Una notte da leoni

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Finalmente una commedia americana che, pur affrontando tematiche care al pubblico giovane, sa divertire deviando dal percorso classico e sfruttando con un buon cast d’attori (ma Zach Galifianakis ruba la scena a tutti) una sceneggiatura ricca di gag magari non nuovissime ma presentate con lo spirito giusto. Il percorso a ritroso di chi si trova coi pustumi di una colossale sbornia (o peggio) e deve dare una spiegazione a cento cose apparentemente senza senso alcuno è condotto piuttosto bene, ma sono le situazioni in cui si trovano i tre protagonisti a offrire gli spunti migliori. Tanto che ci si chiede se il film non sarebbe potuto essere ancora meglio se non si fosse per forza voluta mettere troppa carne al fuoco. I tre si svegliano il giorno...Leggi tutto dopo la serata dell’addio al celibato del tutto dimentichi di quanto appena accaduto: la loro suite al Caesar’s Palace (Las Vegas) è ridotta a brandelli, nello sgabuzzino c’è un bimbo che non si sa da dove venga e c’è pure una tigre nel bagno. In più il quarto, ovvero il futuro sposo, è scomparso. I tre partono in caccia e cercano di ricostruire il recentissimo passato attraverso i pochi indizi a disposizione, venendo in contatto coi personaggi più improbabili. Si vola ovviamente ai confini dell’assurdo, gli atteggiamenti dei protagonisti sono quelli che si potrebbero ampiamente prevedere in una commedia così tranne nel caso del grasso Alan (Galigianakis): è lui il vero asso nella manica che permette al film di trovare la marcia in più. Sono le sue risposte spesso imprevedibili, i suoi comportamenti illogici a cambiare le coordinate della commedia permettedogli di superare in scioltezza la concorrenza. Merito anche della sceneggiatura, naturalmente, perché la cura nei dialoghi è evidente e la capacità di non fossilizzarsi in situazioni di stallo come spesso accade in film simili produce un ritmo superiore alla media e pochi momenti di stanca. Così anche nel finale, quando già sappiamo cosa ci aspetta, ecco apparire il tocco in più (vedi il cantante da matrimoni) in grado di movimentare scene che nelle commedie analoghe avrebbero lentamente quanto inevitabilmente sgonfiato il film fino ai titoli di coda. Sono insomma le idee a non mancare, e lo si capisce fin dai primi minuti. La prima parte, coi nostri ancora completamente nel pallone, è probabilmente la migliore, perché quando la spiegazione delle mille follie inizialmente senza risposta porta alla necessità di una ricostruzione anche parziale degli accadimenti, l’umorismo viene in qualche modo limitato dalle esigenze della logica e perde di forza. Godiamoci comunque il gran numero di momenti memorabili che il film offre, perché non è facile trovare un’altra commedia in cui siano tanto concentrati. Non sarà un film raffinatissimo, ma è nettamente superiore ai prodotti analoghi che l’America da sempre sforna in quantità acontentandosi di indovinare tre o quattro buone scene alle quali si aggiunge di solito un discreto mestiere sperando nella simpatia degli attori. La soluzione di tutto sta nei titoli di coda: geniale!
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/06/09 DAL BENEMERITO HARRYS POI DAVINOTTATO IL GIORNO 26/06/09
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ugopiazza 8/07/14 20:32 - 118 commenti

I gusti di Ugopiazza

Ok, un po' più commerciale di altre recenti commedie, ma senza dubbio molto divertente; il film narra di tre amici alle prese con gli effetti devastanti di una notte brava di cui non ricordano nulla. Si ricorda per il senso di sorpresa e smarrimento che pervade costantemente lo spettatore coinvolgendolo in prima persona (cosa che non accadrà nei sequel), per la trama con un colpo di scena ogni cinque secondi e per la bravura e l'affiatamento dei tre protagonisti, davvero dissacranti (specialmente Alan). Probabilmente il più bel film di Todd Phillips.
MEMORABILE: Ogni volta che Stu va in panico.

Puppigallo 28/06/09 00:22 - 4592 commenti

I gusti di Puppigallo

Divertente, spesso folle e con quattro (in realtà tre) protagonisti decisamente in palla (su tutti, il barbuto corpulento, che oscilla tra l'idiota e l'incoscente). Anche l'occhialuto zerbinato denteleso, pronto a scatenarsi in particolari condizioni psicofisiche, non è niente male. Il ritmo è alto e i colpi e colpetti di scena si susseguono (l'asiatico ficcato nudo nel bagagliaio perchè considerato uno gnomo portafortuna). Certo, qua e là svacca un po', ma nel complesso funziona bene e ha il merito di non stancare mai, anche quando si calca la mano. Nota di merito per i titoli di coda.
MEMORABILE: Il futuro suocero: "Quello che succede a Las Vegas resta a Las Vegas...tranne l'erpes; quello lo porti a casa con te".

Harrys 21/06/09 03:41 - 683 commenti

I gusti di Harrys

Capolavoro della comicità. Credo di non aver mai riso così tanto al cinema (forse con Burn After Reading, ma forse...). Dai titoli di testa ai titoli di coda una gag più riuscita dell'altra. Una sceneggiatura praticamente perfetta (già nella storia il personaggio di Zach Galifianakis). Probabilmente il miglior frat pack movie mai realizzato; buona anche la colonna sonora. Allucinanti le "fotografie" finali. Straconsigliato, davvero una gradevole sorpresa.

