Le meravigliose avventure di Marco Polo

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/07/11 DAL BENEMERITO PIGRO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pigro 17/07/11 10:15 - 8796 commenti

I gusti di Pigro

Il Milione si presta a revisioni fantasiose e avventurose, come in questo caso. La forza di Marco Polo? Le ragazze che seduce. Il viaggio? Un intrigo internazionale con sicari a ogni angolo. La produzione in realtà ci si è messa d’impegno, con una sontuosa regia in paesaggi spettacolari e rievocazioni suggestive; e c’è pure il significato neanche troppo nascosto, quello della pace tra Est e Ovest negli anni della guerra fredda. Ma le esagerazioni narrative e la farraginosità complessiva anestetizzano qualsiasi possibilità di godimento.

Galbo 5/01/14 12:56 - 11876 commenti

I gusti di Galbo

Ben tre registi e un ricco cast internazionale per un tedioso film dedicato al celeberrimo esploratore veneziano. La figura di Marco Polo è resa in modo meramente illustrativo, con personaggi il cui carattere rimane in superficie. Un pò meglio va dal punto di vista produttivo, con ambientazioni ricche e ben rese dalla luminosa fotografia della pellicola. Nel complesso, mediocre.

Daniela 16/01/21 10:33 - 11528 commenti

I gusti di Daniela

Cooproduzione internazionale di peso per paesi e capitali impegnati ma risultato nel complesso modesto e ben poco avvincente anche se non privo di spettacolarità per quanto riguarda paesaggi, ambientazioni e costumi. Se la regia a più mani non offre guizzi risultando impersonale, il principale difetto è da ricercarsi in una sceneggiatura che banalizza le vicende ed i personaggi ridotti a figurine bidimensionali al di là dell'impegno del cast: Buchholz attraente ma di scarso carisma, Quinn nell'ennesimo ruolo esotico, Welles nell'ennesimo ruolo "alimentare", ininfluenti gli altri.

Reeves 3/01/22 13:02 - 1041 commenti

I gusti di Reeves

Una vecchia regola dei film d'azione diceva che quando c'è la voce fuori campo vuol dire che il film non è riuscito. Qui la voce fuori campo, soprattutto all'inizio, è continua e fastidiosa. E poi questo viaggio pieno di complotti, di belle donne e di tradimenti, lascia veramente il tempo che trova. Sprecato ma bravissimo Orson Welles, mentre Guidi Alberti pontefice illuminato è tutto da ridere.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.