Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Quando si mette mano a personaggi tanto amati e caratterizzati si sa che si rischia di deludere legioni di fan pronte a gridare allo scandalo. A-TEAM fu un telefilm a suo modo unico, un concentrato di action in cui però l'ironia giocava un ruolo fondamentale. Ed è qui che sono stati bravi gli autori ad intervenire nel modo migliore: il film di Carnahan è scritto bene e trova proprio nella brillantezza dei dialoghi, nell'inventiva folle di certe situazioni la linfa a cui attingere. Se si considera poi che anche il cast è stato scelto con intelligenza (soprattutto è azzeccatissimo Bradley Cooper nel ruolo di Sberla) si capisce come la buona riuscita del lavoro nasca dal diligente lavoro svolto...Leggi tutto già in origine. Il resto viene di conseguenza: la storia (il recupero di importanti matrici della zecca americana ritrovate a Baghdad e a cui Cia, federali e un po' tutti danno la caccia) è solo funzionale alla descrizione dei personaggi, alla fantascientifica follia delle loro operazioni, organizzate facendo conto su quell'abilità impareggiabile che ha reso leggendario il team. Azione continua, magari non colossale ma costante, realizzata molto professionalmente al di là di un uso eccessivo della camera a mano associata al solito montaggio serratissimo. Il film cede un po' nell'ultima parte proprio perché quando mancano i dialoghi tutto si riduce a un action abbastanza canonico, ma nel complesso convince e fornisce un'ottima rilettura di una serie che si sapeva potesse offrire molti spunti da cui partire. Ci si potrà alternativamente lamentare di qualcuno dei componenti il team (è chiaro che quando si hanno in mente gli originali è difficile accettare delle copie), ma la bravura di attori come Liam Neeson non è in discussione e nell'insieme il gruppo ha le sue belle carte da giocare. Poco incisiva la Biel invece, però la colpa è del personaggio che le hanno cucito addosso, figlio di un soggetto che poteva forse riununciare a qualche complicazione eccessiva e puntare di più sulla linearità. Poi certo, vanno considerati i limiti di simili film-giocattolo, ma tocca davvero ricordarlo?
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/08/09 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 20/06/10
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 19/06/10 00:35 - 4930 commenti

I gusti di Puppigallo

Allegra cazzatiella abbastanza in linea con la serie. Perde un po' nella caratterizzazione dei personaggi, soprattutto per quanto riguarda Murdock, ma si fa apprezzare per l'azione, quasi costante e per i piani fantascientifici messi in atto come se nulla fosse (Hannibal: "L'esagerazione è sottovalutata"). La presenza della ex di Sberla (seppur giustificata e coerente col telefilm) è un po' forzata, ma in questo super baraccone bim bum bam ratatatà non disturba più di tanto. Se non altro, la pellicola serve anche come ripasso, più o meno fedele, della storia del team. Non male, dopotutto.
MEMORABILE: Il film un po' più che in 3D; La scena sul carroarmato volante; Il recupero della valigetta nel palazzo; La semidistruzione del porto.

Markus 20/06/10 18:06 - 3538 commenti

I gusti di Markus

Cinema di puro consumo, poco importa lo spunto da cui è tratto. Questa è l'ultima moda del cinema americano: i remake più o meno fedeli di film o (come in questo caso) telefilm di successo del passato. Molta azione e un buon ritmo sostengono la pellicola che, debbo dire, in fin dei conti è gustosa ed avvincente. Nulla toglie (ma neanche aggiunge a dire il vero) alle tematiche dell'originale che, va detto, oggi risulta quasi inguardabile come gran parte dei tf Anni ’80 poiché d'una lentezza disarmante. Una nuova chiave di lettura convincente.

124c 21/06/10 11:55 - 2838 commenti

I gusti di 124c

Il telefilm era il telefilm, gli attori originali dovevano lavorare con pochi mezzi e budget risicati. Però il film, che ha un budget notevole e un numero di esplosioni raddoppiato (perché siamo nell'era Bruckeimer), è stata davvero una sorpresa. Temevo una trasformazione dei personaggi in quattro mercenari ammazzasette, invece, anche qui, sono loro. Buona la prova di tutti gli attori, a cominciare da Liam Neeson e Bradley Cooper. Qui tornano anche le esagerazioni dei Bond movie di Roger Moore (vedi la sequenza del Tank "volante").
MEMORABILE: Sberla: "Quel Lynch l'ho capito e lo si può fregare in tre mosse: distrazione, diversivo e... divisione".

