Un'impresa da Dio

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Evan Almighty
Anno: 2007
Genere: commedia (colore)
Note: Sequel di "Una settimana da Dio"
Numero commenti presenti: 11
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/10/07 DAL BENEMERITO DUSSO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 16/10/13
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 3/11/07 19:54 - 1933 commenti

I gusti di Fabbiu

L'inizio è lento, si ha l'impressione di avere a che fare con una commedia moralista scontata e prevedibile. S. Carell non è il massimo: troppe smorfie (forse vuole ispirarsi a J. Carrey). Un altro difetto è che al contrario di Una settimana da Dio il contatto con la Divinità (spiega al protagonista dei poteri e della missione) è molto più veloce e diretto dando subito il via alle gag con effetti speciali. All'improviso (Per fortuna) il film si aggiusta, i ritmi si fanno più seri e in certe scene si ride davvero di gusto. Bellissimi effetti.
MEMORABILE: Da quando si rompe la diga, tutte le scene sull'arca sono una gioia per gli occhi.

Dusso 12/10/07 09:45 - 1535 commenti

I gusti di Dusso

Inizio (la prima mezzora) davvero sconfortante: si sorride di rado e alcune gag nonché il protagonista Steve Carell fanno un po' pena; poi per fortuna, senza che neanche lo spettatore se ne accorga, il film diventa piacevole, tutto migliora e pure il protagonista inizia a farci sorridere (soprattutto grazie ad alcune gag con gli animali). Finalone con effetti speciali della Madonna (davvero fatti da Dio, altro che il titolo!) e buoni sentimenti. Un film in fin dei conti gradevole per passare un'ora e mezza in assoluta serenità. Non male la colonna sonora. Male invece Lauren Graham.
MEMORABILE: L'inondazione finale,di grandissimo effetto se vista al cinema

Galbo 19/02/08 05:53 - 11391 commenti

I gusti di Galbo

Evitabile sequel di una commedia di grande successo (Una settimana da Dio) girata dallo stesso regista e utilizzando grosso modo lo stesso schema ma (cosa fondamentale) senza la presenza di Jim Carey. Il cambio con Steve Carell risulta perdente: l'attore interpreta la parte senza la dovuta auto-ironia e circondato da un cast poco simpatico (con l'eccezione di Morgan Freeman che è però poco in scena). Inoltre la commedia fa largo uso di trovate comiche abusate ed effetti speciali non convincenti.

Daniela 21/02/09 15:47 - 9417 commenti

I gusti di Daniela

Più uno spin-off che un sequel, eredita da Una settimana da Dio Steve Carell, promosso a protagonista e il "divino" Morgan Freeman (un po' irritante, in verità). Commedia non brutta ma piuttosto banale, che parte con tocchi demenziali per diventare una favoletta ecologista adatta ad un pubblico familiare senza molte pretese. I tanti animali rubano facilmente la scena agli umani e gli effetti speciali sono pure esagerati, considerato che al novello Mosè è affidato un compito meno impegnativo rispetto a quello del suo precedessore.

B. Legnani 10/11/11 23:54 - 4725 commenti

I gusti di B. Legnani

Sarò l'unico al mondo, ma l'ho trovato assai superiore a Una settimana da Dio (parlare di suo sequel, però, mi sembra molto discutibile). Brutto, trasandato e pacchiano quello, sufficiente e qua e là carino questo (**). L'inizio, con i vari messaggi divini, non è male, poi cala un po' con la costruzione dell'arca e conclude con effetti speciali molto piacevoli. Non funziona, però, il cast di contorno: bravo Carell, Freeman perfetto, la Graham sufficiente (mi ricorda la Lodovini!), ma grotteschi e insopportabili il politico rivale e i collaboratori. Citazione da Hitchcock.

Belfagor 18/11/10 20:30 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Questo sequel di Una settimana da Dio fatica molto a partire, consegnandoci una prima parte di stampo palesemente televisivo e piccolo-borghese. Anche Morgan Freeman pare aver perso parte dello smalto "divino" del primo capitolo. Poi ci si mette il cuore (e gli standard) in pace e, con l'aggiunta di effetti speciali degni di nota, il film scorre fino alla fine raggiungendo la sufficienza. Per la maggior parte del tempo è semplicemente anonimo, ma si riscatta nel finale con l'ottima sequenza dell'inondazione.
MEMORABILE: "Aggiungo l'undicesimo comandamento: Fai la danza!"

Rambo90 30/06/11 21:11 - 6350 commenti

I gusti di Rambo90

Fiacco sequel della bella commedia con Carrey: lui non c'è più, al suo posto troviamo quell'Evan Baxter che era il suo principale concorrente nel primo film. All'inizio ci si diverte, ma la seconda parte con la costruzione dell'arca e il relativo diluvio sono poco avvincenti e, cosa ancora più grave, poco divertenti. Carell è un discreto protagonista ma dovrebbe scegliere film migliori, Freeman appare molto meno rispetto alla volta passata e non lascia il segno; si distingue invece il bravo John Goodman in un ruolo di contorno.

Cloack 77 24/07/12 17:21 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

Il progetto rispetto a Una settimana da Dio è leggermente diverso, il film diviene più per famiglie, l'iconoclastìa di Carrey sarebbe sembrata fuori luogo, la compassata bonomia e simpatia di Carell diviene necessaria, così come un velo di ecologismo all'acqua di rose, ma almeno presente. Un film assolutamente inutile diviene un film per una serata "semplice", serena, null'altro; meno male.

Saintgifts 20/09/12 09:22 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Manca la sorpresa di Morgan Freeman "Dio" biancovestito (e questo già cala diversi punti), poi c'è una buona mezz'ora di film con una comicità forse apprezzata oltreoceano ma che qui dice poco, o addirittura intristisce. Sembra che tutto, alla fine, sia basato sugli effetti speciali, che in effetti sono speciali, specie la presenza degli animali; animali che però più di tanto non meravigliano gli abitanti di Washington e nemmeno gli sciocchi commentatori della tv: d'accordo che siamo in commedia, ma un po'di credibilità non avrebbe guastato.

Maik271 3/11/14 23:01 - 436 commenti

I gusti di Maik271

Commedia americana priva di grande interesse se non per alcune situazioni simpatiche e un cast dignitoso. La computer grafica che nella parte finale del film la fa da padrona è abusata, la morale è scontata e la musica di chiusura è: "Every body dance now". Evitabile.

Pigro 31/05/19 10:34 - 7796 commenti

I gusti di Pigro

Dio ordina a un politico vanitoso di costruire una nuova arca della salvezza. Alcuni spunti sono carini, alcune situazioni simpatiche: questo è ciò che rende passabile questo film. Per il resto, la storia è mal impostata (favola? apologo? divertissement?), poco equilibrata, con oscillazioni dal demenziale al moralistico, con uno sviluppo finale che, a parte la gag (pur prevedibile) dell’attesa della pioggia, scivola nella pacchianata e nella retorica (che comunque è spesso presente in salsa evangelica). Sciocchi ma carini i titoli di coda.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.