Agente 007 - Quantum of Solace

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: 007 - Quantum of Solace
Anno: 2008
Genere: spionaggio (colore)
Note: Fa parte della serie di film dell'agente 007 (James Bond).
Numero commenti presenti: 29
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Quanto sono lontani i tempi della SPECTRE e dei Blofeld che volevano conquistare il mondo con l'ingenuità dei ragazzini! Oggi James Bond (ma vogliamo davvero continuare a chiamarlo così? Cos’ha Daniel Craig da spartire con i Connery, i Moore o i Brosnan?) combatte contro organizzazioni ramificate di cui si colgono qua e là vaghe trame. La verità è che già dopo il primo inseguimento rischiamo di precipitare nel caos internazionale senza capirci un'acca! Subiamo la valanga di informazioni che ci vengono riversate addosso senza una logica apparente accettandole semplicemente, senza doverci porre troppe domande. E sarà così fino alla fine, quando del film ricorderemo qualche buon inseguimento (notevole quello sui tetti di Siena), la bellezza...Leggi tutto della Bond girl di turno e pochissimo altro. Uno dei più inconsistenti 007 di sempre, legato al precedente CASINO ROYALE da fili quasi invisibili, percorso da un Daniel Craig monoespressivo (sorridesse una volta per sbaglio...) che beve e fa sesso quasi controvoglia, per evidenti esigenze di identificazione minima col personaggio. Lo 007 moderno, ipertecnologico, duro e tetragono può ricordare al massimo le infelici incursioni nella serie dell'altrettanto legnoso Timothy Dalton, ma almeno lì un briciolo di intreccio comprensibile senza dovercisi spaccare il cervello si afferrava. Se non altro nell’action non si esagera con la camera a mano; è già qualcosa, di questi tempi...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/11/08 DAL BENEMERITO GEPPO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 8/06/09
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Geppo 9/11/08 01:20 - 296 commenti

I gusti di Geppo

Ottimo film, girato con grande maestria tecnica e tanti inseguimenti ritmatissimi. Daniel Craig si conferma perfettamente calzante, per il ruolo. Praticamente è il sequel del film Agente 007 - Casino Royale. Lucrezia Lante della Rovere appare in un cameo con Giancarlo Giannini. La regia di Marc Forster convince, anche se poi la trama è sempre la solita americanata!

Galbo 10/11/08 05:55 - 11673 commenti

I gusti di Galbo

In questo buon sequel dell'ottimo Casinò Royale, continua la trasformazione del personaggio Bond: più fisicità e meno (quasi nulla) tecnologia per un agente segreto, che inseguendo una personale vendetta, si rivela capace di soffrire oltre che di sentimenti di amicizia e lealtà. I limiti del film sono costituiti dalla sceneggiatura troppo intricata (difficile da seguire se non si ha in mente il film precedenti) e un "cattivo" (Mathieu Amalric) bravo ma poco carismatico. Sequenze d'azione realizzate in modo eccellente. Divertimento di alta classe

Mascherato 14/11/08 11:07 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

A 007 gli autori stanno stretti. I migliori registi della serie, non a caso, sono solidi artigiani quali Terence Young e Martin Campbell. Il nuovo corso segna a suo vantaggio diversi punti: maggior ruvidezza di Bond (cui contribuisce l'ottimo Craig), struttura davvero seriale (questo è un sequel sequel di Casino Royale) e cattivi storicamente plausibili (Greene è uno speculatore che vuole arricchirsi grazie all'accaparramento delle risorse idriche). Forster, però, è impacciato nelle scene d'azione (a differenza di Greengrass in The Bourne Ultimatum) e quando si atteggia a Coppola (all'Opera).
MEMORABILE: "Ha tentato di uccidere una persona cui tengo" "Una donna?" "Sì, ma non è come credi" "Tua madre?" "A lei piacerebbe"

Markus 16/11/08 01:48 - 3427 commenti

I gusti di Markus

Suo punto di forza è quello di avere molta azione, senza l'uso artificioso ed eccessivo degli effetti speciali. Daniel Craig, ormai esperto, si muove perfettamente ed è funzionale all'avventura. Il cast si arricchisce di belle donne e della presenza del mitico Giancarlo Giannini, che si ritaglia una parte. Quasi insignificante la Lante Della Lovere, ma almeno può dire "io c'ero" (e non è poco) in una pellicola americana.

