LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Sono passati otto anni dall'ultimo Pierino; soprattutto è passata un'epoca, che Mariano Laurenti tenta di far tornare riprendendo in mano il personaggio e “ripulendolo” in onore ai nuovi costumi: basta scorregge e nudi, via alla prevedibile sequela di barzellette volgari e trivialità assortite con Pierino che, su consiglio della nonna (Elena Fabrizi), torna a scuola dove si innamorerà dell'immancabile supplente bona (l'ex Miss Italia Nadia Bengala) e procederà coi doppi sensi d'ordinanza. Alvaro Vitali non ha perso la sua singolare verve né l’inconfondibile risata, ma l'estrema povertà di mezzi...Leggi tutto nonché la scomparsa di due caratteristi fondamentali come Enzo Liberti (il padre, sostituito dal più anonimo Giulio Massimini) e Riccardo Billi (il nonno) non permette al film di raggiungere nemmeno i non esaltanti risultati dei due “pierini” ufficiali di Marino Girolami (all'epoca indisponibile per il ritorno dietro la macchina da presa). Di divertente c’è l’esilarante Alfonso Tomas schiavo dei suoi mille tic, cameriere nella trattoria di famiglia di Pierino, ma certo non basta per salvare questo triste comeback di uno degli eroi della commedia pecoreccia degli Ottanta. La formula e sempre la medesima, con un deciso aumento delle scene extra-scolastiche in favore di scontate incursioni nel mondo del lavoro: Pierino farà l'aiutante parrucchiere, il cameriere in un ristorante cinese, il lavorante in un cinodromo e via dicendo, ottenendo sempre il licenziamento nel giro di un paio di minuti. Sequel sbiadito di cui proprio non si sentiva la mancanza, posticcio e raccogliticcio. I tempi son cambiati, per tutti.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 25/02/07 23:49 - 1950 commenti

I gusti di Fabbiu

Alvaro Vitali è fisicamente meno bambino, ma d'altronde sono passati otto anni. Le gag sono quasi tutte banali, certe addirittura pessime (quella di Pierino che cerca di entrare alla Rai non fa ridere nessuno). Vitali cerca di essere Pierino per sempre ma è evidente e innegabile che in passato le sue interpretazioni fossero migliori. La nuova maestra non è certamente nulla di superiore a Michela Miti, Elena Fabrizi è un po' sprecata mentre è molto accettabile e divertentissimo il ruolo di Alfonso Tomas.

Dusso 24/11/07 16:24 - 1535 commenti

I gusti di Dusso

Insomma. Non sono mai stato un fan della saga di Pierino con Vitali e questo è quello, dei tre, che ho visto di più. Non mi fa per nulla impazzire ma non è neanche poi cosi brutto: mediocre è il termine esatto. Per quanto riguarda eventuali paragoni con gli altri due non sono in grado di farli ma non mi pare ci sia questa grande differenza...

Stubby 11/05/07 19:43 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Sono passati parecchi anni (otto per la precisione) e si cerca di rinverdire il personaggio di Pierino. Il problema è che ormai il personaggio aveva già dato tutto quello che c'era da dare e quindi le gag proposte sono scadenti e poco divertenti, ed alcune già sfruttate in altri Pierini. Anche Alvaro Vitali risulta piuttosto stanco. Fresca della vittoria a miss Italia, viene proposta Nadia Bengala nella parte dell'insegnante.

G.Godardi 11/08/07 18:27 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Sequel/remake (tanto ne ricicla le situazione del dittico originale) fuori tempo massimo che soffre del cambiamento contestuale e sociologico. Ma non è venuto fuori un brutto film, perlomeno non fa rimpiangere i precedenti. Soffre dei limiti di un cast con troppe defezioni(molte per causa di forza maggiore, vedi Liberti e Billi) e i rimpiazzi non risultano all'altezza (però la Sora Lella e Alfonso Tomas special guest lasciano il segno) e soprattutto di dover far fronte a barzellette vecchie e risapute, addirittura riciclate dai pierini apocrifi.
MEMORABILE: Nel finale Pierino riceve la cartolina precetto per il servizio militare: forse pensavano ad un quarto episodio ambientato nella naja?

