LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 23/02/07 13:59 - 1927 commenti

I gusti di Fabbiu

Nonostante le simpatiche gag e la "davvero ottima" accuratezza nel ricostruire gli Anni Sessanta non riesco a parlare bene di questo film dopo aver visto Vacanze Di Natale. I film sono usciti entrambi lo stesso anno (uno in estate, l'altro a Natale, per replicare quanto prima il successo della formula) e sono dello stesso regista (sono quindi la versione estiva e nataliza della stessa tematica), ma la somiglianza non si limita agli attori, perché ci si sbilancia anche in uguali battute e, clamorosamente, pure in identiche situazioni.

Stubby 9/04/07 13:48 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

È un film per inguaribili nostalgici che personalmente riguardo sempre volentieri. Belle storie che si intrecciano, con protagonisti bravi e divertenti. Il punto di forza comunque sono le stupende canzonette che facevano da cornice in quegli anni, che sottolineano molto bene le situazioni che si creano: le prime cotte, le prime avventure, gli scherzi goliardici, le corse in Vespa e così via.

Il Gobbo 30/07/07 08:53 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Colpo di genio dei Vanzina, che riesumano il non indispensabile filone vacanziero, intercettando però perfettamente lo zeitgeist (il revival degli Anni Sessanta e il cosiddetto "riflusso"): indovinato il cast, appioppata l'opportuna (e già bell'e pronta) colonna sonora, un film che non poteva fallire. E infatti fece boom. Esemplare malgrado qualche scivolata (Manzotin bagnino versiliese... ). Sapienti business-men, i figli di Steno predisporranno anche variante invernale, che personalmente preferiamo. Piccolo classico.

G.Godardi 5/09/07 19:11 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Il "capolavoro" dei Vanzina bros ha innumerevoli meriti: ha lanciato la carriera di De Sica dopo anni di incomprensioni cinematografiche; ha consacrato Calà come idolo delle nuove generazioni; ha lanciato il filone giovanilistico; ha lanciato la moda dei film nostalgia. Basterebbero solo questi primati per consegnarlo alla storia. Ma c'è di più: è anche un buon film, che pescando dai classici balneari del passato (soprattutto L'Ombrellone), li riattualizza per le giovani generazioni. Divertente e corale. Ogni tanto, però, plagia Samperi.

Homesick 19/01/08 17:42 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Titolo fondamentale (nonché tra i più riusciti) del filone vacanziero e della filmografia dei Vanzina, in seguito da loro fin troppo abusato e reso inguardabile. Storie semplici, leggere, simpatiche, che ben si confanno al venticello estivo e nostalgicamente scacciapensieri che spira per tutto il film. Tra i numerosi personaggi, difficile dimenticare la bellezza fine e matura della sempre fascinosa Lisi e quella fresca e tipicamente balnerare della "Selvaggia" di Isabella Ferrari. Classico.

Lovejoy 15/02/08 16:57 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Una delle pellicole più riuscite dei Vanzina Brothers. Merito di una sceneggiatura una volta tanto non raffazzonata, di gag discrete e della ottima cura nel ricostruire gli Anni Sessanta in Versilia. Carlo Vanzina dirige con un bel piglio robusto un folto cast di giovani attori, su cui spiccano Calà e De Sica. Ma chi si ricorda a lungo sono i grandi Nicheli, Bologna e Ennio Antonelli. Del reparto femminile splendide e molto brave la Huff e la Ferrari. Stupenda colonna sonora.

Gugly 19/02/08 19:29 - 1010 commenti

I gusti di Gugly

Film che ognuno di noi ha visto almeno una volta di passaggio, se non altro per orecchiare le canzoni propinate. Detto questo, a parte Calà e De Sica, il film è abbastanza noiosetto e con attori che non si sa bene che fine abbiano fatto. Bellissima la Lisi, supercult il romanaccio Antonelli doppiato in livornese.

Galbo 21/02/08 12:19 - 11314 commenti

I gusti di Galbo

Tra le opere (si fa per dire) della ditta Vanzina, questa è certamente la più riuscita, perché sfrutta abilmente l'elemento nostalgico (i chissà quanto realmente magnifici Anni Sessanta) e ha il pregio di una certa freschezza nel racconto e quello di adoperare attori ancora non imbolsiti dal successo e dai ruoli sempre uguali (vedi De Sica). Lungi dall'essere un capolavoro, il film è piacevole, grazie anche ad una colonna sonora gradevole e ruffiana (in senso buono).

Capannelle 27/03/08 13:15 - 3693 commenti

I gusti di Capannelle

Un buon film che mescola tanta ironia riuscita con alcune gag scontate e la giusta dose di malinconia. Alcune facce sono da giornaletto rosa ma ci stanno. Al top De Sica, Nicheli e un Calà meno cretino del solito. I caratteri più giovani, presi singolarmente, non sono granchè ma Vanzina riesce a giostrarli con bravura.

Pstarvaggi 27/03/08 16:21 - 80 commenti

I gusti di Pstarvaggi

Non sarà l’opera più divertente dei Vanzina, ma è certamente la più riuscita. Tutti i personaggi sono al posto giusto (il simpatico Calà, la fascinosa Lisi, i vari cumenda, la bella e triste Ferrari) e le atmosfere sono rievocate solleticando l’onda dei ricordi personali - anche musicali - dello spettatore che ha vissuto quegli anni. Anche i più giovani, però, possono divertirsi con i vari sketch, che sembrano sprizzare vitalità da tutti i pori. Quel che si definisce un bel film.