Effe 23/11/08 14:17 - 16 commenti

I gusti di Effe

Un bravo Craig, davvero ficcante nell'interpretare uno 007 sempre più duro, lapidario e assetato di vendetta, non basta a salvare una pellicola caciarona e disordinata che non decolla mai. Passino pure i dialoghi confusionari e le evidenti lacune del copione, atti, principalmente, a confondere lo spettatore; ma, perlomeno, delle buone scene d'azione (davvero piatte, invece), m'avrebbero fatto storcere di meno il naso. Un Bond in caduta libera, quindi, dopo il picco raggiunto con l'interessante Casino Royale. Aridatece Campbell.

Capannelle 30/11/08 00:25 - 3913 commenti

I gusti di Capannelle

Una storia troppo convulsa, scene d'azione montate da un cocainomane e una fotografia inadeguata rischiano di rovinare quanto di buono sta facendo Craig nel rianimare la serie di Bond. Giusto rinunciare a certi stereotipi del filone (armi sofisticate, eserciti dei cattivi) ma qui Forster parte a ruota libera e trascura colpevolmente i concetti di ironia (solo tre momenti in tutto il film) e tensione (non pervenuta). La Kurylenko è discreta, Amalric se la cava, a Giannini danno un ruolo che poteva fare chiunque.

G.Godardi 14/03/09 15:42 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Più che sequel di Casino royale ne è piuttosto una sua appendice, data la scarsità della durata (tolti i titoli di testa e di coda supera di poco i 90 minuti!). Trama caotica e a volte difficile da seguire... viene a mancare insomma una delle caratteristiche principali della serie: quella magniloquenza narrativa, fatta di pause e azione, che ne faceva un prodotto caratteristico. qui invece si spinge sempre di più sul pedale del gas e dell'esagerazione. D'accordo, l'apparato spettacolare è straordinario, ma le avventure di James erano tutt'altra cosa.

Matalo! 1/04/09 17:37 - 1371 commenti

I gusti di Matalo!

Prosaico seguito di Casinò Royale; Craig resta un Bond interessante e complesso ma a furia di volare basso e non mitizzare la figura si rischia di perdere tono e aura. Peraltro Craig ha la sfiga di trombare poco. Però, dopo Connery, resta il mio preferito. Il film non ha guizzi, nonostante le scene ad effetto (quella della Tosca, l'inizio, che però non bissa l'incipit del predecessore). Per la legge bondiana dell'ovvio turistico siamo a Siena e, d'obbligo, si vede il Palio. Olga Kurylenko è molto carina ma senza carisma. Il cattivo è a fascino zero.

124c 5/04/09 20:03 - 2813 commenti

I gusti di 124c

Daniel Craig continua nell'opera di raccontarci James Bond prima che diventi il James Bond che noi tutti conosciamo. Lo fa con questo seguito di Casino Royale, il primo Bond-movie che riprende le vicende del film precedente esattamente da dove erano iniziati i titoli di coda. Il film ha spezzato in due fazioni i fans, perché i detrattori volevano un po' più d'ironia e la ricomparsa di Q e miss Moneypenny. A me invece è piaciuto, anche se Craig alla fine non approfitta della bella Kurylenko.
MEMORABILE: Bond che rincorre un killer durante il palio di Siena.

Magnetti 6/04/09 10:26 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Una seconda puntata di Casinò Royale... Ma che senso ha? Ah si... fare cassa. Sebbene Craig convinca di nuovo, il film lo boccio perché la trama risulta sparata lì senza la minima sostanza, volutamente nebulosa per evitare che i meno smaliziati si accorgano che dietro c'è quasi nulla. Con l'aggravante delle belle scene d'azione, per la serie il contorno è più importante del piatto principale. Si tratta di una ben realizzata operazione commerciale per vendere dvd e biglietti al cinema che non lascia proprio nulla.

Marc Forster HA DIRETTO ANCHE...

Supercruel 25/04/09 17:35 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Meno solido del precedente Casinò Royale, il nuovo film di Bond paga la scelta di spingere tutto sull'azione e troppo poco sui personaggi e sulla trama. La vicenda è abbastanza confusa e tutto sommato poco accattivante e, pecca non da poco, i cattivi hanno un carisma prossimo allo zero. L'adrenalina non manca, ma viene lecito domandarsi i perché di un montaggio così schizofrenico e inintellegibile. Non è da buttare in toto, ma la la voglia di rivederlo è parecchio bassa. Usa e getta.

