Grosso guaio a Chinatown

Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 19/02/07 09:08 - 3340 commenti

I gusti di Caesars

Divertente film avventuroso-parodistico, girato da un sempre valido John Carpenter ed interpretato con ottima autoironia dal fedele Kurt Russell. La trama è un pretesto per permettere ai nostri di mettere in scena situazioni viste mille volte in altrettanti film, ma girando tutto con uno spirito che gli permette di prendersi e prenderci in giro con gusto. Non uno dei capolavori di Carpenter, ma sicuramente un prodotto che riesce ad ottenere ciò che si prefigge: divertire.

Fabbiu 18/03/07 19:45 - 2044 commenti

I gusti di Fabbiu

Tanti inseguimenti, magie, azione e combattimenti e poca storia o trama: la sostanza del film è questa. Ma si tratta di una simpatica fusione tra il cinema di Honk Hong e l'action movie occidentale. Comunque molto piacevole, attori tutti bravi, Jack Burton molto ben caratterizzato da Kurt Russell. Nonostante l'epoca, gli effetti speciali risultano ancor oggi notevoli; musiche piuttosto ben composte e ambientazioni molto curate. Non male, dopotutto.

B. Legnani 27/03/07 22:26 - 5173 commenti

I gusti di B. Legnani

Indiavolato, giocattoloso e divertente. Montaggio iperveloce che coinvolge grandi e piccini. Quasi non dà il tempo di pensare, ma sicuramente dà ogni opportunità per divertire sia gli uni sia gli altri. Spielbergiano, per certi versi. Si dimentica un po' troppo in fretta.

Puppigallo 13/04/07 08:49 - 4858 commenti

I gusti di Puppigallo

Allegra baracconata fumettistica, divertente e con effetti più o meno pagliacceschi (le furie, il mostro, il brucone, la sentinella multiocchi e così via). Un comico-fantasy con dialoghi frizzanti, anche se un po’ puerili, personaggi piuttosto simpatici (su tutti Russell) e un cattivo ultravecchio davvero niente male. Bella la scena sulla sedia a rotelle, come anche il domino delle statue e il “gonfio” di rabbia. Leggero, senza pretese, sostenuto da un buon ritmo, si vede con la stessa facilità con la quale si beve un bicchier d’acqua. Riuscito.

Red Dragon 14/04/07 21:40 - 125 commenti

I gusti di Red Dragon

Grande film di Carpenter. Intendiamoci, non c'è il terrore profondo ed ancestrale de La cosa o il sublime delirio de Il seme della follia... Qui c'è un Kurt Russell stre-pi-to-so che veste i panni dell'americanota, in fondo buono, ma in overdose di machismo e filosofia spicciola quasi imabarazzante. Di contro (un po' wuxiapian, con spadaccini volanti) magia nera cinese, antichi dèmoni e arti marziali... Horror, fantasy, action, comico (perché certe battute fan ridere di brutto), uno spasso totale. Buoni gli effetti, inicisive le musiche.

Renato 25/06/07 23:30 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Divertente, e con il pregio di non prendersi troppo sul serio. Carpenter sa di giocare e non vuole farlo pesare allo spettatore; sarà la mia indole infantile, ma tuttora lo trovo estremamente spassoso... Il ritmo poi è serrato, quasi senza pause (classico film che trovo in tv già iniziato e non lascio più fino alla parola FINE). Kurt Russell mai più così in parte.

Magnetti 12/07/07 17:41 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Veramente un ottimo film, che appaga soprattutto gli spettatori giovani e quelli non giovani in vena di (auspicate, ogni tanto) regressioni al divertimento... giovanile, appunto. Ho sempre trovato di un fascino sinistro e misterioso il mondo che viene scoperto da Kurt Russell nei sotterranei di Chinatown, così come il cattivo condannato a una vita non vita da un antico sacrilegio, cui serve il sangue di una giovane cinese dagli occhi verdi per rompere il malefico incantesimo. Baracconata molto valida. Kurt Russell ottimo.

Galbo 5/08/07 09:59 - 11855 commenti

I gusti di Galbo

Un momento di divertimento per la prolifica coppia formata da John Carpenter e Kurt Russell: questo è "Grosso guaio a Chinatown", una sorta di gigantesco fumetto (in cui la trama è poco più di un pretesto), allegro (anche nelle situazioni estreme) e spensierato, vero pop-corn movie girato però con grande classe da uno dei grandi del cinema americano. Tutto è altamente improbabile, ma lo spettatore, continuamente distratto, non se ne accorge quasi mai.

Blutarsky 27/09/07 16:42 - 356 commenti

I gusti di Blutarsky

Di nuovo in coppia con Russel, Carpenter ci propone un divertentissimo mix di avventura-kung fu e commedia. All’epoca vedere combattimenti volanti, uomini elettrici e fantasmi cinesi mi fece un'impressione enorme, oggi dopo la visione di molti prodotti analoghi cinesi anche contemporanei al film, il mio giudizio si è un po’ ridimensionato e le coreografie dei combattimenti non mi sembrano più questo gran che. Rimane comunque il piacere della visione di un film molto divertente, pieno di invenzioni e girato da Carpenter con grande mestiere.

