Halloween - La resurrezione

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Halloween: resurrection
Anno: 2002
Genere: horror (colore)
Note: Sequel di "Halloween", aka "Halloween resurrection" aka "Halloween: the resurrection".
Numero commenti presenti: 15
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Rick Rosenthal è il regista del sopravvalutato HALLOWEEN 2: IL SIGNORE DELLA MORTE e qui, di nuovo, si trova a dover gestire il secondo capitolo della nuova continuity inaugurata col pessimo HALLOWEEN 20 ANNI DOPO. E lo fa con un prologo nel quale caccerà definitivamente di scena Jamie Lee Curtis, già “risorta” inopinatamente per VENT'ANNI DOPO. Giusto una decina di minuti prima di vederla precipitare da un tetto e dare l'addio (con bacio sulla guancia) al fratello Killer. Da qui il film riparte...Leggi tutto come fosse una storia del tutto nuova: un reality show via Internet ingaggia il solito gruppo di ragazzetti, gli attacca al vestito una minitelecamera e li lancia alla scoperta della casa dove Myers visse e compì il suo primo omicidio. Brrr, che orrore! Cassetti pieni di coltellacci, mobili a pezzi… Nel frattempo un chat-friend di una di loro sta seguendo la trasmissione sul computer a una festa e si diverte a passare da un'inquadratura all'altra. Finché, giustamente incavolato per l’intrusione in casa sua, arriva Myers e si intrufola tra i ragazzi cominciando il macello. Il divertimento dovrebbe stare nel vivere gli attacchi di Myers in prima persona attraverso le telecamere del reality show: inquadrature sghembe, movimenti repentini, immagine disturbata… Perché allora girare in scope quando già BLAIR WITCH PROJECT aveva dimostrato che l'effetto TV funziona col 4:3? Ma è solo una delle tante incongruenze (vedi la polizia che arriva dopo una vita nonostante la trasmissione sia in diretta in tutto il mondo) di un sequel infelice, noioso e ripetitivo come pochi. Simpatica l'idea dell'esterno che comunica via internet con la ragazza in casa avvertendola dei pericoli grazie alle telecamere messe ovunque e riceve le risposte in video. Sangue contenutissimo, suspense zero.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 13/06/07 16:23 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Dove ha vissuto Michael Myers per tutti questi anni? Ce lo spiegano nella perla di sceneggiatura di questo Halloween 8 - La Resurrezione, un film che coniuga il tema "Grande fratello" ad Halloween. Peccato che in direzione firmi Rick Rosenthal (regista anche del non dispregevole secondo episodio). Il risultato? Un aborto, vanificato da dialoghi infantili e trovate (per far rivivere il killer) decisamente assurde. Ad un certo punto una delle protagoniste recita: "la paura mi fa vomitare"... Acta est fabula: la serie non ha più seguito.

Herrkinski 31/05/08 15:04 - 5202 commenti

I gusti di Herrkinski

Ottavo e (finalmente) ultimo sequel, prima del remake di Rob Zombie del 2008. Il film si riallaccia al precedente H20 e mette in scena di nuovo la Curtis che muore subito e lascia posto al solito gruppo di ragazzi/e imbecilli pronti da smembrare. Ci mancava solo Busta Rhymes... Riprese con la webcam, le solite situazioni che dovrebbero far paura e invece annoiano, Myers che ormai avrà sterminato l'intera gioventù di Haddonfield e via dicendo. Però anche a me piacerebbe mandare Myers nella casa del "Grande Fratello"...

Cotola 20/03/09 00:17 - 7556 commenti

I gusti di Cotola

In tempo di reality quale idea migliore, per sbancare lo share, di ambientarne uno nella casa dove è vissuto Michael Mayers? Le conseguenze saranno ovvie. Ottavo ed ultimo (per ora) capitolo della serie che non fa registrare, ovviamente, nulla di nuovo. L’unica cosa buona è che la Curtis esce di scena nei primi minuti della pellicola. Si spera (per lei) per non tornare più.

