LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Pallido remake modernizzato di quel UN GIORNO IN PRETURA dello stesso Steno che è rimasto negli annali come il film nel quale per la prima volta compare Nando Mericoni, l'americano de Roma interpretato da Sordi. Qui il pretore è un giovane Christian De Sica invece di Peppino De Filippo, ma il suo ruolo è ovviamente molto simile a quello dell'illustre predecessore (anche se gli è regalato più spazio fino a mostrarlo in intimità con la moglie, Marisa Laurito). Si parte subito con l'unico episodio degno di nota, in cui Giorgio Bracardi scatenato strimpella sul pianoforte la sua personale versione di “O sole mio”:...Leggi tutto impagabile il suo consueto repertorio di smorfie schizofreniche. Si prosegue con la Sandrelli (Stefania) che fa la prostituta part-time: da dimenticare, anche per la deludente interpretazione dell'attrice. Ecco poi Proietti ladro dal cuore tenero in un episodio che può vagamente essere considerato il progenitore di MAMMA, HO PERSO L’AEREO. Del tutto inutile! Siparietto con uno iettatore che combina nell’aula giudiziaria ciò che si può immaginare. Mah! Poi entra in scena un mini-cast di all star: Ennio Antonelli e Fabrizio Bracconeri (padre e figlio come ne I RAGAZZI DELLA 3^ C), Gigi Reder, Franco Fabrizi e Jimmy il Fenomeno in uno sciocchissimo episodio dedicato al tifo da stadio: davvero irritante per la prevedibile volgarità triviale. Altro siparietto con una storiellina di omosessuali, perlomeno questo accettabile. Si chiude con l'episodio più lungo: Enrico Montesano nella parte di Rocky III, un pugile squattrinato che trova un cane dalle incredibili attitudini truffaldine. Montesano è discreto, ma la storia è proprio da dimenticare. Alla sceneggiatura Steno ha collaborato col figlio Enrico Vanzina per un risultato triste. De Sica però è bravo.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Markus 2/12/07 14:31 - 3257 commenti

I gusti di Markus

Sorta di rifacimento del film Un giorno in pretura di Steno, che lo stesso aggiorna agli anni Ottanta. Il Giudice Pennisi (Christian De Sica) è il collante di vari episodi processuali scanditi da personaggi spassosi e pittoreschi alternati dalla vita privata del pretore. Ritmo altalenate: le vicende sono tutte a carico della vivacità degli attori presenti, ma spesso non basta e la pellicola strappa di tanto in tanto a malapena un sorriso. Gradevole e divertita la colonna sonora. Esiste una versione lunga per la tv.

Galbo 4/10/08 11:26 - 11344 commenti

I gusti di Galbo

Strutturato intorno a quattro episodi che hanno in comune il luogo di svolgimento (la Pretura), Mi faccia causa è diretto con un certo brio dal veterano Steno ed è piuttosto efficace nel tratteggiare un divertente e veritiero (anche se esasperato) ritratto del costume italico. Pregio del film è dato dalla prova del cast, con un trascinante De Sica raramente così efficace al cinema.

Plauto 16/11/08 12:36 - 119 commenti

I gusti di Plauto

Una squadra di attori così si è vista solo nei tempi più recenti, solo che qui non abbiamo i Fichi d'india o Enzo Salvi come "secondi", ma gente come Gigi Proietti, Enrico Montesano, Laura Antonelli, ecc ecc... Il film ricorda un po' Un giorno in pretura (seppure rimodernizzato e riadattato) dello stesso regista e ricorda anche la simpatica vena di follia e la leggerezza che pervade Febbre da Cavallo. Nonostante tutto questo, c'é solo un'episodio abbastanza divertente: quello di Montesano.

Tomastich 8/08/09 09:54 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Carino, guardabile, soprattutto folto di personaggi che hanno segnato la storia della commedia all'italiana degli anni '70 e '80: Proietti, De Sica (in formissima nell'episodio canterino con Bracardi), Montesano e tutti i caratteristi che hanno reso grande (anche per soli pochi minuti) una scena durata pressapoco 20 anni.

Ciavazzaro 26/03/09 16:42 - 4758 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Non molto divertente. De Sica giudice è uno dei punti più bassi della pellicola; qualche apprezzabile caratterista, ma storia tirata troppo per le lunghe, composta di tanti mini-episodi abbastanza inutili. Regia non troppo ben riuscita. Da evitare.

