Matrix

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The matrix
Anno: 1999
Genere: fantascienza (colore)
Numero commenti presenti: 52
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

“What is Matrix?” (che cosa è Matrix?): con questo tormentone è stato lanciato il nuovo fanta-action prodotto da Joel Silver. Ripetuto nei trailer, sul sito internet (whatisthematrix.com), in ogni tipo di pubblicità. Ebbene, la risposta è meno sconcertante di quanto si potesse pensare, perché MATRIX, il film, è un incredibile concentrato dei più famosi fantamovies degli ultimi tempi (e non solo). Come già il nostro Gabriele Salvatores aveva fatto col suo poco riuscito NIRVANA, i fratelli Wachowski prendono un po' di qua un po' di là (senza tralasciare veramente nessuno) e cuciono il tutto con una storia che pone le basi nella fantascienza più classica: quello che vediamo attorno...Leggi tutto a noi ogni giorno è Matrix, una realtà virtuale creata dalle macchine che, preso il potere, ci ingabbiano in un mondo irreale costruito su misura. Insomma, siamo dalle parti delle solite dimensioni parallele, con ampie suggestioni da ATTO DI FORZA, TRUE LIES, MEN IN BLACK, BLADE RUNNER, addirittura DARKMAN (il volo tra i grattacieli, appesi all’elicottero), TERMINATOR, STRANGE DAYS e chi più ne ha più ne metta. C'è soprattutto un enorme debito da pagare a DARK CITY, capolavoro assoluto di Proyas dell'anno prima: per l'abuso del morphing, del ralenti, della citazione costante, per l'atmosfera decadente e le scenografie esaltate da una fotografia tendente al verde e al nero, per la perfetta associazione tra un certo tipo di musica e le immagini, perfino per i costumi. Al di là di tutto ciò, comunque, ci sono anche un soggetto che aggiorna in modo intelligente i vecchi topoi dickiani fondendoli con la nuova ondata cyber e una sceneggiatura ben scritta, che ha l'unico difetto di farsi comprendere appieno solo dopo una seconda visione. Capendola fino in fondo, la si apprezzerà per la capacità di non sgarrare e di seguire con classe la complessità del soggetto. Se si perde il filo MATRIX apparirà (soprattutto nella prima parte) confuso e noioso, al contrario se riuscirete a leggerne senza problemi i due piani dimensionali e a entrare nella mentalità degli autori verrete catturati dal fascino della storia. Arricchita poi, e non è cosa da poco, da effetti speciali rivoluzionari che, almeno al cinema, hanno un impatto devastante. Potrà apparire un’americanata dal finale piuttosto ridicolo e inattendibile, e certo qualche aggancio al cinema hollywoodiano più commerciale è innegabile, tuttavia l’aver saputo creare un universo unico e ricco di simboli è impresa rara, in un’epoca di remake, sequel o di sbiadite copie di originali. La fotografia e i suoi colori, riconoscibili fin dalla modifica del marchio Warner in apertura, sono insoliti, tremendamente affascinanti. Un’opera giustamente ambiziosa figlia del talento dei fratelli Wachowski, capaci nell'ultima mezz'ora di regalarci azione pura amplificata dalle illimitate potenzialità della fantascienza. Tante le scene da ricordare, perché tante sono le novità acrobatiche introdotte. In poche parole un ottimo compromesso tra ciò che vuole il pubblico e ciò che invece può ancora offrire la fantascienza più complessa. Non sarà DARK CITY ma...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 1/03/07 17:33 - 1950 commenti

I gusti di Fabbiu

Lasciamo perdere i seguiti. Questo film è un cult, una svolta epocale per la fantascienza, che, pur ripescando tanti elementi da altri film all'interno del genere, elabora l'ennesima e forse più riuscita versione cinematografica sullo studio della realtà, su ciò che può essere o non essere, aggiungendoci poi una buona dose di "cultura fumettistica". Trovo la trama decisamente geniale, utile a rendersi conto di quanto la realtà possa essere artificiale e quindi maschera di ben altro; è filosofia, teologia, decadentismo e... fantascienza!

Stubby 29/04/07 09:33 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Sicuramente ben fatto e confezionato in maniera accattivante, però per me la cosa più riuscita del film sono le strepitose coreografie di Yuen Woo Ping. Al contrario il film mi lascia alquanto indifferente, nonostante non sia male. Comunque c'è da ammettere che Matrix è il film che ha reinventato un certo modo di fare cinema.

Puppigallo 8/05/07 18:54 - 4515 commenti

I gusti di Puppigallo

Visivamente notevole (fantastici gli allevamenti...). Può contare su un'idea coi fiocchi e su un protagonista adatto alla parte (lo stesso dicasi per Morpheus). Già intrigante l'inizio quando Neo (Reeves) incomincia ad avere a che fare con individui "particolari". Poi, nel momento in cui si entra nella realtà di Matrix e le possibilità diventano infinite, inizia il vero spasso. Notevole anche la lenta presa di coscienza di Neo, che finché ha dubbi fallisce (precipita). Ottimi effetti e azione quasi costante. Peccato per il volo finale alla Superman. Un grande esempio di fantacinema.
MEMORABILE: La torpedine meccanica tentacolata, in grado di perforare lo scafo della navicella e che reagisce al più piccolo rumore.