Federico 22/06/09 10:36 - 37 commenti

I gusti di Federico

Il film di T. Philipps si piazza in cima all'Olimpo delle commedie degli ultimi anni. Nonostante non ci siano i grandi interpreti del frat pack, i tre protagonisti meno noti al grande pubblico, riescono a creare una sinergia davvero rara (in Tropic Thunder e Old School si nota una competizione tra i comici). Da un soggetto apparentemente scontato, il film è ricco di grandi trovate, come quella di far immaginare al pubblico i fatti non mostrati. La commedia dell'anno!

Stubby 25/06/09 14:35 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Divertente, con delle trovate brillanti e soprattutto "fresche", vista la sceneggiatura non certamente innovativa. Grande la scelta del cast, con attori non propriamente di richiamo ma azzeccati nel loro ruolo. Visto il successo è già in lavorazione un sequel. Yes!
MEMORABILE: Le foto finali.

Galbo 27/06/09 07:02 - 11589 commenti

I gusti di Galbo

Piacevole sopresa questa commedia diretta da Todd Phllips che si distacca nettamente dagli altri prodotti dello stesso genere per la cura e la professionalità della realizzazione. In primo luogo l'idea originale della sceneggiatura, con ricostruzione della vicenda fatta a ritroso dai protagonisti nel post sbornia. Gag molto spiritose e regia accorta e dinamica che asseconda al meglio gli ottimi protagonisti. Da vedere.

Markus 27/06/09 14:10 - 3400 commenti

I gusti di Markus

Una commedia se vogliamo di vecchio stampo che richiama concettualmente le atmosfere dei teen movies degli anni Ottanta. America come trionfo della libertà di fare e di agire (l'ambientazione a Las Vegas darà manforte a questo concetto). Si tiene a bada la moraletta tipica del cinema americano contemporaneo e saggiamente, specie nel primo tempo, la vicenda dei quattro quarantenni scorre via con grande spasso. Film dal sapore volutamente vintage, anche per colorare gli insulsi anni Duemila.

Brainiac 1/07/09 17:59 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Prendete i ragazzini di Superbad, fateli diventare dei trentenni ancora più immaturi ed avrete questa insulsa commedia. Film di una pochezza rara, in cui gli sceneggiatori si mostrano sicuri del fatto che scrivere una commedia voglia dire annullare ogni legame con la realtà (la polizia che rilascia i tre dopo averli usati come cavie). Di cosa dovrei ridere? Del gioco di parole fra ritardato e ritardatario? Dell'amico ciccione che non si mette mai le mutande? Dello strisciante razzismo? (il cinese è mafioso, il nero è spacciatore, le donne prostitute). Mah.

Belfagor 9/07/09 11:24 - 2635 commenti

I gusti di Belfagor

Finalmente un film che ricalibra il tiro della commedia statunitense. L'ambientazione di Las Vegas ben evidenzia il senso di smarrimento dei protagonisti, ed è spassoso vedere come questi tre improbabili e semisconosciuti testimoni riescano a risalire agli avvenimenti più allucinanti a partire da dettagli minuscoli. L'unico punto in cui scade un po' è la sequenza delle cavie per la polizia: Schadenfreude troppo crudele, per dei personaggi così simpatici. Per il resto, tutto procede bene. Dei quattro, il mio preferito è Stu.
MEMORABILE: La tigre nel bagno, la partita di blackjack, le foto dei titoli di coda.

Daniela 9/12/09 07:17 - 10206 commenti

I gusti di Daniela

Immaginate una situazione come Cose molto cattive che però si risolve nel più tradizionale dei modi, invece che in una carneficina, raccontata a ritroso, partendo dal guaio (lo "smarrimento" del futuro sposo da parte degli amici che l'hanno trascinato a Las Vegas per un "indimenticabile" notte d'addio al celibato, di cui però non ricordano nulla): maschi immaturi, donne rompicoglioni o puttane dal cuor d'oro, situazioni assurde, giochi di parole infantili, non ci sarebbe molto da stare allegri, però si ride, quindi la commedia può dirsi riuscita.

Todd Phillips HA DIRETTO ANCHE...

Xamini 20/09/09 15:53 - 1048 commenti

I gusti di Xamini

Devastation comedy americana cui si potrebbe accostare di tutto e di più ma che riesce, a suo modo, a portare del fresco; lo fa anzitutto nel modo in cui racconta l'accaduto di una folle notte di addio al celibato (dai postumi assurdi): anziché mostrare, lascia intuire, tramite la ricostruzione passaggio per passaggio, sino alla geniale (anche se un po' scontata, a quel punto) rivelazione nei titoli di coda. Nel complesso, le idee sono tante e tali da mantenere vivo l'interesse per tutta la durata. Consigliato per una serata tra amici.
MEMORABILE: Alan che fa il cretino con il bambino e, naturalmente, i titoli di coda.

