Il vero calcio al cinema

15 novembre 2013

Il calcio e il cinema, due forme di spettacolo: sport e arte. Il primo su un campo verde negli stadi, il secondo su pellicola nelle sale. Forme di intrattenimento con percorsi distinti ma simili. Entrambi nati tra la fine dell’Ottocento e i primi anni del Novecento (prime sale di proiezione e nascita delle società calcistiche), raccontano una storia della durata di circa 90 minuti, divisa in due tempi, di cui non si conosce il finale. E' da notare che quando l’Italia vinceva le sue prime coppe Rimet nella Capitale si realizzavano i grandi kolossal e che ormai alcuni presidenti di calcio fanno parte anche del mondo del cinema. Da Cinque a zero al Mundial dimenticato o al più recente L’arbitro di Zucca, non mancano momenti d'incontro tra il cinema e il calcio. Eppure il matrimonio tra lo sport più diffuso e il grande schermo non si è dimostrato negli anni così facile.

Il calcio, soprattutto quello moderno, è rapidità, inventiva e tocchi veloci. Tutte cose che il cinema non riesce a valorizzare e sfruttare a proprio vantaggio; non a caso una delle scene di calcio rimaste nell’immaginario collettivo è una “non azione”: il rigore parato da Stallone nel film Fuga per la vittoria. Per il resto nessuno che sia riuscito a raccontare la vera magia del calcio giocato. Inoltre è curioso notare come il film su una vera squadra di calcio (Il grande Torino, con la sua tragica fine) sia stata trasformata in una storia d’amore televisiva, e che l’unico film dedicato ai mondiali di Italia 90 sia un hard con due tifose molto “appassionate”. In definitiva non molti film sul calcio, ma molto calcio nei film. Il calcio in fin dei conti è un fenomeno di costume che i registi non potevano di certo ignorare, utilizzato principalmente nelle classiche commedie all’italiana con risvolti più comici che tragici. 
Arbitri cornuti, allenatori nel pallone, presidenti dittatoriali e tifosi “viulenti”. Mentre il cinema d’autore ha utilizzato il calcio per vecchie memorie o per rappresentare la parte peggiore della società (ce lo dimostra ad esempio Dino Risi nel film In nome del popolo italiano, dove l’eccessiva felicità dei tifosi italiani porterà Ugo Tognazzi a cambiare la sentenza). Ne Gli imbroglioni la passione per il calcio indurrà Walter Chiari ad ascoltare la partita alla radio addirittura durante un funerale, mentre Troisi ascolterà i risultati proprio in un momento”caldo” con Giuliana De Sio in Scusate il ritardo. Per non esser riuscito ad ascoltare un derby alla radio Sordi si vendicherà contro un violino della moglie in Il marito, mentre Luciano De Crescenzo affiderà a Maradona, con tanto di citazione poetica, la salvezza da un eventuale attacco nucleare alla città di Napoli nel film Il mistero di Bellavista. Nel film Mazzabubù... quante corna stanno quaggiù un tifoso preferirà portarsi la moglie, con l’amante, allo stadio, pur di non lasciarli a casa da soli a fornicare.


LE PARTITE, QUELLE VERE!

Avremmo potuto scrivere l'ennesimo speciale sui film di calcio al cinema, ma non è quello che era nelle nostre intenzioni. Non troverete quindi nelle prossime righe film come Gambe d'oro e Il presidente del Borgorosso Football Club, che pure possono contare su interpreti d'eccezione quali Totò e Alberto Sordi. Né sono presenti classici come I due maghi del pallone, uno dei titoli più noti della coppia Franco & Ciccio; o Ultimo minuto, dove Ugo Tognazzi ci mostra il calcio, ormai modernizzatosi, fuori dal campo nelle sue diverse e oscure sfaccettature. E nemmeno Ultrà, che racconta in modo crudo il mondo del tifo violento ed organizzato. Perché? Perché si tratta in quasi tutti i casi di film che mostrano solo calcio di “periferia”, con scene riprodotte ad hoc per il cinema e nessuna sequenza di calcio “reale”, quello giocato negli stadi e seguito da milioni di appassionati ogni domenica (si è passati da "Tutto il calcio minuto per minuto" a "tutti i minuti il calcio").

Quello che qui abbiamo voluto fare è insomma raggruppare le partite di calcio - riproposte perlopiù con immagini di repertorio - visibili nei film italiani (non necessariamente dedicati al calcio) che siamo riusciti a dimostrare ricorrendo a filmati e foto del tempo. Per ognuna delle partite troverete il link alla pagina del Davinotti in cui si mostrano sia il fotogramma che il filmato utilizzato per verificare che la partita fosse davvero quella che affermiamo essere. Partite trasmesse in televisione come la famosa Italia - Inghilterra allo stadio di Wembley del Secondo tragico Fantozzi, o quella fondamentale per la buona riuscita della truffa in Sette volte sette
Ma anche partite utilizzate per rendere realistiche scene all’interno dello stadio come in Luca il contrabbandiere o Delitto a Porta Romana. Infine partite “prestate” al cinema per essere interpolate ad altre create ad hoc per servire la trama, come in Il tifoso, l'arbitro e il calciatore o Il diavolo e l'acquasanta. Ecco quindi qui di seguito l'elenco di tutte le partite che siamo riusciti a individuare, raggruppate cronologicamente anno per anno, senza considerare - per l'ordinamento - l'anno di uscita del film. Proprio per capire quali sono stati gli anni più saccheggiati e per raccontare in che contesto sono state utilizzate.

OGNI TITOLO DI FILM INSERITO NELL'ELENCO SOTTOSTANTE PORTA ALLA RELATIVA PAGINA DELLE CURIOSITA' IN CUI POTER VERIFICARE FOTO, FILMATI E APPROFONDIMENTI EVENTUALI
 
1928
AMICHEVOLE: ITALIA-AUSTRIA 2-211 novembre 1928
La partita che la squadra capitanata da Barenghi (Osvaldo Valenti) perde 2-0 mandando su tutte le furie il presidente (Angelo Musco), che lo accusa di pensare alla cantante Billie Gray (Milly), nel film Cinque a zero (1932). Prima apparizione della nazionale, e del calcio giocato, in un film italiano.
 
1929

AMICHEVOLE: ITALIA-GERMANIA 1-228 aprile 1929
Una delle due partite utilizzate per creare la partita che la squadra capitanata da Barenghi (Osvaldo Valenti) vincerà 5-0 e che gli permetterà di avere la benedizione del suo presidente (Angelo Musco) a sposare la cantante Billie Gray (Milly) nel film Cinque a zero (1932).

1931

AMICHEVOLE: ITALIA-SCOZIA 3-020 maggio 1931
Una delle due partite utilizzate per creare la partita che la squadra capitanata da Barenghi (Osvaldo Valenti) vincerà 5-0, risultato che gli permetterà di avere la benedizione del suo presidente (Angelo Musco) per sposare la cantante Billie Gray (Milly), nel film Cinque a zero (1932).

1934

MONDIALE: ITALIA-CECOSLOVACCHIA 2-110 giugno 1934, finale, Italia 34
La partita dove Marcella (Elisa Cegani) scopre che il calciatore della nazionale Gino Vanni (Antonio Centa) è il nipote della signora Marta Rossi, futura proprietaria della casa di moda dove lei lavora nel film Contessa di Parma (1938).

1947

SERIE A: INTER-MILAN 1-2 16 marzo 1947, 24° giornata, stagione 46/47
Le immagini della partita che si vedono nell'introduzione, definite uno "svago per la gente sana", nel film Molti sogni per le strade (1948). Di certo il calcio non poteva non essere considerato come elemento di rinascita del paese, il ritorno alla normalità dopo la guerra.

SERIE A: LAZIO-GENOA 1-14 maggio 1947, 30° giornata, stagione 46/47 
Una delle partite che vengono mostrate nella parte introduttiva del film Se vincessi cento milioni (1954): le immagini mostrano un rigore non concesso alla squadra della Lazio. Nel cinegiornale utilizzato per il confronto si accenna a quella che in futuro sarà la moviola in televisione e poi l'attuale VAR sul campo.

SERIE A: GENOA-SAMPDORIA 2-116 novembre 1947, 9° giornata, stagione 47/48 
Una delle partite che vengono mostrate nella parte introduttiva del film Se vincessi cento milioni (1954). Nelle immagini un grave infortunio di un giocatore del Genoa. L'incontro è citato anche nel documentario Genova e il calcio - Le due anime della Superba (2010) sulle due squadre del derby della Lanterna.

1948
AMICHEVOLE: FRANCIA-ITALIA 1-34 aprile 1948 
La partita che la comitiva maschile di italiani andrà ad assistere a Parigi, lasciando le donne in giro per negozi di moda e parrucchieri, nel film Parigi è sempre Parigi (1951). La partita rimarca la passione, prettamente maschile, del calcio.

AMICHEVOLE: ITALIA-INGHILTERRA 0-416 maggio 1948 
Una delle partite che vengono mostrate nella parte introduttiva del film Se vincessi cento milioni (1954). L'Italia, statisticamente ancora da considerare detentrice del titolo di Campione del Mondo nonostante siano passati 10 anni dalla vittoria, non essendosi giocate le edizioni 1942 e 1946 schiererà in formazione gran parte dei giocatori di quello che verrà chiamato il Grande Torino.

1950

SERIE A: ROMA-JUVENTUS 1-030 aprile 1950, 34° giornata, stagione 49/50 
La partita appare sia nel film L'inafferrabile 12 (1950), dove Walter Chiari interpreta due gemelli (uno dei quali è il portiere della Juventus e l’altro il suo sostituto) che, l’anno successivo, nel film La città si difende (1951): proprio durante questa partita avverrà la rapina all’interno dello stadio. In quest’ultimo film ci viene tra l'altro mostrato il gol della Roma, fondamentale per la salvezza della squadra giallorossa a fine campionato.

SERIE A: ROMA-NAPOLI 0-019 novembre 1950, 34° giornata, stagione 50/51
Una delle due partite che viene utilizzata per l'incontro Roma-Napoli al centro della storia nel film La domenica della buona gente (1953). Inserite nel film anche alcune immagini della goliardia genuina dei tifosi, come spesso accadeva durante il "derby del Sud".

1951

SERIE B: SALERNITANA-GENOA 0-2 (Tav.)7 ottobre 1951, 5° giornata, stagione 51/52 
Una delle partite che vengono mostrate nella parte introduttiva del film Se vincessi cento milioni (1954). Nelle immagini il gol su rigore del Genoa, quello del momentaneo 0-1, che porterà all'invasione di campo da parte dei tifosi della Salernitana e alla successiva interruzione della partita e la sconfitta a tavolino per la squadra di casa.

