Il signore della morte (Halloween II)

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Halloween II
Anno: 1981
Genere: horror (colore)
Note: Sequel di "Halloween", aka "Halloween 2".
Numero commenti presenti: 40
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

L'unica nota interessante di questo deludente sequel di un classico dell'horror è di natura temporale: se infatti il primo HALLOWEEN raccontava di una storia sviluppata nell'arco di una sola notte, ecco che HALLOWEEN II comincia la stessa notte e si conclude prima dell'alba. Praticamente John Carpenter ha racchiuso le prime due avventure di Michael Myers in un'unica notte, quella del 31 ottobre 1978. Poco importa che in realtà siano passati due anni, perché Jamie Lee Curtis (la perseguitata) e Donald Pleasence (il dottor Loomis) non sono certo invecchiati, nel frattempo. Né hanno spostato di una virgola le loro caratterizzazioni. Semplicemente si sono trovati a interpretare una sceneggiatura...Leggi tutto (e dire che è co-scritta da Carpenter) purtroppo terribile, il cui unico colpo di scena - tirato per i capelli - riguarda le origini di Laurie/Jamie Lee Curtis: scopriamo infatti (ma guarda un po'!) che sarebbe la seconda sorella del superkiller Michael (la prima era già stata massacrata quindici anni prima). Ecco perché l’Immortale la sta cercando. Orbene: mandata a quel paese la logica con questo stratagemma da GUERRE STELLARI, il film accantona qualsiasi tentativo di originalità riducendosi a puro slasher senza storia (non dimentichiamo che tra il primo e il secondo HALLOWEEN c’è stato di mezzo il successo di VENERDI’ 13, il padre di tutti gli slasher senza storia). Così Myers, pronto ad affiancare il Jason di VENERDI’ 13, si prepara a nuovi, insensati massacri. Si salvano solo la bella, particolare fotografia e le musiche (ma sono entrambe riciclate dal primo capitolo). Effetti splatter (inspiegabilmente tagliati nelle prime versioni video italiane) di poco conto: una bella siringata sulla tempia e una faccia bollita.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 26/03/07 13:51 - 2689 commenti

I gusti di Caesars

Mentre il primo Halloween è un piccolo capolavoro del cinema horror, questa seconda puntata non ha niente di particolare che la possa far in qualche modo ricordare. La storia inizia esattamente dove era finito il film precedente e non è altro che una lunga sequenza di morti violente tutte ovviamente con protagonista il "nostro" Michael Myers. Purtroppo i sequel non si fermeranno certo qui. Ce ne saranno almeno altri 5 (senza contare Halloween III, che con la saga di Myers non c'entra nulla).

B. Legnani 6/04/07 00:36 - 4717 commenti

I gusti di B. Legnani

Non brutto, ma sa un po’ troppo di appiccicaticcio. La sequenza di avvenimenti è, più che seriale, piuttosto ripetitiva e non crea né angoscia, né, e tanto meno, paura allo spettatore. Resta un film guardabilissimo, ma che non mantiene ciò che, sin dal titolo, prometteva. Bella la musica. Ovviamente adorabile Jamie Lee Curtis.

Undying 4/05/07 18:10 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Proseguimento (e riproposizione "ospedaliera") del tema centrale: la figura del mefistofelico Michael Myers (già entrato nel mito) e del dott. Loomis (Donald Pleasence). La versione circolata in Italia perde di spessore, soffrendo di tagli piuttosto netti nelle sequenze splatter. Restano impresse: la citazione a Profondo Rosso (il delitto con annegamento nella vasca); la ferocia del killer; la buona caratterizzazione di una spaesata e spaurita Laurie (J. L. Curtis, figlia di Janet Leigh e Tony Curtis) che si apprende essere sorella di Myers.

Il Gobbo 25/09/07 09:06 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Interpellato sui numerosi sequel della sua opera, Carpenter rispose una volta d'esserne "molto contento, perchè ogni mese nella mia posta trovo un assegno". Questa risposta (che ce lo rese idolo al di là degli specifici meriti cinematografici) è una buona epigrafe al corretto ma piatto secondo capitolo delle avventure di Michelino Myers. Succede grosso modo quello che ti aspetti, quando te lo aspetti. Ma non è un po' il bello delle serie?

Fabbiu 29/09/07 13:43 - 1932 commenti

I gusti di Fabbiu

Come aggettivare questo film se non con il termine di soporifero? Non mi riusciva mai di finire la videocassetta senza addormentarmi durante la visione. Il passaggio di Carpenter al ruolo di co-sceneggiatore si sente; col primo film aveva inventato qualcosa di nuovo, ora Rosenthal propone solo uno slasher noioso (ovviamente a vederlo oggi: non metto in dubbio che nel 1981 abbia potuto avere un effetto diverso). Decisamente sotto tono. La musica come al solito è molto azzeccata: incute più panico lei che Myers! Salvo solo i 12 omicidi contro i 3 del titolo precedente.