Rambo90 21/06/10 23:01 - 7174 commenti

I gusti di Rambo90

Riduzione cinematografica del celebre A-Team. Il confronto col telefilm anni '80 è perso, ma ci si diverte comunque grazie a dialoghi brillanti e scene d'azione volutamente esagerate (buona quella col carro armato che "vola"). Gli interpreti sono ottimi (Liam Neeson e Bradley Cooper in primis), la Biel poco ispirata e i cattivi un po' troppo caricaturali. Comunque un buon action; simpatico il finale.

Mascherato 22/06/10 16:46 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

Nonostante Narc, Carnahan è un cinecaciarone. E caciarone era anche il cultelefilm A-Team. Che non era tra i preferiti di chi scrive (meglio Simon & Simon di cui qui c'è uno dei protagonisti, Gerald McRaney, nei panni del generale Morrison), ma perlomeno aveva l'ironia poi assente dai successivi Walker Texas Ranger e Renegade. Piano, in fondo, riuscito, perché A-Team dà quel che promette ponendosi, narrativamente, come una sorta di prequel della serie (e la sequenza su cui scorrono i titoli di testa -ben 18 minuti! - è un prequel del prequel). Se, poi, vogliamo parlare di arte, cambiamo sala.

Belfagor 22/06/10 23:18 - 2660 commenti

I gusti di Belfagor

Per essere una bischerata da rapida assimiliazione, non è niente male. Il merito va soprattutto ai quattro protagonisti ben interpretati, anche perché la storia in sé non offre nulla di particolarmente innovativo. Scampato alla modernizzazione (leggi: appiattimento), l'A-Team ritrova nuova linfa grazie ad un quartetto convincente. Cambia solo il ritmo, non la natura della serie. Trama come se ne son viste tante, anche se c'è una nota di merito per aver ben dipinto la CIA come un covo di carogne.
MEMORABILE: Murdock che prova a far ripartire l'ambulanza con il defibrillatore.

Lattepiù 23/06/10 15:09 - 208 commenti

I gusti di Lattepiù

Se in un film come questo non c’è una sola sequenza d’azione in cui si capisca un minimo di quel che succede, allora c’è decisamente qualcosa che non va. Cinema-playstation, dove l’esagerazione ipertrofica e fracassona raggiunge livelli totalmente implausibili, ed è inversamente proporzionale alla qualità e al realismo della messa in scena, sempre più simile alla resa di un videogame. Su personaggi e storia si può sorvolare, tanto sono un debole collante tra le varie scene mosse, sfocate e incomprensibili.

Galbo 24/06/10 19:52 - 11930 commenti

I gusti di Galbo

Deludente riproposizione cinematografica del celebre telefilm; un opera che dovrebbe essere lo "stato dell'arte" del cinema d'azione, si riduce ad una fiacca (nonostante il montaggio) ripetizione dei soliti clichè del genere. Trucchi digitali evidentissimi, sequenze d'azione che più che ben realizzate sembrano solo confuse e cast in cui il solo Cooper (vero protagonista) sembrerebbe avere qualcosa da dire, con un Liam Neeson più spompato che mai e il resto degli attori a fare da belle statuine.

Ale56 25/06/10 22:50 - 225 commenti

I gusti di Ale56

Splendida riduzione cinematografica della famosa serie-tv dei primi anni 80. La sceneggiatura, scritta a sei mani anche dal regista, è stata redatta in modo fantastico: dialoghi brillanti, parti favolose e scene d'azione davvero ben costruite. La recitazione degli attori è buona (Neeson, Cooper e Copley), la regia è capace e adatta al genere, il doppiaggio aiuta (Insegno insegna...) e il tutto non si riduce ad un giocattolone-fracassone se non nelle ultime scene. Scene d'azione ben impostate, come gli effetti speciali. Lo ricorderò per molto...
MEMORABILE: Il film in 3D nell'ospedale psichiatrico militare, il carro-armato uscito dall'aereo, il finale nel porto.

