Saw - L'enigmista

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Saw
Anno: 2004
Genere: thriller (colore)
Regia: James Wan
Note: E non "The saw". Il killer si chiama Jigsaw, in originale.
Numero commenti presenti: 55
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Fa parte del prolifico filone dei serial killer sadici e creativi nati sull'onda lunga del successo di SEVEN, film col quale SAW condivide anche il tipo di fotografia cupa e verdastra nonché un montaggio particolarmente frenetico nelle sequenze d'azione. L'incipit (e non solo) ricorda invece molto da vicino CUBE: due persone che si ritrovano prigioniere in un ambiente chiuso e non ricordano nulla di come ci sono finite. Di fronte a loro un cadavere disteso in una pozza di sangue. James Wan insomma pesca a piene mani dall'immaginario del genere infilando addirittura una citazione plateale dal nostro PROFONDO ROSSO...Leggi tutto (il pupazzo che ridacchia e viene fracassato a legnate) e stando bene attento a preparare quel colpo di scena clamoroso che è alla base di molto cinema thrilling di oggi. Non si può certo sorvolare sulle molteplici incoerenze della sceneggiatura, sulla scarsissima originalità del progetto, sulle lungaggini di una regia non esattamente impeccabile (soprattutto quando si tratta di gestire la tensione), eppure SAW un suo certo qual fascino lo possiede: un fascino legato a un set principale di grande suggestione (la sala da bagno ai cui tubi sono incatenati i due protagonisti), a scenografie interessanti, a una colonna sonora “industriale” di tutto rispetto, a un finale che rischia di “fregare” anche i più smaliziati che credono di avere la soluzione in mano. Purtroppo la recitazione è piuttosto carente, i buchi nella sceneggiatura rendono zoppicante la storia e così SAW resta un'idea forte messa in scena in modo un po' sgangherato.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Flazich 13/01/07 07:07 - 658 commenti

I gusti di Flazich

Finalmente un horror americano che non ha come ambientazione un college pieno di ragazzini con brufoli e assassini frustrati. Due persone si svegliano in uno scantinato: sono incatenate e non sanno assolutamente perchè sono lì. Hanno però un tempo limite entro cui fare delle scelte. L'assassino si diverte con le sue vittime dando loro sempre una possibilità di salvezza. Ma a che prezzo? Purtroppo l'inesperienza del regista rovina parzialmente il film. Peccato.

Audition 22/01/07 11:48 - 9 commenti

I gusti di Audition

Opera seconda del giovane regista cino-australiano James Wan il quale, insieme allo sceneggiatore Leigh Whannell (che interpreta anche Adam) ha imbastito un thriller ad alta tensione un po’ in stile videoclip, a tratti “furbetto” ma comunque capace di tenere viva l’attenzione dello spettatore e di non accartocciarsi su se stesso nel tirare le fila delle sanguinolente vicende. Il finale, comunque lo si giudichi, lascia decisamente spiazzati. Auditio(n)metro: buona idea sfruttata con efficacia.

Stubby 6/03/07 00:45 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Molto interessante questo thriller sulla falsariga di Se7en. Appassiona fin da subito e lo spettatore si ritrova coinvolto a 360 gradi. Alcune scene sono piuttosto brutali e fanno sì che il film risulti ancora più avvincente. Una volta capito chi è l'enigmista e perché uccide, ci si rende conto della genialata dello sceneggiatore. Il problema è quando si rivela alle vittime: lì sì che risulta un po' assurdo.Comunque da vedere.

G.Godardi 27/03/07 03:08 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Ecco un film che dopo la sua seconda visione rivela tutte le sue debolezze. Persa la sorpresa e la suspance della prima, tutto è messo a nudo e anzi, rivedendolo, viene fuori pure il suo lato demenziale (il finale)! Rimane solo una funzionale fotografia e il buon apparato scenografico delle uccisioni. Più interessante allora notare come il cast sia composto da eterne promesse mancate (Elwes, Potter, Smith, Meyer) e di come la sua struttura si rifaccia ai reality show televisivi in una versione aberrante. Non credo che sia un caso. Medidate gente.

Deepred89 25/04/07 09:40 - 3268 commenti

I gusti di Deepred89

Davvero un bella sorpresa questo thriller. La storia non è originalissima ma è impostata in modo curioso e la regia, nonostante qualche flashback di troppo, riesce a tenere alta l'attenzione fino all'imprevedibile finale. Poche ma efficaci le scene violente. I due sconosciuti protagonisti se la cavano e nel cast c'è pure il bravo Danny Glover. Non un capolavoro ma sicuramente da vedere.

