Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Se cominci la sera di Halloween e Batman compare muto dal buio come Michael Myers la sensazione che si voglia azzardare un restyling rivoluzionario c'è. D'altra parte dopo un'infinità di sequel, remake, reboot... o tenti una via nuova o è meglio lasciar perdere. E così, se già Nolan aveva trasformato il fumettistico supereroe di Burton e Schumacher in un eroe tormentato e dagli umanissimi sentimenti, Matt Reeves lo cala in un realismo degno di un autentico thriller, con tanto di caso da risolvere e indizi misteriosi lasciati dal Jigsaw della serie ovvero l'Enigmista...Leggi tutto (Dano), il quale ha i suoi bei follower sui social e si è aggiornato anche nel look, lontanissimo dalla sgargiante tutina aderente di Jim Carrey. Dopotutto qui di sgargiante non c'è proprio nulla: il colore è totalmente desaturato da una fotografia di grande fascino che gioca quasi esclusivamente con le luci e le ombre della notte, e pure quando (assai di rado) si passa al giorno, il cielo è plumbeo per accentuare l'aura di decadentismo che avvolge ogni scena donando un appeal indubbiamente inedito all'insieme. Come Reeves riesca a ricavare immagini visivamente straordinarie anche solo dal batsegnale che si staglia tra i grattacieli di Gotham è solo un esempio dell'egregio lavoro sulla fotografia, elemento caratterizzante dell'operazione. Per il resto si lavora su una trama fin troppo intricata avviata col ritrovamento del cadavere del sindaco sul quale è apposto un biglietto che dice "To the Batman". Sarà il primo di una lunga serie di "messaggi privati": vi sono contenuti indizi da svelare faticosamente che il nostro analizzerà insieme all'amico detective (Wright) facendosi saltuariamente affiancare dalla Catwoman di turno (la sinuosa, ammaliante Zoë Kravitz), il cui costume – lungi dall'essere ricercato - pare piuttosto un obbligo dal quale non potersi disfare. Così come poco ha di fumettistico il Pinguino (un irriconoscibile Farrell), semplicemente un mafiosetto sfregiato riconducibile alla ben nota figura giusto per il volto, perché l'abbigliamento non è certo quello “classico”. La scelta di calare quindi ogni personaggio all'interno di un panorama lontano da quello "alterato" dallo stile da cartoon che ci si poteva attendere, ci restituisce un Batman dal fascino nuovo che colpisce in positivo, con un lavoro sulle musiche ben sintetizzato dall'inserimento duplice e perfetto della calzantissima "Something In The Way" dei Nirvana. Al contrario di uno script decisamente eccessivo nelle sue divagazioni, che si attorciglia su se stesso arrivando a un punto in cui afferrare tutti i fili della trama pare esercizio non solo arduo ma inutile. Conviene limitarsi a seguire per sommi capi concentrandosi su altro; solo che di fronte a una durata monstre che arriva a sfiorare le tre ore non è facile. Anche perché l'azione non è presente nella quantità proporzionalmente attesa: c'è un lungo inseguimento su strada in cui una volta di più ogni attenzione è rivolta alle luci e alle inquadrature, un finale con l'acqua che si rovescia sul set, un po' di corpo a corpo di buona fattura, ma ci si prendono pure molte pause che ben presto si fanno sentire. Quanto a Pattinson contribuisce in modo decisivo ad immalinconire Batman fin quasi a renderlo un'anemica creatura della notte, di rado privo di maschera e dallo sguardo basso. Estratte singolarmente molte scene (finale in moto compreso) stupiscono e stregano, anche se poi a disporle tutte in sequenza con l'aggiunta di intervalli meno centrati, dialoghi scarsamente incisivi e aggiunte superflue, il rischio è che lo spettatore s'assopisca. La qualità nella messa in scena è elevata, nettamente sopra la media, l'agganciarsi all'oscuro passato della famiglia Wayne una scelta azzeccata e svelata da un sempre bravo Turturro; il caos fumoso che sottende alla storia, tuttavia (compreso di enigmi poco fantasiosi), impedisce parzialmente di apprezzare l'opera fino in fondo. Un plauso all'edizione italiana, che traduce in grafica un gran numero di messaggi su video e non solo.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/03/22 DAL BENEMERITO THEDUDE94 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 6/03/22
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Androv 12/03/22 13:00 - 163 commenti

I gusti di Androv

Film affascinante, rivisitazione "normalizzata" di un supereroe-vendicatore mascherato molto più umano del solito, nonostante i numerosi colpi incassati senza problemi. La fotografia è da Oscar, una delle migliori di sempre, e la regia ottima, raffinata e puntuale. Pattinson è anemico e poco credibile come giovane Bruce, ma eccellente nella bat-tuta, ridisegnata in modo credibile e reale. Ottimo il cast di supporto. Peccato per la durata eccessiva (una mezz'ora in più) e la carenza di scene d'azione pura, ma molto efficaci.

