Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DRIVE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 54
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/6/11 DAL BENEMERITO BLUTARSKY POI DAVINOTTATO IL GIORNO 23/10/11
C'è molto Michael Mann, nel cinema di Refn, e a seguire le avventure di questo giovane stuntman (Ryan Gosling), pilota d'eccezione, non può di conseguenza non venire in mente COLLATERAL. Solo una vaga parentela, col film che vide Cruise passare dalla parte dei "cattivi", mentre per lo stile le affinità indubbiamente esistono e si concretizzano in una ricerca esasperata dell'inquadratura ad effetto arricchita dall'uso di una fotografia da stropicciarsi gli occhi. I colori della Los Angeles notturna, le ombre e le luci a disegnare scene di una magnificenza straordinaria testimoniano la presenza di un talento cristallino, che colpisce fin da subito anche per l'uso (pure questo facilmente derivabile da Mann) mirato e attentissimo di una colonna sonora assolutamente perfetta. Il quadro che appare ai nostri occhi è di quelli che non possono lasciare indifferenti e che fanno passare in secondo piano la storia, a dire il vero piuttosto ordinaria. Anche perché l'attenzione di Refn è rivolta al protagonista, che a qualcuno potrà apparire insopportabile per la reticenza con cui risponde attendendo sempre molto più del dovuto, ma che sa farsi ricordare per l'inespressività singolarmente comunicativa. S'innamora (senza slanci) della tenera vicina di casa, accetta di diventare pilota di stock car ma il film non ci porta affatto in questa direzione, riprecipitando presto nel noir sanguinolento dove anche le improvvise esplosioni di violenza non possono che rientrare nell'estetica visivamente spettacolare che Refn sceglie di inseguire fino all'ultima scena. La scelta è quella di far dire poco al protagonista ma di dire ancor meno con la sceneggiatura, lasciando aperto qualche interrogativo e chiudendo le scene prima che si capisca fino in fondo il significato delle stesse. Fortunatamente la storia è talmente semplice che la comprensione dei particolari non si rivela necessaria. Prese singolarmente alcune sequenze son davvero straordinarie, ma anche nel suo insieme a colpire è proprio la cura riposta nella messa in scena, che denota uno sforzo decisamente superiore alla media unito a una predisposizione unica nella composizione dell'inquadratura. E a questo punto si può anche sorvolare su qualche pausa di troppo e ammirare comunque la bontà dei (pochi) dialoghi e la tridimensionalità dei personaggi, a conferma di un film in cui nulla è lasciato al caso. Un gran bell'esempio di noir moderno e incisivo.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 4/10/11 5:49 - 10549 commenti

Film riuscito, ma non il capolavoro ritenuto da molti questo film di Refn. Dopo il deludente e patinatissimo Bronson, il regista danese realizza un noir "robusto" che eccelle nel tratteggiare la figura del protagonista (ottimamente interpretato da Ryan Gosling) e nella realizzazione delle scene d'azione, illuminate da una fotografia davvero efficace. Meno riuscite le figure di contorno, in maniera particolare quella femminile principale per la quale sarebbe stata migliore una scelta alternativa rispetto a quella della Mulligan.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Puppigallo 8/10/11 0:25 - 4087 commenti

La regia è solida, le riprese, dall'alto e durante gli inseguimenti, si fanno decisamente apprezzare e il protagonista, taciturno, con pause verbali degne di Celentano, è azzeccato (convincente performance di Gosling). La prima parte è una sorta di quiete (una certa, penso voluta lentezza di fondo) prima della tempesta, che si scatenerà con alcune notevoli riprese su strada e, soprattutto, con improvvise esplosioni di violenza. Anche il resto della banda attorica fa la sua parte, specialmente il capo officina, il boss e la ragazza, mascherando una sceneggiatura non proprio originale. Ottima colonna sonora.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Un paio di inseguimenti con tale potenza sonora da far vibrare la poltroncina; Forchettata gratuita nell'occhio (visto che non è certo letale).
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 29/12/13 16:37 - 5737 commenti

In un firmamento cinematografico sempre più fioco, ecco accendersi la stella di un noir di classe, nervigno, che ha fatto proprie le lezioni di Hill, Friedkin e Schrader sulla metropoli notturna squarciata da repentine brutalità, restituendo all’iperrealismo il posto da anni usurpato da un pulp spesso bambinesco e invadente. Il “Pilota” Gosling è come lo “Straniero senza nome” dei western: un (anti)eroe misterioso dal volto impassibile, un impalpabile araldo della vendetta e della morte, così come dell’amore e dell’amicizia. Elegantemente rétro l’eterea colonna sonora di Cliff Martinez.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gosling aggredisce e maciulla il sicario in ascensore; la maschera in lattice di Gosling.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 2/10/11 12:05 - 6690 commenti