Lovejoy 25/12/07 17:22 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Seguito solamente scritto, prodotto e musicato dal grande Carpenter. Il buon artigiano Rosenthal ne prende il posto e tutto sommato non è malaccio. Suspense e scene gore a profusione, con alcuni delitti che restano impressi nella mente. Ottimo il cast, con la Curtis che riprende il ruolo di Laurie e il sempre grande Donald Pleasence quello del dottor Loomis. Non un capolavoro, ma godibile. E comunque meglio dei film successivi.

Cotola 2/01/08 03:24 - 7513 commenti

I gusti di Cotola

Michael è più vivo che mai e continua a divertirsi ammazzando a destra e a manca i poveri malcapitati che gli capitano sotto tiro. Fiacco e ripetitivo sequel del primo capitolo che verrà poi ripreso con mano ancora più stanza e ripetitiva svariate altre volte. Poche idee e pochi spaventi che si assottiglieranno ancora di più nei capitoli successivi della saga. In ogni caso non malvagio e comunque il meno brutto di tutti gli altri seguiti.

Deepred89 23/05/08 15:41 - 3282 commenti

I gusti di Deepred89

Passabile seguito di uno dei più celebri cult dello slasher. Lo storia si riallaccia direttamente al primo capitolo e, per quanto banale, intrattiene discretamente. Più omidici e più violenza rispetto al primo capitolo, ma ovviamente Rosenthal non è Carpenter. Attori e musiche ripresi in parte dal capitolo precedente e ciò non è un male. Si può vedere.

Herrkinski 22/05/08 11:43 - 5123 commenti

I gusti di Herrkinski

Il secondo capitolo riprende esattamente dall'ultima scena del primo, creando una visione ideale se i due film vengono guardati uno di seguito all'altro. Ingiustamente affossato dalla critica, il secondo Halloween è una buona continuazione di quanto fatto con il prototipo. Le maggiori differenze stanno in un ritmo più scorrevole e nel maggior numero di omicidi, che si rendono anche un po' più sanguinosi. Forse non avrà il fascino dell'originale, ma io l'ho trovato meno noioso. Comunque è un degno successore, che avrebbe potuto chiudere la saga.

Ciavazzaro 9/06/08 15:08 - 4762 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Secondo capitolo della serie che riprende da dove il primo era finito, con Laurie che viene portata in ospedale, con alle calcagna il caro Michael. Nonostante il film non abbondi (causa censura) col sangue, viene creata una bella tensione, c'è l'ottimo Donald Pleasence (che nonostante una fine quasi certa torna nel quarto capitolo!) e l'ambientazione dell'ospedale è abbastanza spettrale.
MEMORABILE: Il tema musicale e il finale.

Puppigallo 10/06/08 13:51 - 4508 commenti

I gusti di Puppigallo

Ho spesso rischiato l'abbiocco, perché non dico che ci dovesse essere un ritmo da "action movie", ma qui si esagera, tra discorsi, buio, penombra e inutili lungaggini. Non c'è nulla di originale, non un guizzo. È il classico seguito nel quale l'assassino uccide perché non può fare altro (in realtà, gliene resterebbe solo una da eliminare, ma già che c'è...). Deve fare vittime per il pubblico, che se, tra una penombra e l'altra, non si è già addormentato, magari può apprezzare un paio di ammazzamenti (donna accoltellata alla schiena e alzata di peso col coltello). In definitiva, un filmaccio.
MEMORABILE: L'assassino fregato col più fesso dei trucchi: pugnala un letto vuoto imbottito di cuscini.

Dusso 3/11/08 19:32 - 1535 commenti

I gusti di Dusso

Buon seguito di un cult movie come Halloween la notte delle streghe: l'idea migliore è proprio quella di ambientarlo dove finisce il primo capitolo, raggruppando così i due film in un'unica notte (la stessa, per l'appunto). Qui, al contrario del primo, non mancano sangue ed effetti splatter.

Patrick78 10/04/09 17:36 - 357 commenti

I gusti di Patrick78

Sequel nel vero senso del termine (la vicenda inizia esattamente da dove finiva il primo inarrivabile episodio) diretto da Rosenthal con la benedizione del Maestro Carpenter, si assesta su livelli di mediocrità abbastanza evidenti. Storia risaputa e rivista all'infinito, dove neppure Pleasance e Jamie Lee Curtis credono in quello che fanno ed in cui il ripetersi dei soliti omicidi non fa altro che affossare un progetto nato già vecchio. Ignobile ogni accostamento con il progenitore, bravo Carpenter ha carpire il momento e lucrare il più possibile...

