Pirati dei Caraibi: Oltre i confini del mare

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Pirates of the Caribbean: On Stranger Tides
Anno: 2011
Genere: avventura (colore)
Note: Terzo sequel di "La maledizione della prima luna". Aka "Pirati dei Caraibi 4. Oltre i confini del mare".
Numero commenti presenti: 19
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Niente di più routinario. Ennesimo capitolo di una saga che ormai ha già detto tutto da tempo e va avanti col pilota automatico. Il solito Jack Sparrow tutto mossette e gag consunte, un Geoffrey Rush sempre più inutilmente sopra le righe, personaggi da cartone animato forzatamente tridimensionalizzati, effetti speciali cui manca ormai anche la fantasia e un’unica idea buona (le sirene) diluita a dismisura per cercare di dare almeno un appiglio a chi volesse faticosamente ricordare qualcosa di questo anonimo numero 4. Che è quello della fonte della giovinezza, per capirsi, ricercata ansiosamente dal pirata Barbanera padre della bella Penelope Cruz. Depp folleggia tra cantine, velieri e foreste, ma la dominante scura che incupisce il film...Leggi tutto finisce con l’infastidire. Fosse almeno dovuta a un’atmosfera ricercata... macché. Solo scene di rara banalità condite da dialoghi acuti nemmeno per sbaglio, con patetici echi romantici nelle figure della sirena catturata e del bel missionario. E' la tonitruante colonna sonora di Hans Zimmer (che rielabora il tema classico della saga) a sospingere una regia ansimante, indecisa sulle scelte da fare per vivacizzare una sceneggiatura che è solo una lunga agonia protratta dalle prime scene ai titoli di coda. Un copione talmente farraginoso, dispersivo, da distogliere l’attenzione per deviarci verso il disinteresse e l’apatia. Perché seguire sterili duelli, sfide a testa alta e proclami di un Barbanera modellato sui supercattivi da fumetto stanca ben presto. Oltre due ore di paccottiglia kitsch e cinema commerciale al suo peggio (considerati gli investimenti), con carenza d'inventiva pure nella scelta delle location e un finale degno di un Indiana Jones ancor più disimpegnato. La saga, sempre più smunta e priva di personalità, sta trasformandosi lentamente in una serie di avventure in cui ogni volta si perde qualcosa. A realizzare un film così, ormai, eran capaci tutti...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/05/11 DAL BENEMERITO LUCIUS POI DAVINOTTATO IL GIORNO 9/06/11
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Kint 20/05/11 16:14 - 39 commenti

I gusti di Kint

Trascinato al cinema controvoglia pensando che dopo il pessimo terzo episodio la saga non avesse più nulla da raccontare ho dovuto ricredermi. Perchè si tratta di un buon film d'intrattenimento, più maturo dei precedenti e meno disneyano. Johnny Depp torna protagonista assoluto e diverte quasi come nel primo episodio, non ci sono più Orlando e Keira, ma questo non è di certo un male. Il punto forte del film si rivela però la sceneggiatura, molto curata e ben scritta, che con ottime trovate coinvolge lo spettatore per più di due ore.
MEMORABILE: L'assalto delle sirene-vampiro.

Lucius 19/05/11 23:13 - 2822 commenti

I gusti di Lucius

Depp torna a vestire i panni di Jack Sparrow con l'esperienza pregressa dei tre film della saga riuscendo ad affinare le particolarità che hanno portato al successo il suo personaggio. La pellicola va seguita: si parte alla ricerca della fonte dell'eterna giovinezza, attraverso un oceano pieno di pericoli tra cui le bellissime e spietate sirene assassine. Se si tralascia la scarsa conoscenza del mito delle sirene si può partire a bordo del galeone nell'oceano dell'immaginazione. Molta cura nei dettagli e personaggi delineati. Incalzante.

Rambo90 21/05/11 17:07 - 6525 commenti

I gusti di Rambo90

Tralasciando l'ìnutilità del 3D, il film è riuscito e ha la sua forza in un ritmo vivace e in scene d'azione ben fatte. La storia è un po' quella classica di questi film d'avventura, prevedibile e con corsari cattivissimi, ma rispetto al noioso terzo capitolo questo è oro. Depp è ancora simpaticissimo nei panni di Sparrow, ed ha i momenti migliori quando è in coppia con la Cruz o con il bravo Rush. Un divertimento un po' banale ma efficace.

