Formula per un delitto - Film (2002)

Formula per un delitto

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Non rappresentano certo una novità, per il cinema, i due amici che in un eccesso di autoesaltazione si convincono di poter commettere l'omicidio perfetto e lo attuano ingaggiando una vera e propria sfida con la polizia: FRENESIA DEL DELITTO aveva già elegantemente affrontato il tema e una puntata di Colombo (OMICIDIO TELECOMANDATO) l'aveva riproposta in ambito televisivo. Curiosamente però c'è un altro film che sembra nascondersi tra le ispirazioni di Schroeder, citato quasi apertamente nel finale sul precipizio e comunque...Leggi tutto ripreso nel disegno dei due killer: L'INNOCENZA DEL DIAVOLO, con un Gosling magnetico che pare riproporre negli sguardi obliqui la stessa malizia che fu di Macaulay Culkin dieci anni prima (solo un caso che in Italia a doppiare i due sia sempre Simone Crisanti?). Ad ogni modo qui buona parte della scena se la prende Sandra Bullock, l'investigatrice chiamata a risolvere il delitto. E' il personaggio meglio delineato a cui l'attrice offre un ottimo servizio mettendoci grande personalità: il tipico maschiaccio, con un passato tremendo a cui cerca di non pensare e un'ostinazione che come vuole la tradizione contrasta con i pareri di tutti i colleghi, decisi a chiudere il caso (la donna che noi sappiamo essere stata uccisa dai due studenti) tirando le conclusioni più ovvie, dal momento che un colpevole bello pronto c'è (Penn). Non siamo insomma di fronte a un soggetto molto originale, ma incuriosisce comunque vedere come si possa incastrare chi sembra aver previsto tutto mentre si dà uno sguardo anche al rapporto anomalo, dai toni velatamente omosessuali, tra i due giovani. Ryan Gosling giovanissimo, strafottente come da ruolo, s'impone con maggior carisma rispetto al più dimesso Michael Pitt, in un primo momento deciso e arguto poi chiaramente succube dell'amico, che irritato dalle sue avance a una giovane compagna di scuola gliela ruba solo per dimostrare quanto poco lei meritasse la sua stima. Sono le prime incrinazioni di un rapporto difficile, che Schroeder è abile a descrivere come fa con tutti i protagonisti, senza perdere d'occhio la storia. Manca un po' la suspense che in un thriller dovrebbe essere fondamentale, ma è evidente che l'ambito è piuttosto quello del giallo/poliziesco psicologico, puntato a ricavare buone performance dal cast grazie anche a una sceneggiatura con diverse frecce al proprio arco. Forse eccessivamente satura e impastata la fotografia del grande Luciano Tovoli quando cerca di farsi notare (come nel finale) attraverso luci insolite, piuttosto ben organizzata e articolata l'ultima parte, comprensiva d'un piccolo colpo di scena, a conferma della discreta validità dello script. Forse poco coinvolgente nel complesso, un po' superficiale in certe parti ma godibile. Sempre enigmatico il volto della Bullock: a volte magnifico a partire dallo sguardo felino che buca lo schermo, altre volte imperfetto o più anonimo; in ogni caso è lei a prendersi il film, annettendoselo con facilità.

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/06/07 DAL BENEMERITO MAGNETTI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 28/06/18
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Magnetti 22/06/07 17:44 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Pensavo di vedere il solito film fatto in serie, invece devo ammettere che l'idea iniziale (due giovani benestanti che, annoiati, decidono di mettere in atto il delitto perfetto) è molto buona e, con alti e bassi, portata avanti con efficacia. La tecnica narrativa è quella del gioco a carte scoperte (sin dall'inizio si conoscono gli autori del delitto). Sandra Bullock, bella ma purtroppo afflitta dalla solita espressione con occhi da pesce bollito, interpreta bene una poliziotta (soprannominata iena) dai tratti psicologici controversi.
MEMORABILE: Il bellissimo e inquietante cottage diroccato sulla scogliera in cui è ambientato il finale (ottima fotografia).