Markus 19/05/08 12:10 - 3232 commenti

I gusti di Markus

A suo modo è un capolavoro e forse il miglior film di un Carlo Vanzina in stato di grazia, che ebbe l'intuizione - tutt'altro che scontata - di sfruttare la nuova ventata di ottimismo dei primi Anni Ottanta per riprendere il discorso commedia vacanziera pre-sessantottina, aggiungendoci i suoi ricordi di giovinezza al mare con la sua famiglia nell'allora modaiola Versilia. Cast magnifico: tutti in piena forma, alcuni ancora in piena giovinezza e con tante battute fresche da sciorinare allo spettatore. Particolarmente efficace una Virna Lisi riscoperta dopo alcuni anni di declino.

B. Legnani 27/06/08 23:28 - 4676 commenti

I gusti di B. Legnani

Rivisto dopo decenni. Il richiamo nostalgico-musicale funziona ancor meglio di allora: per me e coetanei, anzi, pure con colpi bassi. Non ricordavo una differenza di recitazione così abissale fra gli adulti (la Lisi [che un po' rifà la Bancroft e un po' la Rossi Drago], Nicheli, Barra...) ed i giovani (davvero tremenda la Suma). Straniante sentire De Sica provare una cadenza milanese e Ennio Antonelli fare il versiliano. Il libro che Ansaldi legge all'inizio è La Califfa.
MEMORABILE: Virna Lisi a Isabella Ferrari: "Il problema è che diventare vecchi fa schifo".

Cangaceiro 29/06/08 22:10 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

La rassicurante voce di Pino Locchi ci narra le storie di un gruppo di giovani in vacanza in Versilia, in questo film in cui i Vanzina omaggiano con scioltezza e un po' di "ruffianeria pop" gli Anni Sessanta, per lo più con un abuso delle hits di quegli anni e annesso cameo di Edoardo Vianello. Tra gli attori, tralasciati i vari carneadi, spicca Jerry Calà che fa piacevolmente il Calà, un inedito e bravo De Sica milanese, Antonelli doppiato in toscano e i "cumenda" Nicheli e Bologna, perfetti per questo ruolo. Commedia gradevole, ma lungi dall'essere un capolavoro...

Redeyes 12/07/08 10:06 - 2128 commenti

I gusti di Redeyes

Sono il primo detrattore dei Vanzina ma, quando c'è da riconoscer loro un merito, non ci si può tirar indietro. Il film è un capolavoro e lo è perché è uno dei punti più alti della commedia italiana, perché non ha età, perché è malinconia e riesce a lasciare quella poetica immagine di fine Agosto nei nostri occhi. Col chiudersi degli ombrelloni si ricomincia la solita vita. Il cast funziona perfettamente ed anche la sceneggiatura, per quanto furbetta, cattura. Merita una visione, senza ombra di dubbio!

Cotola 5/11/08 22:19 - 7406 commenti

I gusti di Cotola

Commedia estiva abbastanza gradevole, che all'epoca riscosse un successo incredibile (e che era stata costruita appositamente per raggiungere quell'obiettivo), ma che certo non è il capolavoro che molti dicono. Certamente rispetto a quello che Vanzina farà in seguito siamo a livelli altissimi, soprattutto perché il film è caratterizzato da un tono decisamente meno greve rispetto alle sue pellicole future. Ovviamente il seguito fu inevitabile.

Tomastich 4/07/09 11:25 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Sosterrò per l'ennesima volta la mia tesi: i Vanzina degli Anni Ottanta erano davvero dei mestieranti con tutte le carte in regola. Questo film è, insieme a Vacanze di Natale (per quanto riguarda la commedia), il picco massimo raggiunto dai due fratelli, che in questa occasione imbastiscono uno squadrone di attori più o meno giovani per raccontare le vacanze italiane negli Anni Sessanta, in Versilia (anche se il film è girato ad Ostia). Da promuovere a pieni voti.

Tarabas 16/07/09 09:45 - 1681 commenti

I gusti di Tarabas

Varia umanità italiana si incontra in Versilia in un'estate dei magici Anni Sessanta. I Vanzina ripescano i film balneari del passato, ci mettono un cast eterogeneo ma ben diretto, sfruttano con cinismo inimitabile il trend musicale di quel momento (col recupero della musica del boom: avete presente il "fenomeno" Ivan Cattaneo?). E così costruiscono un filmino che sembra fatto di niente, ma nel quale funziona quasi tutto. Paradossalmente, è meglio di Vacanze di Natale, ma è meno cult, almeno per me.

Mco 18/07/09 17:06 - 2128 commenti

I gusti di Mco

Pezzo di storia cinematografica che passa in televisione con regolarità nei palinsesti estivi e che con la medesima regolarità cattura la mia attenzione. Praticamente si va a memoria tra i ragazzi che giocano a fare i vitelloni (Calà e De Sica) e l'impacciato che preferisce la Lisi alla sua bella Selvaggia/Ferrari... Bella e suggestiva l'ambientazione a Forte e splendide le musiche. Per me sempre un brivido nel finale quando Jerry manda un bigliettino alla Suma con su scritto "...Sei sempre la più bella"... Pelle d'oca.