Splendido noir firmato Winding-Refn, in trasferta americana, che si conferma sempre di più un regista coi fiocchi. Temi, situazioni e personaggi sono quelli del suo cinema ed anche la storia non è nuova in sé. Il ritmo, pur non essendo frenetico, risulta estremamente avvolgente. Ma ciò che però colpisce e resta nella memoria è uno stile magniloquente e scintillante (giustamente premiato a Cannes), reso però tale anche da una splendida fotografia. Gli scoppi di violenza sono notevoli e forse, non è la prima volta, un po’ eccessivi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli scoppi di violenza. Gli esterni della città, ripresa dall'alto. .
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 12/9/12 15:06 - 1516 commenti

Autista freelance della mala spera di diventare un pilota da corsa, intanto tira avanti senza slanci, finché incontra Irene e suo figlio. Reduce dal back-to-back Refniano, trovo ampi collegamenti tra il Valhalla mistico e la LA iperilluminata, anche di notte, ipercalligrafata dai ghirigori dei neon (sentiti ringraziamenti a Mann). Refn mi pare un artista del decòr visivo, non molto di più. L'adesione a un genere strutturatissimo rende il film godibile, pur con trama derivativa, il cast è interessante. Ma è un esercizio di calligrafia, non di più.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena dell'ascensore manda in sollucchero alcuni: a me sembra il manifesto dell'ossessione decorativa del regista.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 26/9/11 9:09 - 7285 commenti

Meccanico-stuntman e saltuariamente autista da rapina, Gosling ha nervi di acciaio ma un cuore di ghiaccio cui basta il calore di un sorriso per sciogliersi, cavaliere della città (valle) solitaria disposto al sacrificio per la felicità altrui. Refn supera brillantemente la prova della prima regia made in USA, trasformando un plot banale in un noir romantico, attraversato da improvvise esplosioni di violenza (talvolta tenuta fuori campo, con un effetto ancora più marcato). Eccellente la confezione, con fotografia sugli scudi, buono il cast.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bacio in ascensore - Lo scontro mortale mostrato soltanto con le ombre sulla strada.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 14/10/11 21:22 - 2068 commenti

Plastico e conseguente, il cinema di Refn mette coraggiosamente la regia al suo centro. Pregi e difetti nel caso specifico si polarizzano: la sceneggiatura affiora con ingombranti parentesi dialogiche che increspano un tappeto sonoro e visivo dalla fluidità ipnotizzante; il casting ispiratissimo (Gosling, già iconico, mira a sintetizzare in una nuova fisicità McQueen e Gibson) non produce per ipostasi personaggi verosimili, e la rielaborazione - sapiente e lirica - degli stilemi autostradali anni '70 e '80 lascia spazio all'ipertrofia formale (l'ascensore). Il retrogusto però è convincente.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 4/2/12 1:04 - 3010 commenti

Con le prime battute ci si affeziona al personaggio principale, con i titoli di testa ci si affeziona alle inquadrature e all'uso delle musiche e il film è già decollato. Gosling ha la faccia giusta per il ruolo giusto, le inquadrature possiedono classe e fascino da vendere, l'onnipresente (e lodevole) colonna sonora crea un clima rarefatto e quasi onirico (e, per la gioia degli amanti del bis italico, è qui riproposta anche l'ortolaniana Oh My Love). Trama molto (forse troppo) semplice, ma quasi non ci si fa caso. Notevole.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Capannelle 30/9/11 9:13 - 3423 commenti

Ha una faccia da Pippo ma se lo provocate può diventare parecchio incazzoso. Un bell'affresco di Refn che non insiste tanto sul grottesco pulp quanto sul noir melodrammatico. Elegante nella confezione, sobrio nei personaggi, meno sobrio nei lampi di violenza. Particolare nell'imboccare una strada che viene subito stravolta. E senza troppi cliché: fughe stradali silenziose, pregiudicati saggi e poco gelosi, ballerine compostamente impassibili di fronte alle disgrazie del loro pappone.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Herrkinski 9/12/14 6:12 - 3848 commenti

E' ormai palese che io sia caduto nella trappola di Refn, sempre ammesso che ce ne sia una; da un soggetto noir non propriamente originale (come già nella trilogia di Pusher), il regista riesce anche in trasferta Usa a non svendersi alle facili tarantinate e a condire la storia con uno stile magnifico, in questo caso parzialmente debitore a certo Mann ma comunque invidiabile. Cast perfetto, dialoghi soppesati ed essenziali, OST da brividi (davvero un valore aggiunto), fotografia avvolgente; non si staccano gli occhi dallo schermo un secondo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'ascensore; L'attacco nella camera d'albergo; Il finale.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Brainiac 16/6/11 18:25 - 1081 commenti

