Sherlock Holmes

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Sherlock Holmes
Anno: 2009
Genere: action
Numero commenti presenti: 55
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

L’unica scelta davvero vincente del film risiede nel casting: non era facile trovare un attore che rispondesse in qualche modo ai requisiti richiesti dal personaggio (e dunque un’aria intelligente e sofisticata) e che nel contempo risultasse credibile come uomo d’azione pronto a lanciarsi nel vuoto, tirare pugni e saltare come un grillo. Robert Downey jr. era l’uomo giusto, così come Jude Law nel ruolo di Watson dà al personaggio una dignità e una personalità solitamente negate al povero assistente; le facce giuste, insomma. Poi però, per ottenere una rilettura moderna e vivace dell’investigatore di Baker Street, ci voleva almeno una sceneggiatura in grado di superare le ovvie (e funamboliche) deduzioni di Holmes per dare consistenza... Leggi tuttoall’avversario da inseguire, qui poco più che un transfuga da un qualsiasi 007 con le solite malcelate manie di grandezza e mire espansionistiche. Inoltre, se una femme fatale si voleva (e Rachel McAdams poteva anche essere la scelta giusta), le si doveva concedere qualcosa di più di qualche stupido intermezzo del tutto avulso dal contesto e del finalone spettacolare sul Tamigi. Guy Ritchie (ex tarantiniano tarantolato) dirige da par suo, badando allo show ma dimenticando di dare omogeneità all’opera, che male integra le fasi più riflessive a quelle puramente d’azione, dando l’impressione che la regia sia soprattutto tesa a colpire con soluzioni visive accattivanti proprio come ai tempi di SNATCH. Manca insomma la sostanza, a questo nuovo Sherlock Holmes d’attacco, che poggia su basi debolissime e non riesce mai a trovare la via giusta per coinvolgere davvero, nonostante la ricercatezza di alcuni dialoghi e gli ammiccamenti di Downey jr. Confezione superlusso, naturalmente, fotografia e scenografia di prim’ordine, ma insufficiente a mascherare le evidenti carenze di un film nato e alimentato con l’obiettivo di fare cassa accattivandosi la simpatia di chi non aveva troppa voglia di sorbirsi le macchinose indagini di Sherlock ma, attratto dal carisma del personaggio di Conan Doyle, si divertiva a immaginarlo meno legato alle fumose atmosfere datate della Londra grigia dei vecchi film sul tema. Graficamente meravigliosi i titoli di coda.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/12/09 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 3/01/10
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ilcassiere 17/05/10 14:32 - 283 commenti

I gusti di Ilcassiere

Non so se Conan Doyle sarebbe d'accordo con questa versione molto "fisica" di Holmes e Watson ma direi che l'accoppiata Downey jr. e Law funziona alla grande. Sono astuti ma anche belli ed atletici e in più di una occasione menano di brutto. La vicenda in sè - con allegati tutti i misteri che Holmes si troverà a dover risolvere - non è entusiasmante ma la sceneggiatura è ricca di battute divertenti e la ricostruzione di Londra è magnifica. Tutto sommato un buon film.

Lovejoy 17/01/10 12:18 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Divertente ripresa di un mito letterario. Non pretende certo di essere un capolavoro e non lo è, ma riesce nell'impresa di divertire per tutte le due ore della visione. Belle scene d'azione e grandi gag comiche, sopratutto gran duetto tra uno scatenato Downey Jr e un ottimo Law. Strong invece è un cattivo inguardabile. La scena successiva al nome del protagonista proviene dalla sigla d'apertura del telefilm con il compianto Jeremy Brett protagonista. Bella colonna sonora.
MEMORABILE: La scena della nave, con Holmes che alla fine si rivolge a Watson "Cosa ha fatto, Watson?"; Holmes incatenato al letto chiede aiuto alla cameriera.

Puppigallo 26/12/09 01:02 - 4467 commenti

I gusti di Puppigallo

Come rivitalizzare Sherlock Holmes e renderlo fruibile alle nuove generazioni? Semplice, svecchiandolo e trasformandolo in una sorta di super eroe forte di cerebro, ma anche di braccio (mena). Detto questo, il film non annoia, i protagonisti sono in palla e l'idea di far fare mente locale a Holmes prima di attuare tutto ciò che ha appena pensato, funziona (come mettere fuori combattimento l'avversario, o nemico di turno). Alla fine, seppur fantascientificamente, tutto ha una spiegazione e i conti, bene o male, tornano. Se lo si prende per ciò che è (un action videoclippato), non è male.
MEMORABILE: Watson a Holmes: "Ma lo sa che quello che sta bevendo viene usato in chirurgia oculare?"; Il bulldog cavia.

Galbo 28/12/09 05:59 - 11271 commenti

I gusti di Galbo

Il regista Guy Ritchie riporta il personaggio del celebre detective privato alla concezione originaria di Conan Doyle e ne ricava un film piacevole e "scoppiettante", incentrato sul protagonista ma che non dimentica le figure di contorno, prima tra tutte quella del fido Watson oltre ad un’affascinante ricostruzione della Londra dell’epoca, in cui si affacciano prepotenti alcuni elementi di modernità. Regia brillante e buona prova del cast con Robert Downey Jr e Jude Law in grande forma.

