Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONCineprospettive

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

L'apice assoluto del cinema vanziniano, la quintessenza degli Anni Ottanta, un film epocale diretto da un Carlo Vanzina in stato di grazia e montato magnificamente con una sensibilità musicale ineguagliata: da "Moonlight shadow" a "Maracaibo", da" I like Chopin" a "Sunshine Reggae", da " Teorema" a "Paris Latino" una colonna sonora perfetta, che dà forza alle splendide immagini di Cortina mentre lo sforzo nel proporre una commedia corale senza un vero protagonista partorisce una sceneggiatura zeppa di gag entrate nella storia e di battute citate e stracitate ("Sartolin, tenga… la mutanda"), sempre divertente...Leggi tutto e che si chiude proprio quando iniziava a perdere colpi. Un cast talmente folto di facce note e di caratteristi d'ogni sorta da garantire (grazie anche all'impeccabile direzione d’attori di Vanzina) la riuscita di ogni singolo segmento. Rispetto al già memorabile SAPORE DI MARE ci si è lasciati alle spalle la malinconia nostalgica per tuffarsi a capofitto nel tempo corrente, senza sbagliare praticamente nulla e puntando ancor di più sulla comicità: i tre "vecchi" Mario Brega, Riccardo Garrone e Guido Nicheli (al top) fanno a gara nel salire sopra le righe, con le mogli affascinate dal simpatico Calà (e Pasin col suo "Te sego via l'usel!" dove lo mettiamo?) e i giovani, guidati dallo straripante De Sica e il buon Claudio Amendola, a dare una forma alla generazione protagonista. Uno di quei film da guardare in gruppo, da vedere e rivedere, ritmato da un sapiente mix di musiche, paesaggi seducenti, battute a non finire, momenti romantici... Con il prevedibile epilogo in Sardegna e la voce fuori campo a riassumere il tempo passato. In una sola parola: indimenticabile.

Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

TomasMilia 4/01/07 01:39 - 157 commenti

I gusti di TomasMilia

Il film più conosciuto dei Vanzina tanto da avere un sito internet dedicato. Vacanze di Natale si riallaccia a quel filone vacanziero tanto in voga negli anni ’50 con film come Vacanze d’Inverno. L’unica differenza è che il film di Vanzina li supera tutti alla grande. E’ un film corale, come Sapore di Mare, per quanto sembra che si sostenga più per le varie gag comiche che per una solida sceneggiatura. La comicità è affidata a tre caratteristi del nostro cinema: Nicheli, Brega e Garrone. Le battute del film sono entrate nella storia del cinema comico italiano. Musiche indimenticabili.

Zender 11/02/07 23:44 - 316 commenti

I gusti di Zender

Forse non sarà un film perfetto ma che importa? Quello che conta è che fa ridere, e molto, che Vanzina riesca a indovinare un ritmo incredibile coprendo le battute meno riuscite inserendo immediatamente dopo un dialogo, o una musica, che immediatamente faccia pensare ad altro e ti trascini nel vortice di sketch che si susseguono velocissimi spostando l'attenzione sui tanti diversi personaggi (quasi tutti azzeccati). Nel ruolo di una delle squinzie di Calà ritroviamo una giovane Moana Pozzi.

Fabbiu 23/02/07 14:03 - 2152 commenti

I gusti di Fabbiu

Se pur è oggettivamente un buon lavoro per ciò che riguarda musiche e scenografie, se è pur innegabile il fatto che faccia ridere, sinceramente uno spettatore deve avere anche un minimo di pretese. Visto De Sica fidanzato con una straniera la quale viene trattata male nello stesso identico modo di Sapore di Mare (e della quale cui s'innamora il ragazzotto di turno nello stesso identico modo dell'altro film) e considerate anche altre particolarità identiche, mi dispiace ma, a mio parere, non ci siamo proprio.

B. Legnani 6/04/07 01:01 - 5561 commenti

I gusti di B. Legnani

Filmetto con mostruoso successo di pubblico e con alcune caratterizzazioni che ancora oggi non si dimenticano. Pellicola corale, con momenti e personaggi più riusciti ed altri più stentati (esempio: il retorico Amendola), curiosamente notissimo anche per la presenza di Moana nel ruolo di Luana, che parla con la propria voce. La farmacista è Clara Colosimo. Caruccio, ma, vanzinianamente paragonando e filmicamente giudicando, non vale certo Tre colonne in cronaca.

Renato 26/06/07 22:57 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Tre parole: risate a crepapelle... Se i Vanzina facessero film così divertenti oggi, farei 2 ore di fila al cinema per entrare in sala... Tornando al film: De Sica mette a punto quello che diventerà il suo personaggio storico, almeno a mio modo di vedere, e cioè il cripto-gay. Ovvie citazioni per Guido Nicheli e Mario Brega, ma per me questo resta soprattutto un film di Jerry Calà, mai più così divertente.
MEMORABILE: "Ah sì, eh? E' corpa mia se c'abbiamo er fijo frocio!". ""EEEEEEHHH frocio!... Bisex... Moderno mamma, ecco...moderno!"

Il Gobbo 30/07/07 09:09 - 3015 commenti

I gusti di Il Gobbo

Ineguagliato trionfo dei Vanzina, i quali comunque (e nonostante i tanti bassi del loro cinema) saranno rivalutati in futuro come acuti antropologi. Nato come clone di Sapore di mare, questo film rinuncia al fascino della nostalgia ma guadagna in capacità d'identificazione del coevo (e allora giovane, sigh) spettatore. E - quel che più importa - contiene un'antologìa di grandi battute, con interpreti in stato di grazia fra i quali svetta l'incomparabile Guido Nicheli. Basilare.
MEMORABILE: "Milano via della Spiga-Hotel Cristallo di Cortina 2 ore, 54 minuti e 27 secondi... Alboreto is nothing!"