Magnetti 18/01/10 10:10 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Spunto della sceneggiatura preso (quasi) pari pari da Fatti, strafatti e strafighe e portato in un contesto più adulto (è un addio al celibato, non siamo al college). Un film molto curato e che solo uno spettatore superficiale (fermandosi al turpiloquio e alle situazioni paradossali) potrebbe definire il solito prodotto alla American pie. I tre amici dello sposo reggono da soli quasi tutto il film: tre attori veramente in palla. Il finale stiracchiato mi obbliga a ridimensionare il giudizio di mezzo pallino.

Jandileida 25/01/10 19:50 - 1302 commenti

I gusti di Jandileida

Chi ci è passato lo sa: niente di peggio che svegliarsi con qualcuno che ti martella la testa dal di dentro e, sopratutto, senza avere la minima idea di quello che si è fatto la sera prima. Ed è proprio questo lo spunto, non proprio originalissimo, da cui parte questa piacevole commedia che, pur non toccando picchi, riesce a mantenere un buon ritmo, anche se certe gag sono meno riuscite delle altre (tipo il boss cinese che è troppo macchiettistico inserito in un film come questo). Ottimo il cast, molto affiatato e buona la regia.

Supercruel 29/01/10 21:25 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Commediaccia scalcinata, divertente e (s)gradevole. Pur senza calare gli assi da novanta della cricca, questo frat pack movie convince per sceneggiatura (bella la strutta "postuma", in tutti i sensi), dialoghi e interpretazioni. Il ritmo è quello giusto, senza momenti di noia e passaggi a vuoto. Niente di nuovo sotto il sole (Old School aveva già detto molto sul tema "eterna adolescenza") ma alla fine si ride e quindi il film può dire di aver ottenuto il suo scopo. Tre pallini li merita.

Marcarturo 26/02/10 15:55 - 3 commenti

I gusti di Marcarturo

Un film fastidioso: tra Animal House e Bruno: mix di luoghi comuni frullati e serviti allo spettatore, che a mio parere per esser rapito dalle insulse immagini deve esser per forza americano. Fastidioso perché il comportamento con il bambino è da codice penale!

Cotola 14/03/10 22:21 - 7833 commenti

I gusti di Cotola

Simpatica commediola che, pur ricalcandone molte altre negli schemi, riesce in ogni caso ad intrattenere piacevolmente lo spettatore. I movimenti divertenti ci sono e di conseguenza le risate non mancano. Abbastanza riuscito pur non essendo certo una di quelle pellicole che restano nella memoria. Ideale per una serata scacciapensieri con gli amici a base di birra e pop corn.
MEMORABILE: I quattro arrivano al Caesar: uno di loro "Ma quel Cesare abitava qui". La receptionist: "No". E uno dei quattro di rimando: "Lo sospettavo".

Rambo90 23/03/10 23:04 - 6698 commenti

I gusti di Rambo90

Divertentissima commedia americana, demenziale e folle, con un ritmo travolgente e sempre più delirante. Lo spunto di partenza è semplice ma da modo alla storia di articolarsi in tanti sketch, sempre più divertenti mano mano che i protagonisti scoprono quello che hanno fatto nella loro notte di follie. Tante le sequenze che suscitano risate a crepapelle: il cinese nudo nel cofano dell'auto, la tigre di Mike Tyson, la macchina della polizia... Da vedere assolutamente!

Bruce 12/05/10 12:40 - 1006 commenti

I gusti di Bruce

Pazza e travolgente commedia americana, ripercorre a ritroso la folle notte di quattro svalvolati a Las Vegas per un addio al celibato. Niente di sofisticato, si ride di gusto solo se ci si lascia andare alle battute pesanti e alle situazioni demenziali. Notevoli sono però il ritmo, l'abbondanza di idee, l'essere andati oltre il consueto clichè d'oltreoceano e la prova degli interpreti, tra loro molto ben assortiti. Colonna sonora azzeccata ed originale, con anche Mike Tyson cche canta "In The Air Tonight" di Phil Collins. Non per tutti ma da vedere.

MAOraNza 19/10/10 09:07 - 192 commenti

I gusti di MAOraNza

Peccato che il titolo italiano non riesca a catturare il senso di quello originale, l'hangover, ovvero la sbornia del giorno dopo, quel senso di smarrimento e malessere che si prova successivamente alla "notte da leoni". Beh, era da tempo che una commedia americana non mi strappava più di qualche sorriso: scene epiche, dialoghi allucinanti e situazioni surreali ma quasi plausibili. Insomma, l'ideale per passare un paio d'ore in totale spensieratezza. E i titoli di coda varrebbero da soli tutto il film. Thumbs up!
MEMORABILE: Il cameo di Mike Tyson (che canta), i titoli di coda, il risveglio dei protagonisti.

Vstringer 17/11/10 14:08 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

A volte per divertirsi bisogna accettare un patto e il patto qui è: si può riuscire a passare sopra i soliti stereotipi (politically incorrect), se questo ci regala una commedia dall'energia straripante, dal ritmo incalzante e dalle molteplici trovate? Se si accetta ci si ritrova in un'avventura folle e totalmente sopra le righe, portati per mano da tre simpatici protagonisti a farsi un sacco di risate. Phillips è specialista del genere e ci mette una regia svelta. Fa sempre piacere vedere Heather Graham, non più in voga da un po' di tempo.
MEMORABILE: Il risveglio dei tre compari nella suite devastata.

Bradley Cooper HA RECITATO ANCHE IN...

