Viuuulentemente mia - Film (1982)

Viuuulentemente mia

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

(BABY VINTAGE COLLECTION) Bisognerà aspettare ancora qualche anno, prima che anche i critici cinematografici più severi riconoscano a Diego Abatantuono qualità d'attore fuori dal comune. Ma prima del passaggio dal cinema comico a quello più "serioso" il nostro Diego ci aveva già fornito gli elementi necessari a farci capire quanto fosse dotato. Quasi sempre sotto la direzione della famiglia Vanzina (stranamente prima Carlo e poi suo padre Steno), Abatantuono ha regalato alla commedia italiana un personaggio che quanto a comicità pura ha davvero pochissimi rivali. Spesso asservito da copioni approssimativi, il suo "terrunciello" ci ha...Leggi tutto fatto sbellicare dalle risa per quasi cinque anni, prima di saturare il mercato costringendo Diego a "rifarsi una dignità d'attore". Questo VIUUULENTEMENTE MIA, diretto da un ottimo Carlo Vanzina, è una delle più limpide testimonianze di quanto appena affermato. L'agente Achille Cotone non è solo una macchietta, ma anche un personaggio dal carattere ben definito, con le sue paure, la sua spontaneità e una spiccata dedizione per il proprio lavoro. Incorruttibile ma capace di un amore profondo, spavaldo ma in fondo anche un po' timido. Contornato da attori di ottima levatura tra i quali spiccano la capace Laura Antonelli (la signora Anna Tassotti Malomi) e l'inimitabile Christian De Sica (autore di un breve ma gustosissime intervento), Abatantuono si esibisce in continui giochi di parole, equivoci e battutacce tipiche del "terrunciello". Onnipresente sulla scena, ha sempre la risposta pronta dando vita ad un agente di polizia irriverente, imbranato ma profondamente onesto. Tra gli altri caratteristi è doveroso ricordare la presenza (quasi immancabile, nei film dei Vanzina) del solito Guido Nicheli, sprezzante e superbo come sempre.

Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 22/02/07 22:42 - 2132 commenti

I gusti di Fabbiu

E' uno dei film di Abatantuono protagonista che mi è piaciuto di meno; ma è comunque molto divertente, comico, simpatico, piacevole e spesso esilarante. Sempre bravissimo Diego nello storpiare parole e nel produrre frasi cult. Ho riso molto quando alla frase "Io sono grande e vaccinato" lui risponde "Grande lo vedo, ma non credo che esista il vaccino contro la stronzaggine." Christian De Sica interpreta il ruolo dell'omosessuale con perfezione e naturalezza.

G.Godardi 22/03/07 21:23 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Commedia con venature poliziesche per uno dei più divertenti film dell'Abatantuono prima maniera. Praticamente si ride dall'inizio alla fine. E questo fa perdonare una sceneggiatura affrettata che procede per accumulo. L'Antonelli aveva ancora un suo che. Comparsate per Nicheli e Della Casa. Piccolo ruolo per Christian De Sica ancora sconosciuto ai più. Il soggetto è firmato Amendola-Corbucci: vuoi vedere che prima di venire riadattato per Abatantuono questo film doveva essere un altro episodio di Giraldi?

Pstarvaggi 13/03/08 14:09 - 80 commenti

I gusti di Pstarvaggi

All’epoca non troppo apprezzato dal pubblico, il film grazie ai passaggi tv è diventato un must delle giovani generazioni di appassionati della commedia. Grazie al supporto dei veterani che lo circondano (Steno regista, la Antonelli partner, Amendola e Corbucci soggettisti), Abatantuono ha modo di di sfoderare una delle più belle performance del primo periodo. Azzeccati i caratteristi di contorno, a partire da Christian De Sica.

