LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 28/02/07 23:48 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Un altro film di Pozzetto veramente divertente. Da piccolo non ricordo quante volte lo vidi per via delle risate che mi faceva fare. Fantastico l'alano parlante Gaetano, stupenda invece Gloria Guida (anche se poco incisiva). Le battute si sprecano; alcune sono anche piuttosto volgari, però sono veramente divertentissime. Insomma, si ride dall'inizio alla fine.

Lercio 1/05/07 13:03 - 232 commenti

I gusti di Lercio

Con Mia moglie è una strega è l'altro film in cui Pozzetto si addentra nel mondo della stregoneria, chiaramente in chiave comico-demenziale. Una commedia classica del comico milanese il quale si adatta quasi sempre allo stesso modo ai soggetti in cui lavora. L'atmosfera della villa stregata è resa in modo efficace e sebbene l'inizio sia un po' troppo sopra le righe il film si lascia guardare. Il tutto come al solito dipende dal gradimento soggettivo nei confronti della comicità pozzettiana.

G.Godardi 7/05/07 16:51 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Tipico film rappresentante della classica commedia anni 80 targata Cecchi Gori: si prende un film che ha sbancato al botteghino (Mia moglie è una strega), il divo protagonista (Pozzetto che sbancava sempre al box office) e gli si cuce addosso una storiella che riecheggia il film usato da modello. Nasce così La casa stegata, simpatico film di B.Corbucci in cui intenti lodevoli (la messa in scena curata quasi alla Bava del prologo, la bontà degli effetti speciali, raffazzonati ma efficaci) si innestano su una sceneggiatura maldestra. Tuttavia si ride.
MEMORABILE: La suocera in fregola a causa dell'eccitante e la parodia di Hulk, purtroppo vanificata dagli effetti speciali poverissimi.

Renato 26/10/07 13:26 - 1531 commenti

I gusti di Renato

Una commedia molto divertente, con Pozzetto mattatore assoluto in balìa di un fantasma che gliene combina di tutti i colori; e sono proprio le scene con i vari trucchi messi in atto dal Saraceno (Yorgo Voyagis, lo "slavo" di Eccezzziunale... veramente!) a risultare le migliori. La Guida purtroppo fa solo tappezzeria, mentre a rimanere impresso è il cane Gaetano, soprattutto per il divertente doppiaggio con la voce di Michele Gammino.

Ciavazzaro 27/03/08 15:23 - 4758 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Discreta commedia "paranormale" con un Pozzetto decisamente ispirato, si segnala anche per la presenza della bella Gloria Guida e di Marilda Donà (prima del declino) nel ruolo della cameriera. Non male anche i personaggi di contorno (citiamo Diogene). Si ride in modo più che adeguato e la scenografia della villa con maledizione annessa funziona in modo più che soddisfacente (altro che le commedie d'oggi!).

Lovejoy 9/05/08 15:22 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Tra i migliori interpretati da Pozzetto. Merito di una sceneggiatura particolarmente ispirata, di gag e battute divertenti e del buon ritmo che Corbucci innesta nella vicenda. Ottimo e compatto il cast. Con un Pozzetto ad alti livelli, la Guida splendida come sempre, la Zoppelli suocera insopportabile e il veterano Sal Borgese in quelli di un fantasma particolarmente antipatico lasciano il segno. Buono.
MEMORABILE: Pozzetto organizza un gioco; l'alano Gaetano commenta la fine della vicenda.

Galbo 22/09/08 12:51 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

Film piuttosto banale nella concezione (l'ennesimo in chiave comica dedicato alle case infestate dai fantasmi et similia) ma tutto sommato piuttosto divertente ed interpretato da un Renato Pozzetto più efficace cinematograficamente rispetto ad altre occasioni. Il film pur non essendo un capolavoro, presenta alcune situazioni comiche abbastanza godibili con effetti speciali all'altezza della situazione.

Daidae 16/02/09 16:27 - 2727 commenti

I gusti di Daidae

Non mi ha convinto soltanto la voce napoletana del cane, per il resto una commedia divertentissima sul tema "case infestate". Ottimo Pozzetto, la Guida invece è presente più per il bel viso che per altro (e qui non si spoglia neppure), bene anche Voyagis. Divertentissime alcune gag.
MEMORABILE: L'incredibile Hulk, Pozzetto posseduto dal fantasma che offende gli ospiti.