Enricottta 30/08/09 15:10 - 507 commenti

I gusti di Enricottta

Per i puristi del Bond classico, l'avvento di Craig è una tragedia. Magari si pensa ad un sostituto a breve. L' iconoclasta ha varie colpe, non ultima la totale mancanza di ironia. Per me l'unico problema è che gli mancano le tante donne, ecco perché 007 è così depresso. In attesa del prossimo capitolo che sarà ambientato a New York nella sede della Pfizer (produce il Viagra) e si chiamerà Blu, teniamoci questo onesto attore che ha avuto la sfortuna di ereditare i più intransigenti ed obsoleti spettatori del cinema mondiale. Bond è morto, viva Bond!

Disorder 15/01/10 23:44 - 1414 commenti

I gusti di Disorder

Dopo lo splendido Casino Royale, questo pur degno sequel delude un po'. La trama è decisamente ridotta e poco chiara, si punta tutto su effetti speciali e scene d'azione continue. Ma le note positive non mancano: la Kurylenko lascia il segno e non solo per la spaventosa bellezza; Craig si conferma attore dotato e credibile come 007. Ma convince soprattutto questo nuovo corso in cui Bond è tutt'altro che un playboy invincibile e burlone: soffre, sputa sangue e il suo "sense of humor" è decisamente nero. Un buon lavoro.
MEMORABILE: Lo splendido inseguimento iniziale tra Garda, Carrara e Siena.

Siregon 14/03/10 16:17 - 353 commenti

I gusti di Siregon

Parte benissimo con l'inseguimento in auto per perdersi subito dagli orridi titoli di testa in poi in un banale action movie tutto adrenalina, esagerazioni, trame improbabili e attori svogliati. Craig ha già perso il poco smalto che aveva, le Bond girl sono bellissime ma molto dimenticabili e i cattivi probabilmente sono i più noiosi mai visti nella serie. La regia è da videoclip ipervitaminizzato, le musiche di David Arnold fanno pena e il finale è davvero appiccicato alla meno peggio. Brutto e spudoratamente commerciale.

Pinhead80 23/03/10 12:57 - 4154 commenti

I gusti di Pinhead80

Senza onbra di dubbio uno dei peggiori film di 007: l'azione non manca ma è caotica e la sensazione è che gli autori si siano sprecati veramente poco nella sceneggiatura. Inoltre ormai è diventato un agente 007 troppo spietato, che sembra più un giustiziere solitario che una agente segreto. Manca anche l'ironia, essenziale alle caratteristiche storiche del personaggio. Deludente.

Lucius 26/05/10 18:48 - 2934 commenti

I gusti di Lucius

Ormai il personaggio è stato rinnovato e gli autori sanno che possono fargli fare quello che vogliono, ma stavolta l'azione è veramente eccessiva e il film non risulta bilanciato, anche se le sequenze iniziali dell'inseguimento sono veramente mozzafiato e introducono lo spettatore alla grande nella storia. Craig sempre bravo anche nelle scene fisiche in cui non ha voluto la controfigura ma la magia non si ripete, resta un buon film ma non raggiunge i livelli di Casinò Royale.

Bruce 15/06/10 10:41 - 1006 commenti

I gusti di Bruce

Buon seguito del più fortunato e riuscito Casino Royale; il cambio di regia non è stato di aiuto. Il giro del mondo alla ricerca di location suggestive si fa sempre più vorticoso e finisce per stordire e far perdere il filo della complessa vicenda anche al più fedele degli appassionati della serie. Craig si conferma uno 007 duro e credibile; altrettanto atletica è la nuova Bond girl, priva però del fascino misterioso e sottile della precedente che lo aveva fatto davvero innamorare. Azione a profusione ma, questa volta, non basta.

Allievo46 20/09/10 22:31 - 1 commenti

I gusti di Allievo46

Forse sottovalutato o troppo criticato rispetto al precedente, la pecca memorabile per Quantum Of Solace è quella di risultare solo un film adrenalinico e denso di scene d'azione: sebbene prevalga un certo disequilibrio tra azione, spionaggio e dramma, elementi che hanno contraddistinto Casinò Royale, l'ultima avventura bondiana presenta una visione innovativa del genere spionistico sia a livello narrativo sia estetico e sono apprezzabili il percorso interiore e psicologico del nuovo Bond.
MEMORABILE: La scena dell'opera di Bregenz; Le scene di Bond (Daniel Craig) e Mathis (Giancarlo Giannini) in Bolivia.