Renato 1/08/07 21:58 - 1580 commenti

I gusti di Renato

E pensare che non lo volevo nemmeno vedere, considerata la mia allergia alla fantascienza... Film davvero ben fatto, avvincente, con una sceneggiatura ben oliata -pur con qualche momento illogico- ed una morale semplice ma di sicura presa. Gli effetti speciali hanno senza dubbio il loro peso specifico, mentre della storia d'amore tra Neo e Trinity in fondo, immagino che sia interessato poco a pochissimi. Credo che la riuscita del film sia dovuta al fatto che spiega fin dove vuole spiegare, mentre per il resto lascia lo spettatore libero di interpretare.
MEMORABILE: "Welcome to the REAL world..."

Magnetti 31/07/07 17:58 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Film sconsideratamente trascurato dal sottoscritto, fino alla decisione di noleggiarlo quando il DVD era tra le seconde visioni... E' un film con una idea di base tanto geniale quanto angosciante (gli umani/batteria) che a volte viene messa in secondo piano rispetto ai pur ottimi effetti speciali (combattimenti etc). Pesca dalla cultura cyberpunk idee adatte a colpire il gran numero di spettatori a cui si rivolge. Se gli autori fossero riusciti a enfatizzare la sensazione da apocalisse umana sarebbe stato un capolavoro.

MTMPsicosi 2/08/07 21:27 - 11 commenti

I gusti di MTMPsicosi

Pessimo film che si porterà a vita sulla coscienza tante brutture venute dopo di lui. Molto interessante il soggetto, molto meno la realizzazione della sceneggiatura e il girato finale. Insomma, in piena era internet è facile far breccia nei cuori di chi si sente hacker, ma non basta. Sparatorie, scazzottate e bullet time a go-go servono a poco se poi non c'è la sostanza. E qui di sostanza, a parte un giovanilismo dilagante, non ne esiste. Pessimo cast di attori usciti dal limbo per poi rientrarci dopo la trilogia. Come i suoi registi.

B. Legnani 12/09/07 00:58 - 4746 commenti

I gusti di B. Legnani

Pellicola interessante, con attori così così, ma dotata di un fascino che è superiore al suo vero valore. A mio avviso il vero antenato del film è il romanzo "L'invenzione di Morel", di Adolfo Bioy Casares, portato sullo schermo da Emidio Greco. E anche l'incontro cruciale ha ascendenza letteraria argentina ("L'accostamento ad Almotasim", di Jorge Luis Borges). "Neo" è l'anagramma di "One"... Un buon film.
MEMORABILE: La geniale spiegazione dei déjà-vu.

Flazich 1/01/08 00:46 - 658 commenti

I gusti di Flazich

Innovativo per le riprese fatte con il sistema Rotoscoping, Matrix è una rivisitazione occidentale dell'immaginario cinematografico orientale. Gli stessi registi non nascondono il fatto, anzi lo enfatizzano. Trama veramente originale e convincente. Purtroppo i dialoghi sono scialbi, quasi ridicoli. A questo si aggiunge un doppiaggio da far accapponare la pelle (soprattutto quello di Keanu, inascoltabile). I due seguiti sono stati le cose più inutili che io ricordi.

Capannelle 21/02/08 09:25 - 3730 commenti

I gusti di Capannelle

Successo meritato per questo film dei fratelli Wachowski in virtù di una storia, effetti e personaggi particolarmente originali. Su tutti il faccione mistico di Fishburne e gli agenti in nero, poi tante trovate ad effetto come le scene rallentate, gli innesti nel collo, gli allevamenti di umani e i ragni spia. Ma anche dialoghi interessanti (con qualche banalità qua e là, ma è proprio del genere), musica e montaggio di ottima resa, scenografie dark. Senza considerarlo un capolavoro, ma ha fatto moda.

Caesars 14/07/08 14:29 - 2723 commenti

I gusti di Caesars

Mega successo mondiale, ad avviso dello scrivente decisamente immotivato. L'impressione negativa sarà forse colpa del tipo di visione (da una vecchia registrazione televisiva su vhs), ma di sostanza ce n'è veramente pochina. Il film si basa quasi tutto sugli effetti speciali, che sono sì realizzati bene, ma che non sostituiscono il vuoto di quanto sta loro intorno. Visto il primo, non è che ci sia molta motivazione a seguire i seguiti. Potabile, ma nulla più.

Brainiac 17/09/08 20:29 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Il cult meno cult della storia del cinema. Privo a mio parere di ogni barlume d'originalità, dall'idea centrale della sceneggiatura (la realtà non realtà) che si può trovare in mille film e in minimo 30 episodi di Nathan Never, ai tanto osannati effetti speciali, rendono poco realistico il tutto e fanno crollare (almeno la ma) sospensione di credulità. La fantascienza è interessante se qualcosa resta nascosto, solo accennato, proprio per stimolare l'immaginazione. Vedi Solaris.