Tarabas 17/02/09 11:36 - 1687 commenti

I gusti di Tarabas

Promessi sposi finiscono a vivere in una villona, ovviamente infestata. Commediona con cane parlante in cui Pozzetto va piuttosto a briglia sciolta, con tutto il suo campionario di smorfie e battute surreali. Lo assistono Gloria Guida (sempre bellissima) e Lia Zoppelli suocera malefica. Sceneggiatura di carta velina, ma a me fa tanto ridere.

Undying 28/08/09 22:12 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Sceneggiato dallo stesso Corbucci - in collaborazione con Mario Cecchi Gori, Mario Amendola ed Enrico Oldoini - La casa stregata è una gradevole commedia adatta all'intera famiglia. Molto simile, per affinità e contenuto, a Bollenti spiriti è tutto avvicendato sulle tragicomiche peripezie di una giovane coppia fresca di matrimonio (Pozzetto e la Guida) costretta, per ristrettezze economiche, ad affittare una "casa dove ci si sente". Elegante e scorrevole, sviluppato a parodia del genere horror, si ricorda per la presenza delle ex-ragazzina ormai matura ed in tenuta rigorosamente rassicurante.
MEMORABILE: La curiosa citazione a Hulk/Lou Ferrigno; Giorgio (Renato Pozzetto) dopo essersi trasformato commenta: "Sono diventato verde dalla rabbia!".

Brainiac 30/08/09 17:40 - 1082 commenti

I gusti di Brainiac

Commedia spassosa a tratti irresistibile. Le gag fanno ridere davvero e le celebri trovate surreali di Pozzetto sembrano perfette per il registro demenziale-parodistico che Corbucci imprime al film. Basterebbe il Pozzetto-Hulk per farne un classico, ma ci sono le sequenze col cane Gaetano, la sparata della merda d'elefante di fronte agli ospiti atterriti e gli irreali dialoghi bancari ad alzare il tasso d'ilarità provocata dalla già esilarante maschera del comico di Laveno. La sceneggiatura agile ne fa un cult che rivedo sempre con grande piacere.
MEMORABILE: "Allegri, come va il dollaro?", "Bene, grazie".

Franz 17/11/09 18:08 - 110 commenti

I gusti di Franz

Film in cui la vena stralunata di Pozzetto incontra un copione di genere fantastico: risultato spassoso! Bravina anche la Guida, il cane che parla in napoletano non mi fa impazzire ma i dialoghi che con lui imbastisce Pozzetto sono al limite del delirio comico. In definitiva un film commerciale ma di discreto valore.
MEMORABILE: La voce di Pozzetto che esce dagli altoparlanti della banca in cui lavora: "Voglio fare la cresima, voglio fare la cresima!".

John trent 29/12/09 22:29 - 326 commenti

I gusti di John trent

Un Pozzetto in stato di grazia regge praticamente da solo l'intero film sulle sue spalle trasformandosi perfino nell'incredibile Hulk per sventare una rapina e salvare il posto di lavoro. Cosa volete che sia quindi per lui avere a che fare con un fantasma che gli impone di non avere rapporti con la moglie fino alla prima notte di luna piena? Sarà un sacrificio che varrà la pena fare... Commedia molto divertente ben diretta da Bruno Corbucci. Buon ritmo ed effetti speciali non disprezzabilissimi. Da vedere.
MEMORABILE: "Andiamo Candizza, tua madre ragiona con la menopausa!"

Herrkinski 4/02/10 16:02 - 5029 commenti

I gusti di Herrkinski

Mica male questo film pozzettiano che ibrida la commedia con il gotico italiano anni '60 grazie anche alla bella ambientazione della casa stregata (la cupa, ma splendida, Villa Giovanelli). Nonostante un ritmo non certo frenetico, il film riserva comunque molti momenti riusciti, specialmente quando il comico può sbizzarrirsi nei suoi classici non-sense, come nei duetti col cane parlante (purtroppo doppiato in un napoletano che risulta grossolano). Il resto del cast non è granchè, gli effetti speciali tutto sommato funzionano. Spassoso.
MEMORABILE: Le scene in banca, specialmente quando Pozzetto diventa Hulk!

