Dracula di Bram Stoker

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Bram Stoker's Dracula
Anno: 1992
Genere: horror (colore)
Note: da Bram Stoker. serie DRACULA
Numero commenti presenti: 59
Papiro: cartaceo
Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 8/03/07 23:53 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Veramente spettacolare. Ci troviamo di fronte però più ad una storia d'amore che ad un horror vero e proprio. La parte che preferisco è quella in cui il giovane Jonathan Harker si reca a fare visita al castello del conte in Transilvania: bella l'atmosfera, tetra e lugubre, e bravo Oldman che qui dà il meglio. La seconda parte rimane ottima comunque. Un bel film, che merita sicuramente di essere visto. Una delle mogli di Dracula è la stupenda Monica Bellucci.

Puppigallo 13/03/07 17:37 - 4630 commenti

I gusti di Puppigallo

È indubbiamente originale, pittoresco, anche se spesso scivola quasi nel fumettistico (spesso voluto, come i colori sparati di alcuni sfondi e le ombre cinesi) e l'eccessiva lunghezza (veleno per un horror) lo penalizza. Ci sono molte idee, non sempre buone, o ben sviluppate (il risibile conte modernizzato a passeggio, o l'ombra indipendente alla Peter Pan). Ma qua e là si rimane colpiti (il castello, il conte pre-modernizzato che rinnega Dio, la trasformazione in ratti). La Ryder è piuttosto ridicola. Bravo invece Renfield. Non male, dopotutto.
MEMORABILE: Il fantastico cocchiere Luciferino con maschera; Il conte a 4 zampe sul muro.

B. Legnani 13/03/07 21:55 - 4950 commenti

I gusti di B. Legnani

Fantasmagorico e tonitruante. Dopo 10’ o lo si accetta o lo si ricusa. Coppola non ambienta nel “reale”, ma palesa l’artificio, chiave di volta che conquista perché fa accettare le ridondanze. Scene da urlo (Dracula, Mina e il lupo e lo schermo sullo sfondo: da guardare in ginocchio). Film straordinario (extra-ordinario), ove si possono trovare amore=morte, la bella e la bestia, gli interni alla Apocalypse Now, un castello transilvanico che sta a metà strada fra La Spada nella roccia e Xanadù...

Caesars 2/08/07 09:56 - 2992 commenti

I gusti di Caesars

Il grandissimo difetto del film è quello di aver conciato Dracula come Zucchero Fornaciari (non so quanto volutamente Coppola abbia fatto l'accostamento). Ciò rende veramente difficile il coinvolgimento dello spettatore con quanto accade sullo schermo. Per il resto Coppola è un grande e anche in questo film lo dimostra. Corretti gli interpreti, tra i quali troviamo anche la splendida Bellucci che fortunatamente (una volta tanto) non parla e quindi non sfigura. Tra i film ispirati a Dracula si è visto molto, ma molto, di meglio.

Undying 13/08/07 01:21 - 3827 commenti

I gusti di Undying

Pregiata pellicola mainstream, che porta sullo schermo (fedelmente) il romanzo di Bram Stoker. Pur se non si sentiva necessità dell'ennesimo film sui vampiri (tematica sfruttata alla paranoia in campo horror) le buone interpretazioni (Anthony Hopkins e Keanu Reeves) e la maestosa scenografia danno un senso logico all'intera operazione. Coppola (estimatore del cinema italiano) scrittura la splendida Monica Bellucci e dirige con estrema perizia l'intera (arcinota) vicenda. Un bel film, ma che percorre sentieri battuti sino alla nausea.

Galbo 8/12/07 13:13 - 11644 commenti

I gusti di Galbo

Un grande regista come Coppola riesce a realizzare un'opera bella e sopratutto personale, pur partendo da un'opera letteraria (quella di Bram Stoker appunto) apparentemente molto lontana dalla sua sensibilità artistica. Ne deriva un film in cui alla sostanza (sceneggiatura ben scritta, ruoli ben definiti e ben interpretati da un valido cast) si aggiunge una forma stilistica eccellente, fatta di una fotografia suggestiva dai toni decadenti e romantici e di una spettacolare scenografia.

Lovejoy 18/12/07 14:54 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Nuova versione, ma non molto fedele, del celebre romanzo scritto da Bram Stoker. Scritto da James Hart, che ha reinserito il finale western del tutto assente nelle versioni precedente. La pellicola è lenta, sopratutto nella prima parte e nella parte centrale, per poi precipitare in un andante con moto. Bella atmosfera comunque e diversi i momenti da ricordare. Del ricco cast risaltano sopratutto Oldman e Hopkins (ma chi ha deciso di far parlare Van Helsing in quel modo?) Bella colonna sonora.
MEMORABILE: L'inizio; L'entrata in scena di Van Helsing; Dracula e Mina sul Letto; La spedizione alla tomba di Lucy; L'inseguimento finale.

Tomslick 6/01/08 18:17 - 205 commenti

I gusti di Tomslick

Fantastico. In tutti i sensi: sia per esprimere un giudizio sul film in una parola, sia per come la storia viene trattata. Visionario, a tratti splendidamente assurdo, prende di peso e porta dentro con la sensazionale scena iniziale e poi non fa più uscire. Riesce ad avere un altissimo tasso di passionalità ed erotismo facendo vedere molto poco, quasi niente. Alcune "maschere" del Conte sono ormai entrate nel mito, grazie soprattutto alla straordinaria interpretazione di Gary Oldman. Da manuale, in molti frangenti, l'uso delle luci.