Belfagor 26/05/11 09:24 - 2628 commenti

I gusti di Belfagor

Nonostante venga risolto poco del terzo capitolo, il cambio della guardia (nuovi protagonisti, nuove location) ha giovato alla saga. Il film è rocambolesco e amabilmente sopra le righe e riesce a divertire senza problemi nonostante la durata di oltre due ore. Il Jack Sparrow di Depp è finalmente tornato ai fasti del primo film, Rush imbellettato e con una gamba di legno è uno spasso. Azzeccate le new entry Cruz e McShane. Notevole la cura nelle ambientazioni e negli effetti speciali.

Puppigallo 28/05/11 01:05 - 4551 commenti

I gusti di Puppigallo

Questi film vivono di trovate...e devo dire che qui non si sono certo spremuti. Ma a salvare, solo parzialmente, il baraccone, che per giunta ci propone un 3D decisamente misero, ci pensano, il protagonista, con atteggiamenti ipercaricaturali e favella, Barbossa, piuttosto simpatico e il luciferino Barbanera. La Cruz è lì perchè è la Cruz. Il vero problema è che, senza particolari colpi di scena, la narrazione risulta troppo lineare e il tutto finisce per trascinarsi eccessivamente, con l'aggravante del lacrimoso e pietoso rapporto giovane prete-sirena. Direi che siamo proprio al capolinea.
MEMORABILE: Nella caverna, appena un pirata spezza la punta di una piccola stalattite, poco più indietro ne cade una enorme su un compare, trafiggendolo a morte.

Domino86 29/05/11 18:24 - 557 commenti

I gusti di Domino86

Eccoci arrivati al quarto capitolo e, come spesso accade, le pellicola perdono qualcosa di volta in volta. Si gira sempre intorno agli stessi fatti e per quanto Johnny Depp sia molto bravo e divertente manca la novità. Alcune questioni rimangono aperte (per volere o dimenticanza?) e il 3D poteva anche essere evitato. Ad ogni modo un film piacevole e mediamente buono.

124c 1/06/11 12:11 - 2786 commenti

I gusti di 124c

Noioso, specie nella parte centrale, questo quarto capitolo delle avventure di Jack Sparrow. È inutile cambiare regista, fare a meno di Orlando Bloom e Keira Knightley e puntare solo su Johnny Depp iserendo Penelope Cruz e Ian McShane. La trama è troppo prolissa, i momenti morti non si contano. Ma è sicuro che questo sia un film e non un lussuoso telefilm? Persino i capitoli più brutti di Angelica con la Mercier erano migliori di questa roba. No, io mi ribello a questo mercato USA ripetitivo, rivoglio Kabir Bedi che fa il Corsaro Nero.

Didda23 9/06/11 21:05 - 2305 commenti

I gusti di Didda23

Davvero deludente questo terzo sequel, in cui si denota solamente una pochezza di idee imbarazzante. In aggiunta il film è molto noioso nella parte centrale e la fase finale è poco incisiva. La sceneggiatura, oltre che essere tremendamente scontata e banale, è addirittura per niente interessante. La visione non mi ha convinto e non mi ha lasciato nulla, molto presto finirà nel mio personale dimenticatoio. Se bisogna salvare qualcosa o qualcuno salvo la bellezza della Cruz. L'impressione dominante è di essere giunti alla frutta. Solo per amanti della saga.

Galbo 11/09/11 09:56 - 11521 commenti

I gusti di Galbo

Più che una serie cinematografica, quella di Jack Sparrow è ormai un merchandising; la routine domina incontrastata, anche se bisogna ammettere che questo quarto capitolo è più godibile del noiosissimo precedente. Il problema è che le trama sono tutte simili tra loro e anche il protagonista Depp pare incapace di ritrovare la verve iniziale. Molto meglio i due pirati Geoffrey Rush e Ian McShane, mentre la Cruz pare più "decorativa" che altro. Mediocre.

Redeyes 20/09/11 18:39 - 2204 commenti

I gusti di Redeyes

Non adoro questi pirati, ma già l'assenza del duo Keira-Orlando mi dà coraggio, ed in effetti questo quarto capitolo è decisamente più godibile del terzo. La Cruz è bellissima, Depp fa quello che deve fare, né più ne meno che negli altri episodi. Certo non esistono grandi trovate, ma nemmeno me le aspettavo. Sarò controcorrente ma ha reso un po' di brio a questa saga altrimenti noiosa e insulsa nei suoi protagonisti. Se non si fosse capito, trovo improponibile un Bloom pirata!