Pol 16/11/07 19:10 - 589 commenti

I gusti di Pol

Un personaggio come Jack Burton vale da solo la visione del film. Che sarà anche una semplice avventura per ragazzi, ma intanto è una piccola lezione di cosa significa "ritmo": non un montaggio da videoclip come pare vada di moda oggi, ma mettere le scene giuste al momento giusto con i tempi giusti. Azione, personaggi simpatici, dialoghi divertenti... ed un regista che sa bene quello che sta facendo: novanta minuti di puro intrattenimento.
MEMORABILE: "Sei pronto?" "Io sono nato pronto."

John Carpenter HA DIRETTO ANCHE...

Cotola 27/01/08 02:22 - 8313 commenti

I gusti di Cotola

Divertente film che mescola generi molto eterogenei come horror, commedia, avventura, azione ed arti marziali, dando vita ad un cocktail bizzarro, ma piuttosto riuscito. Buona la regia di Carpenter, belli gli effetti speciali e gustosissime e molto ben realizzate le coreografie dei combattimenti. Sicuramente il più inusuale dei film del regista, ma non per questo brutto e deludente. Insomma: una simpatica e spassosa baracconata.

Undying 29/01/08 17:10 - 3814 commenti

I gusti di Undying

Fumettone ottimamente diretto dal bravo Carpenter, ma che si apparenta più ad un "giocattolo" usa e getta, in perfetto stile blockbuster americano, adatto a tutte le età (meglio se si è al di sotto dei diciotto anni). Peccato, perché gli attori sono bravi, Carpenter è un regista intelligente e tecnicamente preparato ed il budget non manca. Ma è il classico prodotto di consumo (ironia della sorte: girato da un regista iconoclasta) dimenticabile/dimenticato (fortunatamente) poco tempo dopo la visione...

Cangaceiro 22/05/08 20:38 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Qualcuno che forse conoscete la definirebbe la classica "grossa minchiata" (in verità il termine è un altro) godibile. Ciò in parte è vero, ma più che altro si assiste ad autentico divertissement dell'eclettico Carpenter che cuce addosso al suo Russell i sudici panni (calzanti a pennello) di un camionista spaccone dall'animo buono in lotta con i cattivi di turno. I 100 minuti scorrono che è sempre un piacere anche dopo molteplici visioni.

Marcmiccia 27/05/08 14:20 - 1 commenti

I gusti di Marcmiccia

Il film è la fusione tra il cinema di Honk Kong e il puro action movie americano Anni Ottanta. L'attore/pupillo di Carpenter sullo schermo si presenta smaliziato, convincente e tremendamente "in parte". Jack Burton è "l'eroe" giusto nel posto sbagliato: profondamente e volutamente ironico, consapevole dei propri limiti in un'avventura surreale più grande di lui (difatti vi troviamo un ribaltamento delle posizioni eroe-spalla poco comune). Musiche fantastiche, location che trasudano di personalità propria, cast scelto ad hoc e ritmo serrato.
MEMORABILE: Wang: "Sei pronto?!". Jack: "Tsk... Sono nato pronto...".

Lovejoy 4/07/08 18:32 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Stavolta il buon Carpenter prende una sonora cantonata. Mischione pauroso di fantasy e avventura, con un pizzico di comicità, di una noia mortale. Esagerato, con continui e prevedibili colpi di scena accompagnati da una colonna sonora fracassona e interpreti decisamente sopra le righe. A partire da un Russell che istrioneggia troppo. Insomma, Carpenter ha fatto di meglio, e così gli attori.

Ghostship 6/07/08 14:04 - 394 commenti

I gusti di Ghostship

Cult per la generazione Anni Ottanta, è tuttavia un fumettone realizzato nemmeno tanto bene. L'azione c'è tutta, la storia è affascinante, ma quando si passa ad analizzare recitazione e tutti gli altri aspetti tecnici anche la regia di Carpenter sembra (volutamente?) meno sicura del solito. Datato.

Straffuori 25/07/08 13:41 - 254 commenti

I gusti di Straffuori

Indimenticabile. Il primo FILM della mia vita che ho imparato ad amare. Con gli anni l'amore non è mai sceso: ritmo, azione, fantasy e tantissimo divertimento. Jack Burton/Carpenter idolo assoluto, cazzuto, divertente, autoironico, valido. Bella davvero la (ancor oggi stupenda) Kim Cattrall e storia avvincente e ben realizzata. Complimenti al cast cinese, fedelissimo negli anni a Carpenter. Combattimenti e scene d'azione da urlo, così come le musiche molto elettroniche.
MEMORABILE: "Ehi, frena con la Spider!!!".

Pigro 11/11/08 09:27 - 8757 commenti

I gusti di Pigro

Camionista alle prese con bande cinesi che lottano fra di loro con armi magiche e soprannaturali. Fumettone strampalato, che ha il coraggio di sguazzare nel ridicolo, senza nient'altro che non il gusto delle trovate sempre più improbabili. Nonostante l'ovvia autoironia, gli unici a ridere e a divertirsi sono coloro che non la colgono, cioè i ragazzini. E infatti, per rendere sensata la visione, il film va visto solo circondati da ragazzi urlanti che puzzano di popcorn e coca-cola. Altrimenti da evitare.

