Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 23/02/07 22:43 - 2028 commenti

I gusti di Fabbiu

Ci sono diverse gag simpatiche ma Paolo Vilaggio sembra Fracchia\Fantozzi in divisa da pompiere, ancorpiù quando Gigi Sammarchi gli chiede "Mi spieghi cos'è l'organigramma" e lui risponde più o meno con la stessa mimica. Massimo Boldi (con suo fratello Claudio) ha un ruolo molto marginale e infantile, Ricky Tognazzi non si capisce in cosa faccia ridere e anzi è proprio lui l'artefice delle maggiori ricadute dovute agli abbassamenti del tasso comico. Per Fortuna Lino Banfi è simpaticissimo e divertentissimo.

Renato 4/07/07 18:41 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Molto divertente, una specie di all-star della commedia italiana anni '80: ci sono (quasi) tutti, da Gigi e Andrea a Banfi, poi De Sica, Villaggio, Boldi. Alcune scene sono un po' tirate via e la regia è spesso dozzinale, però il film riesce a divertire. Immortale la coppia Banfi-Moana Pozzi, anzi, a dirla tutta Banfi è il vero mattatore: il suo personaggio, che si ispira allo Steve McQueen de L'inferno di cristallo strappa risate ogni volta che entra in scena. Con un séguito, molto meno riuscito.
MEMORABILE: Banfi in uniforme da vigile del fuoco del Massachusetts.

Lovejoy 18/12/07 15:48 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Divertente, scoppiettante, con battute fulminanti. Ben diretto da Parenti, riunisce alcuni dei divi della comicità made in Italy, qualcuno in forma e qualcun'altro no. Tra i no vi sono certamente Tognazzi, Roncato e Sammarchi. Tra i migliori Banfi (che divide una scena con il mitico Ennio Antonelli, da antologia), Boldi e Villaggio. Diversi i momenti da ricordare.
MEMORABILE: Sopratutto nella parte finale, quando scoppia "L'Incendio di Cristallo"

Redeyes 12/04/08 10:22 - 2273 commenti

I gusti di Redeyes

Godereccio filmetto con stellare cast italico che svolge il compitino nient'affatto male. La trama si sviluppa come ti aspetteresti fin dal primo momento in cui ti siedi sulla poltroncina, ma nonostante questo ti fai qualche buona risata, pur consapevole che la maggior parte degli sketch maggiormente esilaranti sono frodati da altri film anche di maggior spessore. Boldi pur defilato ci mette lo zampino del fastidio e lo stesso si può dire per un Villaggio che ripropone l'ennesimo personaggio fotocopia! Il resto non va male!
MEMORABILE: ...era meglio morire da piccoli con...

Galbo 18/06/08 14:32 - 11728 commenti

I gusti di Galbo

Passabile commedia diretta da Neri Parenti che pur priva di sceneggiatura organica, strappa qualche risata anche allo spettatore più smaliziato grazie all'indubbia simpatia e bravura professionale dei comici impegnati. In particolare particolarmente "in palla" appaiono Villaggio e Banfi, un po' più in ombra gli altri. Non è un capolavoro ma si può guardare.

Undying 9/03/09 16:48 - 3819 commenti

I gusti di Undying

Inutile appello ad una lunga fila di nomi legati alla commedia italiana popolare (tra i quali spiccano Paolo Villaggio e Lino Banfi) per una pellicola che ha raccolto consenso di pubblico ma non (una volta tanto: giustamente) di critica. Le gag fanno sorridere, ma l'ilarità è banalizzata da un contesto puramente funzionale a raggiungere un metraggio sufficiente. Se di trama appare arduo parlare, di intenti secondari non v'è nemmeno l'ombra. Rivisto oggi appare come una sorta di prototipo de Le Comiche, anche se in questo caso, grande assente è proprio Pozzetto. Fumettistico e fumoso.

Cotola 2/11/09 12:00 - 8111 commenti

I gusti di Cotola

Rimpatriata, a fini commerciali, di alcuni dei volti più noti e prolifici della commedia italiana di quei tempi. I risultati furono buoni da un punto di vista economico mentre per ciò che riguarda il divertimento c'è davvero poco da stare allegri. Molte gag sanno di vecchio o non fanno ridere, altre sono abbastanza pietose. Ma come di sa, basta poco per riempire le sale dei nostri cinema.

