I predatori dell'arca perduta

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Raiders of the lost ark
Anno: 1981
Genere: avventura (colore)
Note: Aka "Indiana Jones e i predatori dell'arca perduta". Seguito da "Indiana Jones e il tempio maledetto" e "Indiana Jones e l'ultima crociata".
Numero commenti presenti: 49
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Acclamato fumettone spielberghiano nato da da un'idea a lungo covata dall'amico George Lucas, che con Philip Kaufman l'ha scritto per poi lasciarne la sceneggiatura a uno stanco Lawrence Kasdan (che quell'anno aveva evidentemente già profuso tutto l'impegno nel suo ottimo esordio registico BRIVIDO CALDO). La trovata di scegliere come eroe un archeologo d'assalto non era nemmeno male e Harrison Ford ha anche la faccia giusta (forse più di Tom Selleck, che rifiutò - malauguratamente per lui - la parte), ma la storia è davvero puerile: mescola nazisti improbabili (dal fare tipicamente americano) a ritrovamenti archeologici che avvengono in quattro e quattr'otto (addirittura la leggendaria...Leggi tutto Arca dell'Alleanza riscoperta con espedienti da favola per ragazzini). E Spielberg, il quale dimostra una spettacolare padronanza dei mezzi nelle scene d'azione, crolla in quella di raccordo senza riuscire quasi mai a rendere interessante la vicenda. Troppe parentesi inutili, una figura (quella dell'eroina senza paura Karen Allen) disegnata grossolanamente, la costante ricerca di un “sense of wonder” attraverso effetti speciali mediocri nonostante l'Oscar (salvo nel finale, comunque piuttosto ridicolo) e un profluvio di minacciosi serpenti. Un'avventura così scopertamente semplicistica necessitava di un maggiore tocco ironico, che invece non traspare se non in un paio di scene ben poco originali (quella dello sciabolatore ucciso con noncuranza da un colpo di pistola ricorda persino il nostro Bud Spencer). La produzione è ovviamente di serie A, il tema musicale di John Williams già un classico, Spielberg regala sprazzi di grande spettacolo, ma il film è in fondo la più tipica delle americanate.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 7/02/07 17:10 - 2719 commenti

I gusti di Caesars

Grande cinema d'intrattenimento che darà origine a due (per il momento) seguiti e numerose imitazioni. Avventura fracassona molto ben realizzata, come solo ad Hollywood si riesce a fare. Harrison Ford risulta perfetto per il ruolo ed è difficile a questo punto immaginare al suo posto Tom Selleck, al quale era stata proposta la parte. Quello che rende interessante l'operazione è la grande ironia presente lungo tutto il racconto. Le quasi due ore di film scorrono via tutte in un fiato.

Stubby 3/03/07 13:37 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Grande prova di Harrison Ford in questa bell'avventura del genio Spielberg. Bella soprattutto l'ambientazione e le location, senza dimenticarci dei buoni effetti visivi. Già subito, nel prologo, ci si trova coinvolti in una situazione carica di tensione, con il nostro eroe impegnato nel recupero di un idolo sacro. Buoni anche i dialoghi con Indiana che spesso spezza la tensione con battute divertenti. Godibilissimo.

Kowalski 31/12/07 01:29 - 40 commenti

I gusti di Kowalski

Affettuoso omaggio ai serial della Republic degli anni 30 e uno dei migliori film d'avventura di sempre. Ciò che colpisce in questo come negli altri film della serie è l'incredibile ritmo con cui le gag e le scene d'azione si susseguono sullo schermo, la capacità di tenere lo spettatore con il fiato sospeso senza mai scadere nella ripetitività. La magia di film come questi è anche nel fatto che tutto ciò che si vede è realizzato dal vivo o con modellini comunque reali. L'attuale CGI difficilmente riesce ad essere altrettanto coinvolgente.

Lovejoy 1/01/08 15:04 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Capolavoro indiscusso nel suo genere. Da un soggetto di George Lucas e con la firma di Lawrence Kasdan in sceneggiatura, Spielberg firma una delle sue pellicole più riuscite e fortunate degli anni '80, che poi ha avuto due seguiti (e un terzo è in arrivo...). Belle le scene d'azione, ritmo mozzafiato, battute a iosa e interpreti in grande spolvero. Ford alla sua più bella interpretazione di sempre, Freeman è un eccellente cattivo. Superbi anche gli altri. Indimenticabile la colonna sonora del solito John Williams. Cult.
MEMORABILE: L'inizio; Jones in piazza con l'arabo armato di scimitarra; il gran finale.