L'action movie come ce l'hanno sempre fatto vedere è trapassato. Era ora. Ad acclamarne il rito funebre è Padre Nicholas, che ha capito che per farci credere ad un inseguimento in retromarcia bisogna farci innanzitutto compatire i personaggi. E lo fa con maggior foga d'un lacrima-addicted, pestando l'accelleratore su silenzi sguardi e musiche, filmando dolcissimi brandelli adornati d'electro. L'altro comandamento (dedotto da Monsignor Quentin) che il buon Refn non disobbedisce è il realismo. Gli stunt sono pochi seppur tostissimi. Voglio una vita spericolata, sì, ma non come quella di Diesel Vin.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Un corpo a corpo di sole ombre.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Magnetti 19/9/12 16:45 - 1103 commenti

Si può anche tralasciare la mediocre sceneggiatura, perchè regia e recitazione sono ai massimi livelli. Il personaggio di Ryan Goslin è da ovazione: con naturalezza e senza alterazione dei battiti cardiaci passa dal silenzio all'azione come solo uno scorpione sa fare, con picchi di violenza splatter impressionanti che ricordano il Mortensen di Crononberg. Ottime le musiche, la fotografia e, ribadisco, la regia che stupisce per le eleganti e tutt'altro che fredde inquadrature. Il doppiaggio mi è sembrato molto buono, una volta tanto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena sull'ascensore con le pedate di Goslin sul muso del sicario.
I gusti di Magnetti (Animali assassini - Avventura - Horror)

Harrys 6/10/11 19:29 - 679 commenti

L'anarchia concettuale svanisce nel rigido filtro mainstream; ciononostante emerge la consueta lucidità pachidermica che si fonde in un unicum con l'ovattata synth pop: il fil rouge poetico non si sfilaccia. Refn intorbidisce col "genere" lo spettatore tipo (lo stratosferico incipit) instillando nel canovaccio un'umanità rigurgitante. È il cinema del silenzio, del sentimento, della carne, della percezione, del sangue: è il cinema del reale, quel cinema che definire "cinema" sarebbe riduttivo, quel cinema che ti germoglia nello stomaco. Osannatelo pure. ****1/2
I gusti di Harrys (Comico - Fantastico - Horror)

Ghostship 5/10/11 12:33 - 394 commenti

Ottimo noir di Refn che si conferma uno dei registi più interessanti in circolazione creando un personaggio dal fascino magnetico e traendo da una sceneggiatura banalotta un action movie di primo livello con improvvise impennate ed azzeccate intuizioni visive e sonore.
I gusti di Ghostship (Giallo - Horror - Thriller)

Redeyes 11/10/13 11:13 - 1943 commenti

Gosling dà prova di esser un gran bell'attore e si porterà dietro quest'aria malinconica anche in Come un tuono, ma non gliene facciamo una colpa e anzi ci piace, molto. Refn dal canto suo dirige una gran bella pellicola esasperando gli attimi di silenzio, innalzandoli a vangelo. Indugia senza esagerare sul menage con la vicina e miticizza quanto serve il protagonista. Ottima la scelta della musica che accompagna una fotografia che ti scalda il cuore nel serpente algido di cemento della pellicola.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inseguimento iniziale; La scampagnata sul canale di scolo.
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Fabbiu 27/12/11 19:17 - 1836 commenti

la rielaborazione di Refn dell'omonimo romanzo di Sallis si poggia quasi completamente sulla cura della confezione, che oltre a incredibili riprese e un'ottima fotografia urbana, è di stile retrò: musiche fondamentali quanto la passività emozionale di Gosling. Da ricordare tutta l'iconografia contestuale sinanche al genere che verrebbe da dire noir d'altri tempi, quello dei vendicatori della strada, ma che sa essere nuovo nella godibilissima esposizione fluida, quasi minimale; colpisce con depistaggi e svariate sorprese. L'ho amato.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Enzus79 19/1/14 10:59 - 1540 commenti

Un po' Mann, un po' Kitano, ma questo è veramente un film da applausi. Storia non troppo originale ma che, almeno al sottoscritto, è parsa coinvolgente e convincente. Diretta ottimamente e interpretata altrettanto bene. I personaggi solitari e di poche parole, se interpretati così, hanno il merito di essere ricordati. Colonna sonora discreta.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Saintgifts 29/9/17 12:02 - 4099 commenti

Quando un film suscita tante riflessioni ricercate e non solo apprezzamenti sulla tecnica (regia che fa veramente il suo lavoro creativo) allora qualcosa c'è. Il deprecabile amore per la vendetta, abilmente camuffata da giustizia (amore inconfessato manifestato solo intimamente seduti sulla poltrona di un cinema) qui è sublimato dalla creazione di un personaggio dall'animo di scorpione, ma sotto sembianze quasi angeliche, pronto a pungere a costo anche della propria vita (è nella sua natura). Un bell'esempio di cinema, al di là di ogni morale. C'è anche Russ Tamblyn.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 8/10/11 11:34 - 3170 commenti