Renato 29/10/07 23:05 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Uno dei migliori film dell'Abatantuono prima maniera. Il funzionario di polizia Achille Cotone deve riportare in Italia (dopo averla fatta involontariamente fuggire) una donna d'affari con qualche problemino fiscale. Gag a raffica ed il personaggio del terrunciello lasciato letteralmente a briglia sciolta, in modo che potesse dare il suo meglio... La trama, in fondo, è secondaria. Da ricordare l'apparizione di Guido Nicheli nella solita parte del miliardario ganassa.

Pol 20/11/07 21:09 - 589 commenti

I gusti di Pol

È davvero un piacere vedere un Abatantuono così ispirato, che tira fuori battute al ritmo di una mitragliatrice con una naturalezza disarmante. Nel cast di contorno ci sono tutti i fedelissimi dei Vanzina: Nicheli, Della Casa, De Sica, più una Antonelli che fa senza infamia e senza lode quello che le viene chiesto. Film sottovalutato quanto sopravvalutati sono Attila ed Eccezzziunale... veramente, sicuramente inferiori a questo gioiellino.
MEMORABILE: Prima battuta del film, dove un Diego sonnecchiante mette il sale nel caffè:"Puuuu! Che è stà schifezza, fielo? Maronna che risveglio dimmerda!"

Capannelle 20/03/08 09:09 - 4389 commenti

I gusti di Capannelle

Il film prende corpo per il contrasto tra la figura spontanea e grottesca di Abatantuono e quella più austera e charmante della Antonelli. Il loro frequentarsi forzato fa in modo che lei si lasci un po' andare e lui tenti di darsi un tono, con esiti infruttuosi ma spassosi. Regia con garbo andante. Bravi De Sica e Nicheli nelle loro apparizioni.

Puppigallo 19/08/08 12:32 - 5241 commenti

I gusti di Puppigallo

Un Abatantuono straripante e in super forma riesce a trasformare questa pellicoletta in qualcosa di imperdibile. Battute a raffica ("Chi è questa, la moglie di Al Caprone?". "Marooonna, guarda che media, è così alta che sembra un liceo". "Potto Cevvo, potto Rotondo, ma babbagia no, babbagia no". "Cotono, il caso Skorpio è tuo". "Non ingravidi la sua posizione"...). Nota di merito per i due camei, di De Sica "Encantado" e Nicheli, il riccone bastardo. Perde qualche colpo verso la fine, ma resta grande e da vedere...ovviamente, per Abatantuomani prima maniera.
MEMORABILE: L'Antonelli: "Faccia come se fosse a casa sua". E Diego: "Meglio di no, casa mia è un metro quadrato; mi toccherebbe stare fermo".

Ianrufus 19/08/08 00:10 - 139 commenti

I gusti di Ianrufus

In sala le cose non andarono molto bene per questo film (come d'altronde per vari Attila, Il ras del quartiere, ecc...); il terrunciello del cinema anni '80 iniziava a non funzionare più al botteghino e Avati sembrava ancora lontano anni luce. Eppure il tempo ha reso giustizia ad un film divenuto cult e che vede non solo ispirato Abatantuono (in forma stile "I fichissimi" per intenderci) ma anche i Vanzina, meno cannibali e più "innamorati" del loro personaggio (non hanno trattato con altrettanto amore né il Monnezza né il Mandrake).
MEMORABILE: Guido Micheli chiama i suoi amici sul suo yacht e riferendosi ad Achille Cotone dice: "questo parla come Abatantuono"... sublime.

Cangaceiro 2/10/08 21:04 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Si parte a razzo con il risveglio di "merta" (con tanto di Jimmy il Fenomeno in autobus) e i continui sproloqui di Abatantuono, ma il film si trasforma subito in un lungo gioco a "guardia e ladra" che alla lunga diventa troppo ripetitivo. La Antonelli è svogliatissima e ogni altra attrice sarebbe potuta stare al suo posto mentre Diego, nonostante il terrunciello iniziasse ad avere ormai il fiato corto, si conferma attore carismatico e divertente. Bravi i comprimari, Della Casa e Nicheli in primis.
MEMORABILE: Vade retro Saragat!

