È una sporca faccenda, tenente Parker!

Media utenti
Titolo originale: Mc Q
Anno: 1974
Genere: poliziesco (colore)
Note: Aka "E' una sporca faccenda tenente Parker!"
Numero commenti presenti: 14

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/04/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 27/04/07 11:33 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Il detective McQ (chissà perchè divenuto Parker) scampa a un attentato di narcotrafficanti e, stufo delle pastoie burocratiche, si dimette e seguita le indagini per conto proprio... Il Duca smonta da cavallo e si cimenta col poliziesco metropolitano (con parecchi debiti verso Il braccio violento della legge): non è proprio la sua tazza di tè, ma il carisma è indiscutibile, la mano di Sturges ancora abbastanza ferma e insomma, le due ore passano più che piacevolmente.

Lovejoy 26/03/08 14:35 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Discreto poliziesco efficacemente diretto dal bravo Sturges con un solo difetto: di non reggere per tutta la sua durata. Dopo poco infatti la vicenda inizia a perdere colpi, con numerosi tempi morti a infiacchire il ritmo. E non bastano alcune scene e in particolare lo spettacolare finale sulla spiaggia a rendere questa pellicola un cult. Godibile si, ma non un capolavoro. Comunque, vale almeno una visione. Grazie sopratutto alla forte presenza scenica di Wayne e Lettieri.
MEMORABILE: L'incontro tra Wayne e Lettieri.

Galbo 28/03/08 07:18 - 11451 commenti

I gusti di Galbo

Una delle poche divagazioni di John Wayne dal genere western è questo poliziesco diretto dal bravo John Sturges. Il film ha purtroppo il fiato corto nel senso che il ritmo non regge per tutta la durata della pellicola e ci sono alcuni momenti di troppo di pausa narrativa. Alcune sequenze (tipo quella finale) sono tuttavia ottime e Wayne mantiene intatto il suo carisma anche quando scende da cavallo.

Enricottta 9/11/09 15:49 - 507 commenti

I gusti di Enricottta

Senza speroni, il Duca non perde un carato del suo immenso carisma. Il film gira tutto intorno a lui e forse è troppo anche per un gigante. Il grande regista di pellicola indimenticabili (tra le altre La grande fuga) sembra più abituato a gestire cast "corali" che solisti. Unico che si ricorda tra gli altri è il bravissimo Al Lettieri. La memorabile scena finale è da cineteca e non sto scherzando! Tarantino docet.

Rambo90 28/02/11 03:57 - 6432 commenti

I gusti di Rambo90

Godibile poliziesco con un John Wayne ancora carismatico e con varie cartucce da sparare (in tutti i sensi,) nonostante l'età. Buoni lo svolgersi della vicenda, il cast di contorno (con un bravo Al Lettieri), la colonna sonora del veterano Bernstein e il leggendario inseguimento finale sulla spiaggia. Ciò nonostante la durata è un po' eccessiva e, soprattutto all'inizio, la storia fatica ad entrare nel vivo. Comunque un buon prodotto di genere.

Fauno 28/05/14 02:05 - 1935 commenti

I gusti di Fauno

Ricco sì di colpi di scena, ma più mentali che spetttacolari. Geniale più che mai il sistema di imboscare la droga e di incanalarla per altre vie, ma la mitraglietta adottata da Lou Parker sarebbe molto utile anche ai giorni nostri per decimare, come invece nel film non fa, tutti gli arraffoni che non si accontentano mai, neppure di essere fra quelli che contano e arrivano perfino "a farsi puzzare il fiato" a forza di volere sempre di più. E 32 colpi in un secondo e mezzo non sarebbero davvero male...
MEMORABILE: L'esecuzione sommaria all'inizio e la riconciliazione finale.

Dega88 29/12/15 23:34 - 15 commenti

I gusti di Dega88

Un buon film poliziesco con un'ottima regia di Sturges sopratutto nelle scene d'azione, notevoli anche le musiche; quello che stride però con tutto il contesto è il protagonista interpretato da un troppo anziano John Wayne, che proprio a causa dell'età e del suo solito sorriso stampato in viso risulta poco credibile nel ruolo di poliziotto che se ne infischia delle regole.

Homesick 31/12/15 17:04 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Dal western al poliziesco il salto non è difficile per Sturges e Wayne, che sanno gestire bene la sporca faccenda di sbirri e alte sfere compromessi dal traffico di droga: il regista, infilando buone scene d'azione culminanti nell'inseguimento lungo la spiaggia; l'attore, prestando la sua maschera granitica che, solcata dall'età e sempre animata dalla voce insostituibile di Emilio Cigoli, gli conferisce un'aria stanca e disillusa adatta al contesto. Notevole il criminale signorile di Lettieri. Un tipo di cinema poliziesco affine ai migliori telefilm congeneri del periodo.
MEMORABILE: L'inseguimento lungo la spiaggia.

Saintgifts 30/12/15 09:21 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

John Wayne, a 67 anni, dimostra di stare alla pari (forse anche un gradino più in alto) di famosi attori che negli anni sessanta-settanta si sono cimentati nel poliziesco. In una sceneggiatura piuttosto convenzionale, dove ancora una volta si sfrutta il tema polizia corrotta, spicca la trovata delle "droghe zuccherate". La regia di Sturges è piuttosto buona, qualche lungaggine di troppo con un Wayne ancora conteso da donne piacenti, ma tutto sommato il ritmo rimane alto e anche l'interesse alla visione. Seattle non fa rimpiangere San Francisco.