Harrys 1/07/10 01:50 - 686 commenti

I gusti di Harrys

L'ondata di rifacimenti ha portato finalmente a qualcosa di buono. Questa rivisitazione della serie-culto anni '80 si barcamena più che dignitosamente tra un'action tamarra ed un'ironia grossolana. Un'altra particolarità ascrivibile alla pellicola è quella di ergersi come emblema del post-moderno. Lo tsunamai tarantiniano (che, piaccia o meno, ha influenzato, segnato e difatti scritto la storia del cinema) raggiunge il suo culmine interpretativo/espressivo: il film è una sequela ininterrotta di rimandi a pellicole, canzoni e persino videogame. ***

Jessica Biel HA RECITATO ANCHE IN...

Lebowski 11/07/10 10:22 - 81 commenti

I gusti di Lebowski

Meglio di quanto ci si aspettasse, anzi piuttosto divertente. I personaggi sono molto più caratterizzati della media del genere (del resto la forza del telefilm era proprio quella) e vengono riproposti in modo convincente; solo Neeson, l'unico grosso nome del cast, non sembra molto in parte e non ha il fascino canagliesco di Peppard. Le scene d'azione sono spesso esagitate e confuse, ma dato il tono del film un po' di confusione ci sta tutta; peccato che la missione decisiva, l'ultima, sia anche la più macchinosa e meno coinvolgente.
MEMORABILE: Le scatenate follie di Murdock.

Redeyes 10/06/11 09:15 - 2310 commenti

I gusti di Redeyes

Da amante dell'originale non sono rimasto troppo deluso da questa pellicola, anzi. Si fan delle buone risate, dovute ad una buona sceneggiatura che cede il passo ad un'action adrenalinica, ma senza perdere di vista l'ironia. Il cast non è male, eccezion fatta per Barracus, nemmeno parente di Mr. T, qui più simile ad un bamboccione che altro. La durata mi ha un po' spaventato inizialmente, ma si arriva alla fine senza troppe difficoltà. Piacevoli nel finale Sberla e Murdock originali. Promosso!

Didda23 13/07/11 22:06 - 2360 commenti

I gusti di Didda23

Il film mantiene l'ironia di base della serie e con l'utilizzo delle nuove tecnologie riesce ad essere addirittura più convincente. Infatti si apprezza sia a livello di regia che a livello di sceneggiatura (quest'ultima ricca di dialoghi finalmente riusciti ed indovinati). Il cast se la cava egregiamente e Bradley Cooper sembra nato per interpretare il ruolo di Sberla. Le due ore scorrono velocemente per merito di un ritmo perfetto, quindi non si segnalano tempi morti. Divertente; un film decisamente riuscito.

Cangaceiro 20/07/11 15:10 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Difficile fare un confronto con la serie tv. È piuttosto lampante che da questa rivisitazione sia uscito un brutto film, con tanta azione usa e getta che si fa dimenticare dopo pochi attimi e solo un paio di scene degne di nota, ovvero quelle che sfociano apertamente e fieramente nel mondo videogame. L'intrigo è risibile e pretestuoso (ci sono di mezzo la CIA e Baghdad, così tanto per cambiare) condito pure da diverse citazioni a capocchia. Il cast? Si salva solo Cooper con la sua esuberanza, Neeson spaesato e arrancante, impresentabili gli altri due.

Hackett 11/10/11 20:20 - 1836 commenti

I gusti di Hackett

Per un fan della celebre serie tv non era un boccone facile da digerire. Eppure, preso per quel baraccone tutta action e relax che voleva essere, non è poi così male. Certo i personaggi sono meno incisivi, gli attori non tutti azzeccati, ma per la durata del film reggono tutti bene e fanno sorridere. Se l'intento era quello di omaggiare (facendo botteghino) il mitico A-Team, la scelta di pigiare sul pedale della commedia è stata la scelta migliore, come già successo per Starsky & Hutch. Peccato per la mancanza di camei.

