprire i comportamenti dei nativi per appropriarsi senza troppi problemi delle loro materie...Leggi tutto prime). Adagiato nella sua cellula, Jake chiude gli occhi e automaticamente si ritrova nel corpo di un Na’vi, ovvero di un indigeno costruito artificialmente sulle sue fattezze mescolate alle caratteristiche somatiche (e al gigantismo) locali. Ha il merito di non perdersi in tediose descrizioni o fasi superflue, Cameron. Arriva presto al dunque e quindi all’incontro dell’avatar di Jake Sully (Sam Worthington) con la Na’vi che gli cambierà la vita (Zoe Saldana). In un teatro naturale dai colori sgargianti, animato da creature d’ogni specie che si muovono in una giungla ricca d’insidie, Jake capirà (prevedibilmente, d’accordo) che la cultura locale, la simbiosi dei Na’vi con ogni parte della natura che li circonda, è molto più vicina al suo modo di pensare (e potenzialmente a quello dei migliori di noi) che non a quello dei cinici umani che lo attendono al ritorno sull’astronave ad ogni risveglio, decisi a sterminare i nativi per le solite veniali questioni di sfruttamento delle ricche risorse. Entrare nel mondo di Avatar significa accedere a visioni modulate sull’immaginario di grandi artisti. Come non rivedere ad esempio nelle montagne dell’Alleluja i disegni straordinari di Roger Dean che per anni hanno entusiasmato i fan degli Yes? Nel coloratissimo pulsare di flora e fauna (forse non troppo realistico nel suo eccesso di contrasti) ci s’immerge in un’orgia cromatica che l’effetto 3D rende ancora più vivo e mirabolante. Poche concessioni ai facili giochi della tridimensione, si cerca invece un’omogeneità che forse appiattisce un po’ ma stordisce di meno. Ma è nel colossale scontro a fuoco che Cameron sale davvero in cattedra gettandoci nella mischia e facendo salire ancora di un gradino le quotazioni del film. Proviamo a non pensare troppo alle ingenuità, alla banalità di un soggetto che per far partecipare appieno la grande massa di spettatori a cui punta non poteva addentrarsi troppo nelle specifiche tecniche o aggiungere vincoli nuovi a una storia tutto sommato lineare e già vista. Cameron puntava prima di tutto a creare un mondo e un popolo che in questo mondo si muovesse con accettabile credibilità. Obiettivo raggiunto. La capacità primigenia del cinema di stupire e rapirci dalla realtà trasportandoci nel sogno oltrepassa con AVATAR nuove frontiere ed è come se a chiudere gli occhi e a immergerci nella giungla di Pandora ci fossimo anche noi, a condividere con Jake l’avventura di chi esplora l’ignoto. Poi ci si potrà anche soffermare a giudicare la modestia di una sceneggiatura scritta da chi (Cameron stesso) ha talento in altri campi, ma lo faremo con la consapevolezza di chi intanto ha assistito (specialmente nella versione 3d) a qualcosa di visivamente sensazionale. Buona la direzione del cast, con una Sigourney Weaver sempre impeccabile e un Worthington sufficientemente in parte. Sussiste qualche dubbio relativo all’artificiosità di scenari e animazioni digitali, ma è intanto evidente che abbiamo a che fare col top della tecnologia oggi a disposizione. Più di così, sotto questo punto di vista, sarebbe ingiusto chiedere.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/01/10 DAL BENEMERITO JANDILEIDA POI DAVINOTTATO IL GIORNO 17/01/10
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Jena 23/03/19 19:33 - 1281 commenti

I gusti di Jena

Pompato tantissimo all'epoca, non è altro che un buon film (ed un po' poco, per Cameron). La trama è abbastanza scontata, anche se oggi potrebbe piacere ai sovranisti (una civiltà minacciata dalle forze omologatrici). Ma anche sul versante effetti speciali non è che si sgranino gli occhi più di tanto (e Cameron è stato più innovativo con film come Aliens o Terminator 2). La nuova tecnica di ripresa non ha infatti lasciato traccia. Worthington imbambolato, marginali la Weaver e la Rodriguez, la migliore è la Saldana, seppure "coperta".
MEMORABILE: La carica con i "cavalli" contro i marines.

Capannelle 15/01/10 16:09 - 3844 commenti

I gusti di Capannelle

Racconto già visto (Laputa, Jurassic, SdA, Piccolo grande uomo) sicuramente schematico ma non artificioso: i personaggi felini creano empatia e ci si emoziona anche. Ma non cambierà il cinema perché puntare troppo sulla spettacolarizzazione, per quanto ben fatta e accurata, alla lunga stanca. Il film inizia bene e vive su qualche passaggio interessante (compenetrazione culturale, simbiosi con gli animali, congiunzione corpo-mente del protagonista) in una cornice sfavillante ma, procedendo, sempre meno sorretta dallo script. Il finale è fiacco.
MEMORABILE: L'aggancio capelli-animale, una bella metafora.

Cotola 4/02/10 19:55 - 7815 commenti

I gusti di Cotola

Favoletta ecologista facile facile e di scarso spessore. Cameron ce la mette tutta e se ottiene buoni risultati dal punto di vista visivo (e ci mancherebbe visti il tempo ed i soldi spesi) non altrettanto si può dire di una sceneggiatura che ha in una assoluta prevedibilità la sua cifra. Tutto è già visto e scritto e per questo motivo diventa davvero difficile lasciarsi coinvolgere dalla storia poichè tanto poi si sa benissimo, nonostante qualche "effetto collaterale", come andrà a finire. Giocattolo non molto divertente.

Puppigallo 23/01/10 01:33 - 4588 commenti

I gusti di Puppigallo

Il punto debole è sicuramente rappresentato dalla sceneggiatura, che ricalca molte famose pellicole, da Balla coi lupi, a Un uomo chiamato cavallo. Ma qui, per fortuna, non ha la stessa importanza che in altri film. E' più un pretesto per mostrare dinamiche, fantasiose e colorate immagini di una natura (affetta da gigantismo) ricostruita in maniera efficace e coinvolgente, le cui creature rendono ancora più fredda l'avanzata tecnologia Terrestre. Il messaggio è tanto semplice, quanto diretto. Ai limiti del favolesco, ma visivamente notevole, se gustato in 3D su grande schermo.
MEMORABILE: L'ecosistema di Pandora, che denota un profondo studio delle creature della foresta Amazzonica, della savana e di quelle bioluminescenti degli abissi.

Kint 31/01/10 13:11 - 39 commenti

I gusti di Kint

Ottimo esempio di intrattenimento, che tiene incollati allo schermo per quasi tre ore. Nonostante il film sia una sagra del già visto e non porti nulla di nuovo alla storia del cinema (per quanto riguarda la trama e i personaggi), il modo in cui è realizzato non può non lasciare a bocca aperta.
MEMORABILE: Quando muore la tettona nell'elicottero mi è dispiaciuto.

