Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Non sembrava impossibile ripetere l'operazione nostalgia di SAPORE DI MARE, per i fratelli Vanzina, che cominciano con lo spostarsi come allora indietro di un ventennio (e qualcosa in più, in questo caso) per raccontare gli Ottanta come negli Ottanta s'eran raccontati i Sessanta. Se però quella rievocazione appariva sincera, credibile, ruffiana ma assolutamente centrata, qui l'operazione si ferma molto più in superficie, senza mai riuscire a restituire lo spirito del tempo. Se non fosse per qualche particolare o qualche citazione alla rinfusa, per i richiami a Craxi o alla Roma di Chierico e Pruzzo, potremmo...Leggi tutto tranquillamente ritenere d'essere al giorno d'oggi. Forse i Sessanta erano più facilmente "inquadrabili", ma di certo non può bastare qualche hit del tempo ("I Just Call To Say I Love You", "Survivor", "Sunshine Reggae", "Club Tropicana"...) a restituirci un'epoca della quale il look qui non traspare affatto (negli abiti, nelle acconciature...). Se poi in SAPORE DI MARE Vanzina poteva contare su due trentenni travolgenti come Calà e De Sica, capaci di svariare dal registro sentimentale a quello comico con grande disinvoltura, oggi le controparti maschili sono solo volti puliti e anonimi, facce da fiction buone per ruoli da comprimari; se alla verace Marina Suma, all'ingenua giovinezza della Ferrari si sostituiscono una Katy Louise Saunders inconsistente o una Martina Stella bella quanto evanescente, se alla proromponte vitalità dell'americana in vacanza (Karina Huff) corrisponde una legnosa tedeschina (Laura Berlin) viva quanto un soprammobile, come rimproverare il fatto di ricorrere per l'ennesima volta alla generazione dei Mattioli e dei Salemme per dare un briciolo di brio al tutto? E così sono loro, i "grandi vecchi", ad animare le parti più potabili e spassose, da commedia all'italiana dei giorni nostri, coadiuvati da una Brilli buzzicona con classe e una Autieri purtroppo ben poco associabile all'idea che tutti si aveva delle ragazze del Drive-in (a cui nel film appartiene). La sceneggiatura finisce con l'essere un accessorio per gli istrionismi di chi ha il compito di risollevare il buonumore, del tutto assente quando in scena ci sono i "giovani", a disagio nel dover recitare dialoghi che si intuiscono ben lontani dal loro mondo. In una sceneggiatura ahinoi difficilmente difendibile, ricca di riciclaggi vanziniani che sono echi svampiti di una gloria scomparsa, a salvare la baracca è ancora una volta la professionalità di una regia che tiene alti i ritmi, che nonostante le mille difficoltà riesce a non annoiare, a mantenere comunque desta l'attenzione degli affezionati. E così a ben vedere il film, penalizzato da difetti evidenti (e qualche battuta decisamente imbarazzante) arriva alla durata canonica trovando persino il tempo per spiazzare con un colpo di coda drammatico che giunge inatteso a restituire un po' di realismo, prima degli inevitabili riassunti che ci dicono - con ovvia voce off - come finiranno i nostri eroi negli anni successivi. Una copia maldestra del successo che fu, del quale non riuscendo a coglierne l'essenza si prova a rubarne i richiami più facili (a partire dalla cornice di Forte dei Marmi naturalmente).

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 11/01/14 DAL BENEMERITO RAMBO90 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 11/01/14
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 11/01/14 01:41 - 7719 commenti

I gusti di Rambo90

I Vanzina tornano alla struttura vacanziera e nostalgica di Sapore di mare, ma il periodo passa dai sessanta agli ottanta. Rispetto all'ultimo film c'è molta più freschezza e meno volgarità, con un simpatico intrecciarsi di storie d'amore giovanili e non che finiscono per concludersi tutte insieme (e stranamente non sempre bene). Mattioli e Salemme svettano nel cast, sia singoli che in coppia sono spassosissimi e aiutano i fratelli Vanzina a rimettersi in carreggiata. Ben scelta la colonna sonora.

Markus 12/01/14 13:29 - 3702 commenti

I gusti di Markus

Ennesima operazione nostalgia dei Vanzina nel tentativo di recuperare (in mancanza d'idee?) i fasti del passato. Questa volta tocca al classico Sapore di mare rivisto e corretto, ovverosia ripreso l'impianto originario della pellicola e, con lo stesso spirito, si narrano amori e storie giovanilistico-vacanziere degli Anni '80. il risultato è a dir poco non riuscito, in quanto la povertà di mezzi, la scarsezza del cast e la poca cura nella ricostruzione e nei costumi evidenziano un film pessimo e salvabile solo in ottica trash-goliardica.