Rebis 3/11/09 19:08 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

Sequel ufficiale - Carpenter scrive, produce e musica - non proprio soddisfacente, ma meno brutto di quanto parve allora. Tra stanze d'ospedale, telecamere a circuito chiuso, corridoi deserti e soggettive, Rosenthal configura un pervasivo spazio claustrofobico in cui allestire morti ingegnose e truci (nella versione integrale, almeno, che in TV non passa). La tradizione celtica (il Samhain), motore immobile dell'ispirazione, è maggiormente esplicitata. La sceneggiatura non è nulla di trascendentale ma l'articolata costruzione narrativa riesce a conferire imprevedibilità e tensione.

Rambo90 28/02/10 18:09 - 6343 commenti

I gusti di Rambo90

Sequel del cult di Carpenter. Lo stesso Carpenter firma ancora la sceneggiatura e muove le fila in veste di produttore: le idee buone ci sono (iniziare direttamente là dove finisce il primo capitolo, cosa rara per un horror) e l'inizio ha un ottimo ritmo; un po' debole la parte centrale con personaggi nuovi introdotti giusto per essere ammazzati. Comunque un buon sequel, dal finale ottimo e con la solita grande interpretazione di Donald Pleasence (che tornerà anche nei capitoli 4-5-6).

Galbo 2/03/10 15:17 - 11379 commenti

I gusti di Galbo

Scritto e prodotto (ma non diretto) da John Carpenter, il secondo capitolo di Halloween è la diretta continuazione del precedente ma segna con il capostipite una netta frattura qualitativa. Colpa di una regia sostanzialmente scialba e anonima che banalizza quello che costituiva magistrale tensione, con la trama che diventa una sterile sequenza di violenza senza mistero nè brividi. Inutile.

Piero68 16/04/10 12:49 - 2755 commenti

I gusti di Piero68

Continua l'ignobile sagra dei plot-hole (tipo la Curtis che scappa come un fringuello nonostante una caviglia fratturata) e delle interminabili sequenze senza che accada nulla. Se nel primo si poteva perdonare qualcosa vista l'epoca e comunque in qualche modo l'originalità in questo secondo caso veramente non c'è nulla che si possa salvare. Anche perché nel frattempo erano usciti Zombi, Venerdì 13 e La casa. Segno che l'horror iniziava a delinerasi in maniera ben distinta e ad avere un certo percorso. Carpenter davvero irriconoscibile.

Enzus79 14/08/10 17:00 - 1795 commenti

I gusti di Enzus79

Buona l'idea di svolgere il proseguimento del primo (bellissimo) Halloween tutto in una notte. Ed è questo quello che ho apprezzato di più. Il resto è già visto: scene inutili lunghe e poche scene splatter. Si poteva fare di meglio, ma sicuramente mi è piaciuto del secondo Halloween di Rob Zombie.

Harrys 4/11/10 11:44 - 682 commenti

I gusti di Harrys

Secondo atto, più che sequel, in quanto squisitamente debitore del "the end" carpenteriano. La sua pecca più vistosa risulta essere quella di una linearità sin troppo evidente: lo "spessore" va a farsi benedire in un'accozzaglia di squartamenti (per giunta vistosamente cut, da noi) pressochè senza capo né coda. Lezioso nel procrastinare la sorte della protagonista... la decisione d'ambientarlo in un unico ambiente funziona e non funziona. Michael diviene totally inumano, facendo paradossalmente perdere l'alone d'alterità che così ben lo permeava. **1/2

Buiomega71 27/03/11 14:23 - 2260 commenti

I gusti di Buiomega71

A Rosenthal l'ingrato compito di proseguire dove finiva il cult carpenteriano. L'atmosfera notturna primigenia è ben resa, alcuni momenti succosi (come l'omaggio a Suspiria con Lori che cade in un bugigattolo pieno di scatoloni o Pamela Susan Shoop con la faccia lessa come Giuliana Calandra in Profondo rosso, l'infermiera salassata, i flashback d'infanzia di Lori), poi si devia nei meandri ospedalieri sullo stile Delitto al Central Hospital e si perde di mordente accodandosi alla moda slasher del periodo e finale esplosivo (in tutti i sensi) a chiudere i conti.
MEMORABILE: I titoli di testa sulla zucca che nasconde un teschio; pleasence nel finale, che prima di far esplodere tutto pronuncia: "Questa volta Michael...".

Ishiwara 21/08/11 21:02 - 214 commenti

I gusti di Ishiwara

Temporalmente una prosecuzione del film precedente senza soluzione di continuità, in realtà - nonostante l'identico autore - una regia piatta e scontata fa sprofondare questo secondo capitolo nel banale. Non c'è tensione e l'impassibile determinazione del letale killer qui diventa zombesca lentezza. Ripetitivo fino alla noia, più truculento ma con effetti scadenti, privo di idee. Per non parlare della surreale invulerabilità che sfiora (se non supera) il ridicolo. Decisamente pessimo, soprattutto in considerazione del modello. Superfluo.
MEMORABILE: In negativo: la caduta dal parapetto del terrazzo con rampa; l'assurdo investimento; il bisturi che solo dopo l'ultima coltellata si sporca di sangue.

