Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/07/08 DAL BENEMERITO GUGLY
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 1/08/08 21:23 - 8507 commenti

I gusti di Cotola

Fiction italiana piuttosto modesta ma tutto sommato meno peggio della media del genere. Hill ce la mette tutta, Insinna e Frassica sono una discreta coppia comica, peccato però che gli episodi siano troppo prevedibili e spesso sceneggiati in modo pedestre (quanti buchi!) e che aleggi un clima troppo buonista davvero insopportabile e fuori dal mondo. Come sempre le prime serie sono migliori di quelle ultime dove le idee scarseggiano ancor di più sebbene già all'inizio non fossero particolarmente brillanti. Per famiglie dalle blande pretese.

Gugly 30/07/08 23:48 - 1065 commenti

I gusti di Gugly

Serie classica per famiglie con Terence Hill nei panni di un sacerdote particolarmente intuitivo che aiuta i carabinieri di Gubbio e sbrogliare casi intricati... I limiti sono quelli soliti della fiction italiana (volemose bene e tarallucci e vino), ma Terence Hill ci crede veramente alla missione del sacerdote che interpreta e Frassica e Insinna sono simpatici. Le ultime serie sono un po' logore per esaurimento. Menzione a Moschin prima e Renato Carpentieri poi nei panni del Vescovo.

Maineng 4/08/08 01:40 - 100 commenti

I gusti di Maineng

Mi é capitato di vederne degli episodi e devo dire che non ne salverei neanche uno! Uno stile recitativo troppo artefatto e impregnato di buonismo che, io personalmente, ho trovato irritante. Il problema delle fiction, soprattutto italiane, é la ripetitività nelle idee e nei contenuti: preti e professori uguali a medici o commesse. Ho apprezzato di più Terence Hill quando lavorava con Bud Spencer, un ruolo a lui più congeniale che l'ha portato al successo. Il sacerdote alla Sherlok Holmes magari sarebbe stato più apprezzabile in borghese! Sconsigliato!

Galbo 4/08/08 14:31 - 11976 commenti

I gusti di Galbo

Tipico prodotto televisivo per famiglie che ha probabilmente goduto di un successo molto superiore al suo reale valore. Dalla sua Don Matteo ha l'assenza di volgarità e violenza gratuita (cosa non comunissima di questi tempi) e la simpatia del cast che vede arruolati bravi professionisti. Di contro si segnala una eccessiva prevedibilità della sceneggiatura con andamento delle storie fin troppo scontato.

Ciavazzaro 17/10/08 16:50 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Orrida fiction, eccesivamente buonista. Non mancano alcuni importanti caratteristi del nostro cinema (in un episodio c'è lo scomparso Tano Cimarosa), ma il livello è davvero molto basso. Non si riesce a salvare un solo episodio (come è possibile che alla fine puntualmente il cattivo si mostri pentito dei crimini da lui commessi?).

Disorder 17/07/09 23:06 - 1414 commenti

I gusti di Disorder

Una fiction misurata, posata e, almeno per quanto riguarda le prime serie, appassionante. Terence Hill è a proprio agio nei panni del prete detective; alle volte ricorda un po' La signora in giallo, specie per le incongruenze: Gubbio è una cittadina ma succede di tutto. La cosa peggiore è il finale: immancabilmente l'assassino si pente, parte una musichetta e Hill recita la morale della puntata. Comunque un buon prodotto, almeno all'inizio.

124c 20/07/09 12:41 - 2845 commenti

I gusti di 124c

Incredibile successo tv di Terence Hill, che, seguendo le tracce lasciate dal Padre Brawn di Renato Rascel e dal Don Tonino di Andrea Roncato, si (ri)mette la tonaca nera (dopo l'errore Don Camillo), risolvendo diversi casi di omicidio. La trovata del colpevole che si redime ascoltando le parole del sacerdote è vincente, un po' meno il maresciallo Cecchini di Nino Frassica, la cui presenza sarà anche essenziale ed amata ma a volte straripa, pure troppo. Il resto del cast è affiatato, Terence Hill è bravo, ma la saga va troppo per le lunghe.
MEMORABILE: La strana coppia Frassica/Hill.

Stefania 23/07/09 23:38 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Giustizia divina e giustizia umana, un prete e i carabinieri. Secondo la Bibbia "i mulini del Signore macinano lentamente", invece Don Matteo è ultrarapido nello scovare i colpevoli, arriva sempre prima dei carabinieri, appunto! Serie realizzata per Rai Uno, prima serata, da una casa di produzione tradizionalmente attenta ai valori cattolici. Buona la scelta di Terence Hill come protagonista, è "giovanile" e ancora piacente; simpatico il personaggio della "perpetua" (Guetta), bravo Frassica.

R.f.e. 25/10/09 11:50 - 816 commenti

I gusti di R.f.e.

