Predator

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Predator
Anno: 1987
Genere: action (colore)
Numero commenti presenti: 56
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Assieme a TERMINATOR l'unico film in cui il gigantesco Schwarzenegger abbia trovato un ruolo che gli si addicesse alla perfezione. Sotto alla sapiente regia di un John McTiernan particolarmente ispirato (e che di lì a poco sfonderà con TRAPPOLA DI CRISTALLO) PREDATOR diventa un riuscito mix di azione, horror e avventura. Trovato nella fitta giungla sudamericana l'ambiente ideale per scontri armatissimi figli di Rambo e del Vietnam, il film comincia subito senza perdere tempo in inutili presentazioni: Schwarzy e il suo commando di specialisti ex berretti verdi (tra i quali riconosciamo Carl Weathers, l’Apollo Creed...Leggi tutto vicino all’altro eroe di Stallone) vengono spediti nella foresta per liberare gli ostaggi da un gruppo di spietati guerriglieri ribelli (ma RAMBO 2 non era la stessa cosa?). Si tratta però solo della prima parte, nettamente la peggiore e più scontata. Quando invece compare il vero nemico, semi-invisibile e terrificante, la frenesia dell'azione concitata lascia spazio a una parte più attendista, insidiosa e affascinante, che nell'ultima mezz'ora si trasformerà in un memorabile corpo a corpo. McTiernan segue i soldati tra le foglie con cinepresa bassa e movimenti fluidi, sfrutta la bellezza dei paesaggi insinuandovisi all'interno, dà a Schwarzy la possibilità di esibire gli enormi muscoli (come quelli dei colleghi sempre guizzanti e oliati) ma anche di sfoderare un intensità espressiva precedentemente solo intravista. L'alieno creato da Stan Winston (battuto sul filo di lana da SALTO NEL BUIO nella corsa all'Oscar) è ottimamente ideato, muto e quindi misterioso. Qualche ingenuità.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Magnetti 2/02/07 17:19 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Predator è un perfetto mix di azione, avventura e horror. Il film è tutto un preludio al bellissimo combattimento finale. Predator è un mostro alieno di indicibile voracità assassina (la scena in cui sfila la colonna vertebrale alla vittima di turno fa venire i brividi). Vive nella giungla e si mimetizza riflettendo i colori degli oggetti circostanti. E' anche un mostro feticista in quanto conserva vari pezzi, sangue e membra delle vittime: quasi un serial killer interplanetario. Da vedere

Puppigallo 5/02/07 15:52 - 4508 commenti

I gusti di Puppigallo

Alieno cacciatore si nasconde nella giungla seminando morte. Fatto su misura per Arnold, ma tutt’altro che banale, fa leva (e molto bene) sulla paura dell’ignoto, di ciò che non si vede, che non si comprende. Quando poi l’ignoto assume le sembianze di un alieno mostruoso, cacciatore di trofei umani… Anche qui, come in Aliens scontro finale, i marines sono carne da macello. L’ambientazione è perfetta per il mimetismo dell’alieno e la vera tensione si vive quando l’essere si può solo intuire. Ritmo costante e dialoghi frizzanti, con spremute di ormoni. Da vedere.
MEMORABILE: La ragazza: "Perchè quell'essere mi ha risparmiata? Ero anche disarmata". E Arnold: "E' uno sportivo".

Caesars 6/02/07 15:41 - 2689 commenti

I gusti di Caesars

Una prima parte, meno riuscita, che ricorda molto i film alla Rambo e una seconda, assai più convincente, tesa e appassionante. Un buon prodotto di fantascienza/avventura/horror diretto da John McTiernan. Le scene migliori sono quello in cui il predatore non si vede ma si "intuisce" che c'è. Uno dei più riusciti film con Schwarzenneger, merita almeno una visione.

Stubby 22/02/07 22:16 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Uscito in concomitanza con L'implacabile (sempre con Arnold e Jesse Ventura), credevo si trattasse di un filmetto banale per sfruttare il momento favorevole di Schwarz. Mi sono dovuto ricredere: Predator lo annovero tra i miei film preferiti di sempre. La storia è banalissima (la solita squadra di soccorso formata da supermilitari che dopo aver fatto il suo dovere deve fronteggiare una presenza sconosciuta), ma gli effetti visivi e la suspance sono onnipresenti e lo spettacolo è assicurato.

Almayer 27/06/07 14:53 - 169 commenti

I gusti di Almayer

L'ho fatto vedere ad un'amica che non l'aveva mai visto ed è stato bello ritrovare in lei lo stupore della prima volta che lo vidi, quando mi aspettavo un classico film di guerra alla "Schwarzy" (stile il pessimo Commando) e invece... Scenari perfetti, uno dei migliori mostri visti sullo schermo dai tempi di Alien, azione splendidamente girata, uno dei cast più "fisici" mai assemblati e la più potente arma personale mai vista in un film (Django ne sarebbe stato orgoglioso).

Capannelle 19/11/07 17:23 - 3718 commenti

I gusti di Capannelle

Il miglior film di Schwarzenegger, merito probabilmente della sceneggiatura e della conduzione di John McTiernan. Trama camaleontica quanto il protagonista alieno che Schwarzy si trova ad affrontare: non il solito criminale violento e mezzo scemo ma una sofisticata macchina da guerra con molte armi e poco cuore. Ne faranno le spese i suoi compagni di viaggio, molto ben caratterizzati (soprattutto il messicano). Belle ambientazioni e finale pirotecnico ma non banale, suspence assicurata.
MEMORABILE: Schwarzy che fa i fanghi perché...