Lucius 20/01/10 09:59 - 2892 commenti

I gusti di Lucius

Cameron è riuscito a ricostruire un mondo bellissimo e credibile. La storia affascina e gli effetti speciali (essendo di ultima generazione) sono credibilissimi, pertanto il film è promosso a pieni voti. Il messaggio ambientalista, criticato da molti, è invece un valore aggiunto al film. Paragonabile per la bellezza a King Kong o a Il signore degli anelli, il film è valido anche nella versione non in 3d. Una sceneggiatura studiata che non stanca minimamente lo spettatore, nonostante la durata del film.

Jandileida 2/01/10 12:28 - 1299 commenti

I gusti di Jandileida

La storia, scopiazzata alla grande dal cartone del '92 "Ferngully le avventure di Zak e Crysta" (sono uguali persino i dragoni volanti), è quella solita per un film del genere, dove l'avventura si unisce al romanticismo e dove il bene e il male sono concetti tagliati con l'accetta. Il 3D regala alcuni momenti divertenti e coinvolgenti, mentre in altri frangenti i personaggi sembrano pupazzetti incollati sullo sfondo. Nel complesso vedibile e coinvolgente ma, parafrasando Kundera, il cinema è altrove.

Pinhead80 20/01/10 12:38 - 4064 commenti

I gusti di Pinhead80

Che dire, il film sicuramente è di grande impatto (soprattutto se lo si guarda in 3D), ma a mio parere molto deludente. Questo perché, pur essendo un film di denuncia sulla crudeltà dell'essere umano che conquista senza scrupoli altri territori dopo aver distrutto il suo, lo fa "all'americana", ovvero con una sceneggiatura trita e ritrita, con cattivi che devi uccidere venti volte (quando nella realtà sarebbe bastato 1/1000 di quanto subito) e soprattutto senza un briciolo di ironia. Grande successo soprattutto a livello pubblicitario.

Ilfigo 3/02/10 16:33 - 75 commenti

I gusti di Ilfigo

Mezzo flop. Dico che son rimasto deluso semplicemente per gli effetti speciali (troppi!) che nascondono una storia più o meno mediocre, con attori (che delusione la Weaver) altrettanto mediocri. Non ci si capacita di come un regista del talento di Cameron si sia lanciato in un progetto che rimarrà nella storia del cinema più per gli effetti del 3d che per altro...

Mtine 16/01/10 22:53 - 224 commenti

I gusti di Mtine

Unico nel suo genere, veramente bello. James Cameron riesce a ricreare un altro mondo, prendendo spunto però dal nostro, ergo non cadendo nel banale. Perchè ultiamente di film sugli alieni se ne sono visti, ma il tema non è mai stato affrontato in questo modo. Con il pretesto infatti del tema "alieni" Cameron crea una splendida parabola sull'ambientalismo, ben recitata e splendidamente musicata. Unica pecca (o forse punto forte) è il 3D: spesso infatti risulta inutile e viene utilizzato solo in alcune scene.

Giovanni Ribisi HA RECITATO ANCHE IN...

Flazich 17/01/10 01:22 - 659 commenti

I gusti di Flazich

Giudicarlo non è facile: servirebbe un doppio pallinaggio, uno per quel che si è visto e l'altro per quel che si è voluto raccontare. Il primo verrebbe promosso a pieni voti tenendo conto del fatto che si è ricreato nei minimi particolari un mondo alieno. Il secondo sarebbe semplicemente da dimenticare: storia banale che si riduce a un Pocahontas in versione fantasy farcito di pseudo ambientalismo. Ah dimenticavo: 3D ottimo, anche se tal senso in alcune scene sembrava di essere al luna park.

Markus 17/01/10 11:22 - 3393 commenti

I gusti di Markus

Avatar lo si vedrà la prima volta con il commento preventivo infamante del film dalla trama riciclata, dai soli effetti speciali e nulla altro. Io, avendolo visto, posso suggerirvi di non curarvi di chi lo snobba. Film composto certamente di un concetto base usato frequentemente (il bene contro il male), ma fatto con intelligenza, senso dei tempi ed effetti in 3D che davvero lo rendono avvincente e affasciante da guardare. Avatar non è solo un film commerciale, è anche un bel film! Se lo scopo era il primo, almeno con me ha fallito.

Bmovie 17/01/10 23:38 - 110 commenti

I gusti di Bmovie

Se togli gli effetti speciali ciò che resta è un film anonimo dalla trama già vista e dal finale scontatissimo. 10 euro li vale solo per gli effetti speciali, il resto è fuffa. Da James Cameron mi sarei aspettato di più ma, evidentemente, il cinema blockbuster americano oggi come oggi ha davvero ben poco da dire se non "Ue ragazzi, ho fatto il film più costoso di tutti i tempi".

Mr.geko 18/01/10 15:16 - 34 commenti

I gusti di Mr.geko

Perchè il film di Cameron ha guadagnato tanto? Perché accontenta molti! Chi cerca una storia vecchio stampo, una nuova fantascienza, effetti speciali mirabolanti (uniti al 3D) ma sopratutto chi vuol godersi uno spettaccolo con un minimo di impegno. Il prologo è affascinante e cattura immediatamente, la storia è solo nella struttura già vista e fa sentire la sua creatività proseguendo in un mix di mitologia e fantascienza. Tutto si concentra su ciò che si vede, sull'occhio che riesce a guardare dentro.
MEMORABILE: L'inizio. Il paesaggio notturno. Il gigantesco animale volante che sparisce nel tramonto.

Rambo90 21/01/10 01:58 - 6683 commenti

I gusti di Rambo90

...Addio al re, Jurassic Park, Pocahontas, Braveheart e non so quanti altri film mi sono venuti in mente gurdando il kolossal di Cameron. Il regista non ha fatto altro che prendere tutte queste pellicole e portarle su un altro pianeta da lui inventato: i colori sono sbalorditivi, alcuni animali fantasiosi e il cast non è male, ma il ritmo è lento e noioso e per avere un vero spettacolo bisogna aspettare i venti minuti finali (comunque debitori ad Aliens per lo scheletro del robot manovrato dal cattivo). Deludente.

Fabbiu 21/01/10 12:56 - 2003 commenti

I gusti di Fabbiu

Nel 3d, nella grafica, negli effetti speciali e nella cura maniacale visiva del piu piccolo dettaglio c'è da inginocchiarsi: questo è un film d'impianto visivo maestoso che regala al pubblico attrezzato d'occhiali una esperienza nuova. Ma a un film costato così tanto e dalla gestazione così lunga una cura migliore del soggetto non sarebbe guastata. Marines spietati, uomini duri, affaristi, scienziati; poi dialoghi che definire banali è poco, voce narrante fastidiosa: che abuso di cliché e stereotipi da film facile!!! Un puro gioco-film.