Undying 11/06/07 16:11 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Un insieme di effetti gore (abbastanza contenuti, ma molto crudi), atmosfere alla Seven, per una storia che strizza l'occhio ad un racconto breve di Stephen King. La sega del titolo è l'attrezzo che dovranno usare alcuni prigionieri per potersi amputare una parte del corpo al fine di sopravvivere. Film denso di aspetti morali (uccidere un altro per sopravvivere, amputarsi un arto per salvarsi) e strettamente thriller. Sceneggiatura da Oscar (opera di Leight Whannell, anche attore debuttante nel ruolo di Adam). Tagliente.

Redeyes 31/03/08 09:20 - 2130 commenti

I gusti di Redeyes

Ottimo film che, come si poteva subodorare, finirà per cadere in inutili sequel! L'idea dalla quale muove i passi non è delle più originali ma viene sviluppata ottimamente, dosando bene suspance ed atrocità. Il personaggio di Jigsaw è ben caratterizzato e, almeno qui, ha del credibile. Alcune scene sono di notevole impatto: le catture con la maschera da maiale, il pupazzetto sul triciclo, l'idea del "voyeur" in loco. Il cast recita bene e la fotografia, scura, è azzeccata. Dona qualche bel brivido!

Il Gobbo 28/03/08 13:04 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Efficace rivisitazione splatter dei dilemmi del prigioniero con cui si sollazzano gli economisti, ricca di colpi di scena, molto consapevole nel suo citazionismo non fine a se stesso, e bello crudo. Un cattivo cattivissimo, un mascherone da ricordare, magari delle facce di attori non proprio carismatiche (ma in fondo va bene così, perchè non ci si deve affezionare alle vittime a scapito del meccanismo). Un pizzico di premeditazione di troppo, ma un buon risultato complessivo. Sequel a nastro (della motosega).

Capannelle 28/03/08 14:55 - 3700 commenti

I gusti di Capannelle

Piacevole sorpresa questa storia che prevede una salsa splatter decisamente piccante (ma nelle giuste dosi) e ci stupisce col dessert finale. La logica narrativa, come è proprio del genere, è opinabile ma tiene, non è infantile e viene portata avanti con vigore. Attori nella media. Un buon film.

MAOraNza 29/03/08 23:22 - 188 commenti

I gusti di MAOraNza

Saw è un film che ha fatto parlare molto e si è diversificato nel marasma di thriller/horror del nuovo millennio. La trama è avvincente, i colpi di scena si nascondono dietro l'angolo e in linea di massima ci troviamo di fronte a una pellicola che riesce a essere brutale senza eccedere, tenendo calamitata l'attenzione dello spettatore mentre vengono propinati un po' tutti i cliché del genere con molto mestiere. Il gran finale è un pugno nello stomaco e alla prima visione lascia veramente di stucco. Regia e colori "fincheriani". Da vedere.

Galbo 30/03/08 10:14 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

Opera dallo spropositato (ed eccessivo rispetto al suo valore) successo commerciale, è un furbo thriller che piace a chi ha poca memoria cinematografica. Il film è in realtà una continua raccolta di rimandi ad opere cinematografiche precedenti che vengono più o meno consapevolmente e dichiaratamente saccheggiate per arrivare ad un risultato finale spurio in cui lo scarso talento dei responsabili di tutta l'operazione viene mascherato dall'uso eccessivo di sangue e violenza che fungono da classica copertina di Linus.

Cotola 31/03/08 02:15 - 7447 commenti

I gusti di Cotola

Ottimo film di genere che garantisce professionalità ed intrattenimento grazie ad una sceneggiatura dai meccanismi piuttosto oliati che riesce a divertire e interessare lo spettatore per tutta la sua durata anche grazie a diversi colpi di scena molto riusciti (specie l'ultimo). A tratti non sfugge alla banalità ed al già visto, c'è anche qualche buco nel plot, ma nell'insieme tiene bene. Cosa che accadrà molto meno nelgi altri due capitoli, nati a seguito del successo straordinario di questa pellicola.
MEMORABILE: Il beffardo e difficilmente dimenticabile finale.

Ciavazzaro 22/05/08 14:52 - 4758 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Interessante tentativo di svecchiare il genere confezionando un film molto violento, con buone torture. Certo ora la serie sta andando tropo per le lunghe (con qualche problema per la logicità) ma la pellicola si rivela essere un più che accettabile thriller, con discreti attori e soprattutto un indovinato sadismo di fondo (guardare il finale per credere).