Galbo 20/01/08 10:35 - 11379 commenti

I gusti di Galbo

Ottimo esempio di cinema d'evasione, Predator è diretto dallo specialista del genere McTiernan, regista solido e "muscolare" ed interpretato dal granitico Schwarzenegger, interprete ideale in quanto in grado di coniugare la potenza esplosiva dell'azione pura a momenti di autoirona, dissacranti il genere. Storia ad alto grado di improbabilità, come si conviene al tipo di film, ma film ben realizzato e dotato di un buon ritmo. Riuscito (e spesso imitato) il look della creatura. Non all'altezza il sequel.

Flazich 18/06/08 00:03 - 658 commenti

I gusti di Flazich

Il connubio cacciatore-preda è invertito. L'uomo si trova a doversi difendere da un essere superiore che ha scelto la terra come propria riserva personale di caccia. Probabilmente la miglior interpretazione dell'attuale senatore del Texas. Buoni anche gli effetti speciali (in particolar modo il camuflage di Predator quando diventa invisibile). Il film mantiene costante la tensione e l'azione non è mai banale. Merita sicuramente una visione.

Ammiraglio 13/07/08 11:06 - 150 commenti

I gusti di Ammiraglio

"Predator" è uno di quei rari (oramai) film che sono in grado di tenere lo spettatore incollato alla poltrona dal primo minuto all'ultimo. Almeno durante la prima visione. La tensione è sempre al massimo e l'unione tra il genere "combat" e "sci-fi" è davvero fatta in maniera ottimale. Schwarzenegger è indubbiamente perfetto per il ruolo. Anche il suo particolare accento non stona in questo film (anzi è perfetto) dove in altri film è davvero ridicolo.

Lovejoy 14/07/08 14:32 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Ormai un classico nel suo genere. Action contaminato con la fantascienza e l'horror dalla sceneggiatura ispirata e dalla regia implacabile dell'esperto McTiernan, un anno prima di creare il mito di John McClane con il primo film di Die Hard. Gran ritmo, tre/ quattro sequenze da antologia e interpreti in palla. Schwarzy in uno dei suoi ruoli storici, ben affiancato dall'ottimo Wheaters e Jesse Ventura. Splendidi gli effetti speciali. Ottimo.

Undying 14/07/08 22:13 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Animalesco, selvaggio, nervoso. Il Predator dimostra che l'uomo non è la razza eletta e che l'antropocentrica visione dell'Universo è, quantomeno, sballata. Ma la pellicola di John McTiernan rifugge, è bene dirlo, da ogni minima riflessione filosofica e si addentra nella lotta, nel sudore e nel sangue (scaturito dalle ferite e dalle mutilazioni infèrte dall'alieno). Però un dubbio rimane: e se lassù, qualcuno, ci considerasse alla stregua di un animale? Notevole film d'azione, spesso sconfinante in un registro prettamente horror.

Straffuori 25/07/08 13:46 - 175 commenti

I gusti di Straffuori

Spettacolare. Film che si divide a mio parere in due parti: nella prima un manipolo di mercenari (mica fuffa: Arnold, Jesse Ventura, Carl Weathers, Sonny Landham, Bill Duke... Bastano???) spacca il sederino a tutti, nella seconda abbiamo i mercenari gradualmente annullati e soprattutto un uomo vs. un predatore soli a scannarsi in una giungla tropicale da urlo. Il tutto fantasticamente girato. Da avere!
MEMORABILE: "Contaaaaatttoooooooo" e tutta la scena della sparatoria con l'M60 Girevole

Herrkinski 6/08/08 18:15 - 5123 commenti

I gusti di Herrkinski

Classico del cinema avventuroso anni '80, "Predator" mette in scena uno Schwarzy al top della forma, affiancato da un ottimo gruppo di comprimari, tutti più o meno veterani del cinema d'azione. Partito come film di guerra, "Predator" sfocia ben presto in territori quasi horror, difatti il mostro-alieno invisibile trucida i soldati senza troppi complimenti, regalando alcune scene abbastanza violente e un'atmosfera decisamente tesa. Belle le location, bravo Schwarzy, indimenticabile il duello finale tra l'uomo e la bestia. Un piccolo cult.

Tomslick 9/12/08 22:18 - 205 commenti

I gusti di Tomslick

Gran bel film d'azione come ormai non se ne fanno più. Scorrevolissimo, senza (quasi) mai un momento di noia, diretto ottimamente (peccato che McTiernan si sia perso per strada...), col cattivo venuto dallo spazio più indovinato di sempre (dopo Alien), e, dulcis in fundo, con Schwarzy in una delle sue performace migliori (e ho detto tutto). Da antologia tutto il lungo duello finale, tra cacciatore e preda. I pretenziosi mestieranti che fanno action al giorno d'oggi dovrebbero impararseli a memoria fotogramma per fotogramma, i film come questi.
MEMORABILE: "Sei ferito e stai sanguinando." "Non ho tempo per sanguinare."

Onion1973 4/01/09 18:54 - 154 commenti

I gusti di Onion1973

Un bel film di fantascienza. Un manipolo di mercenari nella giungla tropicale si trova alle prese con un alieno che li considera alla stregua di tordi da impallinare. Una sorta di Alien raziocinante girato nella giungla con uno Schwarzenegger (perfetto nel ruolo) chiamato a contrastarlo. Malgrado l'età, un film ancora moderno, con un crescendo dosato in modo perfetto. Gli effetti speciali non deludono e il make up dell'alieno esercita un fascino indiscutibile (fascino di cui, purtroppo, si abuserà successivamente). Anche l'epilogo non guasta.
MEMORABILE: Schwarzenegger mimetizzato nel fango di cui si vedono solo gli occhi. L'urlo dell'alieno.

