Oh dolci baci e languide carezze

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/04/08 DAL BENEMERITO HOMESICK
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Homesick 10/04/08 17:46 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Commedia dalla trama semplice e risaputa – un ingegnere maturo e perbene che finisce male dopo aver perso la testa per una giovanissima beat – resa gradevole dalla consueta bravura di Salce che si barcamena tra ufficio, famiglia, sit-in e marijuana. Il versante femminile, con a capo le bellissime canagliette Rey e Calderoni (qui bionda), si spoglia generosamente. Comparsata finale per l’uncredited Lino Banfi come carcerato gay.

Stefania 22/07/09 00:18 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Gradevole! Non che la storia sia originale e sia "l'ingegnere-matusa" che i "capelloni" ci fanno una magra figura, anche perché entrambi sono presentati con superficialità... Però il ricco padre di famiglia che insegue (col fiato corto) la ragazzina beatnik è divertente e poi è un film che ha il merito di restituire bene, visivamente e nei dialoghi, l'atmosfera vibrante, entusiasta, un po' naif, dei primi Anni Settanta. E Salce è molto bravo, molto misurato.
MEMORABILE: Banfi a Salce: "Ma non lo sai che in Italia le minorenni sono sacre... sacre come le vacche indiane!" Ecco, tieniamo presente...

Fauno 12/09/12 00:09 - 1927 commenti

I gusti di Fauno

A parte il finale odioso è un film che tiene bene, anche perché Salce è ottimo nel ruolo di un manager che si lascia invaghire da due minorenni; lo stupido non è lui, bensì il sistema del quale fa parte e che fino a 10 minuti prima l'avrebbe tutelato, mentre ora gli si ritorce contro solo perché come uomo ha cercato di vedere un po' più in là del suo naso ed è stato pure magnanimo. Un'ingenuità imperdonabile. Molto errata la descrizione data degli hippies: che fra di loro, come in ogni angolo di mondo, ci siano anche dei rinnegati non fa fatto.
MEMORABILE: Il verbo paccare.

Motorship 7/12/12 17:33 - 567 commenti

I gusti di Motorship

Semlplice ma gradevole commedia agrodolce, che tratta di un maturo ingegnere che finisce in guai giudiziari per colpa di una giovane hippie di cui si innamora. Il punto forte del film è un bravissimo Luciano Salce, che sa dare una notevole caratterizzazione al suo personaggio (l'ingegnere appunto). La sceneggiatura non è granché, anche perché descrive la realtà in maniera superficiale (sopratutto gli hippies), così come la regia di Guerrini è anonima. Divertente la comparsata di Lino Banfi carcerato gay, bellissime la Rei e la Calderoni.

Panza 3/01/14 20:29 - 1500 commenti

I gusti di Panza

Lui è un ingegnere abbastanza tradizionalista, lei è una hippie (il film è del 1969). Guerrini, regista dotato dei giusti numeri, confeziona una pellicola riuscita, dai toni sempre adeguati raccontando una storia che nella seconda parte cambia rapidamente registro con un finale atroce, inaspettato. Salce funziona come funzionava nei film più insulsi in cui compariva. Le bellezze di turno sono la Rei e la Calderoni, poco conosciute dal grande pubblico. Comparsata non accreditata per Banfi nel solito ruolo del gay.

Paulaster 19/05/16 10:14 - 2819 commenti

I gusti di Paulaster

Un piccolo ritratto di diversità negli anni della contestazione (pacifica), contrappone i giovani beat al serioso ingegnere. Plot semplice che si ripete negli episodi stuzzicando la visione mettendo nudità in vista e che scade nell'affrettato finale. Salce si districa bene nel ruolo del curioso alle prese con la gioventù disinibita e l'ambiente hippie aiuta. La scarsa attenzione della regìa rende il quadro striminzito nel complesso.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Mirrrko • 9/06/12 18:23
    Galoppino - 145 interventi
    DVD edito dalla IIF
  • Musiche Panza • 7/12/15 21:42
    Contratto a progetto - 4959 interventi
    Nella colonna sonora troviamo Just be mine dei Wess and Airedales, There's a river di Barbara e Slow down sempre dei Wess and Airedales.

    La romanza E lucevan le stelle dalla Tosca di Giacomo Puccini che sentiamo nei titoli di testa è cantata dal tenore Roberto Mazzetti.
    Ultima modifica: 7/12/15 21:42 da Panza
  • Curiosità Panza • 8/12/15 18:32
    Contratto a progetto - 4959 interventi
    Il carcerato omosessuale con cui Giancarlo (Salce) chiacchiera dopo essere stato arrestato è Lino Banfi (n.c.)!