Mfisk 6/02/08 09:08 - 127 commenti

I gusti di Mfisk

Film di culto malgrado la trentina d'anni (caratteristica dalla quale il commento non può prescindere) che si caratterizza, oltre che per la dirompente spettacolarità dell'azione, per un tono sommesso ma sempre presente di autoironia e per il sapiente dosaggio nella sceneggiatura tra la parte dedicata all'azione e quella sentimentale, che non spezza mai il ritmo. Casting perfetto, grazie anche alla gran botta di fortuna della rinuncia di Selleck, alla splendida Allen e all'ottimo Freeman come cattivone di turno.
MEMORABILE: Indiana inseguito dal masso rotolante.

Galbo 2/01/08 15:29 - 11415 commenti

I gusti di Galbo

Il prototipo del grande cinema d'avventura degno erede della tradizione dei film hollywoodiani dell'epoca d'oro del cinema. Frutto equlibrato della collaborazione tra Lucas e Spielberg, la prima avventura di Indiana Jones condensa in poco meno di due ore una serie di situazioni (frutto di una brillantissima sceneggiatura) che riuniscono azione, sentimento e ironia oltre ad una infinita serie di citazioni cinefile mai messe a caso ma frutto di un equlibrato lavoro di scrittura. Praticamente perfetto Ford nei panni di Indiana Jones.

Il Gobbo 21/01/08 15:08 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Quando Spielberg non vuole fare l'Autore nè metterci a parte del suo Fanciullino interiore sa divertire e intrattenere come pochi, e questo è uno dei suoi migliori risultati. Fintamente ingenuo, citazionista e manierista, ironico il giusto, senza pretese non spettacolari: un classico. Che poi Spielberg sia più un grande organizzatore di luna-park che un grande regista cinematografico è pre-giudizio che ci porteremo sull'arca.
MEMORABILE: La mitica pistolettata contro lo scenoso maomettano che mulina la lama

B. Legnani 22/01/08 18:56 - 4743 commenti

I gusti di B. Legnani

Celebre film per ragazzi, che vi trovano, nel finale, il vendicativo Dio della Bibbia. Va detto che ci sono, però, pesanti pecche nel racconto: l’eccessiva idiozia dei tedeschi, l’assurdità della via di fuga, l’inspiegabile libertà di Sallah (appena arrestato!) e la totale possibilità di girare fra armatissimi nemici eccetera eccetera. Meglio, allora, notare i contatti con Duel, Incontri..., Storie incredibili (abitacolo-prigione). Ne emerge pure un saggio monito: se ci imbattiamo in una figliola affascinante come la Allen è quasi meglio starle alla larga.
MEMORABILE: Il temuto appendi-abiti...

Magnetti 6/05/08 16:48 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Consolidato classico del filone "cinema d'avventura per ragazzi" I predatori dell'arca perduta deve il suo successo alla perfetta simbiosi fra il personaggio di Indiana Jones e il suo interprete Harrison Ford. Anche l'idea di mettere insieme archeologi, occultismo e nazisti è ottima ma ci si è fermati purtroppo alla superficie di un tema che offriva enormi possibilità... si pensi solo al mito dell'arca dell'alleanza. Tema musicale perfetto.

Samtam90 15/07/08 20:48 - 56 commenti

I gusti di Samtam90

L'essenza del film di avventura. Tra ironia, occulto, una buona trama, un grande Ford, un ritmo incalzante, scene memorabili (l'apertura dell'arca su tutte), "I Predatori" mostra comunque il suo aspetto migliore: quella stupenda sensazione di scoperta, quel senso del fantastico che oggigiorno non si trova in (quasi) nessun altro film. Quando il cinema stupiva ed emozionava ancora senza ricorrere necessariamente agli effetti in digitale. Quasi l'intero prologo, poi, è da antologia.
MEMORABILE: Il prologo, il Nepal, "i datteri fanno male", il ritrovamento dell'arca, l'inseguimento del camion, l'apertura dell'arca, ""top secret"...

Xamini 12/08/08 12:12 - 1020 commenti

I gusti di Xamini

Il primo Indy è l'episodio meglio riuscito secondo buona parte dei fan, oltre alla prima pellicola in cui un protagonista viene presentato di spalle; pur preferendo il terzo, lo riconosco indubbiamente come un gran lavoro action-adventure. Le sue scene sono talmente cult da essere cliché e i duetti funzionano a meraviglia, in particolare quelli tra il perfetto Ford e la Allen. L'approfondimento non può essere documentaristico, ma resta superficiale per un film che scivola via spensierato ai limiti del probabile. E alle leggerezze si passa sopra anche per fede.
MEMORABILE: L'idolo, il masso rotolante, il passaggio sotto al camion, l'incontro con Marion, il momento della "cura" sulla nave e potrei andare avanti.