Galbo 10/04/08 05:55 - 12388 commenti

I gusti di Galbo

Ennesima variazione sul tema del delitto perfetto che si svolge questa volta in un ambiente di giovani benestanti annoiati. Sebbene non originale, il film è tuttavia ben realizzato e il regista riesce a mantenere la tensione piuttosto alta grazie agli sviluppi di una discreta sceneggiatura che caratterizza piuttosto bene le motivazioni e la mentalità dei personaggi principali, ben intepretati da un buon cast. Discreto.

Deepred89 11/04/08 21:09 - 3704 commenti

I gusti di Deepred89

Mediocre thrillerino che affronta con banalità un tema abusato. Personaggi stereotipati, situazioni scontatissime e una fastidiosa sciattezza di fondo. Sandra Bullock è anonima e inespressiva, ma gli altri attori sono anche peggio. Difficile trovare un buon motivo per vederlo.

Ciavazzaro 20/07/08 12:32 - 4768 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Thrillerino che si avvale di una struttura apparentemente ben delineata ma che nel finale cerca di riservare colpi di scena più o meno onesti. Discreta la Bullock, abbastanza insopportabili i due giovani assassini, confezione così così. Sufficiente, non regala grandi emozioni.

Herrkinski 18/07/08 18:42 - 8100 commenti

I gusti di Herrkinski

Buon thriller puro e semplice, interpretato dalla efficace Sandra Bullock e da una coppia di giovani attori dalle ottime capacità come Pitt e Gosling, già apprezzati in varie pellicole degli ultimi anni. La storia è interessante e nonostante qualche caduta nel prevedibile riguardo alla psicologia della protagonista, il film scorre che è un piacere, con alcune sequenze, dialoghi veramente azzeccati e un finale sulla scogliera visivamente notevole (ottima fotografia). Niente male.
MEMORABILE: I dialoghi nell'incipit.

Pigro 29/11/09 10:33 - 9659 commenti

I gusti di Pigro

Due studenti progettano il delitto perfetto, ma una poliziotta li tallona nonostante le sue debolezze psicologiche. L'idea è buona, sia nella sovrapposizione delle due vicende (il delitto da una parte e la memoria dolorosa della detective dall'altra) che soprattutto nel delineare in entrambe le storie dei rapporti di plagio, fragilità e sopraffazione. Ma la narrazione non è convincente, è poco verosimile in diversi passaggi e nella stessa protagonista. Perfino il colpo di scena finale non stupisce, non illumina, non è necessario.

Daniela 30/11/09 23:46 - 12651 commenti

I gusti di Daniela

Da uno spunto simile (due giovani ricchi ed annoiati che per pura scommessa intellettuale portano a termine un delitto "perfetto") Hitchcock ha tratto uno dei suoi capolavori. Qui siamo invece a stento alla sufficienza risicata, guadagnata più per la confezione che per la storia (poco avvincente e con varie incongruenze) o per le interpretazioni, nessuna delle quali memorabile. Peccato, perchè Pitt e Gosling altrove hanno dato buone prove e il rimescolio delle carte nel finale avrebbe potuto anche essere intrigante.

Stefania 20/11/10 00:35 - 1599 commenti

I gusti di Stefania

Non troppo coraggiosa, questa variazione sul tema del delitto gratuito, si assiste ad un corpo a corpo (sia metaforico che... letterale!) abbastanza scontato tra l'investigatrice segnata da un trauma irrisolto (luogo comune che, purtroppo, non ci è risparmiato!), tutta istinto e nervi, e gli algidi, cinici e antipatici Richard e Justin. Niente di particolarmente originale, la storia è già vista: un delitto senza movente, un gioco crudele inventato per sfida, condotto con astuzia, perso per presunzione. Tra l'altro, la Bullock appare qui particolarmente artefatta e legnosa. Inutile.

Furetto60 8/10/13 08:00 - 1194 commenti

I gusti di Furetto60

Giallo thriller dalle tinte forti. Il tema dei giovani traviati non è nuovo ma è purtroppo sempre attuale e la vicenda, più che richiamare altre pellicole, ricorda il triste omicidio della studentessa alla sapienza di Roma. Buono il ritmo, favorito da un efficace montaggio e da un’ottima prova del cast.