La doppia vita di una stunt-man meccanico e valente autista viene sconvolta dall'incontro con una giovane mamma con marito in galera. Una narrazione magnetica, avvolgente e dotata di dialoghi refrattari ma lucidissimi che coinvolge per tutta la durata del film. Dopo una tranquilla e lievemente adrenalinica prima parte nella seconda la violenza esplode fragorosa ma mai con invadenza anzi... Splendido il protagonista ed azzeccatissima la colonna sonora.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Pinhead80 4/6/13 12:22 - 3017 commenti

È inutile nascondere che Refn mi piaccia molto, anzi direi moltissimo. Non riesco a rimanere deluso da nessuno dei suoi film e Drive non fa eccezione. Ryan Gosling interpreta un personaggio quasi fumettistico che esce ed entra nella vita delle persone con la stessa rapidità con la quale guida le auto. Mai una parola fuori posto, tutto è calcolato nei minimi dettagli tranne l'amore, che sfugge a ogni controllo. E nonostante la violenza che esplode come raffiche di mitra, è proprio un film sull'amore come rinuncia. Bellissimo.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Giùan 12/11/12 22:08 - 2441 commenti

Ennesima constatazione del teorema chimico-cinematografico secondo cui nulla si crea, nulla si distrugge ma (se si ha il talento di Winding Refn) tutto si trasforma. Ciò che in Drive incanta e seduce è il fatto di rappresentar un universo compiutamente, integralmente filmico, una cosmologia di cui conosciamo i limiti (una certa ridondanza, l'ultima parte non all'altezza delle premesse) ma i cui confini continuano ad attrarci, annegandoci nel suo buco (schermo) nero. Mann, Hill ma anche Hellman e Cronenberg tra i, tanti, riferimenti causali. Drive l'imperdibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Io guido"; La scena nell'ascensore; Le esplosioni di violenza splatter dello scorpione Gosling; Il piacere di rivedere Albert Brooks (e Ron Perlman).
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Piero68 22/7/13 8:37 - 2375 commenti

Visto che conoscevo già il cinema del danese proprio non riesco a emozionarmi per questa pellicola che, secondo il mio modesto parere, è abbastanza sotto i suoi standard. Non che sia brutta, ma sicuramente non un capolavoro. Come al solito poca sceneggiatura, scarsi dialoghi ma potente commento sonoro e visivo. Anche l'ottimo Gosling non esalta visto che per oltre buona metà del film si limita a una sola espressione con sorriso ebete che ricorda tanto l'androide interpretato da Fassbender in Prometheus. Buono nel complesso ma non esaltante
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Didda23 9/10/11 21:09 - 1936 commenti

Ogni inquadratura è studiata nei minimi dettagli e la fotografia di Newton Thomas Sigel rende le immagini una meraviglia per gli occhi. Drive non è solo appassionante per la bellissima resa visiva: infatti la sceneggiatura, pur essendo priva di qualsivoglia originalità, è elegante e predilige il non detto, aggiungendo all'espressività dei personaggi dialoghi molto riusciti. Gosling è l'interprete perfetto e si conferma attore poliedrico in grado di ricoprire qualsiasi ruolo. Magnifica la colonna sonora. Grande esempio di cinema.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Paulaster 11/9/12 9:49 - 1843 commenti

Storia di un talento: meccanico, stuntman, pilota per rapine, protettore familiare, giustiziere e vendicatore in stile cowboy. Spiaccicando un paio di monosillabi. Regia che compensa bene le pause e giuste dosi di azione ne rendono un noir accettabile, dove una musica centrata accompagna gli eventi. A tratti compassato al limite dei duelli epici, fa perdere interesse per la solita carenza americana nel tratteggiare le relazioni sociali, dove il passaggio da sconosciuti ad amici per la pelle è scontato e non credibile.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Minitina80 20/10/17 8:23 - 1686 commenti

Un soggetto che avrebbe potuto perdersi tra i tanti si trasforma nelle mani di Refn in qualcosa di diverso. Scampato il pericolo di un film incentrato su corse automobilistiche, colpisce lo stile personale di Refn, che si prende il tempo necessario per ogni istante rielaborando un’estetica moderna ed essenziale, mai banale o di facile consumo. La musica avvolgente gioca un ruolo fondamentale e annovera un brano d’altri tempi di Riz Ortolani. Distante dallo stile di Tarantino, ma non per questo meno efficace perché il manico è buono e si vede.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Fauno 21/9/16 21:58 - 1685 commenti