Tomslick 24/10/08 20:50 - 205 commenti

I gusti di Tomslick

Buono - a tratti ottimo - intrattenimento fantascientifico (e, perché no, un pochetto filosofico). Storia che, per quanto non nuova ed originale, rimane fascinosa, inquietante il giusto e sviluppata bene, senza troppi fronzoli ma soprattutto senza troppe esagerazioni. E comunque sia, se non altro il film vale per le (spesso) grandiose scene d'azione e gli stupefacenti effetti speciali (e ancor di più per lo sfrontato "coraggio" del loro utilizzo). Forse non invecchierà benissimo, ma rimane e rimarrà un gran bell'esempio di sano passatempo.

Pigro 24/10/08 12:51 - 7819 commenti

I gusti di Pigro

In un mondo sfruttato nella simulazione della realtà, un gruppo della Resistenza crede di individuare in un giovane colui che renderà libera l'umanità. Bellissima e folgorante metafora del mondo attuale alienato, resa con mezzi di grande effetto e coinvolgimento. Una sorta di lotta tra il bene e il male, che è prima di tutto lotta tra la verità e la menzogna: in questo senso, un film molto arcaico nei suoi parametri filosofici cristiani (esplicitamente citati nell'attesa veterotestamentaria dell'Eletto), come già l'anno prima nel concettualmente simile Dark city. Da non perdere.

Xamini 27/04/09 23:31 - 1021 commenti

I gusti di Xamini

Pur essendo debitore praticamente di qualsiasi cosa (Demon City e il bullet time sono del 1988, per dirne uno poco citato), Matrix centra in pieno tutti gli obiettivi: fantascienza, filosofia per metafora (e all'acqua di rose), effetti speciali, azione, stile. È culto immediato. E pazienza se il livello di approfondimento non è esagerato; pazienza se pecca di qualche americanata di troppo (il finale in particolare); pazienza se la sceneggiatura non è da premio Nobel per la letteratura. Si tratta di un film da vedere. Uno di quelli che, bene o male, hanno fatto la storia.
MEMORABILE: Il momento in cui vede la matrice.

Ciavazzaro 18/05/09 17:20 - 4765 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Primo film di una serie diventata abbastanza famosa. Le idee ci sono e la trama è abbastanza interesssante, ma a mio avviso gli altri capitoli sono inferiori a questo d'apertura. Non è un capolavoro, ma dal punto di vista visivo coinvolge e gli attori sono più che discreti. Belle le scene al rallentatore. Più che sufficiente.

Tarabas 21/05/09 14:59 - 1706 commenti

I gusti di Tarabas

Il mondo non esiste. Con questa premessa zen, va in scena una sorta di summa del cyberpunk, con realtà irreali, parallele, infinite. Con citazioni varie dal cinema hongkonghese e parecchie felici intuizioni, i Wachowski centrano un blockbuster involontario, che avrebbe potuto essere ben più radicale (ma i due venivano da qualche flop e non hanno osato). Grande finale.

Belfagor 26/12/09 16:44 - 2624 commenti

I gusti di Belfagor

Un film molto furbo, che compensa la scarsa originalità con degli effetti speciali davvero sorprendenti e una filosofia forgiata pescando a piene mani da Cartesio, Platone, Marx e Confucio. Gli statunitensi hanno il pallino per i minestroni ideologici, ma questo è riuscito abbastanza bene. Al di là del cult, rimane un film con i suoi pregi e i suoi difetti, che segna non solo cronologicamente la fine del vecchio millennio. Offre il fianco a varie interpretazioni.

Rambo90 23/01/10 03:50 - 6388 commenti

I gusti di Rambo90

Avvincente e rivoluzionario film di fantascienza. La storia è originalissima e coinvolge lo spettatore tenendolo teso fino agli ultimi minuti, le scene d'azione sono superlative e coreografate splendidamente in stile hongkongese; bravi anche i protagonisti (con Fishburne che ruba la scena a Reeves in alcune occasioni). Peccato per il solito finale aperto che rende l'operazione meramente commerciale.

Siregon 1/03/10 17:32 - 353 commenti

I gusti di Siregon

Successone planetario che a detta di molti ha reinventato la fantascienza. Non saprei dove. Ha il demerito di aver distrutto ogni credibilità nelle scazzottate sfornando quell'orribile invenzione che è il bullet-time usato per qualsiasi cosa dopo questa pellicola (dai film agli spot televisivi). La ricerca stilistica da film targato Hong-Kong è apprezzabile ma noiosa, dopo un po'. Reeves fa pena come al solito, filosofia zen da fumetto cyberpunk non troppo complessa ma sufficientemente trendy per far gridare al capolavoro una generazione. Bravo Weaving.

Daniela 6/04/10 15:09 - 9510 commenti

I gusti di Daniela

Col Matrix di poi, facile parlarne maluccio, individuare i germogli modaiol/filosofici che, mettendo radici grazie ad un successo planetario certo inaspettato in tali proporzioni, ammorberanno i seguiti con solenni banalità spacciate per perle di saggezza cosmica. Però l'ho rivisto anche DOPO aver metabolizzato gli altri - per la quarta o quinta volta, non ricordo, e niente da fare, nonostante pregiudizi allertati, ancora una volta mi ha preso all'amo. A differenza di Neo, scelgo la pillola rossa della fantasia cinematografica, non la blu...
MEMORABILE: "Schiva questa..."