Patrick78 18/05/09 10:52 - 357 commenti

I gusti di Patrick78

Filmetto per adolescenti firmato Carpenter, che strizza l'occhio alle avventure di Indiana Jones, ma lo fa in maniera cialtrona e fin troppo caricaturale. Kurt Russell è a suo agio nei panni del protagonista sbruffone, che fa il verso a John Wayne e Clint Eastwood, ma i pochi meriti della pellicola si riassumono in poche battute e qualche scena d'azione abbastanza ben coreografata. Come per 1997 Fuga da New York, se il regista avesse abbandonato quel registro comico-farsesco che impregna tutta la pellicola, forse il risultato sarebbe stato diverso.

Stubby 11/07/09 11:22 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Nonostante non sia uno di quei titoli da annoverare tra le perle del cinema, ha però il pregio di essere uno dei film che caratterizza gli Anni Ottanta (difatti nei suoi colori, nelle sue smargiassate e soprattutto grazie a un Kurt Russell, super tamarro, risulta molto amato dalla generazione teen di quegli anni).

Dennis Dun HA RECITATO ANCHE IN...

Daniela 11/08/09 14:37 - 11453 commenti

I gusti di Daniela

Divertente come un giro sul trenino del luna park nella Casa dei fantasmi. Carpenter imbastisce un set a scatole cinesi, colmo di trabocchetti e bonus come in un videogioco, coinvolgendo in una girandola di situazioni assurde il bel Russell, camionista scanzonato e sbruffone, con tanto di amico esperto in arti marziali (Dun è un simil-Chan), fanciulle rapite, cattivi fumettosi dai poteri bizzarri, compresa la capacità di esplodere letteralmente a causa di una crisi d'ira. A suo tempo fu inaspettatamente un tonfo commerciale, ma se preso con lo spirito giusto riesce ancora a divertire.

Ciavazzaro 22/10/09 20:58 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Divertente. Il film non è grandissima cosa, ma è davvero gustoso e si fa vedere con piacere. Merito del cast, che non si prende troppo sul serio. Risultato convincente, con un ritmo della pellicola davvero ben dosato. Buona anche la regia. Godibile, consigliata la visione.

Herrkinski 22/12/09 21:39 - 6612 commenti

I gusti di Herrkinski

Carpenter ha realizzato i suoi capolavori in ben altri ambiti, ma questa sua incursione estemporanea nel fantastico/avventuroso ha lasciato il segno, perlomeno in chi, come il sottoscritto, lo ha ripetutamente visto da giovanissimo negli Anni Ottanta, periodo di cui questo film è degno rappresentante. Mitico Kurt Russell nei panni di Jack Burton, autoironico e sornione; discreto, ma funzionale, il resto del cast. Molto divertente nel complesso, specialmente la prima parte. Di sicuro un classico del periodo; entertainment genuino e senza pretese.

Bmovie 10/01/10 23:37 - 110 commenti

I gusti di Bmovie

Per me Grosso Guaio a Chinatown rasenta la perfezione: è il perfetto connubio tra i film d'azione made in USA e i wuxiapian. Kurt Russell è immenso nel suo fare da camionista, ironico e indomabile. Tante battute, tanti combattimenti al limite del surreale e tanto divertimento vi accompagneranno dall'inizio alla fine in questo film assolutamente da gustare.
MEMORABILE: I consigli del vecchio Pork Chop Express; "Il vecchio Jack dice sempre... basta adesso".

Darkknight 19/02/10 17:25 - 353 commenti

I gusti di Darkknight

Superbo fantasy/kung-fu/comedy con ritmi alla Indiana Jones, giocato sull’idea geniale di fare dell’eroe che salva la bella e sconfigge i cattivi (Dennis Dun) la spalla e dell’amico pasticcione (Kurt Russell) il protagonista assoluto. Trucchi artigianali ed efficacissimi di Richard Edlund (Ghostbusters), musiche dello stesso Carpenter. Il wire-fu (il combattimento acrobatico con fili invisibili) anticipa di 12 anni quelli di Matrix.
MEMORABILE: Kim Cattrall: "Dove porta questo ascensore?" Kurt Russell: "All'ufficio di Lo-Pan. Farà caldo lassù: spogliati."

Capannelle 31/03/10 11:21 - 4044 commenti

I gusti di Capannelle

A patto di non prenderlo troppo sul serio (e dubito che Carpenter lo volesse), il film gira bene eccome. Kurt Russell nei panni di Jack Burton è splendidamente auto ironico (vedi l'encomiabile battuta "Sono nato pronto") e si amalgama bene col compagno karateka e gli altri personaggi. Oggi appare un po' datato ma fa la sua figura. Buon film.