Pigro 21/09/08 09:31 - 7816 commenti

I gusti di Pigro

Archeologo deve recuperare l'Arca dell'Allenza, ma lo attendono continui pericoli. Uno straordinario fumettone che il mago del blockbuster Spielberg costruisce con perfezione, combinando avventura e ironia, azione e risate. Gli è compagno un grande Harrison Ford "eroe per caso" e gli è di sostegno una magnifica colonna sonora. Non ci sono retrogusti né retropensieri: il senso è solo uno, divertire il bambino che è in tutti noi, e la cosa funziona alla grande.

Ciavazzaro 26/09/08 15:05 - 4765 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Primo capitolo della celebre saga di Indiana Jones, con un convincente Harrison Ford nei panni del protagonista. C'è anche il caratterista Davies. Buona commistione di ironia e azione a buon mercato che però si fa vedere piacevolmente. Alla fine ci si diverte.

Bruce 26/11/08 09:53 - 1005 commenti

I gusti di Bruce

Travolgente. Harrison Ford diventa un mito grazie a questa avventura che non ha tregua. La gigantesca palla di pietra che lo insegue per la galleria sotterranea del tempio profanato (e la sua incredibile capacità di cavarsela comunque) ne è la giusta rappresentazione. Il celeberrimo tema musicale ne esalta poi alla grande le gesta. Nel suo genere, film d’avventura per tutta la famiglia, probabilmente il massimo.

Undying 28/11/08 20:25 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Sarà una vena di puro anti-americanismo, sarà un cinico pregiudizio, ma proprio Spielberg in questo caso non lo si digerisce. Cinema tutto azione, spesso al limite del parodistico cagionato da un eroe (a tratti umano e sempre modesto) che è perfetta icona dello yankee medio: Harrison Ford. Che il film sia ben costruito (e te lo credo: non mancano i capitali in questo caso) non significa proprio nulla poiché i contenuti sono di una banalità allarmante (cfr. la descrizione della psicologia tedesca, qui tratteggiata come demenziale). Destinazione finale del prodotto: minorenni (non minorati!).

Enzus79 26/12/08 19:52 - 1822 commenti

I gusti di Enzus79

Da qui nasce il mito di Indiana Jones. Le storie di Spielberg sono sempre impregnate di un misto di sentimentalismo, avventura e battute fredde che lasciano uscire qualche risolino. L'inizio è da ricordare, ma poi sembra andare lento e ci si annoia un po'; tuttavia nel contesto è salvabile. Forse è un po' troppo sopravvalutato.

Tarabas 20/05/09 09:39 - 1706 commenti

I gusti di Tarabas

Il Prof. Jones non si limita alle lezioni universitarie, ma occasionalmente diventa un archeologo avventuriero a caccia di tesori perduti. Nel primo di quattro fortunatissimi episodi, ritrova nientemeno che l'Arca dell'alleanza, simbolo dell'amicizia tra Dio e il popolo eletto d'Israele, fonte di poteri antichi e incontrollabili. Omaggio ai racconti e ai film d'avventura del passato, Indiana Jones è un perfetto meccanismo di intrattenimento: divertente e avvincente, ben girato e ben recitato, lancia definitivamente Ford nell'olimpo dei divi. Bellissimo.

Mtine 22/12/09 22:49 - 224 commenti

I gusti di Mtine

Spericolate imprese di uno dei più famosi eroi del cinema d'avventura: Indiana Jones. Spielberg dirige degnamente questo bel film d'avventure, mischiando storie già sentite con nuove trovate, creando personaggi a tratti bizarri ma con un alta carica di humor, soprattuto per quanto riguarda il protagonista, che sfugge da tutti gli stereotipi dell'eroe leggendario, sottolineando la sua umanità. La storia è un po' banale, lo svolgimento e la conclusione idem, ma il film resta pur sempre una delle pietre miliari del cinema d'avventura.

Pinhead80 24/12/09 12:21 - 3966 commenti

I gusti di Pinhead80

Un giovane Harrison Ford interpreta la prima di una serie di storie centrate sul personaggio di Indiana Jones. Il film parte molto bene creando una certa suspence data da una serie di situazioni coinvolgenti. Via via che si snoda la trama però la pellicola perde intensità, facendo rimpiangere i primi minuti del film. Sicuramente non il migliore della serie. Buona l'idea di utilizzare animali "repellenti" per le scene action.