Raremirko 2/02/10 19:52 - 510 commenti

I gusti di Raremirko

Spoglio ed un po' scialbo, arriva arrancando alla sufficienza grazie ai suoi strepitosi interpreti, in primis De Sica junior, qui davvero bravo, vero e proprio valore aggiunto alla pellicola. Ne esiste pure una versione televisiva che sfiora le 4 (!!!) ore di durata, incredibilmente migliore di questa e che fila via veloce come non mai, davvero godibile. Tra le due versioni meglio quella lunga insomma. Sandrelli e Proietti piacevoli ma non al meglio delle loro possibilità. Ovviamente non il miglior Steno.
MEMORABILE: La sequenza col becchino che porta sfortuna, Montesano versione pugile, De Sica alle prese con la vita privata (solo versione lunga).

Cangaceiro 25/09/10 16:42 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Colpo d'ala di Steno che firma la sua ultima regia davvero degna di nota rifacendosi al suo prototipo Un giorno in pretura. Anche l'utilizzo di un cast all stars è una scelta (un po' fuori tempo massimo) da vecchia commedia all'italiana che risulta vincente se non altro per la qualità degli attori coinvolti: su tutti un esuberante De Sica, Proietti, Fabrizi e Montesano (molto tenero il suo episodio, con un personaggio ormai d'abitudine per lui). Valida e numerosa pure la squadra di caratteristi tra cui svettano Bracardi, la Schiavone e Bracconeri.
MEMORABILE: Fabrizi che si autodefinisce "il Rumenigge del bisturi".

Rambo90 6/12/10 17:24 - 6317 commenti

I gusti di Rambo90

Divertente film di Steno che riprende la formula del suo Un giorno in pretura. Certo le gag a volte sono già viste e c'è qualche volgarità, ma il cast è davvero in forma, a partire da De Sica giudice dall'animo buono. Gli episodi sono tutti buoni; forse il migliore è quello con Montesano, che nel personaggio del pugile in disgrazia strappa più di un sorriso. Proietti anche fa il suo ma il suo sketch è quello con la storia più esile; geniale invece Bracardi nel suo piccolo intervento. Insomma un film piacevole, non eccelso ma buono.
MEMORABILE: Bracardi che copia famose canzoni napoletane.

Edo 31/07/11 00:08 - 12 commenti

I gusti di Edo

Film scritto da Steno e dal figlio Enrico Vanzina che si sono ispirati a Un giorno in pretura, girato dallo stesso Steno nel 1954. La giornata del pretore Giovanni Pennisi non è semplice: prima di andare al lavoro deve affrontare la moglie (Marisa Laurito) e la suocera (una scatenata Annabella Schiavone) mentre quando arriva in pretura svolge il suo ruolo con severità emettendo sentenze che - come uomo - non sempre condivide. Non è un capolavoro ma è un film comico onesto, divertente e ben recitato. Da vedere almeno una volta.
MEMORABILE: I dialoghi tra il pretore (un bravissimo Christian De Sica) e il cancelliere Gargiulo (un ispiratissimo Luca Sportelli); il sottofinale narrativo.

Motorship 6/09/12 17:50 - 567 commenti

I gusti di Motorship

Film piuttosto insipido diretto da un grande regista, ossia Steno, che ormai aveva già perso lo smalto di un tempo. Il film ha una certa guardabilità grazie a un cast di "all stars", a cominiciare dal protagonista, un bravissimo Christian De Sica, passando per altri due grandi come Enrico Montesano e Gigi Proietti, sempre ottimi, come i comprimari. Purtroppo il film è proprio malriuscito...
MEMORABILE: L'episodio con uno scatenatissimo Giorgio Bracardi che storpia "O sole mio" al pianoforte.

Graf 13/11/13 04:46 - 685 commenti

I gusti di Graf

Questi film zeppi di personaggi e ricchi di episodi sono quelli nei quali Steno dà il meglio. Adeguamento di Un giorno in pretura trent'anni dopo tra ladruncoli romaneschi, pugili falliti, impiegate che fanno le squillo per arrotondare, orologiai iettatori e altra varia umanità. Steno ci disegna, con polso fermo, sorridente furbizia e indulgente compatimento, un’Italia minore e marginale ma quanto mai plausibile e colorita, colta nei suoi piccoli difetti o nei suoi miseri vizi. In fondo siamo tutti colpevoli, incluso il pretore. Divertente.

Gabrius79 4/01/14 23:57 - 1186 commenti

I gusti di Gabrius79

Passo falso di Steno in un film che ricalca malamente il celeberrimo Un giorno in pretura. De Sica fa (discretamente) il pretore e davanti a lui passa un campionario di varie persone in una serie di episodi noiosi e banali. Si salva per il rotto della cuffia lo sketch con Gigi Proietti, poi per quanto riguarda gli altri (Montesano, Bracardi, Sandrelli, Bracconeri, Caracciolo, Iavarone) c'è ben poco da dire. Film troppo tirato per le lunghe.