Dusso 14/01/14 20:57 - 1566 commenti

I gusti di Dusso

Questo film dei Vanzina regge solo (piuttosto bene) la prima metà, poi si fa tutto terribilmente ripetitivo e noioso; la vicenda perde ogni vivacità e anche Mattioli e Salemme riescono a far poco. Molto bella la colonna sonora (non male neppure il tema musicale, anche se fin troppo ossessivo). Sono 25 anni che in questi film i personaggi si chiamano Proietti o Colombo (ma dico io, non sarebbe ora di cambiare?). Terribili i filmati dei treni (chiaramente presi dagli anni 80) che si vedono nel finale spacciati per riprese di oggi.

Didda23 13/01/14 09:13 - 2432 commenti

I gusti di Didda23

Seppur non privo di difetti, soprattutto con una parte giovanilistica da bocciare in toto per colpa di recitazioni sconcertanti, l'ultimo lavoro dei fratelli Vanzina è da promuovere per il piglio registico corretto e per la performance di Salemme e Mattioli, che dimostrano di saperci fare anche con copioni non del tutto brillanti. Momenti di ilarità si alternano a battute a vuoto (agghiacciante la scenetta Mao vs Adolf). Riconoscere Mireno Scali, relegato in un piccolo ruolo (è il dottore della clinica) fa un certo effetto.

Deepred89 14/01/14 14:55 - 3725 commenti

I gusti di Deepred89

Che qualcosa nella sceneggiatura non funzioni lo si capisce fin dalla struttura a "due estati al prezzo di uno", quindi un reboot non solo di Sapore di mare, ma anche di un'ipotetico sequel (non parlo del film di Cortini) che mantiene ogni cosa identica cambiando solo l'ordine degli addendi. Tutto è ripetitivo e prevedibile, la pessima recitazione del cast impazza (solo qualche "vecchio" si salva) e se qualche volta si ride ciò avviene più per le scene sentimentali che per le gag. Ciononostante la tecnica c'è e il ritmo pure, ma il film è davvero poca cosa.

Maxx g 14/01/14 20:40 - 638 commenti

I gusti di Maxx g

Non nutrivo grosse aspettative da questa "operazione nostalgia" dei Vanzina e invece tutto sommato, pur essendo quasi del tutto prevedibile, è un film gradevole. Certo, a far la parte del leone ci sono sempre "gli anziani" come Mattioli, la gradevole Serena Autieri, la Brilli e Salemme, che riesce nell'impresa di essere sopportabile. Purtroppo i giovani invecchiati non sono molto credibili ma riescono a cavarsela, con l'eccezione della vacua Martina Stella. Da segnalare un cameo di Mireno Scali, noto negli ottanta come sosia di Benigni.

Metuant 15/01/14 22:57 - 456 commenti

I gusti di Metuant

Non si tratta di una vanzinata, di questo va preso atto; tuttavia Sapore di mare era tutta un'altra cosa. L'atmosfera anni 80 non si sente, anche se il piglio registico è sempre curato; del comparto attoriale pochi si salvano e i giovani sono tutti bellocci senz'anima (e senza talento); i caratteristi sui quali si poteva contare una volta sono scomparsi a favore di una marea di volti televisivi e l'atmosfera è malinconica. Si rinuncia alla volgarità gratuita ed è un bene, ma si ride poco.
MEMORABILE: La conversazione telefonica Salemme-Autieri, forse il momento più divertente del film.

Motorship 16/01/14 17:31 - 585 commenti

I gusti di Motorship

Non mi aspettavo chissà cosa da questa operazione nostalgica dei Vanzina, e infatti così è stato. Qualche guizzo simpatico viene dai veterani Salemme e Mattioli, i quali sanno perlomeno dare un tocco di comicotà a un film francamente incolore, questo anche per la pessima recitazione del cast giovanile. Inoltre anche la ricostruzione storico-ambientale degli anni 80 lascia a desiderare. La ripetitività regna sovrana e non mancano assolutamente momenti soporiferi, così come le banalità. Belle le musiche anni 80.

Galbo 23/05/14 16:04 - 12438 commenti

I gusti di Galbo

Memori degli antichi fasti, i Vanzina brothers ritornano sul luogo del delitto con un'altra commedia nostalgico/giovanilista. Tralasciando il banalissimo uso di canzoni d'epoca e la prova men che mediocre della parte giovanile del cast, il film funziona (o almeno intrattiene decorosamente) con la parte da pochade affidata ai veterani del cast (Mattioli e Salemme in primis, ma anche la Brilli e la Autieri) che suppliscono con il mestiere alle banalità della sceneggiatura.