Cotola 27/01/10 23:33 - 7550 commenti

I gusti di Cotola

Primo capitolo della saga che ha per protagonista l’archeologo più famoso del mondo. E’ il migliore dei quattro ed anche il più divertente, grazie ad una bella sceneggiatura (scritta da Kasdan) piena di avventura, azione ed umorismo, doti che riescono ad imprimere alla pellicola un ritmo davvero degno di nota che non può non coinvolgere lo spettatore.

Darkknight 28/01/10 09:51 - 352 commenti

I gusti di Darkknight

Più che un film, un monumento. Incrociando i fumetti d’avventure esotiche anni ’30 con la spettacolarità odierna, Spielberg e Lucas hanno ridefinito i concetti stessi di “film d’avventura” e “senso del ritmo” ed hanno creato uno dei più celebri eroi contemporanei. Scene d'azione inanellate a raffica, girate alla perfezione e ognuna con un guizzo di fantasia. Senza trascurare i colpi di scena e il romanticismo. La dimostrazione più esemplare di come anche un film di pura evasione possa essere intelligente e raffinato.

Noir 17/02/10 15:29 - 24 commenti

I gusti di Noir

Indubbiamente della saga, uno dei migliori. Pellicola visivamente notevole: Indiana Jones salta, corre, insegue ed è inseguito al pari di un personaggio dei fumetti. Regista e sceneggiatore hanno ricercato uno spettacolare intrattenimento senza badare troppo al realismo delle varie situazioni. Eccellente il connubio tra le scene e il rispettivo commento sonoro. Buoni gli effetti speciali per l'epoca.
MEMORABILE: L'intro nella foresta e nel tempio. L'aggressione al mercato arabo. Indiana Jones che passa indenne sotto ad un camion in marcia. L'apertura dell'Arca.

Rambo90 7/03/10 22:08 - 6384 commenti

I gusti di Rambo90

Ottimo film di avventura, uno dei punti massimi della carriera di Spielberg e di Harrison Ford. La storia è ottima e originale, ottime le abbondanti scene d'azione e ottimi i comprimari e gli antagonisti. Un film senza tempo, un successo che si è ripetuto anche per i suoi ben tre sequel ed un personaggio (Indiana Jones) diventato intramontabile.
MEMORABILE: "Non è l'età... sono i chilometri"

Greymouser 25/04/10 18:17 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Quando Spielberg non si mette in testa di trasmettere messaggi o morali edificanti e si abbandona interamente alla sua fervida immaginazione narrativa e visionaria, si rivela pienamente per quel regista mostruoso che in effetti è. Ritmo indiavolato e soluzioni sceniche mozzafiato, senza prendersi troppo sul serio e strizzando l'occhio con garbo alla complicità dello spettatore, rendono il film un caposaldo dell'avventura fantasy. Anche Harrison Ford si diverte e si vede nella leggerezza e naturalezza della sua recitazione.

Paulaster 29/01/15 10:04 - 2819 commenti

I gusti di Paulaster

Il primo episodio dell’esploratore nella prerogativa dell’avventuroso serioso, con solo qualche licenza più leggera. Confezione curata e tensione tenuta sempre alta per avvincere nell’uno contro tutti. Ford incarna perfettamente il ruolo, mentre i nazisti sono troppo marcati. La nuova versione con il doppiaggio di Insegno al posto di Gammino pregiudica l’impronta cult e abbassa il gradimento personale. Nell’inseguimento tra camion ci sono scene riprese poi in Rambo, o che si assomigliano molto per la dinamica.

Lupoprezzo 9/08/11 16:55 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Dalla penna di Lucas e Kaufman ecco uscire uno dei personaggi più amati degli anni 80: Indiana Jones. A condurre questa vaporiera avventurosa c'è uno Steven Spielberg ormai ben rodato, tanto che ogni snodo narrativo sì amalgama alla perfezione con le gag e i siparietti che si dipanano senza sosta per tutta questa incredibile avventura. Una pellicola come non se ne fanno più: divertente, citazionista e che soddisfa un po' tutti (grandi e piccoli). Harrison Ford con quel cappello, quell'espressione e quella frusta è ormai un'icona del cinema.

Max renn 6/04/12 14:20 - 80 commenti

I gusti di Max renn

È sempre un piacere gustarsi questo primo (e migliore) episodio della saga "Indiana Jones". Uno Spielberg ispirato riesce nell'impresa di mettere in immagini gli stereotipi del genere avventuroso (esemplare in questo senso la scena iniziale presso il tempio) secondo una chiave di lettura che privilegia il puro intrattenimento. Un Ford divertito recita alla grande cimentandosi in memorabili scontri con nazisti e pirotecnici inseguimenti. Esempio magno di come sia possibile evitare che l'azione non scada in frenesia. Galleria di cattivi epica.