Rambo90 12/03/10 13:19 - 7064 commenti

I gusti di Rambo90

Divertentissimo film pieno di avventura, elementi fantastici e humor. Carpenter abbandona la strada dell'horror e della fantascienza per un film disimpegnato e grottesco, interpretato da un cast affiatatissimo e, su tutti, il grande Kurt Russell in uno dei ruoli più riusciti della sua carriera. Tanta azione, belle coreografie di arti marziali e humor dirompente. Da vedere.

Hackett 18/05/10 07:40 - 1830 commenti

I gusti di Hackett

Mitico film di Carpenter che, in delirio di creatività, si butta decisamente su toni più distesi e fracassoni rispetto al suo abituale (forse più riuscito) cinema. Questo piccolo action diverte non solo per l'azione incalzante e le trovate registiche, ma soprattutto per una serie di personaggi paradossali, autoironici e ben interpretati. Un classico anni 80.

Greymouser 27/05/10 09:35 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Un Carpenter scanzonato e fumettoso, rispetto alle prove più decisamente horror, si cimenta in una storia dai contorni fantasy, che in sostanza si sviluppa come una action-comedy. Spunti irresistibili per inventiva ed ironia si alternano a sequenze più scontate, ma il livello del prodotto resta alto, e soprattutto divertente. Buona anche la prova degli attori, fra i quali spicca l'icona carpenteriana Kurt Russell.

124c 29/05/10 11:48 - 2832 commenti

I gusti di 124c

Diciamolo: John Carpenter è il Quentin Tarantino degli anni '80. Prendiamo questo film: quando uscì al cinema, negli USA, non incassò molto, anzi lo definirono una pellicola minore. Ma l'amore che Carpenter ha per il cinema orientale ha prodotto questa divertente baracconata fatta di maghi, immortali mandarini, esperti di kung fu, ragazze dagli occhi di giada, mostri e... Kurt Russell, che si prende simpaticamente in giro. John Carpenter era così entusiasta del film da improvvisarsi anche cantante per il videoclip.
MEMORABILE: Lo Pan: "Cin Dai, Cin Dai, ti offro questo matrimonio con queste due ragazze dagli occhi di giada, ma tu rendimi di nuovo umano!"

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Luchi78 3/09/10 17:20 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Questo film non mi è mai andato giù, nemmeno quando avevo 14 anni. Riguardandolo con più attenzione non posso far altro che confermare la mia tesi: trama ridicola, situazioni impensabili, una boiata qua e una là, un cartone animato praticamente. Difficile anche valutare le interpretazioni e avrei da ridire qualcosa anche sulla regia. Dimenticato di nuovo.

Il Dandi 24/01/11 13:37 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Culto assoluto, mix perfettamente equilibrato tra il bagaglio fantasy-horror di Carpenter e il genuino spirito avventuroso di un classico Disney (ergo: ruolo della vita per Kurt Russel, attore-simbolo di entrambi gli ingredienti). Quasi un Kill-Bill formato-famiglia, dove l'americanissimo camionista Jack Burton (un po' Clint Eastwood un po' Bruce Springsteen) è sempre godibilmente inadeguato a combattimenti che spostano il terreno del kung-fu nel territorio del paranormale. Lunaparkesco, sempre rivedibile con piacere.
MEMORABILE: Sapete cosa dice sempre il vecchio Jack Burton in casi come questi? Mena pure il tuo colpo più duro amico... non mi fai paura!

Redeyes 23/01/11 11:49 - 2289 commenti

I gusti di Redeyes

Quando un film quasi trentenne ancora fa divertire proprio un caso non può essere, o sbaglio? Mi sono imbattuto nuovamente in questo gioellino 80's e ne sono rimasto ancora piacevomente sorpreso. Cetto le baggianate la fanno da padrona, a cominciare dalla stupidissima trama, ma, poi, quando vedi certe scene e certi dialoghi, il sorriso prende il sopravvento, finisce, così, che ti alzi soddisfatto dal divano. Gradevolissimo, così come il machissimo quanto imbranato Kurt Russel e la bionda dagli occhi verdi Cattral.

Nando 24/01/11 15:06 - 3629 commenti

I gusti di Nando

Adrenalinico fumettone fantastico provvisto di un cast scatenato e convincente. Narrazione dignitosa, ma è l'azione che prevale tra scontri e vertiginose fughe. Russell è validissimo nella sua interpretazione così come il lavoro registico del maestro Carpenter.

Buiomega71 17/04/11 20:44 - 2608 commenti

I gusti di Buiomega71

Carpenter è il primo regista americano a rendere omaggio al cinema di Hong Kong (a quello di Zang Che) e a film come Cinque dita di violenza, molto prima di Tarantino. Ne esce un divertentissimo caleidoscopio di cinema fantasy e avventura, condito con action, humor e un pizzico di horror. Tra scenografie pazzesche (il tempio sotterraneo di Lo Pan) e momenti tesissimi (la fuga nelle fogne), Carpenter realizza un piccolo gioiellino che fu vergognosamente snobbato alla sua uscita. Per nulla spielberghiano, è puro Carpenter di razza. Capolavoro.
MEMORABILE: Lo Pan che tiene in suo potere Kim Katrall e Suzee Pai (un po' come accadrà, in maniera differente, ne Il Signore del male); l'orrido scimmione.