Se il rischio di perder la vita è elevato e continuo, si sbilanciano anche sentimenti e reazioni, ed è nulla passare da un estremo all'altro; il protagonista (uno stuntman dall'aria imperturbabile ma più sul triste) prende a cuore le sorti di una famiglia che non è neanche la sua e la protegge in modo indiscriminato, con una violenza inaudita e spettacolare, sia per difenderla che per vendicarla. E il regista è molto bravo con ralenti e inquadrature da lontano a descrivere la sensibilità di questi individui nell'avvertire il pericolo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena pulp col distacco della sbarra che viene usata come arma; L'autoapologia di Nino; Le pedate nell'ascensore.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Mickes2 12/10/11 12:17 - 1550 commenti

Bellissimo viaggio squisitamente in bilico tra favola e realtà. La notte, il giorno, la dolce musa Carey Mulligan e il suo guidatore silente protagonisti di un percorso a tinte melodrammatiche, in cui il regista danese cesella la vita dei suoi personaggi con tocco estetizzante, donando carattere e pathos da vendere. Noir essenziale, non troppo originale, a tratti dolcemente pacato e rarefatto ma pronto ad esplodere come la personalità del protagonista, attraverso sequenze memorabili. Grandissima colonna sonora.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena della rapina; L'incipit.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Greymouser 29/9/11 10:11 - 1441 commenti

Grande esteta dell'immagine, ma mai lezioso, Refn riesce a trasformare un fragilissimo soggetto in un'esperienza filmica a tratti esaltante, attraverso un lavoro di regia curatissimo ed avvolgente, ricco di soluzioni creative e di folgorante efficacia. Niente di originale nello spunto, come si è detto, ma la debolezza di fondo della materia ci fa apprezzare in modo particolare la vena dell'autore danese, capace ormai di trasformare in oro cinematografico tutto ciò che tocca.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Disorder 19/4/12 20:58 - 1372 commenti

Sembra quasi un remake non dichiarato del bessoniano Léon, anche se per quel che riguarda la regia in senso stretto i debiti di riconoscenza praticamente non si contano. È comunque un film che riesce a offrire una sua originalità, soprattutto grazie ad un uso a dir poco accorto delle musiche (un raffinato synth-pop dai velati echi eighties) e degli effetti sonori. In sostanza un buon film, molto ben fatto e interpretato e impreziosito da una delle colonne sonore più belle degli ultimi anni (un intero pallino in più solo per quella).
I gusti di Disorder (Avventura - Commedia - Drammatico)

Jandileida 17/10/11 21:37 - 1039 commenti

A guidare è quel birbaccione di Refn che frena, rallenta, accellera, schiva, accende il synth di Badalamenti, schiarisce, usa l'ombra come un morbido lenzuolo sulle ferite fresche e ci fa sentire tutto il dolore metropolitano di vite che crescono storte. E a far da estasiato passeggero c'è lo spettatore, che si gusta una pietanza dal sapore deciso di noir, per nulla originale ma nobilitato dalla mano sapiente del danese. Bravo Gosling, placido ma infiammabile stuntman; la Mulligan invece sembra Perrotta nel centrocampo del Barcellona: del tutto fuori contesto!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli scricchiolii della macchina e dei guanti di Gosling.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Taxius 24/8/17 13:03 - 964 commenti

Meraviglioso noir di Refn, probabilmente il suo miglior film. Saltano subito all'occhio e all'orecchio la meravigliosa fotografia e la bellissima colonna sonora composta da musica elettronica. La storia è quella di una vendetta per una rapina finita male e di un amore impossibile per una donna sposata. I tempi sono lenti, fatti di lunghi sguardi e silenzi intervallati da momenti di estrema violenza. Momenti lenti ma non noiosi perché il film è coinvolgente e appassionante. Sembra un fumetto, un fumetto d'autore.
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Jena 17/6/17 21:35 - 859 commenti

Viene in mente subito il quasi omonimo Driver, assoluto capolavoro di Walter Hill; questo è inferiore per i consueti difettucci di Refn, in particolare il suo eccessivo autocompiacimento e manierismo (ricordate l'insopportabile Bronson?) Detto questo il film fila via bene, con una regia calibrata al centesimo, ottime immagini notturne e i consueti scoppi di violenza. Gosling è abbastanza in palla, la Mulligan insopportabile, Cranston sottoutilizzato; alla fine il gangster in hawaiana di Albert Brooks risulta il personaggio più sfizioso.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Xamini   26/4/13 23:02 - 811 commenti

Non si può dire che questo Drive racconti alcunché di particolarmente inedito, ma è nello stile e nei modi a fare centro. Un insieme di inquadrature precise, piene di gusto e senza timore di prendersi i propri tempi, cadenzate perfettamente con la recitazione del protagonista e della Mulligan, che si affidano agli sguardi prima ancora che alle parole. Su questa apparente quiete, si innesta il contrasto di alcune punte di violenza di caratura insospettata. A chiudere il quadro di un noir moderno decisamente riuscito, un comparto musicale che rimane sempre defilato ma efficace, alla stessa maniera della città degli angeli.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Mdmaster 11/1/12 13:10 - 802 commenti