Rigoletto 24/07/12 18:27 - 1597 commenti

I gusti di Rigoletto

Non si può certo dire che questa pellicola annoi lo spettatore, tra sparatorie, risse e quel tocco mistico che crea l'imprevisto e l'imprevedibile. Harrison Ford si consacra definitivamente al grande pubblico dopo essere già stato identificato con un altro grande personaggio come Han Solo. La regia di Spielberg è brillantissima e la musica del fido John Williams diventerà un must delle colonne sonore. Bravi tutti gli attori (specie Freeman e Lacey). La prima scelta Tom Selleck (che pure avrebbe ben operato) ha perso una grande occasione. ***1/2
MEMORABILE: Indiana nella sala del plastico; Jones che penetra nel sommergibile; L'inseguimento attraverso il deserto; Il rituale finale.

Buiomega71 19/09/12 19:42 - 2279 commenti

I gusti di Buiomega71

Straordinario cinema d'intrattenimento: la pura e ludica poetica spielberghiana all'ennesima potenza, perfetta macchina di spettacolo che non molla mai la presa nemmeno per un secondo, regalando sequenze ormai entrate nella storia. Humor, azione, battute fulminanti e un pizzico di horror (i cadaveri mummificati creati da Craig Reardon, il finale terrifico che rivaleggia con quello di Poltergeist). Tutto si incastra alla perfezione e nemmeno Spielberg riuscirà a ripetere il miracolo (bruttini i sequel). Amalgama di gran cinema e pura evasione. Cultissimo.
MEMORABILE: L'incipt con il logo della Paramount; L'enorme pozzo con cadaveri mummificati e serpenti; La terrificante apertura dell'Arca; Il medaglione arroventato.

Giacomovie 24/12/13 15:11 - 1351 commenti

I gusti di Giacomovie

L'inizio della saga di Indiana Jones si è poi rivelato uno dei migliori lavori di Spielberg, sia per uno spettacolo avventuroso ad alti livelli che per scenografie molto ben fatte e concepite con classe. Un ruolo importante lo ricopre anche la musica, che per film di questo genere è importante per le suggestioni che può dare (e qui John Williams riesce a dare risalto sia alle sequenza con ritmo più elevato che al senso dell'azione avventurosa). ***!

Stelio 23/06/14 14:06 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Invenzione di un genere cinematografico in senso contemporaneo: questo il merito principale della prima avventura di Indiana Jones, una saga ricordata forse al di sopra delle sue reali possibilità espressive ma che sicuramente, soprattutto negli ambiti dei dialoghi, dei tempi comici e dell'inventiva ha dimostrato di essere una sicura innovazione, imitata senza successo da altri (su tutti, la mediocre saga della Mummia). Harrison Ford simbolo assoluto, Allen e Eliott apprezzate spalle.
MEMORABILE: "Io li odio i rettili! Non li sopporto".

Viccrowley 16/01/15 11:46 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Ad inizio anni 80 la coppia Spielberg/Lucas riscrive i connotati al cinema d'avventura classico, incidendo a fuoco nell'immaginario collettivo il professor Jones, archeologo fascinoso e avventuriero, saggio e al contempo spaccone. Nel suo esordio Indy è alle prese con la ricerca della leggendaria Arca dell'Alleanza affiancato dalla bella Marion e opposto ai nazisti, suoi nemici giurati. Fin dalle prime battute si profilano situazioni che diverranno archetipiche nel cinema d'azione a venire, con un connubio perfetto fra paura, commedia ed emozioni.
MEMORABILE: "E tu cosa fari Indy?" "Non lo so, in qualche modo mi arrangerò!"

Ryo 5/10/15 16:58 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Carismatico il personaggio (Harrison Ford è in ottima forma), confezione impeccabile. L'atmosfera però è molto scanzonata e si prende tantissime libertà. Diciamo che non amo i film in cui i salvataggi, le azioni e i pericoli si riducono esageratamente all'ultimo momento. Molto incentrato sullo spettacolo e sull'azione piuttosto che sulle dinamiche e relazioni fra personaggi. Ha dalla sua l'aver rilanciato il genere avventuroso condito con il sovrannaturale, dando via a un vasto franchising espanso con videogame, serie tv e libri.

Furetto60 20/11/15 10:47 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

La nascita di un personaggio dalla statura, in ambito cinematografico, di statura mitologica. Ford ne è lo straordinario interprete introducendo del suo (il famoso ghigno) con felice verve autoironica. È avventura allo stato puro che sfrutta antichi irrisolti misteri, ambientazioni esotiche e nemici irriducibili. Tante scene action memorabili che offuscano alcune pecche tra cui, oltre a deboli personaggi di contorno, un “americanismo-buonismo” stucchevole, peraltro perpetrato anche nel prosieguo.
MEMORABILE: La frusta; L’immenso magazzino finale; Indiana si trascina sotto la camionetta in corsa.