Gugly 7/01/08 22:59 - 1033 commenti

I gusti di Gugly

Film sul buio, la luce e quindi sul cinema (che viene evocato sul nascere nel tendone delle ombre cinesi). Oltre a questo, Coppola ci tiene a far sapere di seguire il romanzo originale. Il risultato è un'affascinante blockbuster con quel tanto di paura che non guasta e le modelle (compresa la nostra Bellucci) a fungere da richiamo. Bellissima musica. Insomma, bello ma non-vivo.

Redeyes 23/02/08 19:15 - 2265 commenti

I gusti di Redeyes

Elegante, raffinata trasposizione del libro di Stoker. Coppola fa buon uso del cast a sua disposizione e porta sullo schermo un conte più innamorato e ferito che sanguinario e crudele. Ottimo Oldman, brava ma non eccellente la Ryder e bravo Reeves. Sicuramente è una pellicola che avvicina anche i non ammiratori dei vampiri al genere, perché lo spazio ai sentimenti qui è ben presente. Mi è piaciuta la fotografia; anche la regia è attenta. Un film che piace.

Francis Ford Coppola HA DIRETTO ANCHE...

Ciavazzaro 28/05/08 14:38 - 4769 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Sfarzosa versione dell'originale Dracula di Bram Stoker che cerca di essere il più fedele possibile al testo (e ci riesce, tranne qualcosa aggiunta inutile). Ottimo il cast a partire da Oldman-Dracula, Hopkins-Helsing, la Rider e Reeves. Belle le ambientazioni, gli effetti di sangue, i make-up e qualche invenzione registica. Ogni tanto si scade nella pomposità, ma comunque una buona versione.

Il Gobbo 29/05/08 22:29 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Giudizio complicato: il draculofilo soffre per le commistioni forse troppo ambiziose, la paccottiglia qua e là disseminata, l'effetto-baraccone sempre in agguato, a scapito della classicità del racconto. Ne gode però il cinefilo che non disdegna l'opulenza e lo sfrenato barocco, dispiegati da Coppola con grande sicurezza di mezzi, e più di un'invenzione geniale. Si opta alla fine per un'ampia sufficienza, rimpiangendo qualche buccia di banana trash non evitata. Ah, le tre vampirone, che sogno erotico.....

Ammiraglio 10/11/08 11:29 - 150 commenti

I gusti di Ammiraglio

Questa versione di Dracula è, per molti motivi, la migliore che esista. Innanzitutto per l'adesione al libro ed al personaggio storico. Poi per l'eccezionale risultato visivo ottenuto (con effetti speciali vintage perfetti per il genere) e ottimi movimenti di camera. Infine per il cast che si dimostra perfetto e che trova in Oldman il perfetto corrispondente di Dracula. E, ovviamente, per la bravura di Coppola che tra lavoro pre-produzione, girato e post-produzione, dimostra ulteriormente di essere uno dei pochi che sa ed ama fare film.

Rickblaine 28/06/09 09:50 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Un capolavoro dell'horror, anzi del vecchio horror. Una storia trattata in molte epoche, ma qui, rendendo fede al romanzo di Stocker, il film ne esce come uno dei migliori. A renderlo tale sono il cast e la regia, la quale racconta per bene ogni scena generando non poca suspance. Sono incantevoli le atmosfere. Gary Oldman e Hopkins sono straordinari, la Ryder molto idonea al personaggio; il giovane Reeves non delude. Fra i tanti c'è anche Tom Waits.

Enzus79 29/06/09 10:46 - 2045 commenti

I gusti di Enzus79

Ottimo esempio di cinema. Coppola si dimostra eccellente anche nel genere horror, trasformando un romanzo popolarissimo come il Dracula di Bram Stoker in un bellissimo film. Anche se infarcito di effetti speciali, scene d'amore a non finire, il film si fa vedere con molta partecipazione. Bravissimi gli attori (fra cui spicca Gary Oldman).

Daniela 11/11/09 07:30 - 10477 commenti

I gusti di Daniela

Anche i grandi toppano e questo filmone, al di là delle preziosità visive, si rivela fasullo, fastidiosamente "colto", inutilmente prolisso. A rischio di ridicolo, il Dracula del pur bravo Oldman non ha né il fascino virile di Lee, né il magnetismo malato del freak come Max Schreck o Kinski. Anche gli altri protagonisti convincono poco: Ryder è solo una graziosa damina vittoriana, Hopkins non offre una prova memorabile. Ovvio che c'è anche del buono, ma con Coppola alla regia era lecito sperare nel meglio. Deludente.

Bruce 18/11/09 10:11 - 1006 commenti

I gusti di Bruce

Quello di Francis Ford Coppola è un Dracula dal forte erotismo, nel quale tutto è in eccesso, barocco, colorato. La regia e il montaggio sono originali e ricercati, alcune sequenze, come quelle in soggettiva, accelerate, sono stupende, le trasformazioni e gli effetti speciali certamente di grande impatto, così come gli scenari e le musiche, meno convincente è però il risultato finale, nel suo complesso. Uno sforzo notevole che non arriva del tutto. Come un quadro espressionista, non esattamente a fuoco, che comunque non lascia indifferenti.

Losciamano 2/12/09 15:44 - 112 commenti

I gusti di Losciamano

Francis Ford Coppola, con tutte le sue forza e volontà, dirige il "Dracula" che finalmente tutti aspettavano; per dirla in altri modi che segue le orme del capolavoro di Stoker. Nonostante venga inserito un sentimentalismo spropositato, Coppola riadatta le belle ambientazioni così come immaginate dai lettori, restando fedele passo dopo passo allo svolgimento della storia, stravolgendo giusto qualcosa. Quindi soddisfacente. Cast straordinario: Hopkins e Oldman sopra a tutti.