Sunchaser 26/12/08 17:23 - 127 commenti

I gusti di Sunchaser

James Wan e Leigh Whannell, autori del copione originale, dimostrano di saper sfruttare al meglio sia la claustrofobica e putrescente atmosfera, sia i rozzi effettacci dell'Horror moderno, tenendo lo spettatore col fiato sospeso fino alla fine (ben poco credibile, purtroppo). Notevoli le cupe scenografie, il pupazzo dell'enigmista e le macchine da tortura in stile medioevale. Grande successo di pubblico, il film darà vita a ben quattro seguiti.
MEMORABILE: il finale

Supercruel 20/01/09 18:56 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Sulla scia di Seven, che tanto ha detto sulla figura del serial killer "missionario", James Wan costruisce un bel thriller dalla regia moderna (qualche passaggio epilettico che non disturba) e contraddistinto da una buona sceneggiatura, in grado di lavorare ad incastro con copioso utilizzo di flashback. Le visioni successive alla prima sono meno potenti perché - va detto - tanto si è puntato sul finale shock. Rimane un bel film, fincheriano quanto si vuole, ma coinvolgente. Non eccessivo il gore, ottime le location, bello il personaggio di Jigsaw.

Patrick78 19/01/09 20:54 - 357 commenti

I gusti di Patrick78

Presentato come un viaggio nel gore più sfrenato e dalla trama innovativa, il film si perde in un mare di banalità da risultare appetibile solo a quei consumatori di filmetti commerciali e quasi parodistici. Non una scena o una sequenza in cui il regista ci regali un po'di tensione o di puro terrore, non una scelta registica da apprezzare, insomma un perfetto esempio di ciò che Hollywood sforna e riesce a vendere ad uno spettatore sempre più"ignorante"cinematograficamente. Il vero Enigma è capire come si possano girare tali stupidità. Dilettantesco.

Belfagor 1/06/09 14:34 - 2621 commenti

I gusti di Belfagor

L'idea di partenza non era male e, nelle mani giuste, avrebbe potuto dare origine ad un buon thriller. Peccato che non sia stato così: che delusione nel vedere questo scialbo prodotto di largo consumo che cerca costantemente di darsi un tono. Il sangue e i colpi di scena non mancano e c'è pure qualche citazione, ma dentro questa confezione truculenta si trova solo un gran vuoto. La logica è altamente discutibile e i questiti morali cadono rapidamente nell'oblio. Da salvare solo le ambientazioni.

Bruce 3/06/09 11:35 - 1001 commenti

I gusti di Bruce

Realizzato da giovani più o meno sconosciuti con pochi mezzi e parecchie idee. Riesce ad essere movimentato anche se è principalmente soffocato all'interno di un unico ambiente, chiuso ed opprimente. Poteva di certo essere diretto ed interpretato meglio, ma vi sono visioni ed intuizioni apprezzabili. Un gioco crudele, brutale, che non lascia indifferenti.

Sabryna 21/06/09 19:12 - 225 commenti

I gusti di Sabryna

Tra gli horror di ultima generazione, Saw ha il gran pregio di essere il migliore nel filone "torture", sottogenere che spesso lascia il tempo che trova, proponendo al pubblico unicamente splatter e gore senza sosta e... senza trama. Qui la trama c'è, a suo modo anche didascalica, seppur estremizzata. Le trappole si susseguono lasciando lo spettatore senza respiro, fino alle battute finali, in cui il genio del regista si rivela in toto. Da vedere assolutamente, tranne che per gli impressionabili e i deboli di stomaco.

Greymouser 12/04/10 17:38 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Figlio diretto e primogenito del moralismo omicida di Seven, questo discreto thriller ha purtroppo dato la stura ad una serie infinita di cloni indigeribili, in una gara al rialzo riguardo all'efferatezza sadica delle torture, a partire dai sequel sempre più scadenti del film di Wan. Originale e carismatica qui la figura di Tobin Bell, che poi diventerà sempre più antipatico e manieristico nei seguiti. Buona la tensione che pervade l'azione in uno spazio squallido e claustrofobico.

Gestarsh99 27/08/10 12:03 - 1314 commenti

I gusti di Gestarsh99

È indubbio che "Saw" debba moltissimo a film nettamente superiori come Seven (i cromatismi scuro-verdognoli, gli omicidi sadico-moralistici, il finale disperatamente nichilista) e Cube - Il cubo (i prigionieri stipati in un luogo ristretto e sconosciuto, le trappole letali), ma bisogna riconoscergli il grosso merito di aver finalmente riportato l'horror alla sua dimensione più carnale, fisica e splatter, come lo avevamo visto nei lontani anni '70. Non sarà un capolavoro di originalità ma ringraziamolo per aver ridato sangue ad un genere che stava morendo.
MEMORABILE: L'apparizione del pupazzo dalle gote paonazze, chiaramente ispirato al fantoccio semovente di Profondo rosso.

Herrkinski 14/12/09 22:24 - 5023 commenti

I gusti di Herrkinski

Assai buono il prototipo di questa saga, che ormai conta ben 5 sequel. Il regista pesca a piene mani dalle atmosfere care al Fincher di Seven, con qualche citazione da The Cube. Ma è coraggiosa la scelta di ambientare la vicenda quasi interamente in una stanza, basando tutto sul rapporto sempre più allucinato tra i due protagonisti e sul sadismo del serial-killer di turno, per una volta mosso da una morale perversamente interessante, che solleva almeno qualche riflessione. Cupo e senza speranza; ma l'effetto sorpresa svanisce dopo la 1a visione.