Mdmaster 29/11/11 07:35 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Superfluo seguito del capostipite di Carpenter, che sostituisce la tensione e la suspense del primo con... il nulla. Il killer già lo conosciamo: sapremo bene che farà fuori una decina di personaggi inutili per poi rincorrere Laurie nel finale. D'accordo, scopriremo perché ce l'ha tanto con la povera Curtis, ma a parte ciò il resto è inutile. Pleasance è simpatico, la soundtrack è sempre notevole e il tutto è ben confezionato. Eppure la noia subentra presto, il film si stomaca difficilmente e mi son addormentato due volte.
MEMORABILE: L'uccisione nella vasca da bagno; Il finale che non lascia spazio per altri seguiti (eh magari).

Ducaspezzi 26/12/11 00:33 - 222 commenti

I gusti di Ducaspezzi

Si prosegue la notte del 31 ottobre 1978 del primo capitolo, iniziando esattamente dal punto dove la si era lasciata, per arrivare all'alba, alla fine del film. Tanto che sembrerebbe più la seconda parte dello stesso film (praticamente i fatti di un'unica notte su due film) che non un sequel, se non fosse, certo, per la cesura registica. Ma in quanto a questa, non pensiate che tutto sia perduto. Anzi. La precisa continuity col film di Carpenter e la peculiarità dell'azione quasi tutta all'ospedale di Haddonfield funzionano. Myers più truce.

Kekkomereq 29/12/11 22:37 - 359 commenti

I gusti di Kekkomereq

Il secondo capitolo della storia di Mike Mayers comincia veramente bene. Si riprende da dove era terminato il primo e Mayers attacca da subito a mietere vittime. Il film poi si svolge interamente in un ospedale ed è questa ambientazione che non mi ha convinto del tutto. Purtroppo manca il tocco di Carpenter nella regia, ma fortunatamente lo si ritrova nella sceneggiatura e nelle musiche. Jamie Lee Curtis e Donald Pleasence ritornano a reinterpretare i loro rispettivi ruoli ed insieme formano davvero un buon team!

Gestarsh99 17/03/12 23:20 - 1321 commenti

I gusti di Gestarsh99

Secondo appuntamento con l'immortale assassino senza volto partorito dalla lugubre fantasia di John Carpenter, che qui accolla al deferente Rosenthal la gestione del nuovo terreno di caccia nosocomiale. L'ombra teterrima e senz'anima dell'inscalfibile Myers scivola muta e ubiqua dentro corsie semivuote e sotterranei in disuso, tra soggettive opprimenti, pugnalate intra-ossee e qualche caldo omaggino "affogatorio" al giallo italiota d'antan. La trama incede catatonica, preda di una trance lancinante e l'intontito imbambolamento generale rallenta oniricamente gesti, pensieri e reazioni.
MEMORABILE: Le siringate intra-oculari; Il "cocente" affogamento di argentiana (o baviana) memoria.

Belfagor 13/08/12 19:34 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Il film riprende esattamente dove si era concluso il primo, con Myers redivivo deciso ad uccidere Laurie a tutti i costi. C'è ben poco di interessante in questo sequel puramente commerciale, a parte il ristretto arco temporale (gli eventi avvengono nelle ore che precedono l'alba) e l'ambientazione limitata all'ospedale. Il resto è un tentativo di ricalcare gli elementi che hanno portato al successo il capostipite, che non riesce soprattutto per colpa di una sceneggiatura senza guizzi. Un evitabile slasher.

Ryo 19/11/12 14:33 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Riprende esattamente dal punto in cui era finito il primo episodio, ma tutta l'operazione ha veramente l'aria di essere buttata lì per allungare il brodo. Non riesce ad appassionare quanto il primo capitolo scadendo spesso nella banalità più scontata. Resta comunque un lavoro ben fatto a livello scenico, ma c'è poca fantasia e scorre a strascichi.
MEMORABILE: L'incidente che brucia il "finto" Micheal Myers.

Taxius 24/03/15 15:56 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Scritto e prodotto ma non girato da Carpenter, Halloween 2 risulta essere un sequel di cui si poteva fare benissimo a meno. Il film riparte da dove era finito il primo ed è ambientato nell'ospedale dove è stata ricoverata Laurie. C'è molta più violenza e la storia risulta essere un po' troppo tirata facendo perdere tutto il fascino che aveva contraddistinto Micheal Myers nel primo episodio. Solito seguito fatto per cavalcare l'onda del successo del numero uno.