Ilcassiere 11/02/11 20:20 - 284 commenti

I gusti di Ilcassiere

L'ho visto ieri sera e sto ancora ridendo. Sì, perché una notte da leoni è un film che su una trama piuttosto anonima innesta dialoghi esilaranti, trovate al limite del verosimile (Tyson e la sua tigre ad esempio), uscite totalmente imprevedibili e assurde (da parte soprattutto di Alan) e un finale davvero geniale. Al passaggio delle foto durante i titoli di coda sono letteralmente morto dal ridere. Notevole.

Macguffin 1/03/11 19:15 - 124 commenti

I gusti di Macguffin

Il primo colpo di genio di questa commedia americana è la struttura temporale: un flashback iniziale e il taglio della notte brava, di cui ci vengono mostrati solo gli effetti. I protagonisti devono quindi agire a ritroso e da qui parte il meccanismo umoristico, spesso irresistibile. I dialoghi non sempre mi hanno convinto (credo perdano qualcosa con la traduzione) ma le trovate non mancano e l'atmosfera generale (ottimo l'uso della colonna sonora) è contagiosa. Buono il cast. Film che dà nuova linfa a situazioni già viste.

Tyus23 4/05/11 11:06 - 220 commenti

I gusti di Tyus23

Da tutti descrittomi come il non plus ultra del divertimento, questo "Una notte da leoni" si è per me invece rivelato una discreta delusione. Certo, qualche battuta va a segno e la struttura nella quale i personaggi ricostruiscono la vicenda con lo spettatore funziona, ma le trovate comiche non sono risultate né così divertenti né fantasiose come sarebbe stato lecito aspettarsi. E, si sa, se un film comico non fa ridere è difficile che raggiunga la sufficienza.

Redeyes 29/05/11 09:55 - 2256 commenti

I gusti di Redeyes

In tutta onestà una delle migliori commedie degli ultimi anni. L'idea certo non è niente di originale, ma è ottima nella sua realizzazione. Come fosse un'accozzaglia di situazioni senza capo né coda, e invece il filo conduttore c'è eccome. Molto ben assortito il cast: su tutti brilla Zach Galifianakis, ma anche il futuro Sberla di A-Team non dispiace affatto e nemmeno gli altri. Bello anche perché per niente volgare. Promosso a pieni voti.

Pinhead80 14/06/11 12:34 - 4070 commenti

I gusti di Pinhead80

Quattro amici decidono di festeggiare l'addio al celibato di uno di loro a Las Vegas, ma non tutto andrà come previsto... Una divertentissima e frizzante commedia che fa letteralmente sbellicare dalle risate. Mano a mano che si procede nel film le situazioni si fanno via via sempre più deliranti e paradossali. Tra tutti primeggia ovviamente Zach Galifianakis, con il suo personaggio completamente al di fuori degli schemi. Da vedere.
MEMORABILE: Le scene ambientate nella stazione di polizia.

Gestarsh99 11/08/11 18:34 - 1380 commenti

I gusti di Gestarsh99

Di addii al celibato burrascosi e catastroficamente tragicomici ve ne sono stati parecchi al cinema, a cominciare proprio da quel funesto e grottesco Cose molto cattive, vero cult novantiano per eccellenza. Lo sfondo di questa esilarante ed eccessiva commedia road-movieggiante resta sempre l'imprescindibile Las Vegas, ma qui lo scatenato Phillips sceglie di scaricare i suoi 4 poveri bagordandi tra le rovine di un puzzle di eventi incomprensibile ed allucinante: 12 ore di totale black out narcotico da ricostruire attraverso altrettante inenarrabili peripezie. Un delirio oltre l'assurdo...
MEMORABILE: La tigre di Mike Tyson nel bagno; il neonato nell'armadio; il boss cinese nudo nel bagagliaio dell'auto; la gallina a spasso nella suite (???)

Luchi78 7/10/11 09:35 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Riuscitissima commedia americana sul più classico dei clichè riguardanti i famigerati bachelor party. L'asso nella manica sta nella struttura narrativa, tanti colpi di scena e personaggi azzeccati, dal fratello della sposa (Zach Galifianakis) al cantante che nel finale reinterpreta i grandi successi a modo suo. Poche volgarità e tanto buon umore. Ottimo.

Saintgifts 30/12/11 11:24 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

C'è quel mix di ingredienti, buoni e miscelati bene, che sono un'ottima prerogativa per il successo di una pellicola. In questo caso, naturalmente, deve piacere il genere e si deve aver voglia di divertirsi, anche se le situazioni spesso appaiono surreali e fuori da ogni realtà immaginata (ma non è detto che siano poi così fuori). Ci dovrebbero essere comunque dei limiti, specie se si tratta con neonati o poco più; probabilmente si dà per scontato che nessuno pensi siano esempi da seguire. Uno degli ingredienti buoni: la struttura centrale a ritroso.

Mota 13/02/12 17:15 - 59 commenti

I gusti di Mota

Film divertentissimo, si ride dall'inizio alla fine. Quattro amici decidono di festeggiare a Las Vegas l'addio al celibato di uno di loro. Il giorno dopo tre di loro si risvegliano senza ricordare nulla di quello che hanno fatto e soprattutto senza lo sposo. Il ritmo è altissimo, non ci si annoia mai, neanche nei titoli di coda. Fenomenale Zach Galifianakis ma ottimi anche gli altri attori. Buona la regia e notevole la sceneggiatura. Da vedere assolutamente!