Homesick 13/10/11 18:39 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Cinema fracassone, che nella tempesta di effetti digitali e montaggio da videogame lascia intravedere un racconto zoppicante e confuso. Chi ha seguito la serie televisiva omonima verrà subito colpito dall’ironia mediocre e dall’infelice trattamento dei quattro personaggi: Hannibal troppo serio (anche a causa dell’inadatto doppiaggio di Alessandro Rossi), Baracus in crisi d’identità che abbraccia il credo gandhiano, Sberla troppo ragazzotto e Murdock pazzo oltre misura. Camei di due dei protagonisti originali, Dirk Benedict e Dwight Schultz.
MEMORABILE: Murdock al check-in che si mette a parlare in lingua bantu.

Nando 27/04/12 00:43 - 3670 commenti

I gusti di Nando

Lievemente ispirato al famoso telefilm, il film è un concentrato di action fracassone in puro stile yankee. Qualche spruzzata d'ironia in un plot narrativo trito e ritrito che conduce al finto finale con sorpresa. Il digitale abbonda e vedere un tank che vola raggiunge l'apice dell'inverosimile. Scontato.

Zuni 26/05/12 02:31 - 68 commenti

I gusti di Zuni

Poteva essere una catastrofe e invece si compie, per quanto possibile, un mezzo miracolo. Questo perché Carnhan sa come cogliere l'essenza stessa della serie tv e portarla con gran divertimento e sfacciato senso dell'incredibile in una dimensione hollywoodiana esagitata ed iperspettacolare. Ironico senza essere parodico e con un cast per la quasi totalità azzeccato. Sicuramente troppo lungo e dello spessore di un foglio di carta igenica, ma c'è anche bisogno ogni tanto di prodotti (made in) Usa e getta come questo.
MEMORABILE: Il carro armato volante e il suo modo per "atterrare" vince su tutto; Il cinema 3D nell'ospedale psichiatrico di murdoch.

Piero68 9/07/12 17:27 - 2889 commenti

I gusti di Piero68

Non che la serie TV mi avesse mai particolarmente affascinato, ma almeno bisognava dare merito al suo successo e alla singolarità del soggetto. Qui invece va di scena la classica operazione "resuscital" che in puro stile fracassone ed iper-action cerca di rilanciare (male) i fasti del cult "che fu" degli anni 80. E così, oltre a non rispettare troppo le caratterizzazioni dei quattro disertori, ci troviamo anche in presenza di una sceneggiatura poco originale e che non convince per niente. Solo Cooper si fa apprezzare per l'identificazione originale.

Ryo 8/01/13 16:52 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Tratta dalla serie TV cult anni 80, questa pellicola non è altro che un'accozzaglia di azione con situazioni eccessivamente inverosimili, tutti piani calcolati al millisecondo senza margini di errore, dialoghi banali e troppo spesso insignificanti. Una vera noia. Pieno inoltre di incongruenze e controsensi. È anche vero che è un film che non pretende di essere preso sul serio, ma qui si scade nel ridicolo.
MEMORABILE: La bambola modificata che anziché dire "mamma" dice "Lynch" (?!?); Il blindato che spara colpi in aria per orientarsi.

Joe Carnahan HA DIRETTO ANCHE...

Il Dandi 17/07/13 21:06 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Tra le tante trasposizioni cinematografiche di serie tv vintage, la versione moderna dell'A-Team è una delle migliori (o almeno delle meno deludenti). Nessuna sorpresa, anzi, la strada è la più prevedibile: restyling dell'azione secondo i canoni fracassoni dell'action contemporanea e azzeramento della trama originale proponendo un'avventura prequel. E allora? Forse è stata proprio la peculiarità della serie (con ben 4 protagonisti) a non lasciare spazio né a troppo approfondimento dei personaggi, ma nemmeno a troppe delusioni.
MEMORABILE: Stona il cameo dei "veri" Sberla e Murdock, che gli sceneggiatori non hanno saputo innestare meglio e riservano addirittura ai titoli di coda.

Blutarsky 10/10/13 16:24 - 356 commenti

I gusti di Blutarsky

Aggiornamento al nuovo millennio della serie tv anni ottanta A-team. Carnahn ne tira fuori una simpatica baracconata da visionare con il cervello scollegato. I fan della serie rimarranno soddisfatti, i caratteri sono rispettati e gli attori discretamente in parte. L'azione non manca e diverte, anche se la CGI alle volte risulta un po' troppo invasiva e le situazioni talvolta eccessivamente improbabili (anche per un prodotto del genere).