Pumpkh75 24/08/15 19:19 - 1313 commenti

I gusti di Pumpkh75

Sottovalutato. Lo script prosegue la storia nel miglior modo possibile e Carpenter sposta la bilancia dal thriller all’horror puro, con omicidi di un sadismo mica da ridere. Il cambiamento produce quella scossa in più e va a pareggiare alcuni passaggi, nei pressi degli estremi, dove la pellicola gira a vuoto alla ricerca di un guizzo che pare rimandarsi sempre più in là. La Curtis si limita agli archetipi della Scream Queen, buona la regia, curioso e fuori dagli schemi il personaggio quasi imbranato dell’infermiere. Un sequel più che discreto.

Minitina80 3/04/17 20:21 - 2336 commenti

I gusti di Minitina80

Come spesso accade nei secondi capitoli qualcosa si perde per strada. Si banalizza, o meglio si adegua al genere, la figura di Myers che diviene un killer spietato capace di uccidere meccanicamente. Inoltre il fatto che non vada mai al tappeto nonostante le numerose pallottole non aiuta di certo a ricreare quel pathos ansiogeno che dipende anche da una certa veridicità delle situazioni. Qualche esagerazione nella trama non manca, soprattutto nel presunto finale rivelatore. Non tutto però è da buttare: la prima parte, in particolare, non è male.

Markus 31/05/17 16:52 - 3289 commenti

I gusti di Markus

Il lavoro di Rosenthal, proseguendo la sanguinolenta nottataccia esattamente dov'era finito il capostipite, si potrebbe riassumere nella famigerata frase di Enzo Tortora: "Dunque, dove eravamo rimasti?". 1981 spacciato per il 31 ottobre 1978 per un film che vive e suscita interesse solo per luce riflessa, in quanto il mero sfruttamento commerciale si traduce in un'occasione sprecata, aggravata da una monotonia piuttosto lampante (la seconda parte del film, con il dr. Loomis e Myers all'ospedale, è quasi micidiale). Era lecito aspettarsi di più.

Jena 4/11/17 12:52 - 1185 commenti

I gusti di Jena

Il principale difetto è di essere arrivato dopo un capolavoro. Il confronto non può reggere e lo si vede quando il discreto Rosenthal (autore anche del brutto Halloween 20 anni dopo) cerca di ricreare le atmosfere di tesissima attesa del Maestro. Eppure non è malaccio. Alcuni omicidi sono ben congegnati (su tutti l'affogamento della infermiera gnocca nell'acqua bollente, dal sapore argentiano), Pleasence è sempre un grande nella sua nevrotica interpretazione (la Curtis catatonica invece) e una certa atmosfera rimane.
MEMORABILE: Il medico cui sono piantate due siringhe negli occhi; I corridoi cupi dell'ospedale in cui avanza Michael Myers; "The death is here tonight".

Bergelmir 27/01/19 23:22 - 160 commenti

I gusti di Bergelmir

Secondo capitolo che continua la stessa storia del primo Halloween, dal quale prende protagonisti, nemico, musiche, fotografia, ambientazione e perfino tempo: tutto si svolge nella stessa notte e tutto serve per arrivare al termine. Lo stile e l'estetica carpenteriana sono dunque rispettati, mentre la capacità di scrittura e la verosimiglianza molto meno, ma interessano poco: Michael è il male che si annida in ogni angolo e può colpire chiunque. In parte efficace e in parte mediocre.
MEMORABILE: Michael che attraversa la porta a vetri; L'ospedale vuoto.

Saotendo 17/06/18 22:16 - 37 commenti

I gusti di Saotendo

Solido sequel del capolavoro di Carpenter, ambientato in uno sfondo inusuale - un ospedale stranamente con poco staff - che riesce a dare un tono originale a un sequel molto influenzato da Venerdì 13, con molte più morti - di cui una copiata da Profondo rosso e resa più sexy - e meno sottile suspense, ma con una colonna sonora estremamente efficace.
MEMORABILE: "Lei non sa cos'è la morte!"; L'atmosfera inquietante dell'Haddonfield Memorial, che sembra quasi un ospedale abbandonato.

Maxx g 5/08/18 13:22 - 492 commenti

I gusti di Maxx g

La tensione nel film non manca mai, così come i colpi di scena e la dovuta truculenza. La sensazione però che si avverte è quella di un'opera alquanto frettolosa, priva di qualche approfondimento. Certo, giusto dare spazio all'azione, ma si poteva fare qualcosa di più in fase di sceneggiatura. L'opera comunque è valida e accontenterà i fans dell'horror.
MEMORABILE: Il duplice omicidio nella sala della vasca da bagno; Il finale; La colonna sonora.

Vito 3/10/18 12:20 - 648 commenti

I gusti di Vito

Secondo capitolo della saga che si allinea di più con lo slasher che cominciava a venir fuori, aumentando il livello di violenza e splatter. Rosenthal è un regista solido e sforna un buon horror, ma la mano di Carpenter, per fortuna, si vede ancora (qui produce, scrive e firma la soundtrack). Ottimi gli omicidi, specialmente quelli con siringa. Brava al solito la Curtis e magnifico Pleasence.