Motorship 6/08/12 17:09 - 567 commenti

I gusti di Motorship

Sorprendente commedia americana di tipo "demenziale", che s'ispira in maniera furba e film alla Animal House o sugli addii ai celibati degli anni 80, costituendo un ibrido quantomai riuscito. Malgrado attori non troppo famosi, il film si lascia guardare dall'inizio alla fine grazie anche alla verve e alla goliardia delle scen. Si ride quasi sempre ed è una storia adatta a un pubblico molto vario. Per trascorrere un'ora e tre quarti in puro diverimento.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Coyote 21/08/12 09:45 - 185 commenti

I gusti di Coyote

Ha indubbiamente il merito di distinguersi almeno un po' rispetto a tante tra le commediacce volgari e banali che Hollywood sforna ogni anno. Tuttavia non si può dire che la sua comicità sia così irresistibile: accanto ad alcune situazioni simpatiche, infatti, si affiancano diversi passaggi piuttosto scontati, che tolgono ritmo a un film a suo modo ambizioso ma di scarsa freschezza.

Mco 25/09/12 18:52 - 2177 commenti

I gusti di Mco

Se si pensa al solito film sul sesso sfrenato e le donnine attaccate ai pali di un night non si centra il bersaglio. Tutto il poc'anzi descritto c'è stato, ma non lo conosceremo mai in maniera dettagliata in quanto l'obiettivo degli sceneggiatori è quello di articolare una detection su ciò che è già stato. Ex post si ride (e si piange) di quello che (forse) è accaduto, trascinati dalla carica esplosiva di una comicità divertente e mai troppo volgare. Galifianakis ed Helms una spanna sopra, la Graham splendida.
MEMORABILE: L'orientale che esce dal cofano e si mette a menare.

Herrkinski 10/10/12 12:01 - 5684 commenti

I gusti di Herrkinski

Spassosa commedia americana, che parte dallo spunto di una colossale sbronza a Las Vegas di quattro trentenni e delle disastrose conseguenze. Tante le situazioni decisamente over-the-top, nel più classico stile demenziale made in USA da Animal house in poi; ma la simpatia dei protagonisti, la cura nei dialoghi, la follia delle varie situazioni tengono alta l'attenzione e il divertimento. Certo, se visto da un'altra ottica il film dovrebbe anche far riflettere, ma se preso come pura commedia risulta comunque esilarante e ben fatto.
MEMORABILE: Mike Tyson e la tigre; Il cinese; La stazione di polizia.

Enzus79 23/03/13 11:03 - 1974 commenti

I gusti di Enzus79

Non male. Commedia divertente e abbastanza originale. Certo mancano gli attori giusti (tipo Ben Stiller o Jack Black) e a tratti si cade nel banale, ma di sicuro non ci si annoia. Cose molto cattive è comunque di un altro pianeta, se paragonato a questo film.

Furetto60 26/03/13 08:09 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Breve premessa: mi metto a vedere il film convinto che trattasse di surf (!), forse a causa delle 2 Trapel che giravano per la testa. La situazione alcolica ha permesso di godere al meglio di questo film venato di follia, scanzonato e esagerato, aiutandomi ad entrare nella parte dei flippatissimi protagonisti. Una bellissima sorpresa anche perché far ridere con gusto è decisamente difficile; ci vogliono gli attori adatti, le battute valide, il rispetto dei tempi, tutte qualità qui presenti. Da seguire tutto fino e soprattutto ai titoli di coda.
MEMORABILE: Il pappone cinese; Thyson e la tigre; La suite del Cesar; Il risveglio allucinante; Il finale.

Disorder 12/06/13 22:12 - 1414 commenti

I gusti di Disorder

Forse il successo riscontrato dalla saga è un po' eccessivo rispetto agli effettivi meriti, ma questo primo capitolo rimane un film a suo modo innovativo e sicuramente riuscito. Perlomeno ci si è sforzati di creare una trama sensata e articolata su cui incollare le varie gag, alcune delle quali decisamente geniali (la tigre di Tyson, il cinese nudo nel bagagliaio). Bravissimo Galifianakis, una vera scoperta. Un buon film, sicuramente...

Delpiero89 16/01/14 15:24 - 263 commenti

I gusti di Delpiero89

Non molto diversa da tante altre commedie americana (il Road Trip dello stesso regista non era poi molto peggio...). Qualche risata non manca (ci mancherebbe) e il personaggio di Zach Galifianakis è sicuramente azzeccato, così ccome lo è la scelta dell'indagine a ritroso. Molta carne al fuoco e alla fine poco risultato, se non la classica leggera commedia americana dei nostri giorni.

Didda23 20/05/14 09:11 - 2310 commenti

I gusti di Didda23

Una serie di congiunzioni astrali hanno portato a compimento una delle commedie più riuscite degli ultimi anni: Todd Phillips, mai così brillante, gira con una coscienza dei tempi comici fenomenale, Galifianakis pesca il ruolo della vita e la sceneggiatura infarcisce il tutto con trovate oltremodo geniali. Immediatamente proclamato "cult movie", ha avuto l'ulteriore merito di consacrare le doti attoriali di Bradley Cooper. Purtroppo ha dato vita a una sequela di pellicole con tematiche simili, che non hanno lasciato il segno.