Saintgifts 9/06/15 10:37 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Come si potrebbero fare i film senza persone con problematiche. Considerazione banale, ma in questo caso è la prima che viene in mente, visto che non solo i ragazzi protagonisti hanno problemi, ma anche chi vi indaga (una Sandra Bullock meno incisiva del solito) non scherza in fatto di psiche. Il film riesce a concentrare tutte le caratteristiche arcinote del genere e anche qualcosa in più. Come è costruito il delitto "perfetto", così è costruito il film, mettendo bene in fila tutti gli elementi e riservando al finale il piccolo rovesciamento.

Barbet Schroeder HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina More - Di più, ancora di più...Spazio vuotoLocandina Barfly - Moscone da barSpazio vuotoLocandina Il mistero Von BulowSpazio vuotoLocandina Inserzione pericolosa

Belfagor 21/12/15 22:07 - 2690 commenti

I gusti di Belfagor

Due novelli Leopold e Loeb architettano il delitto perfetto, solo per scoprire che il delitto perfetto non esiste. Da un lato le dinamiche della coppia Pitt-Gosling (impacciato pseudo-nicciano il primo, sfrontato manipolatore il secondo) tendono discretamente i fili della trama, dall'altro abbiamo una Bullock poco ispirata nel ruolo terribilmente stereotipato dell'investigatrice dal passato difficile. Proprio il ricorso ai cliché mina il potenziale fascino morboso della pellicola. Sullo stesso argomento meglio rivolgersi allo zio Hitchcock.

Taxius 7/03/17 11:08 - 1656 commenti

I gusti di Taxius

Due liceali per noia tentano di mettere in piedi l'omicidio perfetto, ma sulle loro tracce si metterà la poliziotta Sandra Bullock. Storia già vista e poco interessante in quanto c'è poco coinvolgimento sia per via della trama sia per i vari personaggi che sono un mix di stereotipi e antipatia. Il film prosegue piuttosto lentamente fino al colpo di scena finale che però ha il difetto di lasciare piuttosto indifferenti per la sua banalità. Insipido e dimenticabile. Fastidioso il doppiaggio italiano di Ryan Gosling.

Redeyes 24/09/18 09:37 - 2448 commenti

I gusti di Redeyes

Giovani promesse e la sempreverde Sandra per questo thriller che non verrà di certo ricordato negli anni, ma che comunque ha una sua piccola dignità. Performance degli attori convincenti e regia diligente; piuttosto si possono trovare falle nella sceneggiatura. La discreta lunghezza della pellicola si sopporta piuttosto bene, anche se non riesce a farci empatizzare pienamente coi protagonisti.

Rambo90 24/11/19 23:20 - 7692 commenti

I gusti di Rambo90

Con una premessa quasi identica a Nodo alla gola, questo thriller non decolla praticamente mai, trascinandosi stanco e prevedibile in una vicenda che poteva durare anche molto meno (guadagnandoci forse in godibilità). Tutto sa di già visto, ma se non altro la confezione e le interpretazioni del cast rendono almeno giustificata in parte la visione. Soprattutto la Bullock, agli antipodi dai suoi soliti personaggi, convince.

Caesars 11/05/20 09:29 - 3787 commenti

I gusti di Caesars

Schroeder dirige bene questo poliziesco che trae spunto da un'idea non certamente molto originale: il delitto perfetto. Pur presentando qualche situazione non molto convincente, il risultato finale si può dire più che soddisfacente anche grazie alle buone prove attoriali, sia dei due poliziotti incaricati dell'indagine che dei due giovani omicidi. Sicuramente nulla di nuovo sotto il sole (anche la poliziotta con trauma passato è vista e stravista), ma lo spettacolo regge e riesce a intrattenere efficacemente.

Nicola81 1/05/22 21:40 - 2853 commenti

I gusti di Nicola81

Pur essendo basato su un'idea che aveva già ispirato precedenti illustri, questo thriller regge comunque degnamente il confronto. Ottima confezione (splendida fotografia di Luciano Tovoli) e Schroeder dirige il traffico senza strafare sino a un finale nel cottage diroccato sulla scogliera (location azzeccatissima) in cui assistiamo a un'impennata della tensione e a un inatteso, ma onesto, rimescolamento di carte. Quello della poliziotta segnata da un passato traumatico è il più classico dei cliché, ma la Bullock rende il personaggio molto bene; Gosling e Pitt antipatici il giusto.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.