1953

SERIE A: ROMA-NAPOLI 5-24 gennaio 1953, 15° giornata, stagione 52/53 
E' la partita di campionato attorno alla quale si intrecciano le varie storie del film La domenica della buona gente (1953). Il film descrive bene anche la spontaneità delle tifoserie partenopea e romana, con tanto di lancio di petardi (un evento riportato anche dalle cronache del tempo).

AMICHEVOLE: ITALIA-UNGHERIA 0-317 maggio 1953 
Una delle partite che vengono mostrate nella parte introduttiva del film Se vincessi cento milioni (1954). Le immagini mostrano la partita giocata per l'inaugurazione dello stadio Olimpico di Roma contro la squadra ungherese, tra le più forti squadre europee dell'epoca.

SERIE A: ROMA-LAZIO 1-129 novembre 1953, 11° giornata, stagione 53/54 
Sarà proprio questa la partita in cui si rincontreranno, nel film Un giorno in pretura (1954), Salomone Lo Russo (Peppino De Filippo) e Nando Mericoni (Alberto Sordi). Stranamente, nel montaggio della partita all’interno del film, si è utilizzato il gol della Roma per far esultare il tifoso laziale (De Filippo)!

1954

SERIE A: NAPOLI-ROMA 1-09 maggio 1954, 31° giornata, stagione 53/54 
Una delle partite che vengono mostrate nella parte introduttiva del film Se vincessi cento milioni (1954). Nelle immagini del film, e nel cinegiornale d'epoca, vengono mostrati tifosi del Napoli con un asinello (simbolo della squadra, anche se all'origine era un cavallo rampante) e una giocosa coreografia fatta con i palloncini.

MONDIALE: BRASILE-UNGHERIA 2-427 giugno 1954, quarti di finale, Svizzera 54
La partita durante la quale X-4 (Landa) avrebbe dovuto leggere un messaggio all'umanità, finendo per diventare un accanito tifoso alterando il risultato nel film I marziani hanno 12 mani (1964). Il film dimostra come la passione del calcio coinvolga anche visitatori da un altro pianeta...

1955
SERIE A: NAPOLI-ROMA 2-0 • 13 marzo 1955, 23° giornata, stagione 54/55
La partita Napoli-Roma cui assistono Alfredo Pinelli (Ferruccio Amendola) e la sorella Marcella Pinelli (Wandisa Guida) in I prepotenti (1958)che si concluderà 2 a 0 per il Napoli e che si giocò allo stadio del Vomero (oggi Stadio Collana) in via Giuseppe Ribera a Napoli, prima del suo trasferimento nello stadio del Sole (oggi Stadio San Paolo) nel 1959.

1956
   
SERIE A: LAZIO-ROMA 0-314 ottobre 1956, 5° giornata, stagione 56/57 
E' il derby che il povero Alberto Mariani (Alberto Sordi), nel film Il marito (1958), non potrà andare a vedere insieme ai suoi amici allo stadio né tantomeno sentire alla radio per colpa di un concerto di violoncello di sua moglie e le sue amiche.

SERIE A: ROMA-FIORENTINA 0-218 novembre 1956, 8° giornata, stagione 56/57 
E' una delle due partite utilizzate come gol della Roma durante l'incontro con la squadra lombarda nel film L'amico del giaguaro (1959), che porteranno l'imprenditore del nord a perdere la scommessa e successivamente a cadere nel tranello di Augusto (Chiari) e dei suoi complici.

1957

SERIE A: ROMA-LAZIO 2-23 marzo 1957, 22° giornata, stagione 56/57
La partita è utilizzata per rappresentare il gol della Lazio nel derby che Raimondi (Ettore Manni) andrà a vedere con i suoi amici allo stadio nel film Ladro lui, ladra lei (1958). Il gol è del romanista Da Costa, il regista con un abile gioco di tagli riesce a farlo passare come un gol della Lazio. Curioso che il gol della Roma appartenga invece a un'altro derby, come si legge qui sotto (anche se sempre dello stesso anno)...

SERIE B: CATANIA-CAGLIARI 2-117 marzo 1957, 24° giornata, stagione 56/57
La partita che Ignazio La Brocca (Turi Ferro) guarda con il figlio maggiore in televisione mentre il figlio più piccolo Nino (Alessandro Momo) accarezza le gambe di Angela La Barbera (Laura Antonelli) nel film Malizia (1973). Un grande divario tra film e partita (16 anni)!

SERIE A: LAZIO-MILAN 3-015 aprile 1957, 28° giornata, stagione 56/57
La partita di calcio che i due amici Aldo (Pani) e Carletto (Torrenz) guardano insieme allo stadio e durante la quale parlano delle loro avventure amorose nel film I dritti (1957). Nelle poche immagini il gol su rigore di Vivolo.

SERIE A: ROMA-LAZIO 3-027 ottobre 1957, 8° giornata, stagione 57/58
La partita è utilizzata per rappresentare il gol della Roma nel derby che Raimondi (Ettore Manni) andrà a vedere con i suoi amici allo stadio nel film Ladro lui, ladra lei (1958).

1958
SERIE A: ROMA-NAPOLI 0-213 marzo 1958, 28° giornata, stagione 57/58
Quella visibile nel film è una delle due partite utilizzate come gol della Roma durante l'incontro con la squadra lombarda nel film L'amico del giaguaro (1959), che porteranno l'imprenditore del nord a perdere la scommessa e successivamente a cadere nel tranello di Augusto (Walter Chiari) e dei suoi complici.

1959

SERIE A: NAPOLI-JUVENTUS 0-022 febbraio 1959, 21° giornata, stagione 58/59 
La prima partita di serie A che arbitra Marco Tornabuoni (Marcello Mastroianni) in Il nemico di mia moglie (1959) è il pareggio tra Napoli e Juventus in cui venne espulso Pesaola (come gridano anche dai falsi spalti).

SERIE A: ROMA-GENOA 1-0 20 settembre febbraio 1959, 1° giornata, stagione 59/60
La partita trasmessa nel televisore non perfettamente riparato (immagini doppie dei calciatori in campo) della famiglia Brognoli, che farà scattare il gioco delle cambiali nel film I maniaci (1964) episodio "La cambiale".

1962

SERIE A: ROMA-MILAN 0-19 dicembre 1962, 12° giornata, stagione 62/63 
La partita in questione è quella che Maretta (Emmanuelle Riva) andrà a seguire allo stadio insieme al marito Gianni (Ugo Tognazzi) nel film Le ore dell'amore (1963),  pensando di aggiustare così  la loro vita di coppia. La partita si ricorda per un gol “fantasma” non assegnato alla Roma e una invasione di campo da parte di un tifoso giallorosso.

1963 
     
SERIE A: ROMA-CATANIA 5-1 10 febbraio 1963, 21° giornata, stagione 62/63 
Nel film I mostri (1963), episodio “Che vitaccia!”, il baraccato romano (Vittorio Gassman) andrà allo stadio a vedere questa partita invece di spendere gli ultimi soldi per le medicine del figlio... E' il classico esempio di come i registi abbiamo utilizzato il calcio, e quindi i tifosi, per rappresentare la parte più peggiore della società italiana.

COPPA DEI CAMPIONI: REAL MADRID-GLASGOW RANGERS 6-09 ottobre 1963, ritorno sedicesimi di finale, stagione 62/63
Nel film Vajont (2001) è la partita a cui gli abitanti di Longarone assistono proprio prima che si verifichi la tragedia (esattamente come accadde nella realtà)

EUROPEO: ITALIA-URSS 1-110 novembre 1963, ritorno ottavi di finale, Spagna 64 
Nel film I maniaci (1964), episodio “Lo sport”. Il capo ufficio (Vianello) scommetterà sul rigore di Mazzola con un tifoso l'onore della propria moglie. Il rigore è quello che il leggendario portiere russo Jascin para a Sandro Mazzola.

1965

SERIE A: LAZIO-FOGGIA 2-116 maggio 1965, 31° giornata, stagione 64/65
La partita durante la quale un tifoso (Chiari) dà continuamente del cornuto all'arbitro (Panelli) - ignorando che proprio l'arbitro è l'amante della moglie e quindi a il vero cornuto è lui - nel film Amore all'italiana (1966), episodio "Storia domenicale". Nelle immagini del film, una rara decisione dell'arbitro di far ripetere un rigore, che nel film verrà invertita rispetto alla realtà.

SERIE A: INTER-TORINO 2-26 giugno 1965, 34° giornata, stagione 64/65
La partita che Giovanni (Sordi) guarda insieme alla tifosa moglie Roberta (Machiavelli) nel film I nostri mariti (1966), episodio “Il marito di Roberta”. La passione calcistica della moglie di Giovanni viene usata nel film come elemento che avrebbe dovuto far capire a Giovanni ed allo spettatore il cambiamento che più avanti deciderà di intraprendere Roberta. Per la prima, ed unica volta in un film, Alberto Sordi tifoso interista.

1966  
   
COPPA D’INGHILTERRA (FA CUP): EVERTON-SHEFFIELD 3-2 14 maggio 1966, finale, stagione 65/66
La partita, nel film Sette volte sette (1969), è utilizzata da Bodoni (Raimondo Vianello) e i suoi compagni di galera per la buona riuscita del colpo alla Zecca dello Stato: l’intera città sarà infatti distratta da questa importante finale di Coppa! Nel film ci si inventerà un gol, rispetto a quelli realmente realizzati nella realtà, in modo da mandare virtualmente le due squadre ai tempi supplementari e regalando così  più tempo per la truffa.

SERIE A: NAPOLI-INTER 3-122 Maggio 1966, 34° giornata, stagione 65/66
La partita che Dudù (Nino Manfredi) vede allo stadio aspettando di parlare con il Capitano (Dante Maggio) ed organizzare il colpo nel film Operazione San Gennaro (1966).

MONDIALE: COREA DEL NORD-ITALIA 1-019 Luglio 1966, 3° giornata fase a gironi, Inghilterra 66 
La partita trasmessa nella televisione che sta guardando il Boss, grazie alla quale Ascanio Orsini (De Sica) riesce a salvare la pelle nel film A spasso nel tempo - L'avventura continua (1997). A detta di molti il punto più basso della nazionale italiana di calcio.

1969

SERIE A: INTER-SAMPDORIA 1-127 aprile 1969, 27° giornata, stagione 68/69 
La partita durante la quale viene chiamato dall'altoparlante dello stadio il rag. Emilio Gambilozzi, smascherato all'uscita da Paolo De Angelis (Villaggio) nel film Il terribile ispettore (1969). La scena, come poche volte accade, è ripresa in diretta all'interno dello stadio con l'attore tra i tifosi sugli spalti.