Rambo90 10/12/10 23:01 - 6317 commenti

I gusti di Rambo90

Divertente film di Corbucci con Pozzetto al centro di una storia fantastica. È lui a tenere in piedi il film, sue la maggior parte delle battute che vanno a segno, anche perché il cast di contorno (tranne Gloria Guida e Lia Zoppelli) non conta molti nomi. Spassoso il cane Gaetano che parla in napoletano e gli scherzi del fantasma, un po' meno riuscita la trasformazione in Hulk.
MEMORABILE: "Facciamo un gioco, io conto fino a 100 e intanto voi vi scambiate le mutande".

Nando 13/12/10 22:41 - 3458 commenti

I gusti di Nando

Commedia che mescola paranormale con una casa infestata da bizzarre presenze ed un alano che parla in dialetto napoletano. Narrazione sempliciotta tipica degli anni 80 in cui, a parte alcune battute di Pozzetto, si rischia la noia. La Guida non si spoglia e le trovate non hanno il gusto della novità.

Il Dandi 14/12/10 17:59 - 1744 commenti

I gusti di Il Dandi

Gradevole commedia in chiave paranormale, con un Pozzetto ancora nella sua forma migliore e un'inedita Gloria Guida (che cercava una seconda vita nel cinema "per famiglie") pudica e compostissima. Non tutto fila liscio, non mancano momenti in cui la grana dell'umorismo si fa grossetta e qualche caduta di ritmo generale (gli interventi del fantasma che ritarda in ogni modo la prima notte di nozze si fanno alla lunga ripetitivi), ma resta assolutamente fruibile. Menzione speciale per l'Alano Gaetano!
MEMORABILE: Pozzetto cerca di imbrogliare il fantasma presentandosi alla moglie travestito da idraulico: "ma che me frega a me de quer cornuto de tuo marito!"

Cotola 17/01/11 00:55 - 7456 commenti

I gusti di Cotola

In linea con alcune commedie di tipo fantastico del tempo (Mia moglie è una strega, rispetto al quale è successivo) ma dai risultati piuttosto deludenti a causa di una sceneggiatura poco originale (il soggetto è di Mario Cecchi Gori) che non riesce a sfruttare la verve di Pozzetto e che conseguentemente genera poche risate. Si può trovare di meglio ma in fondo anche di peggio.

Dengus 18/01/11 14:51 - 349 commenti

I gusti di Dengus

Si rivede sempre volentieri (ho il dvd)! Un Pozzetto al massimo che si ritrova in situazioni paradossali; bellissima e vestitissima Gloria Guida, simpatica la suocera impicciona Lia Zoppelli. Tutto gira a meraviglia: Pozzetto, in quegli anni, qualunque battuta facesse piaceva. Una menzione d'onore la darei a Yorgo Voyagis (il saraceno), che da bambino, quando lo vedevo nel film, mi inquietava. Bella l'idea di trasformare Pozzetto in Hulk! Azzeccatissime le musiche. Uno dei migliori Pozzetto di sempre: le risate sono garantite.
MEMORABILE: Il direttore che risponde a Pozzetto, apostrofato più volte dal cliente: "Gli dia il libretto degli assegni... stronzo!"

124c 31/03/11 18:23 - 2762 commenti

I gusti di 124c

Simpatica commedia per il quarantenne milanese degli anni '80, Renato Pozzetto, che se la deve vedere con case stregate, fantasmi saraceni, reincarnazioni, suocere rompiscatole, matrimoni non consumati (con Gloria Guida) e cani parlanti. E non solo, c'è anche posto per un ironico omaggio al telefilm dell'Incredibile Hulk che, all'epoca, impazzava nelle tv locali. Per divertire ci si diverte, anche se poteva essere meglio, visto cha c'è anche qui un antefatto rivelatore tipo Mia moglie è una strega. Divertente l'alano che parla in napoletano.
MEMORABILE: Gaetano l'alano: "E vissero felici e contenti, anche se non mi hanno lasciato niente... 'sti du' fetenti!"

Trivex 9/05/11 13:21 - 1479 commenti

I gusti di Trivex

Semplice nei contenuti e standard per il resto, qui non c'è sicuramente il miglior Pozzetto. Pur con qualche accennata trasgressione nei dialoghi (davvero poca roba), il film è praticamente una fiaba (anche banale), supervisionata dalla tipica figura pozzettiana alienata, ma con tanto fondoschiena. La Guida è come sempre bellissima, ma il suo personaggio è proprio poco entusiasmante, non supportato da una recitazione troppo distaccata. La figura della mamma è, tra i comprimari, quella più divertente, mentre il cane parlante strappa solo sorrisi svogliati.