Ale56 21/01/10 19:04 - 225 commenti

I gusti di Ale56

Fantastico esempio di cinema moderno realizzato dall'ormai consolidato action-director Cameron, il quale sfrutta sapientemente il digitale e gli effetti 3D. Dopo Titanic poteva James smentirsi? No. Sceneggiatura scritta da lui, interpretata ottimamente dal bravo Worthington, dalla Saldana (la ragazza indigena), da una Weaver davvero in forma. Comparsa per Dileep Rao (Drag Me To Hell). Effetti 3D leggermente insufficienti in alcune scene mentre colonna sonora e fotografia la fanno da padrona. Insomma, come dirvelo... un capolavoro del digitale!

Belfagor 22/01/10 10:20 - 2635 commenti

I gusti di Belfagor

Una storia semplice e conosciuta, alla quale eravamo già preparati, è più che altro un pretesto per una serie di effetti mirabolanti. E a me va benissimo: Cameron non perde troppo tempo, evitando di rendere la storia legnosa e si concentra sull'impatto scenico, che risulta eccellente. Interessanti anche le lievi modifiche alla morale: la tecnologia non è più il nemico, ma una componente essenziale. Fantastica la Weaver, che di sicuro con gli alieni ci sa fare. Anche in 2D, il film fa il suo bell'effetto. ****
MEMORABILE: "Adesso rilassati e cerca di svuotare la mente. Non dovrebbe essere difficile per te."

Rebis 22/01/10 17:02 - 2113 commenti

I gusti di Rebis

L'uomo costruisce velivoli perché non sa più cavalcare gli uccelli; macchine, perché non ricorda come domare i cavalli, e robot, perché immemore del suo stesso corpo. Esplicare l'umano senza narrarlo è sognare, ovvero: immaginare con sapienza. Cameron abbandona il racconto e insegue l'archetipo, dischiude il vaso di Pandora e libera Thauma, il meraviglioso: la dilatazione dell'immaginifico verso la diade espansa di recrudescenza e amore, esuberanza e distruzione. Avatar rilancia l'esperienza cinematografica totale, collettiva, e annichilisce a surrogato qualsiasi visione privata. Totemico.
MEMORABILE: La scalata delle montagne fluttuanti e il volo; lo scontro tra "corpo armato" e "corpo incarnato"...

Redeyes 22/01/10 21:09 - 2253 commenti

I gusti di Redeyes

È un'esperienza visiva fantastica, popolata da meravigliosi colori ed eccelsi scorci. È pure un pindarico volo nelle lande della libertà e della ribellione. Se da un lato entusiasma dall'altro non dice niente. Il male maggiore della pellicola è che è esattamente quello che ti aspettavi fosse. Immagini la fine, sei certo di come sarà, ma forse sei troppo preso dalla magnificienza dei colori per soffermarti sulla banalità della favola. Farà incetta di premi ma, pur bello, niente ha a che vedere con i capolavori.

James Cameron HA DIRETTO ANCHE...

Lafleur 25/01/10 20:41 - 2 commenti

I gusti di Lafleur

Dodici anni dopo Titanic, James Cameron ritorna sul grande schermo e lo fa con un ottimo film, molto curato con effetti speciali stupefacenti (vedere la cura minuziosa per la flora e la fauna di Pandora) che stregano lo spettatore dal primo minuto fino alla fine (i 162' passano in fretta); la trama non è originalissima, in alcuni tratti scontata, ma allo stesso tempo gradevole. Personaggi ben curati e buona prova per tutto il cast. In conclusione, un film destinato a sbancare i botteghini.
MEMORABILE: Dott. ssa Augustine: "Ci pisciano addosso e non ci fanno nemmeno la cortesia di chiamarla pioggia!"; la totalità dell'universo di Pandora.

Pol 26/01/10 16:51 - 589 commenti

I gusti di Pol

TECNICA: James Cameron ha settato un nuovo standard tecnico per il cinema "spettacolare", superando in questo le mie aspettative. FILM: peccato che per farlo abbia usato una sceneggiatura che -ipotesi 1) è rimasta ad ammuffire per 20 anni, oppure -ipotesi 2) è stata scritta in meno di 10 minuti, il tempo di trascrivere TUTTI i cliché che gli sono venuti in mente. Giuro, sentire certi dialoghi nel 2010 è stato umiliante come spettatore. Un film vecchissimo con una confezione incredibile. Peccato.
MEMORABILE: Se visto in 3D, quasi tutto il film è puro godimento per gli occhi. (Vogliamo essere cattivi?) Almeno finché non ci si abitua all'effetto...

Manowar79 27/01/10 09:23 - 309 commenti

I gusti di Manowar79

Il ritorno di Mr. Cameron era destinato a diventare un best seller a prescindere, quindi non ci sarà da meravigliarsi se l'autore di Terminator optasse per la trilogia, tanto di moda negli ultimi anni. C'è da dire però che, retorico quanto volete, Avatar è un racconto di fantascienza molto classico (al di là del gergo informatico per qualcuno ancora poco digeribile) e ben narrato, forte di scenari veramente suggestivi, messaggi ambientalisti ed una spiritualità panteista che combacia con la caratterizzazione del popolo autoctono. Molto bello.
MEMORABILE: Le continue metafore sul legame tra uomo e animale e sul rispetto della natura.

Harrys 28/01/10 00:19 - 683 commenti

I gusti di Harrys

Mi chiedo come si possa paventare l'ipotesi di rivoluzione: plot convenzionale (interminabili le analogie), struttura fragile (approfondimento nullo), dialoghi poveri, contraddizioni narrative, montaggio piatto e musiche banali (orribile quella dei titoli di coda). Ho avuto la netta riprova che questo 3-D non incide come vorrebbe: non ricordo una che sia una scena che mi abbia meravigliato. CGI per certi versi strabiliante, ma lungi dall'esser "verosimile". Gran sequenza quella della scalata. Propositi condivisibili, ma vani e vetusti. Non poco irritante: **½

Brainiac 30/01/10 16:32 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Se fosse solo il manuale botanica-flou che a tratti è, entusiasmerebbe. Se s'incentrasse unicamente sul bestiari-o-rama del microcosmo alieno lo farebbe di più. Ma non è soltanto documentario purissimo, c'è l'immancabile tassa della (cyber)love-story (che peraltro non innalza gli zuccheri come il 90% del mainstream) cui sottostare. La pecca: voler far il pieno d'ogni target. Ecco il rave-sciamanico per i pischelli della disco, ecco il salice-ram per computer-addicted. Ma alla fine, il messaggio passa: la tecnologia ci aiuterà solo se manterremo un approccio sensoriale nei confronti della natura

Galbo 31/01/10 07:32 - 11579 commenti

I gusti di Galbo

Dopo parecchi anni James Cameron torna a dirigere un film: il risultato è pienamente appagante visivamente. L'obiettivo del regista di "edificare" un mondo alieno alternativo può dirsi pienamente raggiunto specie per chi vede il film in versione 3D. Dove il film manca decisamente il bersaglio è invece sulla sceneggiatura e sulla costruzione dei personaggi, alcuni ridotti al rango di macchiette senza spessore. Anche l'andamento della storia è alquanto prevedibile ma forse gli estimatori del film si aspettano esattamente questo.