MONDIALI: GERMANIA EST-ITALIA 2-229 aprile 1969, girone eliminatorio qualificazioni, Messico 70
Uno dei due gol realizzati da Gigi Riva che si si vedono nel televisore che sta guardando Franco Favazza (Franco Franchi) e che nella pellicola vengono però attribuiti a Johan Cruijff nel film L'eredità dello Zio Buonanima (1974). Questo fu decisivo per la qualificazione ai mondiali di calcio di Messico 1970.

MONDIALI: ITALIA-GERMANIA EST 3-022 novembre 1969, girone eliminatorio qualificazioni, Messico 70 
L'immagine di sfondo che viene utilizzata durante l'intervista fatta al giocatore Chinaglia, in cui si mostra Riva che segna di testa e utilizzata nel film Una farfalla con le ali insanguinate (1971).

1970

SERIE A: INTER-ROMA 2-01 febbraio 1970, 19° giornata, stagione 69/70 
La partita Inter-Roma dove il padre di Paola (Francesco Mulè) e il Commendator Zibiletti (Umberto D'Orsi) discutono animatamente, ma facendo anche amicizia nel film Lacrime d'amore (1970).

SERIE A: CAGLIARI-BARI 2-012 aprile 1970, 28° giornata, stagione 69/70 
Uno dei due gol realizzati da Gigi Riva che si si vedono nel televisore che sta guardando Franco Favazza (Franco Franchi) e che nella pellicola vengono però attribuiti a Johan Cruijff nel film L'eredità dello Zio Buonanima (1974). Questo quello decisivo per la vittoria del primo scudetto della squadra sarda.

MONDIALE: ITALIA-GERMANIA 4-317 giugno 1970, semifinale, Messico 70 
La partita è utilizzata dal regista Andrea Barzini, nel film Italia Germania 4-3 (1990), per legare la trama e le vicende dei protagonisti del film al movimentato ed emozionante match. Italia-Germania 4 a 3 verrà visto dai protagonisti per ricordare i bei tempi e darà pure (caso unico) il titolo al film. Merito di una partita i cui tempi supplementari, soprattutto, sono passati ormai alla storia.

MONDIALE: BRASILE-ITALIA 4-1 21 giugno 1970, finale, Messico 70 
La partita che Dante Lombardozzi (Natoli) vede di continuo in tv estasiato dalle gesta di Pelé, sperando che il proprio figlio diventi come lui, nel film Boom (1999), episodio "Il figlio di Pelé".

1971

SERIE A: NAPOLI-ROMA 1-2 25 aprile 1971, 27° giornata, stagione 70/71
Nel film  Il furto è l'anima del commercio? (1971) la partita è utilizzata per coprire l'esplosione della dinamite durante il furto alla tabaccheria. Purtroppo i ladri/tifosi partenopei presenti allo stadio dovranno far partire i mortaretti per il gol della Roma, ricevendo gli insulti degli altri tifosi.

SERIE A: ROMA-INTER 3-131 ottobre 1971, 4° giornata, stagione 71/72
Nel film All'onorevole piacciono le donne (1972) la partita è utilizzata, nelle prime immagini, per trasmettere allo spettatore il menefreghismo del popolo italiano nei confronti delle problematiche politiche della nazione (nello specifico l’elezione del presidente della Repubblica). Quando in televisione c’è una partita di calcio importante, tutto passa in secondo piano, come si può ben capire dal film.

1972

SERIE A: TORINO-JUVENTUS 2-1 5 novembre 1972, 5° giornata, stagione 72/73
La partita trasmessa in televisione e guardata distrattamente dal cavalier Placido Pellesi (Pellegrin) mentre con la moglie (Coluzzi), che lavora a maglia, discutono del futuro della loro figlia e a chi farla maritare nel film Crescete e moltiplicatevi (1973).

SERIE A: MILAN-INTER 3-219 novembre 1972, 7° giornata, stagione 72/73
L’arbitro Carmelo Lo Cascio (Lando Buzzanca), come più volte ricordato una caricatura del celebre Concetto Lo Bello, nel film L'arbitro (1974) verrà chiamato a dirigere, tra le altre partite, questo derby milanese del 1972.

1973 

SERIE A: PALERMO-ROMA 1-113 maggio 1973, 29° giornata, stagione 72/73
La partita che Demetrio Cultrera detto Dedé (Buzzanca) va a vedere allo stadio insieme alla moglie Rosalba (Spaak), che sembra capirci più di calcio del marito. Il film è La schiava io ce l'ho e tu no (1973). Nel film inventano che il gol sia annullato dall'arbitro per fuorigioco. A guardare lo stesso incontro troviamo anche Anna Lisa (Vitti) e Marco (Dorelli) nel film Amori miei (1978).

AMICHEVOLE: ITALIA-INGHILTERRA 2-014 giugno 1973
Questa è la partita della nazionale che stimolerà "l'italico orgoglio"di Giovanni Garofoli (Nino Manfredi) nel film Pane e cioccolata (1973). L’esultanza per il gol farà cadere la copertura da svizzero, tintura bionda dei capelli.

COPPA DEI CAMPIONI: STELLA ROSSA BELGRADO-LIVERPOOL 2-124 ottobre 1973, ottavi di finale, stagione 73/74 
La partita nella quale Lo Cascio (Buzzanca), totalmente impazzito, nel suo delirio di onnipotenza non fischia mai la fine della partita (fino all'intervento di decine di poliziotti) nel film L’arbitro (1974).

SERIE A: ROMA-VERONA 1-018 novembre 1973, 5° giornata, stagione 73/74
Un'altra partita che l’arbitro Carmelo Lo Cascio (Lando Buzzanca), nel film L'arbitro (1974), verrà chiamato a dirigere. Lo Cascio assegnerà alla Roma il rigore che vediamo nelle immagini di repertorio, unico rigore calciato dalla Roma contro il Verona in serie A fino a quel campionato.

SERIE A: LAZIO-ROMA 2-19 dicembre 1973, 8° giornata, stagione 73/74
Qui vediamo le immagini del derby della capitale che l’arbitro Carmelo Lo Cascio (Lando Buzzanca), nel film L'arbitro (1974), commenta alla Domenica Sportiva, ricevendo i complimenti di Pizzul per le scelte prese in campo. La partita (e più in generale il film) è una chiara citazione del regista all’arbitro internazionale Lo Bello, dal quale il film prende ispirazione, che si riteneva migliore di qualsiasi moviola.

1974
 
MONDIALE: OLANDA-GERMANIA OVEST 1-27 Luglio 1974, finale, Germania 74 
La finale mondiale del 1974 vinta dalla Germania contro gli olandesi è la partita che interferisce con l'oscillometro di alcuni chirurghi nazisti facendo fallire la loro operazione (visto che sono intenti nel tifarenel film Von Buttiglione Sturmtruppenfuhrer (1977)Viene mostrato in particolare il rigore di Breitner (25') che portò la Germania ovest ad un momentaneo pareggio. La telecronaca usata nel film è proprio quella dell'incontro visto che vengono citati Breitner e Beckenbauer.

SERIE A: NAPOLI-L.R. VICENZA 2-020 ottobre 1974, 3° giornata, stagione 74/75
La partita del Napoli che il commissario (Martin Balsam) guarda alla televisione nel film Con la rabbia agli occhi (1976). Nelle immagini del film si apprezza il gol di Massa in sforbiciata su colpo di testa di Braglia.

1975

COPPA UEFA: ROMA-ÖSTERS IF 2-0  5 novembre 1975, ritorno sedicesimi di finale, stagione 75/76 
La partita spacciata da Finale di Coppa dei Campioni che Lollo Mascalucia (Lando Buzzanca) non riesce a vedere in televisione perché la moglie Rosalia (Rossana Podestà) vuole accontentare Marietta (Gloria Guida) nel film Il gatto mammone (1975).

SERIE A: LAZIO-ROMA 1-116 novembre 1975, 6° giornata, stagione 75/76
La partita che Lando Rossi "Grottaferrata" (Antonio Ucci) andrà a vedere allo stadio per rubare qualche portafoglio nel film Squadra antiscippo (1976), venendo poi pizzicato nei bagni da Nico Giraldi (Tomas Milian). La stessa partita verrà utilizzata da Sergio Martino nel film Il diavolo e l'acquasanta (1983), quando vengono visualizzati i ricordi dell’ex calciatore Bruno Marangoni (Tomas Milian).

EUROPEO: ITALIA-OLANDA 1-022 novembre 1975, girone eliminatorio qualificazioni, Jugoslavia 76
E’ la famosa partita che nel film Il secondo tragico Fantozzi (1976) viene spacciata per Inghilterra-Italia giocata allo stadio di Wembley. Partita che il rag. Ugo Fantozzi (Paolo Villaggio) si stava preparando a vedere in tv (vestagliona di franella, frittatona di cipolla, famigliare di Peroni gelata e rutto libero) prima di essere chiamato dal collega Filini per andare ad assistere all’ennesima replica de La corazzata Kotionkin.

1976

SERIE A: ROMA-JUVENTUS 0-111 gennaio 1976, 12° giornata, stagione 75/76
La partita in cui si sono dati appuntamento Massimo (Lovelock) e il commissario Sacchi (Cucciolla) allo scopo di mettersi reciprocamente al corrente della situazione attuale e dei progetti a venire. Tra l'altro, all'inizio del colloquio, Sacchi rimprovererà Massimo per il gran numero di omicidi commessi dal suo sottoposto da quando si è infiltrato nella banda di Giulianelli (Balsam). Il film è Pronto a uccidere (1976).

SERIE A: LAZIO-SAMPDORIA 1-18 febbraio 1976, 16° giornata, stagione 75/76
La partita durante la quale verrà effettuata la rapina all'interno dello stadio nel film Come cani arrabbiati (1976). Nelle immagini si può vedere l'ingresso di alcuni cani poliziotto, per la prima volta utilizzati allo stadio.

1978  
   
NASL (USA): NEW YORK COSMOS-DETROIT EXPRESS 2-07 maggio 1978
La partita che Nico Giraldi (Tomas Milian) e Salvatore Esposito (Enzo Cannavale), nel film Squadra antimafia (1978), andranno a vedere insieme allo stadio. Le immagini mostrano Giorgio Chinaglia con la maglia dei New York Cosmos. Nel film Mezzo destro mezzo sinistro, 2 calciatori senza pallone (1985), la stessa partita è utilizzata per la breve esperienza nel calcio americano da parte del giocatore Andrea Margheritoni (Andrea Roncato), ma questa volta la squadra protagonista è quella dei Detroit Express!

MONDIALE: ITALIA-FRANCIA 2-12 giugno 1978, 1° giornata prima fase a gironi, Argentina 78 
La partita che Leon (Serrault) cercherà in tutti i modi di riuscire a vedere in televisione venendo più volte interrotto da tutti i componenti femminili della propria famiglia nel film Il lupo e l'agnello (1980).

