Murder eleven - Film (2013)

Murder eleven
Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/08/17 DAL BENEMERITO BUIOMEGA71
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Buiomega71 16/08/17 01:15 - 2732 commenti

I gusti di Buiomega71

Curioso e bizzarro Scene da un matrimonio della morte, che si barcamena tra una sit-com macabra e delirante, indagini poliziesche intimiste (e fuori strada), per sbottare in tre assurdi quanto genialoidi twist (il primo sembra quasi una presa in giro e arriva inaspettato, il secondo ghiaccia il sangue, il terzo più telefonato). Fa da sfondo una notturna e desolata Atlantic City e l'aurea indie e "poveristica" ne aumenta la dimensione straniante. Una strampalata via di mezzo tra Human nature e A good marriage, a suo modo peculiare e quasi teatrale. Insolito.
MEMORABILE: La medaglietta rubata dalla prostituta; I deliranti dialoghi inziali di Klock che guarda in macchina; La moglie scopre la ragazza nel garage...

Myvincent 30/11/22 06:14 - 3424 commenti

I gusti di Myvincent

Le ragioni private che spingono un serial killer di prostitute a uccidere diventano l’angolazione da cui partire, mentre parallelamente corre un’indagine poliziesca del tutto inadeguata. Il film sembra vada in una direzione morta, ma abbiate la compiacenza di aspettare gli ultimi 15’ per essere premiati di tanta pazienza. Ritmo, stile rappresentativo e doppiaggio decisamente sottotono. Horror controcorrente.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Buiomega71 • 16/08/17 11:23
    Pianificazione e progetti - 24634 interventi
    Rassegna estiva: Notti d'estate buie(sche) e senza stelle

    Posso capire che il fruitore medio amante dello psycho thriller possa venire gabbato dalla cover truffaldina del dvd

    Magari credendo di andare a vedere roba tipo Saw o Hostel (la ragazza legata sulla sedia che promette-invano-l'ennesimo torture-porn) o intelaiature della serie Copycat o avanzi di CSI, per poi trovarsi davanti ad un oggetto bizzarro, curioso, insolito, che non ha nulla a che vedere con i lidi citati sopra.

    Davvero un UFO questo film di Jim Klock (che scrive, produce, dirige e interpreta il ruolo del "malato" Richard, marito modello e padre di famiglia con il vezzo di massacrare prostitute o tenerle lagate nel garage di casa) che disorienta e travalica ogni convenzionalità

    Scene da un matrimonio versione macabra e mortifera, sitcom dell'orrore e della follia, impianto teatrale, pochi attori, un montaggio alternato che segue le indagini e le congetture di due poliziotti alla caccia del serial killer (completamente fuori strada), in un Atlantic City notturna e spettrale, tra case di appuntamento, strade desolate e inseguimenti, con le luci della città a fare da sfondo, indagini poliziesche intimiste (il poliziotto che fà uso di droghe) ben lontane da quelle classiche di cui siamo abituati a vedere in questo tipo di film

    Dall'altra parte la moglie di Richard scopre che suo marito tiene una ragazza (prostituta tossicodipendente) legata e imbavagliata nel garage di casa, e tra i coniugi comincia una folle e delirante "commedia dell'assurdo" su cosa e giusto e cosa e sbagliato, su vita e morte, sulla mente deviata e i demoni che si nascondono dentro di noi, con la vittima (che dovrebbe essere l'undicesima) spettatrice terrorizzata di questa diatriba coniugale (Liberala, e lei cambierà vita e vedrà la luce, "Lei andrà alla polizia e distruggerà la nostra famiglia, con tutto quello che ne consegue. Bisogna ucciderla")

    Insomma, Human Nature si incrocia con A Good Marriage, lo "psycho thriller" diventa sitcom dell'assurdo e ravviva il matrimonio con il piacere della morte e l'eccitante brivido dell'uccidere, e la natura indie del film (fotografia digitale, regia minimale, povertà di mezzi) ne amplifica il disagio

    Poi, all'improvviso, arrivano tre (dico tre) twist uno dietro l'altro. Il primo e talmente folle e geniale da vederlo per crederci (all'inizio ci si sente anche un pò presi in giro, ma poi, se si realizza mentalmente...), il secondo ghiaccia il sangue e arriva come un fulmine a ciel sereno e il terzo e già più telefonato e alla fine del film rimani quasi interdetto...

    Un operazione peculiare quella di Klock (da antologia il suo delirante monologo iniziale alla prostituta legata, dove guarda in macchina), personalissima (il teatro, la recitazione, il confronto) e straniante

    La notte perenne, il rapporto macabro tra moglie e marito, la follia femminea, la maternità "salvifica", le indagini che non portano da nessuna parte, la collanina rubata, la "recita", la desolazione dell'insieme (anche dell'animo umano), la quotidianità del male

    Ora capisco perchè i feedback dei clienti su Amazon.it lo massacrano senza pietà (magari anche a ragion veduta, visto che, magari, quello che si aspettavano e stato completamente stravolto), mentre io mi attendevo l'esatto opposto di quello a cui avrei assistito, ed e stata una sorpresa quasi piacevole, inusuale, bislacca quasi strampalata.

    Indeciso sul pallinaggio, alla fine mi ha conquistato la bizzarria di Klock. Però, attenzione, da maneggiare con cura...

    Vincitore di tre premi al Down Beach Film Festival , non so che caspita di festival sia e in che settori abbia vinto tali premi, ma qualsiasi premi siano se li merita tutti!

    Per addentrarsi nella visione di questo piccolo viaggio nell'inferno quotidiano, leggere le avvertenze e le modalità d'uso.
    Ultima modifica: 16/08/17 13:35 da Buiomega71
  • Homevideo Buiomega71 • 16/08/17 11:26
    Pianificazione e progetti - 24634 interventi
    Nella media il dvd edito dalla Alfabat

    Formato: 1.78:1

    Audio: italiano (5.1), italiano (2.0), inglese (2.0)

    Sottotitoli: italiano


    Come extra solo il menu iniziale

    Durata effettiva: 1h, 24m e 09s
    Ultima modifica: 16/08/17 11:28 da Buiomega71