Capannelle 16/04/08 09:21 - 4438 commenti

I gusti di Capannelle

Uno dei migliori film dei Vanzina, che ha inaugurato un genere dal successo tanto lungo quanto ripetitivo. Buona prova degli attori con alcuni caratteri che diventeranno fondamentali per questo tipo di entertainment. Su tutti De Sica e Nicheli, ma il bello di questo episodio è che tutti funzionano a dovere e non ci sono troppe macchiette. La musica, composta da hit del periodo, si rivela una scelta vincente anche se è un optional ruffianissimo che aggiunge poco al racconto filmico.

Stubby 21/09/08 20:43 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Praticamente è un Sapore di mare trasferito in montagna: il cast è ottimo e variegato e le battute esilaranti non mancano, però non raggiunge l'estetica dell'originale. Altro punto a suo favore sono naturalmente le varie colonne sonore di contorno. Sicuramente il migliore tra i tanti film vacanzieri natalizi.

Gugly 21/09/08 20:51 - 1193 commenti

I gusti di Gugly

Film leggero: è in pratica la versione invernale di Sapore di Mare (gran parte delle storie degli attori arrivano da qui); sicuramente è simaptico da vedere e rivedere, soprattutto per caratteristi come Mario Brega, Guido Nicheli e la famiglia arricchita; per il resto si ridacchia, ma non si ride a crepapelle. La colonna sonora arruffiana e fidelizza alquanto lo spettatore. Comunque garbato rispetto alla deriva degli ultimi anni (e ho detto tutto).

Lovejoy 12/11/08 15:14 - 1823 commenti

I gusti di Lovejoy

Primo di una lunga serie, una sequela interminabile di amori e equivoci in quel di Cortina orchestrati alla meno peggio da Vanzina e con un cast che, tolti i grandissimi Mario Brega, Guido Nicheli e Riccardo Garrone, per il resto è decisamente mediocre. Meno peggio comunque dei successivi. Ogni tanto si ridacchia. Bella la colonna sonora.

Carlo Vanzina HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Luna di miele in treSpazio vuotoLocandina Figlio delle stelleSpazio vuotoLocandina Una vacanza bestialeSpazio vuotoLocandina Arrivano i Gatti

Tarabas 22/01/09 13:41 - 1880 commenti

I gusti di Tarabas

Italiani in vacanza alpina, il nuovo status symbol fotografato in tempo reale dai Vanzina (infatti ecco comparire la famiglia dei macellari). Come certo cinema popolare, più passa il tempo e più questo film sembra migliorare, diventare più autentico al di là delle forzature macchiettistiche. Cast forse ineguagliato nel cinema italiano contemporaneo, diretto con grande equilibrio (spazio per tutti e tutti bravi a sfruttarlo al meglio). Infinito il numero di gag e battute entrate nel campionario delle citazioni da serata con gli amici. Classico.
MEMORABILE: "Ma amore, la libidine è qui: sole, whisky e sei in pole position" (Guido Nicheli, aka "Il Dogui", RIP).

Markus 5/02/09 00:03 - 3702 commenti

I gusti di Markus

Capolavoro imprescindibile degli Anni Ottanta. Troviamo gli ingredienti fondamentali della commedia all'italiana, ma lievemente rivisitati. L'Italia di quel tempo necessitava di leggerezza e di benessere; con questo film si è messo fine alla commedia amara del decennio precedente e di fatto si è aperta una nuova stagione cinematografica durata diversi anni. Vanzina, con questo film, vinse un virtuale Oscar a furor di popolo, ma per farlo si avvalse di un cast di attori davvero in forma! Musiche perfette.

Puppigallo 18/03/09 10:19 - 5319 commenti

I gusti di Puppigallo

Commedia brillante sorretta da un cast mai così in vena come in questo film. Tutti danno il loro apporto e le gag divertenti sono numerose. Anche la scelta della colonna sonora è azzeccata, con brani adatti a descrivere i vari momenti e a ravvivare la pellicola. C'è un tale equilibrio tra gli attori che è difficile favorirne uno (De Sica coi suoi "Nun m'angoscià", Calà sciupafemmine, che fa cilecca con Moana Pozzi! Nicheli con i suoi "Alboreto is nothing", o il super burino, padre di Amendola, che dice alla moglie: "T'ho regalato, la scuffia, i transistor e i nastri di Villa"). Grande.
MEMORABILE: Nicheli, alla moglie, dopo aver dato la mancia al facchino: "Hai visto cara, come se n'è andato via scodinzolando?".

Undying 19/03/09 22:10 - 3807 commenti

I gusti di Undying

Peccato. Peccato che i "cinepanettoni" non abbiano seguito l'esempio del modello. Sì, perché Vacanze di Natale, piaccia o meno, resterà titolo di punta dell'intero filone "vacanzifero" grazie alla coralità di un cast ottimamente diretto da Vanzina, qua perfetto calibratore di ritmi e tempi sia musicali che comici. Se la sceneggiatura qua e là appare traballante, la serie di gag (esemplari quelle dei due caratteristi più rodati: Garrone e Brega) mette in secondo piano il filo narrativo in virtù dello stato di grazia della magica mano che dirige. Intelligente anche l'uso della colonna sonora.