Anthonyvm 1/11/19 17:26 - 1909 commenti

I gusti di Anthonyvm

Il capostipite, lento e sottilmente spaventoso, pareva un moderno thriller d'autore. Il primo sequel ha già l'aspetto di un B-movie: il bodycount sale, la violenza grafica si fa più marcata e il plot viene scarnito all'essenziale (massacro, fuga della Curtis, resa dei conti). Più che un seguito pare un epigono, uno slasher anni '80 qualunque, solo girato meglio e con un cast d'eccezione. Come horror a sé stante è comunque godibilissimo: le scene d'impatto non mancano e la tensione è ben gestita. Buono il colpo di scena sull'identità di Laurie.
MEMORABILE: Il sogno-flashback di Laurie; L'affogamento in acqua bollente ripescato da Profondo rosso; La scivolata sulla pozza di sangue; Michael torcia umana.

Lupus73 17/11/19 16:49 - 586 commenti

I gusti di Lupus73

Riparte dalla stessa notte dove finisce il primo, come una seconda parte; questo dà sicuramente gran fascino all'operazione e crea coinvolgimento. La prima metà in cui Michael continua a girare la notte di Halloween e la trovata dei collegamenti esoterici con Samhain non sono male. Il film avrebbe dovuto proseguire sviluppando le proprie tematiche e le peculiarità del personaggio, invece di trasformarlo in un killer "argentiano" o alla Jason. La resistenza di Michael mette a dura prova la sospensione dell'incredulità. Occasione sprecata.
MEMORABILE: Quando si svela il passato di Laurie.

Siska80 30/04/20 21:02 - 633 commenti

I gusti di Siska80

Utile per gli spettatori (il finale del primo capitolo lasciava con l'amaro in bocca), indispensabile per gli sceneggiatori, il cui intento era quello di mettere un punto alla vicenda Myers. Migliore del precedente, con più sangue, ritmo e suspense nonostante sia ambientato quasi tutto all'interno di un ospedale che l'oscurità rende claustrofobico. Stilisticamente ricorda L'assassino ti siede accanto, che lo procede di pochi mesi. Bravi la Curtis e Pleasence, bella la soundtrack.
MEMORABILE: La musichetta retrò dei titoli di coda, "Mr. Sandman" eseguita dalle Chordettes.

Trivex 4/06/20 11:34 - 1488 commenti

I gusti di Trivex

Si continua da dove era finito il primo, notevole, Halloween. L'assassino continua la sua opera e la storia diviene sostanzialmente la corsa della polizia e del professore per fermarlo. Gli assalti avvengono repentini e la figura mascherata compare all’improvviso e qualche volta si sobbalza. Rispetto al precedente manca un poco il senso di mistero che avvolgeva la vicenda, mentre adesso si fila più velocemente e sempre di notte; più “action-slasher”, in sostanza. Complessivamente meno riuscito del precedente ma sempre un buon film.
MEMORABILE: L'investimento e il dubbio.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 29/05/12 17:53
    Consigliere - 43496 interventi
    Sì, lo so, ma qui facciamo un'eccezione per non confonderlo con altri. Tutto sommato è uscito anche come Halloween 2..., dopo, e il titolo "ufficiale" non deve necessariamente riferirsi al titolo della prima uscita cinematografica. Ci sono titoli che abbiamo cambiato quando i film sono ormai conosciuti con un altro titolo.
  • Curiosità Buiomega71 • 22/04/14 09:24
    Pianificazione e progetti - 21882 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni, della Prima Visione Tv (Ciclo: "Martedìventunoetrenta", Marzo 1987) di Halloween 2-Il Signore Della Morte:

  • Homevideo Buiomega71 • 28/04/14 00:02
    Pianificazione e progetti - 21882 interventi
    Halloween 2: due versioni a confronto

    Avendo la registrazione da ItaliaUno (registrato per il ciclo: Martedìventunoetrenta, nel lontano 1987) e tagliata nelle scene che ne decretarono il divieto ai minori di 18 anni, alla sua uscita nelle sale italiane, l'ho messa a confronto con la vhs che uscì per la Pulp Video (giudicata uncut), della quale posseggo una copia

    Questi i tagli e le scene integrali delle due versioni:

    1) Al minuto 12'07, quando la ragazza sola in casa risponde al telefono e sente rumori sospetti, Michael le balza alle spalle e...

    Versione ItaliaUno: Michael le conficca il coltello in gola e stacco

    Versione vhs Pulp Video: Michael le conficca il coltello in gola, primo piano sul volto della ragazza che si imbratta di schizzi di sangue

    Il taglio è minimo, giusto due secondi

    2) Al minuto 38'36, il guardiano ciccione della security controlla il magazzino e Michael gli appare alle spalle...