Greymouser 7/07/10 00:24 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Sembra passato un secolo, invece è solo un decennio. Eppure questo film divenuto così rapidamente immortale qualche merito ce l'avrà pure avuto. Rispetto all'epoca della sua uscita, le accelerazioni tecnologiche hanno alquanto attenuato l'impatto profetico e visionario della trama. Resta però uno spettacolo di buon livello, di buon impatto visivo (qualche scena è memorabile), con una storia che si potrà discutere, ma di certo non è banale.

Mr.geko 24/07/10 13:09 - 34 commenti

I gusti di Mr.geko

Spettacolare film di fantascienza ricco di innovazioni che mischia una trama affascinante e momenti di azione pura oltre al possibile. "Matrix" è la realtà virtuale nella quale l'umanità è imprigionata dalle macchine che nel futuro hanno preso il soppravvento. Neo, il protagonista, sembra essere l'eletto e viene liberato da matrix dai pochi ribelli umani sopravvissuti nel sottosuolo. Un mix di fumetto, videogioco, bibbia a cui non si può resistere, citatore e citato in futuro, nel 1999 fu una rivoluzione!
MEMORABILE: La trama avvincente, le musiche techno nelle scene d'azione, il discorso dell'agente Smith sull'uomo-virus.

Satyricon 19/08/10 12:09 - 147 commenti

I gusti di Satyricon

Un'illuminazione nel cinema fantascientifico che segna la fine di Star Trek e Star Wars (veri esempi di fantascienza quantistica) e inizia un nuovo e più complesso capitolo, quello che guarda gli atomi dall'interno dell'essere umano e non dall'esterno, quello che a causa della corsa smodata alla tecnologia ci vede diventare sempre più dei Biomeccanoidi, sempre più vicini ad essere dei potenziali Tetsuo; ma Matrix lo racconta elegantemente, con una regia, autori ed attori fantastici.
MEMORABILE: Gli esseri umani sono un'infezione estesa, un cancro per questo pianeta: siete una piaga. E noi siamo la cura (Agente Smith).

Disorder 25/10/10 11:32 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Piaccia o no, è uno dei film più importanti, citati e influenti degli ultimi anni. Nella fantascienza esistono semplicemente un "prima" e un "dopo" Matrix, ma la sua influenza sarà notevole anche nel genere action (l'uso del ralenti in particolare, oggi così inflazionato da risultare stucchevole). La trama è ottima, un po' meno i personaggi spesso solo abbozzati; ad affascinare veramente qui è il lavoro sublime del comparto tecnico, che di fatto ristabilisce un "punto zero" da cui tutti dovranno ripartire. Epocale, imperdibile...
MEMORABILE: "Sono morto? " "Tutto l'opposto..."

Mdmaster 25/10/10 09:55 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

L'impatto al momento dell'uscita è stato notevole, soprattutto per alcune soluzioni cinematografiche piuttosto ben inserite (bullet time?). Dopo più di dieci anni, però, Matrix ha perso molta della freschezza di cui invece possono ancora vantarsi altre pellicole di fantascienza. L'idea del mondo elettronico in cui siamo tutti coinvolti è la miglior cosa, peccato che sia sfruttata così così e il cast non sia proprio di gran livello. Comunque godibile, se riuscite ancora a separare il film dalle nefaste influenze che ha propagato.
MEMORABILE: Marilyn Manson nei titoli di coda? Siamo proprio a fine anni 90.

Galbo 19/04/11 05:48 - 11419 commenti

I gusti di Galbo

Realizzato all'alba del nuovo millennio dai geniali fratelli Wachowski, Matrix è stato giustamente definito il prototipo (nonchè l'esempio maggiormente riuscito) del cyber movie. Anche dopo un certo numero di anni dalla sua realizzazione, rimane un formidabile esempio di action movie realizzato in modo superbo (gli effetti speciali sono efficacissimi) che si pone e pone allo spettatore molte domande (sul significato della libertà, sul destino e quant'altro). Ha avuto due sequel purtroppo non all'altezza.

Mickes2 3/05/11 10:09 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Ha senza dubbio ha un suo fascino e la messa in scena è di grande potenza visiva. L’idea intriga parecchio, la struttura su cui posa è ben architettata e piuttosto complessa: il controllo e la libertà, due fattori che stridono parecchio tra di loro. Lo script è ben congegnato e sviluppato a dovere. Nella prima parte l’interesse rimane alto e il pathos si fa sentire, fattore che nella seconda tende a sparire pian piano. Si preme l’acceleratore sull’action più puro e sugli effetti speciali; poco male, ma per fortuna che ci sono dei villain in gamba!

Jofielias 8/12/11 08:22 - 170 commenti

I gusti di Jofielias

Realizzato nel 1999, Matrix traghetta la cinematografia mondiale nel nuovo millennio, toccando vette di spettacolarità e perfezione estetica mai raggiunge prima. I fratelli Wachowski riescono in un'impresa pressoché titanica: realizzano un film di massa che possiede una profondità tale da consentire infiniti livelli interpretativi. Visivamente sublime, filosoficamente profondo ed emotivamente intenso: cosa chiedere di più a un'opera dell'ingegno umano?