Deepred89 1/08/09 19:51 - 3259 commenti

I gusti di Deepred89

Uno dei cult della commedia italiana Anni Ottanta, non un film straordinario ma di sicuro una pellicola gradevolissima. I difetti ci sono e si sentono: qualche battuta gratuitamente volgare, molti attori (Ansaldi e la Fiorio per esempio) decisamente scarsi, una certa scontatezza di fondo. Però il film è solare e sincero, diverte senza nessuna pretesa ed in alcuni punti (come nel bellissimo finale) riesce quasi a commuovere. Regia e fotografia di tutto rispetto. Ottima soundrack con varie hit Anni Sessanta. Un bel film, da non sottovalutare.
MEMORABILE: "Questo biglietto vale per tutte le lettere che non ti ho mai scritto. A proposito, sei sempre la più bella".

Ciavazzaro 1/10/09 21:18 - 4756 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Un po' sopravvalutato, ma sicuramente merita una buona posizione nella storia del cinema Anni Ottanta italiano. Oltre a citare la stupenda Lisi (sposata col "cumenda" Nicheli) e il carissimo Ugo Bologna, il film risulta impresso nella mente anche per l'effetto nostalgia-interesse per quegli anni.

Stefania 24/12/09 00:35 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Una voce narrante la racconta come una favola rosa, questa estate degli anni sessanta, e infatti questo è: per chi l'ha vissuta, perché i vent'anni li si ricorda sempre come bellissimi, sia per chi non era ancora nato. Che si chiede: ma davvero agli adolescenti del primo boom economico bastava così poco per essere divertirsi, per fantasticare, per stare insieme? Comunque i "tipi da spiaggia" sono belli da guardare e da ascoltare, e le storie si mescolano come gli ingredienti di cocktail frizzantino. Attori ok, tranne, secondo me, la Ferrari.

Sibenik 29/01/10 20:42 - 90 commenti

I gusti di Sibenik

Indubbiamente un paio di gradini sotto Vacanze di Natale, ma pur sempre ottima pellicola vanziniana. Le avventure dell'estate versiliana negli Anni Sessanta vissute attraverso un fuoriclasse come Calà, quando "faceva reparto da solo" e un De Sica guastatore di lusso. Per il resto ben gestito tutto il cast, in cui spicca un Ugo Bologna da sambodromo. Con la lacrima, penso di poter affermare che film così non se ne producono davvero più. Nostalgia.
MEMORABILE: Lo sclero del Bologna con la prole viziata è veramente spaziale.

Nando 31/07/10 16:48 - 3454 commenti

I gusti di Nando

Il film che ha ridato slancio all'operazione nostalgia degli Anni Sessanta. Un cast giovanilistico presenziato con classe dalla Lisi. Canzoni e vicende sentimental-balneari in Versilia narrate in maniera semplice ed un po' ruffiana. Tuttavia il risultato non è disprezzabile.

Il Dandi 3/08/10 14:30 - 1732 commenti

I gusti di Il Dandi

La più riuscita prova dei Vanzina è un amarcord personalissimo e gradevole, nonostante le semplificazioni ruffiane: gli anacronismi musicali e non (dovremmo essere nell'estate del '64) finiscono per confondere due generazioni in una. Ma il vero colpo di genio è quello di riesumare come storia i juke-box da spiaggia di Dino Risi, in un'epoca in cui erano solo vecchiume. Significativo che l'ambientazione d'epoca verrà presto superata, mentre il revival dei '60 dominerà per tutti gli '80 in tv (vera cassa di risonanza del Vanzina-pensiero).
MEMORABILE: L'arrivo in Vespa di Jerry Calà: "...e come l'anno scorso / quel pirla del bagnino... A-a-bbronzatissimo!"

Daidae 27/08/11 02:10 - 2721 commenti

I gusti di Daidae

A me ha parecchio deluso: mi aspettavo un'opera alla I fichissimi, invece mi è parso come un Chewingum versione marinara. Niente di eccezionale, nonostante un ottimo cast e una regia tutto sommato buona. Bella colonna sonora con diversi successi dei 60.

Manrico 30/08/11 12:27 - 80 commenti

I gusti di Manrico

Perchè alla fine noi siamo così. Nostalgici, sentimentali, incuranti delle evidenze. Siamo così: capaci di perderci negli occhi di Marina Suma o nel decoltée di Karina Huff senza nemmeno accorgerci che tua nonna recita meglio. Pronti a sbellicarci per gag prevedibilissime e a eleggere a idoli delle macchiette (magari preferendo con aria blasè Ugo Bologna al degenere figlio Calà). Tutto congiura contro il gusto: Edoardo Vianello, gli stereotipi regionali, le battute dei marchesini Pucci... ma alla fine siamo così. E lo so a memoria.

Metuant 3/09/11 13:57 - 454 commenti

I gusti di Metuant

Belle ragazze, vitelloni più o meno spudorati, un bel carico di musica d'epoca, ambientazione balneare e tanta, tanta nostalgia: questi gli ingredienti di quello che forse è il miglior risultato di Vanzina, quando ancora non si abbandonava assieme al fratello al pecoreccio fine a se stesso. Il film in sè non è certo privo di difetti e la trama è quasi un pretesto, ma è l'atmosfera, assieme ai personaggi, a fare tutto; svariate gag riuscite, stereotipi dell'epoca e un finale più che degno.
MEMORABILE: Il finale, con l'espressione di Calà sulle note di "Celeste nostalgia".

Mark70 24/08/11 20:57 - 118 commenti

I gusti di Mark70

Sono passati 28 anni dall'uscita del film, eppure si vede sempre con piacere: sarà che la storia funziona a perfezione, sarà che le battute sono banalotte e un po' volgari ma ci si diverte davvero; sarà che nonostante la presenza di attori mediocri (infatti di molti si sono perse le tracce) i personaggi sono realistici, sarà che questi anni '60 trasfigurati dal ricordo sono diventati per noi una sorta di età dell'oro, ma ormai questo "Sapore di mare" è diventato un piccolo classico che si è conquistato un posticino nella storia del cinema.