Undying 1/08/07 17:24 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Il peggiore della serie (forse a causa del "ritardo" di realizzazione) che vede pur sempre un'attraente maestra di nome Rizzi (la notevole Nadia Bengala) vittima delle morbose attenzioni del discolo per eccellenza. Dal suo, di positivo, il film ci mette la presenza di uno sclerato Alfonso Tomas (lo ricorderete certamente in Vieni avanti, cretino) al servizio come cameriere pieno di tic nel ristorante diretto dalla spassosa Elena Fabrizi (sorella del più celebre Aldo). Se non altro... diverte di sicuro.
MEMORABILE: La pagella di Pierino è fonte d'ispirazione per la nonna: giocandola al totocalcio totalizza un 13!

Homesick 10/08/07 19:10 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Vitali valica la soglia degli anni Novanta vestendo ancora una volta i panni del discolo eterno ripetente. La struttura è identica a quella dei capitoli passati (scuola, bar, casa, tentativi di lavoro) e brio e divertimento non mancano, sebbene qualche gag sia di seconda mano (addirittura una proviene dall’apocrifo Pierino il fichissimo). La Fabrizi è sempre una grande nonna e tra le new entries ci sono Tomas, irresistibile con il suo tic alla gamba, e la Bengala al posto della ben più lasciva Miti.
MEMORABILE: La differenza tra “teoria” e “pratica”; Pierino farmacista; l’esame.

Cangaceiro 7/08/08 16:08 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Pietra tombale sulla serie dei vari Pierini (apocrifi compresi) e sul barzelletta-movie in generale. Il canovaccio è sempre il solito ed anche Vitali, sebbene un po' invecchiato è lo stesso perfetto interprete di battute e situazioni che vanno a segno di media una volta su tre, ma quando lo fanno c'è da sbellicarsi. Ancora parecchia volgarità tra escrementi e parolacce varie ma il fine giustifica i mezzi... Simpatica come sempre Lella Fabrizi al suo penultimo film e decisamente bona la Bengala.
MEMORABILE: Pierino farmacista.

Galbo 7/08/09 08:32 - 11416 commenti

I gusti di Galbo

Fiacco tentativo di riesumare la serie di Pierino a qualche anno dall'ultimo episodio. Pierino torna a scuola arriva evidentemente fuori tempo massimo; il tema e il personaggio sono esausti; la comicità è risaputa e se pure è apprezzabile il tentativo di mitigare la componente scurrile, lo spirito dei film è chiaramente logoro senza possibilità di recupero.

Redeyes 11/02/09 15:28 - 2145 commenti

I gusti di Redeyes

Non è il miglior Pierino, su questo non ci piove, ma ha comunque un suo perché. Sequenza di barzellette assurde (o pseudo sketch rapidissimi), non lascia quel senso di tristezza che molti film pecorecci del periodo trasmettono. Bengala/Rizzi è proprio un bel vedere, così come Sora Lella è sempre un piacere da ascoltare. Thomas nella stupidità del suo personaggio è impossibile da non amare. Secondo me è da un pallino e mezzo, o 2 meno meno (un po' come i voti a scuola!)
MEMORABILE: Il cameriere con i molteplici tic!

124c 8/03/10 13:00 - 2775 commenti

I gusti di 124c

Il Pierino di Alvaro Vitali appartiene al cinema italiano trash dei primi anni 80, portarlo di nuovo in sala nel 1990, con lo stesso interprete, la sora Lella come nonna e qualche volgarità in meno non è stata, secondo me, una buona idea. L'attore è invecchiato, il pubblico è cresciuto e le scorregge di Alvaro Vitali non fanno più ridere. Notevole la Bengala, ex-miss Italia e qui sostituta di Michela Miti, che nei primi due film era la supplente sexy: il mezzo punto in più è per lei.

