Sister Act 2 - Più svitata che mai - Film (1993)

Sister Act 2 - Più svitata che mai
Media utenti
Titolo originale: Sister Act 2: Back in the habit
Anno: 1993
Genere: commedia (colore)
Regia: Bill Duke
Lo trovi su

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/03/08 DAL BENEMERITO IL GOBBO
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 5/03/08 19:47 - 3015 commenti

I gusti di Il Gobbo

Dismessi gli incongrui abiti monacali Deloris Cartier, protagonista del primo film , è tornata allo show-business, ma alla scuola, minacciata da gang di teppisti minorenni, hanno ancora biosgno di lei... Fiacco e telefonato sequel che la butta sul sociale, con esiti prevedibilmente barbosi e retorici, fino a un happy-end annunciatissimo. Unico pregio, l'aver rivelato al grande pubblico un'eccellente cantante, Lauryn Hill, che conoscerà coi Fugees e col primo album solista una meritata quanto effimera (che fa ora?) fama.

Gugly 8/03/08 14:44 - 1194 commenti

I gusti di Gugly

Fiacco sequel, con un pretesto più che risibile (quasi evanescente) che costringe Deloris a rivestire i falsi panni della suora nel convento che l'aveva protetta. A parte le canzoni di Lauryn Hill, l'unico momento di divertimento è il continuo storpiare da parte del direttore del collegio (Coburn) il nome della falsa suora (suor Maria Clarinetta e simili). E ho detto tutto...

Scarlett 11/07/08 00:30 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

La cara vecchia Deloris ha un nuovo motivo per rivestire i panni della monaca: aiutare le altre suore a tirare a lucido il liceo di quartiere. Questa volta l'idea divertente del primo film è azzerata, rimane giusto una commediola di stampo classico senza troppo mordente che segue la via della musica agevolata dall'ottima performance di Lauryn Hill ma che, non per questo, tradisce le aspettative. Intrattiene con leggerezza.

Galbo 7/08/08 07:22 - 12456 commenti

I gusti di Galbo

Evitabilissimo sequel di un film divertente e di grande successo. Esaurità la novità del precedente (il travestimento da suora della protagonista) quello che resta è una vicenda che può strappare qualche sorriso grazie anche e sopratutto alla simpatia degli interpreti (in gran parte il cast originale più la gradita sorpresa musicale della Hill) ma che procede su binari ad alto tasso di prevedibilità.

Ciavazzaro 7/11/08 14:10 - 4769 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Sufficiente, nato dal buon successo del primo capitolo. Non è di certo un capolavoro ma dire che non fa ridere in alcuni punti non sarebbe giusto. La goldberg rimane strepitosa, anche se la storia, rispetto al primo capitolo è un po' più deboluccia e va ammesso.

Cotola 8/11/08 23:57 - 9176 commenti

I gusti di Cotola

Fiacco seguito di un film che ebbe un inaspettato e notevole successo e che nemmeno la simpatia innata della Goldberg riesce a risollevare da risultati molto scarsi. Dal punto di vista narrativo, infatti, è piuttosto risaputo (la solita storia di finto ribellismo e redenzone) e patetico (vedi soprattutto il finale) e anche dal punto di vista musicale il risultato è scadente; decisamente fallito il tentativo di avvicinarsi a gusti più giovanili. Meglio passare oltre.

Pigro 8/02/09 09:54 - 9801 commenti

I gusti di Pigro

Il convento è minacciato e le suore chiamano la cantante-amica che ritorna, ancora travestita da monaca, per rimettere le cose a posto. Caduta ogni necessità narrativa per il travestimento della protagonista che scatenava equivoci e gag nel primo film, rimane solo una stanca e poco divertente ripetizione posticcia del già visto. Gli attori sono sempre simpatici e qualche situazione carina spunta fuori, ma si tratta di uno dei sequel più inutili della storia. Da segnalare la grande Lauryn Hill praticamente al debutto.

Ale nkf 6/05/09 17:46 - 802 commenti

I gusti di Ale nkf

Segue il film dell'anno precedente, ma esaurita la novità del travestimento da suora e della sua spontaneità non rimane tanto altro. Fa ridere, ma per definirlo un film apprezzabile sarebbe servito qualcosa in più. D'altra parte ha avuto tanto successo e la canzone è veramente divertente.

124c 31/08/09 16:00 - 2935 commenti

I gusti di 124c

Inutile sequel di un film sopravvalutato, ma migliore di questo. Il regista Bill Duke, l'ex-berretto verde che voleva fare a pezzi Arnold Schwarzenegger ai tempi di Commando, non è Emile Ardolino e si vede. Sparita la trama gialla, assieme ad Harvey Keitel e lo sbirro buono Bill Nunn, rimangono i cori gospel e le suore simpatiche... Troppo poco, sopratutto se la storia diventa una sorta di Saranno Famosi in abito claricale. Quale scuola avrà i migliori talenti musicali? Indovina un po'?
MEMORABILE: La sequenza iniziale a las Vegas, dove Woopi "riassume" in musica il primo film.