Disorder 31/05/12 13:04 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Film senza grandi idee o pretese, ma che riesce a mettere Pozzetto a proprio agio in un soggetto banalissimo ma funzionale alla sua innata vena comica surreale. L’operazione può dirsi riuscita anche grazie alla buona regia di Corbucci e all’aiuto di alcuni comprimari (Lia Zoppelli soprattutto, poco incisiva invece la Guida), anche se ovviamente la maggior parte del merito va ad un Pozzetto a dir poco in stato di grazia. Tante le gag da ricordare; un film divertente e che non stanca nemmeno dopo molte visioni.
MEMORABILE: Pozzetto, mentre la maga lo sta maledicendo: "Andiamo va, tua mamma ragiona con la menopausa" "No il sale no!"

Modo 19/03/13 08:47 - 820 commenti

I gusti di Modo

Pozzetto in gran spolvero. Una bellisisma, e a volte svampita, Gloria Guida che lascia però spesso la scena alla madre. Fantastico il cane Gaetano! Battute folgoranti e situazioni paradossali fanno sì che il film tenga fino alla fine. Bravo Corbucci, da vedere.

Pumpkh75 8/07/13 12:28 - 1298 commenti

I gusti di Pumpkh75

Sarà anche una sorta di rivisitazione di Mia moglie è una strega, ma qui Pozzetto è francamente irresistibile: le gag si susseguono senza tregua, dividendosi tra quelle più surreali, consone al personaggio, e altre più classiche ma non per questo meno divertenti. Mitici i duetti con Gaetano e Lia Zoppelli, ma nell’immaginario collettivo entrano di diritto anche Marilda Donà e Fulgenzio. Un film che si vede perennemente con il sorriso, assolutemente nella mia top 3 pozzettiana.
MEMORABILE: Pozzetto stagnaro; Il ricevimento finale.

Gabrius79 26/07/13 00:28 - 1186 commenti

I gusti di Gabrius79

Commediola un po' strampalata che ci regala qualche momento di ilarità grazie a Renato Pozzetto e che altrimenti sarebbe piuttosto sonnolenta. Gli spunti buoni ci sono ma si perdono in molte banalità. Gloria Guida bella ma poco incisiva. Bene Lia Zoppelli e fastidioso Voyagis.
MEMORABILE: Pozzetto: "Adesso facciamo un gioco: tutte le puttane da una parte e i froci dall'altra".

Rigoletto 16/10/13 14:48 - 1499 commenti

I gusti di Rigoletto

Uno spumeggiante Renato Pozzetto è il protagonista di una commedia vitalistica ma non priva di momenti banali. Ottima prova per l'attore qui accompagnato dalla dea Guida, sempre bellissima. Film che ha il merito di non annoiare anche nei momenti in cui tende un po' a trascinarsi, mentre raggiunge punte di assoluta ilarità nei colloqui tra Pozzetto e l'alano Gaetano. Tutto sommato un film gradevole e che, tra quelli dell'attore lombardo, rivedo più volentieri. **!
MEMORABILE: A Gaetano: "Ma hai parlato?"; "I cani non parlano!"; "Appunto, volevo ben dire!"

Graf 14/10/13 00:36 - 684 commenti

I gusti di Graf

La gloriosa ditta di sceneggiatori Amendola & Corbucci imbastisce un copione all'altezza degli accenti surreali dell’umorismo imbambolato di Pozzetto. Siamo di fronte a una candida fiaba con edificante morale incorporata che esalta l’astinenza prematrimoniale come il segreto per ottenere ricchezza e la felicità coniugale. Un discorso originale e coraggioso per i tempi che corrono. Pozzetto diverte un mondo, elegante la recitazione di Lia Zoppelli, la bellissima Gloria Guida è un’autentica fata. Sicura e scorrevole la regia dello stesso Corbucci.
MEMORABILE: Il cane parlante Gaetano è un vero must del film.