Herrkinski 8/03/10 22:12 - 8208 commenti

I gusti di Herrkinski

Classica pellicola vanziniana iniziatrice (o ispiratrice?) dei futuri cinepanettoni. Il pregio del film è di non scadere mai nell'eccessiva volgarità visiva; anche i dialoghi, pur non disdegnando la comicità di grana grossa, non sono troppo sopra le righe. Bravi i vari caratteristi, soprattutto Nicheli e Garrone; ma il problema del film è la sceneggiatura, noiosa all'inverosimile, aggravata da un montaggio piatto e para-televisivo. Non si ride quasi mai e non credo sia un complimento per un film che dovrebbe essere una commedia. Sopravvalutato.
MEMORABILE: Le scene con Pasin.

Mco 3/11/09 01:20 - 2335 commenti

I gusti di Mco

Difficile affrontare i vari cinepattoni o cinecocomeri che dir si voglia senza raffrontarsi con questa pellicola, vera e propria scaturigine del filone vacanziero. Calà nel suo ruolo di eterno allupato, De Sica in quello di bel fusto un po' superbo, un po' di gineceo doc per i pruriti italioti e tutta una serie di caratteristi a fare da corredo (Nicheli "taaac" su tutti). Ci si diverte e non poco, si ride spesso e di gusto. Quindi, se vi capita e siete giovani, dateci un'occhiata prima di osannare sonore sciocchezze americane...

Kowalski 22/01/10 02:20 - 40 commenti

I gusti di Kowalski

Capostipite dei "cinepanettoni", è una ripresa della commedia vacanziera corale in auge negli anni '50 e '60, e, nel rappresentare uno straordinario spaccato del suo tempo, coglie con sguardo sagace certe somiglianze tra le "Italie" dei due periodi. Il film è molto divertente, nonostante troppi riferimenti a cose del periodo rendano datata qualche battuta. Calà ha le battute migliori, ma è De Sica a centrare un'interpretazione maestosa. Nel cast starlettes dell'epoca come Karina Huff e presenze insolite per il cinepanettone come Garrone.

Franz 23/01/10 17:12 - 111 commenti

I gusti di Franz

Il primo, l'inimitabile film natalizio di una lunga serie, i cui ultimi prodotti, benché sempre para-vanziniani, si potrebbero quasi considerare degli apocrifi, tanto sono lontani da questa ottima pellicola. Sarà forse la differenza la fa lo spessore della recitazione dei vari attori (Calà e De Sica sono circondati da 'comprimari' spettacolari, come Nicheli qui forse al suo apice, o Brega, o la Sandrelli), o la nostalgia, o anche il fatto che gli interpreti brillanti allora non venivano scelti dopo appena qualche esibizione a Zelig! O tempora...
MEMORABILE: L'ampezzano Pasin che vuole castrare (non metaforicamente né chimicamente...) il dongiovanni Calà...

Sibenik 24/01/10 14:27 - 90 commenti

I gusti di Sibenik

Andrei anche sui 5 pallini. Il vero film di Natale, costruito alla perfezione e senza punti morti, dal De Sica bisex a Calà quando ruggiva come una Lamborghini, da Amendola, che da coatto recitava "as himself", a Guido Nicheli in un'interpretazione "tailor made". È stato l'akmè di questo tipo di cinema, indubbiamente.
MEMORABILE: Che voto per Falcao? Cosa fa a S. Silvestro Toninho Cerezo? Dialogo "father and son" tra Garrone e De Sica? Eccezionali, ma voglio ricordare il Dogui!

124c 27/10/10 17:51 - 2929 commenti

I gusti di 124c

Film capostipite di un genere, che si presenta come una versione natalizia del precedente Sapore di mare. Stavolta i Vanzina bros. non hanno nemmeno bisogno di ambientare il tutto negli anni '60, perché Cortina a Natale è sempre affollata di turisti. Il cast è notevole, le nevi sono uno spettacolo per gli occhi, ma se devo dire la verità l'unica cosa che funziona veramente bene nel film è la colonna sonora, un'indovinata compilation di successi dell'83. Tutto il resto, anche Brega, è noia.

Mario Brega HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Uno strano tipoSpazio vuotoLocandina La marcia su RomaSpazio vuotoLocandina I motorizzatiSpazio vuotoLocandina La parmigiana

Plauto 6/11/10 21:06 - 126 commenti

I gusti di Plauto

Non solo uno dei film emblema degli anni '80, ma anche capostipite di ben DUE filoni. Il primo è quello del classico "Vacanze a..." e il secondo quello dei film corali, che hanno fatto la fortuna di Carlo Verdone (debitore anche nei confronti del Mi faccia causa di Steno, con il raduno dei vecchi scolari). E pensare che c'é chi ha il coraggio di criticarli...

Rambo90 8/12/10 19:46 - 7718 commenti

I gusti di Rambo90

Primo storico Vacanze di Natale. Anche se non è un film perfetto (e non ci si avvicina nemmeno) è comunque una bella commedia, con il giusto ritmo, personaggi ben caratterizzati e ottimamente sfruttati e un cast praticamente perfetto a cominciare dal grande Jerry Calà. Tutti i comprimari sono al posto giusto (De Sica è memorabile) e alcuni caratteristi (Garrone, Brega, Nicheli) lasciano il segno. Buone la colonna sonora e la regia, intramontabili alcune scene. Rivoglio Jerry nel cinepanettone!
MEMORABILE: Garrone scopre che il figlio (De Sica) è gay.

Siregon 17/12/10 12:18 - 352 commenti

I gusti di Siregon

Capolavoro Vanziniano, questo strepitoso ritratto degli anni 80 da bere non ha perso nemmeno uno strato del suo smalto soprattutto grazie ad una serie di interpretazioni e caratterizzazioni indovinatissime. Funziona tutto il cast, Nicheli è superbo e regala qui l'apice del suo personaggio ripreso poi in tante pellicole. De Sica è magnifico, Calà indovina il suo ruolo migliore di sempre e perfino Amendola è in parte. La colonna sonora è di quelle da conservare gelosamente. Per me questo è l'unico Vacanze di Natale.