Brainiac 26/01/09 22:13 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Se togliessimo le fattezze aliene al Predator, se si potessero sgonfiare i muscoli di Schwarzy, se insomma considerassimo la sfida fra i due "mostri" come un semplice duello fra personaggi, non dovremmo meravigliarci se questo plot è stato visitato da registi ben più considerati dell'onesto McTiernan. Senza scomodare Brecht, che pure ha scritto un'opera tutta incentrata su una sfida immotivata fra due uomini, potremmo ricordare I Duellanti di Ridley Scott (basato su un racconto di Conrad). Predator è questo: mito, archetipo, non solo un godibilissio film.
MEMORABILE: Il Countdown con lo strano orologio del Predator.

Brigcam 10/03/09 13:25 - 2 commenti

I gusti di Brigcam

Insieme a Commando e Terminator, l'apice dell'action in salsa Arnold degli anni '80 e forse il più bilanciato dei tre: se Commando è fracassone e Terminator (il primo) angosciante, Predator si colloca nel giusto mezzo: per i fan del buon cinema ci sono una costruzione ed uno sviluppo ben fatti, per i fan di Arnold basta il braccio di ferro con Apollo all'inizio per sentirsi a casa.
MEMORABILE: Il disboscamento.

Matalo! 29/06/09 19:03 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Non spregevole questo duello tra "alieni"! (non direte mica che Schwarzy sia umano?). L'inizio è una copia in sedicesimo di cose già viste; quando poi il Nostro si trova a lottare con questo imprendibile alieno mimetico (che si rivelerà bello come una grancevola) i momenti di tensione si fanno elevati. Un racconto secco, tutto azione senza fronzli, ma non sciocco e ben realizzato. Film di cinema medio, che appassiona, senza indugi.
MEMORABILE: La risata finale di Predator; Schwarzy mimetizzato tra i rami scopre che il fango può...

Pinhead80 5/10/09 19:49 - 3942 commenti

I gusti di Pinhead80

Uno Schwarzenegger in gran spolvero per questo film diretto da John McTiernan. Il film rispecchia alla perfezione i canoni dell'action vera e propria, con eroe e buoni da una parte e il cattivo dall'altra. Il film si fa più avvincente nella seconda parte grazie ai continui incontri/scontri tra il gruppo capeggiato da Schwarzenegger e il "predatore". Buoni gli effetti speciali.

Rambo90 22/01/10 15:51 - 6343 commenti

I gusti di Rambo90

Bellissimo mix di azione e fantascienza in quello che è diventato un classico degli anni ottanta. La storia è abbastanza originale e la suspence è ai massimi livelli, ottime le scene d'azione con abbondanza di sparatorie e duelli all'arma bianca. Grandioso il cast con un'insieme di "duri" che raramente si vedranno nei film di genere degli anni novanta: menzione speciale per Bill Duke. Da vedere.

Siregon 1/03/10 18:13 - 353 commenti

I gusti di Siregon

McTiernan dirige il miglior Schwarzenegger di sempre in questa pellicola che è horror, avventura, film di guerra in una confezione superba. La regia è eccellente, il montaggio, le musiche e gli strabilianti effetti visivi sorreggono lo sviluppo della storia in modo magistrale. Il confronto fra uomo e natura all'inizio (la giungla) si trasforma in un confronto con la paura dell'ignoto fino a sfociare in un duello fisico primordiale tra l'uomo e il predatore alieno. Bellissimo e non scontato il finale. Un capolavoro.

Greymouser 24/05/10 14:21 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Dopo l'alieno di Scott, il "Predator" di McTiernana è sicuramente l'icona più nota dell'extraterrestre cattivo, e non a caso questo film gode di meritato successo, perchè si fonda su una efficace rappresentazione della creatura, su una storia funzionale, solida e senza fronzoli, e su uno Schwarzy insolitamente carismatico e perfino simpatico in certi frangenti. Un ottimo esempio di cinematografia di genere.

124c 30/07/10 12:08 - 2770 commenti

I gusti di 124c

Ho sempre amato questo film, perché il "piccolo, grande" Arnold, di solito, nei suoi film anni '80, le dava ai cattivi di santa ragione, uscendone quasi sempre illeso. Qui, invece, è lui che le prende dal Predator, che gli ammazza un intero plotone di soldati, nella giungla. Notevoli anche le interpretazioni di Bill Duke (il berretto verde che voleva fare a pezzi Schwarzenegger in Commando), Jessie Ventura e Carl Weathers (ex-Apollo Creed di Rocky). Un classico del cinema di fantascienza anni '80.
MEMORABILE: L'indiano del team del colonello Schwarzie e la bella ed esotica Elpidia Carillo.

Jandileida 8/07/10 18:18 - 1253 commenti

I gusti di Jandileida

Un buon Schwarzie che (accompagnato dal suo accentone possente) si ritrova ad essere l'appetita preda di un rasta alieno insieme, tra gli altri, al suo collega Jesse Ventura e dal grande "Apollo Creed". Classico dei film d'azione anni '80: buonissima la parte introduttiva, che serve a far crescere la tensione e l'attesa, ed epico l'epilogo in cui un Arnold tornato ai primordi si scontra con il bestione spaziale. Ottimo il cast (tutti grandi); unico appunto una regia forse un po'tropo scolastica che non sfrutta al completo un ottimo plot.