Ale nkf 29/08/11 18:51 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Troppo sentimentale per i miei gusti. Mi aspettavo, oltre alle solite tresche amorose, qualche pizzico di malizia che avrebbe divertito sicuramente di più. Il cast è comunque molto interessante (la Lisi è semplicemente divina, la Huff stupenda, De Sica e Calà molto simpatici). Si lascia vedere, ma Vacanze di Natale è tutta un'altra cosa.

Giùan 30/08/11 15:49 - 2882 commenti

I gusti di Giùan

Aveva ragione il mio amico Franco Carabellese: passan gli anni e vieppiù Sapore di mare si manifesta come il nostro American graffiti. Ha dalla sua, questa "commedia perfetta" dei Vanzina, il rarissimo "talento" cinematografico di "sapersi lasciar guardare". Merito d'una sceneggiatura astuta e d'una regia affilata, capaci di creare un'atmosfera di sana, lieve malinconia. Galleria di facce e attori, tutti clamorosamente in parte: menzione d'onore per Calà e Virna Lisi, ma tutto sullo schermo crea l'effetto onda voluto dai Fratelli. Azzurra celeste nostalgia.

Mcfly87 31/08/11 22:37 - 75 commenti

I gusti di Mcfly87

Il più pregevole dei lavori vanziniani abili in questo caso nel rappresentare la spensieratezza estiva della Maremma anni '60. Sapiente la scelta dei pezzi musicali che facilitano il tuffo nel passato. Commedia corale e sobria, De Sica bravo ed irritante nei panni del figlio di papà, Calà non è da meno. Il resto del cast si salva tra caratteristi collaudati (Bologna e Nicheli) e belle donne, tuttavia tra la Suma e la Ferrari trionfa una seducente Lisi, ammaliante quanto la Mrs. Robinson de Il laureato. Nostalgia finale contagiosa.

Federico 11/10/11 16:49 - 37 commenti

I gusti di Federico

Il miglior Vanzina movie! Cult della commedia italiana anni '80. Un cast di protagonisti perfetto, impreziosito da grandi attori come Ugo Bologna, Virna Lisi, Giuseppe Barra e Annabella Schiavone. In nessuna commedia giovanile nostrana si è visto un gruppo di ragazzi dove ogni componente funziona e non risulta odioso. Calà e De Sica strepitosi nei panni dei figli di papà, la Ferrari è di una bellezza inarrivabile. Chi non avrebbe voluto far parte del gruppo di Luca e Felicino in quei magnifici anni '60? Colonna sonora evocativa e finale nostalgico.

Ilcassiere 28/12/11 14:16 - 283 commenti

I gusti di Ilcassiere

Cinepanettone estivo che quando uscì, nei primi anni '80, ebbe un grande successo e divenne un cult. A recensirlo oggi gli darei un pallino, ma non sarebbe giusto, perché Sapore di mare è un film che ha fatto storia e a guardarlo con gli occhi e la testa di chi ha vissuto quell'epoca e quelle atmosfere (Versilia, anni '60) probabilmente vale molto di più. Tuttavia mi sento di dire che i personaggi e le vicende narrate sono piuttosto banali.

Dengus 25/01/12 09:03 - 349 commenti

I gusti di Dengus

Come già detto, i Vanzina ad immortalare un preciso momento storico son sempre i migliori, ed omaggiare i '60 proprio in un altro decennio memorabile e simile come gli '80 è sinonimo di grande genio. Ottimo il cast, di cui Calà e De Sica (versione milanese!) sono i mattatori assoluti. Si ride spesso ma ci si intenerisce, dato che certe situazioni amorose estive apparse nel film le abbiam vissute spesso pure noi; tutto il cast funziona, con una Ferrari giovanissima e carinissima ed un ancor sexy Virna Lisi che spiccano sulle altre donne. Cult!
MEMORABILE: I camei degli artisti anni '60; Calà che canta: "Vengo al mare per ciulareeee!".

Siregon 11/02/12 19:25 - 353 commenti

I gusti di Siregon

Straordinaria pellicola corale dei Vanzina che colpisce dritto al cuore, con i suoi momenti in cui tutti ci riconosciamo, con i suoi ricordi al mare, le estati spensierate, gli amori persi e vissuti a metà. Personaggi indimenticabili che caratterizzano una storia idealizzata, senza tempo. Poi quel finale, un finale struggente e perfetto nell'accompagnamento musicale. Marina Suma. Quegli occhi...

Rambo90 9/06/12 00:10 - 6278 commenti

I gusti di Rambo90

Sicuramente il miglior Vanzina, che inaugurò il filone dei film vacanzieri ma che rimane una spanna sopra a tutti i prodotti successivi. Bella colonna sonora ad effetto nostalgia, cast molto ben assortito con un Calà perfetto, una bellissima e brava Marina Suma, uno scatenato De Sica e caratteristi simpaticissimi (Antonelli e Bologna su tutti). Il finale è addirittura malinconico, lontano dalla trivialità a cui puntano oggi questi prodotti. Imperdibile.

124c 20/09/12 14:18 - 2756 commenti

I gusti di 124c

Le estati degli anni '60 e il boom economico. Ricchi, poveri, innamorati e belle quarantenni che fanno impazziree gli adolescenti sono gli ingredienti di un film che è solo una sorta di juke-box continuo di hit di quegli anni. Oltre a Christian de Sica che fa il figlio di papà, da ricordare anche Jerry Calà, la giovane Isabella Ferrari, la dimenticata Marina Suma e la sempre brava Virna Lisi. Cinema senza impegno d'altri tempi, che fa venir voglia di andare al mare.