Trivex 1/01/11 15:56 - 1751 commenti

I gusti di Trivex

Il nodo in gola è stretto, basta la prima canzone. Visto poi il 31 dicembre 2010, tra gli antipasti ed il secondo, l'aria manca presto (per il nodo). Spensierato, godereccio ed anche malandrino (le corna ovunque, gli interessi nell'amore). Usi e costumi dell'Italia che cambia (anzi era già cambiata), nella società rappresentata trasversalmente (ma anche la macelleria qualche soldino lo porta). Ci sono tanti visi conosciuti, giovani e simpatici, con la splendida Stefania che primeggia e la povera Moana nemmeno troppo bellina. Da vedere per restare giovanissimi!
MEMORABILE: Vorrà dire che invece di un bianco Natale farò un Natale in bianco!

Dengus 1/08/11 08:50 - 361 commenti

I gusti di Dengus

Il padre di tutti i cinepanettoni (seppur inconsciamente, dato che all'epoca tale termine non era in funzione). Film carico di caratterizzazioni, con una punta di cafonaggine e yuppismo sia in salsa milanese che capitolina. Jerry Calà, Guido Nicheli e De Sica sono i trascinatori di questo capostipite ormai cult; ci sono anche, seppur in seconda linea, il mitico Mario Brega e il giovanissimo Claudio Amendola. Nel resto del cast troviamo poi buoni comprimari già visti in Sapore di mare come le bellissime Interlenghi e Huff e Paolo Baroni; vero cult!

Ale nkf 22/08/11 23:03 - 802 commenti

I gusti di Ale nkf

Il primo film di Natale girato a Natale (gli ultimi cinepanettoni hanno tutto tranne che un'atmosfera natalizia) firmato Vanzina che, fatti salvi alcuni, non vanta un cast brillante e soprattutto indicato per il ruolo. Il ruolo di Jerry Calà, sarà forse che non l'ho mai apprezzato e mi risulta anche alquanto antipatico, appare troppo forzato (non sembra tanto un dongiovanni), mrentre De Sica è già a livelli altissimi conquistandosi l'intera scena insieme allo straordinario milanese doc Dogui; gli altri sono semplici macchiette. Ottime le musiche.

Belfagor 30/09/11 15:47 - 2691 commenti

I gusti di Belfagor

Debitore di Sapore di mare, è diventato il capostipite dei cinepanettoni, codificandone il genere e uno standard quasi mai raggiunto, con l'eccezione di Vacanze di Natale 2000. La formula di Vanzina si basa su un ritmo rapido che permette di infilare una gag dietro l'altra, senza che nulla rimanga particolarmente impresso ma fondendo il tutto in un rapido flusso comico. In un cast non sempre adatto ai ruoli spiccano in positivo Garrone e De Sica nei panni di Covelli padre e figlio e il cumenda Nicheli.
MEMORABILE: La scelta delle musiche, che includono "Maracaibo" e la splendida "Moonlight Shadow".

Redeyes 5/12/11 16:24 - 2455 commenti

I gusti di Redeyes

Malinconicamente 80's. Questo cinepanettone ante litteram ha tutto del genere ma non ha niente, se ben lo si guarda. Non è becero oltre modo, come in particolare lo diverrà con Boldi, ma non solo. Si può apprezzarlo appieno, anche perché riporta ad un periodo e ad una dimensione di noi cui non possiamo sfuggire. Col sorriso e l'ironia, figlia anche di una carrellata di ottimi attori non già iper sfruttati e noiosi, al contrario freschi e spumeggianti. Notevole esempio di commedia.

Tomastich 25/12/11 10:58 - 1255 commenti

I gusti di Tomastich

Più lo guardo e più mi chiedo come sia possibile che gli odierni cinepanettoni vengano accusati di essere "copie di film vecchi". O la gente ha perso il senso della vista oppure c'è qualcosa nell'aria che fa appiattire le opinioni. Se una cosa è simile a livello formale (e non è vero neanche questa cosa) non vuol dire che nella sostanza siano la medesima cosa. Filosofeggiamenti a parte, il film è la summa massima di emozioni luccicanti, canzoni che ancora fanno battere il cuore e rapporti personali così veri.
MEMORABILE: Ah.. l'Italia socialista...

Deepred89 3/01/12 03:37 - 3725 commenti

I gusti di Deepred89

Primo e insuperato "cinepanettone". In partenza troppe battute non vanno a segno, poi il film inizia ad ingranare, ci si affeziona ai personaggi e ci si immerge in un clima natalizio leggero e brillante (e del tutto scevro della futura demenzialità di stampo parentiano) che nessun seguito è mai riuscito ad emulare, grazie anche ad un ininterrotto susseguirsi di hits dell'epoca che, ascoltato a posteriori, avvolge il tutto in un magica aura nostalgica. Buona confezione, cast perfettamente in parte. Non privo di difetti, ma intramontabile.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Scuola di geniSpazio vuotoLocandina Besame muchoSpazio vuotoLocandina Le lacrime della tigre neraSpazio vuotoLocandina Baciate chi vi pare

Didda23 10/07/12 13:53 - 2432 commenti

I gusti di Didda23

Vanzina ispirato all'ennesima potenza dirige un nutrito cast d'attori tutti completamente a proprio agio: non solo è indimenticabile il personaggio di Nicheli, pure Calà sfodera sguardi e battute notevoli e il bravo Garrone è sostanzialmente perfetto nel ruolo di capofamiglia. Momenti esilaranti a profusione, regia frizzante e sceneggiatura che padroneggia alla perfezione i tempi comici. Colonna sonora succulenta e trascinante. Ineguagliabile.