Cotola 3/08/09 23:08 - 7553 commenti

I gusti di Cotola

Imbarazzante ritorno, dopo otto anni, di Pierino in un film che, pur lievemente ripulito, si "diverte" a sciorinare le solite barzellete triviali, i soliti doppi sensi ormai logori che non fanno ridere più nessuno o quasi. Girato da Laurenti e Vitali per ragioni esclusivamente alimentari.

Daidae 28/07/09 20:30 - 2747 commenti

I gusti di Daidae

Con questo filmetto ha fine la famosa saga di Pierino-Vitali (gli apocrifi manco li considero); per divertire diverte, ma si sente davvero tanto il peso degli anni. Gli attori sono buoni (Tomas, Caracciolo, Vitali) mentre sull'interpretazione dell'allora miss Italia Bengala e sugli altri attoruccoli meglio mettere una pietra sopra. Deludente se confrontato coi vecchi pierini, altrimenti passabile.

Markus 31/07/09 11:27 - 3306 commenti

I gusti di Markus

Un tentativo di riesumare il personaggio Vitali-Pierino risoltosi commercialmente in un mezzo flop. Il personaggio era ampiamente inflazionato ed erano gli anni in cui il cinema di genere italiano era quasi dimenticato, seppur cronologicamente quasi appena concluso. Insomma, un film sbagliato nel periodo sbagliato. Tuttavia, col tempo e grazie all’home video, ha guadagnato un po’ di stima e forse, tutto sommato, non è nemmeno brutto (anzi, a tratti diverte). Le gambe di Nadia Bengala fanno ampiamente dimenticare la sua interpretazione.

John trent 16/01/10 16:55 - 326 commenti

I gusti di John trent

Brutto e fiacco, questo terzo capitolo della saga "ufficiale" di Pierino si dimentica in fretta. Nadia Bengala, nei panni della supplente bona, fa rimpiangere non poco Michela Miti. E perfino il grande Alfonso Tomas, nei panni del cameriere schizzato, mette quasi tristezza con i suoi tic ritriti che ben altro effetto sortivano in capolavori come Vieni avanti cretino o Il brigadiere Pasquale Zagaria. Inutile.

Dengus 2/04/11 15:19 - 349 commenti

I gusti di Dengus

Complice un Vitali un po' stanco e tramontato ed i tempi cinematograficamente cambiati (nonostante sian passati solo 8 anni dal precedente), quest'ultimo Pierino appare un po' appannato e riciclato. Non c'è più la Miti, al suo posto Nadia Bengala e a sostituire Liberti (padre) e Billi (nonno) arrivano la Sora Lella e Massimini; a portare qualche risata fresca è Tomas nel ruolo del cameriere schizzatissimo, che rende omaggio al suo Dottor Tomas del mitico Vieni avanti cretino, senza smentirsi mai! C'è anche Carmine Faraco, oggi volto di Colorado...
MEMORABILE: Tomas coi clienti.

Funesto 3/08/12 01:25 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Pierino aveva già detto tutto almeno da una decina d'anni, perciò non si capisce lo scopo di voler continuare fuori tempo massimo una saga che ormai aveva stufato. Il ritorno di Vitali e la partecipazione della grandissima Elena Fabrizi sono forse gli unici punti a favore del film, che stavolta si fa più frammentario e pretestuoso che mai (pretestuoso? facessero quantomeno sorridere, gli sketch!); per il resto tanta noia, una povertà impressionante nella confezione e, mi si lasci dire, anche una certa omofobia che alla lunga indispettisce.
MEMORABILE: La scena dell'esame, vero topos pierinesco (qui peggio che mai).

Jurgen77 15/02/13 11:31 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Trashissimo episodio della "saga" Pierinesca. Il cast è debole, a parte Vitali e Tomas che cercano di salvare il salvabile. Solito umorismo pecoreccio, una nuova belloccia (Bengala) che non si concede nemmeno. Comicità piuttosto squallida e d'ordinanza. Superfluo.