124c 28/12/09 11:24 - 2749 commenti

I gusti di 124c

Versione aggiornata, riveduta e corretta del mito di Sherlock Holmes. Forse i puristi storceranno la bocca, rivolendo a gran voce il classico investigatore con mantellina, lente e cappello, accompagnato da un dr. Watson ciccione. Però, la versione di Guy Ritchie è spassosa, forse un po' troppo "yankee", per via delle molteplici scene di lotta, ma spassosa. Divertenti i duetti di Robert Downey Jr. con Jude Law, senza dimenticare quelli con Rachel McAdams, indimenticabile e manesca Irene Adler.

Qed 27/12/09 17:44 - 54 commenti

I gusti di Qed

Una cosa era certa: un Holmes troppo ingessato e silenzioso e un Watson troppo "spalla" tontolona sarebbero stati poco digeribili per una pellicola. Dunque, dei tratti che li caratterizzano in ogni racconto, sopravvive solo qualche ombra vaga. Questo però nulla sottrae ad un risultato sorprendente, fatto di azione e riflessione in dosi ben ponderate, condite da una trama contorta ma sensata (e non ovvia) e da una buona colonna sonora. Godibilissimo, a patto di scordare Conan Doyle.

Inseminoid 27/12/09 20:11 - 32 commenti

I gusti di Inseminoid

Il film si colloca esteticamente e a livello di descrizione dei caratteri tra Van Helsing e il Batman di Burton... senza essere superficiale come il primo né elegante come il secondo. Le scene d'azione sono girate con lo "stile Ritchie" e quindi funzionano e bene. A tratti fa capolino un clima alla Harry Potter che non giova certo alla originalità. Visto il giorno di Natale te lo ricordi; se fosse uscito ad aprile, il giudizio sarebbe diverso. Film panettone, insomma, all'anglo-americana. Robert Downey strepitoso. Law opaco.
MEMORABILE: Holmes non dice mai "Elementare Watson"... sorprendente!!!

Belfagor 30/12/09 14:28 - 2617 commenti

I gusti di Belfagor

Ovvero come apprezzare Holmes dimenticando Holmes: niente cappello da deerhunter, niente fidata lente d'ingrandimento, nessun "elementare Watson" (peraltro mai detto, mi pare). Cosa rimane? Un film divertente, agitatissimo e yankee, ma rispettoso della struttura del giallo classico, con la quale si mescola piuttosto bene. Nella seconda parte s'imbolsisce un po' fra logge massoniche e rituali esoterici, ma per il resto scorre senza problemi. Egregia la ricostruzione della Londra dell'epoca. Buono il cast.
MEMORABILE: Watson a Holmes: "Lo sa che quello che sta bevendo viene utilizzato in chirurgia oculistica?"

Markus 1/01/10 13:25 - 3195 commenti

I gusti di Markus

Quasi costretto a vederlo, poiché ero piuttosto prevenuto su questo film: anzitutto perché odio i film in costume (ovverosia non ambientati ai nostri giorni), ma non so il perché sospettavo il tedio. Mi sbagliavo: il film s’è rivelato divertente e con molta azione. Un mix tra action movie e racconto classico direi esemplare in cui ci si è avvalsi della buona interpretazione di Robert Downey. Appare evidente che il mix tra racconto di stampo classico e il film d'azione moderno funziona quando è fatto bene e ci si è investito del denaro.

Ariel 2/01/10 11:43 - 40 commenti

I gusti di Ariel

Lo Sherlock Holmes di Guy Ritchie, ispirato all'omonimo personaggio letterario di Conan Doyle, assomiglia piuttosto ad uno 007 del passato affiancato da un collaboratore (Jude Law) molto più agile e bello di qualsiasi altro Watson ipotizzabile dall'immaginario collettivo. Il film è, tutto sommato, un piacevole intrattenimento, un'operazione commerciale "onesta" che si lascia guardare e godere. Alcune superfetazioni sarebbero state evitabili (ad esempio l'effetto ralenti degli scontri corpo a corpo). Due palle e mezzo, per parsimonia.

Redeyes 2/01/10 12:20 - 2122 commenti

I gusti di Redeyes

Senza esser un purista né un matusa, quindi un barboso che odia il nuovo, ho trovato questo Holmes un po' stupidotto. Sì, evidentemente va preso per quello che è e cioè un film e cioè un film di Ritchie, ma in certi momenti i due sembran proprio dei Marvelliani eroi mascherati. La fotografia piace, con le sue tinte fosche, così come le ricostruzioni della Londra che fu e le prove degli attori. La grande pecca è semmai nell'aver evidenziato troppo fortemente la figura dell'investigatore rendendolo un quasi dio, ed i perfetti sono noiosetti, no?

Matalo! 2/01/10 13:05 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Non è certo la transustanziazione dei personaggi di Conan Doyle a inorridirmi, anzi; si sperava in nuova linfa. Ma il film è davvero simile ai cinepanettoni stranieri, dove accade quel che deve accadere e alla fine il gancio per il sequel (magari già pronto in magazzino) non manca. Un telefilm allargato, come tanti: la rivisitazione dei personaggi non è una rilettura (come fecero altri prima, vedi Billy Wilder) ma un adeguamento ai supereroi di moda. Attori bravi, ma Downey se mette la pipa in bocca almeno gli si insegni a farlo. Regia stereotipata.