Nando 10/08/12 13:16 - 3833 commenti

I gusti di Nando

Il capostipite dei cinepanettoni e conseguentemente il migliore di tutto il filone. Gag rimaste nell'immaginario collettivo e momenti esilaranti in cui si ride di gusto. Certo rimane una commediola, ma il ritmo è incalzante, la colonna sonora indimenticabile e il cast appropriatissimo.

Piero68 19/09/12 09:20 - 2961 commenti

I gusti di Piero68

Primo della lunghissima serie e sicuramente anche il più riuscito. Questo perché il film ha almeno un abbozzo di sceneggiatura e delle storie da raccontare che si intrecciano molto bene. Anche se a volte sono soltanto gag estemporanee e fuori dal costrutto, ci pensa la magnifica colonna sonora a dare amalgama, summa massima del commerciale 80. Ma è il cast che fa la vera differenza rispetto ai cinepanettoni odierni. Tolte le primedonne, che funzionano a fasi alterne, qui abbiamo il meglio dei caratteristi anni 80, oltre che seconde linee di lusso

Samuel1979 14/12/12 23:08 - 550 commenti

I gusti di Samuel1979

L'unico film "natalizio" che vedo sempre con piacere, commedia che tra l'altro sembra a me la naturale continuazione di Vacanze d'inverno (di Mastrocinque), anche se con le dovute differenze di costume. Tutto il cast è veramente degno di essere menzionato, da Brega (sempre impetuoso), a Garrone, ma è De Sica quello che più fa ridere, pur se riprende Sordi in maniera palese. Bellissima l'intera colonna sonora.
MEMORABILE: Roberto, è tuo padre che ti parla: "Ma vedi d'annà a fanculo".

Il Dandi 8/01/13 21:09 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Dismesso il pretesto del revival anni '60, il cinema vanziniano butta la maschera e spinge il pedale a tavoletta sulla contemporaneità, confermando stereotipi evergreen (l'esibizione degli status-symbol del bauscia Guido Nicheli, l'amicizia tra rampolli di buona famiglia e figli di buzzurri neo-arricchiti) e proponendone di nuovi (cult il coming-out di De Sica); notevole l'uso delle canzoni, insistenti come già in Sapore di mare, ma ovviamente non altrettanto collaudate e scelte con un'assunzione di responsabilità assai maggiore.
MEMORABILE: Papà, so' modernooo! Castigo la straniera e vado a letto con Zartolin

Ultimo 30/04/13 20:46 - 1666 commenti

I gusti di Ultimo

Primo "cinepanettone" ufficiale. Come molto spesso accade nel cinema, il primo prodotto resta il migliore. Ottimo cast (su tutti un Jerry Calà particolarmente ispirato e un Guido Nicheli "frizzante"), trama che si snoda senza noia. Azzecatissima la location dolomitica di Cortina d'Ampezzo, chiara espressione delle vacanze natalizie all'italiana. Da vedere.
MEMORABILE: Non sono bello, piaccio!

Ramino 7/07/13 16:34 - 127 commenti

I gusti di Ramino

Pellicola che rappresenta un'epoca! Si ride dall'inizio alla fine con una colonna sonora da hit parade 1983. Il cast, molto vasto e ben diretto come in Sapore di mare, è qui spostato nella splendida Cortina. Jerry Calà ha qui inventato il personaggio di Billo, pianista sciupafemmine, che si porta dietro nei suoi spettacoli fino ai giorni nostri. Guido Nicheli in formissima mai così "cummenda". Capolavoro di un genere.

Gabrius79 18/07/13 18:37 - 1431 commenti

I gusti di Gabrius79

Capostipite dei cinepanettoni e probabilmente il più famoso e memorabile di questi grazie alla complicità di tutto il cast (De Sica e Calà su tutti) e a una colonna sonora trascinante con brani orecchiabili e famosissimi. L'intreccio di storie è frizzante e gustoso ed è condito da qualche scena sentimentale. Un evergreen.
MEMORABILE: Riccardo Garrone: "E anche sto Natale se lo semo levato dalle palle".

Maxx g 5/10/13 05:06 - 638 commenti

I gusti di Maxx g

Capostipite del genere vacanziero natalizio che verrà, questo "Vacanze di Natale" (che, ricordiamolo, compie 30 anni proprio quest'anno) è un film d'intrattenimento giovanile di inizio anni '80 che non manca di divertire ancora oggi, con interpreti validi e freschi e un umorismo tutto da gustare. Indimenticabili non solo gli attori principali ma anche i secondari (Giovanni Brunelli e il suo Pasin su tutti). Un degno cult anni '80.

Yamagong 23/01/14 02:14 - 274 commenti

I gusti di Yamagong

Con Vacanze di Natale i Vanzina scrivono un importante pezzo di storia del cinema dando origine (forse senza neanche saperlo) a uno dei più dibattuti filoni filmici di sempre. E va detto che, nonostante l'esile storia e il banale humor (supportati però da un cast in gran forma), il film ne ha di punti di interesse, legati soprattutto a fattori di costume: l'euforia di quegli anni, la lombardizzazione della borghesia, lo spleen da pomiciata... e quella meschinità borghese, critica non senza un po' di ruffiana compassione. Modaiolo e seminale.
MEMORABILE: "Battuta regolare! , "E anche questo Natale... ce lo semo levato dalle palle!", "Vigliacca, mi hai tradita".

