The prestige

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The prestige
Anno: 2006
Genere: drammatico
Numero commenti presenti: 54
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 31/12/06
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Don Masino 31/12/06 17:20 - 63 commenti

I gusti di Don Masino

Eccellente ricostruzione fantastorica di un immaginario duello tra prestigiatori (Jackman e Bale) all'epoca di Nikolas Tesla (un David Bowie sorprendente). Un soggetto particolarmente intricato e ricco di colpi di scena, come prevedibile quando di mezzo ci sono le illusioni, e una regia che non sbaglia un colpo: efficace, tesa, coinvolgente. Non tutto è perfetto e c'è qualche particolare non sempre molto chiaro, mentre il montaggio che incasina la corretta sequenza temporale è ben gestito.

Xamini 7/01/07 14:47 - 971 commenti

I gusti di Xamini

La "presentazione" pare un poco banale e la premessa è la parte più debole, ma il film acquista forza man mano che prosegue, sorretto da un ritmo eccellente e dai colpi di scena. È il momento del prestigio a regalare applausi convinti. Il tutto funziona sul dualismo tra due prestigiatori di fine '800 e sulla discesa di costoro agli inferi dell'ossessione. Ma il gioco del vero/non vero coinvolge anche lo spettatore. Scarlett incide poco, suo unico pregio uno spostarsi d'occhi dinanzi a Bale.

Flazich 15/01/07 00:55 - 658 commenti

I gusti di Flazich

Due illusionisti di fine ottocento si contendono, in una spettacolare ricostruzione di Londra, la fama del più grande mago dell'epoca e lo fanno anche usando mezzi non propriamente puliti. I costumi sono magnifici come le interpretazioni dei due protagonisti. Anche se coinvolge con le sue atmosfere cupe, talvolta il film risulta prolisso nella narrazione: fortunatamente ciò è limitato a solo pochi attimi. Lo spettatore, alla fine, si renderà conto di aver assistito ad un grande gioco di illusione

G.Godardi 6/03/07 17:32 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Sarà perché ho amato alla follia Memento, ma questo ritorno alle atmosfere cervellotiche e meccaniche di Nolan non mi ha convinto del tutto. Certamente è un film più personale e intrigante dei pur dignitosi Insomnia e Batman Begins, sicuramente ha una costruzione egregia e un cast favoloso (Caine e Bowie su tutti), ma il finale ad effetto con doppia spiegazione (logica e non) non mi ha proprio convinto. Ti prego Nolan, non diventare anche tu un emulo di Shyamalan!

Dillinger 27/03/07 10:16 - 22 commenti

I gusti di Dillinger

Film godibile, a parte qualche incongruenza nella sceneggiatura ed in generale qualche eccessivo contorsionismo tipico dei film di Nolan. Però si vede il mestiere, la capacità narrativa che lascerebbe intuire il finale ma poi ti svela, proprio come fanno gli illusionisti, la consapevolezza di aver voluto vedere proprio quello di cui il regista aveva bisogno. Anche qui Nolan predilige ossessioni e comportamenti borderline, segno che la psiche è sempre il suo soggetto preferito. Bene Jackman, Caine, incolori Johansson (non è una novità), Bowie.

Galbo 28/03/07 17:01 - 11269 commenti

I gusti di Galbo

Dopo Memento e Batman begins il talentuoso Nolan dà un'ulteriore dimostrazione della sua abilità nel fare cinema e costruisce il suo film migliore. Con una sceneggiatura impeccabile, il racconto "porta" dove vuole il regista fino al doppio colpo di scena finale degno dei migliori illusionisti e vero "prestige" cinematografico. Nel cast spiccano Christian Bale, ormai grande e maturo interprete, e il grande Bowie di cui il cinema dovrebbe accorgersi più spesso. Da vedere e rivedere.

Magnetti 26/04/07 10:28 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Veramente un bel film, con attori bravissimi e un'ambientazione d'epoca ammirabile: è incredibile cosa si possa fare con gli attuali mezzi di produzione. Il film è un enorme gioco di prestigio in cui svettano gli attori. Finale con due colpi di scena: uno prevedibile, l'altro strepitoso da sofisticato B-movie. Michael Caine è il solito grande attore che dà spessore al tutto. Unica nota negativa: la parte iniziale è noiosa e stiracchiata... ma se si ha pazienza si verrà ricompensati. Assolutamente consigliato.