Rob Marshall HA DIRETTO ANCHE...

Fabbiu 29/12/11 17:00 - 1971 commenti

I gusti di Fabbiu

Capitolo che sa troppo di spin-off (per la scomparsa di scena di personaggi importanti come Turner - rimpiazzato da un belloccio religioso - e la Swann). Se da un lato si ripresenta un clima di avventura piratesca per atmosfera ancora al pari dei capitoli precedenti (le ambientazioni da Londra alle navi sono fantastiche), è anche vero che c'è un continuo ricorso alla luce cupa che tende a infastidire, quasi come gli atteggiamenti di Sparrow ormai al loro limite. La Cruz incastrata nella storia troppo forzatamente.

Zuni 8/01/12 00:00 - 68 commenti

I gusti di Zuni

La barca aveva gia preso il largo con il secondo episodio ed era definitivamente naufragata e persa con il terzo. Con questo quarto capitolo invece si affonda direttamente. Un baraccone di una lunghezza spropositata che si affanna per tutta la durata ad appiccicare una serie di inseguimenti, azzuffate e svolazzi come se non ci fosse un domani scordandosi però di ritmo e suspance. Anche il divertimento è grande assente e spesso si converte anche in irritanti siparietti che si vorrebbero "cool" ma fanno solo pietà. Meglio l'astinenza.
MEMORABILE: L'assalto delle sirene, l'unico momento che vi sveglierà dal sonno malamente nascosto dagli occhialini 3D.

Enzus79 24/05/12 15:02 - 1888 commenti

I gusti di Enzus79

Quarto capitolo della serie de I pirati dei Caraibi con più difetti che pregi. Jack Sparrow sembra aver perso lo smalto dei primi capitoli (non a caso qui il più simpatico risulta Barbossa). Penelope Cruz in una delle sue peggiori performance. Effetti speciali, comunque, sempre da apprezzare. Alla regia Marshall sostituisce bene Verbinski.

Cloack 77 19/06/12 10:17 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

La regia di Rob Marshall regala due splendide sequenze: la ciurma "impiccata" da Barbanera e, soprattutto, il lungo momento delle sirene, cinematograficamente molto azzeccato. L'essere tornati all'essenzialità di una storia chiara, l'aver dimenticato l'orgia creativa dei precedenti e l'eccessivo uso degli effetti digitali è un felice rimando al successo del capostipite. Resta da affinare una inutile durata superiore alle due ore (del resto l'icipit del film è abbastanza superfluo, così come la rapina dei calici agli spagnoli).

Jandileida 14/09/13 09:50 - 1287 commenti

I gusti di Jandileida

Siamo di fronte a un prodotto che ormai assomiglia alle uova fatte dalle galline in batteria: inutile aspettarsi novità eclatanti o innovazioni narrative da far saltare sulla sedia. Era e resta una commercialissima saga di pirati. Però devo dire che, come intrattenimento puro, ci si può anche accontentare: il ritmo e l'ironia non mancano, il sapore di cappa e spada c'è e Depp, Cruz, Rush e McShane offrono prove convincenti e centrate. Certo, ormai il tessuto comincia a essere liso per il troppo uso e si vede, ma ci sono modi peggiori per passare due ore.

Taxius 10/05/16 13:44 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Il quarto capitolo della saga di Jack Sparrow è un film fatto solo per vendere il merchandising, in cui la trama è solo una semplificazione di quella del primo film; al posto delle monete maledette c'è la fonte. Esteticamente è ben curato, con effetti speciali ottimi e scene d'azione divertenti, ma come detto è la trama a lasciare perplessi. Johnny Depp funziona, quando c'è da fare il matto è impossibile che fallisca; funziona anche Barbossa mentre il personaggio della Cruz è assolutamente inutile. Visto e dimenticato.

Piero68 30/05/17 10:00 - 2793 commenti

I gusti di Piero68

Sa da un lato l'acquisto della Cruz pareggia la perdita della Knightley, dall'altro con l'inserimento di McShane al posto di Bloom l'episodio ne guadagna e non poco. Cambio anche alla regia, a dire il vero non molto felice e storia che tutto sommato ricalca i cliché della saga, ormai diventata mera fonte di guadagno grazie al merchandising e ai parchi a tema. Trucco e parrucco come al solito a ottimi livelli e cast che ripropone i soliti noti. Rush sempre al top e Keith Richards assolutamente credibile nei panni del pirata.