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina La fontana dell'amoreSpazio vuotoLocandina California dreamingSpazio vuotoLocandina Mannaggia alla miseriaSpazio vuotoLocandina Sex and the city 2

Modo 11/03/14 22:48 - 957 commenti

I gusti di Modo

Il vero unico e inimitabile vacanze di Natale. Non direi capostipite dei cinepanettoni, se non per le location in alta quota. I più recenti sono poco realistici e forzati, mentre qui si respira un'aria famigliare, calda, spontanea. Forse erano altri tempi, i favolosi e colorati '80, chissà... ma il tutto rimane impareggiabile. Tutti gli attori, indistintamente, sono in gran forma e non sbagliano una battuta. Nostalgico.

Alex75 26/11/15 09:27 - 886 commenti

I gusti di Alex75

Pur non raggiungendo gli abissi dei successori, questo capostipite vanziniano (versione invernale e cafona di Sapore di mare) risulta ugualmente insostenibile. La piattezza delle situazioni e la scipitezza dei dialoghi (le battute degne di nota si contano sulle dita di una mano) vengono subito a noia e a poco valgono le performance dignitose di caratteristi che hanno fatto di meglio. Si arriva ai titoli di coda (se ci si arriva) pensando: “E anche sto film, se lo semo levato...”.
MEMORABILE: Riccardo Garrone: "E anche sto Natale se lo semo levato dalle palle"; "Moonlight Shadow".

Il ferrini 27/11/15 15:52 - 2401 commenti

I gusti di Il ferrini

Spinto dalle tante voci positive mi son deciso a guardarlo. Ok, son passati più di trent'anni, mea culpa, ma Tu mi turbi faceva ridere nel 1983 come adesso, così come Acqua e sapone. Qui non si ride mai o - almeno - io non ho capito quando avrei dovuto farlo. La recitazione non è penosa, è imbarazzante, fatta eccezione per De Sica che, pur facendo sempre se stesso, lo fa bene. Non c'è una trama ma non ci sono neanche gag, siamo di fronte al vuoto pneumatico. Inaccettabile.
MEMORABILE: La colonna sonora.

Galbo 15/12/15 09:37 - 12438 commenti

I gusti di Galbo

Degno contraltare di Sapore di mare e film a suo modo storico per avere inaugurato un filone per molti nefasto (il cinepanettone), è la migliore commedia diretta da Vanzina anche per la presenza di attori di razza come la Sandrelli, De Sica (il più bravo) e Amendola, di buoni caratteristi e di un ruolo poco "invasivo" di Jerry Calá che sta al cinema come i Righeira alla musica sinfonica. Il film sfotte bonariamente alcuni imprescindibili "tipi" italiani, con un buon ritmo e gag simpatiche. Dai Vanzina arduo pretendere di più.

Paulaster 7/01/16 16:24 - 4496 commenti

I gusti di Paulaster

Commedia che ha cambiato i costumi natalizi di Cortina pur mettendo l’accento spesso sulla romanità dei personaggi. Il filo conduttore son le relazioni amorose dei personaggi che s’intrecciano senza volgarità e la musica del periodo serve per collegare le varie scene e dare ritmo. Qualche battuta memorabile di De Sica e il ruolo di Nicheli restano nella memoria, la Tolo è la più frizzante mentre la Interlenghi è insopportabile.
MEMORABILE: “Lucio”; La citazione da “Una donna per amico”; “I giornali se la litigano”.

Parsifal68 10/05/16 09:28 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Quando ancora i Vanzina non tracimavano nel trash, riuscivano a confezionare dei film non irrinunciabili ma comunque godibili. Nato sull'onda del successo di Sapore di mare, è il capostipite dei tragici cinepanettoni natalizi, ma questo strappa qualche sorriso grazie a una carrellata di attori più o meno simpatici, con situazioni slegate tra loro, scontate ma tutto sommato divertenti. Calà, De Sica, Nicheli and co. fanno quello che sanno fare, nulla più.

Taxius 28/10/17 19:54 - 1656 commenti

I gusti di Taxius

Il primo "cinepanettone" è qualcosa di veramente straordinario perché fa ridere a crepapelle senza mai essere volgare come capiterà ai futuri seguiti. Nel film di Vanzina funziona tutto, dai personaggi molto stereotipati e ben caratterizzati all'atmosfera che profuma proprio di Natale e Capodanno. Impossibile non ridere alla consegna dei doni alla famiglia di Mario Brega al ristorante o all'armadio pieno di ragazze di Jerry Calà. Pure la colonna sonora è davvero notevole. Da vedere.

Pesten 28/01/18 11:20 - 795 commenti

I gusti di Pesten

Ha i suoi difetti? Sì, ma dopo oltre trent'anni ancora fa ridere a ogni visione, alcuni suoi personaggi e alcune sue battute sono entrate nella vita di tutti i giorni di noi italiani e a oggi rimane uno degli esempi perfetti di comicità "moderna" italiana, che era basata magari su personaggi che non andavano oltre il loro orticello sicuro, ma al tempo stesso non erano sprofondati nella sessualità estrema per strappare mezza risata allo spettatore. Con il suo cugino Vacanze In America tra i migliori di sempre.
MEMORABILE: "E pure sto natale se lo semo levati dalle palle": eterno Garrone!

Magi94 3/07/18 23:49 - 956 commenti

I gusti di Magi94

Al di là di quel che venne dopo, resta una commedia perfettamente riuscita, pur se di livello grossolano. Siamo d'accordo che alcune battute sono quel che sono, così come alcune situazioni agghiaccianti, ma va preso come necessario il "riderci su". Difficile altrimenti accettare un finale che brinda al tradimento coniugale e ai matrimoni per interesse economico. Punto di forza sono invece le caratterizzazioni dei personaggi, da Mario Brega che fa Mario Brega in vacanza a Cortina a De Sica già perfetto cafone, fino a un Jerry Calà in un ruolo perfetto.