Thedude94 6/03/22 02:03 - 887 commenti

I gusti di Thedude94

Reeves decide di portare sullo schermo un vero e proprio Batman vigilante e detective, imperfetto e giovane, ottimamente interpretato da un Pattinson che rende bene l'idea di cupezza e tristezza per una vita di sensi di colpa. In contrapposizione un villain coi fiocchi, che Dano rende da subito iconico. Un plauso anche per il cast magnifico e per la caratterizzazione importante assegnata ad ogni personaggio, che fa la sua bella figura. Niente da eccepire sulla regia, perfetta in ogni inquadratura e condita da una colonna sonora che fa il suo lavoro in maniera egregia. Grandissimo film.

Bullseye2 7/03/22 01:11 - 201 commenti

I gusti di Bullseye2

Oscurissimo cinema nero dalle dimensioni monstre in cui l'aria è irrespirabile; questo nuovo Batman è più sotto il segno di Friedkin che di Nolan-Schumacher-Burton. Il più realistico (per quanto possibile) dei film della saga e di conseguenza il più inquietante, lontano anni luce dai tradizionali blockbuster fracassoni. Qui di luce infatti ce n'è davvero poca: regnano il buio, il caos e la mancanza di ogni speranza, senza per questo che il film cada nel finto "maledettismo" da teenager e quindi nel ridicolo. Nonostante la durata, il film non annoia e non ha un solo minuto di troppo.

Xamini 8/03/22 12:13 - 1146 commenti

I gusti di Xamini

A dispetto di quanto ci si potesse immaginare, il vero protagonista di The Batman è la regia in particolare e l'impianto tecnico più in generale. Assieme al montaggio, alla fotografia e alle musiche, il lavoro di Reeves contribuisce a un noir di notevole spessore, in cui (l'ottimo) Pattinson è solo uno degli ingranaggi di una struttura che riporta l'uomo pipistrello alle sue origini di investigatore hard-boiled. Tutta l'iconografia fumettistica è meravigliosamente accennata, mai sottolineata, i giocattoloni sono rilegati ai margini e la durata si sente solo nell'ultima mezz'ora.
MEMORABILE: Intro; Inseguimento in auto; La città dall'alto; Trucco colato.

Reeves 9/03/22 22:55 - 1119 commenti

I gusti di Reeves

Questo Batman vuole evidentemente distaccarsi in modo inequivoco dai film rumorosi di supereroi cercando di costruire una storia complessa e al tempo stesso credibile e con personaggi che non siano monodimensionali. Quindi lo si segue con un attenzione maggiore rispetto ai film con effetti speciali, ma il troppo insistere sui toni dark e sull'illuminazione notturna alla fine lo rende un po' stucchevole.

Deepred89 10/03/22 01:06 - 3535 commenti

I gusti di Deepred89

Reeves cala il suo Batman in un cupissimo contesto non lontano da Seven e altri film di fine millennio in cui pare possa davvero piovere per sempre. L'atmosfera è creata con sapienza, ma mancano sia la cattiveria che ci si immaginerebbe da tali premesse, sia scene realmente memorabili, nonostante un'apprezzabile regia con momenti fumettistici che non scadono mai nel gratuito e un uso suggestivo e non banale della fotografia. Durata eccessiva, con la sceneggiatura che diluisce un soggetto pure intrigante tra mafia, sorprese familiari e sprazzi sentimentali. Cast di buon livello.

Rambo90 10/03/22 02:17 - 7176 commenti

I gusti di Rambo90

Un Batman diverso dal solito, che prende in prestito molto da Seven e si tinge di thriller, riproponendo quasi lo schema da coppia di poliziotti (qui l'uomo pipistrello e Gordon). E se il tutto può affascinare sia visivamente che per la prima parte dell'intreccio, alla lunga una ingiustificata durata di tre ore stanca e il finale si risolve in fuffa quando le motivazioni del villain son le solite scontatezze di sempre. Pattinson comunque stupisce in positivo e regala una bella performance, era però lecito aspettarsi di più, anche in termini d'azione.

Hackett 11/03/22 10:32 - 1836 commenti

I gusti di Hackett

Interessante e intensa rivisitazione dell'eroe pipistrello figlia del pessimismo odierno, nella quale gadget e orpelli fantascientifici lasciano spazio a una rappresentazione più realistica e scarna del mito di Batman. Il ruolo più centrale della polizia richiama la serie tv Gotham mentre nello schermo si citano ampiamente pellicole come Saw, Il corvo e Seven. Bravo Pattinson che trasmette la malinconia di un eroe antieroe, saggia la decisione di non scegliere altre superstar per i ruoli di supporto, a parte un irriconoscibile Farrell, più simile al De Niro de Gli intoccabili.