    Versione ItaliaUno: Michael appare alle spalle del guardiano e stacco...

    Versione vhs Pulp Video: Michael appare alle spalle del guardiano e gli sfonda il cranio con una martellata

    Anche qui il taglio è di pochissimi secondi

    3) Al minuto 50'00 l'infermiera Karen (Pamela Susan Shoop) viene annegata da Michael nella vasca della sauna, con l'acqua a temperatura elevata

    Versione Italiauno: Michael immerge la faccia di Karen nella vasca, stacco sul termostato e poi stacco all'interno della scuola dove il dottor Loomis (Donald Peasence) parla della festa del Samain.

    Versione vhs Pulp Video: Michael immerge la faccia di Karen nella vasca, immergendola più volte, fino a che il volto dell'infermiera e ridotto ad un colabrodo, per poi lasciarla cadere a terra, con un PP sul viso della ragazza ustionato

    Il taglio è piuttosto consistente, 36 secondi in più rispetto alla versione televisiva.

    4) Al minuto 55'00 l'infermiera si reca nello studio del medico e lo trova seduto alla sua scrivania con una siringa piantata in un occhio.

    Versione ItaliaUno: L'infermiera si avvicina alla scrivania, la sedia si gira e il dottore si trova seduto con la siringa piantata in un occhio. L'infermiera indietreggia terrorizzata, alle sue spalle Michael ha una siringa in mano, l'infermiera cade a terra esanime.

    Versione vhs Pulp Video: L'infermiera si avvicina alla scrivania, la sedia si gira e il dottore si trova seduto con la siringa piantata in un occhio (PP sull'occhio e sulla siringa conficcata). L'infermiera indietreggia terrorizzata, alle sue spalle Michael ha una siringa in mano, la pianta nella tempia dell'infermiera e inietta un siero non meglio identificato (con PP); l'infermiera cade a terra esanime.

    Nella versione tv sono stati tagliati i PP della siringa nell'occhio del dottore e nella tempia dell'infermiera. Tagli che non inficiano sul metraggio (si tratta di cut di pochi secondi) ma omettono, comunque, particolari macabri ben resi visivamente.

    5) Al minuto 63'47 Jimmy (Lance Guest) si reca in una stanza dove trova un'infermiera salassata che giace sul letto.

    Versione ItaliaUno: Jimmy, in una stanza dell'ospedale, rinviene un'infermiera salassata, vede il tubicino col sangue che esce e imbratta il pavimento; fa per andarsene, scivola e stacco.

    Versione vhs Pulp Video: Jimmy, in una stanza dell'ospedale, rinviene un'infermiera salassata, vede il tubicino col sangue che esce e imbratta il pavimento; fa per andarsene, scivola nel sangue dell'infermiera, sbatte la testa e resta esanime sul pavimento, con un rivolo di sangue che le cola dal naso.

    Il cut della versione televisiva ammonta a 12 secondi in tutto.

    6) Al minuto 66'11 un'altra infermiera vede Lori (Jamie Lee Curtis) che vaga terrorizzata per i corridoi dell'ospedale. Alle spalle dell'infermiera compare Michael con un bisturi.

    Versione ItaliaUno: Michael colpisce alle spalle l'infermiera col bisturi, la alza da terra, gli zoccoli della donna cadono a terra, poi cade il corpo esanime sul pavimento del corridoio.

    Versione vhs Pulp Video: Michael colpisce alle spalle l'infermiera col bisturi, la alza da terra, particolare del bisturi che penetra nella schiena, gli zoccoli della donna cadono a terra, poi cade il corpo esanime sul pavimento del corridoio.

    Anche qui un piccolo taglio, che omette nella versione televisiva il particolare del bisturi.

    7) Al minuto 77'37 Loomis entra in ospedale con un poliziotto, spara a Michael che cade a terra, il poliziotto si avvicina al corpo di Michael steso a terra.

    Versione ItaliaUno: Il poliziotto si avvicina al corpo apparentemente esanime di Michael, Michael si risveglia all'improvviso e colpisce il poliziotto, stacco...

    Versione vhs Pulp Video: Il poliziotto si avvicina al corpo apparentemente esanime di Michael, Michael si risveglia all'improvviso e colpisce il poliziotto, recidendogli la gola con il bisturi.

    Nel cut televisivo manca lo sgozzamento del poliziotto che dura, comunque, pochi frame.

    8) Al minuto 79'55 Loomis fronteggia Michael, ma la pistola si inceppa.

    Versione Italiauno: Loomis fronteggia Michael con la pistola, ma quest'ultima si inceppa e Michael colpisce il dottore con il bisturi allo stomaco.

    Versione vhs Pulp Video: Loomis fronteggia Michael con la pistola, ma quest'ultima si inceppa e Michael colpisce il dottore con il bisturi allo stomaco. Particolare del bisturi che esce, insanguinato, dallo stomaco di Loomis.