Minitina80 25/06/18 10:56 - 2994 commenti

I gusti di Minitina80

L’archetipo delle commedie natalizie trasuda tutta la voglia di divertirsi degli anni Ottanta. Poco importa l’assenza di un vero e proprio protagonista assoluto perché il denominatore comune è l’inquietudine amorosa che porterà a una serie d’intrecci non da poco. Ciononostante riesce a non essere volgare facendo sorridere lo stesso. Determinante il contributo della colonna sonora, costituita da brani simbolo dell’epoca e in grado di aumentare l’empatia con i personaggi e il coinvolgimento emotivo.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Appuntamento col ponteSpazio vuotoLocandina Non è un'altra stupida commedia americanaSpazio vuotoLocandina Peccato che sia femminaSpazio vuotoLocandina Uomini sull'orlo di una crisi di nervi

Ira72 16/12/18 11:27 - 1319 commenti

I gusti di Ira72

Nel suo genere, semplicemente straordinario! Molteplici i meriti: rievocativo di tante infanzie (chi non ricorda di aver visto certi personaggi “macchiette” nelle proprie vacanze sciistiche, che già ai tempi lo facevano sorridere?), spassoso e leggero, precursore di tanti altri cinepanettoni più o meno divertenti. Comunque un cult in cui moltissime frasi sono poi entrate nel vocabolario “battutistico” degli italiani e la colonna sonora l’ha fatta da padrona nelle Disco anni 80. Cast azzeccatissimo, nessuno escluso!

Lupus73 17/01/20 20:05 - 1513 commenti

I gusti di Lupus73

Non un cinepanettone, ma il film di Natale anni '80 per antonomasia e la miglior fatica dei Vanzina. Uno spaccato degli anni '80 che riesce davvero a immortalare quel periodo aureo (più del fiacco Via Montenapoleone). Nessun sequel è riuscito lontanamente a riproporre questa atmosfera tra la neve di Cortina, la freschezza dei personaggi e delle trovate, la genuina caricaturalità delle "diverse" famiglie in vacanza, la colonna sonora (Mixage vol. 2); un Calà in gran forma e un "Dogui" da riscoprire. Da vedere e rivedere (anche nostalgicamente).
MEMORABILE: Calà:"Pasìn!". Pasìn: "Questo no l'è un monolocal, questo l'è un porsìl! Putane! Putani!"; Ogni volta che parla il cumenda Guido "Dògui" Nicheli.

Aco 22/12/20 08:39 - 218 commenti

I gusti di Aco

Un film emblema della spensieratezza e della voglia di vivere, tipica degli Anni 80, che ha saputo ben raffigurare un certo spirito dell’epoca ovvero ciò che alcuni volevano essere (e ci sono riusciti) e altri avrebbero voluto essere (e non ce l’hanno fatta). Azzeccata la colonna sonora (nata quasi per caso), bravi De Sica, Nicheli, Garrone e Sandrelli. Complessivamente valida la trama (con battute memorabili) che descrive i miti e luoghi top (Cortina) dell’epoca.
MEMORABILE: Una su tutte: Avvocato Giovanni Covelli: "Beh…E anche questo Natale…se lo semo levato dalle palle".

Pinhead80 13/12/20 18:14 - 4868 commenti

I gusti di Pinhead80

E' stato sicuramente un film spartiacque della commedia italiana, che ha portato un'aria di freschezza e tanto buon umore. La storia, che poi vedremo replicata all'infinito in altri contesti, è quella di una serie di famiglie che si ritrovano in vacanza a Cortina. Borghesi e borgatari finiscono per condividere gli stessi ambienti in uno scambio perpetuo di coppie. I momenti veramente divertenti non sono molti ma si percepisce il nuovo modo di fare cinema dei Vanzina. Nel cast si segnalano in positivo De Sica e Nicheli, mentre la comicità di Brega non è ben sfruttata.
MEMORABILE: La parlata meravigliosa del "cumenda" Guido Nicheli.

Buiomega71 9/05/21 07:39 - 2947 commenti

I gusti di Buiomega71

L'inizio sembrava perfetto (ottima la presentazione dei personaggi, un De Sica che fa faville - "Le riviste di moda se la litigano" - , punte di razzismo e snobismo politicamente scorrettissime), poi la vanzinata si affloscia, tra le poco interessanti conquiste femminili di un Calà non simpaticissimo, la flebile storiella d'amore tra Amendola e la Huff (ma la Interlenghi regala una bastardata femminea notevole) e le voglie ninfomani della Tolo. Qualche trovata timidamente slapstick ("putane, putani") e virate insospettabilmente gaye. Molto meglio le derive cafone parentiane a venire.
MEMORABILE: "Playboy dei mei coioni"; Le soppraffini burinate di Brega; Il famelico, e quasi zombesco, scarto dei regali e le facce tristi delle colf filippine.

Pessoa 24/07/22 23:28 - 2476 commenti

I gusti di Pessoa

Mettiamo subito in chiaro che il film in sé non è un granché. La storia era già obsoleta prima della pletora di (spesso volgari) imitazioni successive e lo script, pur azzeccando qualche buon momento, va dove lo porta il botteghino. Va comunque sottolineato il talento cristallino dei Vanzina nel creare un prodotto ad orologeria (quando vogliono) e l'impegno di un cast affiatato con attori come Garrone, Sandrelli, Brega che fanno capire subito di non essere lì per caso. Fondamentale l'apporto dei caratteristi e decisivo quello della colonna sonora, che alza di molto il pallinaggio.
MEMORABILE: La colonna sonora,.