Cif 2/01/10 22:11 - 272 commenti

I gusti di Cif

Ritchie fa bene a ricostruire la coppia Holmes/Watson discostandosi volutamente dalla versione letteraria, affrontando così un must del cinema senza gabbie creative. Un po' come fatto con l'ultimo 007 di Daniel Craig. Il risultato è assolutamente incoraggiante. Watson quanto a intuito rivaleggia con Sherlock, il quale spicca per i tic e le difficoltà relazionali. La storia è tipicamente da trasposizione americana, l'azione non manca, ma il valore aggiunto è dato dalla bellissima fotografia e ricostruzione scenica e paesaggistica. 3 pallini.
MEMORABILE: Bravissimi i protagonisti e carine le scene di combattimento con la "preview" delle mosse.

Shilo 3/01/10 10:37 - 9 commenti

I gusti di Shilo

Il film è riuscito ma forse non così tanto da andarlo a vedere al cinema. Gli attori sono azzeccati e bravi a interpretare i loro ruoli. Buona la rivisitazione del personaggio di Sherlock Holmes. Un po' troppo banale la figura della femme fatale e oso dire pessimo il "cattivo" con discorsi insulsi e brutti (gli scagnozzi erano dei personaggi molto più interessanti). Per il resto un buon film d'azione, a sprazzi divertente.
MEMORABILE: Sherlock incanta gli insettini...

Lebowski 3/01/10 12:21 - 81 commenti

I gusti di Lebowski

Più che un aggiornamento in chiave action (peraltro lo stesso Conan Doyle lascia intendere che il cerebrale Holmes fosse anche abile nell'azione), un'opportuna rimozione di sovrastrutture accumulatesi in anni di versioni filmiche che ormai rendevano macchiettistico il personaggio. Via quindi anche il Watson ciccione e tonto, sostituito da un ottimo Jude Law, zoppo ma tosto. Certo, Ritchie esagera in dinamismo, rendendo le scene d'azione spesso confuse, ma stavolta ha in mano dei veri personaggi e una vera storia e ne esce un film spumeggiante.
MEMORABILE: La divertente tecnica di combattimento di Holmes.

Flazich 5/01/10 12:21 - 658 commenti

I gusti di Flazich

Finalmente qualcuno ha avuto il coraggio di svernare uno dei personaggi più stantii della letteratura poliziesca. Sherlock finalmente assomiglia ad un essere umano e non a Spock di Star trek. Regia ben misurata (probabilmente il miglior Ritchie) e ottime interpretazioni degli attori. Notevole anche il comparto musicale. Personalmente promosso a pieni voti.

Magnetti 7/01/10 09:41 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Ritchie ormai ha perso la verve degli ottimi esordi, orientandosi su film più idonei al grande pubblico. Sebbene qualche colpo tipico della sua regia rimanga (le scene rallentate/accelerate delle anticipazioni degli attacchi ai nemici) lo svolgimento è tipico dei blockbuster. Ottima la ricostruzione d'epoca. Bene i due protagonisti: R. Downey Jr se la cava egregiamente, merito della sua innata simpatia da farabutto. Ma è Jude Law a sorprendere, interpretando alla perfezione un Watson inedito e riuscito. Male la figura del cattivo. Divertente.

Federico 14/01/10 16:45 - 37 commenti

I gusti di Federico

Ci voleva la separazione da Madonna, per far tornare Guy Ritchie a livelli accettabili? Secondo me la risposta è sì! Sherlock Holmes è sorretto da scenografie fantastiche, da una storia ricca di ritmo e humor, ma soprattutto da due grandi protagonisti come Robert Downey jr. e Jude Law, che "svecchiano" i personaggi che vanno a interpretare. Ritchie confeziona un buon film con toni da cine-comic di qualità. Un seguito è già in cantiere.
MEMORABILE: Le supposizioni di Sherlock Holmes durante le scene d'azione e non.

Rebis 14/01/10 19:23 - 2087 commenti

I gusti di Rebis

Logge paramassoniche cospirano per il dominio del mondo… Ingresso trionfante alla corte dei blockbuster per Sherlock Holmes e la sua logica euclidea che sfida, ad hoc, l’occultismo tout court! Eludendo gli stereotipi cinematografici più consolidati Ritchie riesce a rifondare un immaginario fulgido e lussureggiante in cui le musiche s’azzuffano con le immagini, le complicazioni (omo)erotiche abbondano e il racconto ludico sollazza. Tutto è calibrato sulla bravura degli interpreti: Downey jr. svetta con ruvida e sorniona sensualità e Law lo spalleggia con ineccepibile puntualità. Rigenerante.

Disorder 18/01/10 23:55 - 1406 commenti

I gusti di Disorder

Buono. Un film costantemente in bilico tra il ferreo razionalismo di Holmes e il fascino della magia e dell'occulto (a cui nemmeno Conan Doyle era insensibile..). Tanta azione, ironia e ritmo costantemente alto: ci si diverte. Coppia d'assi Downey Jr-Law assolutamente in palla. Forse deluderà gli appassionati del personaggio cartaceo (che non conosco, ma mi assicurano molto diverso), ma è davvero un bel film. Consigliato.
MEMORABILE: Il bulldog di Holmes, perennemente anestetizzato.