Puppigallo 7/09/07 11:38 - 4467 commenti

I gusti di Puppigallo

Fino a che punto può arrivare un uomo quando entra in competizione con un altro? Fanta-dramma con illusioni varie; il tutto ben amalgamato e arricchito dalle notevoli interpretazioni di Bale e Caine. Bene anche Jackman, un po’ meno la Johansson (ogni tanto sembra forzata). La narrazione scorre fluida, con solo un paio di intoppi (più che altro scambi verbali, a volte un po’ gratuiti). Nota di merito per Bowie e un plauso per la creatività nello studiare le illusioni, facendole apparire credibili. Occhio ai cappelli. Da vedere.
MEMORABILE: Il "trucchetto" del canarino nella gabbia; Il numero dell'illusionista Cinese.

Cotola 16/12/07 02:27 - 7329 commenti

I gusti di Cotola

Superbo ritorno di Nolan al genere thriller: gira un film secondo il suo stile narrativamente funambolico, dimostrando ampiamente il suo grande talento. Il tutto grazie anche ad una sceneggiatura di ferro, capace di reggere perfettamente ai continui andirivieni temporali e che riserva diverse sorprese. Davvero bello e avvincente fino al più "beffardo" e più logico dei finali. Bravi gli attori tra cui soprattutto l'immarcescibile sir Michael Caine. Gustoso cammeo per un bravo David Bowie.

Redeyes 20/01/08 11:52 - 2122 commenti

I gusti di Redeyes

Che Nolan sia un gran bel talento credo non ci siano dubbi. Questo film è un prestigio in tutto e per tutto. Non credo si faccia ricorso - e spero - a mezzucci quali la clonazione, ma ci pone nell'esatta condizione di spettatore. Da qui, tutto un intreccio di ossessioni, rinunce e disgrazie atte a distrarci. Gli attori sono bravi, molto. Sprecata la Scarlett, ma può starci. David Bowie, baffo simil-posticcio a parte, rende l'idea. Caine ottimo! Scenografie ben curate, giochi di flashback dosati con cura, una buona fotografia. Ottimo Nolan!

Fabbiu 22/02/08 13:47 - 1922 commenti

I gusti di Fabbiu

Innegabile sotto diversi punti di vista quanto sia salda e ben studiata la sceneggiatura di questo pseudo dramma magico alternativo; di come sia (soprattutto) godibile la ricostruzione e il clima ottocentesco. E con così tanti bravi attori (Caine su tutti, un po' meno la Johansson) la qualità è pronta e servita. Un finale con un bell'effetto. Un bel film, ma a mio parere poteva essere di più, forse per i ritmi che non mi sono parsi molto scanditi, per il peso della lunghezza (due ore) che si fa sentire e per altri particolari non sempre convincenti.

Marco79 21/04/08 12:44 - 12 commenti

I gusti di Marco79

Sembra voler scherzare Nolan con questa pellicola nata per riempire lo spazio tra un Batman e l'altro. Ne viene fuori un affresco ottocentesco affascinante, a metà tra la fantascenza e il thriller ma in realtà con l'uomo al centro di tutto. Come nel suo splendido Batman, Nolan sceglie Christian Bale per il ruolo del protagonista; una figura dura e dolce, che rispecchia il dualismo dell'animo umano. La contrapposizione sembra tra i due protagonisti, fino alla rivelazione finale. Bel film, bei colori, regia magistrale come il miglior Nolan.

Lovejoy 3/01/09 17:07 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Splendido dramma dalle venature fantascientifiche. Insieme a Batman Begins, per ora, il miglior risultato raggiunto da Nolan. Sceneggiatura impeccabile, personaggi azzeccati, ritmo esemplare e cast, in parte perfetto. Straordinari Bale (al suo film migliore) e il sempre grande Caine. Discreti Jackman e la Johansonn. Piccole ma belle parti per David Bowie e Andy Gollum Serkis. Piccola parte anche per il grande Daniel Davis, il mitico Nils del telefilm La tata.
MEMORABILE: Il rocambolesco finale.

Caesars 22/02/09 01:28 - 2632 commenti

I gusti di Caesars

Buon film, che riesce ad intrattenere e ad "incastrare" gli spettatori fino allo scioglimento finale del racconto. Nolan dirige molto bene e si avvale dell'ottima interpretazione di Christian Bale e Hugh Jackman ai quali si affianca in una parte di contorno (ma molto importante per la vicenda) il sempre bravo David Bowie. Forse non tutti i conti tornano perfettamente, ma il "prestigio" di incantare il pubblico col suo spettacolo Nolan riesce sicuramente ad ottenerlo. Da vedere, anche più di una volta.

Supercruel 23/02/09 14:57 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Ottimo film di Nolan, dal tema particolare e intrigante, sviluppato su una sceneggiatura cervellotica abile nel cucire i fili narrativi (e temporali) fino al bel finale a sopresa. Molto suggestiva l'ambientazione di fine '800, ben fotografata e curatissima. Il regista, poi, è disinvolto nel fondere il dramma umano in un contesto thriller dalle tinte fantascientifiche. Ottimo il cast, con Bale, Caine e Bowie un pelo sopra gli altri. Quattro pallini meritatissimi.

Daniela 17/06/09 08:04 - 8960 commenti

I gusti di Daniela

Avvincente storia della sfida infinita fra due illusionisti un tempo amici, divenuti avversari a seguito di un tragico incidente, raccontata con grande eleganza formale ed il gusto ottocentesco del feulletton, con vendette, colpi di scena, agnizioni. Film a rebus, ma onesto verso lo spettatore (gli indizi ci sono tutti) anche se gli inattesi risvolti fantascientici rimescolano le carte. A parte la decorativa Johansson, ottimo cast: in parte Bale e Jackman, una certezza Caine, entrata in scena spettacolare per Bowie, commovente Rebecca Hall. 4 pallini
MEMORABILE: L'apparizione di Tesla fra i lampi - Le vasche degli annegati

Ale56 14/07/09 11:57 - 225 commenti

I gusti di Ale56

Decisamente migliore di ciò che mi aspettavo. D'altronde cosa ci si può aspettare dal regista di Batman Begins e del Cavaliere Oscuro? Un altro esercizio registico davvero creativo. Coadiuvato dalla buona recitazione di Hugh Jackman e Christian Bale, da una fantastica fotografia e da bellissime scenografie e costumi, Nolan confeziona un film memorabile che si basa sulla voglia matta di scoprire il segreto del "trasporto umano", trucco da prestigiatori. Si arriva a fare di tutto pur di sapere di più su di esso, anche ad uccidere. Davvero bello.
MEMORABILE: La trappola acquatica, il trasporto umano.

Pigro 15/07/09 08:55 - 7666 commenti

I gusti di Pigro

Due illusionisti di fine 800 si contendono il primato nel teletrasporto. Ma il vero gioco di prestigio è del regista. Infatti non è solo un film che racconta una gara di prestigiatori, che si trasforma poi in scontro tra magia e scienza e approda infine a un vertiginoso apologo sul doppio e la mistificazione della realtà: il film stesso è costruito come un puzzle dalle tessere impazzite, temporalmente quasi casuali, che alla fine torneranno a posto con un trucco dell'illusionista Nolan, che forse si è preso gioco di noi. Insidioso e fascinoso.

Tarabas 16/07/09 11:53 - 1674 commenti

I gusti di Tarabas

Per quanto si guardi attentamente, il prestigio, il trucco non si svela. Perchè il pubblico vuole essere ingannato. Dal prestigiatore (l'attore) o dall'ingenieur (il regista) che inventa la macchina, la messa in scena? Zona capolavoro per Nolan, che torna a giocare col tempo in un raffinato gioco di specchi, colta riflessione sull'inganno insito nello spettacolo, l'ossessione del doppio, il genio creatore di mostri (Tesla). Cinema fatto con cura e intelligenza straordinarie. È però difficile com-patire. Il gioco è elegante e freddissimo. ****
MEMORABILE: Angier uccide i suoi doppi per vivere, Bolder muore per liberare il suo doppio.

Sadako 27/07/09 17:30 - 177 commenti

I gusti di Sadako

Il vero colpo basso a questo film l'ha dato l'uscita ravvicinata di The Illusionist. Simili come tema, la trama troppo elaborata di "The Prestige", con l'intreccio di tre linee temporali che si accavallano e si rivelano lentamente lungo tutta la durata del film, non può nulla contro il lineare inciucio amoroso del suo concorrente "Illusionista". Il bello della storia e che ti viene rivelato il trucco fin dall'inizio, ma non viene visto se non alla fine, quando tutti i nodi vengono al pettine... sempre che lo si voglia vedere.