Il sentore anni ottanta del thriller col bravino Gosling è palese, più nello stile e nella soundtrack che nella trama e personaggi. La storia è sospesa tra un precedente e un seguito inesitenti, l’innominato protagonista sembra ormai aver abbandonato ogni pretesa a una vita normale. Il fulcro della vicenda è proprio l'apatia di Driver, culminante poi nella scena migliore: il bacio alla povera (e sciapa) Irene e lo sfondamento di un cranio. Il resto, purtroppo, scivola via con gran stile ma senza lasciar traccia. Dimenticabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo scontro finale drappeggiato solo dalle ombre.
I gusti di Mdmaster (Avventura - Drammatico - Horror)

Nancy 9/10/12 23:07 - 734 commenti

Refn attinge a piene mani dagli anni 80 e crea un personaggio per molti versi simile a quello che fu di De Niro in Taxi driver, e anche se qui la trama noir e i suoi eventi non permettono la stessa introspezione, sono gli eventi stessi a darci l'interiorità del personaggio: nessun monologo interiore, solo silenzi, qualche frase, musiche stupende (di Martinez, un occhio alla canzone "A real hero" dei College). Registicamente eccezionale, grandangoli e profondità da far girare la testa, fotografia assolutamente azzeccata. Un piccolo capolavoro dei giorni nostri.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I titoli di testa rosa; "A real hero"..
I gusti di Nancy (Commedia - Drammatico - Thriller)

Viccrowley 21/3/18 22:38 - 675 commenti

Parte silenziosa l'opera di Refn e prosegue in sottrazione fino allo spettrale, malinconico finale. Qua e là si insinuano squarci di violenza inusitata ma mai fuori contesto, quasi un'esplosione di rumore in un mare taciturno. E di poche parole è l'angelo (demone) vendicatore che attraversa silente un'epopea disperata fatta di amore impossibile da ricevere e di dolore da mandar giù come un boccone amaro ma inevitabile. Il tutto rinchiuso in una narrazione perfetta, rarefatta, dove nemmeno una virgola è fuori posto. Perfetti Gosling e la OST.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bacio in ascensore; Gli inseguimenti; Il rapporto tra Gosling e il bambino di Irene.
I gusti di Viccrowley (Commedia - Fantascienza - Horror)

Lupoprezzo 15/9/12 10:54 - 635 commenti

I debiti non si contano, ma l'abilità del regista danese sta nel saper recuperare le suggestioni tragiche dell'anti-eroe del noir classico (un duro inguaribilmente romantico e dal cuore grande), inserendole in un registro più moderno, fatto anche di violenza grafica. Ryan Gosling è all'altezza del compito, deve ancora smussare gli angoli, ma è sulla strada giusta per diventare la moderna maschera noir. Regia di gran classe che non urta, montaggio da oscar (soprattutto nel notevole incipit) e un tappeto sonoro di tutto rispetto.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)

Jdelarge 17/8/13 0:41 - 624 commenti

Fa sempre piacere vedere un film d'azione che non punta solamente sugli inseguimenti e sulle esplosioni ma su un'attenta sceneggiatura (anche se ridotta all'osso come in questo caso) aiutata da una regia in grado di creare la giusta suspense. Il risultato è buono anche perché Gosling se la cava più che bene, ma in alcuni casi quello che non succede è troppo e la lentezza della trama contribuisce a far sembrare tutto una presa in giro. La colonna sonora è eccezionale e contribuisce a rendere il film un buon prodotto.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)

Ford 10/10/11 13:50 - 582 commenti

Saggio di regia che trasforma una sceneggiatura tutto sommato già vista in un filmone. Un film di macchine lento e per niente tamarro, dove rapine e sgommate appaiono nella loro drammaticità più che nella loro figaggine; Refn usa la cinepresa con grazia e la commistione di inquadrature spettacolari, luci mosse ad arte e montaggio dettato dalle stupende musiche ottantiane crea dal nulla un film che è un capolavoro, una discesa implacabile nel lato più oscuro del protagonista in un film che richiama tanti nomi ma non ne copia nessuno.
I gusti di Ford (Animazione - Commedia - Horror)

Cloack 77 10/5/12 16:51 - 547 commenti

Le esasperazioni creative di Bronson fortunatamente spariscono in Drive; nella prima mezz'ora sembrerebbe quasi un ritorno alle origini per la cura nel racconto: poi allo scoccare "dell'ora della violenza" ricominciano i ralenti, le esagerazioni splatter, l'autorialità mai lieve: elementi che possono infastidire, ma divenuti segni di uno stile inconfondibile. Refn dietro la cinepresa è bravissimo e certamente non lo nasconde.
I gusti di Cloack 77 (Drammatico - Horror - Western)