Cotola 27/02/10 23:33 - 7330 commenti

I gusti di Cotola

Simpatica, rumorosa e baracconesca rivisitazione cinematografica dell'investigatore creato dalla penna di Conan Doyle. Alle atmosfere londinesi, agli esperimenti ed alle deduzioni del noto detective si aggiungono tanta azione e un buon ritmo che riescono ad intrattenere piacevolmente lo spettatore e a divertirlo. In ogni caso non un Holmes canonico. I puristi sono avvertiti.

Supercruel 20/01/10 18:44 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Più che discreta questa rivisitazione del personaggio nato dalla penna di Doyle. L'impianto è moderno e scattante, quasi a voler "bondizzare" situazioni e personaggi. Ritchie gira piuttosto bene, concedendosi qualche virtuosismo (come la scena di lotta corpo a corpo) ma ponenondosi a sufficienza a servizio dell'(interessante) intreccio narrativo. Cast in palla e buono l'umorismo. Tre pallini li merita.

Il Dandi 25/01/10 02:27 - 1722 commenti

I gusti di Il Dandi

Un giocattolo di lusso, non c'è che dire, ma forse sarebbe più divertente se solo il protagonista non si chiamasse Sherlock Holmes! Downey jr. non è male, ma la trama che scherza col soprannaturale fa molto Harry Potter, il flirt di Holmes con Irene Adler è piuttosto forzato, i dialoghi sembrano del discepolo Dr. House. Peccato, perché Watson (finalmente giovane e vigoroso) funziona benissimo. Ma questo Sherlock è troppo uno 007 ottocentesco e il nemico il Goldfinger della situazione.

Ford 26/01/10 00:04 - 582 commenti

I gusti di Ford

Uno dei simboli più rappresentativi della cultura inglese trasformato in un giocattolone hollywoodiano; sembrerebbe la premessa ad un filmaccio, invece questa trasposizione spettacolare tiene incollati alla sedia: grande recitazione, regia fantasiosa (quell'inquadratura al contrario che parte da una cassa con scritto "this side up", o quel montaggio vorticoso a seguire una scala a chiocciola...), fotografia cupa e cg non troppo invasiva... fossero tutti così i blockbuster natalizi! Dio salvi Guy Ritchie!

Enricottta 9/03/10 16:28 - 507 commenti

I gusti di Enricottta

The Persuaders! Serie tv anni 70, è il primo pensiero che mi passa per la testa quando comincio a guardare questo film. Oggi non credo che il personaggio di Sir Arthur Conan Doyle abbia appeal per le nuove generazioni: troppo antico, troppo british. Il tentativo di "migliorarlo" o attualizzarlo francamente non riesce. Resta sospeso sul filo dell'inconcludenza, anche se strizza l'occhio al videogioco o videoclip che l'operazione commerciale sottindente. Sequel in agguato: no, non è il titolo del prossimo film, è la minaccia della Warner Bros, help!

Jandileida 3/04/10 01:26 - 1220 commenti

I gusti di Jandileida

Una bellissima confezione (ottime scenografie e costumi) per un film abbastanza deludente: Downey jr. si cala bene nei panni dell'Holmes reintepretato in chiave Snatch da Ritchie ma per il resto c'è molto fumo (i vari tranelli e indovinelli) e pochissimo arrosto (una storiellina esile e ripetitiva). La trama è già vista, con il cattivone che vuole conquistare il mondo e dopo la prima ora l'abilità di Sherlock nel risolvere gli enigmi stucca e viene a noia facendolo sembrare un House che ha lasciato la corsia per tuffarsi nella Londra vittoriana.

Piero68 14/04/10 11:16 - 2749 commenti

I gusti di Piero68

L'iconografia nazional-popolare ci ha sempre mostrato uno Sherlock tutto cervello, serio e senza eccessi. Questa rivisitazione invece propone uno SH nuovo, sempre dotato di una intelligenza superiore ma questa volta messa al servizio dell'azione e del dinamismo allo stato puro. Forse la sceneggiatura non convince molto, ma in compenso la fotografia e la ricostruzione dark di una Londra ottocentesca sono da premio Oscar. RDJ e Law poi semplicemente perfetti nel loro ruolo. Per me uno dei pochissimi film recenti che valeva il prezzo del biglietto.

Nando 2/05/10 02:24 - 3441 commenti

I gusti di Nando

Fumettistico ed adrenalinico, il film rende la figura del noto investigatore inglese in maniera meno compassata e maggiormente dinamica. Holmes si trasforma in un detective d'azione in cui mescola le sue immense capacità intuitive con una eccellente forma fisica che gli consente di sostenere scontri fisici belluini. Tutto questo porta ad un interessante spettacolo visivo ottenuto con belle riprese ed un cast di prim'ordine.

