La moneta insanguinata

Media utenti
Titolo originale: The brasher doubloon
Anno: 1947
Genere: gangster/noir (bianco e nero)
Regia: John Brahm
Numero commenti presenti: 6

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/01/11 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 20/01/11 23:56 - 7398 commenti

I gusti di Cotola

Mediocre noir, tratto da un romanzo di Chandler, in cui a deludere è in primo luogo la trama poco interessante e coinvolgente ma anche la caratterizzazione del personaggio di Marlowe, slavato e con una personalità molto modesta (e poi che c’entra quella pipa sempre in bocca?). Anche la regia è abbastanza grigia e mediocre. E’ il remake di un film del 1942 (Time to kill) inedito in Italia.

Saintgifts 8/02/13 00:16 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

George Montgomery non è un Marlowe che lascia il segno ma avrebbe potuto anche funzionare, con una sceneggiatura che avesse dato più risalto al personaggio e alle sue peculiarità. Pur se svelto di mano e capace di uscire dalle situazioni pericolose e dalle pistole puntate, usando facili trucchetti, non è abbastanza disincantato e "vissuto" per rappresentare l'eroe, o l'antieroe, chandleriano. La vicenda è sviluppata in modo troppo lineare e con personaggi di contorno piuttosto approssimati, compresa una polizia facilona e senza peso.
MEMORABILE: Le "lezioni" che Marlowe da a Merle (Nancy Guild).

Tarabas 9/03/15 22:11 - 1681 commenti

I gusti di Tarabas

Modesta (al limite del pedestre) riduzione da "Finestra sul vuoto" di Chandler, il film è un classico prodotto "poverty row" dell'epoca, dal cast alla realizzazione. Anche dal punto di vista visivo è ben poco affascinante, al contrario di altri titoli analoghi. Il protagonista ritrae un Marlowe fatuo donnaiolo senza un briciolo del fascino dell'alter ego letterario (per non parlare di Bogey). La storia è intricata e la breve durata (poco più di un'ora) non aiuta lo svolgimento. Solo per completisti chandleriani come il sottoscritto.

Rufus68 25/01/19 22:45 - 2998 commenti

I gusti di Rufus68

Nonostante un intreccio debitamente lambiccato il film convince solo in parte. Manca l'atmosfera densa di altri Marlowe e il fatalismo scanzonato proprio al personaggio nei momenti migliori: qui si assiste, invece, a un'indagine corretta e priva del succitato retrogusto malinconico. Montgomery non spiace; purtroppo i suoi antagonisti sono abbastanza sciapi.

Myvincent 25/03/19 07:43 - 2497 commenti

I gusti di Myvincent

Una antica moneta del valore di 10.000 dollari traccia la morte di un po' di persone, tutte losche, ma il detective Marlowe saprà come destreggiarsi. Incantevole giallo in bianco e nero con un George Montgomery atletico e fascinoso, teso fra le pagine fitte di questo classico che restituisce tutta l'atmosfera criminale di una LA peccaminosa. E c'è spazio pure per un amore inaspettato e coi fiocchi!
MEMORABILE: Le camicie perfettamente stirate di Philip Marlowe.

Faggi 28/06/20 16:33 - 1476 commenti

I gusti di Faggi

Più giallo che nero (ma come per incanto resta nero). Mancano: umore saturnino, malinconia, serie dosi di veleno sparse (in senso figurato) dalla donna fatale, turbamenti, disincanto. Niente Bogart, nessuna traccia di Powell, blande le torbide atmosfere psichiche da estasi di genere. Però i pericoli biforcuti non mancano, la fotografia scura ha forza, Montgomery non è un reietto da buttare (anzi), i caratteristi fanno il loro dovere, la regia procede con fluidità e nitidezza nell'alveo di nobile artigianato. Infine, cosa non da poco, la magia dell'intrattenimento riesce.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 12/06/11 01:00
    Scrivano - 13738 interventi
    Disponibile in edizione dvd dal 23/06/2011 per Kinos:
  • Homevideo Tarabas • 9/03/15 22:13
    Formatore stagisti - 2051 interventi
    L'edizione Kinos è veramente modesta (come il film). Una sola lingua disponibile, l'italiano, con un audio pessimo. Il video potrebbe essere tranquillamente stato realizzato riversando un VHS. Ci sono tremolii ovunque, forse dovuti proprio a un trasferimento video artigianale. L'authoring sembra fatto in casa da un sedicenne alle prime armi.