MONDIALE: ARGENTINA-ITALIA 0-110 giugno 1978, 3° giornata prima fase a gironi, Argentina 78 
La partita che in Fantozzi contro tutti (1980) il ragioniere (Paolo Villaggio) vede in televisione (e come lui fa tutto lo stabile)!

1979

SERIE A: INTER-NAPOLI 1-014 ottobre 1979, 5° giornata, stagione 79/80
La partita, nel film Agenzia Riccardo Finzi... praticamente detective (1979), è quella che si svolge all'interno dello stadio dove nel parcheggio Riccardo Finzi (Renato Pozzetto) cerca il proprietario dell'auto con il gagliardetto dell'inter.

SERIE A: INTER-JUVENTUS 4-011 novembre 1979, 9° giornata, stagione 79/80
La partita che in Fico d'India (1980) Lorenzo (Pozzetto) e Arrigo (Maccione) vedranno insieme alla tv rinunciando a un interessante dibattito politico televisivo.

1980

SERIE A: NAPOLI-ASCOLI 1-013 gennaio 1980, 16° giornata, stagione 79/80
La partita è utilizzata dal regista per rendere più realistico l’incontro all’interno dello stadio tra il Marsigliese (Marcel Bozzuffi) e Luca (Fabio Testi) in Luca il contrabbandiere (1980).
 
SERIE A: INTER-ROMA 2-227 aprile 1980, 28° giornata, stagione 79/80
La partita durante la quale Venticello (Bombolo) ruberà le chiavi di casa del proprietario di Via di Porta Romana nel film Delitto a porta romana (1980). La stessa partita verrà utilizzata da Sergio Martino, qualche anno più tardi, nel film Il diavolo e l'acquasanta (1983), quando c'è da visualizzare i ricordi dell’ex calciatore Bruno Marangoni (Tomas Milian).

EUROPEO: ITALIA-BELGIO 0-018 giugno 1980, 3° giornata fase a gironi, Italia 80 
La partita della nazionale che Massimo Zanardi (Flavio Pistilli) guarda in televisione insieme ai suoi amici prima di uscire di casa a farsi nel film Paz! (2002). La partita del 1980 è in contrasto con l'ambientazione del film (che è il 1977).

1981

SERIE A: ROMA-JUVENTUS 0-018 gennaio 1981, 13° giornata, stagione 80/81
La partita nella cui radiocronaca si cimenterà Rick Antuono (Enrico Montesano) nonostante la sua balbuzie. Il film è Culo e camicia (1981), l'episodio quello di Montesano, per l'appunto.

SERIE A: MILAN-JUVENTUS 0-14 ottobre 1981, 4° giornata, stagione 81/82
La partita a cui nel film Eccezzziunale veramente (1982) “Tirzan” (Diego Abatantuono) assiste seduto accanto all’Avvocato Agnelli, ottenendo in tal modo un lavoro come autista della Juventus. Nel ruolo del tifoso milanista, Donato Cavallo (sempre Diego Abatantuono) assisterà in curva insieme ai suoi amici ultrà alla medesima partita.

SERIE A: MILAN-INTER 0-125 ottobre 1981, 6° giornata, stagione 81/82
La partita che il tifoso del Milan Donato Cavallo e quello dell’Inter Franco Alfano (entrambi Diego Abatantuono) vedono nel film Eccezzziunale veramente (1982). Le stesse sequenze del film verranno riutilizzate da Sergio Martino per due partite del Milan nell'Allenatore nel pallone (1984) e Mezzo destro mezzo sinistro, 2 calciatori senza pallone (1985).

SERIE A: ROMA-FIORENTINA 2-025 ottobre 1981, 6° giornata, stagione 81/82
Una delle azioni al quale Michele Corallo (Solfrizzi) ripensa vedendo giocare il giovane talento Elia (Pucillo) nel film Piede di Dio (2009). Nelle immagini colpo di tacco di Paulo Roberto Falcao, assist per il gol di testa di Pruzzo (suo centesimo gol tra serie A e B).

SERIE A: INTER-ROMA 3-222 novembre 1981, 9° giornata, stagione 81/82
La partita che il "Terrunciello" (Giorgio Porcaro) corre a vedere in televisione invece di apprezzare le curve della sua neo sposina Vanessa Lelli (Anna Maria Rizzoli) nel film La sai l'ultima su... i matti? (1982). Qui il regista evidenzia come la passione per il calcio diventi una malattia (se va oltre l'apprezzare le curve di una bella signora).

1982 

SERIE A: CATANZARO-ROMA 1-113 gennaio 1982, 11° giornata, stagione 81/82
La partita che Fabio Bonetti (Alberto Sordi), incurante di come stia andando il suo matrimonio, guarderà alla televisione in Io so che tu sai che io so (1982). La partita è il recupero di quella giocata  il 13 Dicembre 1981 e sospesa per vento al 38' sullo 0-0.

MONDIALE: ARGENTINA-BELGIO 0-113 giugno 1982, 1° giornata primo girone eliminatorio, Spagna 82 
La partita trasmessa in televisione sl bar della stazione di Milano dove Zappa (Rossi) parla con il suo collega nel film Kamikazen - Ultima notte a Milano (1988). La partita è ricordata per l'esordio di Maradona in un mondiale, annientato dal pressing della squadra belga.

MONDIALE: ITALIA-CAMERUN 1-126 giugno 1982, 3° giornata primo girone eliminatorio, Spagna 82 
La partita che viene fatta vedere in televisore al Ministro dell'interno (Moschin) bloccato nella sua super automobile nel film Scherzo del destino in agguato dietro l'angolo come un brigante da strada (1983). L'Italia si qualifica al secondo gruppo eliminatorio con tre pareggi, in tre partite, e solo grazie al maggior numero di reti realizzate rispetto al Camerun.

MONDIALE: ITALIA-BRASILE 3-2 5 luglio 1982, secondo girone eliminatorio, Spagna 82 
La partita che, nel film Mi faccia causa (1985), il pretore il Giovanni Pennisi (Christian De Sica) guarda in televisione insieme ai suoi amici ripensando alla sua passione calcistica. La fede laziale del pretore è una chiara citazione al film Un giorno in pretura (1954), di cui Mi faccia causa è un criptoremake. E' però anche la partita trasmessa in televisione del bar sulla quale Renatino (Leo) scomette pesantemente grazie alle indicazioni di Giuseppe (Tognazzi) nel film Non ci resta che il crimine (2019). E' inoltre la partita trasmessa in televisione, utilizzata nel film per contestualizzare il periodo di latitanza in Brasile di Buscetta (Favino), nel film Il traditore (2019).

MONDIALE: ITALIA-GERMANIA 3-111 luglio 1982, finale, Spagna 82 
La partita che, nel film  Ovosodo (1997), il piccolo Piero Mansani (Edoardo Gabbriellini) legherà nella sua memoria alla prima visione di un pube femminile. E' poi anche la partita trasmessa nel televisore del bar che distrae i componenti della Banda della Magliana e permette al trio di scappare nel film Non ci resta che il crimine (2019). E ancora la partita utilizzata per dare un contesto storico alla narrazione nel film L'ultima ruota del carro (2013).

SERIE A: FIORENTINA-JUVENTUS 0-110 ottobre 1982, 5° giornata, stagione 82/83
La partita nella quale, nel film Il tifoso, l'arbitro e il calciatore (1983), episodio “L’arbitro”, Alvaro Presutti (Alvaro Vitali) si vendicherà del giocatore della Fiorentina Walter Grass (Marco Gelardini), presunto amante della moglie.

1983

SERIE A: GENOA-ROMA 1-18 maggio 1983, 29° giornata, stagione 82/83
La partita spacciata per finale di Coppa del Mondo che distrae le guardie che dovrebbero vedere le telecamere di sicurezza dei giardini del Vaticano nel film Oddio, ci siamo persi il Papa (1983). Nelle immagini del film vengono inserite anche quelle dell'invasione di campo dei tifosi a fine partita per i festeggiamenti del secondo scudetto da parte della Roma.

1984

SERIE A: ROMA-INTER 1-01 aprile 1984, 25° giornata, stagione 83/84 
La partita che, nel film Mi faccia causa (1985), sarà il motivo della lite e della successiva causa tra il chirurgo plastico (Franco Fabrizi) e i due tifosi romanisti (Oreste e il principe Valfredo Orselli di Querciarola).

COPPA DEI CAMPIONI: ROMA-DUNDEE UNITED 3-024 aprile 1984, semifinale, stagione 83/84 
La partita che Antonio Pisapia (Servillo) guarda distrattamente alla televisione nel film L'uomo in più (2001). Il film è ispirato alla storia del giocatore della Roma Agostino Di Bartolomei.

SERIE A: INTER-JUVENTUS 1-229 aprile 1984, 28° giornata, stagione 83/84 
La partita che, nel film  Ragazzo di campagna (1984), Artemio (Renato Pozzetto) andrà a vedere allo stadio insieme ad Angela Corsi (Donna Osterbuhr) ricevendo da lei un bacio in bocca e da un tifoso dell’Inter un pugno in faccia.

SERIE A: ROMA-FIORENTINA 2-129 aprile 1984, 28° giornata, stagione 83/84 
La partita è utilizzata per le immagini dell’incontro Roma-Longobarda nel film L'allenatore nel pallone (1984).

SERIE A (BRASILE): VASCO DE GAMA-FLUMINENSE 0-124 maggio 1984, stagione 84 
La partita di calcio che si svolge allo stadio dove Elliot Vance (Terence Hill) e Greg Wonder (Bud Spencer) si confondono nella folla per poter parlare liberamente senza essere notati nel film Non c'è due senza quattro (1984).

COPPA DEI CAMPIONI: ROMA-LIVERPOOL 1-1 (3-5)30 maggio 1984, finale, stagione 83/84 
La partita che, nel film L'allenatore nel pallone (1984), Oronzo Canà (Lino Banfi) sta guardando in televisione all'inizio quando rientra a casa la figlia appena lasciata dal ragazzo. Incontro terminato 1-1 e poi 3-5 ai rigori. Quello di Graziani ci viene mostrato da Michele (Emilio Solfrizzi) nel film Piede di Dio (2009). La partita è anche ricordata in una puntata della serie TV I ragazzi della terza C in cui Enrico “Chicco” Lazzaretti (Fabio Ferrari) si rifiuterà di citare la sequenza dei rigoristi di quella partita dicendo esplicitamente “La Roma non ha mai giocato con il Liverpool”, perdendo così il montepremi finale...
E' sempre questa a partita che Francesco (Reggiani) associa alla sua prima vera delusione nel film Ovunque tu sarai (2017).

SERIE B: SAMBENEDETTESE-PISTOIESE 1-13 giugno 1984, 37° giornata, stagione 83/84 
La partita è utilizzata per le immagini dell’incontro che porterà la Longobarda in serie A nel film L'allenatore nel pallone (1984).