Neapolis 27/01/13 21:58 - 174 commenti

I gusti di Neapolis

Più di un pallino il film non merita. Altro che capolavoro della commedia all'italiana, altro che intuizione geniale del regista... il film è scialbo e inconsistente e ben rappresenta la mancanza di idee della cinematografia italiana propria di quegli anni. Più che di nuovo ottimismo degli anni ottanta parlerei di completo disimpegno morale, civile e culturale di quegli anni, e il film ne è una valida testimonianza.

Pinhead80 15/03/13 17:52 - 3837 commenti

I gusti di Pinhead80

Un classico della commedia italiana che ha la capacità di rifar rivivere ogni volta l'atmosfera di quei tempi. Ci riesce grazie alla prova eccellente del cast e a un grande numero di canzoni dell'epoca che vengono rievocate come un juke-box che suona senza soluzione di continuità. Tra scherzi, innamoramenti e delusioni passa un'estate; "l'estate" vissuta da una generazione. Evergreen.

Gabrius79 30/07/13 20:23 - 1183 commenti

I gusti di Gabrius79

Nostalgica, gradevole e ruffiana commedia vanziniana che è entrata di diritto nella storia del nostro cinema. Un viaggio negli anni '60 con un bel cast di attori e una colonna sonora trascinante sono il giusto mix che ha permesso il successo di questa pellicola. Ottimi De Sica e Calà e gustose interpretazioni di Virna Lisi e Guido Nicheli.

Herrkinski 12/08/13 04:48 - 4969 commenti

I gusti di Herrkinski

Tra i più felici esempi del filone vacanziero, gran successo di Vanzina, pochi mesi dopo bissato con l'altrettanto classico Vacanze di Natale. La commedia ha ancora toni agrodolci e rare concessioni alla volgarità; Calà affina le sue armi comiche mentre De Sica tenta il milanese, risultando bizzarro; stessa sorte per Antonelli, qui toscano improvvisato. Nicheli (come Bologna) è già totalmente nel suo personaggio, la Lisi elegantissima giganteggia sulle giovani protagoniste. OST nostalgica e tattica, risate moderate; gradevole ma nulla più.
MEMORABILE: Il dialogo a letto tra Nicheli e la Lisi.

Modo 16/08/13 10:49 - 816 commenti

I gusti di Modo

Film dall'effetto nostalgia, ben fatto. Qui Vanzina ci regala un riuscito spaccato dei "favolosi" anni 60. Sì sdolcinato, ma simpatico e rende bene l'atmosfera di quel periodo. Ottimo cast, ben assortito. Sicuramente godibile e dal mio punto di vista fra i suoi lungometraggi migliori.

Piero68 22/08/13 14:22 - 2752 commenti

I gusti di Piero68

Scatta ufficialmente il progetto vanziniano dei cine-vacanze, estive o invernali che siano. Non a caso infatti, a distanza di pochi mesi da questo, uscirà il primo Vacanze di Natale. Capostipite quindi di un intero genere, lascia però l'amaro in bocca visto che si brucia malamente il primato, affidandosi a uno script non all'altezza della circostanza. Storie improbabili si inseguono sotto gli ombrelloni di Forte dei Marmi con due giovani De Sica e Calà a capitanare la claque. Gag raramente indovinate e personaggi quasi sempre noiosi.

Ramino 11/09/13 13:18 - 127 commenti

I gusti di Ramino

Prodotto in un'epoca dove gli anni sessanta avevano il sapore del vintage, il film ripercorre grazie a un buon cast di attori e comprimari le avventure in Versilia (in realtà il litorale romano) di un folto gruppo di giovani. Un altro spaccato di un'Italia che non c'è più dove l'effetto nostalgia prende il sopravvento. I Vanzina centrano il bersaglio e il sequel girato un anno dopo era quasi dovuto. Unico neo il grande Ennio Antonelli doppiato (Carlo Monni era preferibile), ma si può tranquillamente perdonare.

Simdek 30/01/14 10:36 - 93 commenti

I gusti di Simdek

Tra i pochi esempi di cinema italiano comico che arriva a livelli altissimi. Vanzina ha il merito di mettere insieme gag divertenti e mai volgari con storielle amorose o presunte tali; il tutto infarcito con una serie di canzoni anni 60 che fanno da sfondo o da intermezzo a ogni situazione. Calà mattatore è affiancato da attori bravi e da alcuni che, anche se non classificabili come attori d'eccellenza, riescono a far ridere e a rendere magica la bella Versilia. Divertimento assicurato con alcune battute rimaste nella storia.
MEMORABILE: Calà e l'inglesina a fumare la pipa.

Saintgifts 30/01/14 00:29 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Lasciamo stare termini come commedia all'italiana o buone interpretazioni, o colonna sonora azzeccata, perché o inappropriati o molto discutibili, o di grande ovvietà nel caso delle canzoni, dove si è semplicemente pescato in almeno quattro o cinque anni per tirare fuori pezzi che chiunque avrebbe scelto. C'è solo una cosa pregevole, nel senso di buona intuizione: il fatto di riproporre un momento tutto italiano (già proposto sì, come commedia all'italiana), un fenomeno argomento di molte tesi ovvvero gli anni sessanta, definiti, a ragione, "favolosi".
MEMORABILE: Le giovani (e meno giovani) bellezze femminili.