Rickblaine 31/01/10 19:46 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

James Cameron è molto bravo a trasmettere emozioni con questo tipo di storie che varcano la soglia di una dimensione fra il fantastico e il realistico. I personaggi regalano molto alla trama e, anche se inizialmente potrebbe risultare un qualcosa di già visto, il mezzo e la conclusione convincono di una realizzazione piena di significato chiaro e puro. La pecca, se così può essere interpretata questa osservazione, è la similitudine di molte sequenze con altre storie. Ricordo Abyss, Pocahontas, Matrix e molti altri.

Losciamano 1/02/10 11:31 - 112 commenti

I gusti di Losciamano

Film sensazionale, dal punto di vista visivo. Effetti speciali di grande portata: ambientazione magnifica che fa intendere l’incredibile fantasia di James Cameron e del suo staff. Gli aspetti fisici degli avatar sono bellissimi, almeno quanto gli animali che popolano il pianeta alieno. Quello che delude, però, è la sceneggiatura: a dir poco superficiale. Il soggetto sembra un remix di Pocahontas e il messaggio antimilitarista è scontato. Supplicata commozione: misero buonismo....

Vstringer 5/02/10 01:05 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Un grande spettacolo: da applausi l'intero mondo di Pandora, paesaggi da sogno, flora, fauna, i Nàvi, in un 3D di cui saggiamente non si abusa. Cameron ci mette una regia incalzante, quasi tre ore di film scorrono piacevolmente svelte. Non un capolavoro: scarto troppo ampio fra le immagini e una trama banalotta e già vista, appesantita da uno script retorico e pieno zeppo di stereotipi, con rimandi politici sin troppo ostentati e idee talvolta pacchiane (i robot). Ma un grande spettacolo, un'esperienza da vivere al cinema con occhi di bambino.

Caesars 5/02/10 09:36 - 2918 commenti

I gusti di Caesars

Grande spettacolo che appaga i "sensi" ma che non riesce ad appassionare, lacuna non certo trascurabile che tiene il film ben lontano dal "capolavoro" acclamato da tanta critica. Bisogna però ammettere che la realizzazione tecnica è veramente notevole e che il 3D (consiglio a chi volese vederlo di orientarsi verso questa versione) è realizzato non col solo scopo di sorprendere a tutti costi, ma con quello (ben più nobile) di far "entrare" letteralmente lo spettatore nel racconto. Uno splendido contenitore al cui interno troviamo veramente poco.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Onlypippo 7/02/10 13:07 - 38 commenti

I gusti di Onlypippo

James Cameron è un ottimo regista ma oltre a ciò anche un gran "furbacchione" e, dopo Titanic, con Avatar lo dimostra ancora una volta. Pellicola con una trama basilare, ingenua volendo e con un sottofondo ecologista tutt'altro che innovativo, ma che proprio per queste sue componenti (populiste) non può che garantire incassi copiosi. E così è stato. 3D spettacolare e per la prima volta non fine a se stesso. Comunque questa versione fantascientifica del mito di Pocahontas non annoia e per un film di quasi 3h non è poco. Da vedere al cinema!

Giapo 8/02/10 10:08 - 234 commenti

I gusti di Giapo

D’accordo, siamo di fronte e una grande esperienza visiva, ma fa davvero rabbia constatare che non si siano sforzati un pelino di più per migliorare la qualità di dialoghi che scadono in pietose rambate e la sostanza di un racconto che si trascina noiosamente fino allo scontatissimo e strarivisto “scontro epico” finale tutto azione spari ed esplosioni. Sono uscito dal cinema abbagliato, sì, ma anche un po’ annoiato e irritato; se non fosse stato per la magnificenza visiva sarebbe stata una netta stroncatura.

Cif 9/02/10 16:19 - 272 commenti

I gusti di Cif

Da una parte Avatar segna un'esperienza visiva senza eguali, una vera e propria tappa evolutiva, con un grado di coinvolgimento senza precedenti e tutto ciò grazie al 3D e alla ricerca e costruzione di un intero universo (con flora e fauna) e una intera razza e civiltà aliene. Poi c'è la storia, che è una semplice fiaba ecologista, dai toni anti-imperialisti, dove gli umanoidi assomigliano tanto agli indiani d'America. La trama è piuttosto prevedibile e l'intuizione dell'Avatar e la tematica del doppio è poco sviluppata. Comunque da non perdere!
MEMORABILE: I veri protagonisti sono il mondo, gli animali e l'ambiente, che interagiscono tra loro formando una sorta di organismo collettivo (eco asimoviana).

Sabryna 12/02/10 02:23 - 225 commenti

I gusti di Sabryna

Avatar è uno di quei film che vanno visti necessariamente in 3d. La trama, pur attuale e fortemente giusta e moralistica, sa di già visto (non a caso Neytiri sembra una Pocahontas del nuovo millennio). Le ambientazioni futuristiche del pianeta Pandora sono esremamente affascinanti e rigogliose. Il 3d ne mette in luce tutte le caratteristiche e regala emozioni forti anche nelle scene di combattimento. È il caso di dire che un (bel) po' di tecnologia non guasta. Affatto, l'occhio vuole la sua parte e viene ampiamente soddisfatto. Bravo Cameron.

Tarabas 14/02/10 20:24 - 1765 commenti

I gusti di Tarabas

Garbo talks! Da sempre la storia del cinema è caratterizzata anche dal progresso tecnico. I dieci comandamenti è ricordato per la tuttora sbalorditiva scena del Mar Rosso. Avatar sarà ricordato per la straordinaria efficacia del 3D. Non credo rimarrà altro, considerato che la storia e soprattutto la costruzione delle atmosfere rasentano il plagio (direi soprattutto di Balla coi lupi). In assenza di autentica ispirazione, Cameron si butta sui cliché con un marine uguale al capo degli Small soldiers e la Weaver che rifà la sua Fossey di Gorilla nella nebbia.

Xamini 14/02/10 17:51 - 1047 commenti

I gusti di Xamini

La questione è: può un blockbuster conciliare visioni (e rese visive) straordinarie con la leggerezza magica della poesia? È quel che mi sono chiesto, dal momento che non ho potuto fare a meno di accostare i monti dell'Alleluja all'isola volante di Laputa. Sì, è possibile. Ma non si è voluto farlo. Cameron ha preferito il registro chiassone, con personaggi stereotipati conditi con banalità di ogni sorta. Una minestra probabilmente conciliabile con il grande pubblico e con il gusto americano che, tuttavia, ha finito per rovinare sul piano emotivo l'eccellente impatto che la magia del cinema (e un misurato uso del 3D) avevano saputo creare.
MEMORABILE: La scoperta della foresta

Piero68 18/02/10 09:16 - 2808 commenti

I gusti di Piero68

Come molti hanno già scritto la trama non è certo una novità. L'uomo bianco che si innamora di una donna di un'altra razza e finisce con il condividerne gli ideali. Già citati Un uomo chiamato cavallo e Balla coi lupi, ai quali aggiungerei pure L'ultimo samurai e L'ultimo dei Mohicani (a parti invertite). Ma l'obiettivo del regista non era quello di creare una storia nuova. Era semplicemente quello di creare un film con un impatto visivo potente. E tra effetti e 3D ci è riuscito al 110%. Cameron apre decisamente una nuova era, per il cinema.