SERIE B: ATALANTA-SAMBENEDETTESE 4-210 giugno 1984, 38° giornata, stagione 83/84 
La partita verrà utilizzata, nel film L'allenatore nel pallone (1984), per certificare la permanenza in Serie A della Longobarda, mentre nel film Mezzo destro mezzo sinistro, 2 calciatori senza pallone (1985) verrà utilizzata per simulare l’incontro tra Atalanta e Marchigiana.

1985

SUPERCOPPA EUROPEA: JUVENTUS-LIVERPOOL 2-016 gennaio 1985, stagione 84 
La partita trasmessa nel televisore della stanza e in quella della portineria del Palace Hotel Manager nel quale vengono alloggiati Ginger (Masina) e Fred (Mastroianni) nel film Ginger e Fred (1986). La partita si ricorda per diversi motivi: fu cambiata da doppio incontro di andata e ritorno a, per la prima volta, partita secca. La partita si svolse dopo l'annata 1984 e si giocò in un campo innevato (visibile nel bordo campo) con il pallone rosso.

SERIE A: INTER-FIORENTINA 1-014 aprile 1985, 25° giornata, stagione 84/85 
La partita, di cui troverete le immagini come sempre cliccando sul titolo del film, è utilizzata per le immagini dell’incontro tra Inter e Marchigiana nel film Mezzo destro mezzo sinistro, 2 calciatori senza pallone (1985).

SERIE A: NAPOLI-VERONA 5-020 ottobre 1985, 7° giornata, stagione 85/86
La partita che Felice (Cogliandro) e Peppino (Romano) guardano in televisione invece che lavorare in cucina nel film Italia fast food (1986), a detta di molti uno dei più bei gol mai realizzati da Maradona nel nostro campionato.

1986
COPPA ITALIA: ROMA-FIORENTINA 2-028 maggio 1986, andata semifinale, stagione 85/86 
La partita che Enrico "Chicco" Lazzaretti (Ferrari) guarda in televisione insieme alla famiglia del Commendator Zampetti, fingendo di non essere uno sfegatato fitoso romanista, nella serie TV I ragazzi della terza C (1987) episodio "Chicco a Superstrike".

MONDIALE: ARGENTINA-INGHILTERRA 2-1 22 giugno 1986, quarti di finale, Messico 86 
La partita è inserita nella lunga sequenza di filmati d’epoca che riassumono la carriera di Armando Maradona nel film Santa Maradona (2001).

SERIE A: NAPOLI-TORINO 3-1 5 ottobre 1986, 4° giornata, stagione 86/87 
Una delle tante partite che Nino (Nino D’Angelo) andrà a vedere allo stadio e utilizzate nel film Quel ragazzo della curva B (1987).

SERIE A: NAPOLI-ATALANTA 2-219 ottobre 1986, 6° giornata, stagione 86/87 
Una delle tante partite che Nino (Nino D’Angelo) andrà a vedere allo stadio e utilizzate nel film Quel ragazzo della curva B (1987).

SERIE A: ROMA-NAPOLI 0-126 ottobre 1986, 7° giornata, stagione 86/87 
Una delle tante partite che Nino (Nino D’Angelo) andrà a vedere allo stadio e utilizzate nel film Quel ragazzo della curva B (1987).

SERIE A: NAPOLI-EMPOLI 4-023 novembre 1986, 10° giornata, stagione 86/87
Le immagini della partita utilizzate per il goal del Napoli che Nino (D'Angelo) sogna nel prologo del film Quel ragazzo della curva B (1987).

1987

SERIE A: NAPOLI-BRESCIA 2-118 gennaio 1987, 16° giornata, stagione 86/87 
Una delle tante partite che Nino (Nino D’Angelo) andrà a vedere allo stadio e utilizzate nel film Quel ragazzo della curva B (1987). Nel film viene indicata come ultima di campionato e il rigore trasformato viene definito decisivo per la vincita del primo scudetto del Napoli.
Sempre la stessa a partita si vede anche in La verità sta in cielo (2016). Si fa riferimento al match in una sequenza durante il racconto di Sabrina Mainardi sulla sua relazione con Bruno Giordano.

SERIE A: NAPOLI-SAMPDORIA 1-1 1 marzo 1987, 20° giornata, stagione 86/87 
Le immagini della partita sono utilizzate per l'azione del goal del Napoli che Nino (D'Angelo) sogna nel prologo del film Quel ragazzo della curva B (1987).
 
SERIE A: NAPOLI-MILAN 2-126 aprile 1987, 27° giornata, stagione 86/87 
La partita è inserita nella lunga sequenza di filmati d’epoca che riassumono la carriera di Armando Maradona nel film Santa Maradona (2001).
 
SERIE C: LIVORNO-CAMPANIA PUTEOLANA 3-020 giugno 1987, finale Coppa Italia, stagione 86/87 
La partita di calcio di cui il fratello di Piero segue i festeggiamenti in televisione, mentre quest'ultimo è in bagno nel film Ovosodo (1997).

EUROPEO: ITALIA-PORTOGALLO 3-05 dicembre 1987, girone eliminatorio qualificazioni, Germania Ovest 88 
La partita che Mario Bartoloni (Renato Pozzetto) e Aldo Giannetti (Gianfranco Agus) vedono a casa di quest'ultimo nel film Casa mia casa mia... (1988).

1988

SERIE A: ROMA-TORINO 1-327 novembre 1988, 7° giornata, stagione 88/89
La partita cui assistono le "finte bionde", intervallando discussioni tra donne di classe a uscite da sboccate tifose, nel film Le finte bionde (1989). Il gol su punizione di Policano che si vede nel film, nella finzione cinematografica viene annullato mentre nella realtà è stato convalidato!

1989

SERIE A: MILAN-COMO 4-015 gennaio 1989, 13° giornata, stagione 88/89
Una delle tre partite con gol di Ruud Gullit che Giulio Verme (Capatonda) rievoca nei suoi ricordi d'infanzia nel film Italiano medio (2014). Nella scena i genitori (Capatonda e Ballerina), preoccupati che il giovane figlio non sia interessato al calcio (come se fosse affetto quindi da qualche malattia), lo obbligano a guardare il calcio perché lo ritengono fondamentale.

SERIE A: MILAN-PESCARA 6-126 febbraio 1989, 19° giornata, stagione 88/89
Una delle tre partite con gol di Ruud Gullit che Giulio Verme (Capatonda) rievoca nei suoi ricordi d'infanzia nel film Italiano medio (2014). Nella scena i genitori (Capatonda e Ballerina), preoccupati che il giovane figlio non sia interessato al calcio (come se fosse affetto quindi da qualche malattia), lo obbligano a guardare il calcio perché lo ritengono fondamentale.

COPPA UEFA: NAPOLI-JUVENTUS 3-015 marzo 1989, ritorno quarti di finale, stagione 88/89
Una delle azioni a cui Michele Corallo (Solfrizzi) ripensa vedendo giocare il giovane talento Elia (Pucillo) nel film Piede di Dio (2009). Nelle immagini il gol su rigore di potenza di Diego Armando Maradona.

SERIE A: MILAN-HELLAS VERONA 1-119 marzo 1989, 22° giornata, stagione 88/89
Una delle tre partite con gol di Ruud Gullit che Giulio Verme (Capatonda) rievoca nei suoi ricordi d'infanzia nel film Italiano medio (2014). Nella scena i genitori (Capatonda e Ballerina), preoccupati che il giovane figlio non sia interessato al calcio (come se fosse affetto quindi da qualche malattia), lo obbligano a guardare il calcio perché lo ritengono fondamentale.

SERIE A: NAPOLI-FIORENTINA 3-217 settembre 1989, 5° giornata, stagione 88/89
Una delle azioni al quale Michele Corallo (Solfrizzi) ripensa vedendo giocare il giovane talento Elia (Pucillo) nel film Piede di Dio (2009). Nelle immagini uno dei più bei gol di Roberto Baggio.

COPPA INTERCONTINENTALE: MILAN-ATLETICO NACIONAL 1-0 17 dicembre 1989, finale, stagione 89 
La partita che Escobar (Benicio Del Toro) guarda in televisione durante la prigionia nella sua villa/prigione in Escobar (2014). L'Atletico Nacional è la squadra di calcio della città colombiana di Medellín, dov'è nato Escobar.

1990

MONDIALE: ARGENTINA-CAMERUN 0-18 giugno 1990, 1° giornata giornata prima fase a gruppi, Italia 90 
La prima partita alla quale fa riferimento Dolores (Caprioli), durante la sua lunga conversazione in bagno con Lucia (Tayde) nel film Santa Maradona (2001). Il risultato è ricordato nella storia dei "Leoni d'Africa" in quanto battereno nella gara d'esordio i detentori del titolo.

MONDIALE: INGHILTERRA-IRLANDA 1-111 giugno 1990, 1° giornata giornata prima fase a gruppi, Italia 90 
La prima partita del mondiale di calcio che i due amici e soci in affari Larry (Colm Meaney) e Bimbo (Donal O'Kelly) vedono al pub prima di mettersi a lavorare fuori con il loro furgoncino, nel film The van - Due sulla strada (1996).
 
MONDIALE: ARGENTINA-URSS 2-013 giugno 1990, 2° giornata giornata prima fase a gruppi, Italia 90 
La partita che Marco (Bigagli) guarda con il receptionist (Paci) dell'albergo in cui alloggia nel film Bonus malus (1993).

MONDIALE: IRLANDA-ROMANIA 0-0 (5-4)25 giugno 1990, ottavi di finale, Italia 90 
Altra partita del mondiale di calcio che appare nel film The van - Due sulla strada (1996), che i due amici guardano al pub prima di mettersi fuori a vendere i propri prodotti.

MONDIALE: ITALIA-IRLANDA 1-030 giugno 1990, quarti di finale, Italia 90 
Ultima partita della grande avventura nel mondiale italiano della squadra irlandandese, nel The van - Due sulla strada (1996) farà cambiare strategia di vendita ai protagonisti del film, non più davanti ai pub dopo le partite, ma sulle spiagge.

MONDIALE: ITALIA-ARGENTINA 1-1 (3-4)7 luglio 1990, semifinale, Italia 90 
La partita che viene mostrata in televisione all'inizio del film Notti magiche (2018). L'incontro, e tutte le altre partite del mondiale, sono al centro della narrazione del film. Nelle immagini la realizzazione di Maradona e l'errore di Serena.

1991

COPPA UEFA: GENOA-REAL OVIEDO 3-110 ottobre 1991, trentaduesimi di finale, stagione 91/92 
La partita che Nicola (Siri), grande appassionato di calcio e tifoso del Genoa, vede e rivede da una vecchia VHS ogni volta che perde una partita del campionato di carte nel, film Forse sì... forse no... (2004).