Belfagor 15/12/09 19:49 - 2645 commenti

I gusti di Belfagor

Non male, a tratti un po' fumoso ma sicuramente migliore di molti altri prodotti targati Parenti. Gli attori recitano secondo la prassi, infilando la battuta giusta al momento giusto e pazienza se a volte ci si perde in sequenze dispensabili. Sembra quasi di assistere ad una cena di classe, tante sono le facce note. Divertente, senza alcun tipo d'impegno. **
MEMORABILE: Roncato che telefona a Letizia; Banfi che si destreggia nell'incendio finale.

Sibenik 24/01/10 14:14 - 90 commenti

I gusti di Sibenik

Per la serie "Rispettiamo solo i pompieri", il dream team della comicità italica in una pellicola unica... e funziona alla grande benchè, con paragone calcistico, non sia facile far giocare di squadra il Madrid! Unica nota stonata il pessimo Max Pirovano interpretato da Massimo Boldi, per il resto gag a non finire e, oggi, una grande nostalgia per i tempi andati.
MEMORABILE: La parrucca di Lino e il Ronca che parla nel sonno.

Rambo90 19/04/10 22:07 - 6924 commenti

I gusti di Rambo90

Un vero e proprio culto personale: da piccolo vedere tanti grandi comici italiani tutti insieme mi divertiva tanto. E anche oggi devo dire che il film conserva il suo divertimento, senza volgarità eccessive e con comici in grande forma. Un po' più defilato Boldi (ed è anche il meno divertente del gruppo), ma gli altri sono strepitosi e in alcune cose Parenti riesce a dare anche un tocco serioso (Tognazzi alle prese con il figlio, Banfi tradito dalla moglie).

Massimo Boldi HA RECITATO ANCHE IN...

Vanadio 28/04/10 18:55 - 105 commenti

I gusti di Vanadio

Grande sfoggio di mezzi nuovi fiammanti del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, inconsapevoli complici di un'indecorosa farsa sui pompieri (di Viggiù e non): le situazioni da cartone animato abbondano, a scapito della pazienza dello spettatore. I momenti "seri" con Tognazzi (figlio) ragazzo-padre sono loffi e stridono con il resto del film. Insopportabili De Sica e Boldi. Tutti gli altri, da Banfi a Roncato, avrebbero avuto la maturità artistica per un film accorato sullo stesso soggetto.
MEMORABILE: Moana Pozzi che tradisce il marito (con parrucchino) Lino Banfi.

Pinhead80 29/10/10 00:13 - 4171 commenti

I gusti di Pinhead80

Inutile; questo film evoca in me la giovinezza spensierata in cui ci si dilettava a ripetere le battute del film e, rivedendolo oggi, mi ha ancora fatto una buona impressione. Si ride e di gusto, grazie ad un cast di comici ben assortiti e ad una trama semplice e lineare. Inoltre (pur con la presenza dell'allora pornostar Moana Pozzi) per far ridere non si ricorre a nudi esasperati o a volgarità di bassa leva. Una comicità da rivalutare.
MEMORABILE: Villaggio cerca di spiegare a Sammarchi l'uso dei pannolini da bambino. La scena dell'incontro di pugilato.

Luchi78 8/10/11 14:51 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Rivisto oggi con una buona dose di nostalgia per la verve comica dei singoli attori partecipanti può far anche sorridere piacevolmente. Mettendo da parte questo aspetto, del film rimane molto poco. Una scrittura piuttosto banale, qualche personaggio anche evitabile (Tognazzi in primis, ma anche Villaggio che ripropone il solito copione fantozziano), gag non troppo esilaranti. Il migliore è De Sica, divertentissimo soprattutto nelle scene in cui duetta con l'amante filippina.

Tomastich 1/12/11 18:33 - 1228 commenti

I gusti di Tomastich

Tanti protagonisti, come si faceva un tempo, dotati di una coralità veramente sbarazzina, spontanea e in certi casi surreale. Villaggio fracchieggia, Banfi è leggermente incupito (e cornuto), Roncato smaialeggia, Boldi non si sopporta, Tognazzi pesce fuor d'acqua. Nel complesso ci si diverte!
MEMORABILE: Bella maialona!