Noir 17/02/10 14:56 - 24 commenti

I gusti di Noir

Checché se ne dica, sotto il profilo estetico e del colore il film è un capolavoro. Purtroppo a volte esagera nella caratterizzazione del personaggio (l'acconciatura del Dracula anziano rasenta il ridicolo), ma in generale si mantiene su buoni livelli. Ispirato anche iconograficamente al vero principe valacco Vlad Tepes, ne riproduce le sanguinose gesta nell'intro della pellicola, adottando l'uso delle ombre cinesi.

Siregon 27/02/10 11:37 - 353 commenti

I gusti di Siregon

Un filmaccio. Si salvano la colonna sonora, i costumi e alcune gigionerie visive di Coppola, ma la trasposizione versione soap opera della storia di Bram Stoker rasenta il ridicolo. Patinato dandy per le strade di Londra, il principe Oldman tenta di sedurre il mille modi Winona Ryder mentre il pupazzo Keanu Reeves non capisce cosa stia accadendo. Hopkins simpatico ma penoso. Siamo lontani da Nosferatu di Murnau ma anche dalla versione di Herzog. Non dice nulla di nuovo e mostra un regista decisamente allo sbando.

Gary Oldman HA RECITATO ANCHE IN...

Metuant 28/02/10 21:37 - 455 commenti

I gusti di Metuant

Rivisitazione visionaria e alquanto sanguinolenta della leggenda di Dracula, il vampiro per antonomasia, da parte di un Coppola sì in forma, ma anche un tantino troppo a briglia sciolta. Molte innovazioni visive funzionano e l'aspetto del vampiro è volutamente grottesco, ma purtroppo a volte si scade nel disgustoso fine a sè stesso e si arrivano a rimpiangere scelte più eleganti. Comunque un film ben fatto e altrettanto ben recitato.

Greymouser 19/04/10 00:12 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Coppola trova l'unico modo, negli anni novanta, di fare un grande film sui vampiri. Preso un tema ormai logoro e sviscerato, lo rivolta come un guanto, ma - per paradosso - ritornando quasi filologicamente al recupero di certe situazioni e atmosfere del romanzo di Stoker che i cento e passa film su Dracula neppure avevano sfiorato. È qui che si vede il genio: creare il nuovo su un terreno dove sembrerebbe impossibile per un regista "normale". Cast all'altezza delle ambizioni, naturalmente.

Manowar79 23/06/10 14:57 - 309 commenti

I gusti di Manowar79

Da sempre bistrattato da una critica che lo vuole a tutti i costi paragonato (e perdente) alle trasposizioni classiche della Universal e della Hammer, questo Dracula è indubbiamente la migliore versione per il cinema: gli attori sono tutti in parte, dal camaleontico Oldman che interpreta con grande classe il tormentato Conte avvalendosi di un gioco di sembianze straordinario, alla lucida follia di un Hopkins/Van Helsing superlativo. Coppola si attiene alla storia, ma ne esalta l'aspetto gotico-romantico come mai nessun altro. Un capolavoro.

Rebis 1/07/10 16:10 - 2134 commenti

I gusti di Rebis

Di Bram Stoker, si fa per dire: Coppola rigenera il romanzo dalle fondamenta con prepotenti interpolazioni (il motore mélo, la nascita del cinema, l'assenzio, gli esorcismi) e trasfigura i caratteri con connotazioni inedite: schizzato Van Helsing, eroinomane Seward, fedifraga Mina, ninfomane Lucy, languido Dracula. Un omnibus di mostruosità allettanti. Il montaggio parallelo è elevato ad arte della sintesi narrativa e dell'analogia. Magniloquente ed ammaliante è dire poco. Visto al cinema è un'esperienza che non si dimentica. Tonitruanti e melliflue musiche di Wojciech Kilar.

Darkknight 20/07/10 10:40 - 353 commenti

I gusti di Darkknight

Se il film di Fisher semplificava la trama ma ne manteneva l’essenza, Coppola fa l’esatto contrario: segue il libro alla lettera, ma al tempo stesso lo snatura aggiungendo un’inutile love story e istupidendo i personaggi. Dracula è un angelo caduto riscattato dall’amore (viva il politically correct), Lucy una ninfomane, Van Helsing un vecchio pazzo e gli altri eroi bambocci ai suoi ordini. Solo la bellissima confezione salva il film.
MEMORABILE: Gli effetti speciali più sofisticati alternati a quelli più antichi (dissolvenze sovrapposte, modellini, ombre ecc).

Von Leppe 15/10/10 19:59 - 1099 commenti

I gusti di Von Leppe

Film perlopiù riuscito. Eccezionali le ricostruzioni scenografiche e il turbinio di immagini fantastiche e gotiche, tra cartine geografiche, trasformazioni e soluzioni surreali: la parte svolta al castello è la migliore, magica e fuori dalle leggi fisiche. Peccato che si esageri con il sentimentalismo tra Dracula e Mina, anche se tutto sommato in linea con la pomposità dell'insieme, ma in alcune sequenze si va un po' troppo sopra le righe. Notevoli invece le scene con Harker e le vampire, che comunicano angoscia sessuale.