Zutnas 9/11/12 01:31 - 85 commenti

I gusti di Zutnas

Matrix è un film, ma è anche una serie di domande che vengono scagliate allo spettatore tutte in una volta; è azione e filosofia, è effetti speciali e religione. Ha influenzato praticamente ogni film di fantascienza successivo facendo scuola anche dal punto di vista delle tecniche di ripresa. Da vedere e rivedere.
MEMORABILE: "Credi che sia aria quella che respiri?"

Rullo 14/01/13 21:01 - 388 commenti

I gusti di Rullo

Cos'è Matrix? Matrix è tutto ciò che è tangibile, tutto ciò che possiamo osservare. Matrix è un mondo fittizio e ci sono persone come Morpheus che cercano di evadere da tale realtà. Una trama più profonda di quanto si possa pensare, con diverse sfaccettature filosofiche che arriva a coinvolgere chiunque e le scene action in slo-mo hanno fatto storia. Difficile pensare ad un attore diverso da Keanu Rease per interpretare Neo, stessa cosa dicasi per Laurence Fishburne.

Piero68 10/05/13 09:53 - 2768 commenti

I gusti di Piero68

Nonostante l'idea di partenza (le macchine fanno guerra alla razza umana schiavizzandola) sia presa pari pari da Terminator è innegabile che Matrix sia uno dei film più significativi degli ultimi 20-30 anni. E non soltanto per il genere sci-fi. Sotto forma alternativa i Wachosky affrontano temi importantissimi compreso la morte, la creazione e, ovviamente, la religione. Chi può ricordare Neo, l'Eletto che libererà la razza umana con il suo sacrificio, se non Gesù stesso? Ottima la sceneggiatura e buona la prova di tutto il cast. Epocale!
MEMORABILE: Neo prende coscienza di essere l'Eletto e combatte Smith con una mano sola mentre la sua espressione diventa annoiata; Pillola blu o pillola rossa?

Furetto60 5/08/13 08:57 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Rimpiango la prima visione, quando l’attesa per le risposte alle molteplici domande, con accenni filosofico-religiosi, si faceva sempre più pressante: è questo, forse, il principale merito del primo episodio di quella che è poi divenuta una delle saghe di fs più popolari. Con effetti speciali non ancora specialissimi, l’atmosfera creata si configura come una serie di scatole cinesi, sullo sfondo di un’ambientazione di un moderno decadentismo impreziosita da dialoghi taglienti e ritmo sempre più adrenalinico. Ottime le prove di Weaving e Reeves.
MEMORABILE: La razza umana come una piaga per il pianeta: come non essere d'accordo con il sig. Smith?; Non pensare di esserlo, convinciti di esserlo; I telefoni.

124c 6/08/13 12:26 - 2775 commenti

I gusti di 124c

Film che ha segnato la carriera di Kaanu Reeves e dei fratelli Wachowski, ispirando decine di pellicole a venire. Fantascienza, filosofia, cibernetica e arti marziali, presi e frullati assieme in un cocktail esplosivo e dinamico. Più che Keanu Reeves sono notevoli Laurence Fishburne e la modella Carrie-Ann Moss, alleati di quest'ultimo, forse perché non essendo eroi e profeti cibernetici risultano più umani. Poco umorismo, molte scene rallentate per un film di fantascienza adulta. Doveva finire qui, assurdo continuare con due sequel mosci.

Blutarsky 29/10/13 17:14 - 353 commenti

I gusti di Blutarsky

Ottimo concetrato di Dick, Terminator, Gibson, kung fu, ecc., compatto e credibile a dispetto dello strano mix di influenze. L'interpolazione fra i vari livelli di realta è resa in maniera semplice senza cervellotiche spiegazioni, rendendo scorrevole la visione. Ottimi la fotografia e il concept visivo nel rendere un'atmosfera orwelliana e retrofuturistica. L'immaginario creato, seppur non originale, riesce ad affascinare grazie a una storia ben congegnata e alle ottime coreografie dei combattimenti. Buon cast e ottimi effetti speciali.

Didda23 2/12/14 14:50 - 2288 commenti

I gusti di Didda23

Epocale e imitatissimo. L'opera della consacrazione dei fratelli Wachowski è un grandioso miscuglio di fantascienza, action e filosofia (anche se spiccia) elevato all'ennesima potenza da una regia dinamica e rivoluzionaria fatta di ralenti e visionarietà. La sceneggiatura passa in secondo piano e avvince poco nonostante suggestioni emozionanti e intriganti. Omogeneo il cast principale (Reeves, Fishburne, Moss), nel quale spicca il villain di Weaving. Il film regge a livello tecnico ancora oggi, segno che gli elementi visivi sono di indubbia qualità.