Brainiac 17/04/11 19:51 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Grosso intruglio a China-town, quello inscenato da J.C. in trasferta dai lidi angusti che gli appartengono. Nonostante il guazzabuglio in questione sia stato (col tempo) riabilitato-prodromo dall'onda-tarantiniana di collage malfermi costruiti sui dittici arti marziali/ umorismo e slapstick/ mystery piovuti da più parti nell'ultimo lustro, c'è quell'aroma d'irrosolto che accompagna gli sgangheratissimi film del grindhouse. Il redneck, La giornalista, l'avvocatessa no-profit alla guerra contro chi vuole la Cina stallata fra superstizioni e lotte fratricide: sarà questo il messaggio di Carpenter?

Piero68 5/07/11 10:56 - 2866 commenti

I gusti di Piero68

Pellicola della serie "C'era una volta John Carpenter". Il regista cerca di attingere al cinema made in Hong-Kong ma lo fa in maniera troppo caricaturale. Tanto da sconfinare nella parodia, ma nel senso peggiore del termine. Sarà stato anche un cult per gli anni 80, come spesso capitava per quei film che in qualche modo rompevano gli schemi, ma stringi stringi c'è davvero molto poco. Compresi gli effetti speciali da baraccone, che sembrano usciti fuori da quei telefilm giapponesi tanto in voga in quegli anni. Non lo consiglierei!

Lupoprezzo 1/09/11 13:42 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Fumettone veramente pregevole. Sempre gradevole agli occhi di chi l'ha visto la prima volta negli anni 80. John Carpenter mescola le suggestioni wuxiapian con l'action di stampo americano, accompagnadoci per mano alla scoperta dell'altra faccia delle cose, quella più scura e sconosciuta. Una realtà immaginifica, ignorata, che smaschera quella più rassicurante di facciata. Combattimenti senza sosta, suggerimenti videoludici e protagonisti ormai leggendari. Imprescindibile, magico, esondante.

Markvale 8/09/11 10:59 - 143 commenti

I gusti di Markvale

Quando Carpenter cercò di competere sul terreno di Steven Spielberg per rifarsi dei suoi precedenti flop. Naturalmente il confronto - soprattutto sul piano della fantasia e dell'immaginazione - non può che risultare perdente. "Grosso guaio a Chinatown" null'altro è che un'allegra e simpatica baracconata, un confuso, incoerente e strabordante mix di fantasy, gong fu e genere gangsteristico innaffiati di garbata ironia. Giustamente per i fan del regista un'operina minore. Kurt Russell parodizza sè stesso.

Kekkomereq 22/11/11 21:18 - 359 commenti

I gusti di Kekkomereq

Piccola incursione nella commedia d'azione per John Carpenter. La commedia non funziona con lui e sebbene nel film la sua mano sia presente, il film è al di sotto di altri suoi lavori degli anni '80. Come sempre il protagonista è Kurt Russel, ma si aggiungono anche Victor Wong e Kim Cattrall (quest'ultima sembra quasi che non veda l'ora di finire di parlare in ogni scena). Anche se le atmosfere e le musiche sono veramente suggestive, i fan di Carpenter rimarranno leggermente delusi.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Daidae 14/07/12 23:49 - 2934 commenti

I gusti di Daidae

Leggero come un'acqua poco gassata. Un film che, visto una volta, poi difficilmente uscirà dallo sgabuzzino cinematografico di chi lo vede. Il cast funziona bene, la regia non si discute ma come detto è un film talmente vacuo e leggero che in confronto Gremlins e La casa di Helen sono Quarto potere. Vedere e poi dimenticare.

Rigoletto 7/08/12 10:36 - 1714 commenti

I gusti di Rigoletto

Non particolarmente apprezzato dai fan di Carpenter, risulta invece assai brillante nella fusione di miti orientali e arroganza yankee. Diventato un cult, riesce a raccogliere attorno a sè diversi canali di interpretazione, passando dalla passione per le vecchie tradizioni e le leggende all'ironia smaccata di un Kurt Russel immenso per concludere con un mix di azione e arti marziali. Bravi gli altri interpreti, a cominciare da Wong. Dennis Dun sarà richiamato l'anno dopo per Il signore del male. Belle le musiche (sempre di Carpenter). ***1/2
MEMORABILE: "Ha il potere medianico degli spiriti come gli immortali; La sua carne e le sue ossa sono disperse in atomi. Egli sta diventando più di un mito!"

Vito 20/09/12 01:08 - 687 commenti

I gusti di Vito

Ottima pellicola del maestro Carpenter, un viaggio nel mondo della magia nera cinese. C'è dentro praticamente tutto: action, arti marziali, fantasy, horror, commedia... Si nota inoltre un sovvertimento delle figure dell'eroe e della spalla comica. Ma è anche uno scontro tra culture diverse: i protagonisti orientali appaiono saggi e coraggiosi, mentre gli occidentali sono rappresentati come ignoranti, stupidi e ridicoli. Grande Cinema, sequenze e battute cult praticamente ogni secondo, personaggi mitici, ottimi attori.
MEMORABILE: Questione di riflessi!