Belfagor 1/08/10 13:03 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Cinema muscolare in tutti i sensi ma non stupido. Anzi, si nota un lavoro esperto nella creazione della tensione nella prima parte e nel successivo sviluppo degli eventi. L'azione adrenalinica e violenta prende lo spettatore alla gola in questa caccia all'uomo dove per la prima volta compare il cacciatore rasta. Come nei migliori film del genere, il confronto fra uomo, natura, tecnologia e guerra non rimane superficiale ma si distribuisce in diversi piani di lettura. Appassionante.

Cangaceiro 1/08/10 15:34 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Un film importante, di tutto rispetto, che rotola con naturalezza tra svariati generi mescolandoli con astuzia ed efficacia. La giungla è uno scenario avvolgente e avventuroso, i tocchi da cinema horror preziosi nel far salire la tensione e l'impianto d'azione, con la "complicata" missione del commando, è robusto e funzionale. Corona il tutto la presenza del Predator, un mostro (di sicuro effetto il disegno della creatura) che ragiona quasi come un umano. McTiernan dimostra di masticare bene la materia. Schwarzy ai massimi livelli è aiutato da un buon cast.
MEMORABILE: Il ritrovamento dei marines scuoiati; l'interminabile (e intutile) raffica di spari contro Predator.

Gestarsh99 31/08/10 22:17 - 1321 commenti

I gusti di Gestarsh99

Prendendo un po' a modello l'Aliens di Cameron (uscito nelle sale l'anno precedente), il muscolare McTiernan sposta tutta l'azione nella giungla centro-americana e realizza uno dei cult-movie più classici e sempreverdi degli anni '80. Un'opera che, sviluppandosi attraverso i generi più disparati (horror, fantascienza, bellico-avventuroso), coniuga in maniera perfetta il militarismo doc di stampo reaganiano all'orrore scaturito dalla presenza di una creatura tanto repellente quanto intelligente ed affascinante. Schwarzy in uno dei suoi ruoli migliori.
MEMORABILE: Quando la creatura, sfilandosi il suo casco/sarcofago, mostra ad Arnold il suo volto aracniforme.

Luchi78 8/09/10 15:18 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Non sono un estimatore del genere "alla caccia del mostro", ma riconosco l'alta tensione che la visione di questo film trasmette soprattutto nella sua seconda parte. Arnold Schwarzenegger mi sembra pompato al punto giusto, così come i suoi commilitoni. Il Predator invisibile è la trovata geniale che solleva le sorti del film, la regia di McTiernan mostra i suoi punti di forza nelle fasi più "action".

Mdmaster 26/04/11 07:23 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Inizia come un nervoso film di guerriglia e finisce con lo sfociare quasi nell'horror. McTiernan dirige un gruppo di ipermuscolosi sperduti nella giungla alle prese con un essere non di questo pianeta, un cacciatore. Splendida la fotografia ed esemplare il ritmo; si alternano momenti di puro machismo a sequenze dove l'intelligenza avrà il meglio sulla forza bruta. Indimenticabile il predator: dalla sua visione termica, al disumano urlo che caccia quando si toglie la maschera. Decisamente un film di culto, meritava seguiti migliori.
MEMORABILE: "Siamo pedine caro mio, pedine sacrificabili!"; "Perché non provi col formaggio?"

Kekkomereq 6/10/11 21:24 - 359 commenti

I gusti di Kekkomereq

Ambientato nella giungla e con una buona trama, Predator è un film abbastanza godibile, se si è amanti dei classici film d'azione americani. In Predator il protagonista assoluto è la creatura, un bestione che fa accapponare la pelle anche al caro Schwarzy. Fantastici gli effetti speciali per il 1987 e il cast non è da meno, paragonabile solo a quello di I mercenari - The Expendables.

Rigoletto 30/10/11 13:50 - 1552 commenti

I gusti di Rigoletto

Bel film d'azione per Arnold Schwarzenegger in uno scenario claustrofobico in cui l'ignoto e il pericolo sembrano nascondersi dappertutto. Un film dal ritmo pazzesco, tensione idem, mai un momento di noia con un gruppo di attori che ben si comportano. Solida la regia di John McTiernan, buone le musiche. Cult da vedere.
MEMORABILE: La comparsa dell'alieno. Le barzellette che Hawkins racconta a Billy. Schwarzenegger: "Lascia il fucile, non ti ha ucciso perché eri disarmata, è uno sportivo".

Werebadger 9/11/11 15:56 - 270 commenti

I gusti di Werebadger

Una squadra di marines, in missione in una giungla sudamericana, si trova braccata da un terribile alieno, dalla forza sovrumana e dalla tecnologia avanzatissima. Film "muscolare" con un regista e un cast di attori specializzati nell'action movie, in cui sparatorie, massacri e tensione la fanno da padroni. Schwarzy in una delle sue performance migliori (assieme a Terminator). Cult da non perdere assolutamente.
MEMORABILE: Troppi per citarli tutti, quindi dico solo il confronto finale.