Almicione 27/05/15 01:20 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Quattro amici in vacanza a Las Vegas per festeggiare l'addio al celibato di Doug. La serata si rivelerà epica, ma nessuno riuscirà a ricordare cosa è successo e soprattutto dove si è cacciato il futuro sposo. Finalmente, tra i tanti tentativi non riusciti, una commedia divertente dall'inizio alla fine, con pochi momenti di sobrietà nonostante qualche stupidaggine. Il merito va in particolar modo a un trio geniale, equilibrato, con Alan che si rivela un personaggio azzeccato. Forse si è esagerato con il cinese e con Tayson, ma si può perdonare.
MEMORABILE: "Ben.. Carlos... Carlos?"

Il ferrini 30/03/16 23:39 - 1810 commenti

I gusti di Il ferrini

Per capire lo spirito del film è sicuramente più appropriato il titolo originale The Hangover, perché alla base della vicenda c'è appunto una "sbornia". I protagonisti se ne prendono una talmente grossa che la mattina non rammentano assolutamente nulla della nottata appena trascorsa; in compenso hanno una tigre in bagno, un bambino nell’armadio e uno di loro è scomparso. Questo l'incipit, dal quale si svilupperà una esilarante serie di avvenimenti che li aiuterà a ricostruire ciò che è realmente accaduto. Si ride di gusto dall'inizio alla fine.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Ultimo 11/04/16 13:02 - 1445 commenti

I gusti di Ultimo

Quattro amici partono alla volta di Las Vegas per un addio al celibato coi fiocchi e ne combineranno di tutti i colori! Buon film, con un cast decisamente affiatato e alle spalle una sceneggiatura solida condita da ottimi dialoghi in pieno stile commedia Usa (anche se, è bene dirlo, talvolta si sfiora il demenziale). Il migliore tra i protagonisti è senza dubbio Galifianakis, seguito a ruota da Cooper e Helms. Segnalo: il cinese pazzo ("Tu, panzone!") che esce dal bagagliaio nudo; la tigre di Tyson.
MEMORABILE: Tyson suona al pianoforte "In the air tonight"; Il risveglio dopo la sbronza.

Vito 30/05/16 02:18 - 686 commenti

I gusti di Vito

Simpatica commedia americana sul dopo sbronza amnesico di un gruppo di amici a Vegas. Il terzetto (perché uno non si trova più) di protagonisti è affiatato, soprattutto Galifianakis dà il meglio di sé e le gag sono tutte ottime e riuscite. Da menzionare la comparsata di Mike Tyson, davvero esilarante. C'è da dire che la storia non è certo originale (sullo stesso tema c'erano già stati ad esempio Fatti, strafatti e strafighe o il macabro Cose molto cattive), ma è comunque buon film.
MEMORABILE: Il cinese che esce nudo dal portabagagli; I tre che rubano la tigre di Tyson; Lo showreel della serata pazzesca durante i titoli di coda.

Capannelle 31/05/16 19:08 - 3856 commenti

I gusti di Capannelle

Buon film a tratti scoppiettante nella sua carica grottesca, che viene ben impersonata dal quartetto di avventurieri smemorati. Anzi terzetto, visto che il futuro sposo conserva le energie per la sua bella. Ha qualche pausa (in una di queste devo essermi perso la fine che fa il bimbo) ma è ben diretto, esalta le qualità dei protagonisti e non "svacca" più di tanto.

Zio bacco 24/09/16 14:41 - 240 commenti

I gusti di Zio bacco

Commedia molto simpatica che, pur ricalcando qua e là schemi già visti, riesce oltremodo a intrattenere. La traduzione in italiano è forse fuorviante, giacché è proprio la sbornia in sé a essere la chiave di volta del film. Molto buona la regia e davvero azzeccato Galifianakis nella parte (inutile dire che è quasi solo il suo personaggio a muovere la vicenda). La sensazione che non sia la classica americanata è data dal valore del cast, con tre attori molto bravi e a loro agio nei ruoli. Il finale è fiacco, ma non ridimensiona il giudizio.

Lou 23/05/17 22:15 - 1031 commenti

I gusti di Lou

Dopo la colossale sbornia della notte di addio al celibato a Las Vegas, il festeggiato non si trova più; in compenso ci sono una tigre in bagno e un neonato nello sgabuzzino. I tre amici, cercando di ricostruire quanto accaduto, ne combinano una dopo l'altra: molte le gag esilaranti e parecchie le cadute di gusto. Il quadro sarà completo solo con le immagini dei titoli di coda. Commedia demenziale e irrispettosa, ma ricca di idee e con grande ritmo. Il barbuto Galifianakis, perennemente scollegato, è un portento.

Minitina80 7/07/18 11:10 - 2512 commenti

I gusti di Minitina80

Un addio al celibato memorabile e ai limiti della follia è un desiderio di molti. Le trovate sono tante e di nessuna è possibile parlare male. I protagonisti sono ben caratterizzati e dispongono di carisma (a eccezione, forse, del futuro sposo). Il montaggio è un altro elemento positivo perché gode di ottime intuizioni che rendono graduale e stuzzicante la scoperta di ogni singolo eccesso notturno. L’intrattenimento e il divertimento sono garantiti, a patto di non avere aspettative particolari. Buona la scelta dei brani per la colonna sonora.