Lythops 30/06/14 15:00 - 982 commenti

I gusti di Lythops

Bella rivisitazione in chiave comica a tutto tondo di cineserie varie e soprattutto delle decine e decine dei film di kung fu et similia che ci invasero negli anni '70. Situazioni paradossali si susseguono ininterrottamente per tutta la durata del film assieme a effetti speciali di tutto rispetto (soprattutto per l'epoca). Carpenter non prende sul serio nulla salvo il suo mestiere e il risultato non può essere altro che positivo. Russel, magnifico nella parte, cita se stesso (un Jena Plissken più rozzo) e si diverte.

Edecubo 27/08/14 10:06 - 48 commenti

I gusti di Edecubo

Il manga incontra il cinema e si vede una storia parecchio fumettosa con inserti dal cinema tipico di Carpenter. Qualcosa di innovativo, un prodotto ancora "fresco" nel senso che le tematiche sono attuali e decisamente interessanti. Un film da molti sottovalutato: presenta un melting pot di culture diverse amabilmente mischiato. Merita la visione per chi è cresciuto a pane e manga ma non solo. Perla nascosta.

Minitina80 1/03/15 00:20 - 2740 commenti

I gusti di Minitina80

Rappresenta il simbolo di un cinema avventuroso e fantastico in voga negli anni 80. Apparentemente disimpegnato e votato all’intrattenimento, nasconde in realtà alcuni elementi carpenteriani. Jack Burton è un impacciato e maldestro camionista che incarna l'americano medio e che si ritrova, suo malgrado, a fare le cose giuste. Kung-fu, paranormale, situazioni assurde e tanta ironia rendono il flm dinamico e piacevole; scorre via con estrema disinvoltura e ha il pregio di non prendersi sul serio.

Toporosso 5/03/15 19:10 - 77 commenti

I gusti di Toporosso

Piacevole trasferta nell'action comedy per l'esperto Carpenter, che confeziona con grazia e ironia una tipica pellicola d'evasione anni '80. Trama esile e lineare, cast simpatico capitanato da uno strepitoso Kurt Russel, il quale indossa come un guanto gli sgualciti panni del camionista cinicamente smargiasso; effetti speciali piacevoli e inconfondibile sound capenteriano. Certamente un pop corn movie, ma realizzato con classe, garbo e sublime allegria.
MEMORABILE: Tutte le "perle di saggezza" elargite on the road dall'ineffabile Jack Barton.

Parsifal68 27/04/16 11:03 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

John Carpenter si prende un istante di sana follia dirigendo un film anomalo, a metà tra il comico e il fantasy e con spruzzate di sana parodia. Affida anche stavolta il ruolo da protagonista a Russell come in 1997: fuga da New York e non sbaglia. Macho e un po' tontolone, si ritrova a combattere nientemeno che contro la stregoneria cinese, in un susseguirsi di trovate fracassone che suscitano più di una risata. Molto bella la Cattrall, prima che divenisse la fatalona di Sex and the city.

Schramm 22/03/16 14:36 - 2895 commenti

I gusti di Schramm

Avete presente l’assioma secondo cui quando il comico ride in scena il pubblico non si diverte più? Per il suo film più intransitivo e di transizione, vacanziero e di cassetta, per Carpenter vale grossomodo lo stesso. Preso com’è a divertirsi, John corre il rischio, a tratti anche molto serio, di non trascinar mai con sé lo spettatore, di farlo sentire non invitato in una festa che si appalesa comunque come qualcosa di non incasellabile che colpisce e affonda il concetto di considerevole. Il suo film meno carpenteriano? Forse. Il massimo punto di incontro tra Cinema e Gioco? Indubbiamente.

Il ferrini 3/05/16 01:10 - 1950 commenti

I gusti di Il ferrini

"Sei pronto? Sono nato pronto!" No, non è Kung Fu Panda, è Carpenter e a essere pronto è Jack Burton, la versione camionista di Plissken. Non c'è che dire; Kurt Russell si diverte e si vede, le sue battute sono fulminanti (una delle più note è "Non ho tempo per sanguinare!", citata perfino in Predator) e le scene d'azione hanno un ritmo davvero frenetico. Big trouble in little China (titolo fantastico che non andava tradotto) è un giocattolo assai divertente, al pari di Fuga da Los Angeles, perfetto per chi cerca puro intrattenimento.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Paulaster 20/07/16 10:11 - 3603 commenti

I gusti di Paulaster

Discesa nei meandri e misteri cinesi con un action movie spassoso per tutte le età. Incentrato sulla ricerca di una ragazza, dà vita a combattimenti non solo fisici ma giocati con fasci di luce e brevi attese. Prima parte indiavolata e girata ottimamente, il film tende a ripetersi nel prosieguo e a perdere il gusto della sorpresa (qualche mostro poteva essere evitato). Finale moscetto dove conta solo la chiacchiera dello sbruffoncello Russell.