Gabrius79 13/06/13 16:14 - 1196 commenti

I gusti di Gabrius79

Tentativo mal riuscito di rinverdire dopo 8 anni i fasti del Pierino che fu. Risate poche e forzate che nemmeno la Sora Lella (oramai stanca e invecchiata) riesce a strappare. Addirittura si notano dei problemi in fase di doppiaggio. Non fa ridere nemmeno Alfonso Tomas (il cameriere), che riprende i suoi versi da schizofrenico già utilizzati in Vieni avanti cretino.

Ramino 1/09/13 19:19 - 127 commenti

I gusti di Ramino

Gli anni passano per tutti, anche per Pierino. Poteva essere un'occasione spostando il contesto dalla scuola al lavoro (come in realtà si è tentato di fare) o almeno alla vita di tutti i giorni, ma forse si rischiava di duplicare il flop sul modello di Giggi il bullo. Non ci credeva più nessuno, neanche la stanca Sora Lella nonostante i passabili duetti con Alvaro. Comunque troviamo Alfonso Thomas con i suoi tic e un Franco Caracciolo poco sfruttato. Pierino sembra "lavato" dalle sue volgarità, peccato.
MEMORABILE: Salvatore Bugnatelli mandato a quel paese da Alvaro sulla scala di Piazza di Spagna; La schedina con i voti della pagella di Pierino.

Herrkinski 5/12/13 01:44 - 5193 commenti

I gusti di Herrkinski

Conclusione dell'epopea pieriniana e ultima esalazione di vita del barzelletta-movie, pur già fuori tempo massimo. Non si discosta particolarmente dai predecessori, se non fosse che il lato pecoreccio e le scurrilità sono notevolmente ridotti; Vitali è ancora in forma, ma le battute che gli mettono in bocca sono perlopiù vecchie come il mondo e raramente strappano la risata. Per fortuna ci sono la Sora Lella, che ogni volta che parla fa spanciare, il nevrotico Tomas e la bella presenza della Bengala. Si ride poco ma tuttavia non ci si annoia troppo.
MEMORABILE: I trucidissimi interventi del pubblico sulla scalinata di Piazza Di Spagna.

Mco 16/02/14 23:37 - 2155 commenti

I gusti di Mco

Tardivo elemento della saga di Pierino-Vitali, qui alle prese con molte più occasioni di sfogare le sue battute anche al di fuori del contesto scolastico. La Bangala incendia la scena con le sue lunghe leve e la componente triviale si mantiene su livelli altissimi. La freschezza è l'assente principale, in quanto tutto è già risaputo e gli sketch fanno ridere, questo sì, ma risultano alquanto prevedibili e poco appaganti la "fame di pecoreccio". Ma Laurenti va comunque premiato per il suo coraggio, considerato che gira nel '90!

Rigoletto 27/07/14 15:19 - 1597 commenti

I gusti di Rigoletto

Scialbo tentativo di dare una rinfrescata a un personaggio che non ha mai avuto molto da dire e che, oltretutto, ha fatto il suo tempo. Persino Vitali appare più stanco e meno entusiasta. È anche comprensibile, in fondo non si capisce il senso di questo ennesimo capitolo su un personaggio al quale Vitali ha legato il suo nome in maniera idelebile, se non quello di riaccendere i riflettori su una carriera che stava declinando rapidamente; l'azzardo purtroppo non ha pagato. Simpatica Sora Lella, Core de Roma, qui alle penultime battute.

Marione 19/10/14 11:17 - 103 commenti

I gusti di Marione

Ero piccolo ma ricordo benissimo quando passava il trailer nelle tv dei bar: la gente rideva e diceva "Questo sarà bello!", a dimostrare che il filone, nel '90, non era del tutto dimenticato... Peccato, l'ultimo Pierino ufficiale soffre di una realizzazione meno che misera, ma il cast c'è (Jimmy il Fenomeno, Tomas, Caracciolo, la Sora Lella, Minniti) e Vitali ce la mette veramente tutta. Debole la figura del professore, notevole la Bengala. Risate se ne fanno, non come nei due primi episodi ma mille volte più che nei Pierini "tarocchi".
MEMORABILE: Nadia Bengala; L'esame.