Minitina80 3/12/15 09:03 - 2364 commenti

I gusti di Minitina80

Il personaggio di Indiana Jones si dimostra subito avvincente e le situazioni impossibili in cui si caccia sono l’ideale per una mente fervida e fantasiosa. È il cinema d’avventura destinato all’intrattenimento più puro e senza pretese autoriali; certo, in alcuni frangenti è retorico e semplicistico, ma chi vuole un po’ di sostanza deve rivolgere lo sguardo altrove. Fastidiosa e antipatica la figura della Ravenwood/Allen, invincibile e senza paura.

124c 3/02/16 13:13 - 2775 commenti

I gusti di 124c

Film d'avventura degli anni '80 divenuto col tempo un cult assoluto. Indiana Jones, professore e archeologo degli anni '30, cerca per mezzo mondo l'Arca dell'Alleanza, ma è braccato dai nazisti. Harrison Ford, dopo aver incarnato il contrabbandiere spaziale Han Solo, si rimette al servizio di George Lucas e, armato di frusta e pistola, con un cappellaccio calato sugli occhi e la barba sfatta, fa di nuovo centro. Ottima la prova del cast, specie Karen Allen nel ruolo dell'amata dell'archeologo. La firma di Spielberg alla regia si vede.

Maxx g 28/04/16 11:27 - 492 commenti

I gusti di Maxx g

Riproposto al cinema per due giorni il film, anche sottotitolato, è godibile e si può considerare il padre dei film d'avventura che arrivarono di conseguenza. Spielberg ha il pregio di farci entrare subito in medias res, senza troppi preamboli. Ironia, avventura e suspence con quel pizzico di fanta-horror che non guasta mai.
MEMORABILE: La scena in cui Jones spara al tipo con la sciabola, senza dire una parola.

Nicola81 2/08/16 11:01 - 1974 commenti

I gusti di Nicola81

Primo capitolo di una saga fortunatissima. Spielberg mette da parte qualsiasi velleità autoriale, mira esclusivamente a intrattenere e a divertire e ci riesce benissimo, indovinando il giusto mix di avventura, esoterismo e ironia. Ford interpreta uno dei suoi personaggi più memorabili e amati dal pubblico, ma anche i comprimari sono all'altezza. Grande ritmo, ambientazioni suggestive, azzeccata colonna sonora di John Williams e persino le inevitabili americanate risultano più sopportabili del consueto.

Il ferrini 19/03/18 00:31 - 1696 commenti

I gusti di Il ferrini

Cult imprescindibile per ogni buon cinefilo, apre la strada a una serie di sequel ma anche di cloni, taluni perfino femminili e non solo nell'ambito del cinema ma anche in quello dei videogame (indimenticabili le avventure grafiche della LucasArt). Fra i vari comprimari un giovanissimo ma già bravo Molina, presente nei primi minuti, ma a svettare su tutti è ovviamente Harrison Ford, forse nel suo ruolo più iconico, anche se non si può dire che Deckard o Han Solo siano passati inosservati. Spielberghiano fino al midollo.

Vito 15/12/16 23:34 - 662 commenti

I gusti di Vito

Spielberg e Lucas pescano dai classici film di avventura anni '30 e '40 aggiornando il tutto per il pubblico degli anni '80. Il risultato è un cult assoluto, con uno degli eroi cinematografici più amati di sempre, il mitico Indiana Jones alla ricerca dell'Arca dell'Alleanza contro i cattivi per antonomasia: i nazisti. La sceneggiatura è perfetta e le scene d'azione, i combattimenti, gli inseguimenti ancora oggi spettacolari. Grandioso.

Alex75 30/01/17 09:31 - 680 commenti

I gusti di Alex75

Sontuoso film d'avventur, il cui pregio maggiore è il piglio ironico (ben espresso nell’interpretazione di Harrison Ford), che fa perdonare una certa ingenuità di fondo (soprattutto nella caratterizzazione dei nazisti) e una certa dispersività (c’è forse troppa carne al fuoco e questo va a scapito del ritmo e del coinvolgimento). Al di là dei suoi limiti, che possono allontanare lo spettatore esigente, offre comunque un paio d’ore di pura evasione.
MEMORABILE: Il finale; L’epica colonna sonora.