Tarabas 3/03/09 11:57 - 1878 commenti

I gusti di Tarabas

L'Agente Cotone sogna le strade di San Francisco e Dirty Harry, ma finisce in Babbagia dopo aver combinato una serie inenarrabile di casini. Abatantuono conduce il film dall'inizio alla fine, sfoggiando tutto il suo repertorio anche se si nota il tentativo di metterci qualcosa in più. Buoni i comprimari e sempre bella la Antonelli, che qui però è al minimo sindacale di impegno. Come a molti di questi film, un uso misurato del FFWD giova al risultato a causa di parecchi tempi morti.
MEMORABILE: "Polizia! Vi dichiaro in arresto" "Carabinieri, vi dichiaro due stronzi".

Steno HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Totò cerca casaSpazio vuotoLocandina Guardie e ladriSpazio vuotoLocandina Totò e le donneSpazio vuotoLocandina Totò e i re di Roma

Lovejoy 3/03/09 16:31 - 1823 commenti

I gusti di Lovejoy

L'Abatantuono prima maniera diretto dal fidato Vanzina, su sceneggiatura di entrambi i fratelli. A parte qualche sporadico momento, due o tre battute azzeccate, c'è poco da salvare. Abatantuono è bravo ma sicuramente ha fatto di meglio, successivamente. La Antonelli si fa fatica a sopportarla.

Magnetti 4/09/09 10:45 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Buona accoppiata di attori Abatantuono-Antonelli: tra i due si capisce subito che si è instaurata una ottima intesa recitativa e ciò ha permesso ad un film altrimenti solo sufficiente di avere il suo bel perchè. Merito soprattutto di Abatantuono, un personaggio unico nel cinema italiano, cui tutti, chi più chi meno, sono affezionati autenticamente. La trama? Con inevitabili alti e bassi, è una interessante divagazione dalla incredibile produzione abatantuoniana del 1982, su cui ovviamente svetta Eccezzziunale... veramente.
MEMORABILE: Andiamo in barca con Carlo e Diana? Chi è Diana? Diana Spencer! Ahhh la conosco, la figlia di Bud Spencer, bella donna popputa.

Daidae 15/07/10 01:02 - 3154 commenti

I gusti di Daidae

Buon film di Carlo Vanzina (stento a credere che nei decenni successivi girerà roba come il patetico "ritorno" del Monnezza!). Abatantuono strepitoso, non male la bella Laura Antonelli. Film divertente che si regge al 90% sulla parlata di Abatantuono, leggero e godibile. Da non perdere.

Herrkinski 18/08/10 19:20 - 8025 commenti

I gusti di Herrkinski

Notevole performance comica per l'Abatantuono prima maniera, qui spalleggiato dalla star del periodo Laura Antonelli. La "strana coppia" tutto sommato funziona, anche se a tenere in piedi la baracca è sempre la comicità straripante e strampalata del comico milanese; e a proposito di milanesi, come non citare l'apparizione del mitico Guido Nicheli, qui particolarmente ispirato. Il film fila via liscio e strappa parecchie risate, senza scadere eccessivamente in volgarità; bravo Abatantuono nel dare varie sfaccettature al suo tipico "terrunciello".

124c 6/12/10 11:56 - 2910 commenti

I gusti di 124c

Commedia brillante, creata apposta per valorizzare la verve comica di Diego Abatantuono, quando si presentava al pubblico solo in versione "terrunciella". Accanto a lui, un'affascinante Laura Antonelli nel ruolo di un'avventuriera che fregherà tutto e tutti. Da notare il breve cameo di Christian de Sica, non ancora assunto al ruolo di star dei cine-panettoni. Questa pellicola, però, va a corrente alternata, poiché Carlo Vanzina oltre ai continui tentativi di fuga della Antonelli non va. Per chi si accontenta, c'è da divertirsi. Altri tempi.
MEMORABILE: Diego Abatantuono a Laura Antonelli: "Io c'ho 7 vite come il gatto a 9 code, bella mia. 7 x 9 fa 63... 63 vite... Scus se è poco... Scus se è poco!"

Motorship 29/06/12 17:10 - 585 commenti

I gusti di Motorship

Simpatico e godibile "Abatantuono movie", con il nostro nei panni del terruncello di turno, stavolta uno strampalato agente di polizia. Il ritmo regge grazie soprattutto alla comicità straripante fatta di storpiature dei vocaboli tipiche dell'Abatantuono prima maniera. In contrasto (ma brava appunto per questo) la splendida Laura Antonelli nella parte della truffatrice che "Diegone" deve catturare e portare in Italia. De Sica convincente ma non troppo in versione gay-ispanica; tra i tanti caratteristi Jimmy il fenomeno e Roberto Della Casa.

Nando 1/07/12 08:40 - 3802 commenti

I gusti di Nando

Il bizzarro poliziotto Achille Cotone interpretato da Abatantuono regala sorrisi e momenti goliardici in una narrazione non memorabile ma comunque simpatica. La Antonelli, oramai in fase calante, appare non proprio ispirata nonostante la sua bellezza. Interessanti gli altri caratteristi.

Saintgifts 5/04/13 15:54 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

A un certo punto Guido Nicheli dice, riferito alla Antonelli: "...Sta con un tipo che parla come Abatantuono". Questo fa capire come il terrunciello di Diego, il suo modo di parlare fosse conosciuto in Italia. Abatantuono ha comunque una marcia in più, ed è in grado di essere il superprotagonista in scena; lo dimostra in questo film che si regge praticamente sulla sua figura e sulle sue battute, alcune veramente divertenti. La Antonelli non ha nemmeno bisogno di spogliarsi.

Trivex 19/04/13 10:41 - 1736 commenti

I gusti di Trivex

Sostenuto da un gran ritmo e da un Diego in super forma, è un film del suo tempo. Perché il tema trattato, seppur assolutamente accessorio al proposito di far ridere (o sorridere), è molto interessante per evidenziare l'Italia di ieri (e di oggi?), l'Italia che non rispetta le regole fiscali perchè "tanto lo fanno tutti". Il poliziotto, inizialmente onesto, soccomberà di fronte alla dea tentatrice, la bellissima Laura? Avrà giustizia degli eventuali meriti, alla fine della storia? Devo dire che il finale così divertente proprio non l'ho trovato.

Disorder 8/12/13 16:46 - 1416 commenti

I gusti di Disorder

Fra i migliori dell'accoppiata Abatantuono-Vanzina. Il merito però è quasi tutto di Diego, che sopperisce alla mancanza di una trama interessante inondando letteralmente la pellicola di battute e giochi di parole. La Antonelli poi è una controparte assolutamente perfetta, col suo fare arrogante e distaccato tiene botta splendidamente alla strabordante performance del protagonista. Notevole anche il cast di contorno (fra cui uno strepitoso Nicheli e un macchiettistico ma divertente De Sica). Notevole.
MEMORABILE: L'inarrivabile Nicheli scendendo dallo yacht: "A proposito di animali, c'è su la Anna con un certo Achille; è simpatico, parla come Abatantuono".

Guido Nicheli HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Cattivi pensieriSpazio vuotoLocandina SaxofoneSpazio vuotoLocandina Una vacanza bestialeSpazio vuotoLocandina Il sommergibile più pazzo del mondo

Ultimo 16/08/14 19:04 - 1648 commenti

I gusti di Ultimo

Film che segna la definitiva consacrazione di Abatantuono, qui nei panni di un poliziotto imbranato che vive nel mito di Callaghan, trovatosi per caso a fare i conti con una criminale di lusso, Laura Antonelli. Un film semplice che viene reso ottimo dalla straordinaria bravura di Abatantuono, qui al suo apice. Il risultato è notevole: battute a raffica e ripetute gaffe la rendono una delle migliori commedie italiane anni 80. Nel cast troviamo anche Guido Nicheli e Christian De Sica: entrambi si vedono per pochi minuti, ma lasciano il segno.
MEMORABILE: "Ogni suo ordine è un desiderio!"; "Diana Spencer chi? La figlia di Bud Spencer?"; "Ma poi questa Anna Tassotti Meloni chi è... la moglie di Al Caprone?"

Panza 2/01/15 12:11 - 1833 commenti

I gusti di Panza

L'apoteosi del Diego prima maniera in un'ora e mezza di storpiamenti verbali e giochi di parole in alcuni frangenti davvero spassosi ("Vade retro Saragat!", "Ma chi è, la figlia di Al Caprone?", "Babbaggia no!") ma sempre comunque divertenti per un film che sa intrattenenere per un'ora e mezza. Divertente l'incontro con il Dogui nel solito ruolo e con la solita bravura ("Parla come Abatantuono!"). Regia non ispiratissima di Vanzina, ma il film diverte.

Lythops 6/06/15 12:41 - 1019 commenti

I gusti di Lythops

L'Abatantuono prima maniera, comunque DOC sia che reciti in film leggeri come i primi, sia in quelli diversi, da Mediterraneo e Nirvana in poi. Mitragliate di battute e situazioni che fanno ancora ridere, soprattutto collegandole alla realtà degli anni '80 quando il cinema cominciava ad avere un po' meno da dire ma offriva ancora prodotti dignitosi. Ottima la Antonelli - perfettamente idonea al ruolo - e tutto il cast. Per fare film "demenziali" bisognava essere intelligenti.

Modo 7/06/15 00:36 - 947 commenti

I gusti di Modo

Abatantuono mattatore di questa simpatica commedia poliziesca, probabilmente una delle migliori performance "prima maniera". La trama è quello che è, ma la coppia con la Antonelli funziona e bene. Leggero e spensierato non annoia un minuto e alcune battute rimangono indelebili. Da ricordare la scenetta con De sica!

Vito 24/03/17 04:08 - 695 commenti

I gusti di Vito

Simpatica commedia di Vanzina con un Diego Abatantuono scatenato nei panni del poliziotto Achille Cotone, che dà il meglio di se in gag e battute ormai storiche. Brava anche la bellissima Antonelli e molto azzeccate le apparizioni di De Sica e Guido "il Dogui" Nicheli. Numerose le scene e le sequenze cult, su tutte Diego "sbattuto in Sardegna" in compagnia di Sandro Ghiani.

Rambo90 27/09/17 01:27 - 7635 commenti

I gusti di Rambo90

L'Abatantuono prima maniera si è espresso al meglio nelle commedie dei fratelli Vanzina e anche qui (con una trama minima ma comunque simpatica) dimostra la sua brillantezza. Un fuoco di fila inarrestabile di battute e giochi di parole, per lo più riusciti, che trovano nella bella Antonelli una vittima più che una vera spalla, che risponde per dare il la a ogni suo intervento. Il ritmo scorre e la regia è competente, così come la buona colonna sonora. Piuttosto deludente invece il breve intervento di De Sica.

Alex75 2/10/17 09:39 - 873 commenti

I gusti di Alex75

Commediola esile che si affida interamente alla dirompente comicità verbale di Abatantuono nel suo anno di grazia, che regala perle linguistiche a profusione facendo passare in secondo piano la trama (peraltro di scarso interesse) e l’assenza di una spalla comica (De Sica si vede poco e offre poco; l’intervento di Nicheli, pur breve, lascia invece il segno). Laura Antonelli funziona come presenza a contrasto a fianco del vulcanico Diego, ma incide limitatamente.
MEMORABILE: “Vade retro Saragat!”; "No, in Babbagia no!"; “Cotone Idrofilo”.

Maxx g 19/07/18 22:04 - 628 commenti

I gusti di Maxx g

Storiella minima con finale prevedibile (il cliché dell'amore tra malvivente e guardia è vecchia come il cinema o quasi) e gag dove si ride raramente, eccetto per i giochi di parole di Abatantuono (qui nel pieno del suo periodo "terrunciello"). Da vedere per una serata spensierata, ma senza aspettarsi chissà cosa. Deludente l'apporto di De Sica, mentre fa sempre piacere vedere Guido Nicheli, anche se nel solito pèersonaggio. Nulla di che.