Roger 17/07/14 11:44 - 143 commenti

I gusti di Roger

Vanzina cerca l'effetto nostalgia ricorrendo a ogni mezzo e colpo basso (pure una voce fuori campo cerca di suscitare ogni possibile suggestione del "bel tempo andato"). E indubbiamente a tratti ci riesce... ma visto oggi è un film che per attori, interpretazioni e dialochi sembra intriso di anni 80 fino all'osso. E infatti ho apprezzato di più una vera attrice come Virna Lisi che non le solite interpretazioni sopra le righe di Calà e De Sica. La vera nostagia in genere la provo con film che nulla vogliono avere di nostalgico.

Claudius 17/07/14 13:24 - 397 commenti

I gusti di Claudius

Intramontabile commedia balneare che ha goduto e continua a godere di un grandissimo successo, ricca di buoni nomi nel cast (Calà, De Sica, Bologna, Lisi, Suma). Il successo è dato anche dal tema trattato: tutti noi abbiamo vissuto esperienze simili (a me ricorda una notte di ferragosto con una ragazza ormai persa di vista). Ottima la colonna sonora, ma personalmente preferisco Giochi d'estate.
MEMORABILE: Celeste nostalgia.

Ultimo 4/08/14 20:56 - 1337 commenti

I gusti di Ultimo

Commedia brillante nella quale ritorna alla luce la magia dei mitici anni '60; i padroni della scena sono indubbiamente i "fratelli" milanesi Calà e De Sica, ma reggono bene anche Marina Suma e Virna Lisi. Sicuramente non è perfetto, ma è un cult nel suo genere, punto di partenza per realizzarne la versione invernale, Vacanze di Natale.

Paulaster 23/08/14 14:50 - 2685 commenti

I gusti di Paulaster

Come una vecchia cartolina ingiallita emana ancora una piacevole nostalgia. Ambienti, episodi di vita vacanziera, riferimenti temporali che si lasciano scorrere e godere come un ricordo. La Lisi sugli scudi, De Sica che fa simpatia anche se non tutti raggiungono la sufficienza. Il temporale di fine estate sarebbe la classica chiusura invece la scelta porta a un inevitabile passaggio per un approfondimento.

Nexus 16/10/14 01:53 - 2 commenti

I gusti di Nexus

Molto interessante dal punto di vista storico, tralasciando gli anacronismi evidenziati in rete. Non ho vissuto gli anni 60 ma immagino che il film sia abbastanza fedele. Ottimi i personaggi e i rispettivi attori. Trama semplice, racconto molto valido di un'estate al mare in Versilia. Storie riprese in maniera patetica in tempi più moderni. Auto e moto/rini stupendi.

Samuel1979 6/06/15 17:10 - 469 commenti

I gusti di Samuel1979

Che il 1983 sia stata l’annata migliore per i Vanzina è confermato (oltre che dal coevo Vacanze di Natale), da questo bel film vacanziero tuttora da me molto amato nonostante sia passato molto tempo, in cui vengono ricordati con passione e allegria i mitici anni 60. A dire il vero i Vanzina ci riproveranno nel 1999 ma tutto si tradurrà in un'autentica carnevalata. Il cast è numeroso e di grande spessore: Nicheli, Bologna, la Lisi... ma due nomi spiccano su tutti: De Sica e Calà (con una netta preferenza personale per il primo).

Alex75 9/06/15 09:21 - 661 commenti

I gusti di Alex75

Pellicola che sfrutta abilmente l’onda del revival anni ’60, mostrando l'ottimismo di quell'epoca. La storia, semplice e disimpegnata, lontana dalle trivialità tipiche del cinema vanziniano, si fa apprezzare soprattutto grazie alle musiche e al buon livello della recitazione: De Sica e Calà sono meno sbracati del solito, Bologna, Antonelli e Nicheli sono una garanzia, Virna Lisi si conferma interprete di fascino e classe e Isabella Ferrari si fa notare per la sua bellezza fresca e malinconica.

Belfagor 11/08/15 15:36 - 2620 commenti

I gusti di Belfagor

Anche se poi i Vanzina preferiranno l'inverno, questo "cineombrellone" spicca in positivo nella loro filmografia. Le peripezie di un gruppo di giovani nei favolosi anni '60, accompagnate da una colonna sonora in piena operazione nostalgia, si fanno seguire con piacere grazie alla loro leggerezza e anche la malinconia della fine delle vacanze e del tempo che passa è resa in modo gradevole. Cast ben scelto, con De Sica e Calà scatenati, tante bellezze femminili e la coppia Lisi/Nicheli sul versante adulto.
MEMORABILE: "Questo biglietto vale per tutte le lettere che non ti ho mai scritto".

Parsifal68 23/11/15 17:10 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Sull'onda nostalgica sorta agli inizi degli anni '80 per un decennio irripetibile quale quello dei '60, i Vanzina confezionano un bel film (l'unico direi della loro produzione) che ha la sua forza in primis nella colonna sonora e poi in alcuni personaggi riuscitissimi come quello di De Sica. La ricostruzione storica è ben curata e, a parte qualche caduta di stile, il film diverte e commuove. La Suma è al suo massimo splendore, Calà è antipatico oltre misura, Virna Lisi è straordinaria. Cult da vedere e tramandare a imperitura memoria.

