Il treno

Media utenti
Titolo originale: The Train
Anno: 1964
Genere: guerra (bianco e nero)
Numero commenti presenti: 10

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/01/09 DAL BENEMERITO PATRICK78
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Patrick78 16/01/09 17:47 - 357 commenti

I gusti di Patrick78

Parigi fine della seconda guerra mondiale. Un colonnello tedesco trafuga delle opere d'arti per portarle in Germania. La resistenza non approva ed affida la missione di sabotare il treno ad un ispettore ferroviario (Lancaster). Sicuramente il miglior film di Frankenheimer che in poco più di due ore regala buone emozioni e colpi di scena. Bravissimo Scofield nella parte del fanatico colonnello intenzionato a tutto pur di ottenere il "tesoro" francese. Un po'sprecata la Moreau nella parte di una locandiera che aiuterà la resistenza. Datato ma godibile.

Galbo 29/06/12 05:40 - 11512 commenti

I gusti di Galbo

Buon film bellico di John Frankenheimer che si conferma solido professionista, dirigendo la storia di uno spettacolare inseguimento da parte di un gruppo di francesi ad un nazista che ha trafugato opere d'arte. La vicenda viene raccontata in modo avvincente da una buona sceneggiatura che evita tempi morti, grazie ad una direzione efficace e a scene davvero spettacolari. Bravo Burt Lancester ma il migliore è decisamente Paul Scofield nella parte del nazista.

Cotola 10/11/12 17:41 - 7690 commenti

I gusti di Cotola

Ottimo thriller bellico che sul piano della suspence ha un andamento diesel, ma su quello narrativo riesce già ad intrigare sin dagli inizi. Una volta partito poi non si concede più pause ed arriva in stazione sicuro e sfrecciante. Gli ultimi trenta minuti sono ricchissimi di tensione e le scene finali con il montaggio che alterna "soggetti" diversi, fanno ancora il loro effetto a quasi mezzo secolo di distanza. Meritorio per evitare trionfalismi e facilonerie assortite: al contrario sa essere duro e spietato e sotto certi aspetti poi non è sciocco come si crederebbe. Molto bello.
MEMORABILE: Le scene finali.

Rigoletto 27/10/14 10:32 - 1624 commenti

I gusti di Rigoletto

Francia 1944: gli alleati stanno per entrare a Parigi, i tedeschi sono già consapevoli delle sorti della guerra e ripiegano verso la Germania portandosi dietro un treno pieno di quadri d'autore; tesoro nazionale per i francesi, arte degenerata per i tedeschi (non per tutti) ma utilizzabile come moneta di scambio. Una corsa sulle rotaie sotto lo sguardo severo di Von Waldheim e gli agguati di Labiche. Forse un po' lungo ma girato molto bene da Frankenheimer, con un Lancaster appassionato e tenace e uno Scofield freddo e spietato.
MEMORABILE: Le stazioni camuffate.

Rambo90 28/10/14 17:59 - 6511 commenti

I gusti di Rambo90

Bellico di grande intrattenimento, magistralmente girato da Frankenheimer, con grande tensione, spettacolarità e anche una bella costruzione dei personaggi. Il coriaceo Lancaster è l'interprete perfetto per la forza e l'ostinazione del protagonista, ma è ben coadiuvato da Scofield e da tutti gli attori francesi coinvolti nel cast. Due ore che scivolano via agilmente, con una situazione sempre più estrema e coinvolgente.

Bruce 17/11/14 11:51 - 1006 commenti

I gusti di Bruce

Bel film di guerra sulla strenua opposizione della resistenza francese e dei ferrovieri al saccheggio delle migliori opere d'arte da parte dei tedeschi in fuga da Parigi. Certamente datato, perché lento e in bianco e nero, ma molto ben girato e interpretato, con una solida sceneggiatura e diverse sequenze caratterizzate da una forte suspense. Da vedere.

Lythops 28/01/16 11:27 - 980 commenti

I gusti di Lythops

Da un romanzo di Rose Valland un film sulla resistenza spontanea di un gruppo di ferrovieri che cerca in tutti i modi di sabotare l'avanzata di un treno carico di opere d'arte trafugati dai nazisti nei musei francesi. Avvincente e spettacolare, con un bellissimo bianco e nero, ha il limite di dare troppo spazio al personaggio interpretato da Lancaster, poco credibile nel ruolo di factotum ferroviario perché nella realtà sarebbe impossibile trovare un "cheminot" con così tante conoscenze. Inizialmente girato da Arthur Penn. Buono.

Lou 15/05/16 23:04 - 998 commenti

I gusti di Lou

Mentre gli alleati stanno per entrare a Parigi, l'eroico ferroviere Labiche (Lancaster), a capo di un gruppo della resistenza francese, fa di tutto per impedire che i tedeschi riescano a portare in Germania i capolavori della pittura francese caricati su un treno. Molte vite sacrificate per salvare le opere d'arte: anche questo fa parte delle atrocità della guerra. Per essere un film del '64 c'è ritmo, anche se le azioni messe in campo dalla Resistenza per bloccare e deviare il treno appaiono talvolta al limite dell'incredibile.

Graf 21/07/16 09:38 - 705 commenti

I gusti di Graf

John Frankenheimer sa come si girano i film d’azione e neanche questa volta si smentisce; questa pellicola di genere bellico pone accanto al tema della resistenza al nazismo quello dello mossa strategica per beffare il nemico con l’astuzia e il coraggio; il risultato è un’opera di buon livello. La storia parte in modo piano con alcune sequenze piuttosto lente e alquanto oscure ma quando la tensione prende l’abbrivio il film comincia ad accelerare come un direttissimo giungendo alla stazione della compiutezza drammatica con perfetto orario.

Magi94 11/01/21 23:13 - 721 commenti

I gusti di Magi94

Bel film di guerra e resistenza partigiana che punta sulle scene d'azione e sullo spirito retorico, a tratti eccessivamente ingenuo ma non sempre disprezzabile. La storia, il treno, i pochi personaggi principali sono il perno dell'opera, che diventa meno interessante solo nei rari momenti in cui si divaga (la Moreau è proprio sprecata). Le svolte narrative sono a tratti poco credibili così come i dialoghi non sempre eccelsi, ma bisogna dare atto di meravigliose scene d'azione e un respiro epico abbastanza ampio da non far sentire la durata, fino al piccolo capolavoro del finale.
MEMORABILE: Papa Boule; Il bombardamento (vero!); L'ultimissimo finale, scena di gran lunga migliore.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.