Enzus79 29/12/14 17:05 - 2389 commenti

I gusti di Enzus79

Se non fosse per la simpatia dei personaggi dell'A-team (Liam Neeson specialmente), il film avrebbe qualche pallino in meno nel commento. Storia d'azione che non coinvolge più di tanto, dato che risulta tutt'altro che originale. Buona la regia di Joe Carnahan. Comunque il telefilm era un'altra cosa.

Saintjust 18/09/15 14:58 - 136 commenti

I gusti di Saintjust

Grande baracconata che ha il merito di non prendersi sul serio. La trama è un mero pretesto per presentare scene d'azione e battute in un continuo loop. Se non fedelissimo in quanto a situazioni e caratterizzazioni dei personaggi a quello che fu il celebre telefilm, lo è nell'essenza. Diverse scene risultano farraginose e inverosimili. Seppur grossolano si lascia guardare grazie a un buon ritmo e ad alcune battute divertenti. Inutile la presenza della Biel. Pessimo, come sempre, Cooper. Quinton Jackson scialbo. Bene Wilson. Simpatica operazione.
MEMORABILE: Sberla e le sue comodità in carcere.

Michdasv 13/08/21 15:38 - 96 commenti

I gusti di Michdasv

Avrebbe potuto  essere una banale ennesima avventura dell'A-Team. Invece no: è sia una invenzione delle origini, sia un ribaltamento dei ruoli, con un Baracus non-violento (!), Sberla che elabora di persona un piano (!), Murdoch che si comporta in maniera razionale (!) e Hannibal che, dopo aver già portato a compimento parecchi piani, si dà un ruolo da boxeur forse inedito. Rovesciamento di tutto ciò che si dava per scontato: bella operazione. Molte scene d'azione sono però troppo caotiche. Fa passare una serata. Certo la serie tv era altro: appunto.
MEMORABILE: Il modo in cui il carrarmato (scelta ovvia) riesce ad arrivare alla meta prestabilita.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione 124c • 29/06/10 17:34
    Comunicazione esterna - 5178 interventi
    Galbo ebbe a dire:
    124c ebbe a dire:
    Il film in USA non ha sfondato, supetato da "Toy story" e da "Karate kid", "A-team" paga il suo essere un film più serioso e complesso del previsto!

    se questo è un film "serioso e complesso", abbiamo visto due cose diverse


    No, abbiqamo visto la stessa cosa. Diciamo che in America non è piaciuto l'aspetto dei complotti fra CIA, militari e FBI.
  • Discussione Zender • 29/06/10 20:05
    Pianificazione e progetti - 46214 interventi
    Serioso e complesso rispetto a quello che poteva essere il telefilm direi che lo è senz'altro. Che non lo sia in assoluto è oviamente un altro discorso, ma il soggetto ad esempio direi che è piuttosto intricato rispetto alla media degli action simili, e si avvicina più (alla larga) a un Bourne più edulcorato che non agli Speed (per dire il primo titolo che mi viene in mente) della situazione.
  • Discussione 124c • 30/06/10 11:47
    Comunicazione esterna - 5178 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Serioso e complesso rispetto a quello che poteva essere il telefilm direi che lo è senz'altro. Che non lo sia in assoluto è oviamente un altro discorso, ma il soggetto ad esempio direi che è piuttosto intricato rispetto alla media degli action simili, e si avvicina più (alla larga) a un Bourne più edulcorato che non agli Speed (per dire il primo titolo che mi viene in mente) della situazione.