Samuel1979 16/06/12 22:40 - 471 commenti

I gusti di Samuel1979

Un alieno dalle notevoli dimensioni approda in una giungla dell'America Centrale seminando vittime, ma il casuale arrivo di militari ben addestrati, complica ben presto i suoi sanguinosi piani. Ottimo film firmato McTiernan, il quale si avvale di buoni attori, con uno Schwarzenegger più umano del solito e l'ironico Weathers nel ruolo del maggiore Dillon. Da rilevare la memorabile figura del soldato Billy, l'indiano dal fiuto incredibile, (Landham).
MEMORABILE: ...Ho paura Poncho.... laggiù c'è qualcosa in agguato e non è un uomo... moriremo tutti.

Fabbiu 5/07/12 15:20 - 1932 commenti

I gusti di Fabbiu

La cosa migliore in Predator è la commistione di stili (pur senza effetto sorpresa): un film di guerriglieri duri in missione nella giungla diventa all'improvviso una lotta per la sopravvivenza contro un nemico nuovo, imprevisto e a tratti impercettibile; poi uno scontro strategico a due. Ci sono diverse atmosfere fuse bene, semplice intrattenimento che però brulica di piccoli spunti interessanti; gli effetti per l'epoca erano particolari, opera di Stan Winston che già aveva lavorato in Alien. Schwarzenegger perfetto per il ruolo.

Metuant 17/01/13 09:30 - 454 commenti

I gusti di Metuant

Un classico della filmografia action horror, che parte stile La cosa, con l'astronave che giunge sul pianeta e poi, per buona parte del film, sembra un classico film di guerriglia finchè non viene svelata la vera natura della storia. Questo e altre cose contribuiscono a creare un'atmosfera disturbante e a rendere azzeccatissima l'intera pellicola. Ottima anche la decisione di mostrare la creatura solo alla fine, mentre Schwarzenegger trova qui uno dei suoi ruoli migliori in assoluto.
MEMORABILE: Le soggettive della creatura; Il duello finale.

Daniela 11/03/13 18:30 - 9369 commenti

I gusti di Daniela

Inizia come un banale film action con marines nella giungla impegnati in una sporca missione, ma ben presto prende la strada di una caccia all'uomo da parte di un alieno che sarà pure un "mostro schifoso" come lo definisce Schwarzy (qui al suo meglio) ma certo non è privo di fascino. Non tanto sportivo come vorrebbe sembrare (non gioca esattamente ad armi pari), ma comunque intelligente e soprattutto dotato di senso dell'umorismo, riesce a rendere il film avvicente sia quanto non si vede che quando si mostra in tutto il suo splendore, nell'ultimo confronto finale, un vero sballo orgasmico.
MEMORABILE: Schwarzy coperto di fango fra i rami, invisibile agli occhi della creatura

Piero68 20/05/13 09:31 - 2755 commenti

I gusti di Piero68

McTiernan atto secondo. Dopo aver dimostrato di saperci fare con l'horror raffinato, prima di scegliere la sua strada definitiva, dimostra di saperci fare anche con lo sci-fi. Predator è indiscutibilmente uno dei cult assoluti di genere anni 80 (lo dimostrano anche gli innumerevoli sequel). E al claustrofobico Alien contrappone un muscolarissimo "cacciatore" di umani che si aggira in una giungla. Nonostante certi clichè degli anni 80 (i ribelli uccisi "volano" più che sanguinare) riesce a ritagliare anche parti di sano splatter. Buono il cast.
MEMORABILE: L'urlo belluino di Schwarzy che, rimasto ormai solo, chiama alla sfida il Predator munito solo di armi rudimentali.

Black hole 6/06/13 17:13 - 138 commenti

I gusti di Black hole

Film avvincente nel suo genere, che fonde l'operazione da superduri, di quelli "che mangiano filo spinato, pisciano napalm e riescono a mettere una palla in culo a una pulce a duecento metri" come direbbe Gunny/Eastwood, con l'alieno cacciatore, spietato e inafferrabile, impegnato in una sorta di macabro safari alla ricerca di trofei umani da esporre e lucidare una volta a casa. La storia fila veloce, con la giusta tensione e con l'immancabile scontro finale all'ultimo sangue. Schwarzy è perfetto e al top della forma, come i suoi compagni.
MEMORABILE: Schwarzy che nella notte, tra fango, tronchi e trappole varie, si prepara alla sfida finale con il predatore.

Vito 14/10/13 17:54 - 648 commenti

I gusti di Vito

Un commando di soldati americani affronta in una giungla del Centro America un mostruoso alieno cacciatore di uomini. McTiernan sforna un ottimo fanta-horror d'azione, costruisce scene ad altissima tensione e inserisce parecchia violenza. Il look dell'alieno è fantastico, una sorta di mostro della laguna nera in versione cyberpunk con vista a infrarossi e dreadlocks. La battaglia finale tra Schwarzy e l'extraterrestre, girata senza dialoghi, è entrata nella storia del cinema.
MEMORABILE: Schwarzy e i suoi uomini attaccano l'accampamento dei guerriglieri.

Myvincent 24/05/14 07:47 - 2546 commenti

I gusti di Myvincent

Fantascienza e action-style si fondono in questo classico, quasi perfetto nella resa cinematografica di un racconto che, sebbene semplice, entusiasma fino in fondo. Contribuisce la recitazione pacata di Arnold Schwarzenegger, i cui muscoli d'acciaio sembrano impacciarlo e per questo renderlo più umano. L'ultima parte si trasforma in un "Davide e Golia" tecnologico e ha un gusto impareggiabile.