Il Dandi 24/05/14 03:17 - 1747 commenti

I gusti di Il Dandi

Steno tenta di ridare freschezza alla formula (storica) della commedia a episodi, citando non solo sé stesso, ma un'intera epopea del cinema italiano. Peccato che questa sequela di antiche maschere popolari (dalla prostituta Sandrelli al ladro Proietti) alla metà degli anni '80 avesse ormai perso la sua forza rappresentativa. Il paradigma resta Montesano, che riprende in chiave eroica il personaggio del pugile suonato interpretato da Gassman ne I mostri di Risi.
MEMORABILE: De Sica canta "'O sole mio"

Piero68 15/12/14 14:49 - 2754 commenti

I gusti di Piero68

Dopo 30 anni Steno ripropone una pellicola che all'epoca aveva avuto un discreto successo. Cambiano gli attori e le storie ma ovviamente tutto gira attorno a una Pretura. Buono il cast e un bravo al giovane De Sica che, in panni quasi seri, riesce a essere più convincente del solito. Inutile sottolineare che l'episodio più riuscito è quello di Proietti (e non solo per la storia) animale da palcoscenico e istrionico disegna il personaggio come solo lui sa fare. Montesano qualche spanna sotto, mentre il resto serve da riempitivo. Godibile.

Fabbiu 22/10/15 21:15 - 1930 commenti

I gusti di Fabbiu

Devo ammettere di essermi divertito parecchio nel riscoprire questa vecchia (ambientata "nell'epoca" delle preture) commedia all'italiana in salsa giudiziaria; più per le interpretazioni del nutrito cast - divertito (si vede) e al top delle proprie capacità - piuttosto che per la qualità dei vari soggetti dei diversi episodi, davvero colmi di ingenuità. La regia è frizzante e aleggia anche una certa ideologia radicale e forse un minimo di critica all'eccesso di "sobrietà" di parte della categoria forense. Esiste anche una long version.

Nando 4/05/16 14:29 - 3458 commenti

I gusti di Nando

Steno cerca di rinverdire i fasti, con le dovute proporzioni, di un suo film degli anni 50. Il risultato appare altalenante nonostante la verve di De Sica. Vicende giudiziarie talvolta boccaccesche con risvolti non sempre brillanti. Proietti sottotono, Bracardi gigionesco mentre Montesano non sembra del tutto appropriato.

Didda23 25/05/16 14:39 - 2282 commenti

I gusti di Didda23

Un filmaccio con due sole cose che superano ampiamente la sufficienza: in primis l'episodio di Bracardi, che seppur breve, regala momenti divertenti; in secundis la prestazione di De Sica. Per il resto si va dalla grave insufficienza (quello di Montesano e quello dello ieattore) al mediocre (quello "sportivo" e quello con il mafioso) passando per momenti di rara inutilità (Proietti e Sandrelli). La regia di Steno non è mordace e corrosiva come in altre occasioni; la sceneggiatura arida di battute si affida unicamente al mestiere del cast.
MEMORABILE: La versione di 'O sole mio di Bracardi; De Sica e famiglia.

Homesick 30/10/16 18:25 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Rivisitazione dello schema di Un giorno in pretura, con sketch di diversa gradazione comica, in ogni caso tenuta su livelli più che accettabili grazie ad interpreti di valore. Si ricordano il segmento con la Sandrelli per le note sul malcostume dell'amministrazione italiana, il siparietto con l'irrefrenabile e suonatissimo Bracardi, la magia nera ridanciana dello jettatore, la bagarre calcistico-urinaria con Reder, Bracconeri e un Fabrizi di gran classe e il gran finale con le peripezie di Montesano e lo straordinario cagnolino. Più deboli ed effimeri gli altri. Misurato ed efficace De Sica.
MEMORABILE: Bracardi che si scatena al pianoforte; l'orologiaio jettatore "Rebecchino De Profundis"; il cagnolino Augusto che spinge il carrello della spesa.

Rufus68 30/03/18 12:27 - 3050 commenti

I gusti di Rufus68

La grande tradizione della commedia italiana è ormai logora (per mancanza di nuove leve) e insidiata dalla grossolanità televisiva. Alcuni bravi caratteristi non riescono a salvare una barca che affonda sotto i colpi dell'ingenuità narrativa (la denuncia del malaffare) e di certo macchiettismo dal fiato cortissimo (i tifosi, lo iettatore). Simpatico De Sica (su cui stinge la naturale presenza aristocratica del padre) e apprezzabile la forsennata performance di Bracardi, ai limiti del surreale.