Minitina80 5/09/17 20:17 - 2460 commenti

I gusti di Minitina80

Una copia sbiadita e incolore di quanto già visto nei precedenti episodi. Nemmeno chi vi partecipa sembra più di tanto convinto e lo stesso Depp si limita a scimmiottare se stesso con le solite mosse e fughe rocambolesche ai limiti dell’impossibile. Sarebbe stata necessaria una sterzata importante e qualche cambiamento radicale per poter sperare in qualcosa di sensato, ma così non è stato e l’odore che rimane è di stantio. Un seguito, quindi, banale e insipido che non aggiunge nulla di buono alla saga del pirata Sparrow.
MEMORABILE: Le meduse arrabbiate.

Rigoletto 29/09/18 18:39 - 1624 commenti

I gusti di Rigoletto

Tolti di mezzo Bloom e la Knightely (sostituita dalla Cruz), ingaggiato Ian McShane (cosa buona e giusta, il grande attore ha sempre un suo peso), questo quarto capitolo non avrebbe avuto bisogno di veder la luce, ma siccome "pecunia non olet", poco importa se il livello scende e Jack Sparrow viene ridotto a macchietta di una macchietta. Verbinski cede il timone a Marshall che si affida al protagonista e all'amico-nemico Barbossa/Rush. La coppia è collaudata, la nave arriva in porto. Tutto sommato due pallini e mezzo paiono un voto onesto.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Lucius • 19/05/11 23:16
    Scrivano - 8298 interventi
    Cameo ironico non accreditato dell'istrionica Judi Dench, nei panni di una nobildonna assalita nella sua carrozza da Jack Sparrow.
  • Musiche Lucius • 19/05/11 23:17
    Scrivano - 8298 interventi
    Hans Zimmer toppa con una soundrack pomposa e inopportuna che non rende (a mio parere) giustizia ad una pellicola di si tanta fattura.
  • Discussione Lucius • 19/05/11 23:22
    Scrivano - 8298 interventi
    Ovviamente in films del genere non bisogna cercare la corrispondenza alla realtà al cento per cento, ma mi chiederò sempre come hanno fatto i soldati di sua maestà a seguire Jack Sparrow in giro per gli oceani e soprattutto ad entrare nel sito archeologico della fonte dell'eterna giovinezza, visto il tanto astruso passaggio segreto, indicato al pirata da un volatile...
  • Discussione Galbo • 20/05/11 20:33
    Consigliere massimo - 3802 interventi
    Caro Lucius, vedo che il film ti è piaciuto, io dopo la ciofeca (a mio parere) del terzo episodio sono assai prevenuto e temo la "sola"..
  • Discussione Lucius • 20/05/11 20:37
    Scrivano - 8298 interventi
    Io gli altri tre li devo rivedere, mi è piaciuto quello con la piovra gigante e questo si certo.In 3d è uno spettacolo incredibile, ma come sai, de gustibus.
  • Homevideo Gestarsh99 • 18/07/11 00:13
    Scrivano - 15522 interventi
    Disponibile in edizione "Triple play" (2 Blu-Ray Disc + dvd + E-copy) dal 07/09/2011 per Walt Disney:



    DATI TECNICI

    * Lingue Italiano , Inglese , Francese
    * Sottotitoli Italiano , Inglese , Inglese n/u , Francese , Svedese , Norvegese , Danese , Finlandese , Islandese , Olandese
    * Schermo 2.40:1 Anamorfico 1080p High Definition
    * Audio Dolby Digital 7.1 Dts Hd , 2.0
    * Contenuti Errori dai Caraibi , Pirati dei Caraibi Le storie del capitano Jack : Le prime impressioni , Catturare una sirena , Scopri il Blu-rayTM 3D con Timon e Pumbaa , I racconti del codice: il matrimonio , La maledizione del forziere fantasma , Ai confini del mondo , Guarda con il commento audio del regista .
  • Discussione Caesars • 29/11/19 09:02
    Scrivano - 11706 interventi
    Il sito di FilmTV, come titolo riporta:
    "Pirati dei Caraibi 4. Oltre i confini del mare"

    Da mettere nelle note come aka, se qualcuno lo cercasse col numero?