Enzus79 17/01/14 10:24 - 1795 commenti

I gusti di Enzus79

Buon film d'azione con contorni di fantascienza. Non siamo ai livelli né di Alien né de La cosa, ma Predator coinvolge abbastanza, specialmente nella seconda parte. Forse uno dei film più interessanti della carriera di Arnold Schwarzenegger. Buona la regia di McTiernan.

Marione 23/11/14 02:26 - 103 commenti

I gusti di Marione

Guerriglieri braccati e lentamente massacrati da alieno ipertecnologico vagamente antropomorfo. Capolavoro dell'action, da un inizio degno d'un film di guerra si trasforma in un ottimo esempio di action con spruzzate di gore. Arnold è al massimo, ma non da meno sono i compagni, soprattutto il pellerossa. Il finale è un piccolo capolavoro, con trovate memorabili (il faccia a faccia è fantastico). Veramente un classico, forse il film più coinvolgente con l'attore austrico, sicuramente il più originale come plot. Granitico.
MEMORABILE: Il braccio di ferro iniziale; La tuta mimetica del mostro (o quello che è...); La lotta finale.

Bruce 12/05/15 16:48 - 1004 commenti

I gusti di Bruce

Sulla scia di Rambo, filmone action con Schwarzenegger, tutto muscoli e sangue. Una lotta disperata per sopravvivere nella giungla, ma con la variabile aggiunta e originale del nemico, alieno dai potere straordinari e predatore spietato. La tensione costante, il buon ritmo e l'ottima direzione dell'esperto regista ne fanno un prodotto godibile che merita almeno una visione. Certo non è una pellicola per anime candide o troppo sensibili...
MEMORABILE: "Se sanguina, significa che lo possiamo uccidere!"

Vitgar 14/05/15 10:36 - 586 commenti

I gusti di Vitgar

Action pirotecnico senza pause. Nel suo genere di sicuro un buon film grazie a una regia notevole, sostenuta da un'effettistica di prim'ordine. Anche la trama è coinvolgente e regge bene i 107 minuti di durata. Schwarz è nel suo ruolo naturale e lo dimostra con un'interpretazione efficace. Colonna sonora dell'esperto Silvestri. Per gli amanti del genere assolutamente da vedere.

Trivex 27/07/15 14:09 - 1488 commenti

I gusti di Trivex

Lotta violenta nella foresta, fino a che ne rimarrà uno solo! Più o meno la trama di un film comunque operativo, nel quale il super Schwarzy è il comandante senza paura di un "commando" che si scontrerà con l'inverosimile (e qualche milite un po' di paura poi comincerà ad averla!). Potente e marziale, girato bene e creatore di un clima teso e stimolante per la visione. Una di quelle pellicole che mai annoia e almeno una volta ogni dieci anni va rivista per forza.

Jena 29/11/15 11:18 - 1185 commenti

I gusti di Jena

Uno dei miei dieci film preferiti in assoluto. Ottima ambientazione nella giungla, ritmo assolutamente incalzante senza un secondo di respiro, lo Schwarzy migliore di sempre, in formissima e con battute indimenticabili, una creatura che farà storia e che entrerà nell'immaginario collettivo come Alien, colonna sonora perfetta, una sfilata di ceffi tutti in gran forma (Weathers, Bill Duke, Jesse Ventura, la Carrillo), scene da antologia (su tutte il grandioso, lunghissimo scontro finale tra Schwarzy e la creatura). Un mito..
MEMORABILE: "Non prendere l'arma uccide solo chi è armato... è uno sportivo..."

Russia1974 18/05/16 23:04 - 10 commenti

I gusti di Russia1974

La sorpresa sta nel fatto che il film parte come un banale film di guerra e piano piano sale di intensità. McTiernan è abile a mostrare la creatura poco alla volta, facendo salire la tensione. Splendidi gli effetti speciali (era il 1987) e ottimo anche il make up dell'alieno indossato dal compianto Kevin Peter Hall. Giusto mix di azione, tensione, autoironia e sangue, si rivede sempre volentieri.
MEMORABILE: "Laggiù c'è qualcosa in agguato... e non è un uomo..." (Billy, interpretato da Sonny Landham).

Taxius 16/10/16 14:53 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Fantastico mix tra azione e fantascienza con uno Schwarzy in grande forma; il film comincia come il più classico degli action coi nostri eroi che devono salvare degli ostaggi e annientare dei trafficanti di droga, ma dopo questa prima parte comincerà la vera caccia all'uomo. Che dire, Predator nell'immaginario collettivo del genere è secondo solo a Alien. Bellissima l'ambientazione della giungla ammazzonica e soprattutto epico il combattimento finale tra Arnold e il predator. Da vedere.

Buiomega71 23/11/16 19:45 - 2260 commenti

I gusti di Buiomega71

Puro cinema di cacciagione, senza ombra di dubbio uno dei migliori SF horror degli anni '80, che avvolge come un rettile in una giungla fatta di sangue, agguati e morte. Come se il cinema di Walter Hill si bagnasse nei limbi di un Cannibal holocaust. Arti amputati, toraci squarciati, scuoiamenti, teste perforate, spine dorsali strappate... McTiernan non lesina in splatter e violenza, in suspense e in angoscia agorafobica. Magnifico il granchiforme predatore alieno (che fa il paio con gli xenomorfi di Alien). Insieme a Nomads il fiore all'occhiello mctiernaniano.
MEMORABILE: "Ma sei un mostro schifoso!"; La risata finale del predator; Il ritrovamento dei corpi appesi e scuoiati; Lo scorpione; Il grido di Sonny Landham.