Markus 14/01/14 22:21 - 3254 commenti

I gusti di Markus

Che il film sia di grana grossa è cosa indubbia; resta comunque uno dei capisaldi della commedia leggera anni Ottanta e, tra le pellicole con Pozzetto (nel suo periodo migliore), una delle più ricordate di sempre. Qualche lungaggine di troppo e una sceneggiatura un po' più curata avrebbero giovato, ma complessivamente è un film comico allora come oggi funzionale e sbanca-botteghino. La bella Gloria Guida asseconda l’occhio maschile.

B. Legnani 15/01/14 23:08 - 4688 commenti

I gusti di B. Legnani

Decisamente più celebre che riuscito. Funziona spesso l'umorismo ingenuo di Pozzetto, ma molto del resto funziona poco, compresa una Guida poco ispirata (per due volte guarda palesemente in macchina, segno che il film lo hanno pure girato di fretta). Nuoce al film un andamento strano, con alcune rare accelerazioni e troppe stagnazioni o ripetizioni. Largheggiando arriva a **. Come ogni film con Marilda Donà, peraltro, merita di essere visto...

Motorship 22/01/14 17:54 - 567 commenti

I gusti di Motorship

Piccola commedia di Corbucci, resa davvero simpatica da un Renato Pozzetto in stato di grazia (oltre che nel suo periodo d'oro). In definitiva è il comico milanese il perno su cui si regge il film, film peraltro penalizzato da una sceneggiatura piuttosto scialba e da lungaggini un po' eccessive, anche se nonostante ciò è guardabilissimo nella sua interezza senza problemi. Splendida la Guida anche se non incide, brava invece la Zoppelli, non male Voyagis. Tutto sommato un film molto gradevole e che si rivede sempre molto volentieri.
MEMORABILE: I dialoghi tra Pozzetto e il mitico cane Gaetano; Pozzetto che cerca di fregare il fantasma travestendosi da idraulico; Il ricevimento finale...

Redeyes 18/03/14 10:30 - 2130 commenti

I gusti di Redeyes

Diventa difficile l'obiettività davanti a pellicole che ti riportano all'infanzia. Pozzetto in grandissima forma sostiene l'intera pellicola aiutato da un indimenticabile Gaetano. La sceneggiatura in sé e per sé non è niente di memorabile; anzi, in certi momenti è poca cosa, ma scivola in secondo piano. Gloria Guida, al solito, in splendida forma. Cult movie 80's!

Puppigallo 20/03/14 19:02 - 4497 commenti

I gusti di Puppigallo

Se non ci fosse Pozzetto, che riesce comunque a piazzare qualche simpatica battuta; e col suo modo di fare, i suoi atteggiamenti, dimostra di possedere una comicità spontanea, questa pellicola sarebbe solo un insieme di gag tra il pietoso e il puerile. Il resto della banda attorica è praticamente contorno, compresa Gloria Guida, che gravita attorno a Renato. Il finale poi, è davvero tremendo. Vedibile solo grazie al protagonista.
MEMORABILE: La Guida: "Tu credi alla metempsicosi?". E Pozzetto: "Cos'è, una specie di bronchite?".

Buiomega71 21/03/14 20:01 - 2229 commenti

I gusti di Buiomega71

Raffazzonato, sgangherato, con gag patetiche e ben poco divertenti (Pozzetto trasformato in Hulk, il ciarliero mastino napoletano), spesso mal diretto e peggio scritto (Bollenti spiriti e Mia moglie è una strega avevano tutt'altra caratura, per restare in tema). Pozzetto cerca di salvare baracca e burattini con la sua simpatia (di culto quando sbrocca in turpiloquio alla festa) e con alcune battute azzeccate, ma per il resto si viaggia sui binari della più risaputa e banale pochade. La Guida è al massimo dello splendore e vale tutto il film. Dimenticabile.
MEMORABILE: Le smanie erotiche della suocera con il giardiniere; Pozzetto posseduto alla festa: "I froci da una parte e le puttane dall'altra!".

Fabiorossi 10/09/14 13:21 - 67 commenti

I gusti di Fabiorossi

È un po' come voler tenere in piedi una sedia con tre gambe: Pozzetto come sempre, a modo suo, ci riuscirebbe, ma per tutto il resto il film è soltanto un tentativo abortito di far ridere attraverso una commediola non degna di un regista come Bruno Corbucci. Ritmo lento, pecche evidenti sui tempi di montaggio e trama fin troppo incredibile rendono il film poco convincente anche quando alcune battute più o meno azzeccate del protagonista tentano invano di risollevare il morale dello spettatore sconfortato. Non consiglierei la visione.

Ultimo 27/10/14 17:45 - 1347 commenti

I gusti di Ultimo

Un Pozzetto degli anni migliori inserito in un film che, senza di lui, risulterebbe solo sufficiente. La trama è parziale in diversi momenti, ed è proprio l'attore a tenere in piedi la pellicola collezionando gag a raffica: su tutte i litigi col fantasma e le scene, divertentissime, in cui inizia a parlare in modo volgare (meglio non ripetere qui le esatte parole) destando stupore tra gli invitati nella villa. A Pozzetto tre bei pallini, al film solo due. Nel complesso, quindi, non male.

Vitgar 16/01/15 11:08 - 586 commenti

I gusti di Vitgar

Tipica commedia di un periodo abbastanza oscuro per la cinematografia italiana, con la regia di Corbucci Junior che non ha mai brillato per finezza di linguaggio. Pozzetto è inamovibile dal suo clichet di ingenuo bonaccione, Gloria Guida fa quello che sa fare, cioè poco. Simpatici Lia Zoppelli e Voyagis nei loro ruoli di contorno.

Saintgifts 5/04/15 10:41 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Apprezzabile l'intento (riuscito) di non sfruttare i nudi delle belle presenze femminili ma di utilizzare solo le doti comiche e recitative degli interpreti. In aggiunta si può mettere una discreta sceneggiatura, così da considerare questa commedia un prodotto più che discreto. Pozzetto usa tutte le armi, dalle battute surreali fino alla tipica comicità più terrena e grossolana, comunque efficace. La Guida in un ruolo da vera attrice: anche se non ne approfitta troppo, direi che se la cava. Diverte e si lascia guardare senza fatica.

Gugly 14/06/15 11:44 - 1013 commenti

I gusti di Gugly

Commedia dove il nostro Renatone fa sempre la sua bella figura; purtroppo non lo aiutano i miseri effetti speciali, l'esilità della storia e soprattutto i comprimari (Gloria Guida è bella ma finisce lì), tranne in parte la Zoppelli. Tipica commedia di ritorno dell'inizio anni 80, quasi una fase di passaggio tra quelle scollacciate di qualche anno prima (infatti si conserva qualche volgarità) e la prossima commedia sofisticata a venire. L'alano Gaetano fa sempre la sua gran figura.
MEMORABILE: L'orrendo vestito da sposa indossato da Candida (Gloria Guida): nemmeno sui più biechi cataloghi di Postalmarket dell'epoca!

Furetto60 6/11/15 11:45 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Commedia d’annata di Corbucci sul tema della casa infestata (in questo caso da più che benevoli antenati trapassati). Funziona il solito umorismo trasecolato di Pozzetto, simpatica (e nulla più) la voce partenopea dell’alano, però il tutto risulta deboluccio e anche la Guida appare come impagliata. Mediocre.

Homesick 6/11/15 17:19 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

I paramenti da ghost-story non camuffano le enormi carenze di questa commedia di Bruno Corbucci, intrappolata in una trama puerile e grossolana con improvvisi picchi di inutile volgarità. Pozzetto replica per l'ennesima volta il ruolo di ingenuo di buon cuore, mentre la Guida, elegante e compìta come in altri contesti spiritici, cede i pochi exploits sexy a Marilda Donà.
MEMORABILE: Pozzetto che si trasforma nell'Incredibile Hulk (!) e sventa una rapina in banca.

Pol 28/11/15 14:30 - 589 commenti

I gusti di Pol

Uno di quei casi in cui è difficile essere oggettivi: Corbucci conferisce una grezza efficacia a effetti speciali il più delle volte risibili, ma è chiaro che il budget era quello standard del periodo ovvero una mezza poverata. Ma qui più che altrove Pozzetto (al suo meglio) sposta tutti gli equilibri e si divora letteralmente il film, di fatto un vero e proprio one man show se non addirittura un lungo monologo (considerando che parla quasi sempre con il cane) con una caterva di gag delle sue, rendendo il film uno dei suoi più divertenti.

Paulaster 14/01/16 12:31 - 2729 commenti

I gusti di Paulaster

Un plot elementare basato solo sulle voglie boccaccesche della coppia viene mantenuto allegro grazie alla verve di Pozzetto, mentre la Guida serve come richiamo del desiderio (tanto che si fa preferire la Zoppelli come spalla). Le traversie nella casa e il cane dotato di voce magari faranno divertire i più giovani. Anche la chiusura senza idee serve solo a raggiungere la rottura dell’incantesimo.