Rambo90 14/01/10 16:01 - 6316 commenti

I gusti di Rambo90

Ottimo thriller d'ambientazione cupa e con alcuni effetti gore che non lasciano indifferenti. La sceneggiatura è abile nel concatenarsi velocissimo dei colpi di scena e gli attori (tra cui Danny Glover) sono davvero in parte. Ha generato molti sequel e molte (pessime) imitazioni.

Pinhead80 26/01/10 12:12 - 3879 commenti

I gusti di Pinhead80

Primo capitolo (dell'interminabile ormai...) saga dedicata al feroce Enigmista. Il film, che sguazza nel filone dei "torture horror" molto popolari oggi, è ricco di incongruità narrative, ma rispetto ai seguiti è decisamente migliore e se non altro (pur non brillando per originalità) intriga sino al finale, che rimane la parte migliore dell'intero film.

Ale nkf 31/03/10 18:30 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Sono un vero amante di tutti i Saw ma il primo non è stato il mio preferito, anzi lo reputo il più monotono, forse perché la scena è sempre la stessa. La tensione è comunque molto buona e il ritratto di Jigsaw comincia già a delinearsi molto bene. Da guardare per riuscire a seguire la storia nei successivi sequel, che è molto più avvincente.
MEMORABILE: La sega non per tagliare le catene ma per tagliarsi il piede.

Manowar79 10/04/10 21:18 - 309 commenti

I gusti di Manowar79

Manca soltanto una data, dopodichè parleremmo di capolavoro. Nessun film dell'ultima generazione è riuscito a penetrare così a fondo nei concetti, né ad affrontare la cosiddetta "pornografia horror" in maniera tanto intelligente, né tantomeno a mettere in discussione una volta per tutte la linea che separa i "buoni" dai "cattivi". Lo spettatore, incredulo, finirà col parteggiare per l'autore dei delitti e comprenderne la malinconica natura. Se girato con il realismo e i colori degli anni 70, sarebbe diventato un classico senza tempo.
MEMORABILE: "Voglio fare un gioco con te..."

Rebis 22/07/10 16:15 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

L'esordio del moralizzatore per eccellenza del nuovo millennio horror spetta a James Wan: una scaltra operazione sensazionalistica che, fuori dalla consolidata tradizione dei capostipiti, è alquanto perfettibile. Con un occhio all'estetica dei videoclip e l'altro alla sintesi narrativa dei più esagitati telefilm americani, il film soffre una sceneggiatura macchinosa nel concepimento e grossolana nell'esposizione, posta su un'idea derivativa (Se7en). Il tentativo di rappresentare una storia thriller sfruttando i canoni horror, però, funziona e il finale ha un crescendo inatteso e perturbante.

Funesto 12/06/10 20:24 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Come già detto qui questo film, dal buon successo, non è altro che un collage di idee di film precedenti (ben omogeneo, per carità) confezionato al meglio per attirare lo spettatore medio (lo sarei anch'io, anche se non amo i film stranieri). Tutto lo splatter che dicono non ce lo vedo proprio e la tensione si limita al massimo a due scene (quando la bimba nota Jigsaw in camera sua). Attori imbambolati, sceneggiatura bucata, noia, un brutto film. Dal prossimo capitolo sposteranno l'incentro nell'intrattenimento e nelle torture di Jigsaw: meglio.
MEMORABILE: Mamma e figlia legate e imbavagliate.

Lucius 23/07/10 19:35 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Se si pensa che questo è un film d'esordio (se si esclude qualche precedente nei film indipendenti) di un giovane autore, si resta impressionati da quello che è riuscito a fare e alla forza della pellicola, che riesce ad incutere tensione e sentimenti di crudele terrore. Belle le ambientazioni e il clima cupo che pervade tutta la durata. Indovinelli terribili da cui dipende la vita o la morte. Grande script e ottima realizzazione.

Luchi78 2/09/10 16:09 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Della serie "vedilo fino alla fine...", non si potrebbe fare altrimenti per questo thriller-horror che ha nel finale il suo vero punto di forza. Recitazione scarsina dei due protagonisti incatenati (a tratti piuttosto ridicola). Per il resto guardare Seven.

Didda23 5/07/12 11:48 - 2282 commenti

I gusti di Didda23

Ritmo e una certa aurea innovativa permettono una completa attenzione fisica e mentale nei confronti di questo lavoro di Wan, che dal canto suo ci mette profonda dedizione in ogni dettaglio (in effetti l'arma in più è la notevole scelta delle location). La sceneggiatura, seppur con qualche voragine narrativa, regala momenti intensi e il colpo di scena finale è da cardiopalma.