Samuel1979 4/11/12 11:00 - 505 commenti

I gusti di Samuel1979

Con un cast simile speravo qualcosa di meglio; il film solo a tratti riesce ad essere divertente ma esclusivamente, a mio avviso, per la bravura di un giovane De Sica, per il resto gli altri attori non lasciano il segno: Tognazzi e la Onofri mi sembrano completamente avulsi da un contesto simile, mentre Boldi e Villaggio sono sempre alle prese con i loro "tristi" personaggi. Preferisco il sequel.

Multimic80 21/11/12 20:17 - 48 commenti

I gusti di Multimic80

La crema del cinema italiano dell'epoca in un film divertente quanto basta per renderlo gradevole alle famiglie e annoverarlo tra i cult movie. Rispetto agli altri attori Ricky Tognazzi è forse il più defilato dalle situazioni comiche, ma la storia del suo personaggio serve a dare quel tocco di sensibilità che in film del genere non guasta mai. Bravi come sempre Banfi, Boldi e Villaggio, ma a distinguersi sono De Sica e Roncato, che strappano più risate.
MEMORABILE: Spina: "Quant'è?"; Cameriere: "Che ha preso?"; Spina: "Cinque cornetti, due cappuccini e 'na palla de riso!".

Dengus 26/12/12 01:22 - 361 commenti

I gusti di Dengus

Un cult della commedia italiana con un gran cast, anche se Villaggio per l'ennesima volta trasferisce Fantozzi in altri ambienti; ci sono De Sica donnaiolo di buona famiglia, un simpatico e giovanile Banfi, il goffo Andrea con il suo fido e più serio socio Gigi e il bravissimo Tognazzi, non troppo comico ma efficace nella sua parte da ragazzo padre. Da segnalare la presenza di Boldi, assolutamente inutile e poco funzionale al film. Si ride e si omaggia questo fantastico corpo senza ridicolizzarlo; anzi, censandone l'orgoglio di appartenenza.
MEMORABILE: I momenti con protagonisti Roncato e Villaggio!

Rigoletto 10/03/13 16:37 - 1668 commenti

I gusti di Rigoletto

Andando controcorrente riconosco a questo film una sua dignità. E' una commedia senza pretese, nata grazie all'apporto di ottimi attori. Non mi aspettavo niente di eclatante e così è stato, però la sua godibilità non è in discussione. Agile, fatto di battute divertenti. Bravi un vitalistico Banfi e soprattutto Andrea Roncato (davvero in forma), dignitosi gli altri (esclusi Villaggio, impantanato a interpretare sempre lo stesso personaggio e Boldi, inutile). Belle la Onofri e la Pozzi. Vedibile. **1/2
MEMORABILE: L'addestramento; Il duetto Banfi-Antonelli.

Nando 5/08/13 00:26 - 3591 commenti

I gusti di Nando

Commediola di bassa lega in cui si cerca di generare il sorriso senza volgarità con risultati scadenti. Le situazioni sono sbiadite e nonostante il cast altisonante gli interpreti non sono al meglio delle loro possibilità. Banfi se la cava con il mestiere, Villaggio è monocorde mentre Boldi praticamente inutile. Gli altri sono di contorno e l'unica segnalazione degna di nota è per la sensuale Moana.

Gabrius79 20/08/13 23:29 - 1280 commenti

I gusti di Gabrius79

Carrellata di gag sempliciotte e grossolane che alla fine ci fanno trascorrere un'oretta e mezzo senza troppi pensieri. Grande cast di attori comici e un insolito Ricky Tognazzi. La recitazione è più senza picchi; con una sceneggiatura migliore il film poteva essere un discreto prodotto.

Neri Parenti HA DIRETTO ANCHE...

Herrkinski 27/09/13 01:27 - 6164 commenti

I gusti di Herrkinski

Tentativo di riunire un cast di stelle della comicità italiana in una veste nuova (quella per l'appunto di pompieri) a opera del solito Neri Parenti, che questa volta riduce al minimo la volgarità con l'evidente intenzione di fare un film per famiglie. Il risultato non è dei migliori e il film finisce per non far ridere quasi mai; tuttavia, dopo il pietoso inizio, tende a risollevarsi quando la squadra comincia ad affiatarsi. Simpatici Roncato e De Sica, noioso Villaggio, discreto Banfi, bravi ma non comici Tognazzi e Sammarchi, sprecato Boldi.
MEMORABILE: De Sica spiega le tattiche di seduzione a Roncato in camerata.