Luras 23/07/16 20:45 - 139 commenti

I gusti di Luras

La storia è decisamente banale, però l'ambientazione gotica è di buon effetto e piuttosto ben fatta, tenendo conto che non si tratta certo di un capolavoro hollywoodiano ma di una modesta produzione italiana. Ma è ovvio fin da subito che sarà Pozzetto a reggere la baracca, come gli capita spesso, a suon di esilaranti battute, anche volgari ma mai sboccate, com'è tipico del suo stile. Il mio giudizio è una media tra i cinque pallini per Pozzetto e i due per il film.
MEMORABILE: "Facciamo un gioco. Tutte le puttane da una parte e i froci dall'altra". "Ma io non sono mica frocio" "No, il gioco delle bugie lo facciamo dopo".

Minitina80 24/09/16 08:07 - 2304 commenti

I gusti di Minitina80

Gradevole intreccio stilistico in cui il richiamo alle case infestate permette a Corbucci di buttar giù un canovaccio su cui costruire una serie di situazioni e battute tra il simpatico e il greve, ma senza mai esagerare in quest’ultimo. Pozzetto è perfettamente a suo agio e senza batter ciglio duetta con il cane parlante o si dimena in scene surreali. Casta e contenuta la Guida che affascina con la sua bellezza senza, però, riuscire a spingersi oltre. Semplice e senza particolari ambizioni, se non quella di intrattenere.
MEMORABILE: Gaetano, il cane che parla napoletano!

Il ferrini 20/12/16 00:44 - 1661 commenti

I gusti di Il ferrini

Pozzetto al suo top e già questo basterebbe, ma qui ci sono perfino una storia divertente e una buona regia. Certo, gli effetti speciali son quel che sono, ma il film straripa di buone idee e questo è innegabile: dall'alano che mette la freccia in auto fino alla parodia di Hulk la povertà di mezzi è evidente ma non impedisce mai le risate. Piacevole anche la colonna sonora, in parte "rubata" a Asso, che uscì l'anno prima. Il cast di contorno è ininfluente a parte ovviamente Gaetano, che ha la voce di Gammino (il doppiatore di Harrison Ford).

Alex75 23/12/16 09:27 - 667 commenti

I gusti di Alex75

Pozzetto nei primi anni ’80 aveva una vena talmente felice che gli permetteva di salvare pellicole mediocri e lo dimostra anche in questa esile e a tratti dozzinale commediola spiritistica, che non brilla per originalità e gira a corrente alternata, facilmente dimenticabile se non fosse per i guizzi dell’attore di Laveno; tanto più che i comprimari, a eccezione di Lia Zoppelli, incidono poco (compresa Gloria Guida alle ultime apparizioni, sempre poco più che decorativa).
MEMORABILE: Il cane Gaetano; Il tuffo in piscina; Pozzetto diventa letteralmente "verde dalla rabbia" e si trasforma in Hulk; Pozzetto insulta tutti alla festa.

Metuant 6/09/17 08:37 - 454 commenti

I gusti di Metuant

Non terribile questa curiosa uscita a metà tra il comico e il paranormale con un Pozzetto in palla e una bella coprotagonista come la Guida. Basta non aspettarsi chissà che: si ride, certo, ma le situazioni sono spesso grottesche, così come altre risultano talmente paradossali anche per un film di questo genere da rasentare la forzatura. Comunque buono per una serata disimpegnata. Menzione speciale per il cane.
MEMORABILE: Il dialogo tra Pozzetto e il rapinatore durante la rapina in banca; La trasformazione di Pozzetto.

Claudius 27/06/18 12:33 - 401 commenti

I gusti di Claudius

Simpatica (ma non del tutto riuscita) ghost story affidata a un Pozzetto che tenta di tenere in piedi la baracca riuscendovi solo in parte, anche e soprattutto coadiuvato dalla Zoppelli, dalla Guida e dallo spassoso cameo di Diogene. Con buona volontà si può dare due pallini e mezzo: la scena del contrabbasso da bambino riusciva a impaurirmi e, anche adesso, fa un certo effetto.
MEMORABILE: La prima volta che Gaetano parla: "Viri u beddu scass e pa..!" "Ma hai parlato?" "I cani non parlano...".