Jandileida 28/11/09 12:21 - 1220 commenti

I gusti di Jandileida

Pur non essendo Nolan uno dei registi che abitano il mio personale olimpo, devo ammettere che questo "The Prestige" è decisamente un buon film, che parte lento e sembra avvitarsi su se stesso, come spesso capita con i film di Nolan, ma che invece ti avvinghia con la sua storia, veramente ottima, in cui l'illusione si mischia con il rancore e la vendetta e dove il bene e il male diventano categorie relative. Eccellenti gli attori (specialmente Bale con la sua fantastica voce roca ma anche un impeccabile Caine) e la fotografia. Un po' spaesata la Johansson.

Scarlett 1/11/09 19:58 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

Riuscitissima pellicola di Nolan che mostra decisamente il suo talento e la sua forma. Nonostante la lunghezza non si perde mai un colpo, ogni scena è interessante, ogni passaggio necessario e piacevole. Graditissima l'interpretazione del cast, in primis Bale, ma senza dimenticare anche Jackman che finalmente pare calzare i panni dell'illusionista meglio di quanto abbia fatto nei film precedentemente interpretati. Consigliato.

Belfagor 21/11/09 18:42 - 2617 commenti

I gusti di Belfagor

Pellicola gradevolmente crudele in pieno stile fin de siècle (XIX, in questo caso), costruito come un gioco a incastri che si affida molto al livello d'attenzione degli spettatori. La cosa si rivela un'arma a doppio taglio, soprattutto nel finale: non è difficile, una volta intuito il meccanismo, anticipare il finale della pellicola. Ciò nonostante, il film è sicuramente al di sopra della media, potendo contare su degli ottimi effetti speciali e su un cast di prim'ordine (Caine in testa).
MEMORABILE: Il primo incontro di Angier con Nikola Tesla.

Ciavazzaro 11/12/09 12:12 - 4751 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Non è un capolavoro, ma si fa piacevolmente vedere. Nolan si dimostra un buon regista, ed è supportato da un gran cast di attori. La sceneggiatura forse non è ai massimi livelli, ma la messa in scena è davvero ottima. Il film merita la visione, a mio avviso.

Greymouser 18/04/10 19:44 - 1459 commenti

I gusti di Greymouser

La sceneggiatura è così complessa che solo un regista vero come Nolan poteva districarla senza inciampi, supportandola col consueto talento visionario e col suo inimitabile gusto per la composizione pittorica delle scene. Niente è quel che sembra, la magia diventa scienza e la scienza magia, gli attori sono quasi tutti ispirati, twist e controtwist ci lasciano sballottati e soddisfatti. Del resto, ogni film di Nolan si rivela un'esperienza irrinunciabile per ogni cinefilo.

Capannelle 26/10/10 11:34 - 3667 commenti

I gusti di Capannelle

Nolan e i suoi collaboratori offrono una prova degna di nota, non solo come regia ma anche come fotografia e scenografie: tutto viene allestito con notevole personalità contribuendo a dare al film quella cifra stilistica che lo eleva dalla media. Ben diretti gli attori, tra i quali spiccano Caine e Bale; curiosa l'apparizione di Bowie, rivedibile la Johansson. Nel racconto più di un richiamo alla "elettrica" rivalità tra Edison e Tesla. Tre e mezzo.

Andykap 29/10/10 16:47 - 37 commenti

I gusti di Andykap

Johansson fuori parte: è l’unico difetto di un film che Nolan apparecchia come un disegno di Escher e porta lo spettatore a fare quello che mai dovrebbe fare: cercare nelle immagini una logica inoppugnabile laddove è la sospensione dell’incredulità (e quindi la disponibilità ad essere ingannati) la chiave di ogni visione. E così come il Grande Danton ci si spacca la testa in 4 per conoscere il Prestigio ovvero non tanto il segreto del teletrasporto, ma quello del film. Attori molto bravi, affascinante ricostruzione di Londra. Bellissimo film.

Didda23 7/02/11 20:30 - 2268 commenti

I gusti di Didda23

Film che amo alla follia. La storia è avvincente, i due protagonisti offrono prestazioni eccelse (Bale su tutti e tutto), il resto del cast è perfetto, l'ambientazione ricostruita alla grandissima, le scelte registiche e narrative impeccabili. Film che ho visto più e più volte ed ogni volta ha sempre un gusto diverso. Temi come l'ossessione e l'abnegazione sono trattati superbamente. Assolutamente da vedere.
MEMORABILE: "Abracadabra".