Thedude94 18/09/17 23:44 - 582 commenti

I gusti di Thedude94

L'iconico Ford nei panni di Indiana Jones, uno dei personaggi più azzeccati della storia del cinema, che diventerà presto simbolo di questa nuova saga targata Spielberg/Lucas. È proprio il regista a dare l'impronta migliore, girando buone scene e facendo sì che esse rendano la pellicola godibile; oltre questo la nota positiva sono ovviamente le musiche, entrate nella cultura popolare, di Williams. Migliorabile sarebbe stata sicuramente la sceneggiatura, ma visto il successo planetario questo è di poco conto. Macchina produttiva perfetta.

Magi94 10/10/17 22:18 - 687 commenti

I gusti di Magi94

Vado del tutto controcorrente e dico che questo Indiana Jones è quello che mi è piaciuto di meno (della prima trilogia ovviamente). Colpa di una sceneggiatura che difetta un po' di carica ironica (che nei film successivi sarà fondamentale e riuscitissima), oltre ad avere qualche buco qua e là e un finale che è veramente troppo troppo sciocco anche per un Indiana Jones. Ciò non toglie comunque che sia un divertentissimo giocattolone di un luna park a tema archeologico, con la prima scena nel tempio sudamericano capolavoro del cinema d'avventura.

Rocchiola 7/11/18 09:29 - 872 commenti

I gusti di Rocchiola

Il primo Indiana Jones non si scorda mai. Un divertimento per grandi e piccini che omaggia i serial e i fumetti avventurosi degli anni 30 aggiornandoli con elementi action-horror tipicamente anni 80. Per Spielberg, eterno bambino, è la prima occasione di dirigere un puro divertissement sfoggiando una volta per tutte le sue magistrali doti registiche. Nulla si prende sul serio nazisti compresi, ma ci si diverte parecchio, e in questo si sente la mano del produttore George Lucas. I seguiti, se pur a tratti piacevoli, non eguaglieranno mai il modello.
MEMORABILE: Le tarantole sulla schiena; Il duello tra pistola e scimitarra; Il tedesco con la mano tatuata dal medaglione incandescente; L’inseguimento finale.

Jena 23/12/18 19:59 - 1204 commenti

I gusti di Jena

Il film che rappresenta l'apice massimo del cinema spielberghiano inteso come senso ludico, spettacolarità, divertimento. Si sale su questo ottovolante e per circa 100 minuti si vola a perdifiato, divertendosi parecchio e con intelligenza. Talmente riuscito da diventare un topos cinematografico, un'icona come Guerre stellari. Miscela di generi: l'avventuroso anni 30, la fantascienza, la commedia e anche un po' di horror; si avvale di una sceneggiatura (di Kasdan) perfetta, come perfetto è Harrison Ford e brava Karen Allen. Colonna sonora cult!

Trivex 5/11/19 11:03 - 1496 commenti

I gusti di Trivex

Nonostante i quasi quarant'anni di età, il film è ancora uno "spettacolo". L'avventura con la A maiuscola è in scena e non manca nulla per essere vissuta intensamente anche come spettatori. Scene "vere" con ottimi effetti pratici e senza l'insopportabile invadenza della computergrafica: cosa volere di più? Un grande Harrison Ford e delle location d'alto fascino supportano ulteriormente la pellicola, che può essere vista anche dai fanciulli, se accompagnati nella loro visione da un adulto. Un grande esempio di cinema che ancora accompagna la nostra vita.

Daniela 23/12/19 12:36 - 9498 commenti

I gusti di Daniela

Nonostante la firma di Lawrence Kasdan, la sceneggiatura è un'accozzaglia di situazioni improbabili e dialoghi banali, i personaggi principali sono stereotipi ambulanti e i nazisti sembrano cattivi da burletta. Eppure funziona, eccome se funziona... Merito di Spielberg che, a partire dal movimentatissimo prologo, non concede un attimo di tregua allo spettatore, della confezione di lusso e della scelta particolarmente azzeccata del protagonista, con Ford che grazie a questo ruolo e a quello di Han Solo entra nell'Olimpo dei miti cinematografici. Avventuroso sempreverde, fa tornare bambini.
MEMORABILE: La fossa dei serpenti

Pesten 23/03/20 10:49 - 639 commenti

I gusti di Pesten

La quintessenza del film di avventura. Un continuo andirivieni di azione, gag e situazioni improbabili che ti lasciano incollato allo schermo ancora oggi, dopo tanti anni. Spielberg, qui un fiume in piena, confeziona un prodotto che rimarrà per sempre la pietra di paragone per tutti i film del genere dando vita con Harrison Ford a una delle icone cinematografiche eterne. Nulla è lasciato al caso, dalle location ai piccoli dettagli ai dialoghi, con quel sapore di humor nero che non guasta mai e che non stona all'interno di una storia per tutti.