Gabrius79 22/06/14 02:42 - 1431 commenti

I gusti di Gabrius79

Sbiadita commedia firmata Vanzina che tenta biecamente di rinnovare i fasti di Sapore di mare senza riuscirci minimamente. Sprecato il cast con Mattioli, Brilli, Autieri, Pasotti e Salemme che non sono in forma ma per lo meno servono a tenere viva la storia, mentre gli altri recitano alla meno peggio. Anche la colonna sonora non è granché accattivante.

Serena Autieri HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Dottor ClownSpazio vuotoLocandina Notte prima degli esami - OggiSpazio vuotoLocandina L'ultimo crodinoSpazio vuotoLocandina L'onore e il rispetto

Blutarsky 17/06/15 18:04 - 360 commenti

I gusti di Blutarsky

i Vanzina ci riprovano sbagliando quasi tutto: l'ambientazione negli anni ottanta è resa pochissimo e non dà valore aggiunto al film, il cast è terribile (la coppia Stella-Marsan) e in pochi si salvano (la Brilli, Sperli e Mattioli). Le varie storie che compongono il film sono di una pochezza disarmante e i personaggi tratteggiati malissimo, per cui l'empatia nei loro confronti sta a zero. Comicità assente (se non quella involontaria) e il film si conferma un fallimento su tutti i punti di vista. Messa in scena televisiva e regia anonima.

Nando 14/07/15 00:56 - 3833 commenti

I gusti di Nando

La nostalgia vanziniana porta a questa pellicola dal sapore molto fiction che ripercorre alcuni loro cavalli di battaglia in maniera poco memorabile. Storie intrecciate in un tourbillon di tradimenti e malintesi provvisti di ambientazioni raccogliticce e notevolmente banali. La baracca la salvano i sempre simpatici Mattioli e Salemme, che almeno strappano il sorriso... per il resto velo pietoso (menzioniamo la pessima, triste interpretazione della Cicogna).

Vitgar 14/07/15 11:37 - 586 commenti

I gusti di Vitgar

Ennesima vanzinata come da copione. Trame trite e ritrite, sterotipi di personaggi ormai ingialliti dal tempo, qualche bella figliola che mostra le gambe e il sedere e l'immancabile juke-box con gli imperdibili hits dell'epoca. Eccessivo Salemme, simpatico Mattioli, disorientata la Brilli. Qualcosa si salva ma davvero troppo poco.

Piero68 14/07/15 13:35 - 2961 commenti

I gusti di Piero68

Infantile, irritante: mai, nemmeno per un attimo, riesce a reggere il confronto con il suo semi omonimo di 20 anni fa che lo stesso Vanzina cita. All'epoca almeno i giovani si chiamavano Calà e De Sica, con uno stuolo di caratteristi di tutto rispetto. Qui i giovani, su cui si basa quasi tutto il film, sono pessimi attori e le "vecchie glorie" come Salemme o Mattioli, che dovrebbero dare una mano, scompaiono letteralmente nel grigiore di questo pastrocchio. Scneggiatura dozzinale e personaggi bidimensionali.
MEMORABILE: La televisione che scorre le immagini del film Sing Sing con Montesano.

Ultimo 21/07/15 10:38 - 1667 commenti

I gusti di Ultimo

I Vanzina si cimentano in un ritorno agli antichi fasti riprendendo e non poco l'impostazione del loro grande successo Sapore di mare. Anche qui assistiamo a un ritorno al passato, ambientando la vicenda nella Forte dei Marmi anni 80. Purtroppo molte cose non funzionano: Mattioli e Salemme ce la mettono tutta per tenere viva la vicenda, ma gli attori che interpretano i giovani non sono all'altezza e passano quasi in secondo piano. Un po' meglio la coppia Martina Stella/Pasotti, ma Calà, De Sica e compagnia erano di un altro pianeta...

Manfrin 11/09/15 17:02 - 394 commenti

I gusti di Manfrin

Non troppo riuscito tentativo da parte di Vanzina di riprendere un discorso iniziato con successo più di trent'anni fa. Non bastano i sempre validi Mattioli e Salemme, chiamati in causa fors'anche in eccesso. Vengono privilegiate le sdolcinature, gli incroci amorosi e relativi tradimenti mentre mancano quasi totalmente lo spirito goliardico, le classiche bravate, la voglia di fare casino, il divertimento di gruppo.

Samuel1979 24/07/18 23:52 - 550 commenti

I gusti di Samuel1979

Tentativo velleitario dei fratelli Vanzina di resuscitare un certo filone vacanziero da loro stessi reso famoso; le idee latitano sin dall'inizio e più volte si cade nel banale con scene oramai stra-viste. Escludendo il bravo Mattioli, il cast risulta completamente inadeguato e non paragonabile a quelli che comprendevano i vari Calà e De Sica. Belle le ambientazioni ma pessimo il risultato complessivo.
MEMORABILE: La spiaggia di Cala Violina.

Claudius 9/12/18 09:51 - 545 commenti

I gusti di Claudius

Tentativo non del tutto riuscito di far rivivere le commedie balneari anni 80 (splendida "Se m'innamoro") dagli inventori del genere. Il torto maggiore non risiede tanto nella storia quanto nel cast: bene Salemme, Mattioli e la Brilli, discreti Pasotti, Sperli e la Saunders ma gli altri annaspano. Si può vedere ma perderlo non costituisce una grave perdita. Meglio recuperare film come Dillo con parole mie o L'estate del mio primo bacio.

Mco 23/09/22 00:36 - 2335 commenti

I gusti di Mco

Vanzina guarda al passato con gli occhi di oggi, tentando di ripercorrere le strade già fortunatamente battute nei primi anni Ottanta. Gli intrecci sentimentali e gli affari s'inseguono sulla spiaggia di Forte dei Marmi originando situazioni grottesche e spesso divertenti. Buona parte (se non tutta) della riuscita del film è attribuibile alla capacità attoriale di Mattioli, che rappresenta un personaggio malinconico ma comunque legato ai valori e alla famiglia. Il parterre femminile regala una Stella abbacinante, una Autieri di gran classe e una Brilli deliziosa. Commedia piacevole.
MEMORABILE: Pasotti e l'ordinazione (interrotta) di pesce; L'arresto di Mattioli.

Gugly 18/12/22 21:07 - 1193 commenti

I gusti di Gugly

Commedia in cui non si ride, si sorride ogni tanto e nemmeno i veterani Salemme e Mattioli riescono ad esprimere il loro mestiere; alla fine è un tardo giovanilistico non credibile (molto deludenti gli interpreti che dovrebbero garantire freschezza) in cui fanno capolino punte drammatiche; Serena Autieri, a metà film, da soubrette "cafona" con pesante accento campano passa ad esprimersi con dizione perfetta. Del capostipite non c'è manco un sospiro.

Carlo Vanzina HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Luna di miele in treSpazio vuotoLocandina Figlio delle stelleSpazio vuotoLocandina Una vacanza bestialeSpazio vuotoLocandina Arrivano i Gatti

Reeves 15/09/23 08:09 - 2336 commenti

I gusti di Reeves

I fratelli Vanzina ripropongono con classe la struttura vacanziera a incastro con un film divertente, mai volgare, ottimamente interpretato dai giovani e dai meno giovani (Salemme e Mattioli dimostrano ancora una volta quanto sono bravi). Non c'è il lieto fine generalizzato, c'è una divertente satira del potere craxiano, ci sono amori e cattiverie. Comunque molto piacevole.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Didda23 • 13/01/14 09:13
    Compilatore d’emergenza - 5795 interventi
    Zender, che ne pensi di aggiungere alla scheda il link all'approfondimento di Geppo su Mireno Scali?
  • Discussione Zender • 13/01/14 09:18
    Capo scrivano - 47993 interventi
    Gli ho già chiesto ieri di sentirlo in modo di dare un senso alla cosa.
  • Discussione Didda23 • 13/01/14 09:31
    Compilatore d’emergenza - 5795 interventi
    Ok, grazie caro
  • Discussione Mauro • 18/04/18 10:19
    Disoccupato - 12086 interventi
    Orsobalzo, ti ho mandato un messaggio sul davibook.
  • Discussione Orsobalzo • 18/04/18 23:45
    Pulizia ai piani - 1108 interventi
    Risposto.
  • Curiosità Samuel1979 • 6/07/18 13:34
    Addetto riparazione hardware - 4256 interventi
    Il film visto al cinema dalla comitiva di Sabrina (Saunders) è Sing Sing di Bruno Corbucci (1983):

  • Discussione Ruber • 21/02/19 21:51
    Formatore stagisti - 9269 interventi
    Super flop in sala per il pseudo remake dell' originale del 1983, con appena un milione e seicento mila euro di incasso totale, al fronte di un budget di tre milioni.