Minitina80 24/03/15 09:32 - 2364 commenti

I gusti di Minitina80

Ha avuto il grande pregio di uscire nel momento giusto, quando le tecnologie informatiche mostravano al mondo il loro enorme potenziale e di possedere un grande impatto, sia visivo che narrativo. È scenografato splendidamente, fotografato altrettanto e fa un uso degli effetti speciali che mai si era visto prima. Ogni singolo particolare è curato e non lasciato al caso, donando a tutto il film un magnetismo particolare che non lascia indifferenti.

Pinhead80 3/05/15 13:03 - 3968 commenti

I gusti di Pinhead80

E' il film di fantascienza che ha cambiato la percezione del genere del nuovo millennio. Considero questo primo capitolo della trilogia un film straordinario, capace di immergerti in mondi paralleli che sono veri e propri incubi a occhi aperti (o chiusi...). Anche narrativamente parlando il film scorre benissimo (la stessa cosa non si potrà dire dei due successivi capitoli) e gli ultimi 10 minuti sono da storia del cinema. Vanta numerose imitazioni ed è stato oggetto di numerosissime parodie. Essenziale.

Giacomovie 26/11/15 14:54 - 1351 commenti

I gusti di Giacomovie

Il punto di forza del film sta nell’innovativo e ingegnoso script, concepito come un rebus che man mano offre ulteriori chiavi di decifrazione. In un mondo parallelo dall’affascinante concezione futurista (ricreato con scenografie di alto livello) predomina la logica dicotomica del contrasto tra reale e virtuale che fa riflettere sull’importanza che assumomo le scelte. I momenti d’azione sono spettacolari ma non si riesce a evitare qualche caduta monotona. L’ultima parte, però, è carica di adrenalina.

Taxius 29/12/16 17:36 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Nel giro di pochi anni è diventato un pilastro del cinema di fantascienza; e giustamente direi. Le sorelle Wachowski hanno creato un mondo spaventoso in cui la realtà umana non è altro che un'illusione creata dalle macchine che ormai controllano il mondo. Con Matrix entriamo nel cyberpunk più profondo. I continui viaggi tra la vera realtà e quella simulata, gli antivirus (i virus sarebbero gli uomini) del sistema sotto forma di agenti federali (come Mr Smith) affascinano che è una meraviglia, così come gli effetti speciali. Epico!

Thedude94 3/04/17 01:30 - 585 commenti

I gusti di Thedude94

Esaltazione massima dei sensi, godimento allo stato puro delle scene d'azione e una riflessione profonda sul significato dell'essere umano: tutto questo e non solo è l'opera degli allora fratelli Wachowski. Regia spettacolare, condita da scene topiche e ricche di attori che si trovano ognuno a meraviglia nel proprio ruolo; in primis Reeves, ottimo nel ruolo di Neo, ma meglio fanno sia Weaving che soprattutto Fishburne, in una delle sue migliori performance della carriera. Nonostante qualche scena esagerata, rimane un cult che entra nella storia.

Bruce 2/05/17 17:04 - 1005 commenti

I gusti di Bruce

Da molti osannato come il geniale prototipo della fantascienza cybernetica del nuovo millennio, non è mai riuscito a piacermi. Anche rivisto a distanza di anni, pur apprezzandone gli effetti e le tante scene d’azione, spesso coreografate secondo un gusto che sembra rimandare ai migliori film di John Woo, non mi ha convinto. Troppo pretenzioso, troppe certezze assolute, troppa confusa filosofia, troppi presunti significati nascosti per una conclusione con finale mieloso da fiaba Disney e senza mai un cenno di autoironia.

Redeyes 4/05/17 07:58 - 2145 commenti

I gusti di Redeyes

I fratellini azzeccano l'estratto della vita (il terno sarebbe un'eresia affermarlo) con un vero e proprio capolavoro della fantascienza. Diventa cosa piuttosto ardua andare a trovare difetti in questa pellicola, che conta su un carismatico protagonista cui gira attorno un cast assolutamente in grande forma. Sceneggiatura perfetta, scene di lotta estremamente curate con l'inserimento di uno slow-motion divenuto cult. Imprescindibile.

Alex75 27/06/17 18:02 - 680 commenti

I gusti di Alex75

Tecnicamente molto innovativo, con interrogativi senza tempo che una società sempre più informatizzata ha reso di pressante attualità. Purtroppo i Wachowski sembrano interessati più a frastornare lo spettatore con artifici visivi che a farlo ragionare, finendo per svilire i contenuti con una trattazione superficiale e confusionaria, affidandoli oltretutto a personaggi e interpreti monodimensionali. Altri autori hanno saputo rappresentare distopie in modo molto più intelligente.
MEMORABILE: "Matrix è ovunque".

Alex1988 27/05/17 18:45 - 657 commenti

I gusti di Alex1988

Ormai questo film è storia! Seppur io non ami la fantascienza, stavolta devo dare atto ai fratelli Wachowski di aver creato un'opera che ha lasciato il segno. Ha ormai quasi vent'anni, ma gli effetti speciali e il celebre "bullet time" usato anche in videogiochi come "Max Payne" sono ancora godibilissimi. Anche se le citazioni da John Woo e il cinema d'oriente non si contano, è un film che va visto.