Ale56 7/09/09 10:12 - 225 commenti

I gusti di Ale56

La Goldberg torna sul set, o per meglio dire in convento, richiamata dalle suore che la pregano di non far chiudere la scuola di canto della chiesa. In un crescendo di fantastiche situazioni divertentissime (e non, purtroppo) nel sequel di Sister Act non ci sono situazioni davvero divertenti: se ne salvano giusto un paio. La sceneggiatura dà ampio spazio alle musiche, seppur belle, di Lauryn Hill, senza curarsi della Goldberg, unica presenza frizzante nel cast, più spenta, però, rispetto al primo capitolo. A tratti divertente, a tratti noioso.
MEMORABILE: Quello che vuol far chiudere la scuola, rinchiuso nell'armadio con un salame, per evitare di farlo uscire.

Whoopi Goldberg HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Ghost - FantasmaSpazio vuotoLocandina I protagonistiSpazio vuotoLocandina Made in AmericaSpazio vuotoLocandina Palle in canna

Mdmaster 20/12/10 16:15 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Evitabile seguito di un film che necessitava solo di qualche minima buona idea per ripartire; invece il goffo tentativo di avvicinarsi all'hip-hop e r&b (la musica nera gggiovane) è pessimo. Peccato perché il cast torna praticamente in toto e qui e lì si ride anche, ma a livello musicale non ci siamo e la trama riece a essere addirittura meno interessante che nel precedente. Andai perfino a vederlo al cinema e confesso di essermene ampiamente pentito. Meno male che non ho pagato io.

Rigoletto 16/07/12 18:05 - 1796 commenti

I gusti di Rigoletto

Film nato sulla scia del successo del predecessore, ha due pregi di non poco valore: il fatto di dover trattare con il mondo scolastico lo fa rimanere sempre di attualità, inoltre gode di un ritmo non eccelso ma nemmeno così fiacco. In definitiva è un buon sequel che mantiene solo l'abito del primo film, ma per il resto è tutto diverso. Bravi gli attori (Coburn su tutti). **1/2
MEMORABILE: Mr. Crisp: "Suor Maria Capretta, Carretta, Calzetta... ehm... Suor Maria Fasulla!".

Rambo90 6/02/19 02:48 - 7743 commenti

I gusti di Rambo90

Stessi elementi ma combinati molto diversamente, con struttura diversa e una trama di "formazione" che affianca ragazzi simpatici e ben caratterizzati alle suore del primo film. I numeri musicali sono le parti migliori, mentre alcuni dialoghi a volte suonano un po' troppo retorici. Comunque scorre via piacevole, grazie anche alla verve della Goldberg, al cast di contorno e a una regia dignitosa. Buono.

Marcolino1 16/09/19 14:29 - 553 commenti

I gusti di Marcolino1

"Repetita iuvant" si diceva nei tempi antichi, ma qui è proprio il contrario visto che il ripercorrere la stessa rotta del film precedente non ha giovato, pur estendendo la vicenda verso la teen comedy più scadente. La retorica del riscatto afroamericano dei sobborghi non aiuta e neanche il concetto dell'individuo emergente che si "fa da sé". Rimane la musica, linguaggio comunicativo e moderno che ripopola i banchi delle chiese sempre più vuote e tenta nella sua utopia il ricongiungimento delle classi sociali.

Caveman 26/03/20 11:01 - 523 commenti

I gusti di Caveman

Numero due inevitabile data l'ottima riuscita del primo capitolo. Il cast è praticamente confermato in toto anche se diminuisce il numero totale di suore, sostituite da ottimi confratelli e da un James Coburn divertente nel suo ruolo di personaggio perennemente infastidito. La protagonista viene richiamata dalla madre superiora per cercare di salvare l'istituto dove alcune sorelle insegnano: questa è la benzina che alimenta un motore che ha macinato parecchi chilomentri ma che ha ancora qualcosa da dare. Vestiario e atmosfera total 90s.
MEMORABILE: Tutte le volte che il personaggio di Coburn storpia il nome di Suor Maria Claretta.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione 124c • 5/10/18 13:42
    Gestione sicurezza - 5190 interventi
    Annunciato un Sister Act 3, che potrebbe anche essere un reboot della saga:

    https://movieplayer.it/news/sister-act-3-sequel-senza-whoopi-goldberg_61285/

    Non so voi, ma senza Whoopi Golberg come protagonista, che razza di Sister Act è? Anche se le fanno fare un cameo, magari come madre superiora al posto di Maggie Smith, secondo me, la Goldberg è sprecata e per voi? E se il film si facesse davvero senza di lei, chi la sostituirebbe, Octavia Spencer, forse??? Sento puzza di clone alla Ghostbuster 3...'A Disney, ma che ti sei bevuta???
  • Discussione 124c • 5/10/18 19:06
    Gestione sicurezza - 5190 interventi
    La Goldberg comparirà nel reboot in un cameo:

    https://cinema.everyeye.it/notizie/whoopi-goldberg-conferma-reboot-sister-act-suo-cameo-345000.html