Il ferrini 28/05/17 00:52 - 1680 commenti

I gusti di Il ferrini

McTiernan avrà sbagliato abbastanza nella vita ma davvero poco o niente come regista. Questo è il suo primo successo, cui seguirà dopo pochi mesi Die Hard e non si fatica a capirne il perché: tensione ben orchestrata, ottimi effetti speciali, scene d'azione girate perfettamente. Poco importa se la storia è solo un pretesto, se contiene diverse incongruenze e se alla fine non risponde neanche a gran parte delle domande; il ritmo c'è e ci si diverte. Talvolta l'eccesso di testosterone provoca ilarità involontaria ma fa parte del suo fascino.
MEMORABILE: Schwarzenegger che si cosparge il viso di fango.

Magi94 29/10/17 20:34 - 673 commenti

I gusti di Magi94

Nel suo genere è uno dei migliori, perché riesce a non scadere mai in noiose sottotrame amorose ma regala solo divertimento "ignorante". Il plot è semplice: un inno al machismo incarnato in una squadra di americani (ci potrei mettere la mano sul fuoco, han votato Reagan) che va nella foresta ad ammazzare sciocchi guerriglieri comunisti e in seguito a farsi cacciare da un alieno. Non manca nessuno: Schwarzenegger tutto muscoli, un texano, due afromericani, un indiano e un nerd che muore subito, evidentemente colpevole di aver votato democratico.

Anthonyvm 6/04/18 21:50 - 1909 commenti

I gusti di Anthonyvm

Grande esempio di sci-fi orrorifica d'azione. L'idea semplicissima di base, che potrebbe quasi sembrare uno slasher fantascientifico al testosterone, è perfetta e regge benissimo un film che dà esattamente quello che promette: suspense, muscoli ed esplosioni. Si entra nel "vivo" solo a metà, dato che l'alieno entra effettivamente in campo solo dopo le dovute presentazioni e scene action con tanto di battutine di Schwarzenegger. L'ultima tranche, quasi muta, in cui si assiste al duello fra i due "mostri," funziona che è una bellezza. Un cult!
MEMORABILE: La rivelazione del volto del Predator.

Ryo 16/10/18 00:33 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Una delle migliori performance di Schwarzenegger. Gli effetti speciali, che un tempo apparivano grandiosi, dopo 30 anni sono invecchiati benissimo; come il film, nonostante la regia risenta delle tipiche frasi fatte e spacconaggini trash da action anni 80 (memorabile il saluto fra Schwarzy e Weathers con muscoli in primo piano), di una regia molto lineare e di un finale che potrebbe deludere.
MEMORABILE: "Ma tu... sei un mostro schifoso!".

Rufus68 28/03/19 22:10 - 3076 commenti

I gusti di Rufus68

Di gran lunga il miglior film del forzuto austriaco, qui intelligentemente tenuto a freno nel suo protagonismo e circondato da rocciosi caratteristi che, da par loro, contribuiscono al migliore action della decade (e non solo). A parte qualche smargiassata goliarda nei dialoghi (un blockbuster deve sottostarvi), tutto procede a vele spiegate, con bella tensione e un finale appassionante. Memorabile la soggettiva del "cacciatore". A suo modo è un classico.

Rocchiola 23/04/20 08:13 - 864 commenti

I gusti di Rocchiola

Dal futuro regista di Trappola di cristallo un ottimo mix tra avventura, guerra, horror e fantascienza che è un po' la versione rambesca di Alien o meglio la variabile action dei "Dieci piccoli indiani". Ma più che sui muscoli il film punta molto sulla tensione che rimane altissima almeno fino a quando non si materializza il celebre umanoide dalla capigliatura rasta. Azzeccata l’ambientazione nella giungla più profonda, lussureggiante e letale. E Schwarzenegger di fronte alla paura dell’ignoto si permette anche qualche tocco autoironico.
MEMORABILE: Il viaggio in elicottero al suono di Little Richard; Le vittime scorticate; “Mio dio, sei un mostro schifoso!!!”, La risata finale del predatore.

Jdelarge 13/05/20 14:08 - 871 commenti

I gusti di Jdelarge

Un buon film che dà il meglio di sé nel duello tra il "mostro schifoso" e Schwarzenegger, che così epiteta il suo terribile rivale. La prima parte della pellicola mostra qualche difetto di troppo perché la tensione, tutto sommato, latita a discapito di ingenti e roboanti esplosioni d'arma da fuoco. Molto belle le sequenze in cui viene immortalato Predator e, in generale, decisamente affascinante l'ambientazione.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Noncha17 • 14/07/17 15:05
    Magazziniere - 1073 interventi
    L'alieno doveva essere interpretato da "tale" Jean-Claude Van Damme ma, sia per la bassa statura che per l'insistenza nel muoversi da lottatore di scuola kick-boxing, venne mandato via e sostituito con il gigante Kevin Peter Hall.