Von Leppe 18/12/12 19:06 - 1018 commenti

I gusti di Von Leppe

Tensione che sale per tutta la durata del film e i colpi di scena si susseguono. Ambientato in un putrido cesso, con la trama che va avanti a flashback. Ci sono torture con meccanismi perversi e divertenti fino al finale per niente rassicurante (notevole la rivelazione dell'assassino). Il burattino è simpatico. Alcune situazioni sono un po' forzate (quando i poliziotti si trovano a tiro lo psicopatico...). E' un buon horror dove la paura è data dalle torture, dalla violenza e non dal soprannaturale.

Ducaspezzi 28/09/12 04:56 - 222 commenti

I gusti di Ducaspezzi

Il prossimo migliorerà sul piano etico solo nel caso in cui, proprio mentre sta per perire malamente, sarà riuscito a sfangarla e non senza pene fisiche e mentali (il senso dell'imminenza di una fine atroce come base). E se non dovesse riuscirvi, ciccia! Certi serial-killer son così. Si bombano di principi morali ferrei per fornire il proprio male di mentite spoglie e gli sceneggiatori di materiale su cui innestare miti. E qui il mito fiorì, con giochini narrativi esemplati sugli stessi marchingegni sadici di Jigsaw. E noi ben si sta al gioco.

Zuni 30/09/12 13:31 - 68 commenti

I gusti di Zuni

Inizia con questo piccolo e violento thriller una delle saghe più redditizie dell'ultima decade horror. Bisogna dire però che nonostante l'idea di base è efficace, l'intera costruzione finalizzata esclusivamente alla serie di twist finali funziona a intermittenza e personaggi come quello del poliziotto Glover puzzano solo di riempitivo. Tanti i buchi, ma ci penseranno i sequel successivi a mettere (inutili) pezze. La crudeltà è ben presente, ma è ancora tutto tenuto a bada e sarà pronto ad esplodere con il film successivo.
MEMORABILE: L'inizio; La sequenza in cui finalmente entra in gioco il seghetto...

Furetto60 13/10/14 11:44 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Primo capitolo di una serie che, a vedere i primi due capitoli, ha avuto successo al di là dei propri meriti i quali, sostanzialmente, consistono nel far calare lo spettatore in un’angosciante situazione estrema (oltre al colpo da scena finale, invero inatteso). Aggiungerei anche il senso di sporcizia, affanno e continuo sospetto di tutto e tutti. Film che una visione, tutto sommato, la merita.
MEMORABILE: La sega viene usata...

Viccrowley 16/06/15 01:17 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Prima di ridursi a fare la macchietta mettendo mano alla scontata parafernalia a base di rumori improvvisi e fantasmi rompiscatole di Insidious e The conjuring, Wan sapeva il fatto suo. Ne è prova il suo titolo più famoso, quel Saw che nel 2004 ha riscritto gran parte degli stilemi di certo tipo di horror condendo il tutto con un gusto registico non comune e un senso dello shock mai fine a se stesso. Riuscendo a creare un nuovo villain cult e giocando anche con una riflessione non banale sul dolore e i rapporti umani nella nostra epoca.
MEMORABILE: Il tizio nella gabbia di filo spinato; La classica trappolona schiacciatesta.

Stelio 10/08/15 10:28 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Qualità non coincide con originalità. E l'originalità può risiedere anche in un mix vincente di elementi già visti. Saw si basa fondamentalmente su questi due concetti e vince. Ben interpretato, diretto, scritto, girato. Non serve altro, almeno per essere un'ottima pellicola cinematografica. Servirebbe, forse, per fare la storia. Ma non riuscirci non preclude la sua fattura notevole. Promosso a pieni voti.

Lythops 1/09/15 20:58 - 972 commenti

I gusti di Lythops

Astuto thriller che prende un po' ovunque da opere di altri (compreso qualche macabro corto del cinema giapponese) e confeziona un pout pourri condito con una fotografia intressante e scarsi interpreti (a parte Danny Glover, già uso a fare il detective nero negli Arma letale). Si ammirano il bellissimo pupazzetto e i vari marchingegni di ingegneria mortale, ma il finale è un'americanata a dir poco disarmante. Il film non mancherà di non deludere gli amanti del genere, soprattutto se visto quando si è annoiati. Michael Emerson inquetante come sempre.

Il ferrini 24/11/15 18:40 - 1661 commenti

I gusti di Il ferrini

Crudo e violento come richiede il genere, Saw deve gran parte della sua fortuna al direttore della fotografia Armstrong (che tuttavia non riuscirà a salvare il pessimo Skinwalkers) e all'ottima regia di Wan, che si limiterà a produrre i capitoli successivi. Cary Elwes (che riapparirà in Saw 3D) è completamente imbambolato, l'ispettore Danny Glover se la cava meglio, ma nel complesso non è certo un film che verrà ricordato per le prove attoriali. Eccellente il colpo di scena finale, che però ne pregiudica una seconda visione. Claustrofobico.
MEMORABILE: Il finale, che svela l'identità di Jigsaw.