Questa fiction non riesce nemmeno ad avere il senso del ridicolo! Terence Hill che converte tutti (aah, quella musica... e la citazione di prammatica), riciclando il "suo" Don Camillo, emigrato dalla "comunista" Emilia-Romagna (non c'era trippa per gatti) alla più cattolica Umbria. Un buonismo senza freni e una retorica consolatoria (interpreti brutti - quasi dei freaks! - ma "felici") che è davvero difficile prendere sul serio. Ma RAI UNO conta realmente su serie come questa per rilanciare i "valori" religiosi e familisti?

Ale nkf 29/03/10 14:56 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Serie italiana che nonostante la poca efficacia ed autenticità riscuote un notevole successo. Il prete che cerca di risolvere gli omicidi che la polizia non è in grado di fare sta diventando un classico e si era già visto in I misteri di padre dowling decenni prima. L'assassino è spesso molto identificabile poiché la storia si sviluppa attorno a pochissimi personaggi e quindi si finisce molto spesso con l'indovinare effettivamente il colpevole. Da evitare!

Vari HA DIRETTO ANCHE...

Darkknight 11/04/10 23:52 - 353 commenti

I gusti di Darkknight

Mentre spalare letame sul Vaticano è ormai sport, Terence rischia grosso incarnando un prete saggio, simpatico e rassicurante. Forse non il suo ruolo più memorabile, ma ci sta dentro bene. Simpatici e cartooneschi gli altri protagonisti. Splendida la cornice di Gubbio. Il buonismo onnipresente, le trame che seguono sempre lo stesso schema e la continuity poco serrata sono pregi e non difetti, di questo che vuol palesemente essere un telefilm ottimista, garbato e per famiglie come lo erano i vecchi A-Team, MacGyver eccetera. Squisito.

Siregon 15/08/11 12:48 - 353 commenti

I gusti di Siregon

Meno male che c'è la filmografia di Hill a salvarlo da questa mortificante fiction ecclesiastica targata Rai che è quanto di più rivoltante e moralistico si possa concepire. Personaggi medievali nella loro rozzezza, sceneggiature tutte uguali, musiche col pilota automatico a sottolineare le sofferte pause del redentore Don Matteo. Frassica, Insinna e credo non serva altro ad esaltarne l'inarrivabile bruttezza.

Piero68 26/09/11 09:13 - 2896 commenti

I gusti di Piero68

La produzione mette insieme un cast di discreti professionisti tra attori e registi, sceglie una location molto bella ed a misura d'uomo (Gubbio) e un soggetto che anche se non nuovissimo è uno di quelli che piace. Come al solito sono le sceneggiature e i copioni che mancano e che non sono all'altezza. E soprattutto è proprio Terence Hill (che dovrebbe essere la colonna portante della serie) ad essere lontano anni luce da una recitazione accettabile. Mentre Frassica, Insinna ecc. "lavorano", lui sembra sempre distratto da altro.

Markus 3/05/12 09:57 - 3555 commenti

I gusti di Markus

Una fiction pensata sostanzialmente per un pubblico di terza età (come gli anni di Hill d'altronde, che qui si rimaschera da sacerdote dopo che negli Anni '80 rivisitò Don Camillo). Fatta questa precisazione - che perciò toglie qualsiasi dubbio sull'obbiettivo del manufatto - Don Matteo è l'ennesimo prete-investigatore della televisione italiana che nulla aggiunge a quanto fatto fino ad oggi e risulta perciò innocuo. La "cattiveria" di Rascel nel suo Padre Brown era tutt'altra cosa, diciamolo!

Raremirko 17/06/12 23:24 - 564 commenti

I gusti di Raremirko

Registi affermati e conosciuti (Oldoini, Pompucci, ecc.), buon cast (Hill in un ruolo diverso, Frassica che è una buona spalla), qualche sforzo riguardo allo script, ma in generale la serie non si lascia molto ricordare, intrattenendo e niente più. Magari si poteva (o si potrebbe) inventarsi qualcosa di più originale riguardo alle trame, motivando meglio gli antagonisti e quant'altro. Comunque almeno una sufficienza piena l'abbiamo (e non per tutte le fiction italiane si può dire così).

Herrkinski 22/08/13 01:14 - 7073 commenti

I gusti di Herrkinski

Fiction per famiglie che riprende l'idea del Don Tonino di Roncato/Sammarchi sostituendoli con un attempato Hill e con i carabinieri Insinna e Frassica. La parte "poliziesca" è quasi sempre roba di poco conto, mentre abbondano le parti da commedia garbata e gli sprazzi melodrammatici, stemperati da un clima non troppo teso e dalla simpatia di Frassica, forse l'unico attore che giustifica la visione di un prodotto che sembra confezionato più per fare un piacere agli enti comunali, all'Arma e alla Chiesa Cattolica che alla settima arte.