Modo 15/02/14 20:11 - 871 commenti

I gusti di Modo

Film molto leggero e dopotutto accettabile. Tanti bravi attori comici in una sola volta non si sono mai visti, ma se l'equazione bravi attori/risultato fosse esatta ci saremmo dovuti aspettare un film a 5 pallini... invece è appena sufficiente. Per la solita serata spensierata.

Markus 28/08/14 09:53 - 3449 commenti

I gusti di Markus

Sono dei mattacchioni, questi pompieri di Neri Parenti! Comici e volti noti della tv e del cinema da cassetta di quel periodo tutti insieme “appassionatamente” per una pellicola scacciapensieri concepita per scaldare gli animi dell’infreddolito pubblico natalizio del 1985. Commercialmente ben riuscito (quindi l’obbiettivo in definitiva è stato raggiunto), il film assicura qualche risata di grana grossa e un sano disimpegno con qualche venatura se vogliamo romantica offerta dalla coppia Onofri-Tognazzi.

Stelio 26/10/14 16:02 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Anni '80, periodo in cui è cominciata, forse per una oggettiva flessione del periodo, la mitizzazione assoluta del cinema italiano precedente e lo svilimento del contemporaneo, non più bastevole della verve straordinaria degli attori e degli sketch comici di rilievo ma obbligato, sempre e comunque, a produrre icone di storia e regia. È il caso de I pompieri, film tutt'altro che capolavoro ma tutto sommato da rivalutare guardando interpreti e battute. Non sarà un peso massimo ma una guardata la merita.

Marione 16/11/14 11:41 - 103 commenti

I gusti di Marione

Film che raduna parecchi degli interpreti della commedia dell'epoca: se Gigi e Andrea appaiono i più in palla, Banfi e Villaggio sembrano svogliati e male utilizzati; soprattutto il genovese, che sembra un Fantozzi spuntato. De Sica fa il solito ciociaro; assolutamente inadatto Ricky Tognazzi, che più che divertire mette tristezza (a lui è attribuito il ruolo di padre con prole nascosta in caserma, abbastanza fuori luogo). Boldi poco più di una caratterizzazione. Tristissimo il coretto di "Wild boys". Non si ride tantissimo ma c'è di peggio...
MEMORABILE: Andrea che sogna Moana Pozzi...

Piero68 23/07/15 10:24 - 2848 commenti

I gusti di Piero68

In una improbabile caserma dei pompieri, tra improbabili vigili del fuoco richiamati e non, una innocua commedia di Neri Parenti che ha almeno il merito per una volta di tenere fuori trivialità gratuite. Cast ricco ma con attori troppo diversi tra loro. E questo sarà uno degli handicap maggiori del film, visto che messi a confronto un Tognazzi, un Boldi e un Villaggio vengono fuori tempi comici troppo diversi tra loro per essere funzionali. Film che si fa ricordare anche per la presenza della magnifica Moana. Per una serata senza pretese.

Mco 23/03/16 21:58 - 2222 commenti

I gusti di Mco

Una squadra di vigili del fuoco che annovera talenti comici in totale sinergia. L'operazione (commerciale, sine ullo dubio) di Neri Parenti non può che rivelarsi simpatica, a dire il vero più nelle intenzioni, dirigendo gli sguardi dello spettatore su gradevoli dinamiche d'assieme. I classici refrain di Boldi non mancano, al pari di quelli di Villaggio, più affrancati Banfi, De Sica e Roncato. Ma rimane più impresso lo spirito di amicizia che si evince dall'intera storia che una trovata da cabaret. E questo può non essere apprezzato...

Ultimo 25/03/16 18:06 - 1497 commenti

I gusti di Ultimo

Non proprio brutto, ma non tra le migliori commedie italiane anni 80. Il pregio di vedere insieme i grandi comici del periodo solleva il film e in qualche scena ci si diverte (la prova di seduzione De Sica-Roncato; al laghetto per la simulazione di salvataggio; nella casa allagata), ma nel complesso siamo di fronte a una commedia mediocre, senza una vera e propria trama e ancorata sopratutto alle iniziative individuali.