Mcfly87 3/07/11 09:34 - 75 commenti

I gusti di Mcfly87

Due illusionisti di fine Ottocento si affrontano per decenni a colpi di giochi di prestigio. Lo spettatore meno attento resterà suggestionato dal prestigio e dalla consapevolezza, inconsciamente negata, che vi sia un segreto dietro ad ogni trucco. Ad uno spettatore acuto e disincantato, invece, non sfuggirà la metafora dell'ossessione; è l'ossessione a spingere i due rivali, l'ossessione a contagiare prima Tesla e poi Anger, l'ossessione a demolire l'uomo nonostante le grandi intuizioni. Osservate attentamente... il segreto non vale nulla!

Gestarsh99 18/08/11 11:03 - 1303 commenti

I gusti di Gestarsh99

Nolan torna a manipolare lo spazio (il palco) ed il tempo (fine '800) con un thriller sopraffino, elegante, magistrale, profuso di abbagliante fantascienza romantica; un edificio di astuzie e apparenze dalla struttura complessa, articolatissima, ma sempre rigorosamente inquadrabile e mai troppo ermetica. Non è solo un film sull'arte illusoria della magia e quindi del Cinema in generale ma anche un romanzo visivo sull'inganno del doppio, sull'incessante ribaltamento dei punti di vista e dei ruoli, su un maniacale antagonismo di ingegni, invidie e scorrettezze volti a un unico scopo. Il prestigio.
MEMORABILE: La macchina dei fulmini progettata da Nikola Tesla (interpretato nel film da David Bowie).

Ilcassiere 29/10/11 18:52 - 283 commenti

I gusti di Ilcassiere

Non è il mio genere ma devo ammettere che The prestige è un film ben fatto, avvincente ed imprevedibile, in cui l'alternarsi delle vicende e dei trucchi dei due protagonisti, prima amici poi nemici, tiene davvero con il fiato sospeso. Una parola viene ripetuta spesso durante la storia: ossessione. Ed è infatti questo il motore della storia, l'ossessione di capire i trucchi dell'altro e di superarlo per essere il numero uno. Finale non scontato.

Nancy 4/11/11 11:02 - 771 commenti

I gusti di Nancy

Una doppia valenza: un prestigio magico che è l'incanto di stupire sempre il pubblico e un prestigio d'ambizione, di voglia di imporsi per essere riconosciuti come i migliori. Buoni spunti per un film che per molti versi risulta classico: ci racconta una (bella) storia più che cercare di emozionarci. Un grande Nolan in ogni caso, più interessante che nel successivo Inception e più immediato che in Memento. Ottimi i colpi di scena finali e anche il cammeo di Bowie nel ruolo di un fantascientifico Nikola Tesla.

Deepred89 5/11/11 01:58 - 3239 commenti

I gusti di Deepred89

Suggestiva ambientazione ottocentesca, incalzante trama basata sullo scontro (oltre i limiti della fisica) tra due prestigiatori (con colpi di scena a iosa), confezione di ultralusso, cast di stelle (Caine sopra tutti, mentre rimangono molti dubbi sulle qualità recitative di Scarlett Johansson), effetti speciali miliardari. Il tutto è praticamente impeccabile e il divertimento indubbiamente non manca, ma la freddezza e la mancanza di una vera anima impediscono al film di compiere il salto dal livello ludico a quello emozionale. Buono comunque.

Nando 26/12/11 15:28 - 3441 commenti

I gusti di Nando

L'intrigante lotta illusionistica tra due maestri della magia raccontata in modo attento e soprattutto coinvolgente. Un quadro d'insieme in cui i colpi di scena si susseguono a buon ritmo e dove gli interpreti mostrano il loro valore: bravo Bale, meno interessante il patinato Jackman.

Ryo 7/10/12 15:03 - 2156 commenti

I gusti di Ryo

Bellissimo film sull'illusionismo, incentrato sulla rivalità di due maghi formidabili che duelleranno sabotandosi a vicenda gli spettacoli. Splendidi costumi e fotografia. Bale e Jackman poi sono due interpreti straordinari, entrambi carichi di carisma. Bellissima la sceneggiatura, con colpi di scena continui, sino alla fine. Mitico Bowie nella simpatica interpretazione dell'ancor più mitico Nikola Tesla.
MEMORABILE: La demoniaca macchina di Tesla; Il sosia ubriacone; Il colpo di scena finale.