Daniela 2/05/11 11:44 - 10646 commenti

I gusti di Daniela

Citazioni a parte (la ragazza nuda ricoperta d'oro, questa volta nero), il Bond di Craig ha poco a spartire con i precedessori: beve quel che capita, usa pochi gadgets, con le donne fa il minimo sindacale, è spesso sgualcito, sempre privo di (auto)ironia. Action-man più adatto ai tempi moderni che però, se aveva funzionato bene nel primo capitolo, qui mostra già la corda per colpa di una sceneggiatura che si limita ad infilare un inseguimento dietro l'altro, senza vera tensione (nessuna partita a carte col cattivo). Stordisce ma non convince.
MEMORABILE: L'inseguimento sui tetti di Siena

Tarabas 7/10/12 18:04 - 1801 commenti

I gusti di Tarabas

Il suo nome è Bond. Mario Bond. Gli inseguimenti in auto sono presi direttamente da Mariokart, le scene d'azione sono più ripetitive dei livelli di Donkey Kong, la Bond girl è meno espressiva della ragazza prigioniera del gorilla sul mio Vic20. La storia è inutilmente complicata quanto insulsa, i personaggi si dimenticano in un attimo, le poche sequenze senza scoppi, spari, incidenti d'auto si segnalano per pretenziosità. Peggio di tutto, per questo genere di film, è mortalmente noioso. Per fortuna questi dovrebbero essere i Bond "realistici"...

Olga Kurylenko HA RECITATO ANCHE IN...

Nando 15/10/12 14:27 - 3572 commenti

I gusti di Nando

Sicuramente lontano dalle atmosfere britanniche dei vecchi 007 in cui emergevano eleganza ed aplomb, la pellicola preferisce mostrare i muscoli e l'adrenalina. Trama lievemente contorta ma dotata di validi inseguimenti nonostante il monolitismo di Craig che manca di stile, rispetto ai suoi più antichi predecessori. Un sufficiente fumettone.

Piero68 17/10/12 08:49 - 2841 commenti

I gusti di Piero68

Come ho avuto già modo di dire, per me Bond ne ha guadagnato tantissimo, con Craig. Perchè è il giusto mix di durezza e umanità e soprattutto perchè gli inseguimenti a perdifiato con Craig diventano dei momenti di enterteinment puro. Inoltre finalmente si vede un Bond che si ferisce, sanguina e soprattutto che soffre. Questa è la logica continuazione di Casino Royale, visto che troviamo anche gli stessi personaggi secondari tipo Mathis e l'agente CIA impersonato da Wright. Come sceneggiatura forse è inferiore, ma come action no di certo.

Redeyes 24/02/13 12:02 - 2266 commenti

I gusti di Redeyes

Un disilluso Bond, il Craig-007 è già di per sé diffidente più d'un gatto dinanzi a una vasca piena d'acqua: riparte dalla tristezza per affrontare i suoi carnefici del cuore. Meno brillante nella sceneggiatura, e più ancora direi nell'intreccio vero e proprio (può definirsi lacunoso), ha il merito di ben delineare il carattere del nostro agente. Monoespressivo fino all'inverosimile, poco tecnologico e quasi alla Van Damme et similia, si lascia guardare ma non convince appieno. Rimandato.
MEMORABILE: L'inseguimento sui tetti di Siena; L'espressione dell'anziana cui fanno cadere la busta per le scale.

Furetto60 11/07/13 08:10 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Anche se fruibile autonomamente, è la seconda puntata di Casino Royale del quale vengono riproposti vari volti. Bond è sempre meno Bond e vira verso mete personali e un "tantino" anarcoidi, in pieno contrasto con il resto del mondo compresi i Servizi inglesi. La trama non è spiegata bene, anche qui ci si rassegna ad accettare bovinamente cambi di location e situazioni nuove, accontentandoci di godere di una sequenza di episodi più o meno spettacolari. Il risultato finale è simile al 1° episodio, eppure meno coinvolgente.
MEMORABILE: L’inseguimento a Siena, in particolare all’interno della Chiesa in ristrutturazione; La donna uccisa coperta di petrolio, omaggio alla donna dorata di Goldfinger.