EUROPEO: URSS-ITALIA 0-012 ottobre 1991, girone eliminatorio qualificazioni, Svezia 92 
La partita che viene vista in televisione dai componenti maschili della famiglia prima di sedersi a tavola per il cenone della vigilia nel film Parenti serpenti (1992). Uno dei pochi momenti di tranquillità familiare presente nel film di Monicelli.

1992
SERIE A: GENOA-NAPOLI 3-419 gennaio 1992, 17° giornata, stagione 91/92
La partita del servizio di 90° minuto che appare nel televisore di Massimo (Mastandrea), diventato da adulto un affermato giornalista sportivo de “La Stampa” e successivamente inviato di guerra, nel film Fai bei sogni (2016).

SERIE A: BARI-JUVENTUS 0-023 febbraio 1992, 22° giornata, stagione 91/92
La partita allo stadio alla quale assiste il giornalista Damiano Tarantella (Banfi) per realizzare il servizio per "90° minuto" nella serie televisiva Un inviato molto speciale (1992). Nella finzione inserito un rigore di Roberto Baggio negli ultimi minuti di gioco che farà perdere la professionalità al giornalista.

COPPA DEI CAMPIONI: MILAN-IFK GOTEBORG 4-025 novembre 1992, 1° giornata girone eliminatorio, stagione 92/93 
La partita del "Mercoledi di Coppa" che, nel film Fantozzi in paradiso (1993), distrarrà il rag. Ugo Fantozzi (Paolo Villaggio) dalla festa del 40° anniversario del suo matrimonio. A fine partita Fantozzi si lascerà andare ad esagerati festeggiamenti...

1993

COPPA UEFA: JUVENTUS-LOKOMOTIV MOSCA 3-015 settembre 1993, trentaduesimi di finale, stagione 93/94
La partita, guardata dai ragazzi in tv e ascoltata dai mafiosi alla radio, che si sente in sottofondo nelle scene finali del film Alla luce del sole (2005). La partita è stata realmente giocata la sera dell'uccisione di Don Puglisi, anche se nel film la partita sembra giocarsi di giorno.

UEFA CHAMPIONS LEAGUE: MONACO-STEAUA BUCAREST 4-120 ottobre 1993, ottavi di finale, stagione 93/94 
La partita che I tre ragazzi nigeriani di Torino guardano in televisione dicendo di conoscere il giocatore nigeriano che gioca nel Monaco (Victor Ikpeba, autore del gol che vediamo nel fotogramma) e decideranno quindi di andarlo a trovare a Roma per l'incontro Roma-Monaco nel film Torino boys (1997).

SERIE A: MILAN-NAPOLI 2-121 novembre 1993, 12° giornata, stagione 93/94
La partita che in India Galbusera (Guido Nicheli) guarda in televisione e permetterà l'incontro con Carlo Malinverni (Renato Pozzetto), inizio dei loro affari nel film Anche i commercialisti hanno un'anima (1994). Il film è un classico esempio di come gli italiani pensino al campionato nonostate i chilometri di distanza.

1994

SERIE A: SAMPDORIA-NAPOLI 4-19 gennaio 1994, 18° giornata, stagione 93/94 
La partita si vede in televisione durante il film Ovosodo (1997) nella Pizzeria del piccolo paesino dove Piero Mansani (Edoardo Gabbriellini) svolge il servizio militare.

UEFA CHAMPIONS LEAGUE:  MILAN-BARCELLONA 4-018 maggio 1994, finale, stagione 93/94 
La partita che il procuratore sportivo Antonio (Alberti) fa vedere in televisione al giovane Omar prima della presentazione a Milanello (in modo da fargli apprezzare il gioco di una grande squadra di calcio) nel film 4-4-2 il gioco più bello del mondo (2006) episodio "Balondòr".

MONDIALE: ARGENTINA-GRECIA 4-021 giugno 1994, 1° giornata girone eliminatorio, USA 94 
La partita è inserita nella lunga sequenza di filmati d’epoca che riassumono la carriera di Armando Maradona nel film Santa Maradona (2001). Sarà l’ultimo gol nella nazionale Argentina di Maradona.

MONDIALE: BRASILE-ITALIA 0-0 (3-2)17 luglio 1994, finale, USA 94 
La partita di calcio che, nel film Fantozzi il ritorno (1996), il rag. Ugo Fantozzi (Paolo Villaggio) non riuscirà a vedere perché richiamato in Paradiso proprio durante il fischio d'inizio. Meglio così, visto che l’Italia perderà per colpa dell’errore decisivo di Baggio dal dischetto del rigore, come ci mostra Michele (Emilio Solfrizzi) in Piede di Dio (2009).

1995

SERIE A: FOGGIA-SAMPDORIA 1-119 febbraio 1995, 20° giornata, stagione 94/95 
La partita che Ginevra (Gerini) e Renato (Ponce) guardano insieme nel film La vespa e la regina (1999). La scena volutamente ribalta lo stereotipo dell'uomo appassionato di calcio e della donna disinteressata: in questo caso sarà infatti la lesbica Ginevra a fare un tifo indemoniato per il suo Foggia e il gay Renato a rimanere indifferente.

COPPA DELLE COPPE: ARSENAL-SAMPDORIA 3-2 6 aprile 1995, andata semifinale, stagione 94/95 
La partita che, nel film Io no spik inglish (1995), Sergio Colombo (Paolo Villaggio) andrà a vedere insieme ai suoi piccoli compagni di corso, è una delle rare testimonianze al cinema della Coppa delle Coppe, competizione ormai da molti anni scomparsa.
 
SERIE A: JUVENTUS-TORINO 5-03 dicembre 1995, 12° giornata, stagione 95/96
E' la partita che si rivede ad ogni inizio di segmento che ci presenta i diversi personaggi principali del film Gli uomini d'oro (2019). Anche perché due dei protagonisti sono uno torinista (Zago/De Luigi) e uno juventino (Bodini/Ragone) e nel corso del film avranno modo di scontrarsi più volte.

1996

COPPA UEFA: ROMA-DINAMO MOSCA 3-010 settembre 1996, andata trentaduesimi di finale, stagione 96/97 
La partita Roma-Monaco che i tre "Torino boys" avrebbero dovuto vedere allo stadio per incontrare il loro amico nigeriano (Victor Ikpeba, calciatore del Monaco) ma che poi guarderanno nel televisore dell'appartamento delle "Roma girls" nel film Torino boys (1997).
 
1997

SERIE A: LAZIO-VERONA 4-125 maggio 1997, 33° giornata, stagione 96/97 
La partita della Lazio che, nel film Simpatici & antipatici (1998), Nicoletta (Monica Scattini) andrà a vedere allo stadio dopo aver ritrovato la sua passione per il calcio. Il risultato, nettamente a favore della squadra capitolina, darà una mano...

1998

MONDIALE: ITALIA-FRANCIA 0-0 (3-4)3 luglio 1998, quarti di finale, Francia 98 
La partita che, nel sogno di Antonio Maria Casarotti (Orlando), il gruppo di amici va a vedere nello stesso bar dove anni prima andarono a vedere la finale del mondiale di calcio del 1982. Il film è L'ultimo mundial (1999). Nelle immagini l'errore decisivo di Di Biagio.

SERIE A: MILAN-ROMA 3-225 ottobre 1998, 6° giornata, stagione 98/99 
La partita che, nel film Tifosi (1999), Silvio Galliani (Massimo Boldi) andrà a vedere allo stadio insieme ai due tifosi romanisti. Incontro decisivo anche per il suo 13 al totocalcio.

SERIE A: PIACENZA-MILAN 1-11 novembre 1998, 7° giornata, stagione 98/99 
La partita che, nel film Tifosi (1999), Silvio Galliani (Massimo Boldi) guarderà da una piccola televisione all’interno del suo taxi.

SERIE A: LAZIO-ROMA 3-329 novembre 1998, 11° giornata, stagione 98/99 
La partita che, nel film Tifosi (1999), Cesare Proietti (Christin De Sica) segue in televisione durante un parto.

1999

SERIE B: ATALANTA-NAPOLI 1-128 febbraio 1999, 24° giornata, stagione 98/99 
La partita che, nel film Tifosi (1999), i due ladri Gennaro Scognamiglio (Nino D'Angelo) e Ferdinando (Peppe Quintale) guarderanno a casa di Maradona.

UEFA CHAMPIONS LEAGUE: DINAMO KIEV-BAYERN MONACO 3-37 aprile 1999, semifinale, stagione 98/99 
La partita che Paolo Torregiani (Diego Abatantuono) guarda alla televisione insieme a Oscar Lecetti (Ugo Conti), nel film Metronotte (2000). Il film mostra uno degli ultimi goal di Shevchenko con la maglia della Dinamo Kiev.

UEFA CHAMPIONS LEAGUE: MANCHESTER UNITED-BAYERN MONACO 2-126 maggio 1999, finale, stagione 98/99 
La partita che Paolo Torregiani (Diego Abatantuono) guarda alla televisione, addormentandosi, mentre consuma la cena sul letto, nel film Metronotte (2000). La partita si ricorda per i due goal del Manchester United segnati durante di 3 minuti di recupero.

EUROPEO: ITALIA-GALLES 4-05 giugno 1999, girone eliminatorio qualificazioni, Belgio-Olanda 00 
La partita spacciata come Finale di Coppa del Mondo che, nel film Fantozzi 2000 - La clonazione (1999), il rag. Ugo Fantozzi (Paolo Villaggio) guarda in televisione.

2000

SERIE A: TORINO-BOLOGNA 2-123 gennaio 2000, 18° giornata, stagione 00/01
La partita che l'emigrante Luigi (Orlando) va a vedere allo stadio con suo figlio Matteo e Rosario nel film Preferisco il rumore del mare (2000). Nella scena successiva all'incontro esprimerà la propria passione per il Torino precisando che esserne tifosi vuol dire soffrire, godendo anche dei pochi momenti di felicità, come un pareggio all'ultimo minuto o su rigore.

EUROPEO: ITALIA-FRANCIA 1-27 luglio 2000, finale, Belgio-Olanda 00 
La partita durante la quale Angelo (Tiberi) chiama i suoi futuri coinquilini per avere informazioni sulla stanza in affitto, facendogli già capire la sua indifferenza verso il calcio, nel film Forse sì forse no (2004). Partita aggiudicata con il golden goal di Trezeguet (visibile nel film).

SERIE A: HELLAS VERONA-LAZIO 2-022 ottobre 2000, 3° giornata, stagione 00/01
La partita trasmessa in televisione che il gruppo di ragazzi spia in televisione con binocolo e cannocchiale dalla finestra del vicino nel film E adesso sesso (2001), all'interno dell'episodio "Guardoni". La partita di calcio molto più interessante di uno strip tease di una donna...