Ultimo 28/11/15 16:46 - 1346 commenti

I gusti di Ultimo

Tra gli horror/thriller dell'era moderna mi pare uno dei più noti, ma anche dei più sopravvalutati. L'idea di base c'è: due uomini, chiusi in una stanza non sanno come ci siano finiti... e da qui tutta una serie di flashback per ricostruire la vicenda. Paga una regia indubbiamente di secondo livello, che conferisce una natura quasi televisiva al prodotto. Il finale a sorpresa ci confeziona un prodotto quantomeno riuscito, ma privo di originalità.

Fintocolto 18/12/15 16:32 - 19 commenti

I gusti di Fintocolto

È tempo di reinventarsi per gli assassini e così, tra cubiche prigioni e vittime tramortite in attesa del paradiso (o dell'inferno) a regnare è un limbo fatto di trappole ed enigmi, un labirinto per topi in cui il carnefice si fa corpo muto per centellinare al meglio il dolce delirio somministrato agli inconsapevoli roditori. Il sottile gioco di analessi scorre dunque sulle superfici esaedriche in attesa di una rubikiana ricomposizione finale che giungerà con tanto di fulmen in clausula.

Il Dandi 10/03/16 22:42 - 1744 commenti

I gusti di Il Dandi

Elementare, efficace, furbo kammerspiel con ribaltamento continuo di personaggi e situazioni. Il malcelato disprezzo della verosimiglianza e della logica è aggirato proprio dalla velocità con cui lo spettatore (che non chiede altro) viene attaccato. Incolla allo schermo, ma il beffardo finale mostra anche la vacuità di un esercizio di stile che non invoglia a una seconda visione, né ad approfondire il resto della saga.
MEMORABILE: Adam trova il secondo registratore in tasca all'"assassino".

Parsifal68 29/07/16 08:58 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Film oltremodo sopravvalutato e anche vagamente irritante, questo primo Saw, che è diventato un cult del genere soprattutto per chi (non come me) ama il sadismo oltre misura. Caso raro di film capostipite decisamente peggiore dei suoi sequel, anche se gli viene riconosciuta l'idea di partenza molto originale (il moralizzatore che cerca a suo modo di fare giustizia). Non bello, ma da vedere per giudicare.

Piero68 12/09/16 09:39 - 2754 commenti

I gusti di Piero68

Bel thriller in salsa splatter che riesce appieno nel suo intento: incutere ansia e suggestione allo spettatore. I ritmi elevati e gli sbalzi temporali sono un valore aggiunto che riescono a dare un tocco in più, se mai ce ne fosse stato bisogno. Evidenti i vari omaggi al cinema di genere che però, inseriti con intelligenza, non disturbano e non sviliscono il prodotto. Discreta la recitazione con l'esclusione di Glover: troppo impacciato e imbolsito per essere credibile fino in fondo nel suo ruolo. Finale ovviamente che lascia tutto aperto.

Daniela 13/09/16 11:07 - 9198 commenti

I gusti di Daniela

E stato il capostipite di una saga con più bassi che medi ed ha inoltre il demerito di aver figliato una valanga di mediocri variazioni sul tema, tuttavia è difficile negarne l'impatto come torture-porn a rebus, non per l'originalità ma per l'ambientazione lurida in cui si svolge il plot principale e per la crudeltà estrema delle prove a cui vengono sottoposti alcuni dei malcapitati. Non manca neppure l'humor nero, affidato soprattutto alla bischeraggine del poliziotto Glover, ed il beffardo colpo di scena funziona. Un film discutibile ma che il suo sporco lavoro di rinorridire lo fa eccome.

Ryo 23/09/16 14:38 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Thriller con venature horror del sottogenere torture, basato su un misterioso serial killer che di fatto non uccide ma sottopone le vittime a giochi crudeli in cui è in palio la vita. Strutturato in maniera geniale, con continui colpi di scena e segreti che vengono alla luce pian piano. Ottima prova dei due attori principali. Stupenda la scenografia sporca, claustrofobica e decadente. Il finale é uno dei colpi di scena più famosi del cinema degli ultimi anni. Un vero gioiello.
MEMORABILE: L'evasione di Lawrence; I giochi; Il pupazzo sul triciclo; Il finale.