Minitina80 2/09/16 16:42 - 2644 commenti

I gusti di Minitina80

Commedia corale riuscita a metà poiché non tutti i protagonisti riescono a essere convincenti. La storia di Tognazzi e il bambino è abbastanza ruffiana e stucchevole, mentre Boldi risulta a tratti fastidioso e ripetitivo. Tuttavia l’amalgama nel complesso c’è e a divertire ci pensa sempre Banfi, questa volta leggermente malinconico. Ovviamente si va avanti a braccio, sfruttando l’estro dei singoli per creare una scena o una battuta divertente. A volte riesce bene, altre meno, ma resta comunque piacevole da guardare.
MEMORABILE: Sua moglie è una busona e Ruoppolo non lo sa!

Il Dandi 12/09/16 13:57 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Tipica commedia corale anni '80, con un freno alla volgarità più tirato del solito perché segnatamente diretta a un pubblico infantile. Nel coro troviamo coppie storiche "scoppiate" (Gigi & Andrea) e nuovi innesti. Non funziona Ricky Tognazzi in versione comica, ma il più irritante è Boldi (relegato sullo sfondo insieme al fratello). Strappa qualche sorriso nostalgico e innocuo.
MEMORABILE: Il match di boxe di Bigotti che cade KO al primo secondo.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Pessoa 2/08/17 02:27 - 1765 commenti

I gusti di Pessoa

Solita commediaccia natalizia di Parenti con trama assente e sceneggiatura gravemente insufficiente. Del cast pieno di nomi famosi si salvano Banfi che strappa di mestiere le poche risate del film e Tognazzi che ha un ruolo un po' meno scontato degli altri, mentre Villaggio (che rifà per l'ennesima volta Fantozzi) e Boldi, insulso come spesso, sono improponibili; nella media tutti gli altri. Regia frettolosa e arrangiata per un film ai limiti del guardabile, davvero ingenuo.
MEMORABILE: "Ma quale tattica di studio, ci dai una bella scanocchia in mezzo alle gengive e l'ammazzi direttamente" (Banfi a Roncato sul ring).

Pesten 16/01/19 10:42 - 679 commenti

I gusti di Pesten

Tutto sommato un buon lavoro di Parenti, che con questo film crea una sorta di compilation della comicità italiana affiancando mostri sacri e comici minori per una storia che nonostante tutto rimane divertente e diverte ancora oggi. Certo la sceneggiatura è molto semplice e i vari attori non fanno che riproporre in maniera sintetica il loro repertorio più classico, ma nel complesso tutto gira bene e funziona (tranne Boldi, un po' forzato anche per via di un auto-doppiaggio pessimo). La Pozzi ovviamente presente solo per mostrarsi nuda.

Zoltan 9/07/20 11:24 - 201 commenti

I gusti di Zoltan

Poteva essere l'occasione per creare qualcosa di simpatico, ma Neri Parenti non ha la mano giusta in regia per gestire una situazione corale, crea una serie di scene incollate a tratti in maniera artigianale e il risultato è un'accozzaglia di comici che non riescono a essere una vera squadra. Tante scene pseudo-slapstick (vedi i soliti voli catastrofici di Villaggio) ma un senso comico piuttosto scarso anche a causa di una sceneggiatura che sembra buttata lì in fretta e furia. Un film che a rivederlo adesso appare più curioso che divertente.

Deepred89 2/12/20 16:38 - 3428 commenti

I gusti di Deepred89

Commedia corale dagli esiti inaspettatamente catastrofici, in cui pure Parenti, generalmente abilissimo metteur en scène di gag da comica del muto, soccombe di fronte a una sceneggiatura tanto povera di idee e di spunti. Stessa sorte per il cast: raduno di diversi nomi di spicco della comicità tricolore del decennio di cui nessuno (forse Banfi funziona un po' meglio degli altri) senza che nessuno riesca a suscitare la minima ilarità. Paradossalmente l'episodio che si segue con maggiore interesse è quello, più sdolcinato, con Tognazzi. Vagamente simpatico ma decisamente soporifero.

Nick franc 17/10/21 23:10 - 157 commenti

I gusti di Nick franc

Solita commedia italiana anni 80 che a distanza di tempo appare invecchiata malino. Visto il nutrito cast le risate sono veramente poche anche perché, tolti Gigi e Andrea, il gruppo di comici è abbastanza sottotono; d'altra parte l'inserimento della più seria sottotrama legata a Ricky Tognazzi non riesce ad avere lo spessore voluto. La regia di Parenti è piuttosto piatta e le idee latitano clamorosamente: è il tipico film che dimostra in maniera lampante che non basta mettere insieme nomi di richiamo per ottenere buoni risultati. Non male le musiche di Zambrini.
MEMORABILE: Roncato sonnambulo; 10 incontri, 10 ko; La bellezza della Pozzi.