Hackett 10/06/18 07:31 - 1728 commenti

I gusti di Hackett

I Wachowski creano un universo formidabile che influenzerà il cinema dei primi anni duemila in maniera indelebile, oltre a diventare un brand riconoscibile e in grado addirittura di entrare nel costume sociale (ispirando look e tendenze). Tecnicamente all'avanguardia, con trovate visive e narrative eccellenti che verranno riprese in seguito da decine di cineasti. Sceneggiatura quadrata che riesce a contenere un'incredibile quantità di aspetti socio-religiosi amalgamandoli con un gusto per l'action di una freschezza devastante.

Rufus68 15/12/18 21:07 - 3117 commenti

I gusti di Rufus68

Indubbiamente il film cattura parte del fascino dickiano sull'irrealtà della realtà (tanto che Philip Dick teorizzò Matrix in una conferenza del 1979). Nella prima parte il film avvince gradevolmente; poi arriva il cedimento strutturale della sceneggiatura, incapace (per motivi di blockbuster) a esser coerente con le premesse; si arriva così a un'orgia action derivativa (dall'Oriente), modaiola e compiaciuta che travolge i pur flebili tentativi di costruire i caratteri. Fishburne bravo, impalpabile Reeves.

Pessoa 20/12/18 23:34 - 1176 commenti

I gusti di Pessoa

Fra i film di fantascienza ce ne sono alcuni che, indipendentemente dal loro valore, segnano dei solchi, generando quantità più o meno vaste di epigoni e facendo invecchiare immediatamente tutto il cinema precedente. Matrix è indubbiamente uno di essi, poiché riesce a coniugare spettacolari fx a una storia che, sebbene non nuova, innesca domande in grado di smuovere coscienze. Un film girato comunque in modo egregio, con attori bravi e in parte e una sceneggiatura che non trascura i dettagli, anche se i bastioni di Orione sono ancora lontani.

Blondie666 24/05/19 12:56 - 10 commenti

I gusti di Blondie666

Il fatto che sia diventato un fenomeno di massa per le sparatorie e i bellissimi combattimenti di cui è ricco non ne scalfisce la qualità e non gli attribuisce la nomea di "filmone hollywoodiano" pronto per essere dimenticato per sempre dopo la prima visione! Anzi, andrebbe fatto vedere in tutte le scuole elementari perché dell'enorme significato che il film trasmette (e ci riesce benissimo) non se ne ha mai abbastanza! Più unico che raro!

Magi94 15/06/19 23:34 - 687 commenti

I gusti di Magi94

Importantissimo nel cinema d'azione e fantascienza contemporaneo, anche se purtoppo non regge a ripetute visioni: svelata la geniale filosofia, vista la sequenza schopenhaueriana della pillola, ammirata la prima scena di combattimento con ralenti, rimane un film un po' banale nei dialoghi e personaggi, che scadono negli stereotipi del film d'azione Hollywoodiano. Questo certo toglie qualità e ammazza spesso il ritmo, ma certo non distrugge la bellezza di un'opera così innovativa, sempre godibile.

Vito 31/08/19 06:55 - 662 commenti

I gusti di Vito

Ottimo film cyberpunk che vanta una lunga serie di sequel, omaggi e imitazioni. Perfetta fusione di arti marziali, filosofia orientale, religione e fantascienza che generò una vera e propria mania. Bellissimi effetti speciali, grandi scene d'azione, ritmo che tiene incollati allo schermo anche dopo svariate visioni e pure i Rage against the machine nella soundtrack: cosa volere di più?

Modo 8/09/19 17:40 - 826 commenti

I gusti di Modo

La fantascienza lascia il millennio con un bello scossone. I fratelli (allora) Wachowski ci regalano un film dal sapore antico ma con un'idea di base veramente originale, con nuovi ed efficaci effetti speciali. Visivamente prende spunto da vari classici del genere, nonostante segua un filone cyberpunk. Il finale può sembrare ridicolo, ma nell'ottica Matrix niente è scontato. Da vedere e rivedere per comprenderne tutte le sfumature.

Paulaster 24/09/20 09:29 - 2823 commenti

I gusti di Paulaster

L'eletto Neo entra nel programma Matrix gestito da intelligenze artificiali. Trama dall'apparenza complessa per mettere in scena il solito eroe che salva gli umani. Confezione chic che ha creato anche un suo stile (si vedano gli occhiali) e effetti basati su arti marziali reinventati coi ralenti. Pluricopiato, anche se il messaggio finale si perde per un'abbuffata di action. Reeves fa le facce giuste per un blockbuster, meglio il cattivo di turno. Piccole pecche con la donna oracolo fumatrice e casalinga e con la parentesi sentimentale furbescamente alla fine.
MEMORABILE: Le pillole blu e rosse; I proiettili in aria immobili.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 14/11/17 08:03
    Consigliere - 43607 interventi
    Poppo ebbe a dire:
    Domanda. E' stato scritto qualcosa sulle relazioni tra Matrix e Il Mondo Sul Filo di RWF (eventualmente sul romanzo Simulacron3)?