Alex1988 20/5/17 18:26 - 405 commenti

Di certo uno dei migliori noir-thriller degli ultimi anni. Capace di coniugare l'intrattenimento allo spirito di ricerca narrativo. I riferimenti a Driver l'imprendibile di Walter Hill ci sono, ma è, fondamentalmente, una storia d'amore, più che mero film d'azione. Splendida la fotografia notturna. Premiato a Cannes 2011 per la regia (presidente della giuria Robert De Niro).
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)

Rullo 2/10/11 21:26 - 388 commenti

Un'incantevole prova artistica - l'ennesima - per Refn, che questa volta, alle prese con uno script un po' banale e non scritto da lui, riesce a rendere il film un'opera unica. Gosling è un vero duro e la scelta delle musiche calza a pennello con l'atmosfera dell'opera. Il ritmo è altissimo e si perde un po' solo nella parte pre-finale, in cui la qualità cala. Stile sobrio e pulito intervallato da inaspettate scene di violenza, interessante la fotografia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena dove il protagonista guarda attraverso la vetrina con "Oh my love" in sottofondo, lo scontro tra ombre, la scena dell'ascensore.
I gusti di Rullo (Avventura - Commedia - Drammatico)

Blutarsky 15/6/11 18:56 - 348 commenti

Ottimo film a tratti esaltante. L'intreccio è poca cosa e non riserva la minima sorpresa, ma non è il cosa ma il come viene raccontato, ad essere importante: cast azzeccato, fotografia di primo livello e una regia assolutamente monumentale di Refn. Pellicola dal ritmo pacato e dalle atmosfere a tratti quasi rarefatte squarciate da improvvise esplosioni di violenza che non ti aspetti. Qualche passaggio telefonato, controbilanciato da alcune sequenze da antologia. Risultato da applausi per Refn, che confeziona un gran film da un normale lavoro su commissone.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Due sole scene di inseguimento ma assolutamente magistrali (sopratutto l'incipit), di quelle che ti catapultano in macchina sul sedile del passeggero.
I gusti di Blutarsky (Giallo - Poliziesco - Western)

Siregon 9/2/12 23:04 - 339 commenti

Capolavoro. Il film che Michael Mann guarderebbe in loop è un concentrato adrenalinico di musiche perfette e inquadrature che scaricano suspence come martellate sullo spettatore. Gosling immenso, Mulligan tra sguardi e gesti. Noir metropolitano dalla regia ispiratissima che ridefinisce il look di Los Angeles nell'immaginario collettivo. Da applausi commossi nonostante una sceneggiatura a tratti prevedibile.
I gusti di Siregon (Avventura - Gangster - Giallo)

Ducaspezzi 6/10/11 3:49 - 222 commenti

L'intensa laconicità che cova furie belluine e una rarefazione espressiva che trattiene una interiorità controversa. I silenzi del protagonista sono come dei presagi che aleggiano sui suoi nemici, perché paiono racchiudere un contrasto enigmatico fra il bisogno di umanità e quella appiccicosa compromissione con il destino, che innesca una lineare e glaciale determinazione violenta. Come per i Coen, anche qui non s'hanno luoghi adatti ai vecchi e, pur se diversissimi tra loro, a tratti, quel Bardem e questo Gosling... no?

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gosling che indossa la maschera da controfigura prima dell'atto finale; Quei fatidici cinque minuti fuori dai quali Gosling non garantisce più nulla.
I gusti di Ducaspezzi (Drammatico - Fantastico - Thriller)

Coyote 28/5/12 22:10 - 181 commenti

Grande noir, realizzato da un regista in stato di grazia, poco incline ai compromessi. La colonna sonora riassume in sè i pregi principali della pellicola: solo 4 canzoni, ma una meglio dell'altra, un monumento all'essenzialità. Il ritmo in certi tratti è forse un po' troppo lento, ma l'atmosfera creata dalla fotografia rende ogni inquadratura interessante.
I gusti di Coyote (Drammatico - Giallo - Poliziesco)

Neapolis  31/1/13 14:17 - 169 commenti

La splendida colonna sonora dal ritmo incalzante accompagna un film dai ritmi lenti ma cadenzati e armonici in un crescendo di tensione e suspense. Niente di nuovo, si dirà, ma qui entrano in gioco lo stile delle riprese, il fascino della fotografia che ti avvolge, la recitazione di un algido Gosling e la colonna sonora dalle cadenze giuste. In particolare segnalo "A real hero" eseguita da College featuring Electric Youth.
I gusti di Neapolis (Drammatico - Horror - Thriller)