Taxius 4/10/16 23:53 - 1652 commenti

I gusti di Taxius

Se non è un capolavoro poco ci manca, perché il buon Carpenter riesce a racchiudere in un solo film fantascienza, horror, comedy, azione, fantasy e arti marziali in un mix di colori e divertimento. Sembra quasi di essere veramente in quei vicoli o nei sotterranei insieme ai protagonisti a combattere contro i cattivi. Uno dei tanti pezzi forti del film sono le scenografie, fantastiche, per non dimenticarsi dei costumi e di quell'inconfondibile profumo di anni 80. Un vero e proprio cult.

Saintgifts 14/09/17 18:46 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Dall'oriente all'occidente, passando per la Transilvania. Il soggetto di W. D. Richter inizialmente era ambientato nel vecchio West, poi portato nella Chinatown di San Francisco. Molto del cowboy, eroe iniziale, è rimasto addosso a Kurt Russell, che divide con Dennis Dun, nell'ormai famoso ribaltamento eroe-spalla, i meriti di un valore espresso nei modi spicci e risolutori di una mentalità giovane come quella americana, assieme a quelli più meditati e spettacolari di una scuola antica come quella cinese. Il tutto nella giusta chiave fumettistica.

Thedude94 7/11/17 23:25 - 841 commenti

I gusti di Thedude94

Un'ottima regia di Carpenter tiene in vita una storia abbastanza anormale di avventura magica, nella quale sono implicati un bravo e comico Russell e il suo amico cinese, che si trova nei guai in quel di Chinatown. Le scene d'azione sono ben girate, mentre forse gli effetti speciali un po' troppi e ripetitivi e risentono del passare del tempo; la sceneggiatura tiene per tutta la durata poiché presenta diversi momenti comici alternati a tensione e spavento. Gli attori recitano tutti in maniera sufficiente e il risultato alla fine è buono.

Ryo 23/02/18 01:06 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Adorabile trash/cult anni 80 in cui John Carpenter mischia con gusto e divertimento i generi fantasy, horror, action e gongfu movie. Mitico Kurt Russel nel ruolo di spaccone rubacuori che finisce spesso col fare figure ridicole. Geniali i personaggi di fantasia e le creature magiche create con trucchi ed effetti speciali favolosi per l'epoca. Finale aperto, anche se un sequel uscirà solamente trent'anni più tardi in fumetto.
MEMORABILE: "Sai come dice Jack Burton in queste situazioni?"; "Sono nato pronto".

Faggi 9/10/18 19:30 - 1527 commenti

I gusti di Faggi

Fumettistico guaio a Chinatown. Carpenter e Russell potrebbero essersi divertiti molto a girare e interpretare questo oggetto umoristico, delirante con cognizione di causa. La tecnica effettistica la fa da padrona ma l'artefice non si lascia prendere la mano riducendola a espediente fine a se stesso e anzi, dominandola, ne fa un valido principio espressivo. E il film scorre, caotico e spassoso, chiedendoci con simpatia di stare al gioco e lasciarsi andare: lo spettacolo da popcorn, gustasamente assurdo, infine si manifesta pienamente.

Belfagor 23/12/18 17:08 - 2653 commenti

I gusti di Belfagor

Carpenter omaggia il cinema di Hong Kong con un videogioco su pellicola, con un'esile trama che conduce i protagonisti attraverso i vari livelli di Chinatown fino al dungeon con tanto di boss finale. L'atmosfera di assoluto disimpegno cozza un po' con lo stile tipico del regista ma la collaborrazione con Russell funziona di nuovo e l'abbondante autoironia permette di amalgamare le idee più strane in un'avventura decisamente godibile.
MEMORABILE: Jack spara una raffica di mitra contro una volta di pietra e viene stordito dai detriti.

Bubobubo 4/04/19 18:37 - 1676 commenti

I gusti di Bubobubo

Un divertentissimo videogioco che tratta i generi per quello che sono: convenzioni critiche da rovesciare alla prima occasione utile. Dire che ci si prende poco sul serio è un eufemismo. Ci mancava solo che il regista riprendesse sé stesso nell'atto di intervenire sul set e il gingillo (meta)cinematografico sarebbe stato davvero ideale. Lo spettatore sia da subito ben cosciente che nulla di quanto vedrà scorrere sullo schermo ha senso logico e che la buona riuscita dell'operazione dipende unicamente dall'accettazione del patto col regista.

Pumpkh75 7/05/19 15:11 - 1504 commenti

I gusti di Pumpkh75

Ennesimo colpo di genio o isolato colpo di sole? Decide esclusivamente il gusto personale perché il Maestro rutila senza pause usando spade matite e pozioni magiche come fosse un unicum (quale non è), ma abbonda con la ricchezza sfarzosa di mille generi finendo naturalmente con lo scontentare chi non ama l’uno o l’altro. Solito lavorone di Cundey alla fotografia, Suzee Pai non batte un ciglio ma è di una bellezza indefinibile, il guardiano multiocchi è una delizia a cui non ci si può opporre. Una (quasi) perfezione difettosa.