Yamagong 16/01/14 22:32 - 274 commenti

I gusti di Yamagong

Va bene che ormai i cari vecchi sceneggiati sono morti e sepolti, ma c'è un limite a tutto! Davvero mamma Rai non poteva fare niente di meglio che propinarci questa tediosissima accozzaglia di provincialismo, morale cattolica e buonismo da quattro soldi? Sul fronte registico e recitativo c'è da mettersi a piangere (messinscena da recita parrocchiale, terrificanti le figure di contorno, Hill inascoltabile senza la voce di Locchi). Se solo bastassero la confezione visiva e i siparietti di Frassica e Insinna...

Ultimo 18/10/14 17:45 - 1569 commenti

I gusti di Ultimo

Una serie che resiste imperterrita al passare del tempo, grazie alla bravura del protagonista Terence Hill e alla simpatia di Frassica. Un prodotto onesto, con episodi sempre molto simili ma convincenti. Simpatico tutto il cast. Giallo leggero da serate tranquille.

Brik94 12/08/15 08:24 - 68 commenti

I gusti di Brik94

Forse il personaggio più noto di Terence dopo Trinità. Tutti hanno visto almeno una puntata di questa infinita serie tv. Terence è un buon protagonista ma forse troppo buonista nella fiction: alla fine degli episodi quasi tutti i criminali sembrano redimersi alle parole del prete. Terence è affiancato da un grande Nino Frassica e da Nathalie Guetta. Flavio Insinna compare nelle prime 5 stagioni sostituito poi da Montedoro, bravo ma che non regge il confronto.
MEMORABILE: La simpatica musica della sigla; Il personaggio di Frassica.

Festo! 24/08/18 09:42 - 83 commenti

I gusti di Festo!

Tenete a mente, Don Matteo è iniziato nel 2000. Stagioni 1, 2, 3: da un lato manca l'elemento romantico, dall'altro il fattore giallo è ben sviluppato; puntate del tutto godibili. Stagioni 4 e 5: viene aggiunto l'elemento romantico, poche le forzature, il giallo rimane fondamentale. Conclusione ideale. Stagioni 6, 7 e 8: la minestra inizia a essere riscaldata, le forzature diventano troppe, ma comunque... Dalla stagione 9: il prodotto è pessimo, manco fosse Un posto al sole. Prima mi piaceva, ora la detesto. Il buonismo di Don Matteo mi è però sempre stato antipatico…
MEMORABILE: Le scene tra il sindaco e il capitano (4-5); Montedoro con Amanda (6-7).

Terence Hill HA RECITATO ANCHE IN...

Samuel1979 23/01/21 12:55 - 525 commenti

I gusti di Samuel1979

Fiction mediocre affidata totalmente a Hill, qui nella veste di un parroco senza alcun difetto e sempre dedito al prossimo. La serie tv ha la grossa lacuna di essere caratterizzata da un eccessivo buonismo, al punto da far sembrare ridicoli gli svariati episodi. Da salvare la buona intesa Insinna/Frassica, che interrompono il torpore con i loro simpatici siparietti. Splendide le location.

Siska80 25/03/22 20:54 - 2641 commenti

I gusti di Siska80

Fiction fiume che parte da un'idea non originale e piuttosto abusata (il prete investigatore) e che ha come protagonista un Hill simpatico ma a volte privo di mordente. Se nelle prime serie la durata di ogni puntata non sfiorava mai l'ora, col passare del tempo la lunghezza è quasi raddoppiata, con l'aggiunta di intrecci che vorrebbero far sorridere risultando invece fastidiosi e inerenti a un numero sempre crescente di comprimari. Trame non trascendentali ma seguibili, cast sufficiente, lieto fine assicurato rendono la produzione mediocre ma con un certo stile.
MEMORABILE: I particolari rimossi che proprio all'ultimo momento riaffiorano alla mente di Don Matteo permettendo la soluzione del caso.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Galbo • 11/01/20 06:49
    Consigliere massimo - 3939 interventi
    A giudicare dal riscontro del pubblico, dubito che si fermeranno qui...
  • Discussione Ruber • 11/01/20 10:11
    Contratto a progetto - 9159 interventi
    Galbo ebbe a dire:
    A giudicare dal riscontro del pubblico, dubito che si fermeranno qui...

    Si ok gli ascolti, è una fiction ventennale con il suo pubblico, non deve dimostrare più nulla. Il fatto è che io non so più cosa si inventeranno gli sceneggiatori dopo vent’anni! E poi Terence Hill ma veramente ha ancora tutta sta voglia di girare questa roba. Io direi anche basta e voltare pagina come lo si è fatto con “Un Medico in famiglia”. Bisogna avere il coraggio una volta per tutte di staccare la spina.
  • Discussione Galbo • 11/01/20 11:24
    Consigliere massimo - 3939 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    Galbo ebbe a dire:
    A giudicare dal riscontro del pubblico, dubito che si fermeranno qui...