Vstringer 20/12/10 01:13 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Coppola "ripulisce" Dracula per il vasto pubblico sacrificando l'aspetto freak dei bmovies (ma di sangue e orridume ce n'è in dose ordinaria) in favore del lato romantico, talvolta morbosamente erotico: soprattutto, gli dà scintillante veste mainstream con una regia sontuosa, un notevole apparato scenico all'insegna del barocco, un cast molto ben assortito (col duttile Oldman e lo spiritato Hopkins a fare la parte del leone). La tavolozza di Coppola non è quella di un Burton, ma è più che adeguata alla bisogna.
MEMORABILE: La rasatura di Jonathan e i consigli di Dracula.

Myvincent 16/04/11 09:01 - 2875 commenti

I gusti di Myvincent

Versione lussuosa e teoricamente letteraria del Conte Dracula, con tanto dispiegamento di mezzi, scenografie, costumi, trovate tecniche e cast stellare. Francis Ford Coppola ha pensato a tutto, nei minimi dettagli, tranne (volontariamente) a riproporre la paura naif per un personaggio, tra storia e leggenda, che è fatto di chiaroscuri e non di mille colori. Inevitabile nostalgia per i vecchi film in bianco e nero...

Mickes2 4/08/11 14:24 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Eccessivamente romanzato, addolcito, pretenzioso nel delineare i caratteri. L’atmosfera è impalpabile già dalle prime sequenze e la situazione nel dipanarsi della vicenda di sicuro non migliora. La sceneggiatura ha poco mordente, vira inutilmente sull'eros, pochi elementi per creare interesse. Gli unici spunti provengono dalla messa in scena, la fotografia di Ballhaus curatissima e fortemente evocativa di quell’epoca, il make-up… ma la cosa principale che viene a mancare è l’elemento horrorifico. Non pervenuta l’essenza di Dracula. Noioso.
MEMORABILE: Il seno di Monica Bellucci.

Werebadger 17/08/11 16:24 - 270 commenti

I gusti di Werebadger

Più coppoliano che stokeriano, in quanto fedele solo per metà al testo classico. Da buon cinefilo l'ho apprezzato moltissimo dal punto di vista tecnico, di regia e recitativo, ma da purista del romanzo ho storto un po' il naso per alcuni stravolgimenti di trama (l'amore tra Mina e Dracula su tutti). Tralasciando ciò, resta senza dubbio un film potente ed un pezzo di storia del cinema. Promosso, anche se non a pieni voti.
MEMORABILE: Le origini di Dracula; l' uccisione di Lucy; il finale.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Ryo 28/08/11 11:31 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Nonostante il titolo contenga il nome dello scrittore (reclamando fedeltà al romanzo) del libro, la trama si discosta notevolmente da esso, forse anche più di altri titoli dedicati al celebre vampiro. Ciò non toglie che Coppola metta in piedi una rivisitazione originale e molto molto interessante, includendo una regia visionaria e dinamica accompagnata da un cast perfetto per ogni ruolo. Dracula è semplicemente fantastico e inquietante e non di meno il suo acerrimo nemico Van Helsing. Completano l'opera una scenografia e costumi sublimi.
MEMORABILE: La parte iniziale in cui Vlad, bestemmiando, si ribella a Dio.

Buiomega71 22/09/11 22:39 - 2419 commenti

I gusti di Buiomega71

Tronfio, esagerato e megalomane, sovraccarico, ridicolo e pomposo. Insomma, grossa delusione per sua maestà Coppola nel suo primo horror "imperiale". La confezione è maestosa, magniloquente, forse anche troppo. Visivamente sovraccarico e barocco quanto assurdo e delirante, con momenti che sfiorano il dementificio più trash (le espressioni da ebete di Reeves alla visita delle mogli di Dracula, il Van Helsing di Hopkins davvero inguardabile e completamente rinco). Alcuni momenti davvero potenti in mezzo a frastornanti chincaglierie. Imbarazzante.
MEMORABILE: Lo straordinario inizio e la genesi di Dracula che rinnega Dio; le smanie sessuali della Frost (quasi da film porno); il ridicolo look di Oldman.

Cotola 12/12/11 17:34 - 7941 commenti

I gusti di Cotola

Una delle migliori e delle più fedeli trasposizioni cinematografiche dell’opera di Stoker. Ha uno stile barocco e fiammeggiante che sprizza cinema da tutti i pori, con diverse invenzioni da urlo (Mina e il conte nel cinema con il lupo, tanto per dirne una) attraverso le quali Coppola mostra di essere ancora un vero e grandissimo regista. Benissimo anche la confezione con una trascinante colonna sonora di Kilar. Una vera e propria gioia per gli occhi che si apprezza ad ogni visione che permette anzi di apprezzarla sempre più.
MEMORABILE: Mina e il conte si incontrano al cinema: l'arrivo del lupo.

Pol 25/01/12 10:53 - 589 commenti

I gusti di Pol

Coppola firma un Dracula barocco e visivamente saturo delle più disparate soluzioni visive. A volte il gioco non funziona e il ridicolo è a un passo, ma non posso negare che questa fanciullesca impostazione per accumulo risulti interessante. Oldman in tutto questo ci sguazza e sfodera un'interpretazione delle sue, viscerale ed eccessiva, oltre ad una voce che da sola vale la visione in lingua originale. Insomma, più che all'opera di Herzog (inarrivabile) il regista pare guardare a Castlevania (il videogioco).

Smoker85 9/03/12 21:51 - 420 commenti

I gusti di Smoker85

Un cast stellare al servizio di una storia non proprio inedita su grande schermo. Le interpretazioni son tutte molto buone, ma un plauso speciale può andare al Van Helsing di Hopkins e al Vlad di Oldman. Abbastanza convincente anche la Ryder nel suo personaggio dolente e confuso. Forse l'unica pecca è nella confezione che, seppur raffinata, appare poco coinvolgente. Sicuramente da vedere per ammirare una struggente storia d'amore alternativa.
MEMORABILE: Ovviamente le scene iniziali; Van Helsing che spiega cosa è diventata Lucy senza lasciare nulla all'immaginazione.