Nicola81 7/01/16 22:16 - 2007 commenti

I gusti di Nicola81

Primo dei due polizieschi interpretati da John Wayne, è il classico film confezionato a immagine e somiglianza del protagonista, che ripaga con la consueta bravura. Gli ingredienti sono quelli tipici del genere (il poliziotto manesco osteggiato dai superiori, la corruzione che intacca le alte sfere e le forze dell'ordine), ma Sturges gestisce da buon mestierante, confezionando un incipit e un finale davvero pregevoli; la parte centrale, invece, avrebbe meritato qualche sforbiciata. Insolita l'ambientazione a Seattle.
MEMORABILE: Oltre all'incipit e al finale, citerei anche il sandwich con la macchina...

Digital 20/07/16 18:17 - 1122 commenti

I gusti di Digital

Abbandonate le ampie praterie del west, Wayne sbarca nella metropoli di Seattle per un poliziesco solidamente diretto dal veterano Sturges. La trama non offre grandi spunti di novità (i soliti narcotrafficanti da arginare), a farla da padrone sono più che altro i personaggi (il Duca in primis), le cui psicologie sono meritoriamente approfondite. Qualche momento di stallo si poteva evitare, ma complessivamente si tratta di un film che coinvolge e intriga. Tra i momenti clou il rocambolesco inseguimento finale lungo la spiaggia. Ost sublime.

Puppigallo 29/11/18 20:41 - 4525 commenti

I gusti di Puppigallo

Se Callaghan avesse avuto un padre nella polizia, probabilmente sarebbe stato questo integerrimo, onesto e con le mani che prudono tenente rompiuova nel paniere del crimine. E qui c'è solo l'imbarazzo della scelta, perchè il marciume parte dai bassifondi, fino a raggiungere le alte sfere. La storia in sè non è particolarmente interessante; e il protagonista, seppur calato nella parte, continua a sembrare un cowboy prestato alla polizia (anche un po' troppo ingessato nel menar le mani). Ma la narrazione è comunque piuttosto fluida e, nel complesso, non è male.
MEMORABILE: Gli spacca la faccia contro lo specchio, gli rifila un po' di pugni e poi dice che è scivolato e caduto nella vasca.

Berto88fi 18/06/19 13:07 - 199 commenti

I gusti di Berto88fi

Non particolarmente intrigante né originale, questo poliziesco; con un protagonista perfetto per il western, meno convincente invece come detective, troppo imbolsito anche per colpa dell'età. Tralasciando la notevole parte finale e l'innegabile crudezza dell'incipit, il resto del film scorre abbastanza monotono e il ritmo ha bruschi rallentamenti. Davvero ottima la colonna sonora di Elmer Bernstein, gradevoli le location.
MEMORABILE: L'inseguimento a distanza del mini-van.

Myvincent 24/10/20 08:18 - 2603 commenti

I gusti di Myvincent

Non è ancora il momento di mandare in pensione il tenente Parker, quando succede che alcuni poliziotti vengono "seccati" per motivi che solo lui riuscirà a scoprire. Al centro della storia un John Wayne bolso e sfiatato, tuttavia dalla pistola facile, come ai tempi dei suoi migliori western. Niente di eccezionale nel complesso, tutto molto convenzionale,  fatta eccezione per l'acrobatica sequenza finale, con inseguimenti in macchina al fulmicotone.
MEMORABILE: Il parrucchino grigio topo spiaccicato sulla testa di John Wayne.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Ellerre • 12/06/09 16:24
    Call center Davinotti - 1124 interventi
    Grande colonna sonora d'azione, stile grande orchestra, del maestro Bernstein.
    Riferimento discografico: Elemer Bernstein, McQ, Film Score Monthly 1974.

    Ultima modifica: 13/06/09 03:03 da Zender
  • Curiosità Patrick78 • 19/06/09 12:14
    Magazziniere - 546 interventi
    Fa parte dei 190 film menzionati da Edgar Wright e da Quentin Tarantino che si possono trovare nel commento del film -HOT FUZZ- Questo "duetto" di opinioni e citazioni è incluso nel terzo disco DVD della collector's edition uscita per il mercato UK.Considerato dai due uno dei migliori ripoff di DIRTY HARRY.
  • Discussione Patrick78 • 19/06/09 12:38
    Magazziniere - 546 interventi
    Detto con tutta sincerità se non ti interessa basta che non li leggi.Non capisco il tuo accnimento su ogni curiosità che inserisco.Se non sei d'accordo su ciò che scrivo lamentati con chi di dovere ma personalmente io penso di fare qualcosa di piacevole che a qualche appassionato di Tarantino o chi per lui potrebbe anche far piacere.
  • Discussione Ellerre • 19/06/09 12:43
    Call center Davinotti - 1124 interventi
    Patrick78 ebbe a dire:
    Detto con tutta sincerità se non ti interessa basta che non li leggi.Non capisco il tuo accnimento su ogni curiosità che inserisco.Se non sei d'accordo su ciò che scrivo lamentati con chi di dovere ma personalmente io penso di fare qualcosa di piacevole che a qualche appassionato di Tarantino o chi per lui potrebbe anche far piacere.

    A me interessano i tuoi inserimenti, ma posso chiederti se è possibile, avere anche l'elenco completo dei film raggruppato in un unico post? Grazie.
    Ultima modifica: 19/06/09 20:44 da Ellerre
  • Discussione Zender • 19/06/09 20:12
    Consigliere - 43740 interventi
    Dunque, io credo che inserire curiosità vada benissimo naturalmente, basta che siano in qualche modo motivate. In questo caso la frase "Considerato dai due uno dei migliori ripoff di DIRTY HARRY" può anche essere interessante. In definitiva: se i due lo citano spiegando per qualche ragione la loro scelta la cosa ha un senso. Se è per dire solo "è uno dei 190" senza spiegare perché allora è ridondante e ti chiederei di postare la cosa nella DISCUSSIONE GENERALE del film stesso, invece che nelle CURIOSITA'.