    Fonte: MONDOFOX
  • Discussione Kanon • 15/07/17 20:50
    Fotocopista - 815 interventi
    In merito alla curiosità riportata da Noncha riguardo al costume orginale del predator, quello di colore rosso serviva solo come "stunt suite" in cui la creatura appariva mimetizzata con la giungla. In questo filmato è possibile vedere l'effetto (a 1 min. e 36 sec. ).
  • Discussione Capannelle • 16/07/17 14:32
    Scrivano - 2505 interventi
    Kanon ebbe a dire:
    In merito alla curiosità riportata da Noncha riguardo al costume orginale del predator, quello di colore rosso serviva solo come "stunt suite" in cui la creatura appariva mimetizzata con la giungla. In questo filmato è possibile vedere l'effetto (a 1 min. e 36 sec. ).
    Ti sei dimenticato il link al video, era questo?
    https://www.youtube.com/watch?v=A1GfUoB0kog

    Sono d'accordo con te che il costume rosso non era sostitutivo di quello finale, da questo video sembrerebbe che all'inizio JCVD pensasse erroneamente che quello fosse il vero look del mostro. Poi, immagino, qualcuno gli avrà spiegato che non era così e che doveva fare da semplice controfigura dentro a un costume da gamberone.
    Ultima modifica: 16/07/17 15:00 da Capannelle
  • Discussione Noncha17 • 16/07/17 17:53
    Magazziniere - 1073 interventi
    Kanon ebbe a dire:
    In merito alla curiosità riportata da Noncha riguardo al costume orginale del predator, quello di colore rosso serviva solo come "stunt suite" in cui la creatura appariva mimetizzata con la giungla. In questo filmato è possibile vedere l'effetto (a 1 min. e 36 sec. ).

    Ah, ho capito!

    Quindi, Il costume, sarebbe dovuto servire "solo" per dare la forma al mostro quando doveva apparire trasparente..


    @Zender: Grazie per la chiamata! :)
    Ultima modifica: 16/07/17 17:53 da Noncha17
  • Discussione Zender • 16/07/17 19:03
    Consigliere - 43496 interventi
    Ok, riporto qui quindi la notizia:

    Inoltre, inizialmente, il costume era di colore rosso e per niente somigliante a quello divenuto famoso in seguito. Questo grazie all'opera di Stan Winston, curatore degli effetti speciali dei vari Terminator e di Jurassic Park.
  • Discussione Kanon • 16/07/17 21:49
    Fotocopista - 815 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Kanon ebbe a dire:
    In merito alla curiosità riportata da Noncha riguardo al costume orginale del predator, quello di colore rosso serviva solo come "stunt suite" in cui la creatura appariva mimetizzata con la giungla. In questo filmato è possibile vedere l'effetto (a 1 min. e 36 sec. ).
    Ti sei dimenticato il link al video, era questo?
    https://www.youtube.com/watch?v=A1GfUoB0kog

    Sono d'accordo con te che il costume rosso non era sostitutivo di quello finale, da questo video sembrerebbe che all'inizio JCVD pensasse erroneamente che quello fosse il vero look del mostro. Poi, immagino, qualcuno gli avrà spiegato che non era così e che doveva fare da semplice controfigura dentro a un costume da gamberone.


    Si, grazie ! Non ci ho neanche fatto caso di essermi dimenticato il link al video !
  • Curiosità Buiomega71 • 21/03/18 19:40
    Pianificazione e progetti - 21882 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (Ciclo: "Arnold Schwarzenegger", giovedì 11 gennaio 1990) di Predator:

  • Homevideo Zender • 10/01/20 17:17
    Consigliere - 43496 interventi
    Ho preso il bluray Hunter edition e devo dire che non ha un solo grammo di grana. Farà imbestialire chi non sopporta i bluray filtrati, comunque l'impatto è impressionante: il film sembra girato ieri!
  • Homevideo Rocchiola • 23/04/20 08:26
    Call center Davinotti - 1133 interventi
    Ma sul discorso filtri ci sarebbe da discutere per ore. Io che non amo il cinema odierno in digitale e sono un grande sostenitore della pellicola, tendo sempre a preferire una restituzione del film il più naturale possibile. Ma è innegabile che certi lavori di pulizia hanno ridato vita e visibilità ad alcune vecchie pellicole. In ogni caso Predator non è così vecchio e per quanto mi ricordo dalle visioni passate non è mai stato un film eccessivamente granuloso. Il BD della Fox Ultimate Hunter Edition pubblicato nel 2010 e criticato una certa plasticità artificiale delle immagini (conseguente all'eliminazione del grano eccessivo dell'edizione in BD precedente), lo trovato ottimo. Visionato su di un televisore medio da 32 pollici le immagini mi sono apparse più brillanti, colorate e nitide che in passato. L’assenza di grano non ha completamente cancellato quella textured tipica del cinema in pellicola facilmente distinguibile dalle recenti produzioni digitali odierne che anzi a volte si divertono a riprodurre artificialmente il grano per apparire vintage. E poi c’è anche più dettaglio rispetto alla prima edizione in HD del 2008. L’italiano DTS 5.1 è di ottimo livello. Leggendo le recensioni a quanto pare la recente riedizione in ultra-HD 4K ha restituito un'immagine più granulosa ma con il giusto dettaglio e colore. Nel disco in questione c’è anche il bluray normale che però è una fedele replica della Ultimate Hunter Edition.
  • Homevideo Rocchiola • 13/09/20 10:18
    Call center Davinotti - 1133 interventi
    Rivisto su nuovo schermo 55 pollici l'edizione Ultimate Hunter del 2010 ha svelato qualche pecca in più che su schermi più piccoli non avevo percepito. Effettivamente l'immagine presenta un certa plasticità di superficie che penalizza la definizione di fondo che per un film del 1987 poteva essere decisamente più incisiva. Qualche sequenza è piuttosto sgranata ma probabilmente si tratta del girato originale (ad esempio il tuffo dalla rupe, il trasporto in elicottero). Insomma bisognerebbe provare l'edizione 4K ultra HD che dalla recensioni pare di molto superiore.