Tommy3793 11/03/12 19:47 - 72 commenti

I gusti di Tommy3793

Dracula si personifica magnificamente in un incommisurabile Gary Oldman. Il film presenta un cast d'eccezione che viene sfruttato ottimamente (soprattutto nel caso di Hopkins) e il tocco immancabile di grande classe del regista. Dalla pellicola traspare per la prima volta, forse, un'immagine nuova di Dracula: il romanticismo e l'amore fanno apparire il Conte molto più umano, un uomo distrutto e oramai smarritosi in un vortice di carnalità e lussuria dal quale non può più uscire. Romantico, oscuro e meraviglioso.

Saintgifts 8/07/12 17:49 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Coppola ha voluto fare il suo Dracula (che fra l'altro lo ha salvato dal fallimento), un Dracula veramente nobile, romantico e triste, ma che pur sempre di sangue ha bisogno. Un Dracula ricco, direi ridondante, che si sposta dalla Romania a Londra perché lì è la sua bella. Arruola un cast notevole (dove spicca Hopkins e Oldman ha gli occhi giusti) e, tra diversi omaggi al cinema e a storiche versioni del vampiro, dà la sua interpretazione del non morto non vivo che non ne può più di stare a metà strada. Eccessi, lungaggini e qualche buona idea.

Luchi78 19/09/12 14:00 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Film a due marce: inizialmente si fa un po' di fatica ad interpretare come Coppola abbia plasmato la storia di Dracula dal punto di vista registico, adottando uno stile quasi "televisivo", che suscita più di qualche dubbio. In seguito il film attira una certa attenzione e si fa innegabilmente interessante, merito soprattutto dell'entrata in scena del prof. Abraham Van Helsing (Anthony Hopkins). Gli effetti speciali sono degni di nota; peccato per una fotografia totalmente distaccata dalle atmosfere vampiresche.

Piero68 6/11/12 09:24 - 2836 commenti

I gusti di Piero68

Se i personaggi vegono forse snaturati nella loro essenza rispetto al romanzo, sicuramente il Dracula di Coppola è il più aderente sia per la storia di base e sia per quanto riguarda la ricostruzione ambientale e storica. La maestria di Coppola è innegabile e con il buon cast a disposizione riesce davvero a confezionare uno dei film più credibili in assoluto sul conte vampiro. Oldman, un po' dandy un po' demone, è perfetto nel ruolo così come Hopkins e la Ryder. Bellissimi i costumi e la fotografia di Ballhaus, direttore preferito di Scorsese.

Ducaspezzi 9/11/12 16:20 - 222 commenti

I gusti di Ducaspezzi

Avvinghiano assai le immagini, la composizione scenica, le evocazioni di senso e sensuali, il mood "goticoniricheggiante" già dalle luci. Un po' disatteso da dialoghi quasi sempre plastificati e da interpretazioni inerti su un livello di più o meno corretta ordinarietà (Oldman a parte). Inadatto il doppiaggio del pur bravo Barbetti su Hopkins. Molto ammaliante tutta la parte iniziale, nel 400 e poi al castello, per ambienti, situazioni e per il miglior Dracula di tutto il film. Un film che pare venato, qui e là, da suggestioni ipnopompiche.
MEMORABILE: L'oltraggio a Cristo di Vlad, in un abbraccio col demonio figurativamente e scenicamente turbante; Dracula invasato che va carponi; Esordi del cinema.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Trivex 13/02/13 10:01 - 1571 commenti

I gusti di Trivex

Dracula romantico, vieni a noi! Evidentemente nel racconto di Stoker questo aspetto c'è, ma assolutamente nascosto dietro il velo dell'horror. Qui si palesa, controverso ma effettivo, seducente per taluni, fuorviante per me. Vampiro nero e senza anima, non può "innamorarsi", il non-morto; non deve perché è contro la sua natura. L'amore non si accoppia con la violenza del vampiro, rappresentazione del male e della perversione. Poi il film è anche fatto bene, tecnicamente parlando, ma la storia di Stoker è chiamata in causa senza essere troppo rispettata.

Jurgen77 11/03/13 13:56 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Il budget è notevole, il cast pure e anche la produzione. L'opera rappresentata è veramente possente, anche se, a mio avviso, troppo barocca e romantica. Il film, seppur bello, manca di quel connotato gotico e decadente che invece aleggia nei "Nosferatu" di matrice teutonica. Notevole anche la presenza sessuale e splatter.

Il Dandi 11/07/13 02:49 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

La sontuosità del maestro stavolta è boriosa, fin dal fastidioso (tutti i precedenti erano evidentemente falsi) titolo (che generò imitazioni, ma preferisco le parodie) nemmeno mantenuto: l'unico scoop è il prologo su Vlad, assente nel libro. Che il tema del vampirismo avesse anche un potenziale erotico grazie, ma ce ne eravamo già accorti tutti e la Hammer, Franco e Bava lo avevano interpretato meglio mostrando di meno. Oldman ha troppi look diversi e nessuno funziona (il più ridicolo è notoriamente quello urbano stile Zucchero).
MEMORABILE: Salvo solo la divertita interpretazione auto-degradante del cantautore Tom Waits nei panni di un Renfield sudicio e reietto.