Disorder 6/06/16 10:32 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Con questo film i Vanzina tentano con successo di importare anche in Italia il fenomeno "revival", lanciato da American graffiti giusto dieci anni prima. L'idea vincente è quella di mettere in parallelo i due decenni "magici" della storia recente italiana, ovvero gli anni 60 e 80 (paragone che può suonare scontato oggi, molto meno nel 1983). Purtroppo il film ha anche dei grossi difetti, specie per quel che riguarda la trama (quasi inesistente) e la recitazione, ma nel complesso di lascia vedere sempre con piacere. Niente male.

Undying 14/11/16 23:55 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Pietra angolare di certo cinema vacanziero (definizione non offensiva, al contrario) ben sorretto da attori calati (non trattasi di gioco di parole se si menziona il pur bravo Calà) ottimamente nei rispettivi ruoli. Rivisto a distanza di tempo, pur mantenendo inalterato il suo granitico basamento da commedia, appare un tantino malinconico per via d'un reparto musicale e di una dimensione "temporale" che ben rende l'idea della caducità delle nostre vite, destinate ad appassire troppo in fretta, senza permetterci di assaporarne i giorni migliori.

Miky25 29/03/17 22:33 - 1 commenti

I gusti di Miky25

Il miglior prodotto dei fratelli Vanzina, prima che si perdessero. Ritratto perfetto degli anni '60 grazie ad ambientazioni azzeccatissime e personaggi molto ben scritti. Ottime anche le interpretazioni di un cast di livello su cui spicca un Jerry Calà inarrivabile, capace di far ridere ed emozionare. Bravi anche Christian De Sica e Marina Suma. I Vanzina hanno tentato inutilmente di ripetersi nel 2014 col pessimo Sapore di te. Irripetibile.

Pessoa 30/05/17 06:18 - 1098 commenti

I gusti di Pessoa

Uno dei capisaldi del genere balneare, il film resta uno dei prodotti più validi dei fratelli Vanzina, che ne curano script e regia con una maggiore attenzione rispetto al solito, contando su un cast solido dotato di buone individualità (Calà, De Sica, Nicheli, Bologna, Lisi) mentre la Suma e la Huff sono puramente decorative. Non tutte le battute sono di buon livello ma le risate non mancano e la storia ripropone i topoi universali degli amori balneari e si lascia ben seguire. Colonna sonora di livello, pur con qualche imprecisione cronologica.
MEMORABILE: Il cammeo di Edoardo Vianello; Virna Lisi.

Minitina80 22/06/18 10:19 - 2272 commenti

I gusti di Minitina80

È un’estate del ’68 e ci viene ricordato ogni singolo istante da una cascata continua di brani simbolo di quel periodo storico. Nei fotogrammi che scorrono sullo schermo sono impresse le abitudini e gli amori vacanzieri di un gruppo di italiani a Forte Dei Marmi, rappresentati con garbo e senza andare sopra le righe. Non è sorretto da una trama granché interessante, eppure il mestiere dei Vanzina rende la commedia gradevole e ben strutturata. È comunque più adatto a chi ha vissuto il periodo in prima persona o ama questo genere di pellicole.

Pesten 24/08/18 19:54 - 632 commenti

I gusti di Pesten

Uno dei film vacanzieri di maggior successo, ma al contrario di altri film simili a opera degli stessi autori e con alcuni attori in comune, questo sa un po' troppo di fotoromanzo, con qualche eccesso puerile, in alcuni momenti. Calà è il migliore del lotto come accade spesso, De Sica sta subito dietro ma rovinato da un presunto accento milanese veramente malriuscito. Gli altri personaggi/attori sono spesso macchiette mal utilizzate, come la Suma e la Ferrari, che per tutto il film mostra sempre un volto inespressivo.
MEMORABILE: La colonna sonora: può essere il dettaglio che vi farà amare il film, o quello che lo affosserà se non apprezzate certe canzoni.

Ira72 18/08/19 19:38 - 907 commenti

I gusti di Ira72

Come si fa, in agosto, a rinunciare all’immancabile visione di questo film? ”Sapore di mare” è il gelato sotto all’ombrellone, come Vacanze di Natale il panettone sotto all’albero addobbato a festa. Una tradizione. I Vanzina hanno saputo rappresentare con il proprio stile la leggerezza e l’ingenuità di un’epoca che non tornerà più. Caricatura goduriosa dei protagonisti, con una splendida Virna Lisi e un Calà nei panni - ça va sans dire - del playboy, una Ferrari agli albori e tutto il contorno festaiolo, compresa la splendida colonna sonora. Un cult.