SERIE A: LAZIO-ROMA 0-1 17 dicembre 2000, 11° giornata, stagione 00/01
Le immagini che vediamo all'interno dello stadio Olimpico della finale di Champions League, mai citata ma al centro della trama nel film Ultimo stadio (2002). Il derby è ricordato con gioia dai tifosi della Roma perché fu vinto grazie a un autogol di Paolo Negro.

2001

SERIE A: JUVENTUS-ATALANTA 2-117 giugno 2001, 34° giornata, stagione 00/01 
La sfida tra Juve e Atalanta in questione è la partita che Andrea (Stefano Accorsi) e Bart (Libero De Rienzo) decideranno di andare a seguire insieme allo stadio nel film Santa Maradona (2001). Un piccolo annedoto vuole che Libero De Rienzo, da romanista, abbia faticato ad indossare la maglietta della Juventus; ha infatti indossato quella dell'Olanda proprio il giorno nel quale la sua squadra vinceva lo scudetto 2000/2001.

UEFA CHAMPIONS LEAGUE: ROMA-LOKOMOTIV MOSCA 2-1 26 settembre 2001, 3° giornata girone eliminatorio, stagione 01/02 
La partita che Cesare Mandrione (Enzo Salvi) guarda nel Roma Club di Amsterdam nel film Merry Christmas (2001). Nel fotogramma vediamo il gol di Francesco Totti, alias "Er pupone".

SERIE A: INTER-MILAN 2-421 ottobre 2001, 8° giornata, stagione 01/02 
Una delle due partite utilizzate per comporre la partita che Chiara (Foglietta) guarda in televisione prima dell'arrivo in casa sua di Laura (Rohrwacher), la fidanzata pugliese del mister Alberto (Ravello), nel film 4-4-2 il gioco più bello del mondo (2006). L'episodio è "La moglie del mister".

SERIE A: ROMA-LAZIO 2-027 ottobre 2001, 9° giornata, stagione 01/02
Il derby che viene trasmesso su di un televisore d'un bar di Roma, mentre la città viene distrutta nel film The core (2013). L'interruzione delle immagini del televisore sarà l'elemento che farà capire che c'è qualcosa che non va facendo scappare gli spettatori al di fuori del bar.

SERIE A: BOLOGNA-FIORENTINA 3-2 • 4 novembre, 34° giornata, stagione 01/02
La partita su cui discutono l'allenatore Max Bernabei (Ceccherini) e il suo amico Miro (Alessandro Paci) nel film Tutti all'attacco (2005). Nelle poche immagini della partita possiamo riconoscere Ganz con il 68, alla sua unica stagione con la squadra toscana.

SERIE A: INTER-LECCE 2-04 novembre 2001, 34° giornata, stagione 01/02 
Una delle due partite utilizzate per comporre la partita che Chiara (Foglietta) guarda in televisione prima dell'arrivo in casa sua di Laura (Rohrwacher), la fidanzata pugliese del mister Alberto (Ravello), nel film 4-4-2 il gioco più bello del mondo (2006). L'episodio è "La moglie del mister".

2002

UEFA CHAMPIONS LEAGUE: REAL MADRID-ROMA 0-130 ottobre 2002, 3° giornata girone eliminatorio, stagione 02/03 
La partita trasmessa dal proiettore all'interno dello storico circolo del PCI e poi sede del PD nel film-documentario Gente di Roma (2003). La passione sportiva del popolo, di Roma che il regista Scola non poteva non inserire.

2003

SERIE A: ROMA-LAZIO 1-1domenica 8 marzo 2003, 24° giornata, stagione 02/03
La partita che Elizabeth (Roberts) guarda insieme ai suoi nuovi amici di quartiere di Roma nel film Mangia prega ama (2010). La sceneggiatura, tratta da un romanzo di Elizabeth Gilbert, ha cambiato la fede calcistica della protagonista, che nel libro è una tifosa della Lazio e nel film della Roma, ma le immagini del gol, che faranno esultare i tifosi della Roma, in realtà sono quelle del gol della Lazio.

UEFA CHAMPIONS LEAGUE: JUVENTUS-MILAN 0-0 (2-3)28 maggio 2003, finale, stagione 02/03
Una delle azioni a cui Michele Corallo (Solfrizzi) ripensa vedendo giocare il giovane talento Elia (Pucillo) nel film Piede di Dio (2009). Nelle immagini il gol su rigore di precisione di Alessandro Del Piero.

SERIE A: MILAN-LECCE 3-0domenica 28 settembre 2003, 4° giornata, stagione 03/04 
La partita Milan-Lecce è quella a cui assiste in tv Abatantuono nell'episodio "Un colpo di Pistola" de Il giudice Mastrangelo (2005). La partita viene citata più volte nella puntata, essendo usata come alibi da parte dei partecipanti alla partita di poker. Nel Milan si vedono giocare tra gli altri Rui Costa, Tomasson e Schevchenko.

2004
SERIE A: MILAN-ROMA 1-02 maggio 2004, 32° giornata, stagione 03/04
La partita che Giovanni Storti (Giovanni) e Giacomo Poretti (Giacomo) vedono insieme in televisione nel film Tu la conosci Claudia? (2004). Nelle immagini il gol Shevchenko, che sarà decisivo per la vittoria del 17° scudetto ai danni della Roma.

AMICHEVOLE: MILAN-JUVENTUS 0-128 agosto 2004
La partita che si vede nei titoli di testa nel film Tutti all'attacco (2005). La partita, diversamente rispetto al solito utilizzo delle partite di Campionati o Coppe, mostra le immagini di una amichevole estiva.

UEFA CHAMPIONS LEAGUE: ROMA-DINAMO KIEV 0-3 (tav.) 15 settembre 2004, 3° giornata girone eliminatorio, stagione 04/05 
La partita che il commissario Rocky Giraldi (Amendola) guarda in televisione prima di essere chiamato per un intervento nel film Il ritorno del monnezza (2005). Nel film vediamo il gol su punizione di Goran Gavrancic del momentaneo vantaggio della Dinamo Kiev e si fa un chiaro riferimento alle sanzioni dovute alla sospensione della partita per il lancio di un oggetto dagli spalti contro l'arbitro Frisk.

SERIE A: MILAN-INTER 0-024 ottobre 2004, 7° giornata, stagione 04/05 
Le immagini di questo match, in cui ben si vede la coreografia del Milan nel derby di Milano, sono utilizzate nel film Eccezzziunale veramente capitolo secondo... me (2006), quando  il tifoso del Milan Donato Cavallo (Diego Abantuono) andrà allo stadio fingendosi tifoso interista.

2005  
   
UEFA CHAMPIONS LEAGUE: MILAN-FENERBACE 3-113 settembre 2005, 1° giornata girone eliminatorio, stagione 05/06 
La partita che Michele Corallo (Solfrizzi) guarda in televisione mentre fa sesso con una mamma che vuole ottenere un provino per il figlio nel film Piede di Dio (2009). Nelle immagini il gol di Kaka.

SERIE A: INTER-MILAN 3-211 dicembre 2005, 15° giornata, stagione 05/06 
Le immagini del gol della partita vengono utilizzate per mostrare i gol dell’Inter nel derby di Milano in Eccezzziunale veramente capitolo secondo... me (2006), quando il tifoso del Milan Donato Cavallo (Diego Abantuono) andrà allo stadio fingendosi tifoso interista.

2006 
     
SERIE A: JUVENTUS-SIENA 0-330 aprile 2006, 36° giornata, stagione 05/06
La partita all'interno di un servizio su Calciopoli che Michele Corallo (Solfrizzi) guarda in televisione nella stanza d'albergo nel film Piede di Dio (2009). Il caso Calciopoli cambierà l'esito di quella stagione di campionato, condannando la Juventus alla serie B.

MONDIALE: ITALIA-FRANCIA 1-1 (5-3) 9 luglio 2006, finale, Germania 06
La partita che Michele (Emilio Solfrizzi) guarda in televisione in Piede di Dio (2009) è la nota finale dei mondiali 2006 con la Francia. Al momento del rigore di Trezeguet Michele, per "esorcizzarlo", si farà tornare alla mente altri due rigori celebri...

2007

SERIE A: ROMA-MILAN 1-131 marzo 2007, 30° giornata, stagione 06/07
La partita è utilizzata per le immagini dell’incontro Roma-Longobarda nel film L'allenatore nel pallone 2 (2008).

SERIE A: MILAN-CAGLIARI 3-121 aprile 2007, 33° giornata, stagione 06/07
La partita è utilizzata per le immagini dell’incontro Milan-Longobarda nel film L'allenatore nel pallone 2 (2008).

2008

UEFA CHAMPIONS LEAGUE: REAL MADRID-ROMA 1-24 marzo 2008, ritorno ottavi di finale, stagione 07/08 
La partita che il gruppo di amici andrà a vedere in trasferta a Madrid per l'addio al celibato di Francesco (Reggiani), facendo il viaggio con un vecchio pullmino Volkswagen (il viaggio in Spagna sarà una svolta nella vita di tutti quanti) nel film Ovunque tu sarai (2017).

COPPA ITALIA: CATANIA-ROMA 1-18 maggio 2008, ritorno semifinale 07/08 
La partita che Claudio (Gigi Proietti) cerca di vedere in televisione, venendo più volte interrotto, nel film La vita è una cosa meravigliosa (2010), ricevendo anche gli sfottò da parte dell'amico laziale Gigi (Rodolfo Laganà).

SERIE A: ROMA-FIORENTINA 1-0 30 novembre 2008, 14° giornata, stagione 08/09
La partita di calcio che Romeo (Mauro Meconi) va a vedere allo stadio entrando gratis spacciandosi per disabile nell'episodio "Unico grande amore" del film I mostri oggi (2009), chiara citazione al personaggio di Gassman dell'episodio "Che vitaccia!" del film I mostri (1963).

2009

SERIE A: ROMA-BARI 3-1 • 22 novembre 2009, 13° giornata, stagione 09/10
La prima partita che vediamo nel film è quella in cui ci viene descritto tutto il rito che Giordano (Montanari) compie ogni volta che si reca allo stadio (colazione nello stesso bar, calpestare con lo stesso piede gli stessi scalini d’ingresso e soprattutto andare allo stadio vestito in frac) nel film Ovunque tu sarai (2017).

SERIE A: ROMA-LAZIO 1-0 • 6 dicembre 2009, 15° giornata, stagione 09/10
La partita che viene trasmessa alla televisione nel bar della Lazio frequentato da Bruno Beltrame (Bentivoglio), andato lì per prendere qualcosa da mangiare ma preso in giro perché l'unico romanista, nel film  Scialla! (2011).