    Si ok gli ascolti, è una fiction ventennale con il suo pubblico, non deve dimostrare più nulla. Il fatto è che io non so più cosa si inventeranno gli sceneggiatori dopo vent’anni! E poi Terence Hill ma veramente ha ancora tutta sta voglia di girare questa roba. Io direi anche basta e voltare pagina come lo si è fatto con “Un Medico in famiglia”. Bisogna avere il coraggio una volta per tutte di staccare la spina.


    Non credo conti tanto l’aspetto artistico quanto quello “alimentare”
  • Discussione Ruber • 11/01/20 20:46
    Contratto a progetto - 9159 interventi
    Eh addirittura ;)
  • Discussione 124c • 12/01/20 11:02
    Comunicazione esterna - 5178 interventi
    Galbo ebbe a dire:
    A giudicare dal riscontro del pubblico, dubito che si fermeranno qui...

    Terence Hill, purtroppo, ha detto che si andrà avanti ad oltranza.
  • Discussione 124c • 12/01/20 11:17
    Comunicazione esterna - 5178 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    Eh addirittura ;)

    Se abbiamo chi è fedele alla serie, che come mentalità si è fermata a vent'anni fa e vogliono ancora e ancora e ancora e ancora stagioni tv e episodi nuovi, che cosa ci vuoi fare? Per me, il vero Terence Hill è finito con Lucky Luke (anzi forse prima di quel serial western del 1990, quando gli arrivò la batosta della morte di suo figlio Ross), mentre il vero Nino Frassica (sempre per me) è finito con Indietro tutta. Le prossime stagioni, visto che sembrano già confermate (finché Hill e Frassica staranno bene), se non si fa un re-casting giovanile, rischiano d'essere ambientate all'ospizio. "Don Matteo, hanno rubato la dentiera alla signora Stuzzichini, ha qualche sospetto?" e lui: "Certo, maresciallo Checchini. A proposito, come va l'ernia del disco?"
    Ultima modifica: 12/01/20 18:03 da Zender
  • Discussione Ruber • 13/01/20 09:40
    Contratto a progetto - 9159 interventi
    Mah non credo che Hill sia finito con Lucky Luke, le prime stagioni della serie di Don Matteo erano anche gradevoli, ma poi sovviene la stanchezza, mancano idee e si raschia il barile. Anche Frassica non è certo finito con Indietro tutta dai, oltre a Din Matteo nel corso degli anni ha fatto tanto altro rispetto invece a Terence che a parte il ritorno al cinema non ha fatto nulla. Dove la metti la bella interpretazione di Frassica nella “Scomparsa di Patò”, oppure la parte in Baaria ? E solo che come dicevo a Galbo, capisco il pubblico over affezionato, ma poi anche no, basta su staccate la spina.
  • Discussione 124c • 14/01/20 03:27
    Comunicazione esterna - 5178 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    Mah non credo che Hill sia finito con Lucky Luke, le prime stagioni della serie di Don Matteo erano anche gradevoli, ma poi sovviene la stanchezza, mancano idee e si raschia il barile. Anche Frassica non è certo finito con Indietro tutta dai, oltre a Din Matteo nel corso degli anni ha fatto tanto altro rispetto invece a Terence che a parte il ritorno al cinema non ha fatto nulla. Dove la metti la bella interpretazione di Frassica nella “Scomparsa di Patò”, oppure la parte in Baaria ? E solo che come dicevo a Galbo, capisco il pubblico over affezionato, ma poi anche no, basta su staccate la spina.

    Appunto staccatela, se la novità della dodicesima stagione è la morte della signora Cecchini, per trasformare il maresciallo nel patrigno della "capitana". Su Terence Hill e Nino Frassica, le mie impressioni sono mie. Difficile sopportare Terence Hill vecchio che fa il giovanile, visto che non tira più cazzotti e non è poi così tanto simpatico e sornione. Quanto a Frassica, forse ha fatto cose meritevoli, ma non è il mio genere d'attore.
  • Discussione 124c • 15/01/20 19:16
    Comunicazione esterna - 5178 interventi
    C'è, però, da registrare una differenza dalle altre 11:. questa volta si tratta di 12 film tv da due ore, non 24 episodi da un'ora proposti a ritmo di due a settimana.
  • Discussione Samuel1979 • 20/01/21 12:35
    Addetto riparazione hardware - 3747 interventi
    Nell' episodio "La strategia dello scorpione", ( prima serie), nelle vesti di un detenuto c'è l'attore Francesco Benigno

     
    Ultima modifica: 1/04/22 07:48 da Zender