Belfagor 12/11/13 17:33 - 2640 commenti

I gusti di Belfagor

Nonostante la prolissità e la sensazione di kitsch che contamina qui e là la ricostruzione storica, la trasposizione firmata da Coppola è una sontusa tragedia barocca. Le opulente scenografie e i tocchi d'autore riescono a far dimenticare almeno in parte il ritmo blando e la carenza di autentico orrore. Buona la prova del camaleontico Oldman (i suoi costumi fanno ormai parte dell'immaginario collettivo), meno memorabili quelle del resto del cast (con l'eccezione del Renfield di Waits).
MEMORABILE: La battaglia nel prologo; La rasatura; La struggente "Love Song for a Vampire" sui titoli di coda.

Rambo90 25/03/14 01:49 - 6766 commenti

I gusti di Rambo90

Coppola cerca di fare di Dracula un vampiro per amore, condannato alla vita eterna dal dolore per la morte della moglie e questo è sicuramente l'aspetto più interessante della sceneggiatura. Peccato che il film sia noioso e cada anche nel ridicolo involontario con alcuni momenti troppo sopra le righe. La confezione è notevole, dai costumi alla bella colonna sonora, ma si stenta ad appassionarsi a quella che in passato è stata una delle avventure più belle del cinema (Hammer docet). Oldman poco in parte, meglio la Ryder e Hopkins.

Jdelarge 3/08/14 01:12 - 909 commenti

I gusti di Jdelarge

Tecnicamente parlando il film è ineccepibile: Coppola dà lezioni di regia dall'inizio alla fine della pellicola grazie a un uso magistrale delle inquadrature, del montaggio alternato e dei colori. Purtroppo, però, la storia (compresi i suoi interpreti) finisce con l'essere oscurata da una regia così imponente; il ritmo, volutamente forsennato, non dà un attimo di respiro e immerge lo spettatore in un vortice di immagini, colori, ombre e suoni. Se ne esce storditi e a conti fatti ciò che resta è buono, ma non eccelso.

Minitina80 14/03/15 22:07 - 2572 commenti

I gusti di Minitina80

Ha il pregio di avere un impatto visivo importante; le scenografie e la fotografia sono meravigliose, soprattutto la Londra vittoriana è incantevole. Ha una sfumatura di romanticismo e alla fine si ha quasi pietà per Dracula, carnefice ma anch’egli vittima di se stesso. Ha qualche difetto perché il meccanismo ogni tanto si inceppa, ma è comunque confezionato ottimamente. Anche la colonna sonora di Kilar merita un plauso.

124c 25/03/15 18:26 - 2811 commenti

I gusti di 124c

Francis Ford Coppola e il conte Dracula significa riscrittura romantica del romanzo di Bram Stocker. Gary Oldman non è certo Bela Lugosi, né Christopher Lee, ma è un Vlad Tepes bello e dannato che ama una giovane e bella Winona Rider, la quale però si sposa il Keanu Reeves post-surfista. Gigione e beone Anthony Hopkins, forse il vero "cattivo" della storia, nonostante la parte da dottor Van Helsing. Questo conte Dracula è un eroe da libro Harmony; indossa costumi azzeccati e ha buone trasformazioni, ma sterza troppo sui lacrimoni.
MEMORABILE: Il prologo pre-vampiresco di Dracula, con Hopkins nella parte di un vescovo, Tom Waits che fa il matto mangia-mosche e Monica Bellucci vampira.

Rigoletto 10/06/15 10:07 - 1649 commenti

I gusti di Rigoletto

Il genio di Coppola viene pungolato dal mito di Dracula e, messosi sulle tracce del conte, sforna una prestazione fantastica. Il clima che si respira è morboso, malsano, con ampi richiami sia horror che fantasy senza per questo lasciar decadere il lato avventuroso della storia. Le raffinatezze registiche si sprecano e il cast, che vanta nomi del calibro di Hopkins e Oldman, è davvero azzeccato. Sulla mia valutazione pesa molto la bellissima atmosfera, sospesa fra passato, presente e infinito.

Almicione 20/01/16 01:43 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Un Coppola grottesco, inaspettato, che riprende però in parte tecniche registiche, oltre alla narrazione in terza persona, da Apocalypse now. Nonostante qualche sequenza ricordi i B-movie del genere (con tutt'altri mezzi, sia chiaro), l'atmosfera creata è quella giusta, così come i forti effetti visivi e l'uso esperto ma audace della macchina da presa riescono a coinvolgere lo spettatore, non tanto preso dalla storia. Il contenuto c'è, ma manca una profonda cura generale (dov'è il finale?). Deliziosa e brava la Ryder, male Reeves.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Pesten 26/12/17 12:21 - 655 commenti

I gusti di Pesten

Dopo decenni di film culto sul conte, Coppola ne realizza la versione mainstream, e pur adattando la storia a tutti i palati, ci mette al cospetto di un grande lavoro. Fotografia e luci sono fantastiche, esaltano quel barocco portato all'eccesso da Coppola che crea scenografie spesso superbe. Alcune differenze potrebbero far storcere il naso ai puristi, ma tutto funziona, anche la versione stralunata di Van Helsing. Uno dei pochi film dove la carica sensuale ed erotica del mito vampiresco si insinua nello spettatore anche senza scene di nudo.