Saintgifts 21/11/13 17:43 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Devo ricredermi sul Bond di Daniel Craig, o mi ci sto abituando. È sempre un Bond anomalo, ma forse un Ian Fleming nato 30 o 40 anni fa avrebbe potuto inventarlo così, campione di parkour, oltre a tutto il resto. Protagonista a parte ho trovato questo 007 un film piuttosto godibile; certo le costruzioni di questi ultimi 007 si assomigliano un po' tutte, quello che importa è lo spettacolo (che non manca), i cambiamenti di location improvvisi, le belle donne (quasi sempre con un vissuto alle spalle), ecc. Non ci sono sorprese, prodotto garantito.

Cotola 19/06/14 11:33 - 8000 commenti

I gusti di Cotola

Se è vero che la trama è confusa (ma si lascia comunque seguire anche per la sua brevità che lo porta ad essere il film più corto di tutta la serie) e che un certo tasso ipertecnologico non giova, almeno il versante action funziona abbastanza bene: le scene sono girate con una certa perizia ed il segmento senese è molto bello e degno di ricordo. Per il resto si sa, Craig-Bond dispiace a molti soprattutto per la sua mancanza di ironia: la colpa però è almeno da condividere con la sceneggiatura. In definitiva: molto vituperato ma in fondo poi non così brutto come lo si dipinge

Lythops 24/09/15 12:32 - 980 commenti

I gusti di Lythops

I film di 007 cominciano dove finisce la logica. Stabilita questa legge, anche "Quantum of solace" si può guardare come sempre presentando le doverose congratulazioni al montatore, agli stuntmen e quindi ai coreografi delle sequenze d'azione. Qualche interesse lo destano i dialoghi dei punti morti, paradossalmente i soli davvero interessanti di tutto il lavoro. Craig appare come l'unico Bond "credibile" di tutta la saga, soprattutto nelle scene d'azione.

Liv 22/10/16 08:24 - 237 commenti

I gusti di Liv

Arrivare alla fine di questo film è un'impresa. Chi amava James Bond, con la sua autoironia, la sua eleganza britannica, non so come possa accettare storie che sembrano strutturate (anzi, diciamo combinate) come un film di mafia, dove non si capisce nulla ma si sa come andrà a finire. Daniel Craig, poi, non lo vedo proprio. Sembra il "cattivo", anzi un delinquentello qualsiasi ma disposto a tutto perché non ha nulla da perdere. La Bond girl è interessante? Ci mancherebbe, ma è poca cosa.

Rambo90 13/08/21 00:07 - 6815 commenti

I gusti di Rambo90

Un Bond di passaggio, quasi un'appendice di Casino royale, che serve soprattutto a dare ancora più forza all'interpretazione di Craig prima di spostarlo verso altri lidi e avventure diverse. Funziona quanto basta, tra scene action mirabolanti e ben girate e una profonda umanità che distanzia definitivamente il protagonista da chi lo ha preceduto. Non male anche il villain, ma il meglio deriva dalla bellissima Kurylenko e dall'ironico Giannini. Buono.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 16/05/09 10:35
    Consigliere - 44761 interventi
    mah, secondo me i personaggi devono mantenere le loro linee caratteristiche (in fondo Bond è una specie di fumetto ormai), e mi pare che Craig non le abbia mantenute. Tuttavia so che ai fan Craig piace quindi niente da dire, per carità. Ripeto, non mi posso definire un appassionato della serie per cui è giusto che se piace ai fan resti.
  • Discussione 124c • 18/05/09 12:12
    Risorse umane - 5173 interventi
    Zender ebbe a dire:
    mah, secondo me i personaggi devono mantenere le loro linee caratteristiche (in fondo Bond è una specie di fumetto ormai), e mi pare che Craig non le abbia mantenute. Tuttavia so che ai fan Craig piace quindi niente da dire, per carità. Ripeto, non mi posso definire un appassionato della serie per cui è giusto che se piace ai fan resti.