Fabbiu 12/05/10 15:59 - 1922 commenti

I gusti di Fabbiu

Ancora la vecchia e cara Londra in cui non si sa mai se è giorno o sera, come tutti se la immaginano; ma stavolta Sherlock sa combattere alla Matrix e non è il dritto riflessivo a cui eravamo abituati; da questo punto di vista c'è poco da dire perché le nuove vesti del duo riescono più volte a convincere, il film sa regalare buoni momenti d'azione e altri di ironia (il tutto è una porzione di intrattenimento usa e getta). Sebbene si abbondi con il fantastico e l'improbabile si apprezza ad esempio la mancanza di sentimentalismo.

Hackett 25/05/10 07:40 - 1717 commenti

I gusti di Hackett

Film che riporta sullo schermo uno dei più celebrati personaggi della letteratura poliziesca, ringiovanendone l'aspetto e rendendolo meno lontano (mania di oggi) dai canoni odierni. Pur mantenendo rispettosamente le distanze dal l'originale Sherlock, la versione di Ritchie appare gradevole, con ambientazione dark gotica ben confezionata ed un team di attori davvero bravi. Holmes conserva la sua eccentricità ma appare più scapestrato del solito, motivo per cui Robert Downey jr è stata sicuramente la scelta migliore. Ci si diverte, è abbastanza.

Enzus79 31/05/10 12:47 - 1723 commenti

I gusti di Enzus79

Per interpretare un cinico e presuntuoso Holmes ci voleva solo Downey Jr, che nel ruolo è a dir poco perfetto. Per girare un film del genere, dove l'azione è messa al primo posto, Ritchie va più che bene. Film che non annoia per niente (nonostante la durata). Ottime le musiche e la fotografia.

Rickblaine 31/05/10 09:46 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Un personaggio riscritto in maniera più moderna, anche se qualche dettaglio risulta sorprendentemente fedele a Conan Doyle. Film molto lungo che spesso si ripete in inutili situazioni con l'unico scopo di rendere chiara la meravigliosa dote intuitiva del protagonista. Nonostante tutto è girato bene e per gran parte dell'opera lo spettatore non si annoia. Buono il cast.

Losciamano 31/05/10 11:19 - 112 commenti

I gusti di Losciamano

È riuscita la combinazione fra lo stile eccentrico di Guy Ritchie e l'ambigua figura, dell'inarrestabile abilità di intuire subito le cose, di Sherlock Holmes. In tutta franchezza, l'inizio fa un po' dormire, però avvicinandosi al finale ci si diverte molto con le scene d'azione in una Londra ottocentesca (un'altra caratteristica del film, la ricostruzione della città con il computer è davvero riuscitissima). Robert Downey Jr. è adatto al ruolo principale.

Brainiac 10/07/10 22:05 - 1082 commenti

I gusti di Brainiac

Bud Sherlock e Watson Hill bisticciano come Sandra ed il compianto Raimondo ma soprattutto menano, si menano e menano ancora, rovinando al tappeto (per jab di noia) e rialzandosi solo al conteggio finale. Boxano con la "luccicanza", fronteggiano giganti più massicci di Carnera e per non farsi mancar nulla sfidano a tenzone pure le donne. Quello che di figo c'è nell'Holmes di Ritchie (il gotico, le sette) c'era più abbondante nella Piramide di Levinson. Un Watson tonico e belloccio non mi va, il Watson perfetto dovrebbe essere succube di Holmes almeno quanto il Marchese Stucchi con il Nardi.

Harrys 24/07/10 12:15 - 680 commenti

I gusti di Harrys

Guy Ritchie sembra finalmente aver trovato il modo di mitigare l'innata predisposizione narcisista, qui comunque molto presente, ma con un suo perché (le capacità speculative di Holmes). Sherlock dimostra di essere anche un abile uomo d'azione... Non conoscendo il personaggio letterario, non so quanto questo aspetto sia filologicamente corretto. La vicenda è abile nel districarsi in coda dalle scomode maglie fantastiche che l'avevano contraddistinga sin dai primi secondi. Quel che risalta maggiormente è una scenografia davvero eccezionale. ***

Mdmaster 11/10/10 08:52 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Questa rilettura moderna di Holmes, a parte l'ovvia futilità, è fallata dall'insufficienza della moderna spasmodica regia di Ritchie a giustificare una trama decisamente brutta. Law e Downey Jr sono una coppia divertente da vedere come versioni moderne dei loro alter ego letterari sono eccellenti. Qui, però, finiscono le note positive, perché il resto è puro shlock moderno da cinema con grandi effetti e ritmi forsennati: già a vederlo sul tv di casa si rivela una discreta delusione. Avrebbe meritato di più.

Xamini 31/12/10 16:12 - 972 commenti

I gusti di Xamini

Solitamente contrario alle riletture, mi è toccato (a sorpresa) ricredermi, dinanzi all'ottimo lavoro di Guy Ritchie e soci. Si respira molto più Sherlock Holmes di quanto mi sarei atteso, in questa rivisitazione action-giovanil-moderna. Downey jr. mette in scena un protagonista naturalmente acuto, ma anche brillante, dinamico, giovanile e anche un po' folle. I duetti con Watson sono grandiosi, la regia non è assolutamente da meno, mentre scenografia, fotografia e musiche completano una confezione sopraffina. Attendo impaziente il secondo capitolo.
MEMORABILE: L'arte della deduzione di Holmes, raramente così ben rappresentata

Macguffin 5/03/11 20:14 - 124 commenti

I gusti di Macguffin

L'operazione di ringiovanire e ipervitaminizzare la coppia Holmes/Watson per catapultarla nel mainstream cinematografico può essere discutibile, ma il risultato è di ottimo artigianato. La Londra dell'epoca è molto ben ricostruita, la sceneggiatura è buona e il ritmo alto. Cospirazioni, ambiguità, poche sdolcinature, un pizzico dark e un po' di azione gratuita ma sempre ben girata. Inoltre la fede nella ragione è un argomento, di questi tempi, tutt'altro che da buttare.