Androv 5/11/21 16:23 - 43 commenti

I gusti di Androv

Commedia riuscita con attori in stato di grazia e una trama, per quanto semplice, riuscita. I comici, all'apice della loro carriera e forma fisica, deliziano con mille gag del loro repertorio. Simpatica la presenza del "non comico" Tognazzi, che si ritaglia un suo spazio. Gradevole cameo di Moana Pozzi ancora al naturale. Simpatico Boldi con le sue incursioni da "disturbatore", in un Cipollino versione alternativa. Il film diverte, scorre piacevolmente e ispira molte risate, ricordando quanto fosse semplice e bello vivere negli anni '80.
MEMORABILE: Il parrucchino di Banfi; Moana Pozzi; L'incendio finale; Il finale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Dengus • 18/04/11 00:06
    Custode notturno - 178 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Grazie Dengus, interessante. Non molto quindi :)

    Effettivamente...poi se ci fai caso, ha sempre ''recitato'' in film in cui c'era suo fratello tra i protagonisti.Forse era una clausola che faceva parte del pacchetto!!:)
  • Discussione TomasMilia • 18/04/11 09:47
    Galoppino - 127 interventi
    Claudio Boldi ricopre un incarico di dirigente nella società di produzione del fratello, se non ricordo male. Mi pare sia la Marifilm o qualcosa di simile.

    Pompieri non credo sia il suo primo film. In STURMPTRUPPEN 2 mi sembra che sia la "mamma" di Boldi, all'inizio del film. L'ho visto l'altro giorno e mi sembra proprio lui.
  • Homevideo Xtron • 14/04/12 18:51
    Servizio caffè - 1919 interventi
    L'edizione Cecchi Gori ha una durata di 1h29m02s
    Il video è letterbox e poco definito:

    Ultima modifica: 15/04/12 12:24 da Zender
  • Discussione Stil0s0 • 13/10/15 15:20
    Disoccupato - 20 interventi
    Ciao ragazzi, sono Enrico di Cinepanettoni.it e Cinematrash.com
    Ogni tanto registro delle piccole curiositrash. Questa è su "i Pompieri"

    https://www.facebook.com/cinepanettoni.it/videos/vb.100403180032064/918567461548961/?type=2&theater
  • Discussione Vito • 20/10/15 02:04
    Fotocopista - 92 interventi
    TomasMilia ebbe a dire:
    Claudio Boldi ricopre un incarico di dirigente nella società di produzione del fratello, se non ricordo male. Mi pare sia la Marifilm o qualcosa di simile.


    Si,la Mari Film,società che prende il nome dalla scomparsa moglie di Boldi,la napoletana Maria
    Teresa Selo.
  • Curiosità Ruber • 5/09/17 23:36
    Contratto a progetto - 9086 interventi
    Quando Gigi Sammarchi chiede a Villaggio di muoversi e di rientrare nell'organigramma scatta la medesima gag celeberrima vista in Fracchia la belva umana, dove Agus chiedeva appunto a Villaggio cosa fosse "l'organigramma".

  • Curiosità Samuel1979 • 9/04/19 16:20
    Call center Davinotti - 3351 interventi
    Nella casa dell'amante di Amalia Ruoppolo (Pozzi) è incorniciata l'opera "Fleurs de Mousse" del pittore e illustratore Leopoldo Metlicovitz, datata 1898:

  • Curiosità Samuel1979 • 15/04/19 16:28
    Call center Davinotti - 3351 interventi
    Nella casa dell'amante di Amalia Ruoppolo (Pozzi) è incorniciata l'opera di Georges Redon, dal titolo "Casino De Paris/Feminissima", datata 1904.

  • Curiosità Zender • 15/07/20 14:29
    Consigliere - 45083 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film:

    [img size=280]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images53/pompieri280.jpg[/img]
  • Discussione Dusso • 6/09/20 21:25
    Portaborse - 1661 interventi
    Curioso sentire Dino Cassio doppiato da Ugo Bologna fa uno strano effetto!