Camibella 20/05/20 10:01 - 91 commenti

I gusti di Camibella

Una vacanza di un variegato gruppo di ragazzi in quel di Forte dei Marmi in un'estate spensierata degli anni '60, tra burle e amori innocenti. I Vanzina riescono a confezionare un film che si lascia apprezzare anche a distanza di quasi quarant'anni dalla sua uscita grazie a una serie di personaggi azzeccati e, ovviamente, alla colonna sonora, fatta di memorabili canzoni di quel memorabile decennio. Straordinaria Virna Lisi e bravissimo il De Sica "milanese".
MEMORABILE: "Cazzo che bestia questo Cassius Clay".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Gugly • 19/12/14 13:58
    Segretario - 4679 interventi
    Per me è anche la funerea Caterina de' Medici de La Regina Margot...piuttosto, bella chicca da riscoprire secondo quanto riportato qui http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/virna-lisi-racconta-oriana-fallaci-che-entro-marilyn-monroe-91065.htm Nel secondo articolo Marco Giusti ricorda che "E’ difficilisismo da trovare il notevole Giochi pericolosi di Lorenzo Indovina, dove assieme a Marcello Mastroianni e Timothy Dalton danno vita al caso della Contessa Casati" Questa non la sapevo...
  • Discussione Mauro • 19/12/14 14:37
    Disoccupato - 9511 interventi
    Gugly ebbe a dire: Per me è anche la funerea Caterina de' Medici de La Regina Margot...piuttosto, bella chicca da riscoprire secondo quanto riportato qui http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/virna-lisi-racconta-oriana-fallaci-che-entro-marilyn-monroe-91065.htm Nel secondo articolo Marco Giusti ricorda che "E’ difficilisismo da trovare il notevole Giochi pericolosi di Lorenzo Indovina, dove assieme a Marcello Mastroianni e Timothy Dalton danno vita al caso della Contessa Casati" Questa non la sapevo... Giusti ha sbagliato il titolo... è Giochi particolari
  • Discussione Gugly • 19/12/14 14:53
    Segretario - 4679 interventi
    Ah, ecco...grazie mille Mauro, mi sembrava strano non trovarlo nel database davinottico.
  • Discussione Lucius • 19/12/14 21:44
    Scrivano - 8423 interventi
    In un'intervista ha dichiarato che il momento più bello della sua carriera artistica è stato quando è stata chiamata dalla Cavani a far parte del cast di "Al di là del bene e del male".. E ci credo!! Io la ricorderò anche per la sua interpretazione ne "Il bel mostro" e non solo...R.I.P.
  • Discussione Alex75 • 10/06/15 13:40
    Call center Davinotti - 593 interventi
    Gestarsh99 ebbe a dire: Dengus ebbe a dire: ...fu il primo a passare sotto la "severa e selettiva" prova Avati... Hai fatto benissimo a ricordare Sposi (1987), film ad episodi in cui Calà recitava appunto nella prima micro-tranche diretta da Avati. Tra l'altro con 6 anni d'anticipo rispetto alla seconda prova autoriale nel ferreriano Diario di un vizio. Non ho mai amato particolarmente Calà, né come attore né come comico (anzi, spesso lo trovo irritante), eppure la sua recitazione nel film "Sottozero" mi ha sorpreso: mi è parso abbastanza credibile in un ruolo riflessivo e malinconico, per lui inconsueto. Mi incuriosisce la sua prova con Ferreri, regista che amo molto.
  • Curiosità Alex1988 • 24/12/15 15:40
    Fotocopista - 22 interventi
    Christian De Sica, in quel periodo, attore non ancora affermato, accettò di partecipare al film per sole 600.000 lire, rifiutando di prender parte ad un ruolo ne "Il conte Tacchia" di Sergio Corbucci, per il quale gli era stato offerto ben 20 volte tanto (12 milioni). Fonte: Intervista a Christian de Sica
  • Homevideo Zender • 2/10/19 14:20
    Consigliere - 43823 interventi
    Purtroppo la riedizione usa lo stesso master della precedente, che avrebbe bisogno di un bel restauro...
    Ultima modifica: 2/10/19 14:20 da Zender
  • Homevideo Dusso • 12/06/20 16:43
    Segretario - 1632 interventi
    Annunciato in Blu Ray dalla stessa Mustang (fonte dvd-store.it) dal 21 luglio
    Ultima modifica: 12/06/20 16:43 da Dusso
  • Homevideo Zender • 12/06/20 17:29
    Consigliere - 43823 interventi
    Grande notizia, sarebbe ora, vista la scadente qualità del dvd!
  • Musiche Alex75 • 26/06/20 18:58
    Call center Davinotti - 593 interventi
    Di seguito, l'elenco dei brani della colonna sonora:
    Stessa spiaggia, stesso mare – Piero Focaccia (Contenuta nei titoli di testa)
    Abbronzatissima – Edoardo Vianello
    Cuando calienta el sol – Los Marcellos Ferial
    Sei diventata nera – Los Marcellos Ferial
    Luglio – Riccardo Del Turco
    I Watussi – Edoardo Vianello (Interpretata direttamente da Vianello alla Capannina)
    Il capello – Edoardo Vianello (Contenuta nei titoli di coda)
    Windsurf – Edoardo Vianello (Contenuta nei titoli di coda)
    Una carezza in un pugno – Adriano Celentano
    Come te non c’è nessuno – Rita Pavone
    Senza fine – Ornella Vanoni
    Tremarella – Edoardo Vianello
    O mio Signore – Edoardo Vianello (Interpretata direttamente da Vianello alla Capannina)
    Guarda come dondolo – Edoardo Vianello
    Andavo a cento all’ora – Gianni Morandi (Solo canticchiata da Jerry Calà mentre guida il Go-kart)
    Nessuno mi può giudicare – Caterina Caselli
    Se mi vuoi lasciare – Michele
    Perdono – Caterina Caselli
    C'è una strana espressione nei tuoi occhi - Rokes
    Segreti – Giorgia Fiorio
    Un anno d’amore – Mina
    Alla mia età – Rita Pavone
    Mi sono innamorato di te – Luigi Tenco
    Una rotonda sul mare – Fred Bongusto
    Non ho l’età (per amarti) – Gigliola Cinquetti
    Il cielo in una stanza – Gino Paoli
    Non son degno di te – Gianni Morandi
    Una lacrima sul viso – Bobby Solo
    When you Walked in the Room - Jackie DeShannon
    Celeste nostalgia – Riccardo Cocciante
    Il peperone – Edoardo Vianello
    Prendiamo in affitto una barca – Edoardo Vianello