Jcvd 31/05/11 09:07 - 258 commenti

I gusti di Jcvd

Guy Ritchie fallisce ancora portando in auge questo Sherlock Holmes pazzerello, mezzo simpaticone e mezzo autistico, nonchè abile combattente da arena (ma da quando?). Watson, interpretato dall'orribile Law, è invece decisamente inutile e poco grintoso. Il cattivo di turno non spaventa e il finale è spudoratamente uguale a Batman begins, con il lasciar intravedere un sequel con un nuovo caso. Si salvano le genialate di Holmes e i combattimenti al rallenty.

Greymouser 13/06/11 19:00 - 1459 commenti

I gusti di Greymouser

Downey jr e Law sono bravi e simpatici, e non demeritano di formare la celebre coppia investigativa Holmes-Watson, sia pure rappresentata da Ritchie con toni forse troppo modernisti ed eterodossi. Il problema del film, tuttavia, è la storia francamente bollita, appesantita ancor di più da una sceneggiatura senza mordente, che procede a strappi senza mai decollare veramente, e troppo inzeppata di clichè imbarazzanti. Sarebbe interessante vedere gli stessi attori in una trama meno banale.

Caesars 17/10/11 09:22 - 2633 commenti

I gusti di Caesars

Tutto sommato meglio di quanto mi aspettassi: temevo il peggio del peggio, invece lo spettacolo è digeribile, pur senza essere chissà cosa. Merito va in gran parte ai due attori principali, giusti per le parti da interpretare, più che alla sceneggiatura che si spegne man mano che procede la vicenda. Le parti meglio riuscite sono quelle che vedono duettare i due protagonisti, mentre quando l'indagine assume parte preponderante spunta un pizzico di noia. Con un po' di generosità: **½

Bruce 17/10/11 17:50 - 998 commenti

I gusti di Bruce

Prendere un classico letterario e rivoltarlo come un calzino, sino a renderlo un blockbuster di oggi, veloce, quasi adrenalitico, pur se di qualità. Merito della regia e dei due bravi e simpatici protagonisti perfettamente in parte. Sceneggiatura deboluccia; insomma, meglio vederlo che doverlo raccontare.

B. Legnani 14/10/11 17:58 - 4659 commenti

I gusti di B. Legnani

Parrebbe difficile rendere noioso un film con Holmes: ci sono riusciti (*½). Lo sherlockiano osservante (io) s’era detto di sopportare le modifiche al canone, ma quando tutto crolla con la risibile parte al Parlamento e l’interminabile lotta finale, tornano al pettini i nodi: un Holmes sessuato, talora videogioco, impersonato da chi non ha il fisico del ruolo (pure con pipa “errata”). Ci sono alune belle deduzioni, ma l’ultima (i graffi) è plagiata dallo stesso Conan Doyle! E il meccanismo dei punti cardinali è copiato da Borges! Insostenibile il cattivo, fisicamente ispirato a un De Niro fin troppo noto. Da evitare.

Rambo90 25/12/11 22:05 - 6246 commenti

I gusti di Rambo90

Divertente, perché Ritchie sa come gestire un film: tanta azione ben girata, una fotografia e una ricostruzione della Londra d'epoca impeccabile e buone dosi di umorismo. Peccato che l'intreccio giallo sia poco misterioso e avvincente, perché poteva uscirne un gioiello. Buona la prova di Downey Jr. così come quella di Law, un po' troppo di maniera invece il cattivo interpretato da Strong. A conti fatti gradevole.

Daniela 13/01/12 09:37 - 8964 commenti

I gusti di Daniela

Avete presente il supponente Rathbone con l'inseparabile bonario Bruce? Questi due non somigliano certo all'immagine cinematografica classica delle celebre coppia: Downey jr. e Law sprizzano glamour, si scapitozzolano a rotta di collo e scazzottano pure... Però funzionano, come talvolta accade con le divagazioni eccentriche (es:Caine/Kingsley) di personaggi entrati nell'immaginario collettivo. A funzionare meno bene è la storia, piuttosto banale, e anche l'ambientazione, in certi scorci vistosamente digitalizzata. Non eccezionale, ma gradevole.
MEMORABILE: Molto belli i titoli di coda

Saintgifts 1/07/12 00:22 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Ho provato ad immaginare il contrario. Quello di questo film (l'Holmes letterario di sempre e sempre visto) e poi improvvisamente un Holmes compassato con lente e mantellina e un dottor Watson grassoccio che sente spesso ripetersi "elementare Watson". Si sarebbe gridato all'abominio. E perché non gridarlo ora? Perché lo "scherzo" viene accettato, perché le tecniche suppliscono spettacolarmente alla povertà della storia, che mischia con disinvoltura diversi generi. Per un po' può divertire, ma poi mostra la corda.