Noodles 4/03/20 21:58 - 1464 commenti

I gusti di Noodles

Requisiti fondamentali per apprezzare questa pellicola sono la passione per le arti marziali e la semplice voglia di spassarsela per un'ora e mezza. Perché sia di arti marziali che di divertimento il film è strapieno. Comicità e azione si intersecano continuamente. Va detto però che nel finale l'umorismo prende troppo il sopravvento diventando demenzialità e la storia spesso si fa caotica. Niente da dire sul ritmo, velocissimo. Belle le scenografie. Godibile.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Jena 27/02/21 14:04 - 1373 commenti

I gusti di Jena

Considerato un film minore, quasi un divertissement del Maestro tra i suoi capolavori ottantiani, è invece un'altra magistrale lezione di cinema questa volta nel campo del fantastico, come Halloween lo era stato per l'horror. Un senso dei ritmi filmici dall'inizio alla fine che lascia a bocca aperta, un senso sopraffino del creare spettacolo e divertimento anche con materiali bassi. Ottimi effetti speciali caciaroni in perfetto stile eighties, musiche del Maestro perfette manco a dirlo, un Kurt Russell in forma strepitosa circondato dai bravissimi carpenteriani Wong e Dun. Culto!
MEMORABILE: Le Tre Bufere; Lo Pen; I sotterranei di Chinatown; I duelli acrobatici in volo; "Abbiamo fatto tremare i pilastri del Cielo"; Il mostrone nel camion.

Jandileida 16/01/22 12:55 - 1386 commenti

I gusti di Jandileida

Si rivede sempre con sommo piacere, questo fantasmagorico delirio carpenteriano che perde forse un po' di quota nell'ultima mezz'ora ma che regala per il resto divertimento puro, di quelli che ci si gode così senza capire il perché, anzi senza nemmeno chiedersi se ci sia un perché. Russell viene precipitato nel mondo della magia nera cinese e, smessi gli abiti della Iena, ci si confronta da par suo, tra botte e risate. Carpenter è un vecchio marpione e sa toccare tutti i tasti giusti: ritmo, musica, cattivi provenienti da altri mondi, kung fu, duelli in volo, occhi verdi. Immanente.
MEMORABILE: I consigli del vecchio Pork Chop Express.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Buiomega71 • 2/12/16 10:38
    Pianificazione e progetti - 23916 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv ("Serata incredibile", domenica 9 ottobre 1988) di Grosso guaio a Chinatown:

  • Homevideo Noncha17 • 16/10/18 15:30
    Magazziniere - 1072 interventi
    Il prossimo 13 dicembre verrà pubblicato dalla Midnight Factory!

    Grosso Guaio a Chinatown - Edizione LimitataMidnight Factory (Collectors Edition) (2 Blu Ray)
    Ultima modifica: 16/10/18 15:31 da Noncha17
  • Homevideo Elmoberto • 16/10/18 19:51
    Disoccupato - 8 interventi
    francamente speravo di piu' che uscisse halloween
    Ultima modifica: 16/10/18 19:52 da Elmoberto
  • Homevideo Noncha17 • 18/10/18 20:08
    Magazziniere - 1072 interventi
    Elmoberto ebbe a dire:
    francamente speravo di piu' che uscisse halloween

    Quello esce nel 2019! ;)


    Fonte > DVDWeb
  • Homevideo Elmoberto • 18/10/18 21:28
    Disoccupato - 8 interventi
    grazie mille,lo aspetto con ansia
  • Homevideo Caveman • 6/12/18 18:15
    Servizio caffè - 390 interventi
    Grande uscita questa!
  • Homevideo Caesars • 3/01/19 16:08
    Scrivano - 15393 interventi
    ATTENZIONE:
    leggo su vari siti che il video di questa edizione ha problemi.
    Ad esempio su Amazon.it l'utente Carlo scrive (in data 20 Dicembre 2018):

    "Purtroppo il video dell'edizione Midnight Factory presenta un'immagine distorta e allungata verticalmente, tanto che i personaggi ne risultano smagriti. Da notare, in particolare, come gli oggetti circolari per tutta la visione appaiano invece impropriamente ovali.
    Questo difetto importante compromette purtroppo un'edizione altrimenti dignitosa e con buoni extra."
  • Homevideo Rebis • 5/01/19 18:06
    Compilatore d’emergenza - 4328 interventi
    In realtà guardando la comparazione tra dvd e blu ray risulta il contrario: le immagini del dvd sembrano leggermente schiacciate. Piuttosto i colori del blu ray sono un tantino freddi rispetto al dvd.
    Ultima modifica: 5/01/19 22:45 da Rebis
  • Homevideo Caveman • 5/01/19 22:23
    Servizio caffè - 390 interventi
    Praticamente non è perfetto nessuno dei due supporti.
  • Homevideo Rebis • 5/01/19 22:43
    Compilatore d’emergenza - 4328 interventi
    Beh la perfezione di un film nativo in pellicola è vederlo al cinema in pellicola ... il blu ray MF è un prodotto eccellente.
    Ultima modifica: 5/01/19 22:44 da Rebis