Lupus73 2/07/20 23:50 - 545 commenti

I gusti di Lupus73

All'epoca film sulla falsariga del precedente Bollenti spiriti, oggi esponenzialmente più noto (l'altro è nel dimenticatoio). Una delle più riuscite commedie all'italiana con sceneggiatura ben congegnata, gag esilaranti da antologia e probabilmente fiore all'occhiello per Pozzetto. L'idea del fantasma e della maledizione nella villa (dovuta all'antefatto stile Mille e una notte) è sapientemente sviluppata tra comicità classica, le uscite nonsense di Renatone, l'alano parlante e le trovate fantasmagoriche che sfruttano appieno il tema. Da vedere e rivedere ad ogni passaggio tv.
MEMORABILE: Antefatto, monologo/maledizione con anatemi in tono solenne della madre; Pozzetto:"Signora si rende conto di che stronzate sta dicendo?"
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Ruber • 30/04/15 23:43
    Compilatore d’emergenza - 8945 interventi
    Qualcuno conosce la canzone che si sente durante la festa nella villa di Pozzetto con i colleghi della banca?
  • Musiche Markus • 2/05/15 11:26
    Scrivano - 4785 interventi
    Credo proprio sia un brano di Detto Mariano (peraltro riciclato dal precedente ASSO).

    Intendi questa, immagino:

    https://www.youtube.com/watch?v=Sv1wgVk5iKU
    Ultima modifica: 2/05/15 11:41 da Markus
  • Musiche Ruber • 2/05/15 15:53
    Compilatore d’emergenza - 8945 interventi
    Markus ebbe a dire:
    Credo proprio sia un brano di Detto Mariano (peraltro riciclato dal precedente ASSO).

    Intendi questa, immagino:

    https://www.youtube.com/watch?v=Sv1wgVk5iKU


    Bravo Markus si è prorpio questa! si ricordavo di averla sentita anche in Asso, ho trovato di chi è: "I adore you", composta da da Detto Mariano e cantata da Douglas Meakin.
  • Discussione Zender • 20/12/16 07:41
    Consigliere - 43515 interventi
    Scusa Ferrini, quand'è che l'alano mette la freccia in auto, nel film? Non ricordo.
  • Discussione Il ferrini • 21/12/16 00:54
    Portaborse - 76 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Scusa Ferrini, quand'è che l'alano mette la freccia in auto, nel film? Non ricordo.

    Qui: https://youtu.be/lfHveWz28h4?t=1154
  • Discussione Zender • 21/12/16 07:46
    Consigliere - 43515 interventi
    Aaah, in quel senso mette la freccia, giusto. Perché mi veniva in mente l'alano che mette la freccia (ma in senso figurato) nel Secondo tragico Fantozzi e confondevo le due cose. Grazie.
    Ultima modifica: 21/12/16 07:46 da Zender
  • Discussione Alex75 • 11/04/17 17:41
    Call center Davinotti - 604 interventi
    Motorship ebbe a dire:
    Se non erro non è l'unico e neanche il primo film in cui Corbucci fa un cameo in un suo film. Se non erro anche in "Delitto in formula uno" Corbucci fa un cameo...

    Non conosco a menadito la filmografia di Bruno Corbucci, comunque Wikipedia rileva che era già apparso nel Trafficonee che era una presenza frequente nei film del ciclo di Nico Giraldi.
  • Musiche Alex75 • 11/04/17 17:43
    Call center Davinotti - 604 interventi
    Il tema principale:
    https://www.youtube.com/watch?v=7QHVrBgOK-w
  • Curiosità Fauno • 17/10/19 00:00
    Compilatore d’emergenza - 2528 interventi
    Dalla collezione cartacea Fauno, un altro flano del film:

  • Discussione Renato • 4/07/20 12:50
    Archivista in seconda - 305 interventi
    Andygx ebbe a dire:
    Si dice che l'alano Gaetano sia di proprietà dello stesso Pozzetto: oltre che ne "La Casa Stregata" compare infatti in "Grandi Magazzini" e "Un Povero Ricco"!
    Leggenda urbana, smentita da Renatone stesso (da 3'08''):
    https://www.youtube.com/watch?v=bqIT-gp6Faw
    Ultima modifica: 4/07/20 12:51 da Renato