Piero68 3/10/18 08:57 - 2812 commenti

I gusti di Piero68

Irresistibile commedia che riesce sapientemente a mischiare vari tipi di umorismo: da quello scatologico a quello decisamente più raffinato passando per la classica commedia di situazione. Il tutto amalgamato in un contesto narrativo che raramente si riesce ad apprezzare, in una commedia. La sceneggiatura c'è e si vede e sono le gag al suo servizio e non viceversa, come avviene per quasi tutte le commedie. Affiatatissimo il quartetto, con un Galifianakis qualche gradino più su degli altri. Phillips decisamente sugli scudi dopo qualche passo falso.
MEMORABILE: La tigre di Tyson in macchina che fa scempio di sedili con i malcapitati costretti a spingere; Il cinese nudo nel portabagagli; Le prove con i taser.

Bubobubo 21/11/18 00:29 - 1434 commenti

I gusti di Bubobubo

Ora che si avvicina il primo decennale, lo si può dire senza troppi timori reverenziali: è la commedia più divertente e dinamica di quest'ultima decade. Persino la gag più risaputa (e qualche luogo comune, inevitabilmente, c'è) è inserita in un contesto che ne valorizza la forza comica e la fa esplodere con la forza di una bomba: fatto di per sé altamente significativo. Protagonisti in stato di grazia (sarà il trampolino per la maschera parlante di Galifianakis), ma tutta l'operazione non mostra cedimenti. Si muore dal ridere: garantito!

Pigro 1/06/19 14:33 - 8354 commenti

I gusti di Pigro

Un ottovolante e al tempo stesso un rebus, il tutto dando sfogo alla fantasia e alla comicità. Partito dalla stuzzicante idea del dover ricostruire una notte brava a Las Vegas di cui si è perduta memoria, il film ci sballotta in uno slalom di situazioni e personaggi sempre più incredibili in una sorta di caccia al tesoro con countdown. Insomma, ingredienti speziati e sorprendenti per un piatto gustoso che incuriosisce e diverte. Ottimo il ritmo (che è poi la chiave di volta) e azzeccate le trovate nella loro assurdità. Piacevole.

Viccrowley 10/02/20 23:28 - 804 commenti

I gusti di Viccrowley

Un decennio prima del celebrato Joker, Phillips dimostra di avere del bel talento dirigendo una commedia fuori di testa che sarebbe entrata nell'immaginario collettivo. Rifacendosi alle atmosfere di Animal house e dei college movies made in USA anni 80, Phillips cuce addosso a un terzetto di affiatati protagonisti una vicenda scorretta e capace di creare momenti di autentico spasso. La tigre di Mike Tyson, Alan con il bimbo nel marsupio, il dente di Stu e il fulminatissimo Chan viaggiano a rotta di collo per 100 minuti di delirante divertimento.
MEMORABILE: Il pugno improvviso di Tyson a Alan; Chao nel bagagliaio; I titoli di coda.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Magi94 7/05/20 13:19 - 749 commenti

I gusti di Magi94

Commedia volgarotta all'americana con sprazzi d'idee riuscite, a partire da quella che dà scintille al film, cioè l'amnesia dopo una notte di baldoria. Si ride a tratti, ma allo stesso tempo si è sovrastati da un mare di banalità e stereotipi che di certo non fanno volar alto il film, su cui pesa un forte cameratismo da branco maschile, con compresa spogliarellista "comprensiva" e prona a qualsiasi decisione dei protagonisti. Le battute sono molto spesso legate a questo dubbio umorismo, quindi si ride più per le situazioni paradossali.

Lupus73 7/06/20 23:07 - 882 commenti

I gusti di Lupus73

Addio al celibato a Las Vegas, brindisi e poi black out: risveglio peggio che nella copertina dei Tankard "The morning after". Goliardic movie che ha dei precedenti solo in Animal house (con diverso contesto) e Alan è il Bluto della situazione. Comicità diversa, adatta ai tempi, con eccessi talmente paradossali (da Guinness dei primati) che fanno ridere veramente (cercando di ricostruire l'accaduto, una chicca dopo l'altra, col matrimonio che attende). Phillips ha un talento innato per la nuova comicità.
MEMORABILE: La tigre rubata a Mike Tyson (che si gasa con Phil Collins e picchia Alan); le foto "tabù" nei titoli di coda.

Teopanda 3/01/21 00:25 - 49 commenti

I gusti di Teopanda

Film che si svolge in una maniera interessante, ovvero con i protagonisti che ripercorrono a ritroso la loro serata. Pur essendo citato da più parti come opera assai divertente, lascia un po’ l’amaro in bocca. Le battute fanno quasi sempre ridere, ma non ci sono momenti che si ricordano. Idea comunque originale e film che riesce a divertire, quindi pienamente sufficiente. Buono, ma mi ci si aspettava qualcosa in più, vista la sua fama.
MEMORABILE: La scena del bagagliaio.