    Nella versione tv è stato omesso solo il piccolo dettaglio del bisturi insanguinato che colpisce Loomis.

    I tagli non sarebbero poi così incisivi come si dice (a parte la sequenza della sauna, che risulta la più "massacrata" dai tagli televisivi, nonchè la "scivolata" di Jimmy nella pozza di sangue, decurtata di ben 12 secondi), si tratta per lo più di pochi frame nei momenti più "gory", che poi tanto "gory" non sono, in realtà e il vm 18 appare del tutto insensato, a dire la verità.

    Durata effettiva della vhs Pulp: 1h, 28m e 54.

    Durata effettiva della versione televisiva trasmessa da ItaliaUno: 1h, 22m e 03s

    Fate però conto che nella versione tv mancano del tutto i titoli di coda (e la vhs della Pulp ha la presentazione iniziale della Gaumont, mentre la versione tv parte subito con il film) che durano 4 minuti. Se sommati ai restanti 82 minuti, andiamo a 86 minuti; quindi, in toto, 2 minuti, scarsi, di tagli.

    Ripassando il film (che non vedevo da tempo, ma sapevo quasi a memoria) mi accorgo che il doppiaggio italiano è infame, ma soprattutto che c'è un palese omaggio a Suspiria (che mi era sfuggito all'epoca delle innumerevoli visioni).

    Al minuto 68'08, quando Lori penetra da una finestrella per sfuggire a Michael che la insegue e cade in una stanza piena di scatoloni.

    Stefania Casini, per sfuggire ai mandanti delle streghe, penetrava da una finestrella per poi cadere in una stanza piena di fili di ferro che la intrappolavano.

    Ultima postilla, la "curiosità" postata da Ciavazzaro, nella quale si dice che nella versione italiana, nel finale, Jimmy sarebbe nell'autoambulanza con Lori, in questa versione non c'è. Lori è sola nell'ambulanza che la porta via, in salvo, mentre il cadavere di Michael brucia avvolto nelle fiamme e parte la canzoncina "Mr.Samain" sui titoli di coda.
    Ultima modifica: 28/04/14 13:37 da Buiomega71
  • Homevideo Zender • 28/04/14 08:30
    Consigliere - 43496 interventi
    Eccellente Buio, gustoso soprattutto per chi come me aveva sempre sentito favoleggiare della versione uncut per anni, prima dell'uscita Pulp. Per quanto i minuti di differenza sian pochi i tagli sono tanti e importanti, nell'economia di un film che fa del gore uno dei suoi punti di forza.
  • Homevideo Markus • 28/04/14 10:26
    Scrivano - 4789 interventi
    Con l'uscita del DVD Pulp video la precedente registrazione televisiva l'ho scagliata dalla finestra. Credevo che i tagli riguardassero solo la scena dell'omicidio nella vasca jacuzzi.
  • Homevideo Buiomega71 • 28/04/14 10:43
    Pianificazione e progetti - 21882 interventi
    Markus ebbe a dire:
    Con l'uscita del DVD Pulp video la precedente registrazione televisiva l'ho scagliata dalla finestra. Credevo che i tagli riguardassero solo la scena dell'omicidio nella vasca jacuzzi.

    Purtroppo, Markus, i tagli sono molti di più

    Sicuramente, però, la scena della jacuzzi con Pamela Susan Shoop "bollita" e la più vituperata dai tagli televisivi (un ammontare di ben 36 secondi di forbici censorie)
    Ultima modifica: 28/04/14 10:44 da Buiomega71
  • Homevideo Mco • 28/04/14 10:59
    Scrivano - 9681 interventi
    Grande Buio.
    Sempre importantissimi i confronti tra le versioni circolanti, a maggior ragione se inerenti pellicole come questa.
  • Homevideo Rebis • 28/04/14 13:31
    Comunicazione esterna - 4283 interventi
    Già, bel lavoro Buio. Per me tra le due versioni c'è un netto salto qualitativo a dimostrazione che il gore ha una sua valenza estetica.
  • Discussione Caesars • 30/10/18 15:02
    Scrivano - 10680 interventi
    Non lo sapevo proprio, ma leggo su Imdb che alcune sequenze "gore" furono girate da Carpenter stesso e aggiunte al materiale realizzato da Rosenthal (nonostante le obiezioni di quest'ultimo), perchè il successo degli slasher usciti dopo il primo Halloween fece temere che senza sequenze "forti" il film avrebbe fallito al botteghino.
  • Curiosità Siska80 • 16/03/20 11:49
    Fotocopista - 371 interventi
    Intorno al minuto 15,00 vediamo un signore anziano che sonnecchia sul divano, mentre in tv stanno trasmettendo La notte dei morti viventi di George Romero del 1968 (la sequenza è quella dell'arrivo al cimitero dei due fratelli, con l'apparizione del primo zombi):