Schramm 14/08/12 11:58 - 2411 commenti

I gusti di Schramm

When Revolver sucks / and Rocknrolla's a bore / who Ritchie's gonna call? Blockbuster! Incurante dell'orda di puristi storcenti bocca, quel gran furbacchione di Ritchie riveste caratteri e ritmi del più aristotelico detective del pianeta di quel non so che di marveliano e ammolla il tutto in una trama talmente sciocca da garantire al dunque elevata godibilità. Naturalmente non c'è partita con la serie che se lo mangia in tre mosse, ma finalmente Ritchie si è dato una bella raddrizzata tornando a fare del gran cinema spogliandosi dei primevi paramenti tarantinoidi, ed è tutt'altro che poco.

Toporosso 7/10/15 14:36 - 77 commenti

I gusti di Toporosso

Tutto sommato un film piacevole, non scevro tuttavia di qualche pecca. Inappuntabile e briosa la regia, impreziosita da alcuni movimenti di macchina di grande mestiere. Ottime le scenografie, con squarci di una Londra fangosa magistralmente ricreati. In gran spolvero gli interpreti principali, con una nota di merito particolare al Dott. Watson di Jude Law. Purtroppo il resto del cast non mi pare all'altezza dei due mattatori, in particolare la Mcadams, forse poco servita da una sceneggiatura zoppicante che risulta il vero punto dolente del film.

Von Leppe 17/10/15 13:52 - 1010 commenti

I gusti di Von Leppe

Film d'azione più che un giallo/thriller, e questo nuoce alla coppia sherlock Holmes e Watson. Il personaggio di Conan Doyle viene snaturato per rispettare i cliché attuali (Holmes appare più fisico che riflessivo e addirittura si presta a sbaciucchiamenti con Irene Adler). Siamo dalle parti dei film di Stephen Sommers come La mummia o Van Helsing, con una quasi totale assenza di quella suspense e mistero tipiche di un giallo. Riuscite solo la ricostruzione della Londra vittoriana e i riferimenti satanici.

Il Gobbo 22/01/16 12:50 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Successo di pubblico che dimostra come, oltre a quelle imprecise, anche le idee stupide possano avere un avvenire. Tipo quella di rivisitare Conan Doyle in chiave steampunk (credo si dica così) con gran sciupìo di computer grafica, molto movimento, stile di regia fastidiosissimo almeno per noi passatisti reazionari. Imbarazzante il confronto con il tentativo televisivo di ammodernamento

Ultimo 14/12/16 18:48 - 1322 commenti

I gusti di Ultimo

Un buon film, ove il regista riprende i personaggi tanto cari a Conan Doyle e li reinventa in un action ambientato sul finire del XIX secolo. Convincente la prova di Downey Jr, abile nell'interpretare il genio e la follia di Holmes e buono pure Law nelle vesti del sempre fedele Watson. L'intreccio giallo non è poi così avvincente ed è surclassato dalle scene d'azione e dall'ottima ricostruzione della Londra dell'epoca. Non male gli effetti speciali (anche se esagerati). Mi aspettavo qualcosa di più a livello investigativo. Buono.
MEMORABILE: L'incontro di lotta di Holmes; Il duello finale.

Taxius 29/01/17 23:05 - 1634 commenti

I gusti di Taxius

Guy Ritchie resuscita il personaggio di Sherlock Holmes e lo trasforma in una specie di supereroe che tra esplosioni, zuffe e intrighi vari deve salvare il regno unito da un pazzo che vuole conquistare il potere assoluto. Bellissima la ricostruzione della Londra vittoriana e notevoli anche i costumi di scena. Siamo davanti a un film d'intrattenimento con ottimi spunti, capace di far ridere attraverso i numerevoli siparietti tra i due protagonisti. Nulla di eclatante, ma è un film gradevole e alla fine si resta soddisfatti.

Bergelmir 29/12/18 18:29 - 160 commenti

I gusti di Bergelmir

Esteticamente accattivante e curato in molti dettagli, anche se spesso deriva verso una rappresentazione di un Ottocento londinese steampunk e caricaturale e la sostanza è deludente: la scrittura infatti non regge nemmeno i primi dieci minuti, dal momento che è chiarissimo che l'azione e il ritmo debbano prevalere su tutto, anche sulla credibilità e la coerenza della narrazione. La trama si disvela forzosamente e il finale è acrobatico, ma senza qualità. Lord Blackwood ha l'aspetto di un nazista fuori luogo.

Lupus73 30/01/20 23:47 - 438 commenti

I gusti di Lupus73

Molto "americano" nonostante l'ambientazione inglese e un Holmes sui generis, poco britannico e molto bohémien. Nulla da eccepire su fotografia e post produzione molto ricercate (ma troppa CGI); più che di giallo trattasi di film avventuroso/action, ma la grossa pecca è l'esagerata esasperazione del montaggio da trailer, troppo iperattivo e caotico (molto in voga) al punto da creare fastidio, deconcentrazione, confondendo la sceneggiatura, già di per sé piuttosto caotica (tratta da un fumetto e si vede). Di giallo rimane la soluzione nel finale.