Animalo 18/04/10 14:42 - 31 commenti

I gusti di Animalo

Fortunatamente di Oscar ne ha solo vinti tre, per meriti scenografici e non per meriti registici o per sceneggiatura. Questo dimostra infatti il tanto fumo (per poco arrosto) che gli sta attorno. L'osannato effetto 3D in realtà cambia poco o niente la visione di questo film piatto e prevedibile (fa pure male agli occhi), le ambientazioni iperrealistiche uccidono l'immaginazione e la sceneggiatura si può capire benissimo anche solo guardando il trailer. Gli attori sono stereotipati e piatti, si salva solo la Weaver con un ruolo mediocre.

Siregon 1/03/10 16:38 - 353 commenti

I gusti di Siregon

La paura del successo di Titanic ancora addosso, Cameron gioca carte sicure e abbraccia ogni pubblico possibile cercando di soddisfare tutti. Ha avuto ragione ma ha soffocato la sua vena horror per un messaggio buonista e scontato come la norma dei prodotti americani richiede, confezionando una pellicola che potrebbe essere stata diretta da molti altri registi finendo per assomigliare a questa. Tra masturbazioni tecnologiche e 3D questa sarabanda di effetti mirabolanti (non sempre riusciti) ha il merito di stupire prima ancora che annoiare.

Daniela 8/03/10 09:42 - 10151 commenti

I gusti di Daniela

Sceneggiatura debole, sviluppo prevedibile: il bene ed il male sono separati con l'accetta, annullando ogni conflitto interiore, e poi i nativi pandoriani sono bellissimi, con corpi tonici e sensuali, agghindati con eleganza, insomma, rispetto agli umani, una super-razza (niente a che vedere con i gamberoni straccioni e sottoproletari di District 9), per cui fare il tifo per loro è fin troppo facile. I 4 pallini Cameron se li conquista ugualmente sul campo, in virtù di un trip allucinogeno di forme e colori, che mi ha lasciato stordita e felice
MEMORABILE: I paesaggi notturni con colori fluo, con quegli ombrellini trasparenti che svolazzano lievemente

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Greymouser 20/03/10 13:52 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Possiamo mettere da parte tutta la giusta ammirazione per gli aspetti tecnici, gli FX, il 3D e via dicendo? Ok, allora cosa resta? Un film basato su una storia melensa, ecologismo pret-a-porter, venature new-age infantili, attori omologati e rinchiusi in clichè scontatissimi. Prevedibile dall'inizio alla fine. Finanche noioso nelle parti in cui è assente il pompaggio degli effetti visuali mirabolanti. Una scommessa: non resterà nella storia del cinema.

Funesto 26/04/10 22:39 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Grande show d'effetti speciali, spettacolare trionfo della policromia... e poco altro. La storia e gli apparecchi tecnologici piacciono, però la prevedibilità del plot è enorme e non mancano anche dei buchini di sceneggiatura. Qualche momento tenero ci sta anche bene (le telepatie con la treccia sulla testa) e la regia non è certo del frescone di turno, però di film tali ne abbiamo pure troppi. Deludentissima la resa 3D, quella del coevo horror di Lussier è davvero tutta un’altra cosa. C'è Sigourney Weaver, che d'alieni non è proprio a digiuno.
MEMORABILE: I colori, le luci, gli SFX...

Magnetti 7/04/10 14:59 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Film che impressiona per la realizzazione tecnica: l'uso del 3D rende le immagini coinvolgenti come mai prima. Nella natura di Pandora ci si perde come su un mondo fatato. Nelle astronavi e nelle basi spaziali sembra di poter agire direttamente sui vari dispositivi ipertecnologici. Il tutto fatto con un certo gusto. La storia è il classico polpettone (non in senso negativo) con cui Cameron si sente molto a suo agio: stereotipata e prevedibile, ma in produzioni non si può (sembra) fare altro. Si esce sazi, un pò stanchi per la durata e consci di aver visto qualcosa di unico.

Luchi78 9/04/10 22:58 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Visivamente è incredibile, davvero affascinante, da rivedere mille volte per la bellezza degli effetti speciali, le scene d'azione e gli avatar. Per la trama siamo alla solita scrittura alla James Cameron, con i suoi amatissimi pseudo-marines che tanto assomigliano a quelli di Aliens e con qualche banalità di troppo che fa presa sul grande pubblico. Comunque è già un cult.

Orson 22/04/10 23:14 - 64 commenti

I gusti di Orson

Film noioso ed enorme abbaglio collettivo. Difatti il film è ampiamente al di sotto di quanto per anni strombazzato dai geni del marketing: in realtà non ha nulla di eccezionalmente meraviglioso o prodigioso a livello visivo e anzi la resa del 3D è anche abbastanza deludente (negli sfocati ad esempio dà fastidio agli occhi). Ma la cosa più grave è una sceneggiatura che non è altro che un canovaccio di situazioni partorite da un bambino di otto anni. Il film sarà pure in 3D, ma i personaggi sono più bidimensionali che in un cartone della Disney.

Enzus79 9/05/10 09:17 - 1961 commenti

I gusti di Enzus79

È vero che film è un carrozzone di effetti speciali che fanno godere l'occhio umano e che la storia è priva di originalità, però tutto sommato non annoia, anche se ci si aspetta ben altro dall'ottimo Cameron. Pecca nella durata: troppe due ore e trenta...

Hackett 31/05/10 07:13 - 1799 commenti

I gusti di Hackett

La storia di fondo non è certo originale (Pocahontas, Balla coi lupi, L'ultimo samurai...) e vede uno straniero, mandato in un territorio ritenuto ostile, innamorarsi della cultura dei padroni di casa. Il film di Cameron è però così innovativo visivamente, così curato nei dettagli e ben fatto, che l'effetto speciale (praticamente tutto) scompare e ciò che vediamo ci appare possibile, probabile, certo. Grande magia delle immagini ed un ritmo molto sostenuto, con fretta di arrivare al sodo a costo di tralasciare molti personaggi.

Bruce 1/06/10 11:04 - 1006 commenti

I gusti di Bruce

Un caleidoscopio di colori e immagini, un’innovativa e stupefacente esperienza visiva che ci porta in un altro mondo, talmente bello ed armonico da desiderare di non tornare più sulla Terra. E’ vero che i paesaggi con le montagne sospese ricordano tanto i disegni di Roger Dean e le copertine degli Yes, è vero che la storia che si svolge su Pandora ricorda tanto Pocahontas e Balla coi Lupi ma non importa, ciò che conta qui sono l’idea di fondo, quel che si vede e la perfezione assoluta con cui tutto è stato realizzato. Quasi tre ore che volano.