Tarabas 18/07/18 10:16 - 1784 commenti

I gusti di Tarabas

Fiammeggiante, eccessivo, barocco nell'impianto visivo e iper-romantico nell'intento, il film è un grande spettacolo che riesce a coniugare (palesi) obiettivi commerciali con una notevole attenzione ai dettagli narrativi e psicologici, con molte ingenuità (forse derivanti dal romanzo, che non ho letto) ma anche momenti magnifici (come il finale). Gran duello di attori tra Hopkins e Oldman, che fanno scolorire il pur ottimo cast. Le prime vittime sono proprio gli sposini Reeves & Ryder, palliducci al confronto. Intrattenimento di gran livello.

Pinhead80 4/11/18 20:39 - 4113 commenti

I gusti di Pinhead80

Francis Ford Coppola ha l'ottima intuizione di recuperare le cose migliori dei precedenti Dracula e simili e ridà fasto al diabolico vampiro assetato di sangue. Ecco quindi che possiamo ancora godere delle geometrie e delle ombre tipiche dell'espressionismo tedesco e gustare alcune delle classiche battute di lugosiana memoria. I personaggi principali sono ben caratterizzati e gli effetti speciali sono discreti. Una delle migliori trasposizioni cinematografiche su Dracula dagli anni Novanta in avanti.

Rocchiola 26/08/19 09:18 - 905 commenti

I gusti di Rocchiola

Coppola torna alle radici del mito cercando di dare un retroterra storico al celebre vampiro seguendo con maggior fedeltà il testo di Bram Stocker. Il regista rifugge gli effetti digitali e sperimenta con gli aspetti visivi classici, ma dopo lo splendido inizio il film si trasforma in una love-story fin troppo romantica più noiosa che appassionante. Hopkins è sopra le righe, Reeves e la Ryder sono facce pulite e anonime e Oldman, coperto da pesanti trucchi, fatica a esprimere il proprio talento. Un tassello prescindibile nell'opus di Francis.
MEMORABILE: Il prologo sulle origini di Dracula; L’arrivo al castello del conte; Reeves succhiato dalla Bellucci; Renfield che si ciba d’insetti.

Lupus73 3/11/19 17:03 - 957 commenti

I gusti di Lupus73

Dopo decenni di Dracula arriva la versione di Coppola che farà proseliti. Il regista scrosta via dal personaggio lo stereotipo decennale del Dracula/Lugosi e si ricollega direttamente all'immagine del personaggio storico di Vlad Tepes, donandogli persino umanità. E' proprio dall'antefatto storico che il film inizia per collegarsi al romanzo. Confezione curatissima, rinnovata atmosfera gotica che farà scuola. Eccellente Oldman/Dracula e Hopkins che interpeta un beffardo Van Helsing. Grave pecca: l'omissione narrativa della locanda transilvana.
MEMORABILE: L'antefatto storico con Vlad l'impalatore.

Thedude94 18/02/20 23:57 - 713 commenti

I gusti di Thedude94

Coppola mette in scena il Dracula di Bram Stoker puntando decisamente sull'aspetto scenografico, dei costumi e sul trucco dei protagonisti; questi ultimi recitano tutti bene la loro parte, anche se in alcuni punti sembrano essere sopra le righe (ma per le caratteristiche dell'opera non è poi un dramma). La sceneggiatura sembra voler superare il concetto classico del conte della Transilvania puntando sui sentimenti più intimi e sul suo passato di paladino della chiesa cristiana. Le parti horror sono sanguinose, l'oscurità è angosciante.

Noodles 7/02/20 23:40 - 1144 commenti

I gusti di Noodles

Francis Ford Coppola rivisita il mito di Dracula in chiave sentimentale ma soprattutto erotica, con una lievissima spruzzata di humour. Operazione non completamente riuscita perché se all'inizio il film affascina e mostra belle atmosfere, poi si perde alla ricerca delle visioni più strane, perdendo anche un po' il filo della narrazione e diventando tedioso. Anche la recitazione, salvoil caso di Anthony Hopkins, non raggiunge grandi livelli. Tecnicamente ben fatto ma pecca in troppi aspetti importanti.

Ira72 22/03/20 08:26 - 1071 commenti

I gusti di Ira72

Uno dei rari casi in cui opulenza e manierismi rendono unica una pellicola deliziosamente e volutamente artificiosa. Vista al cinema allora e in tv venti anni dopo, non si può che constatare quanto sia ancora attualissima, contemporanea, suggestiva. Immortale, forse, come Dracula, interpretato dal dandissimo Oldman, la cui mise entrò negli annali e nelle sfilate ninety. Romantico ma non stucchevole, feroce il giusto, coadiuvato da un ottimo cast, da costumi splendidi, da scenografie impattanti e dalla piacevole colonna sonora, il film fa centro e resta.

Nicola81 12/04/21 19:18 - 2150 commenti

I gusti di Nicola81

Tecnicamente ineccepibile, visivamente affascinante, si lascia seguire anche sul piano narrativo; ma Coppola, a dispetto del titolo, si prende troppe libertà rispetto al romanzo di Stoker, autentico capolavoro gotico. Passi per le venature erotiche e per il maggior spazio concesso alla figura del vampiro, ma è difficile accettare che la dolce Lucy diventi una ninfomane, Mina una fedifraga, Van Helsing una specie di fanatico, e lo stesso Dracula una creatura malvagia ma anche vittima dell'amore. Il cinefilo apprezzerà, chi ha amato il libro molto meno, e il voto finale ne è la media.
MEMORABILE: Il prologo sulle origini di Dracula, l'unica modifica apprezzabile.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione B. Legnani • 18/07/15 00:41
    Consigliere - 14249 interventi
    Questo mi è piaciuto moltissimo ma, come ho scritto, capisco che si possa persino "mollare" dopo 10' di visione.
  • Discussione Ruber • 18/07/15 03:19
    Contratto a progetto - 9064 interventi
    Credo che il 99% del forum sia concorde sui primi tre, ma questo di Coppola (è vero è un polpettone vista la sua durata è visto una volta vale per sempre!) non lo disdegno, rivisto ieri sera la prima parte non ho cambiato il mio giudizio, non capisco perchè Buio lo consideri una boioata, non e certo ai livelli di tre sopra, ma quando uscii nel '92 non ricordo molte critiche negative, e ancora oggi a distanza di diversi anni vedo che invecchia bene.