Samuel1979 3/11/14 20:22 - 472 commenti

I gusti di Samuel1979

Ultimo capitolo della fortunata serie, che tuttavia si mantiene grosso modo sugli stessi livelli dei precedenti. Tutto rimane inalterato e le battute di grana grossa non si contano. A risollevare leggermente le sorti del film ci sono le presenze dell'eterna Elena Fabrizi e di Alfonso Tomas, alle prese col suo personaggio (già interpretato in precedenza) pieno di tic. Nonostante il film oggi risulti abbastanza datato, la sua visione in fin dei conti potrebbe risultare piacevole.

Plauto 3/01/17 22:31 - 119 commenti

I gusti di Plauto

Ricordo ancora lo stupore quando vidi il trafiletto sul Messaggero di Roma che annunciava l'uscita di "Pierino torna a scuola", un sequel che non avrei mai immaginato, a distanza di così tanti anni. Il film non ha avuto grande successo anche perché, come avvenuto per Giggi il bullo, è uscito in Agosto. In sé non è comunque il miglior capitolo della saga: molte battute sono fiacche e rimangono certe volgarità peggio che gratuite (come quella dei bisogni del cane), ma se è durata più di vent'anni la saga di "Vacanze di Natale" perché stoppare Pierino?
MEMORABILE: L'esame finale.

Ryo 9/01/17 01:45 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Gli anni della commediaccia italiana sono definitivamente andati; se un tempo poteva divertire una trasposizione cinematografica composta da una barzelletta dopo l'altra, adesso non più. Puro intrattenimento semplice, che a me fa piuttosto ridere il fatto che non faccia ridere. Spesso le gag sono incentrate sulla volgarità gratuita e fine a se stessa, senza nessuna logica. C'è addirittura una scena senza senso in cui Pierino fa propaganda gratis al PCI. Mamma mia...
MEMORABILE: La pagella di Pierino giocata al Totocalcio; La parodia di Fellini.

Panza 5/02/17 13:17 - 1500 commenti

I gusti di Panza

Nei bigi anni '90 si tentò senza grande fortuna (e peggio andrà ai successivi Pierini) di riproporre il personaggio di Pierino cercando di puntare sulla simpatia di Vitali e riproponendo la struttura a sketch. Diciamo che non è così catastrofico come prevenutamente si poteva pensare, grazie anche all'inserimento della Fabrizi nel cast e di Alfonso Thomas come folle cameriere. La narrazione è sfilacciata e spesso le barzellette non sono davvero divertenti, tuttavia come divertissement volgare e verace ha il suo perché.
MEMORABILE: La vendita dei pappagalli; La distinzione tra "teoria" e "pratica"; Pierino con un garofano gigante (rimando a Pasolini?).

Smoker85 22/02/18 22:36 - 393 commenti

I gusti di Smoker85

L'ultimo episodio della saga "canonica" di Pierino è forse quello migliore: questo la dice lunga sulla qualità complessiva della stessa. Sebbene ormai l'età non renda più Vitali credibile per il ruolo del bimbetto irriverente, la pellicola strappa qualche risata grazie soprattutto alla simpatia dei comprimari, in particolare della Sora Lella (nelle vesti della nonna) e di Alfonso Tomas, come sempre perseguitato da esilaranti tic. Meno volgare dei precedenti, quindi per certi versi più digeribile.

Faggi 18/08/18 16:34 - 1506 commenti

I gusti di Faggi

Il primo guaio - di questa simpatica boiata che conclude, fuori tempo massimo, la saga di Pierino - è la mancanza di Michela Miti (Nadia Bengala sarà anche una bonazza ma non può garantire il brio sensuale della sua collega); altri guai sono disseminati ovunque: il tono barzellettaro è scadente, la prevedibilità è diffusa, mancano le trovate e la genuinità pecoreccia è scarsa. Eppure l'ambaradan si lascia guardare: qua e là funzionando, riuscendo a spensierare e a non far girare troppo a vuoto la follia del personaggio di Alvaro Vitali.