2010

SERIE A: PALERMO-INTER 1-120 marzo 2010, 29° giornata, stagione 09/10 
La partita che Andrea (Volo) guarda insieme a un gruppo di cinesi all'interno di un ristorante, venendo completamente ignorato dagli altri tifosi al momento dei festeggiamenti, sottolineando quindi la tristezza e la solitudine della sua vita anche in un momento di felicità e aggregazione. Il film è Studio illegale (2013).

UEFA CHAMPIONS LEAGUE: BAYERN MONACO-INTER 0-222 maggio 2010, finale, stagione 07/08 
La partita dell'Inter in parte al centro della trama, che viene trasmessa nel televisore del bar in Cile e guardata dai due fratelli Davide (Scicchitano) e Loris (Marinelli) nel film Il mondo fino in fondo (2013).

2011

SERIE A: NAPOLI-JUVENTUS 3-09 gennaio 2011, 19° giornata, stagione 10/11 
La partita che Mattia Volpe (Alessandro Siani) vede in televisione, costringendo il padrone di casa Alberto Colombo (Claudio Bisio) a sentire Lecce-Milan alla radio nel film Benvenuti al Nord (2012). La partita è un palese "omaggio" del regista alla squadra di calcio di cui il produttore del film è proprietario.

SERIE A: ROMA-PALERMO 1-0 23 ottobre 2011, 8° giornata, stagione 11/12 
La partita vista dai vicini di casa di Antonia (Thony) nel film Tutti i santi giorni (2012). Gol di Erik Lamela con un sinistro a giro sul secondo palo.

2013

COPPA ITALIA: ROMA-LAZIO 0-126 maggio 2013, finale, stagione 12/13 
Le immagini della partita che appaiono nel tabellone dello stadio (i tifosi sugli spalti sono rielaborati digitalmente) durante lo scontro tra Enzo Ceccotti (Santamaria) e lo Zingaro (Marinelli) nel film Lo chiamavano Jeeg Robot (2015).

SERIE A: ROMA-LAZIO 2-022 settembre 2013, 4° giornata, stagione 2013/2014
La partita che Gianni (Gianni Di Gregorio) e Marco (Marco Marzocca) vedono in tv durante quello che è il loro giorno libero da un lavoro che - palesemente - non riescono proprio ad amare nel film (diretto da Gianni De Gregorio) Buoni a nulla (2014).

2014

EUROPEO U21: ITALIA-CIPRO 7-19 settembre 2014, girone eliminatorio qualificazioni, Repubblica Ceca 15 
La partita di calcio che Domenico Bonocore (Orlando) vorrebbe vedere insieme ai suoi concittadini al bar invece della partita della nazionale di cricket, messa nel televisore per far contento il dr. Gianluca Terragni (Volo), nel film Un paese quasi perfetto (2016).

MONDIALE: GERMANIA-ARGENTINA 1-0 13 settembre 2014, finale, Brasile 14 
La partita che Papa Benedetto XVI (Hopkins) e Papa Francesco (Pryce) guardano insieme in televisione nel film I due papi (2019). Una scena che tutti gli appassionati di calcio avranno sicuramente immaginato sia accaduta realmente all'interno dello Stato del Vaticano e che di certo il regista non poteva non inserire nella finzione del film.

SUPERCOPPA ITALIA: JUVENTUS-NAPOLI 2-2 (7-8)22 dicembre 2014, finale, stagione 14 
La partita che Manfredi (Abbrescia) guarda in televisione, grazie alla quale Claudio (Giusti), in un altro momento del film, avrà l'idea di far "replicare" il rigore al calciatore della Roma. Il film è Appena un minuto (2019).

2017

SERIE A: NAPOLI-MILAN 2-118 novembre 2017, 13° giornata, stagione 2017/2018
La partita trasmessa in televisione che distrae Enzo (Luppariello) dal discorso sul matrimonio da parte della sua fidanzata Monica (Lima), che porterà lei a spegnere il televisore per farsi ascoltare nel film Finalmente sposi (2018).

SERIE B: PALERMO-TERNANA 1-016 dicembre 2017, 19° giornata, stagione 17/18
La partita che Paolo (Pif) guarda insieme ai suoi amici del bar nel film Momenti di trascurabile felicità (2019). Un momento di felicità come la vittoria della propria squadra di calcio può essere considerato, visto quel che accade al protagonista... trascurabile.

2019

SERIE A: MILAN-ROMA 1-13 febbraio 2019, 22° giornata, stagione 18/19
La partita che viene usata per lo sfondo dei tifosi negli incontri della Roma contro la Lazio e la Sampdoria che si vedono nel film Il campione (2019), mentre sul campo reale giocano delle comparse con le maglie delle società. Contrariamente a quanto avviene di solito, all'uscita del film nelle sale (metà aprile) la stagione calcistica era ancora in corso.



LA SCHEDINA

La schedina tiene compagnia agli italiani fin dal dopoguerra; nacque infatti il 5 maggio 1946 dall’idea di un giornalista di nome Massimo Della Pergola. Erano anni difficili e l’opportunità di migliorare la propria vita favorì l’entusiasmo popolare nei confronti del nuovo gioco. Oggi la vecchia schedina arranca, con un calo ormai esponenziale nel numero di giocate; non perché siano venuti meno (anzi) il sogno e la speranza di cambiamenti repentini, ma perché si sono moltiplicate le vie per tentare la buona sorte (quiz televisivi, gratta e vinci, enalotto e altri concorsi), mentre il ricorso a sistemi computerizzati ha semplificato i pronostici legati al calcio, abbassando in questo modo le quote destinate ai vincitori. 
Il campionato poi, tra anticipi e posticipi, non offre più quella sincronia nei risultati finali che tanto accresceva il fascino della schedina. Rimane così forse solo il cinema, coi suoi vecchi film, a saperci regalare il profumo di un’epoca che aveva in questo rito domenicale uno dei suoi tratti distintivi più tipici.

Un’epoca durata più di mezzo secolo, quella della schedina: negli anni dei primi concorsi Sisal (il nome Totocalcio arriverà più tardi) si vinceva col 12, come ci ricorda fin dal titolo il film L’inafferrabile 12, anche se non si capirà qui come truccando una sola partita si sia potuti arrivare alla vincita. Successivamente, alle 12 squadre ne verrà aggiunta una tredicesima, arrivando così a preparare il campo per la frase diventata un modo di dire: “Ho fatto 13!”
Nel film Sfrattato cerca casa equo canone sarà un 13 ad aiutare Pippo Franco nella ricerca di una nuova casa e in Paulo Roberto Cotechiño, centravanti di sfondamento sarà una schedina vincente a far cambiare idea ai banditi sardi rapitori di Alvaro Vitali. La compilazione della schedina, inserendo i famosi risultati 1 X 2, avveniva entro il sabato pomeriggio, ricopiando in tutte e tre i gruppi delle colonne (Figlia, spoglio e matrice) il pronostico desiderato. Finita la compilazione della schedina il gestore del bar applicava un bollo con la colla (lo fa ad esempio il Necchi in Amici miei, clicca qui), come prova della giocata, e teneva per sé l’altra metà della schedina. Con un simpatico gioco di parole (“Lo spoglio della figlia della matrice…”
Pozzetto nel film Zucchero, miele e peperoncino ci illustra come un errore di compilazione potesse trasformare un 13 milionario in un banale 12 da “cena in pizzeria”. Lo staccare il bollo alla “figlia” per poi applicarla a una schedina vincente sarà un trucco utilizzato da Bombolo in Squadra antitruffa per truffare un imprenditore bergamasco e successivamente in Eccezzziunale Veramente dagli amici del bar per tirare un brutto scherzo a Diego Abatantuono. Proprio per evitare contestazioni di qualsiasi tipo si passerà nella stagione 1983/1984 (in via sperimentale nelle grandi città nella stagione 1982/1983) a un'automazione delle giocate, lasciando al giocatore la compilazione della propria colonna e al computer l’incarico di trascrivere i risultati da inviare al CONI. Quella che vediamo nel film Al bar dello sport (1983) sarà quindi l’ultima schedina non computerizzata del cinema, destinata a lasciare il posto a quella che possiamo vedere compilata da Elena Fabrizi in Pierino torna a scuola (1990), in cui la nonna trascrive in schedina i voti della pagella del nipote. Nei film successivi saranno altri concorsi a far sognare, ma è ancora possibile sentire il tipico rumore della macchinetta Olivetti nella ricevitoria dove Boldi giocherà una sfortunata schedina in Tifosi. Nella stagione 2003/2004 è stata introdotta la 14° squadra in schedina, lasciando ai più nostalgici la possibilità di ritrovarsi nella nuova definizione: il “Tredicissimo”.

La schedina del Totocalcio, con il suo ricco montepremi, a volte viene utilizzata nel cinema anche senza essere mostrata; in Liquirizia ad esempio, dove Christian De Sica e i suoi compagni di classe faranno credere al loro professore di aver fatto un 13 che scatenerà l'odio represso del prof nei confronti della professione e dei suoi alunni. La vera soddisfazione, questa volta per una vincita reale, se la prenderà Leo Gullotta in Simpatici ed antipatici; vincita che Vittorio Gassman e i suoi compari riusciranno a rubare nel film Audace colpo dei soliti ignoti. Verdone affiderà all’intervento divino (quindi alle conoscenze calcistiche della zia, suora di clausura) la compilazione dei 13 risultati vincenti in Gallo cedrone, mentre nel film I carabbinieri un militare chiederà al super cervellone elettronico di compilare la schedina al suo posto.

APPROFONDIMENTO INSERITO DAL FEDEMELIS (con l'aiuto di ZENDER)

Articoli simili

commenti (12)

RISULTATI: DI 12
    Gugly

    18 novembre 2013 09:51

    Wow!!!!!!!
    M.shannon

    18 novembre 2013 13:59

    incredibile lavoro, bravissimo
    Markus

    18 novembre 2013 15:14

    Un lavoro certosino unico in rete. Rallegramenti Fede ;)
    Puppigallo

    18 novembre 2013 17:23

    Davvero notevole, figurina compresa.
    Powerglide

    20 novembre 2013 11:49

    Un gran bel lavoro, grande FEDEMELIS!!!
    Caesars

    20 novembre 2013 14:24

    Ottimo lavoro, degno completamento di quanto fatto nelle discussioni generali dei singoli film. Bravo Fedemelis.
    Manfrin

    24 novembre 2013 11:16

    UN immane lavoro da appassionato,veramente notevole!
    Didda23

    27 novembre 2013 08:41

    Bravo Fede!
    Jandileida

    8 gennaio 2014 11:34

    Geniale! Applausi
    Tersilli

    8 agosto 2015 16:08

    Splendido!!! Bravissimo Fedemelis!!!