Pinhead80 9/07/20 18:55 - 3893 commenti

I gusti di Pinhead80

Commedia ad episodi che si rifà alla formula fortunata di Un giorno in pretura con risultati poco soddisfacenti. Di fronte al pretore Giovanni Pennisi (un convincente Christian De Sica) si alternano diversi casi umani che cercano di discolparsi dai crimini di cui vengono accusati. Ogni storia rivela la natura pasticciona e demenziale dei soggetti. Qualche cosa che funziona c'è, come Bracardi nei panni del folle maestro Leonardo De Leonardis e Montesano in quelli di Rocky III; però nel complesso non si riesce ad arrivare a un livello di comicità accettabile. 
MEMORABILE: Bracardi che si rende conto di aver scopiazzato 'O sole mio.

Pessoa 9/07/20 05:51 - 1130 commenti

I gusti di Pessoa

Steno inanella una serie di vicende paradossali secondo un canovaccio già ampiamente collaudato insistendo sulle miserie dell'Italiano medio tutte al limite del paradosso. L'esile sceneggiatura sta bene attenta a non affondare i colpi affidando al buon cast il compito di sviluppare storie non originalissime. Il risultato è un film ai limiti della sufficienza, che comunque si lascia guardare a patto di non aspettarsi troppo, ma l'immediato confronto con il predecessore, diretto dallo stesso regista, risulta evidentemente impietoso. Poca roba.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Kanon • 5/11/13 14:40
    Fotocopista - 813 interventi
    Zender, giusto per sapere (perché il film non l'ho mai visto), ma questo è un remake oppure no? Nel suo papiro il Davinotti parla apertamente di remake; in quel caso andrebbe messa la "R" dinanzi al titolo.
  • Discussione Schramm • 5/11/13 15:28
    Risorse umane - 6703 interventi
    sì kanon è il remake non dichiarato de un giorno in pretura

    andrebbe comunque specificato nelle note che ne esiste anche una versione tv di oltre 4 ore...(eroe chi se l'è spizzata)
    Ultima modifica: 5/11/13 15:28 da Schramm
  • Discussione Zender • 5/11/13 15:38
    Consigliere - 43520 interventi
    Sì, diciamo appunto non dichiarato, quindi non è proprio ufficiale la cosa, è più che altro un'imitazione pesante. La cosa delle 4 ore è citata nella sezione homevideo da tempo.
    Ultima modifica: 4/09/17 10:07 da Zender
  • Curiosità Fedemelis • 26/11/13 13:42
    Fotocopista - 1711 interventi
    MENTIRE A BRISCOLA
    Mani d'oro (Gigi Proietti) mente quando dice "volo" giocando a carte con i suoi amici. Infatti, quando illustra la sua storia al pubblico e al pretore, erroneamente ci mostra le sue carte, dove notiamo che ha almeno una carta per ogni seme. Non può quindi dire "volo" (def. volo: il giocatore non possiede carte di quel determinato seme).


  • Homevideo Schramm • 27/03/15 18:16
    Risorse umane - 6703 interventi
    voi che l'avete vista mi sapreste indirizzare sulla vs migliore?
  • Homevideo Markus • 27/03/15 18:31
    Scrivano - 4786 interventi
    Beh, da adoratore delle "long" la risposta non può che essere quella di consigliarti di guardare e possedere solo ed esclusivamente la versione estesa. La director's cut l'ho pure gettata!
  • Discussione Mauro • 21/03/16 11:38
    Disoccupato - 9446 interventi
    Il film è del 1985 (censura: 80370 del 16-01-1985)
  • Curiosità Markus • 3/09/17 16:55
    Scrivano - 4786 interventi
    Christian De Sica è ospite alla finale del XXXV Festival di Sanremo il 9 febbraio 1985, dove a Pippo Baudo anticipa l'uscita nelle sale di Mi faccia causa:

  • Discussione Caveman • 7/12/18 08:30
    Pulizia ai piani - 278 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    andrebbe comunque specificato nelle note che ne esiste anche una versione tv di oltre 4 ore...(eroe chi se l'è spizzata)

    Sarebbe molto interessante poter visionare la versione estesa. Ad esempio ho sempre preferito le versioni “lunghe” di Grandi Magazzini e Sette Chili in Sette Giorni, quindi immagino possa piacermi anche questa.
  • Discussione Pessoa • 9/07/20 06:02
    Call center Davinotti - 157 interventi
    Il cane Augusto, che "recita" nell'episodio con Montesano, sembra quello che accompagna lo stesso Montesano nel film "Il ladrone" di Pasquale Festa Campanile girato cinque anni prima. Fra l'altro le gag proposte dal quadrupede si assomigliano molto nelle due pellicole, Qualcuno sa se si tratta dello stesso cane? Io purtroppo non sono riuscito a reperire informazioni al riguardo.