Disorder 28/11/18 21:36 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Quasi tremendo. Nel 1990 l'epoca d'oro della commedia trash era finita da un pezzo e si vede: le battute sono del tutto prive di mordente e perfino i caratteristi appaiono invecchiati e svogliati. Non che i vecchi "Pierini" fossero dei capolavori, intendiamoci, ma qui si respira un'aria di svogliatezza mista a nostalgia che mette quasi tristezza. Spiace solo per Vitali, l'unico a metterci un po' di brio, nella sua interpretazione. Comunque da dimenticare.

Gestarsh99 21/06/19 16:47 - 1329 commenti

I gusti di Gestarsh99

La mamma dei Pierini, si sa, è sempre incinta, ma questa gravidanza oltre termine produce un parto podalico di quelli gravosi e costipativi, da far smadonnare anche l'ostetrica più nerboruta e devota: dopo un giro di pista lungo 8 anni, Laurenti acchiappa il testimone del vecchio Girolami con la stessa destrezza di un Edward mani di forcipe... Sguaiataggini verbali e deflagrazioni aerofagiche son pressoché silenziate in un cantuccio e morigeratamente diluite nello scialacquamento di freddure spompate e obsolete, otturando e innocuizzando l'orifizio sine quo non della gran "petopèa" alvaresca.
MEMORABILE: "Marozzi, Marozzi, te famo li bozzi!"; Al maestro che chiede "Secondo voi esistono mammiferi senza denti? ", Pierino risponde "Si, mi' nonna!"...

Siska80 6/06/20 16:59 - 735 commenti

I gusti di Siska80

Il destino di sora Lella era quello di interpretatre la nonna di personaggi strambi: questa volta è imparentata con Pierino (un Vitali un po' arrugginito) ancora una volta dietro le (mini)gonne dell'avvenente Rizzi. Apprezabile il tentativo di far divertire riducendo al minimo le scurrilità; purtroppo non si ride quasi mai, le gag sono banali, la trama assente, gli attori poco convinti (simpatico Tomas nel ruolo del cameriere esaltato). Inutile ed evitabile.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Cangaceiro • 7/08/08 16:09
    Call center Davinotti - 742 interventi
    Cameo in trattoria per Pasquale Africano(doppiato), storica guardia giurata della trasmissione tv Forum.
  • Curiosità Dusso • 2/08/09 10:30
    Segretario - 1621 interventi
    il film è uscito a Roma il 7 agosto 1990, data tristemente famosa per essere il giorno (proprio a Roma) del delitto di via Poma, in cui fu assassinata Simonetta Cesaroni.
  • Curiosità Markus • 2/08/09 12:33
    Scrivano - 4793 interventi
    Il film, complice forse l'uscita estiva, andò maluccio, incassando solo 477.763.000 lire.
  • Curiosità M.shannon • 25/03/11 22:55
    Disoccupato - 312 interventi
    Nella scena girata alla scalinata di Piazza di Spagna quello che interpreta il regista è Salvatore Bugnatelli (regista anche nella vita reale, come sappiamo).
  • Curiosità Fedemelis • 25/09/13 09:50
    Fotocopista - 1761 interventi
    PAGELLA SFORTUNATA

    La schedina che la nonna (Elena Fabrizi) di Pierino (Alvaro Vitali) compilerà utilizzando i voti della tremenda pagella del nipote (2-1-2-1-2-2-1-2-2-2-1-2-2), facendo un 13 milionario e comprando così un nuovo ristorante è quella del concorso N.34 relativo alle partite giocate l'8 aprile del 1990. Anche se nel film le squadre non sono leggibili né vengono citate alla radio, possiamo notare come la sequenza della lunghezza delle squadre di entrambe le colonne e il numero concorso coincida con quella indicata. Confrontando i risultati detti alla radio con quelli reali, la nonna di Pierino farà un semplice 1. La pagella non è quindi fortunata, ma sfortunata!

  • Homevideo Mco • 11/08/14 17:12
    Scrivano - 9684 interventi
    Disponibile in DVD dall'8 Luglio 2014 per Cecchi Gori.