Fulcanelli 15/10/15 4:17 - 95 commenti

Smisuratamente sopravvalutato. Non c'è una pur minima parvenza di credibilità nella storia. L'incipit è buono e farebbe presagire un bel hard boiled sulle rapine, ma il tutto sfuma in un mappazzone drama/sentimentale/teen che annoia. Ryan Gosling, il superuomo eroe di turno che non deve chiedere mai, interpreta uno dei personaggi più improbabili, sciatti e antipatici mai visti: una specie di terminator umano che dà sul ritardato. *! solo perché è ben realizzato, ma per me non vale nemmeno una visione.
I gusti di Fulcanelli (Avventura - Fantascienza - Horror)

Silenzio 28/2/12 13:47 - 59 commenti

Premiata Forneria Refn utilizza soltanto materie prime di qualità certificata; impasta con farine Friedkin-Mann e condisce con sale Kitano & Chan-wook. È cinema-serpente che si mangia la coda: l’unico possibile, quando si vuol tirar le somme di un intero genere. E furbo il danese l’ha carpito il segreto: che si piange solo di ricordi e stereotipi. Gosling, in giubba-feticcio, è un Ladd morale e fracassacrani destinato a vendere sacchi di figurine. Dietro, autovie ed edifici come passerelle d’alta moda, su tappeti di synth anni ’80.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La celebrata tenzone fra ombre, ripresa pari pari da Hana-Bi.
I gusti di Silenzio (Gangster - Horror - Western)

Edecubo 25/7/14 3:33 - 49 commenti

Il film che consacra Refn al pubblico internazionale elevandolo nell'olimpo dei registi più sottovalutati di sempre. La trama sceneggiata da un libro si rivela perfetta come il cast, tranne la scialba Carey Mulligan. Qui il nostro protagonista senza macchia e paura (e senza nome anche) fa lo stunt-man di giorno e il pilota di rapine di notte, ma intenerito dalla vicina decide di aiutarla. La fotografia è incredibile, il ritmo non scala mai ma sale sempre su di giri come una muscle car. Sarà ricordato nei tempi.
I gusti di Edecubo (Commedia - Horror - Thriller)

Elnatio 27/5/13 14:57 - 38 commenti

Ottimo film dal ritmo a tratti sincopato e a tratti frenetico. Sceneggiatura scarna ma essenziale, ottima regia che alterna in modo magnifico calma e amore a violenza inaudita. Ottimo Gosling, che entra perfettamente nei panni (un giubbotto veramente orribile) del protagonista di poche ma essenziali parole, il cui amore platonico per la vicina di casa lo porta ad avere a che fare con i boss della malavita di una Los Angeles meravigliosamente fotografata. Bellissime le scene di inseguimento in macchina.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le martellate riservate a Cook; Il bacio in ascensore.
I gusti di Elnatio (Commedia - Horror - Thriller)

T.garufi 23/9/11 17:16 - 17 commenti

La silenziosa ma cardiopatica esistenza di Driver, stuntman di Hollywood part-time e ladro-complice notturno di rapine a mani armate vengono stravolte dalla presenza di Irene e il suo piccolo figlio. Un film d'azione di tutto rispetto quello di Refn, che attinge ai classici americani come a quelli europei promettendo in un prospero futuro. Fotografia curata da Newton Thomas Sigel per l'ASC, in maniera egregia mediante l'utilizzo di luce con tonalità calde per l'intero film, cambi di fuoco morbidi.
I gusti di T.garufi (Azione - Commedia - Drammatico)

Bardbanksy 18/1/14 12:59 - 7 commenti

Se l’originalità forse manca e la sceneggiatura lascia un po’ a desiderare, tutto il resto compensa. Il bravo Rafn presenta un noir di altri tempi (tempi che rincorrono quegli anni ’70 in Europa), senza troppa ambizione e presunzione. Dirige semplicemente un film metropolitano, efferato che cattura, coinvolge, colpisce per il suo impatto visivo e per il suo impatto sonoro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inizio fino alla fine dei titoli di testa con la canzone di Kavinsky; Tutta la scena nell'ascensore (puro cinema); La forchettata.
I gusti di Bardbanksy (Drammatico - Horror - Teatro)

Rogue 13/10/11 14:58 - 6 commenti

Il cinema può essere molte cose e assumere molte forme. E Drive è un esempio da manuale sulla differenza che c'è tra una regia a servizio di una sceneggiatura e una regia d'autore. Winding Refn è in stato di grazia e si esce con la consapevolezza che questo film sia nato da un atto d'amore. Amore verso tutti i generi (azione, noir, western), con la volontà di parlare di un umanità feroce ma a cui è stato dato il dono di poter scegliere tra il bene e il male. E Winding Refn è a ragione l'eroe di Cannes!
I gusti di Rogue (Fantascienza - Thriller - Western)