Rebis 5/12/09 18:44 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

Direttamente connesso, nell’incipit, alla chiusura di H20 – che riavviava il ciclo rimuovendo i capitolo IV, V, VI – il film esercita il diritto di rinascita di Myers attraverso un espediente romanzesco (o ridicolo, a seconda dei punti di vista). Segue un aggiornamento gratuitissimo all’era del Grande Fratello, dove Rosenthal, che pure diresse il buon II capitolo, non riesce a racimolare un briciolo d’atmosfera. Di suspense neanche a parlarne. Una profusione di “bubusettete” - le webcam servono a questo… - tanto pretestuosa nella svolgimento quanto penosa nell’approntare personaggini. Demotivato.

Rambo90 10/03/10 02:02 - 6390 commenti

I gusti di Rambo90

Pessimo ultimo capitolo di una saga che era riuscita a mantenersi su livelli abbastanza buoni (se si esclude il sesto capitolo). Tranne un incipit con la Curtis (che più che altro sembra un proseguimento del finale del capitolo precedente), il film non ha nessun motivo per essere visto. La trama non riesce ad essere innovativa come vorrebbe, il regista (Rosenthal, lo stesso del secondo della serie) sembra svogliato e la noia regna sovrana. Il cast di ragazzi poi è pessimo. Da evitare, meglio se terminavano con 20 anni dopo.

Manowar79 30/11/10 15:07 - 309 commenti

I gusti di Manowar79

Dopo questo "Resurrection", ripartire da zero era l'unico modo per rendere giustizia e dignità alla saga. Tra alti e bassi, la storia di Michael Myers ha sempre mantenuto un certo decoro e persino un po' di fascino, fino a questo improponibile capitolo in cui "mr. Sandman" sembra una caricatura di Schwarzenegger proiettata in un contesto forzatamente trendy (reality show, smartphone, internet e cazzabubboli vari). Le telecamere traballanti puntano all'emulazione di Blair Witch Project, il contorno è di stampo puramente televisivo. Inqualificabile.

Ducaspezzi 26/12/11 18:42 - 222 commenti

I gusti di Ducaspezzi

Esce di scena molto sbrigativamente la Curtis e ci si sente già smarriti nel vuoto attorial-narrativo che rimane, male appesi ad una trovata - quella del GF internettiano, in avariata salsa Strega di Blair - allestita senza alcun vago richiamo epico ai "veri" predecessori (capp. 1, 2, 7). E quella dimora-museo evocativa di nulla. Una specie di grossolana e posticcia attualizzazione della saga che annoia e rattrista, facendo muovere Myers nella cartapesta del suo mito. Illogicità pesanti, vili pretestuosità di svolgimento, personaggi piatti.

Ryo 26/12/12 04:10 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

L'unica cosa riuscita di questo film sono l'incipt (in cui lo storico personaggio di Jamie Lee Curtis ha una seria resa dei conti con l'acerrimo fratello) e i 3 secondi finali in cui c'é l'unica scena che fa un minimo di paura. Il resto sono personaggi odiosi in una situazione tristissima come un reality ambientato in casa Myers. È facile sperare che Micheal li faccia fuori tutti; anche quelli che, comodamente a casa, si godono lo spettacolo in streaming (che addirittura aiutano la protagonista chattando con lei!!!) e dibattono sull'autenticità dello show. Ma per favore...
MEMORABILE: I primi 15 minuti + i 3 secondi finali; Michael Myers incontra... "se stesso".

Myvincent 1/02/15 08:45 - 2575 commenti

I gusti di Myvincent

Oramai Michael Myers viene degradato a vero fenomeno da baraccone, privato del suo aspetto sinistramente diabolico, se è vero, come in questo caso, che appare furtivamente fra le quinte (la casa del delitto primario) di un reality show a dir poco demenziale. Questo solo per adeguare ai tempi contemporanei un soggetto che nacque 50 anni fa con finalità anche "drammaturgiche". Siamo davvero alla frutta...

Taxius 16/06/15 21:10 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Michael Myers protagonista di un reality show, tanto per capire com'è caduta in basso questa serie. Innanzitutto i primi 5 minuti di film, con l'incontro tra Laurie e il fratello, sono la cosa più brutta e inutile che ci si potesse inventare per una saga che ha fatto la storia dell'horror, successivamente tutto il resto è ancora più ridicolo. Ok che i primi anni 2000 sono gli anni d'oro dei reality, ma farne uno con Myers protagonista è assurdo; il tutto condito con ragazzine mezze sceme. Insomma, il solito slasher da niente, da evitare assolutamente.