Noodles 9/04/20 23:02 - 870 commenti

I gusti di Noodles

Buon esordio cinematografico della saga dell'archeologo più famoso del mondo. Steven Spielberg miscela bene spettacolo, avventura, commedia, leggenda con una spruzzata di horror che non guasta. Grande merito della buona riuscita dell'operazione va alla performance di Harrison Ford e a un ritmo frenetico che non molla mai tenendo sempre viva l'attenzione, a parte qualche piccolo momento nel finale. Nel complesso un buon film, con dei validi effetti e una fotografia che poteva essere migliore.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Xtron • 22/10/14 20:36
    Servizio caffè - 1831 interventi
    DVD PARAMOUNT (cofanetto 2003)
    Durata 1h50m36s



    BLURAY PARAMOUNT (cofanetto 2013)
    Durata 1h55m19s (immagine a 42m21s)

    Ultima modifica: 23/10/14 08:46 da Zender
  • Discussione Zender • 3/02/16 17:48
    Consigliere - 43592 interventi
    Chissà se rifiutò davvero per quello...
  • Discussione 124c • 3/02/16 17:56
    Risorse umane - 5154 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Chissà se rifiutò davvero per quello...

    Non so se il film sarebbe stato un successo con Tom Selleck come protagonista, fatto sta che il suo rifiuto di lavorare con Spielberg (che definì regista finito, a causa del flop di 1941 - Allarme a Hollywood) bloccò molto l'ascesa di Tom Selleck come attore cinematografico. Ci provò in tutti i modi a farsi bello, ma l'unica cosa che si ricorda di Tom Selleck al cinema è In e Out dove interpreta un gay. Io lo ricordo anche in Alibi seducente, dove faceva lo scrittore di (poco) successo che si faceva centrare il sedere da una freccia scoccata da Paulina Porizkova...Ancora rido!
    Ultima modifica: 3/02/16 17:58 da 124c
  • Discussione Zender • 3/02/16 18:05
    Consigliere - 43592 interventi
    In ogni caso chi è causa del suo mal, come si dice...
  • Musiche Lucius • 27/02/16 23:16
    Scrivano - 8319 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius,il 33&1/3 originale italiano:

    Ultima modifica: 28/02/16 08:29 da Zender
  • Discussione Soviet • 29/08/16 17:03
    Disoccupato - 8 interventi
    Curiosità:
    Per chi dovesse possedere, tra i cimeli del nostro passato prossimo, il film in videocassetta (CIC Video), si può notare un "errore" sfuggito all'epoca e poi cancellato nella versione restaurata in digitale. Quando Indiana Jones si trova faccia a faccia con un cobra sibilante, si può notare il riflesso del serpente su una lastra di vetro interposta tra il rettile e Harrison Ford.

    Per la brevissima inquadratura panoramica in Tunisia, dal momento che il film è stato girato nel 1981 (Il boom dei televisori) ma ambientato nel 1936 (Cos'è un televisore?), Spielberg fu costretto a far smontare tutte le antenne dalle case interessate dalla sequenza.

    Nella scena iniziale in cui Indiana Jones viene accompagnato da alcuni aborigeni per il recupero di un idolo d'oro, l'attore Alfred Molina, la guida che si ritroverà la schiena invasa dalle tarantole, ricorda un particolare esilarante.
    Gli aracnidi erano veri e man mano che venivano poggiati sulla schiena dell'attore, gli addetti si accorsero che rimanevano così immobili da sembrare finti: erano tutti maschi. Bastò poggiarvi una femmina per scatenare il finimondo!
  • Discussione Zender • 29/08/16 17:49
    Consigliere - 43592 interventi
    Fonte delle curtiosità?
  • Musiche Alex75 • 9/08/17 16:47
    Call center Davinotti - 625 interventi
    Il notissimo tema principale, composto da John Williams:
    https://www.youtube.com/watch?v=y-npbDl4O5I
  • Homevideo Rocchiola • 7/11/18 09:35
    Call center Davinotti - 1142 interventi
    Io ho acquistato singolarmente solo il primo film e devo dire che si tratta di un bluray davvero eccezionale con video 2.35 anamorfico restaurato e rimasterizzato praticamente perfetto. L'audio dolby digital 5.1 è anch'esso ottimo. Vivamente consigliato ed ormai venduto a meno di 10 euro. Se poi si vuole avere l'intera saga, anche il cofanetto, sia nell'edizione normale che steelbook, è acquistabile nuovo a poco meno di 20 euro.
  • Curiosità Lucius • 11/04/19 20:23
    Scrivano - 8319 interventi
    Direttamente dall'archivio cartaceo Lucius, un ulteriore flano originale del film: