Indian, la grande sfida

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/06/09 DAL BENEMERITO SAINTGIFTS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Saintgifts 9/06/09 22:01 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

È la storia vera di Burt Munro, neozelandese e della sua moto, una Indian "scout twin" del 1920 che nel 1967 stabilisce un record di velocità sul sale di Bonneville (Utah) tuttora imbattuto. Il film è apprezzabile, Burt Munro (Anthony Hopkins) non è più giovane e nemmeno tanto sano ma riesce a superare tutte le difficoltà per portare una moto da lui stesso modificata a Bonneville e di scrivere il suo nome sul libro dei record. Hopkins è in forma e tiene su il film che ha il pregio di essere onesto, senza esagerare nel romanzare la storia.
MEMORABILE: La corsa sul sale con un mezzo che meraviglia tutti per la inaspettata prestazione.

Galbo 6/01/12 08:36 - 11447 commenti

I gusti di Galbo

Autore di buoni film in passato (i migliori sono Thirteen days e Senza via di scampo), il regista Roger Donaldson racconta in questo Indian la vita di Burt Munro e le sue vicende tra la Nuova Zelanda e lo Utah (USA). Il personaggio (peraltro reale) è indubbiamente interessante ma l'opera è limitata da toni eccessivamente buonisti ed edulcorati, oltre che da un'interpretazione di Hopkins che sbaglia registro e si adegua allo stile del film, fornendo sostanzialmente una prova di maniera. Qualche sequenza godibile e una buona fotografia.

Nando 1/04/12 15:52 - 3495 commenti

I gusti di Nando

Ispirato dalle vicende sportive ed umane del motociclista neozelandese Munro, il film è coerente nella sua esplicazione narrando le vicissitudini del protagonista, un sempre adeguato Hopkins, che culminano con il trionfo. Emotivamente emozionante la prova nello stato dell'Utah.

Ducaspezzi 1/09/12 18:43 - 222 commenti

I gusti di Ducaspezzi

La storia vera di Burt Munro, un uomo convinto che i sogni siano il sale della vita e, nel suo caso, proprio di sale è fatto il terreno dove perseguirà il suo. Più emozionante che dolciastro grazie ad un Hopkins superbo, che sa farci affezionare al suo personaggio ed agli espedienti scaltri e originali coi quali questi acconcia la meccanica, l'assetto del suo siluro d' epoca a due ruote e la sua vita. Piacevole la narrazione ed anche ben fotografata, lungo un percorso di schietta umanità e di genuina caparbietà, dalla "terra dei kiwi" agli Usa.

Rambo90 19/06/16 16:46 - 6427 commenti

I gusti di Rambo90

Film sportivo di grande impatto, soprattutto grazie alla carismatica interpretazione di Hopkins: le sue espressioni bonarie e le eccentricità del personaggio conquistano da subito. La confezione professionale, con una bella fotografia e la regia più che esperta di Donaldson, fanno il resto, con un ritmo che non langue mai nonostante la lunga durata e la giusta commistione tra umorismo e serietà. Simpatica anche la galleria di personaggi che il protagonista incontra lungo il suo viaggio, emozionante la corsa finale. Notevole.

Lou 10/12/16 18:03 - 981 commenti

I gusti di Lou

Il mito dell'uomo che insegue caparbiamente il suo sogno, superando ogni tipo di ostacolo grazie alla propria determinazione è molto frequente nel cinema, perché di forte richiamo e impatto emotivo. Sfruttando questo filone, il regista Donaldson non lesina enfasi e buonismo proponendo la storia del neozelandese Burt Munro che nel 1967 riesce nell'impresa di lasciare il suo nome tra i recordmen di velocità sul lago salato di Bonneville nello Utah, con una moto Indian da lui stesso preparata. Ottima la fotografia, Hopkins una sicurezza.

Puppigallo 7/12/19 12:58 - 4524 commenti

I gusti di Puppigallo

Parte discretamente, col vecchio amante della velocità estrema, che armeggia coi ferri del mestiere, incuriosendo un bambino. Poi, da quando parte per la grande sfida, escluso qualche singolare incontro (un travestito, una vedova), il tutto tende più che altro a mantenersi in problematica linea di galleggiamento, con un protagonista (un dignitoso Hopkins), che ripeterà almeno cinquanta volte "Cosa?" (va bene l'età, ma c'è un limite cinematografico). In più, nell'ultima parte, viene aggiunta troppa melassa, dando così a questa pellicola il solo perchè di essere una sorta di documento storico.
MEMORABILE: Il protagonista conosce bene l'arte di arrangiarsi; e la mette in pratica per cercare di risolvere problemi tecnici con quello che ha, o che trova.

Giacomovie 15/03/20 21:07 - 1354 commenti

I gusti di Giacomovie

L'anziano appassionato di moto Burt va in America con la sua vecchia Indian per una gara di velocità. La maturità ha dato a Anthony Hopkins un particolare calibro di pacatezza e di saggezza che conferisce spessore ai suoi personaggi. Qui ne beneficia un road movie di media fattura ma interessante per gli esiti di una storia vera che costituisce un elogio alla caparbietà e per le bellissime scenografie.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 20/12/11 11:42
    Scrivano - 15044 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per IIF Home Video:



    DATI TECNICI

    * Formato video 2,35:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio Dolby TrueHD 5.1: Italiano Inglese
    * Sottotitoli Italiano NU Inglese
    * Extra Interviste
    Commenti dal set