Minitina80 6/04/17 19:49 - 2364 commenti

I gusti di Minitina80

Calare il mito di Michael Myers all’interno di un reality è un’idea pessima, ai limiti del ridicolo, che affossa ulteriormente una serie che andava stoppata prima. È un inutile pastrocchio in cui viene enfatizzata la componente giovanilistica, ma nel peggiore dei modi, risultando spesso e volentieri irritante. Non c’è un minimo appiglio che possa permettere di spendere una sola parola a favore di un film che oggettivamente non ha nulla da dire. Evitabile anche per gli appassionati più incalliti.

Pesten 28/09/19 20:10 - 639 commenti

I gusti di Pesten

La parabola discendente della saga era iniziata ben prima di questo capitolo, ma bene o male qualche spunto decente riuscivano sempre a infilarcelo. Qui siamo proprio nell'insalvabile, un vero e proprio prodotto teen preconfezionato dove tutto è ai livelli minimi. Attori, personaggi, sceneggiatura, tutto fa acqua da tutte le parti. Il tentativo di sfruttare il nascente mondo dei reality, poi, regge ancora meno il confronto con il tempo. Rispetto al remake di Rob Zombie non c'è partita...
MEMORABILE: Busta Rhymes che cerca di picchiare Myers facendo il ninja riesce a strappare due risate, tra tanti sbadigli.

Anthonyvm 3/11/19 16:46 - 2024 commenti

I gusti di Anthonyvm

Un colpo basso per i puristi della saga, ma non così male se si prende per lo slasherino sciocco che è. Siamo nei primi del 2000 e si vede: riprese "live" à la Blair witch project, reality show e avanguardistiche (oggi preistoriche e amorevolmente ingenue) rappresentazioni del mondo di internet (My little eye docet). Cheesy, a volte imbarazzante (Busta Rhymes si batte con Myers a colpi di kung-fu!), inevitabilmente obsoleto, ricolmo di personaggi irritanti, ma se non si hanno pretese può divertire. Buono il prologo con la morte della Curtis.
MEMORABILE: La spiegazione di come Myers sia sopravvissuto in Vent'anni dopo; Omicidio con cavalletto come ne L'occhio che uccide; La ridicola e fintissima chat.

Lupus73 2/12/19 11:51 - 636 commenti

I gusti di Lupus73

Se con 20 anni dopo si era cercata una maggior coerenza con i primi due film della serie facendo tabula rasa dei sequel 4, 5 e 6 "tagliando la testa al toro", qui si assiste a un ripensamento che ribalta quello che doveva essere un finale definitivo in un prologo che chiude i conti con il capitolo Laurie, per rituffarsi ancora nel rircolo vizioso dei sequel "dell'immortalità", che potrebbe "in nuce" dar vita a un filone parallelo ai 4, 5 e 6 anche peggiore, poiché slegato dalla "famiglia". L'idea dei frammenti Pov non sarebbe male, ma il film è inutile.

Rigoletto 21/09/20 11:38 - 1602 commenti

I gusti di Rigoletto

Al peggio non c'è proprio mai fine; ci mancava giusto un reality in casa Myers, che è un po' come portare dei passerotti a un gatto. A questo speciale invito a cena con delitto si iscrive un cast anonimo che aggiungere il nulla al niente. Ma il killer che non muore mai è per sua stessa natura un sempreverde; i produttori, i registi dovrebbero però capire che il sempreverde ha ormai le foglie gialle. Myers è stato un personaggio cult dell'horror: si abbia l'accortezza di non degradarlo a marionetta storpia. Disperante.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Rebis • 6/12/09 13:58
    Gestione sicurezza - 4283 interventi
    Già già, un bel caos la saga di Halloween, credo non abbia precedenti... scriverò presto un post in merito...
  • Discussione Undying • 6/12/09 14:17
    Scrivano - 7630 interventi
    Hai ragione Rebis... però in quanto a saghe confuse c'è un precedente, ed è quello della serie La casa...
    Aspetto volentieri un tuo post (perché non un approfondimento?) chiarificatore sul ciclo di Halloween...
    Ultima modifica: 6/12/09 14:19 da Undying
  • Discussione Rebis • 8/12/09 22:18
    Gestione sicurezza - 4283 interventi
    Undying ebbe a dire:
    Hai ragione Rebis... però in quanto a saghe confuse c'è un precedente, ed è quello della serie La casa...
    Aspetto volentieri un tuo post (perché non un approfondimento?) ...