    ...come direbbe Elena Sofia Ricci...Che Dio ci aiuti.
  • Discussione Raremirko • 5/10/18 20:20
    Call center Davinotti - 3862 interventi
    Non mi ha mai fatto troppo impazzire lei, poi esagerato il suo Oscar.
  • Discussione Kanon • 5/10/18 22:33
    Fotocopista - 839 interventi
    Raremirko ebbe a dire:
    Non mi ha mai fatto troppo impazzire lei, poi esagerato il suo Oscar.

    Ti dirò invece che in quei film in cui l'ho vista a me è sempre piaciuta. E meno male che c'era lei in quel film dove ha vinto l'oscar !
  • Discussione Raremirko • 5/10/18 23:20
    Call center Davinotti - 3862 interventi
    Kanon ebbe a dire:
    Raremirko ebbe a dire:
    Non mi ha mai fatto troppo impazzire lei, poi esagerato il suo Oscar.

    Ti dirò invece che in quei film in cui l'ho vista a me è sempre piaciuta. E meno male che c'era lei in quel film dove ha vinto l'oscar !



    Mah, in Ghost allegeriva un pò la situazione, faceva una medium più o meno svampita mi pare, ma da qui ad idolatrarla...

    Non la vedo da anni in un film passato al cinema; sarà un problema mio, o mi sbaglio, però...
  • Discussione Rigoletto • 6/10/18 07:17
    Addetto riparazione hardware - 8 interventi
    Ci sono attori che restano legati ai personaggi.
    È un po' come fare Rambo senza Stallone. In questi periodi poveri di idee, poi, la cosa è ancora più scoraggiante.
  • Discussione 124c • 6/10/18 12:24
    Gestione sicurezza - 5190 interventi
    Raremirko ebbe a dire:
    Kanon ebbe a dire:
    Raremirko ebbe a dire:
    Non mi ha mai fatto troppo impazzire lei, poi esagerato il suo Oscar.

    Ti dirò invece che in quei film in cui l'ho vista a me è sempre piaciuta. E meno male che c'era lei in quel film dove ha vinto l'oscar !



    Mah, in Ghost allegeriva un pò la situazione, faceva una medium più o meno svampita mi pare, ma da qui ad idolatrarla...

    Non la vedo da anni in un film passato al cinema; sarà un problema mio, o mi sbaglio, però...


    A) Appunto, senza la presenza di Woopi Goldberg, Ghost - Fantasma sarebbe stato un film terribilmente serio, senza un briciolo d'ironia. Roba per innamorati, per questo ha funzionato così tanto in USA.
    B) Io, però, non le avrei dato l'oscar per aver alleggerito una storia di fantasmi con una sceneggiatura da "Baci Perugina".
    C) L'ultimo film dov'è apparsa Woopi Goldberg, mi pare sia il primo Tartarughe ninja con Megan Fox, non certo un capolavoro del terzo millennio.
    Ultima modifica: 6/10/18 15:58 da 124c
  • Discussione 124c • 6/10/18 12:34
    Gestione sicurezza - 5190 interventi
    Rigoletto ebbe a dire:
    Ci sono attori che restano legati ai personaggi.
    È un po' come fare Rambo senza Stallone. In questi periodi poveri di idee, poi, la cosa è ancora più scoraggiante.


    Come ho già scritto, Woopi Goldberg ci sarà in questo reboot di Sister Act, solo che il suo sarà un cameo e non certo il ruolo da protagonista...Dopotutto ha più di 60 anni, credo. Il problema è che se mettono in primo piano le canzoni, come penso, la trama potrebbe basarsi sul "solito" Talent show con la protagonista, in abiti talari, che sfonda nel mondo della musica...A meno che non inseriscano una trama giallo-comica, come nel primissimo film, si vedranno solo simpatiche suore che cantano cori gospel nei talent tv...ma potrei anche sbagliarmi.
  • Discussione Gugly • 6/10/18 18:09
    Portaborse - 4710 interventi
    Annunciato o minacciato? :)
  • Discussione 124c • 6/10/18 18:31
    Gestione sicurezza - 5190 interventi
    Gugly ebbe a dire:
    Annunciato o minacciato? :)

    Tutte e due le cose, visto che sarà un reboot.