Jdelarge 20/10/19 12:26 - 1000 commenti

I gusti di Jdelarge

Il personaggio di Achille Cotone è decisamente simpatico, così come tutto il contesto che prende per i fondelli la serietà del genere poliziesco. Le gag sono riuscite, ma probabilmente al film manca un po' di vero dinamismo, che avrebbe potuto dare più respiro anche alla stessa comicità di Abatantuono. Bellissima Laura Antonelli, che fornisce una dignitosa performance.

Pessoa 20/03/21 19:34 - 2476 commenti

I gusti di Pessoa

Esile commedia firmata Vanzina che si regge essenzialmente sul personaggio di Abatantuono negli improbabili panni di un agente di PS. Il personaggio del terrunciello risulta comunque simpatico, ma una sceneggiatura di poco spessore ed una trama telefonatissima gli impediscono di brillare come meriterebbe. Buono il cast di contorno con la Antonelli vestitissima che dona con bravura dignità ad un personaggio banale. Confezione poco curata e qualche grave disattenzione tolgono credibilità alla vicenda. Un film mediocre, consigliato solo agli ammiratori del vulcanico protagonista.
MEMORABILE: La buona prova di Della Casa, in un ruolo per una volta non secondario.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Passione sinistraSpazio vuotoLocandina Due agenti molto specialiSpazio vuotoLocandina La sera del balloSpazio vuotoLocandina La ragazza che cosa ha dimenticato?

Paulaster 2/07/21 10:42 - 4353 commenti

I gusti di Paulaster

Agente di pubblica sicurezza aiuta involontariamente a far scappare una finanziera. Commedia tutta sulle spalle della verve di Abatantuono, che propone il suo stile da terrunciello nei continui battibecchi con la corruttrice Antonelli. Battute divertenti in ogni situazione, sebbene il ritorno in Italia sia piuttosto fantasioso, tra aereo precipitato, naufragio e fughe assortite. La comicità non è greve anche perché il personaggio del protagonista, seppur incompetente, dimostra valori di onestà e senso del dovere. Come seconde linee De Sica fa pochino, meglio Nicheli.
MEMORABILE: “Ogni suo ordine è un desiderio”; Il poster con mare; “Parla come Abatantuono”; Diana, la figlia di Bud Spencer.

Striscia 15/07/22 16:51 - 55 commenti

I gusti di Striscia

Un film spesso sottovalutato ma con un Abatantuono in palla e una sempre sexy Laura Antonelli, appoggia tutto sulle spalle larghe di Abatantuono che qui dimostra una capacità comica non indifferente. Il ritmo è un po' lento, la regia discutibile, ma alla fine il film è godibilissimo, anche grazie ai comprimari Christian de Sica (qui è già un "con la partecipazione di") e all'immancabile Dogui (dove ci sono film con ricchi e bella vita c'è lui).

Androv 18/07/23 15:34 - 194 commenti

I gusti di Androv

Il terrunciello è una leggenda, ma come per tutte le cose buone è gustoso solo se assunto in piccole dosi. In questo simpatico film low-cost il nostro spadroneggia, ma l'assenza di sostanza filmica e l'esilità della trama spengono presto ogni entusiasmo. Come per il primo Pozzetto, Diego trova il suo climax nelle piccole parti incastonate in un contesto più solido, come ad esempio per Cecco il fornaio. Il personaggio non regge un intero film, finendo con lo stancare lo spettatore. Non a caso, la figura fu purtroppo messa rapidamente da parte dopo l'exploit iniziale. Peccato.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Homevideo Zender • 18/04/13 18:29
    Capo scrivano - 47635 interventi
    Xtron ebbe a dire:
    Zender, se lo hai preso su Amazon, puoi restituirlo attraverso il centro resi online spuntando l'opzione "Prestazioni o qualità non adeguate"
    Gleil'avevo già restituito due ore dopo che l'avevo comprato, infatti.
  • Homevideo Panza • 28/06/13 07:59
    Contratto a progetto - 5201 interventi
    Se ne era già parlato, ma segnalo soltanto che il dvd 01 (riproposizione di quello della Number One) dura 1h27m esatti. Un dvd davvero scarno sia per l'assenza di extra e per una cover orribile (alla cassa mi sono vergognato come un ladro). Ecco uno screenshot preso dal 42m38s:

    Ultima modifica: 28/06/13 15:55 da Zender
  • Homevideo Panza • 5/01/15 17:53
    Contratto a progetto - 5201 interventi
    La versione che passa sulle reti Mediaset è un po' meglio del DVD, ma la qualità è sempre mediocre. Insomma, un'edizione come si deve del film ad oggi non si trova.
    Ultima modifica: 27/12/18 08:41 da Zender
  • Curiosità Panza • 14/01/15 18:22
    Contratto a progetto - 5201 interventi
    L'uomo a cui Abatantuono legge il giornale è Jimmy il Fenomeno (non accreditato):

  • Discussione Maxspur • 23/06/15 00:57
    Galoppino - 208 interventi
    Circa un quarto d'ora dall'inizio del film l'azione si sposta in aeroporto dove Cotone(Diego Abatantuono) invece di bloccare l'evasore fiscale Anna Tassotti Maloni(Laura Antonelli) ne favorisce,involontariamente, la fuga scatenando le ire del suo diretto superiore(Roberto Della Casa). Durante il battibecco tra i due, alle spalle di Cotone si intravede abbastanza chiaramente un aeroplano DC-9 con la livrea della compagnia aerea italiana Itavia che all'epoca del film(1982)non era più operativa da un anno, anzi più precisamente i suoi aerei non volavano più dal 10/12/1980. L'Itavia è tristemente nota per la Strage di Ustica dove un suo aereo uguale a quello in questione si inabissò nel Mar Tirreno per motivi mai del tutto chiariti, provocando la morte di 81 persone.

    Dati Itavia, fonte: Wikipedia.
    Ultima modifica: 13/10/22 14:10 da Maxspur
  • Discussione Zender • 23/06/15 08:26
    Capo scrivano - 47635 interventi
    Interessante. Ci vorrebbe un fotogramma.
  • Curiosità Buiomega71 • 12/07/18 19:07
    Consigliere - 25856 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (lunedì 7 maggio 1984) di Viuuulentemente mia:

  • Discussione Caesars • 18/10/18 16:25
    Scrivano - 16791 interventi
    Vedo che nella scheda è accreditato anche Steno alla regia (come n.c.). Chiedo scusa se è già scritto da qualche parte (ma proprio non l'ho trovato): siamo sicuri della cosa? Non trovo riscontro da nessuna parte.
  • Discussione Zender • 18/10/18 17:31
    Capo scrivano - 47635 interventi
    L'ha detto suo figlio nell'intervista che gli feci. Guardare gl special :)
  • Curiosità Tnex • 7/12/23 11:15
    Galoppino - 17 interventi
    Una curiosità che deve essere sfuggita agli estensori di Wikipedia (che riporta il nome errato, poi pedissequamente copiato da molti siti, esculso IMDb che invece lo riporta corretto): il personaggio interpretato dalla Antonelli si chiama Anna Tassotti Malomi (si sente bene quando si presenta a Cotone in auto mentre è in fuga col suo avvocato) e non "Maloni". Un cognome non casuale. Gli sceneggiatori evidentemente inventarono un gioco di parole con riferimento a colei che all'epoca era la regina dell'alta finanza, cioè Anna Bonomi Bolchini (1910-2003). Il giochetto era piuttosto semplice: Anna Bon-omi / Anna Mal-omi. L'aggiunta poi del doppio cognome è un altro chiaro rimando (forse anche ironico visto che Tassotti richiama la parola "tasse").