Giacomovie 23/04/17 13:26 - 1341 commenti

I gusti di Giacomovie

Due sconosciuti si ritrovano incatenati per un crudele gioco di vita-morte. Thriller sanguinario di pesante impatto, con una costruzione a incastri che formano un mosaico di angosciosa suspence. Un film che ha tutte le carte in regola per diventare un cult del filone dell'alta tensione. Anche il grande Hitchcock sicuramente lo avrebbe apprezzato e non solo per il voyeurismo macabro che rimanda a La finestra sul cortile, ma anche per il clima claustrofobico e per gli ingranaggi a orologeria che portano a un inaspettato colpo di scena finale.

Rufus68 16/07/17 22:13 - 3049 commenti

I gusti di Rufus68

Uno dei thriller più ingegnosi degli ultimi anni, occorre riconoscerlo. E si viene presi, infatti, dai desideri più superficiali di ogni lettore e spettatore: voglio proprio vedere come va a finire... Per arrivare all'agognata conclusione si sopporta di tutto: regia stordente, urlacci, attorucoli, sciocchezze, piagnistei, sino alla sazietà e all'indigestione. Poi, una volti satolli, si viene colti dalla consueta vertigine: l'impalpabile sensazione di essere presi per i fondelli. Lode al furbone Wan, comunque.

Luras 22/07/17 13:56 - 139 commenti

I gusti di Luras

L'intento è quello di creare un forte stato di angoscia nello spettatore per farlo immedesimare negli sventurati protagonisti e costringerlo a chiedersi cosa farebbe lui al loro posto. Ci riesce molto bene: non c'è nulla che possa alleggerire la tensione, nessuno spazio per la speranza. Ci si mette nei panni dei personaggi rinchiusi nella gelida cella e si provano i brividi a immaginarsi lì. E nonostante l'azione, in realtà molto scarsa, si svolga in pochi metri quadrati di sceneggiatura, le palpitazioni non mancano mai. Davvero crudele.

Thedude94 3/12/17 00:50 - 534 commenti

I gusti di Thedude94

Il messaggio di Jigsaw è universale: è la scelta ciò che conta veramente nella vita; vivere o morire il quesito. James Wan, attraverso un'idea geniale, realizza un prodotto audiovisivo di buon livello, che intrattiene e allo stesso tempo riesce a far riflettere sul comportamento umano. Gli interpreti non sono eccezionali, ma comunque danno il massimo e si impegnano; la regia è molto movimentata, mentre la sceneggiatura perde un po' di continuità quando presenta una serie di flashback in successione; comunque l'intreccio è di qualità.

Mutaforme 17/08/18 18:00 - 392 commenti

I gusti di Mutaforme

Ottimo horror thriller, davvero ben congegnato e ricco di suspense. Pur non essendo del tutto originale, attinge qualcosa qua e là riuscendo subito a coinvolgere lo spettatore infondendo panico e terrore per quello che sta per accadere. Buona la regia, che mantiene un ritmo incalzante e non fa calare l'attenzione. Finale che lascia lo spiraglio per un seguito, come in effetti avvenuto (più di una volta a dire il vero). Consigliato.

Caveman 6/12/18 18:29 - 163 commenti

I gusti di Caveman

Film che ha generato una serie di seguiti il cui unico motivo d’interesse risulta essere la metodologia in cui la vittima cerca di sopravvivere, per il resto però la pellicola si perde senza lasciare il segno. Il protagonista è un moderno giustiziere della notte, ma Bronson è un mito e il paragone risulterebbe blasfemo; qualche buona trovata, però la scena tanto idolatrata (quella che dà il titolo al film, tanto per intendersi, è presa di peso da Interceptor); per il resto dispiace vedere Glover impegnato in attività del genere.
MEMORABILE: Il finale, messo lì giusto per colpire.

Anthonyvm 9/08/19 16:50 - 1771 commenti

I gusti di Anthonyvm

L'inizio della saga dell'assassino moralizzatore per eccellenza è un cupo ed efficace thriller à la Seven, certamente contaminato dall'horror ma molto distante dai lidi ultragore e torture porn dei sequel. Grandissima gestione della suspense e del mistero, che va a risolversi pian piano come un puzzle (e non è un caso, dato il titolo e il nickname del killer). Violento ma senza eccessi, spaventoso e ricco di immagini iconiche (il pupazzo sul triciclo, la trappola spacca-crani). Il finale, poi, è ormai uno dei twist più famosi del cinema. Cult.
MEMORABILE: L'uomo imprigionato nel filo spinato; Il pupazzo parlante; Il fotografo si fa luce con i flash prima di essere assalito; Il colpo di scena conclusivo.

Siska80 5/07/20 16:34 - 499 commenti

I gusti di Siska80

Per godere appieno di film come questi occorre giocoforza abbandonare ogni criterio di logica e verosimiglianza, altrimenti si griderà allo scandalo. Qui siamo ancora lontani dallo splatter dei capitoli successivi; si seguono piuttosto le direttive suggerite dal titolo, giacché i due protagonisti maschili dovranno risolvere una considerevole serie di enigmi prima di giungere all'improbabile (ma geniale) fine del gioco. Nonostante l'azione si svolga in un piccolo luogo chiuso il ritmo è alto, non ci si annoia un solo istante e l'inquietante musica crea l'atmosfera giusta. 