Pa6101pr 12/06/10 16:30 - 6 commenti

I gusti di Pa6101pr

Visivamente spettacolare, ma ciò non basta a colmare una storia trita e ritrita vecchia come il mondo, banalissima e molto "americana". Per il genere fantasy ha una trama troppo ovvia e inconsistente, lunghissimo. Mi chiedo se, tolto il 3D, varrebbe la pena di vederlo... È l'esempio emblematico della bella scatola che non corrisponde al contenuto. Solo per gli appassionati delle saghe fantasy-fumettone-banalone, da vedere una sola volta e mai più.

Remen51 30/07/10 23:11 - 39 commenti

I gusti di Remen51

Il film è ottimo; la storia e gli effetti speciali sono proprio come ci si aspetta, però anche Cameron non ha inventato niente di nuovo. Se si guarda L'ultimo samurai, oppure Balla coi lupi e perché no, Soldato Blu, ci sono gli stessi contenuti. Cambiano epoca e ambientazione, ma la storia è lo stesso. Questo per me dimezza il valore del film, che comunque è da vedere assolutamente e da godere! E poi, cosa volete... sono innamorato della Rodriguez!

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Satyricon 19/08/10 11:34 - 147 commenti

I gusti di Satyricon

Visione forzata al cinema di questo capolavoro della compute grafica digitale; non c'è che dire, la Weta Workshop è la vera ed unica protagonista di questo grande e pomposo contenitore di marketing e la sola che in questo film, per me senza alcun senso, ha la più totale ammirazione: i prodigi a cui è arrivata sono fantastici. Per quanto riguarda Cameron, è morto dopo il secondo Alien. La demagogia di cui è pieno questo film mi dà la nausea.

Jcvd 26/12/10 18:41 - 258 commenti

I gusti di Jcvd

Filmone di rara bellezza. La trama la conoscete tutti e non è neppure delle più originali, eppure i protagonisti sapranno catturarvi e condurvi sino allo splendido atto conclusivo. Effetti speciali perfetti e visione in 3D davvero suggestiva, con paesaggi meravigliosi e scene d'azione magistralmente realizzate. Cameron ha colpito ancora mettendo a segno un capolavoro, grazie anche al protagonista. Unica pecca: la miniparte assegnata alla bellissima Michelle Rodriguez.

Enricottta 25/02/11 13:37 - 507 commenti

I gusti di Enricottta

Visto con tanti pregiudizi, non molto fruibile (per me). L'inizio non mi è sembrato veloce; con il passare dei minuti migliora, convince, esalta. Esile la trama, ma il resto gronda inventiva da tutti i pori. Il lavoro che c'è dietro si vede e si sente. Ci sarà un sequel? Staremo a vedere!
MEMORABILE: "E' difficile riempire una coppa già piena".

Domino86 17/03/11 13:37 - 570 commenti

I gusti di Domino86

Dopo averne tanto sentito parlare ho deciso di guardare questo film che ha scatenato "l'avatarmania". I miei dubbi sulla pellicola erano tanti ma devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa. Si vede la mano esperta di James Cameron abituato ai kolossal; ti propone quasi tre ore di durata e questo tempo passa senza nemmeno accorgersene. Gli effetti speciali sono tanto, forse tutto, ma va detto che sono realizzati in maniera stupenda. Andrei anch'io a vivere su Pandora!

B. Legnani 27/03/11 18:51 - 4897 commenti

I gusti di B. Legnani

Fantasmagorico. Indimenticabile benché non ci sia nulla in particolare da definire così. Ci sono film che funzionano negli episodi e non nel complesso. Questo funziona nel complesso e meno nelle singole parti, ciascuna delle quali ha un che di debole (si pensi al rutilante finale, vividamente splendido, ma che nasce da un "deus ex machina" - stavolta "deus" non è una metafora - molto traballante). Esemplare il titolo de "Le Monde": Tout est extraordinaire, sauf les histoires (Thomas Sotinel). Gli gioverebbe durata minore. Con manica larga: ***½

Ishiwara 5/05/11 20:42 - 214 commenti

I gusti di Ishiwara

Questa sorta di western fantascientifico/ecologista è uno dei film più sopravvalutati degli ultimi anni. Presentato come una svolta epocale, non è niente di più che un film piacevole. Sfrutta senz'altro al meglio quanto la tecnologia offre per rendere le immagini tridimensionali spettacolari (ma ci sono scene d'azione più coinvolgenti in film di 20 anni prima...). I colori incantano. La trama è risibile ed alcune scene quasi patetiche (penso alla danza collettiva curativa, puah!). Delude un po' le aspettative. Fosse stato meno pompato forse...
MEMORABILE: La foresta di notte che inizia ad illuminarsi; il volo sui lucertoloni.

Raremirko 17/07/11 18:49 - 535 commenti

I gusti di Raremirko

Commento la versione che dura quasi tre ore perché ho visto quella. Felicissimo ritorno di Cameron dietro la mdp con un film profondo, suggestivo, diretto ed interpretato benissimo; certe sequenze sono una vera gioia per gli occhi e anche certi dialoghi (a seconda delle versioni viste) valgono davvero la pena. Non originalissimo (Matrix, Balla coi lupi o anche certi cartoni animati son dietro l'angolo), ma è un grandissimo film, da vedere e rivedere. E se togli gli effetti speciali? Rimane un dovuto inno al rispetto per la natura, mica poco...
MEMORABILE: Le sequenze seminotturne nella foresta di Pandora, molto emozionanti. L'inizio futuristico in città di questa versione, non presente nelle altre.

Ducaspezzi 5/09/11 05:16 - 222 commenti

I gusti di Ducaspezzi

Sappiamo che una delle cose che spesso ci viene chiesta è la sospensione dell' incredulità, affinché un'opera possa comprenderci nell'ordito delle sue più varie malìe. Talora aiuterebbe particolarmente il disporsi alla sospensione della (mi si passi il neologismo usa e getta) "adultità", col suo portato di vigili consapevolezze critiche. Avatar è un' occasione notevolissima e rara per seguire quest'ultima via senza reticenze di sorta, annullandosi in una visività magnificente, ipermagica, al grido di: pupilla mia, fatti capanna! La storia c'è.
MEMORABILE: Pandora, tout court!

Tommy3793 10/02/12 19:54 - 72 commenti

I gusti di Tommy3793

Effetti speciali mozzafiato e 3D non bastano per salvare Avatar dalla mediocrità. In un film non si cerca solo l'estetica, ma anche la sostanza. E proprio questo manca ad Avatar: recitazione mediocre, dialoghi spesso inutili e una trama che sembra essere una versione fantascientifica di Pochaontas. Non rimangono che le spettacolari scena della vastità del mondo di Pandora, nient'altro; un film commerciale destinato a fare successo, ma che nessuno tra qualche anno ricorderà come capolavoro.