Gordon 3/01/21 12:16 - 207 commenti

I gusti di Gordon

Buona commedia americana oramai divenuta leggendaria, specialmente tra i più giovani. Ciò che conta del film infatti sono le bravate scriteriate, le bevute clamorose e le situazioni equivoche, avvalorate però da una solida trama alle spalle e da una valida regia che tiene alta la tensione. Un altro punto a favore della pellicola è la presenza di alcune scenette esilaranti, che però a volte sfociano nell'assurdo e nell'inverosimile. Evitabile pure la comparsata di Tyson, buone invece le musiche.
MEMORABILE: I tre eroi che sbancano Las Vegas; La tigre nella suite e il suo trasporto.

Leodol2002 4/01/21 14:33 - 36 commenti

I gusti di Leodol2002

Quattro amici si svegliano in una camera d’hotel totalmente a soqquadro dopo la notte dell’addio al celibato di uno di loro, Doug, misteriosamente scomparso. Gli avvicendamenti per ritrovarlo rendono il film molto divertente; gli attori se la cavano alla grande e divertono davvero, in alcuni tratti. Buono anche lo sfondo di Los Angeles e l’intrusione di alcuni personaggi famosi (tipo Mike Tyson). Una commedia americana di inizio anni duemila decisamente riuscita.
MEMORABILE: Il viaggio con la tigre in auto; L‘episodio al commissariato di polizia; Stu e la sua nuova moglie; L'epica vittoria al casinò grazie ad Alan.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 18/01/10 11:16
    Consigliere - 44424 interventi
    Eh eh, la ricordo. Una delle tante notevoli del film...
  • Curiosità Federico • 21/01/10 09:14
    Galoppino - 91 interventi
    Esatto. Cavolo ho il blu ray di questo filma da settimane, ma non ho trovato ancora il tempo per gustarmelo! Cmq ha vinto il Golden Globe come miglior commedia.
  • Homevideo Galbo • 27/05/11 15:42
    Consigliere massimo - 3835 interventi
    In occasione dell'uscita cinematografica di Una notte da leoni 2, è stata pubblicata una nuova edizione Blu Ray di questa commedia (Extreme Edition) contenente sia l'edizione cinematografica del film (100' di durata) che una versione director's cut (solo in inglese) che dura 8 minuti in più.
  • Discussione Gestarsh99 • 21/09/11 15:00
    Scrivano - 16500 interventi
    Questo film mi è piaciuto parecchio, soprattutto per la sua struttura temporale sconnessa ed imprevedibile...

    SPOILER SPOILER SPOILER

    ...però alla fine mi è rimasto un piccolissimo micro-dubbio di carattere avicolo: va bene il futuro sposo volatilizzatosi nel nulla assieme al suo materasso, va bene la tigre nel bagno fregata dalla villa di Mike Tyson, va bene il dente in meno autoestratto durante una dimostrazione di perizia odontoiatrica successiva alla mega-sbornia, va bene anche il neonato nell'armadio figlio di una marchettara sposata brevi manu in una cappella dell'amore autostradale, va bene finanche il boss cinese rinchiuso nel bagagliaio in crudele attesa di una presunta sodomizzazione di gruppo...


    ...ma quella gallina a spasso nella camera d'albergo da dove caspita sarà mai cicciata fuori????????????????

    SPOILER SPOILER SPOILER

    Chi è in grado di risolvere l'arcano non se la faccia sotto e si faccia sotto! :D
  • Discussione Didda23 • 21/09/11 15:03
    Comunicazione esterna - 5748 interventi
    La scena della gallina proprio non la ricordo.Purtroppo quando un film solo una volta mi rimane poco a lungo termine...NOn ti posso essere d'aiuto
  • Discussione Gestarsh99 • 21/09/11 20:11
    Scrivano - 16500 interventi
    Didda23 ebbe a dire:
    La scena della gallina proprio non la ricordo.Purtroppo quando un film solo una volta mi rimane poco a lungo termine...NOn ti posso essere d'aiuto

    Speriamo che almeno Galbo e Cotola ne sappiano qualcosa in più...
  • Discussione Didda23 • 21/09/11 20:19
    Comunicazione esterna - 5748 interventi
    Penso che non ci sia una risposta..Comunque se lo chiedono altre persone in internet..

    http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20110605055552AAe2TA4

    Mi sono rivisto pure le foto nel finale e della gallina non c'è traccia!
    Ultima modifica: 21/09/11 20:20 da Didda23
  • Discussione Cotola • 23/09/11 00:06
    Consigliere avanzato - 3663 interventi
    Purtroppo io sono come Didda. Se vedo un film
    una sola volta, dopo un pò tendo a dimenticarlo
    tranne nel caso in cui mi abbia molto colpito,
    cosa non avvenuta per questa gradevole pellicola.
  • Homevideo M.shannon • 6/12/13 03:08
    Disoccupato - 310 interventi
    Blu Ray Warner Home Video (Master ottimo) fotogramma minuto 51:20

    Ultima modifica: 6/12/13 08:30 da Zender
  • Discussione Raremirko • 11/02/15 13:36
    Addetto riparazione hardware - 3645 interventi
    Magari sarà sfuggito ai più, ma più che altro in questo primo film anche la cura scenografica è notevole.

    Si noti la stanza che vede il risveglio dei tre, con palle da bowling conficcate nei muri, tv rotte, ecc..