Keyser3 31/12/22 19:45 - 444 commenti

I gusti di Keyser3

Il primo, autentico e per distacco miglior cinepanettone, quando ancora i Vanzina non si erano fatti prendere la mano. A rivederlo oggi risuona ancora più forte il senso di nostalgia per un'epoca in cui tutto era facile, le preoccupazioni stavano a zero e ognuno aveva il proprio posto al sole (dai cafoni autentici a quelli arricchiti). Chilometrica la colonna sonora, che spazia dall'italo disco a Vasco Rossi; cast eterogeneo ma azzeccatissimo e tanti i momenti divertenti, talvolta esilaranti (il gigantesco Pasin che brontola in dialetto veneto). Caposaldo fondamentale.
MEMORABILE: "Sole, whisky e sei in pole position!"

Noodles 22/05/23 18:12 - 2293 commenti

I gusti di Noodles

Praticamente Sapore di mare traslato sulle nevi di Cortina. Cast molto simile e situazioni pressoché identiche tra amori vacanzieri e cliché abbastanza risaputi sugli italiani in vacanza. Un bel cast davvero, con Stefania Sandrelli laddove c'era Virna Lisi e un Jerry Calà non troppo protagonista. È sicuramente un film discreto, che ricalca bene le atmosfere del periodo, anche se per far questo non era necessario imbottirlo di musica, veramente esagerata. Fa passare un'ora e mezza molto piacevole, anche se è colpevole di aver dato vita al genere cinepanettone. Godibile.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Homevideo Ruber • 4/08/19 13:19
    Formatore stagisti - 9269 interventi
    Prodotto assurdo per il capostipite cult dei cinepanettoni vanziniani . Ok il discorso video e audio, ma è tagliato un brano musicale, extra che dovrebbero essere a valanga ridotti ad un trailer !!! Neanche un intervista con i Vanzina e con i protagonisti principali del cast. Assurdo! Da evitare e sperare in un uscita br fatta per bene. Come diceva il Dogui: ncs non ci siamo.
  • Curiosità Markus • 13/01/21 16:07
    Scrivano - 4776 interventi
    Il film fu presentato a "Domenica in" del 25 dicembre 1983 (puntata speciale di Natale).

    In studio: Jerry Calà, Claudio Amendola, Antonella Interlenghi, Karina Huff, Christian De Sica e Stefania Sandrelli (oltre ovviamente al conduttore Pippo Baudo):

    [img size=424]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images55/vacao.jpg[/img]
  • Curiosità Samuel1979 • 19/01/23 18:09
    Addetto riparazione hardware - 4256 interventi
    La rivista Tv Sorrisi e Canzoni letta dall' avvocato Giovanni Covelli (Garrone), è il N°44 che riguarda la settimana dal 30 ottobre al 5 novembre 1983:

    [img size=424]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images63/rafy1.jpg[/img]
  • Homevideo Ruber • 21/12/23 20:49
    Formatore stagisti - 9269 interventi
    Inutile prendersi questo misero dvd, si spera ancora in un edizione decente in br con vano extra adeguato, ma mi accontento visto il film del br.
  • Homevideo Dusso • 22/12/23 06:31
    Archivista in seconda - 1848 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    Inutile prendersi questo misero dvd, si spera ancora in un edizione decente in br con vano extra adeguato, ma mi accontento visto il film del br.

    Diciamo che come negli ultimi anni nel web girano ormai versioni di questi film  in hd a 1080, a volte sono come versioni blu ray pure se compresse, ma praticamente nulla sta uscendo in blu ray (per esempio ho trovato un restauro in 4k di il mistero di bellavista).
  • Homevideo Ruber • 22/12/23 18:13
    Formatore stagisti - 9269 interventi
    Dusso ebbe a dire:
    Ruber ebbe a dire:
    Inutile prendersi questo misero dvd, si spera ancora in un edizione decente in br con vano extra adeguato, ma mi accontento visto il film del br.

    Diciamo che come negli ultimi anni nel web girano ormai versioni di questi film  in hd a 1080, a volte sono come versioni blu ray pure se compresse, ma praticamente nulla sta uscendo in blu ray (per esempio ho trovato un restauro in 4k di il mistero di bellavista).

    Non è solo la qualità tecnica (da quel che leggo in rete il dvd non è così male sotto quell’aspetto) ma è un discorso di mancanza totale di extra, che pur un dvd dovrebbe avere. Ci sono versioni dvd di film verdoniani  con tanto di doppio dvd, che integrano extra a raffica e commenti audio del regista etc, e non sono certo kult come questo. Questo film ha segnato un epoca e fatto da apripista a cinepanettoni futuri, spiace non ci sia una versione home video degna di nota.
  • Homevideo Django77 • 24/12/23 12:38
    Disoccupato - 11 interventi
    Il 30 Dicembre torna nei cinema a 40 anni dalla sua uscita in versione restaurata!
  • Homevideo Ruber • 24/12/23 20:44
    Formatore stagisti - 9269 interventi
    Django77 ebbe a dire:
    Il 30 Dicembre torna nei cinema a 40 anni dalla sua uscita in versione restaurata!

    Motivo ancor maggiore, per cui si spera a sto punto, in un edizione decente in br.
  • Discussione Franz • 31/12/23 03:27
    Galoppino - 222 interventi
    Finalmente ho potuto vedere, per la prima volta, questo film epocale su grande schermo. Bellissima esperienza. Il carico di emozione e di nostalgia per quei tempi e quella società è ancora più forte, al cinema. La musica avvolgente, quei brani uno dopo l'altro a corredo delle scene ormai conosciute a memoria, scandiscono la nostra vita. E ci si rende conto anche di quanto adatti e come letteralmente bucassero lo schermo quei volti, quegli attori. Un capolavoro del cinema italiano. Senza alcun dubbio.
    Ultima modifica: 31/12/23 03:27 da Franz