    Sai perchè Pierce Brosnan, dopo il suo primo Bond-movie annoiò (almeno in Italia, dove gli incassi di Bond non sono mai stati più come quelli di Connery e Moore) ? Perchè i film raccontavano le solite cose e se si cercava di fare qualcosa di nuovo, tipo nel terzo Brosnan-Bond "Il mondo non basta", lo si banalizzava con trovate trite e ritrite. Io non voglio un vecchio amico che fa capolino ogni due/tre anni con la stessa roba, Bond non può essere più presentato in stile "Perry Mason" o "Colombo", nè raccontare storie credibili solo negli anni'60, deve rinnovarsi, quindi ben vengano le cicatrici e i vestiti sgualciti di Daniel Craig, lui è un duro a differenza di quel bamboccio di Brosnan, che non si muoveva senza Aston Martin accessorriata con modalità invisibile, tipo l'agentre superscoiattolo dei cartoni!
  • Discussione Didda23 • 5/04/11 12:33
    Comunicazione esterna - 5755 interventi
    Zender se posti le foto dell'inseguimento sul lago di Garda,nel fine settimana vado in loco fotografo e poi te le mando.
  • Discussione Zender • 5/04/11 14:05
    Consigliere - 44761 interventi
    Ehm, io non ho mica il film Didda... Se vuoi puoi fare quelle di La polizia chiede aiuto, che stanno a Brescia...
    https://www.davinotti.com/forum/location-verificate/la-polizia-chiede-aiuto/50001267
  • Discussione Didda23 • 5/04/11 14:14
    Comunicazione esterna - 5755 interventi
    Zender ti ho risposto nel post della polizia chiede aiuto..vado a vedere la zona...se riesco faccio le foto in giornata
  • Discussione Daniela • 3/05/11 10:39
    Gran Burattinaio - 5623 interventi
    SPOILER
    Ma perchè Craig butta il povero Giannini nel cassonetto?
    a) segno di disprezzo? No di certo, avevano fatto la pace, anzi Giannini era morto in modo commovente fra le sue braccia, poco è mancato che si dessero un bacino d'addio
    b) occultare il corpo? Ma se lo lascia in bella vista, ed infatti viene facilmente trovato (Dench ne dà notizia poche scene dopo)
    c) raccolta differenziata? Magari il cassonetto era destinato al biologico...
    E' vero che il film è pieno du buchi e punti oscuri, ma questo quesito mi è rimasto sul gozzo.
  • Homevideo Gestarsh99 • 26/06/11 12:28
    Scrivano - 17767 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc dall'11/07/2011 per MGM:



    DATI TECNICI

    * Formato video 2,35:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 DTS: Italiano Tedesco Spagnolo
    5.1 DTS HD: Inglese
    * Sottotitoli Italiano Tedesco Spagnolo Danese Finlandese Norvegese Svedese Inglese NU
    * Extra Video Musicale “Another Way to Die”
    Trailer Cinematografico
    Speciale “Bond on Location”
    Inizio delle riprese
    Le location
    Olga Kurylenko e l’inseguimento in barca
    Il regista Marc Forster
    La musica
    Gli archivi della troupe
  • Musiche Lucius • 15/09/13 01:01
    Scrivano - 8682 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il raro CD single:



    e il 45 giri originale:

    Ultima modifica: 21/12/14 11:40 da Zender
  • Curiosità Raremirko • 22/06/14 01:37
    Addetto riparazione hardware - 3718 interventi
    Riguardo Panama, le macchine che compaiono nel traffico vennero comprate appositamente una ad una dopo varie scelte.


    Fonte: extra dell'edizione 2 dvd
  • Discussione Striscia • 27/01/19 12:12
    Galoppino - 32 interventi
    Daniela ebbe a dire:
    SPOILER
    Ma perchè Craig butta il povero Giannini nel cassonetto?
    a) segno di disprezzo? No di certo, avevano fatto la pace, anzi Giannini era morto in modo commovente fra le sue braccia, poco è mancato che si dessero un bacino d'addio
    b) occultare il corpo? Ma se lo lascia in bella vista, ed infatti viene facilmente trovato (Dench ne dà notizia poche scene dopo)
    c) raccolta differenziata? Magari il cassonetto era destinato al biologico...
    E' vero che il film è pieno du buchi e punti oscuri, ma questo quesito mi è rimasto sul gozzo.


    Lo spiega lo stesso Craig nella scena quando dice che a Matiz non importerebbe di essere gettato li'.
    Evidentemente dovendo sbarazzarsi in fretta del corpo l'ha messo nel posto piu' vicino che ha trovato.