    Perché non ci sarebbe abbastanza materiale per un approffondimento! ;)

    La Casa in realtà rappresenta un precedente solo per l'Italia, perché i casini li abbiamo combinati noi con i titoli farlocchi e capitoli spuri, mentre gli episodi di Halloween sono tutti "regolari"...
  • Discussione Rebis • 9/12/09 20:01
    Gestione sicurezza - 4283 interventi
    anche se, macinandoci su.... ora che Undying mi ha lanciato la palla quasi quasi mi produco in una MINI GUIDA ALLA SAGA DI HALLOWEEN! Che ne dite?
  • Discussione Zender • 9/12/09 20:33
    Consigliere - 43611 interventi
    Guarda che stai firmando la tua condanna: lo sai che poi chi giura sul sacro sito davinottico con la destra non può più tirarsi indietro :) Pensaci bene... Perché a me piacciono sempre da morire i lavori d'archivio...
  • Discussione Losciamano • 10/12/09 10:29
    Galoppino - 69 interventi
    In bocca a lupo a Rebis, gli auguro tutto il bene possbile affinché inizia e finisca il suo "mini guida alla saga di halloween". :)

    Ma che mi dite allora della saga di Nightmare? visto che ci stiamo, inseriamo anche questa nelle saghe più confuse del cinema horror!
  • Discussione Undying • 10/12/09 10:49
    Scrivano - 7630 interventi
    Rebis ebbe a dire:
    anche se, macinandoci su.... ora che Undying mi ha lanciato la palla quasi quasi mi produco in una MINI GUIDA ALLA SAGA DI HALLOWEEN! Che ne dite?

    La aspetto e mi permetto di darti un consiglio, anche se capisco che la cosa così si complica: potresti, se ti va di allungare l'articolo, analizzare gli effetti di Halloween sul cinema horror degli anni '80/'90.
    Nel caso anche una guida sulla serie di Halloween, ce la vedrei molto bene sul Davinotti!
  • Discussione Zender • 10/12/09 10:56
    Consigliere - 43611 interventi
    Losciamano ebbe a dire:
    In bocca a lupo a Rebis, gli auguro tutto il bene possbile affinché inizia e finisca il suo "mini guida alla saga di halloween". :)

    Ma che mi dite allora della saga di Nightmare? visto che ci stiamo, inseriamo anche questa nelle saghe più confuse del cinema horror!

    Beh, la saga di Nightmare non ha nessuna ripartenza o capitolo apocrifo come Halloween però. E' più lineare e "corretta" diciamo. Mi premetto di aggiungere alla ricostruzione rebisiana di Halloween, come suggerimento, una sorta di albero genealogico della famiglia, perchè io non ci capivo più niente a un certo punto tra sorelle, cugini, nuore e compagnia bella... Se conoscessi bene la saga credo che i diverirei molto a fare uno schema riassuntivo degli eventi e dei parenti :)
  • Discussione Rebis • 10/12/09 19:42
    Gestione sicurezza - 4283 interventi
    bene cari, farò del mio meglio! Ma mi ci vorrà un pò di tempo... per quanto riguarda l'influsso di Halloween nello slasher anni '80/'90 traccerò magari qualche linea saliente ma, per ragioni di tempo, non potrò andare molto a fondo...
    A presto!
  • Discussione Undying • 10/12/09 19:45
    Scrivano - 7630 interventi
    Rebis ebbe a dire:
    per quanto riguarda l'influsso di Halloween nello slasher anni '80/'90 traccerò magari qualche linea saliente ma, per ragioni di tempo, non potrò andare molto a fondo...


    Non preoccuparti: il mio voleva solo essere un suggerimento nel caso avesti voluto ampliare l'entità dell'approfondimento.
    Si può sempre fare in un secondo momento, se ne hai voglia... ;)
    Ultima modifica: 10/12/09 19:45 da Undying