124c 16/03/22 01:25 - 2838 commenti

I gusti di 124c

Difficile pensare all'Enigmista di Batman senza il suo costume verde e il bastone a forma di punto interrogativo, eppure qui si abbandona quella versione glamour per sposarne una realistica, da serial killer, stile Fincher. Il film è avvincente, ma si dilunga per tre ore di durata (sempre troppe per un cinefumetto). La prova di Pattinson come Batman versione detective alle prime armi è promossa, anche se il suo Bruce Wayne in abiti civili ha poche scene e quando c'è sembra quasi "vampiresco". Sorprendente Dano come Enigmista.
MEMORABILE: La Catwoman di Zoe Kravitz, ladra sì, ma mai antagonista di Batman; L'irriconoscibile Pinguino di Colin Farell; Enigmista: "Bruuce".

Herrkinski 19/04/22 05:01 - 6945 commenti

I gusti di Herrkinski

Reboot che riprende solo alcuni degli elementi e dei personaggi più celebri della serie, a tratti con grosse differenze rispetto all'immaginario classico; il tutto viene immerso in un'atmosfera dark e in una fotografia dai toni fangosi, con un plot che è solo marginalmente legato al cinema dei supereroi. Centellinate le scene d'azione e poco appassionanti, mentre ampio spazio è dato a indagini da thriller poliziesco e agli intrighi di potere di Gotham, a cercare una via stilistica sofisticata risolta ahimè in un polpettone soporifero che il discreto finale non basta a risollevare.

Robert Pattinson HA RECITATO ANCHE IN...

Daniela 19/04/22 14:15 - 11777 commenti

I gusti di Daniela

Rilettura con pretese autoriali: il Bruce Wayne miliardario glamour è sostituito da un emo corvesco dall'aria addolorata, i gadget sono ridotti al minimo come pure d'azione che lascia posto ad una investigazione noir seveniana nei meandri di una Gothan notturna fradicia di pioggia e corruzione, persino il look dei cattivi si adegua alla sobria cupezza del film. Ma ne vale la pena? La messa in scena è fascinosa ma la trama è inutilmente contorta, i dialoghi poco incisivi, il ricco cast almeno in parte sprecato e, soprattutto, durante le quasi tre ore di durata, la noia trova spazio.

Capannelle 28/04/22 23:50 - 4105 commenti

I gusti di Capannelle

Opera ambiziosa che non riesce a tenere per le quasi tre ore di durata, con sottotrame che si perdono da sole e personaggi non proprio memorabili ma che ha il pregio di proporre una atmosfera notturna fascinosa, individuando una propria cifra stilistica nella infinita saga dei Batman cinematografici. Magari la notte e l'acqua sono esagerate nell'economia del film e soprattutto non vengono compensate da adeguate dosi di action. Reeves preferisce insistere sul thriller smarcandosi dai precedenti film a tema pipistrello ma non arriva a creare qualcosa di solido.

Enzus79 28/05/22 12:25 - 2393 commenti

I gusti di Enzus79

Mossa azzardata quella degli sceneggiatori di rendere l'eroe pipistrello più cupo e introspettivo di quello che abbiamo visto in passato. Perdipiù in un contesto noir, che incredibilmente risulta azzeccato. La storia non è niente di eccezionale, ma le dinamiche e alcuni risvolti coinvolgono. Reeves non è Nolan, ma la sua regia è più che efficace, così come la fotografia.

Galbo 2/08/22 20:24 - 11933 commenti

I gusti di Galbo

Quando sembrava che il personaggio del cavaliere oscuro avesse esaurito il suo potenziale con la trilogia di Nolan, Matt Reeves ne fornisce una convincente rilettura, con un episodio nello stesso tempo intimista e spettacolare, che più che in altre occasioni celebra l'anima dark del personaggio. Un film in cui non c'è spazio (ed è questa la differenza con i film del passato) per il pur minimo tono leggero e in cui l'azione è concitata e spesso violenta. Oltre alla suggestiva fotografia, va citata l'impeccabile prova di tutti gli attori di un progetto che ci si può augurare continui.

Jena 15/08/22 12:30 - 1395 commenti

I gusti di Jena

E' possibile dire ancora qualcosa di nuovo su Batman? Sì, è possibile. Con scelta azzeccatissima si rinuncia al solito caravanserraglio spettacolare e si sceglie la via ultrarealista. Sorprendente la rilettura di personaggi come il Pinguino (ottimo Farrell)  e L'Enigmista (eccellente Dano, in stile Jigsaw), e dello stesso Batman (molto bene Pattinson), depresso e (quasi) disperato. Atmosfera cupa e piovosa che rimanda a Seven, poche ma splendide scene d'azione. Consueti  ammiccamenti woke (tutti i personaggi black positivi, tutti i bianchi negativi).
MEMORABILE: La prima entrata in scena di Batman nel metrò; Il magnifico inseguimento friedkiano del Pinguino; Gli inquietanti videomessaggi dell'Enigmista.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.