Pinhead80 7/12/19 23:14 - 3782 commenti

I gusti di Pinhead80

Una versione estremamente dinamica, questa dello Sherlock Holmes che ci viene proposta da Guy Ritchie, con adrenalina che scorre a fiumi e che si va a discostare da quella che è l'idea di base del personaggio. Questo farà storcere il naso a molti che amano la figura classica dell'ispettore ma esalterà chi ama l'azione. Tranelli, scazzottate, avvelenamenti, fughe e chi più ne ha più ne metta in un rompicapo senza fine che prevederà un seguito altrettanto elettrizzante.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Ciavazzaro • 3/09/10 20:43
    Vice capo scrivano - 5592 interventi
    Soundtrack: http://www.youtube.com/watch?v=vgRVJksQocM
  • Homevideo Gestarsh99 • 10/10/11 13:20
    Scrivano - 13507 interventi
    Disponibile in edizione Combo Pack (Blu-Ray Disc + DVD + Copia Digitale) per Warner Home Video: DATI TECNICI * Formato video 1,85:1 Anamorfico 1080p * Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Francese Spagnolo Tedesco 5.1 DTS HD: Inglese * Sottotitoli Olandese Spagnolo Francese Tedesco Italiano Portoghese Danese Norvegese Svedese Finlandese * Extra Maximum Movie Mode (Picture in Picure) - Il regista investiga sul mondo si Sherlock Holmes mentre guardi il film Reinventare il personaggio di Sherlock Holmes Contenuti BD-Live
  • Discussione Zender • 1/02/13 07:57
    Consigliere - 43735 interventi
    Consiglio a tutti gli sherlockisti l'esaustivo speciale in tema del Dandi, davvero completo e che questa volta non si occupa del personaggio ma delle sue versioni cinematografiche!
  • Discussione Galbo • 1/02/13 10:26
    Gran Burattinaio - 3735 interventi
    Interessante, complimenti all'autore
  • Discussione Didda23 • 16/12/13 14:29
    Comunicazione esterna - 5689 interventi
    Vorrei segnalare a Il Dandi (molto probabilmente ne è a conoscenza, ma manca nello speciale) che nello speciale -sempre se vuole- dedicato a Sherlock Holmes si potrebbe aggiungere la serie tv Elementary in onda su sky, una rilettura in chiave moderna, con Lucy Liu nei panni di Watson, del personaggio creato da Doyle. La pagina wiki: http://it.wikipedia.org/wiki/Elementary_%28serie_televisiva%29
    Ultima modifica: 16/12/13 14:30 da Didda23
  • Discussione Il Dandi • 16/12/13 18:02
    Contratto a progetto - 1423 interventi
    Ciao Didda, sono a conoscenza dell'esistenza della serie ma manca nel mio speciale su Sherlock perché questo era precedente. Per il momento se Zender vuole si potrebbe allegare i miei 2 articoli su Holmes alla scheda davinottica della serie, visto che questa è già presente in database. Quanto ad inserirla come aggiornamento, non l'ho ancora vista se non brevi estratti su internet. Ti anticipo che pur non avendo una buona impressione della scelta del protagonista e dell'ambientazione newyorkese, nutro nei confronti di questa serie curiosità perché mi ha "scippato" battendomi sul tempo molte idee di un mio romanzo rimasto nel cassetto: la disintossicazione di Sherlock e soprattutto il Watson donna (quindi ormai il mio progetto è bruciato). A presto.
  • Discussione Zender • 16/12/13 19:01
    Consigliere - 43735 interventi
    Per regola da sempre non allego speciali se nello speciale non è chiaramente citato e approfondito il titolo della scheda. Quindi potrò farlo quando (e se) deciderai di aggiungere Elementary allo speciale.
  • Discussione Il Dandi • 17/12/13 08:28
    Contratto a progetto - 1423 interventi
    Certo, allora ti propongo per il momento di allegare alla serie il primo approfondimento, quello che parla del personaggio di Sherlock Holmes in generale. L'aggiunta di Elementary allo speciale sulle incarnazioni cinematografiche arriverà presto, contaci :)
  • Discussione Zender • 17/12/13 08:50
    Consigliere - 43735 interventi
    Siccome l'uno rimanda rimanda sempre all'altro preferirei aspettare di avere l'aggiunta e poi allegare entrambi, visto che arriverà.
  • Curiosità Siska80 • 20/02/20 12:24
    Galoppino - 209 interventi
    Nelle storie originali di Sherlock Holmes, l’investigatore dalla mente brillante pratica a livello esperto il Baritsu. Nel film, invece, l’arte marziale che Sherlock Holmes usa è il Kung Fu Wing-Chun, diventato famoso per essere utilizzato tanto da Ip Man Yee quanto da Bruce Lee. L’interprete di Sherlock, Robert Downey Jr., pratica questo tipo di Kung Fu anche nella vita vera. La scena dello scontro tra lui e David Garrick al Punch Bowl Pit è stato addirittura coordinato dall’istruttore di Robert Downey Jr. Fonte: https://www.lascimmiapensa.com/2019/11/07/sherlock-holmes-5-curiosita-robert-downey-jr/