    Per quello di Argento torniamo sui pareri avversi che questo film ha avuto fin dalla sua proiezione in sala, io torno a ripetere lo premio per scenografie ed effetti speciali, certo la sceneggiatura non e il massimo, ma Rutger Hauer nella parte di Van Helsing non mi e dispiaciuto, inoltre aspetto che passi in tv free per conoscere il giudizio di più persone, sarò curioso di vedere quando lo trasmetteranno che ascolti fà, premesso che non venga mandato allo scontro con partite o programmi molto più popolari.
  • Discussione Zender • 18/07/15 07:43
    Consigliere - 44621 interventi
    Anch'io trovo sopravvalutatissimo il Dracula di Coppola; molto meglio il Nosferatu di Herzog, che affianco al classicone di Fisher con Lee. Ovviamente il primo Nosferatu non si tocca... Anni avanti a quello di Lugosi (per quanto possa aver rispetto di quest'ultimo).
  • Discussione Ruber • 18/07/15 22:10
    Contratto a progetto - 9064 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Anch'io trovo sopravvalutatissimo il Dracula di Coppola; molto meglio il Nosferatu di Herzog, che affianco al classicone di Fisher con Lee. Ovviamente il primo Nosferatu non si tocca... Anni avanti a quello di Lugosi (per quanto possa aver rispetto di quest'ultimo).

    Rassegnati Zender :) il popolo del forum li dà tre pallini in media, io non lo trovato sopravvalutato, ha il suo perchè è il cast è molto meglio di tante altre versioni fatte in anni precedenti. Per me Dracula era Bela Lugosi che ho sempre giudicato come attore nel personaggio due spanne sopra gli altri, poi era proprio tetro di suo, uno che nella realtà viveva quasi al buio in casa, e si è fatto seppelirre con tanto di mantello draculesco, non era entrato nel personaggio era prprpio il personaggio.
  • Discussione Zender • 19/07/15 08:12
    Consigliere - 44621 interventi
    Non vedo a cosa dovrei rassegnarmi. Poi quello di Herzog ha una media superiore, ovvero tre e mezzo, come secondo me è giusto. Poi se a te piace Lugosi benissimo, lo trovo giusto. Ha ovviamente i suoi meriti.
  • Discussione Buiomega71 • 19/07/15 11:24
    Pianificazione e progetti - 22877 interventi
    Infatti, quoto zendy, il mondo intero potrebbe assegnare al Dracula coppoliano 5 pallini (ma che significa? E soprattutto ma che mi frega?), non toglie il fatto che per me resta una baracconata super tronfia, pagliaccesca e ridicola.
    Ultima modifica: 19/07/15 11:25 da Buiomega71
  • Discussione Ruber • 19/07/15 17:05
    Contratto a progetto - 9064 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Non vedo a cosa dovrei rassegnarmi. Poi quello di Herzog ha una media superiore, ovvero tre e mezzo, come secondo me è giusto. Poi se a te piace Lugosi benissimo, lo trovo giusto. Ha ovviamente i suoi meriti.

    No facevo il parallelo tra te che dici che è sopravvalutato è il forum che gliene da tre pallini, e ovvio che ognuno si tiene il suo parere.

    E vero Herzog ne ha tre e mezzo e li merita TUTTI vista la versione, io a Coppola non gli avrei dato più di due pallini e mezzo, sopratutto perchè scorre un pò troppo lento e la sua durata lo penalizza, poi pollice sù per costumi,scenografie ed effetti speciali (anche se non ne ha abusato molto), ma rimane un po troppo "pastoso" e lungo da digerire. Per quanto riguarda Lugosi lui per il cinema è Dracula, la sua versione ha fatto la storia del personaggio che piaccia o meno (sia chiaro), ma è FUORI DISCUSSIONE che Lugosi per quello che ha dato al personaggio, per il periodo in cui è stato girato, per come lui stesso era è ricordato come il Dracula per eccellenza, poi ci sono stati nella storia altri che hanno saputo mettere ben in evidenza il personaggio, come per appunto le altre due versioni di cui parlavamo sopra, ma Lugosi rimane un passo d'avanti a tutti nel firmamento del personaggio di Stoker.
    Ultima modifica: 19/07/15 17:18 da Zender
  • Curiosità Buiomega71 • 21/11/16 10:59
    Pianificazione e progetti - 22877 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (lunedì 27 novembre 1995) di Dracula di Bram Stoker:

  • Curiosità Schramm • 13/09/18 17:18
    Controllo di gestione - 6881 interventi
    Nella versione originale, la voce di una delle vampire del gruppo femminile è della vocalist e performer estrema Diamanda Galàs.

    (Fonte: Re/Search: Angry Women)
  • Homevideo Rocchiola • 26/08/19 09:22
    Call center Davinotti - 1208 interventi
    Bluray basato sul master risalente al 2007. L'immagine è pulita ma non molto incisiva soprattutto nelle scena più buie e manca anche di profondità nelle sequenze più panoramiche. L'audio 5.1 è buono per quanto un po' bassino.