Cloack 77 18/07/12 17:16 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

Avatar contiene tutti i difetti tipici dell'opera di Cameron: personaggi tagliati con l'accetta senza alcuna introspezione psicologica, sceneggiatura banale, sottotrame appena abbozzate ma con i crismi dell'unicità. Non è assimilabile a nessun altro film, è spettacolo puro, il 3D finalmente mostra la sua utilità permettendoci di conoscere Pandora dall'interno, superando gli ostacoli dei semplici spettatori; è un western (cowboy-indiani) da vivere.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Guru 10/09/12 00:07 - 348 commenti

I gusti di Guru

Un film innovativo e pieno di colori. La maestria degli effetti speciali in una storia fantastica e ricca di umanità. Forme studiate nei dettagli, armoniche nei movimenti che rivelano le capacità nell'uso di strumenti altamente informatizzati. I personaggi, non esteticamente perfetti, richiamano le orde guerriere indigene di un paradisiaco mondo che non c'è... La tecnologia non sostituisce le buone idee e la spettacolarità fa riflettere su ciò che manca per completarla!

Modo 12/09/12 22:30 - 845 commenti

I gusti di Modo

L'ho visto in bidimensione e forse mi sono perso molto, senza il 3D. Non posso che togliermi il cappello per il risultato ottenuto da effetti speciali straordinari che sopperiscono alla trama non originale ma comunque discretamente sviluppata. Ci si lascia trasportare con meraviglia nella magia dei colori e ambientazioni. Per una serata spensierata che lascia, a mio avviso, soddisfatti.

Pigro 6/12/12 09:57 - 8328 commenti

I gusti di Pigro

Una spettacolarità lussureggiante e stupefacente, strabordante di visioni suggestive (magari pensando a Aida) e grandi effetti speciali: il film è soprattutto una grande esperienza visiva, nonché una piacevole favola che attinge alle grandi saghe mitiche per raccontare la lotta tra l’avidità e la comunione panica dei popoli autoctoni con la madre terra. Ma, al netto dell’intrigante invenzione dell’avatar in cui occorre “entrare” per attivare una relazione, ci sono troppi cascami della tipica fanfaronata all’americana, che zavorrano un’opera altrimenti entusiasmante.

Giacomovie 26/12/12 02:37 - 1361 commenti

I gusti di Giacomovie

James Cameron non fallisce un colpo e aggiunge ogni volta un tassello alla capacità di ricavare il massimo dalla tecnologia al momento disponibile. Avatar è un film fantascientifico-fantastico talmente spettacolare dal punto di vista visivo da lasciare sbalorditi e la forza delle immagini fa passare in secondo piano l'assenza di una trama consistente. Pur se latita di sostanza, sono gli specialissimi effetti speciali a rendere questa pellicola speciale. ***!

Furetto60 10/05/13 11:28 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Pellicola che fa della spettacolarità il suo punto di forza, con gran ricorso alle nuove tecniche digitali. Questo nasconde una trama banalotta e scontata, dalla quale scaturiscono evidenti stereotipi, un po' come una persona bella ma sciocca. Per queste sue caratteristiche merita la visione al cinema o su un impianto adeguato e, come consigliato dal regista, in 3D. Sostanzialmente un favola fantascientifica, da vedere una volta senz’altro; quanto a rivederlo, avrei delle perplessità.
MEMORABILE: Il battesimo del volo e le scene del volo in genere; Le luminescenze nella foresta.

Gestarsh99 29/06/14 17:15 - 1377 commenti

I gusti di Gestarsh99

Per una volta la fantascienza "colonizzatrice" mette proprio l'umanità dalla parte dei cattivi predoni spaziali: in Avatar siamo noi la civiltà avanzata che invade un pianeta alieno defraudandolo al legittimo possessore; sempre noi quelli che cianfugliano col DNA progettando ibridi da assegnare alla [ig]nobile causa. Un ribaltamento di scenario a simmetrica denuncia di tutti i genocidi imperialistici della storia dell'uomo, aerografato nell'eden di un visionario Madagascar extraterrestre pullulante di ircocervi giurassici, variopinte chimere e fieri Na[ti]vi tanto familiari al nostro passato.
MEMORABILE: L'impressionante lavoro di computer grafica dedicato all'animazione in motion capture dei personaggi e alle rigogliosissime scenografie "amazzoniche".

Von Leppe 2/09/14 12:49 - 1083 commenti

I gusti di Von Leppe

Grandi mezzi ed effetti che sono l'unica cosa da vedere in questo film, malgrado il mondo fantastico creato non sia poi cosi affascinante (anzi, è abbastanza kitsch). La trama è già vista con personaggi stereotipati e squallidi, come i soliti marines bestioni e la ragazza indigena che cerca di insegnare al protagonista imbranato le usanze del villaggio e lo chiama pure scemo (è il preludio alla storia d'amore)!

Taxius 13/08/15 16:19 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Sicuramente non merita di essere il più grande incasso della storia del cinema; soprattutto per quello che riguarda la sceneggiatura, tale e quale al cartone della Disney Pocahontas (pure tutti i singoli personaggi combaciano); nonostante questo Cameron è riuscito a creare un mondo sbalorditivo e fantastico con effetti speciali che lasciano senza fiato. Avatar è un mix di fantasy e fantascienza che deve essere visto almeno una volta o al cinema o su una grande Tv in alta definizione.

Ira72 30/09/16 17:34 - 1007 commenti

I gusti di Ira72

Ma si potrà fare un film di 2 ore e 42 minuti raccontando il nulla? Si, puntando sugli effetti speciali. Perché se togliamo questi resta una storia trita e ritrita, melensa, soporifera. Buonista all'eccesso, ma non buona. Progetto megalomane, cosa non poi così inusuale perché americano, privo del dono della sintesi, con prevedibili fuochi d'artificio finali che ci stanno come Madonna alla sagra paesana. Salvo solo l'impegno di chi ha curato gli effetti speciali, meritevole, perché ha travestito la sagra paesana da Buckingham Palace.

Lou 11/11/16 23:43 - 1027 commenti

I gusti di Lou

Un altro kolossal di Cameron, che anche stavolta ricorre alle tecnologie più avanzate per realizzare un film fantascientifico, con effetti speciali incredibili e immagini bellissime. L'idea di base della sceneggiatura fa riflettere su un tema di grande attualità, quello della mancanza di rispetto per la natura da parte delle grandi potenze mondiali, attente solo al profitto economico. Molto ben descritto il legame con la natura della popolazione di Pandora, con immagini suggestive e commoventi. Cinema di grande impatto visivo.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Minitina80 11/12/16 09:24 - 2512 commenti

I gusti di Minitina80

Sul piano visivo è assolutamente indiscutibile e traccia una nuova strada per concepire la tridimensionalità delle immagini e l’uso della grafica computerizzata. La storia, per quanto appaia prevedibile, non la si può considerare banale né priva di contenuti. I temi affrontati non potranno mai esserlo per definizione e va riconosciuto a Cameron il merito di averli trasposti in un blockbuster di tali dimensioni. La durata non è indifferente, ma non sente mai il fiatone e appassiona, malgrado una prevedibilità che non può passare inosservata.