    Su internet in generale sì, tipo qui per dire (ma anche altri):

    http://ifilmintasca-ilpiccolo.blogautore.repubblica.it/2016/02/15/i-film-del-divano-prima-di-matrix-cera-il-mondo-sul-filo/

    Sul davinotti alla discendenza diretta fanno riferimento i commenti di Cotola e Homesick su Fassbinder:

    https://www.davinotti.com/film/a-il-mondo-sul-filo-2-puntate/32515
    Ultima modifica: 14/11/17 08:06 da Zender
  • Discussione Kanon • 14/11/17 16:17
    Fotocopista - 813 interventi
    Poppo ebbe a dire:
    Domanda. E' stato scritto qualcosa sulle relazioni tra Matrix e Il Mondo Sul Filo di RWF (eventualmente sul romanzo Simulacron3)?

    Se interessa, riferimenti a quel romanzo li trovi anche in questo film :

    https://www.davinotti.com/film/il-tredicesimo-piano/3780
  • Discussione Poppo • 15/11/17 12:05
    Galoppino - 422 interventi
    Zender ebbe a dire:


    Su internet in generale sì, tipo qui per dire (ma anche altri):

    http://ifilmintasca-ilpiccolo.blogautore.repubblica.it/2016/02/15/i-film-del-divano-prima-di-matrix-cera-il-mondo-sul-filo/





    Intendevo qualcosa di più argomentato, insomma qualcosa che andasse al di là della semplice segnalazione di, appunto, possibili relazioni.

    Non avendo una bibliografia di riferimento su Matrix (conosco solo il saggio di Zizek pubblicato da Mimesis (che cmq consiglio a chi non lo conoscesse), chiedevo qui, dove siete in molti a rovistare tra le pieghe più profonde di eventuali relazioni filmiche e narrative tra un film e l'altro (fonti di ispirazione).

    Io confesso di aver visto il film di RWF solo di recente. Non lo conoscevo, nonostante conoscessi molto di Fassbinder, e ho perso il suo passaggio su Fuori Orario (ma c'è sul tubo in versione sottotitolata).

    Non ne avevo mai letto, specie in relazione a Matrix. E in effetti mi pare che le fonti ufficiali non ne parlino, specie quelle in lingua inglese: ad es non è menzionato su wiki (mi pare, magari ricordo male) alla voce "the matrix"; ma c'è in quella tedesca:
    https://de.wikipedia.org/wiki/Matrix_(Film)

    Il che porta a dedurre, sommariamente, che la cosa non è stata trattata approfonditamente da nessuno...

    Poi magari c'è qualche libro su Matrix che ne fa un capitolo intero. Purtroppo molti libri su Matrix sono fuori commercio...

    Continuo la ricerca...
    Ultima modifica: 15/11/17 12:08 da Poppo
  • Discussione Zender • 15/11/17 14:16
    Consigliere - 43607 interventi
    Non saprei, se continui inserendo i titoli dei due film in italiano saltan fuori molti siti che parlano della relazione, suppongo anche di più se li metti in inglese. Immagino che tra i tanti qualcuno che ne parli più approfonditamente ci sia. Come sempre bisogna aver tempo e voglia di spulciarli tutti...
  • Discussione Poppo • 15/11/17 18:31
    Galoppino - 422 interventi
    A me pare strano che i/le W non abbiano mai fatto cenno a RWF in tutti questi anni...
  • Discussione Zender • 16/11/17 08:34
    Consigliere - 43607 interventi
    Mah, per un autore non è mai bello far capire da dove viene l'ispirazione (specie se non è dichiarata e se i punti di contatto non son pochi...).
  • Discussione Poppo • 16/11/17 11:18
    Galoppino - 422 interventi
    Ogni cosa creata ha "sempre" una o più fonti di ispirazione.

    E' raro che ci sia un oggetto di creazione e di ispirazione interiore assoluta, mai condiviso da altri precedentemente. Spesso si immaginano le stesse cose, anche se non ci sono contatti tra autori.

    In questo caso però è difficile pensare che le W, da giovanotti che erano, non abbiamo conosciuto il film di RWF (e il racconto da cui è tratto)!

    Uno dei punti di contatto è la scena con la cabina telefonica... C'è da ragionarci sopra un poco...
  • Discussione Zender • 16/11/17 11:51
    Consigliere - 43607 interventi
    D'accordissimo che ogni cosa ha sempre una o più fonti. A volte si immaginano le stesse cose, altre volte le si replicano senza nemmeno ricordarsi di averle viste da qualche parte. Tutto sta a vedere quanto (e quanto consciamente) si prenda da quelle fonti e quanto da una in particolare.
  • Discussione Redeyes • 20/12/17 08:34
    Contratto a progetto - 840 interventi
    Nel 2017 Warner Bros. ha annunciato un reboot del film. Il 17 marzo lo sceneggiatore Zak Penn ha dichiarato che il film non sarà un reboot ma un film ambientato nello stesso universo, sulla falsariga di quello che la Fox ha fatto con Deadpool e Logan - The Wolverine all'interno dell'universo degli X-Men.
  • Discussione Noncha17 • 25/06/19 14:23
    Magazziniere - 1073 interventi
    Il nuovo film della saga sarà un prequel e il "giovane" Morpheus sarà interpretato da Creed - ehm - da Michael B. Jordan!


    Fonte > JustNERD.it