    Comunque, si è dimostrato un film più che valido. Dopotutto, la fallimentare quinta stagione della serie televisiva, a mio dire, sembrava proprio incentrata su questi complotti (il pilot in tre parti della quinta stagione, con l'introduzione del misterioso generale Stockwell di Robert Vaughn e dell'inutile tecnico di effetti speciali Frankie Santana, è incentrato sopratutto sul processo all'A-team per alto tradimento, con personaggi, come il colonnello Morrison, che prima assicurano a Murdock, l'unico in libertà, una cosa e poi, in tribunale, ne dicono un'altra). Che la quinta stagione sia venuta male, rinnegando un pò quell'aspetto clandestino delle quattro precedenti (con l'A-team che diviene il braccio armato di Stockwell, che li manda in missione per tutto il mondo, tenendoli, però, agli arresti domiciliari in una villa piena di guardie armate e belle donne e con Murdock giudicato sano dall'ospedale psichiatrico), è innegabile. Aggiungiamoci anche un ferimento serio di Sberla in una delle ultime puntate e l'avventura dove l'A-Team deve salvare proprio il padre di Sberla, che il tenente riteneva morto da tempo e che muore, davanti ai suoi occhi, alla fine dell'episodio...C'è ben poco da stare allegri! Un Hannibal Smith che fa patti con generali che sembrano dei James Bond, per me, è fuori parte. Le trame erano semplici, come le altre quattro stagioni, ma forse un pò più più pretenziose e seriose per i fan della serie, che averebbero preferito che si continuasse con la clandestinità.
    Il film migliora quest'aspetto finale della serie tv e trasforma il colonnello Lynch della prima stagione, in un personaggio infido e misterioso, come Stockwell della quinta, cioè l'agente CIA Lynch. Perchè sì, Stockwell non può essere un militare che dà ordini all'A-team, ma può essere un degno e subdolo avversario. Capito?
    Se gli americani volevano un film più semplice, allora dovevano chiamare la versione americana del E.B. Clucher...che non esiste! Pretendere che si faccia un film come se fosse un episodio tv è assurdo, sono passati 23 anni dall'ultima puntata dello show!
  • Discussione Zender • 30/06/10 17:25
    Pianificazione e progetti - 46214 interventi
    No, per carità, uguale non aveva senso. Forse l'avrei fatto appena meno intricato.
  • Discussione 124c • 30/06/10 17:27
    Comunicazione esterna - 5178 interventi
    Zender ebbe a dire:
    No, per carità, uguale non aveva senso. Forse l'avrei fatto appena meno intricato.

    Anch''io, visto che aspettavo una missione come tante dell'A- team.
  • Discussione 124c • 2/07/10 18:03
    Comunicazione esterna - 5178 interventi
    Harrys, mai avrei trovato patole più adatte delle tue! Mi congratulo, ma come ti è venuta in menta l'espressione "tsunami tarantiniano"?
  • Discussione Harrys • 3/07/10 20:03
    Fotocopista - 650 interventi
    124c ebbe a dire:
    Harrys, mai avrei trovato patole più adatte delle tue! Mi congratulo, ma come ti è venuta in menta l'espressione "tsunami tarantiniano"?

    Ti ringrazio per le belle parole 124c! :-)
    L'espressione m'è uscita spontanea, dato che uno dei primissimi aspetti del film che ho notato è stato proprio quello di volersi dedicare ad un citazionismo davvero esasperato. In tal caso, come ignorare il "capostipite"? ;-)
  • Discussione 124c • 3/07/10 20:05
    Comunicazione esterna - 5178 interventi
    Harrys ebbe a dire:
    124c ebbe a dire:
    Harrys, mai avrei trovato patole più adatte delle tue! Mi congratulo, ma come ti è venuta in menta l'espressione "tsunami tarantiniano"?

    Ti ringrazio per le belle parole 124c! :-)
    L'espressione m'è uscita spontanea, dato che uno dei primissimi aspetti del film che ho notato è stato proprio quello di volersi dedicare ad un citazionismo davvero esasperato. In tal caso, come ignorare il "capostipite"? ;-)


    Vero, vedi ad esempio la scena in macchina fra i cattivi Lynch e Pyke, sembra quasi un omaggio a "Pulp Fiction" (la scena dell'uomo che si spara in macchina, accidentalmente).
  • Homevideo Gestarsh99 • 6/06/11 11:40
    Vice capo scrivano - 21106 interventi
    Disponibile in edizione dvd dal 22/06/2011 per 20th Century Fox:



    DATI TECNICI

    * Formato video 2,35:1 Anamorfico
    * Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Inglese
    * Sottotitoli Italiano Inglese
  • Homevideo Galbo • 10/06/11 15:59
    Consigliere massimo - 3923 interventi
    Extra di questa edizione

    Dietro le quinte
    Dentro l'azione con Joe Camahan
    Sul set con i personaggi
    Effetti speciali prima e dopo
    Scene tagliate