Vito 28/02/17 03:49 - 686 commenti

I gusti di Vito

Visto in versione extended cut. Un'opera visivamente meravigliosa grazie agli straordinari effetti speciali. La vegetazione, le piante, gli animali, i monti e le cascate di Pandora sono uno spettacolo per gli occhi impossibile da dimenticare. Ma c'è qualcuno che vuole sfruttare e distruggere quel mondo portando la guerra, una tematica sempre attuale ribadita da Cameron in maniera efficace. Ottimi Worthington, la Weaver, il cattivissimo Lang e la bella e combattiva Rodríguez. Battaglia finale potentissima. Un film che migliora a ogni visione.

Il ferrini 6/12/18 02:14 - 1798 commenti

I gusti di Il ferrini

Ci sono le celle criogeniche di Alien, il power loader di Aliens, creature che paiono uscite da Jurassic Park e via citando e autocitando. C'è una cura maniacale negli effetti visivi e c'è la Weaver che sulle astronavi gioca decisamente in casa e pure quando c'è da clonarsi. Quello che invece non c'è è una storia interessante da raccontare o personaggi complessi da tratteggiare; insomma, non ci si sorprende granché se non per la magnificenza delle immagini, che da sole tuttavia valgono la visione del film. Un'Aida degli alberi in grande stile.
MEMORABILE: Io ti vedo.

Rigoletto 2/05/20 10:31 - 1635 commenti

I gusti di Rigoletto

Parte senza preamboli, nessuna premessa che possa dare alcuna indicazione allo spettatore, catapultato in un mondo di forme meravigliose e colori abbaglianti, vividi nel loro trascmettere il senso del fantastico. Tolto questo, appena riacquistati i cinque sensi, rimane un'impressione di pochezza e lontananza disarmanti; un vuoto pauroso che non ammalia il cuore e se ne tiene a distanze siderali. Ampiamente sopravvalutato.

Viccrowley 3/05/20 13:26 - 804 commenti

I gusti di Viccrowley

Che fine ha fatto Cameron? Dell'iconoclasta regista padre di assoluti gioielli come Terminator e Aliens resta solo la facciata strategicamente commerciale. Incredibile opera costruita sul marketing e sulla penosa (ri)trovata del 3D con occhialini. La sua forza sta tutta nel gigantesco carrozzone pubblicitario, costruito attorno al nulla. Storia banale e semplicistica, con moralina sbandierata in ogni dialogo, personaggi che di tridimensionale hanno solo l'effetto visivo e una durata intollerabile. Sopravvalutato è fargli un complimento.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Funesto • 9/01/12 20:05
    Fotocopista - 1418 interventi
    Han già girato Avatar 2, uscirà nel 2014.
  • Discussione Capannelle • 4/04/16 21:46
    Scrivano - 2596 interventi
    Funesto ebbe a dire:
    Han già girato Avatar 2, uscirà nel 2014.
    Stiamo ad aspettà...
    Come stiamo ad aspettare, passati quasi 6 anni, l'era dei film in 3D...
  • Discussione Noncha17 • 27/09/17 00:30
    Magazziniere - 1072 interventi
    Sono iniziate le riprese dei quattro sequel di Avatar che, usciranno:

    Avatar 2 > 18 dicembre 2020
    Avatar 3 > 17 dicembre 2021
    Avatar 4 > 20 dicembre 2024
    Avatar 5 > 19 dicembre 2025


    Fonte: Bad Taste
    Ultima modifica: 27/09/17 00:37 da Noncha17
  • Discussione Schramm • 20/09/18 18:07
    Risorse umane - 6792 interventi
    mi è capitato di vederne il trailer e mi sono sentito annegare in un cascame di melassa, caramello e saccarosio. tre ore tutte così, data anche la salute non al top, so mica se le reggerei. ho lasciato il dvd al suo posto a prendersi un velo o due di polvere, e non ritrovo più il coraggio di estrarlo e infilarlo nel cassetto. chi ha triquadripentapallinato può dirmi qualcosa di risolutivo per ammonirmi che sto commettendo un grosso sbaglio? in fondo cameron è cameron, e dovetti ravvedermi anche su titanic...

    in attesa di vostre, mi leggo tutta la dg magari porta consiglio e metto giudizio...
  • Discussione Caesars • 21/09/18 08:29
    Scrivano - 12510 interventi
    Schramm, purtroppo da me non troverai grande aiuto per invogliarti a vedere la pellicola. Tecnicamente molto buono, con un 3D veramente ben fatto, ma senza grande anima (mio parere ovviamente). L'ho visto una volta al cinema e non credo che troverò mai la voglia di rivederlo (anche la durata non aiuta). Certo una visione bisognerebbe concedergliela (ma questo vale quasi per qualunque film) anche considerando che Cameron non è certo l'ultimo dei venuti (anche se personalmente non è che i suoi film mi facciano impazzire).
  • Discussione Capannelle • 21/09/18 09:17
    Scrivano - 2596 interventi
    Caesars ebbe a dire:
    Tecnicamente molto buono, con un 3D veramente ben fatto, ma senza grande anima (mio parere ovviamente). L'ho visto una volta al cinema e non credo che troverò mai la voglia di rivederlo. Quoto.
    Avatar non mi è mai entrato nel cuore e a distanza di 9 anni credo che film e 3D abbiano progressivamente perso appeal.
    Però da cinefilo ti direi che è un'esperienza da provare comunque, nonostante il rischio melassa e inconsistenza trovale 'ste 3 orette.
    Ultima modifica: 21/09/18 09:19 da Capannelle
  • Discussione Schramm • 21/09/18 16:53
    Risorse umane - 6792 interventi
    devo dire che ritiro la mia esortazione a persuadermi alla visione. le argomentazioni di greymouser a pag 13 mi sono state d'avanzo per starne continentalmente alla lontana. non è decisamente il mio.
  • Discussione Raremirko • 21/09/18 20:45
    Addetto riparazione hardware - 3638 interventi
    Vale esclusivamente in virtù del 3D; ma comunque imho non è il miglior Cameron.
  • Discussione Capannelle • 21/09/18 21:42
    Scrivano - 2596 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    devo dire che ritiro la mia esortazione a persuadermi alla visione. le argomentazioni di greymouser a pag 13 mi sono state d'avanzo per starne continentalmente alla lontana. non è decisamente il mio.
    Mi sono letto Greymouser con attenzione e a parte il 3 mi ci ritrovo. Interessante il punto 4: in effetti certe caratterizzazioni hollywoodiane servono al pubblico americano per lavare i propri peccati al cinema. Un propellente notevole, che oggi alimenta altri fenomeni tipo il #metoo.
  • Discussione Raremirko • 21/09/18 21:57
    Addetto riparazione hardware - 3638 interventi
    Buona l'analisi di Greymouser, me l'ero pure persa accidenti.

    Secondo me si è dimenticato di citare uan cosa abbastanza importante per me, ossia il target al quale il film mirava, che secondo me è/è stato un pubblico per lo più teen.

    Così si spiegherebbero molte banalità di script e caratterizzazioni.

    E poi, anche voi giustamente avete tirato in ballo paragoni con film Disney...