Giùan 17/07/20 09:44 - 2925 commenti

I gusti di Giùan

Verrebbe da dire che si salva per la sua manifesta grossolanità, così sbandierata da risultar simpatica. Epperò la patina di "culto"  accreditatagli sembra una delle pratiche di post modernariato cui ci si è sostanzialmente assuefatti. Tecnicamente Wan farà meglio in futuro, qui invece la cornice stilistica è anonima e depressiva, i dialoghi tra i due prigionieri assurdi, l'indagine del detective Glover miserrima (con tanto di morte "scioccante" del collega amico). Bene scenografie (ma mal utilizzata la claustrofobia cui rimandano), marionetta,  twist (infame però), la cattiveria.
MEMORABILE: L'odioso, antipatico, biondo dottorino di Cary Elwes .
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Undying • 5/01/08 00:38
    Scrivano - 7634 interventi
    * Il film nasce quasi per scherzo: James Wan scrive il soggetto e sceneggia, assieme a Leigh Whannell (quest'ultimo riveste anche il ruolo di Adam nel film).
    Viene girato nel gennaio del 2004, nel brevissimo arco di 18 giorni (in italia uscirà il 14 gennaio del 2005) e con un "low" budget, di poco superiore al milione di dollari.
    Data emblematica, perchè da lì in poi, con cadenza periodica, il successo del film genera un sequel, destinato ad uscire da noi all'inizio dell'anno.
    Tutt'ora in Italia si è fermi al 3° capitolo e nonostante questo sia circolato in versione CUT, rappresenta un salto in avanti, stile "progressivo" spostamento del comune senso della violenza (basta pensare all'operazione al cranio).

    ** In america Saw 4 è apparso nelle sale nella fatidica data di Halloween del 2007, ma sono già annunciati altri due capitoli (Saw 5 e Saw 6) che -con buona probabilità- verranno realizzati entro gli anni 2008/2009.

    *** Citazione (Jigsaw): " Ho una malattia che mi divora dall'interno e sono stanco di chi non riesce ad apprezzare il dono della vita."
  • Curiosità Blutarsky • 15/07/09 18:54
    Servizio caffè - 327 interventi
    * James Wan nel 2003 gira un corto intitolato Saw tratto da una scena della sceneggiatura del film omonimo che girerà l'anno successivo.
    il corto è interpretato dal cosceneggiatore Leigh Whannelle verte sulla scena della "maschera-trappola per orsi" (che verrà rigirata per il film con l'attrice Shawnee Smith) e servirà a convincere la Lions Gate a finanziare il film Saw; .
    lo si può trovare facilmente su youtube e viene di solito associato al nome Saw 0.5

    ** una delle idee più riuscite su cui verte il film, cioè i due uomini ammanettati alle caviglie che per liberarsi hanno una sola scelta, amputarsi un piede con una sega (saw in inglese)non è farina del sacco di Wan ma è presa in "prestito" (per stessa ammissione del regista) dalla scena finale di Interceptor

    fonte il documentario Not Quite Hollywood: The Wild, Untold Story of Ozploitation!
  • Musiche Undying • 18/03/10 23:50
    Scrivano - 7634 interventi
    La bella colonna sonora, realizzata da Charlie Clouser, identica in tutti i sei capitoli: colonna sonora Saw
    Ultima modifica: 18/03/10 23:53 da Undying
  • Discussione Rebis • 22/07/10 17:00
    Comunicazione esterna - 4289 interventi
    Caro Zender, rivedendo il primo capitolo del grande moralizzatore mi son detto che forse è giunto il momento di riservargli un link nella sezione SERIE visto che siamo al VI° capitolo... così, giusto per tenerci al passo coi tempi ;)

    Vedi mai che nuove leve approccino il sito...
  • Discussione Zender • 22/07/10 19:37
    Consigliere - 43516 interventi
    E' vero, ma quella sezione va ripensata, perché così com'è non funziona. Non so come indicizzare Saw ad esempio, perché se cerco Saw mi vengon fuori anche altri film, e non esiste una parola chiave per tutti i film.
  • Discussione Rebis • 23/07/10 16:03
    Comunicazione esterna - 4289 interventi
    Ok, allora a tempo debito. In che senso va ripensata? Potenzialmente anche rimossa?
  • Curiosità Siska80 • 6/07/20 12:25
    Servizio caffè - 296 interventi
    Tutte le scene in bagno non vennero girate in ordine cronologico in modo che gli attori rendessero meglio il senso di spaesamento dei personaggi da loro interpretati.

    Fonte: Imdb