Modo 8/09/13 00:35 - 813 commenti

I gusti di Modo

Ottimo film di Nolan interpretato con grande magnetismo dai protagonisti, due illusionisti che amano la magia ma in maniera totalemte diversa. Li accomuna l'ossessione dell'uno verso l'altro. Film coinvolgente che cresce sempre più fino ad arrivare alla ben riuscita conclusione. Sempre di classe David Bowie mentre bravi Michael Caine e Scarlett Johansson.

Saintgifts 30/01/14 00:46 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Grandi mezzi e attori degni di tale qualifica (Michael Caine comunque su tutti) per un film che poteva essere affascinante ma che il voler stupire a tutti i costi del regista e una sceneggiatura contorta al punto da non valorizzare le grandi possibilità che il tema proponeva riduce a qualche scena degna di nota in un minestrone allungato e indigesto. Grande tecnica sprecata per ottenere solo una discreta ambientazione e atmosfere in alcuni punti azzeccate.
MEMORABILE: "...Che tipo di nodo hai fatto?" Poteva controllare quando l'ha tolta dalla vasca.

Simdek 30/01/14 12:54 - 93 commenti

I gusti di Simdek

Sceneggiatura originale molto interessante, con frequenti salti temporali in avanti e indietro per questo film che non manca però di alcune incongruenze e di scene stiracchiate un po' ridondanti (poche per fortuna). Protagonisti non il massimo nelle loro interpretazioni anche se la presenza della bella (e brava) Johansson sembra utile solo a dar colore a un'Inghilterra dominata dai grigi e dalle sfumature, senza però dare valore aggiunto alla trama. Finale bello con doppio colpo di scena.
MEMORABILE: L'ultimo fotogramma della pellicola.

Giacomovie 1/02/14 19:02 - 1337 commenti

I gusti di Giacomovie

Bel film che esercita una forza uguale e contraria a quello che descrive: mostrando tante illusioni riesce a non illudere. Tiene vivo l’interesse come quando si assiste a un numero di magia, con trucchi che sanno creare il pathos dell’incertezza. Una pellicola particolare, composta in modo fitto e da guardare con attenzione: certi incroci potrebbero creare confusione. La regia gioca di fino nel caratterizzare l’ombrosità scenica e per il “prestigio” conclusivo ricorre a un bel finale che rivalorizza l’intero film. ***!

Giùan 26/02/14 15:13 - 2818 commenti

I gusti di Giùan

Onore a Nolan e alla sua capacità (segno pure del margine d'autonomia produttiva che s'è saputo conquistar) di irrorare le radici d'una classica storia di rivalità e ossessione facendo scorrere sottotraccia una fertile vena metacinematografica. Così il triangolo promessa, svolta, prestigio è sviluppato con innate virtù illusionistiche, pur avvertendosi nell’incedere della trama una certa carenza di fluidità, che appesantisce le figure dei due contendenti (di Jackman in particolare, una spanna sotto Bale). Lodevole esempio di cinema truccato non effettistico.
MEMORABILE: Le splendide performance del vecchio Caine; Il disincantato Cutter e del magnetico Bowie; Uno spiritato Tesa “messia elettrico”.

Furetto60 6/04/14 08:22 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Inevitabile il confronto con The illusionist, con il quale condivide il tema e l'epoca, forse inevitabilmente in quanto nell'attuale di spazio per le illusioni ce n'è poco... Per il resto, The prestige prevale in ritmo ma non nell'atmosfera, meno vintage e meno studiata fotograficamente. Interessante il riferimento all'enigmatica figura di Tesla. Buona la prova degli attori, compresa la sempre affascinante Johansson.
MEMORABILE: I cappelli; La vasca.

Rambo90 1/06/14 23:46 - 6243 commenti

I gusti di Rambo90

Un vero e proprio gioco di prestigio questo film di Nolan, che stordisce lo spettatore con flashback e camuffamenti pur di nascondere il gran finale. Ed è tutto in logica dei colpi di scena che vive la pellicola, oltre all'ottima fotografia e ai bei personaggi, perfettamente descritti nella loro ossessione di superarsi. Jackman meglio di Bale, ma entrambi sotto la classe dell'intramontabile Michael Caine. Per lo spettatore paziente c'è davvero di che divertirsi e di che elucubrare dopo. Ottimo.

Von Leppe 4/08/14 12:58 - 1010 commenti

I gusti di Von Leppe

Notevole storia di illusionismo, complessa ma ben articolata, fino alla soluzione finale. Affascinanti i trucchi rappresentati nel film: vengono spiegati e sono ottimamente ricostruiti sulla scena, mentre la Londra ottocentesca non è granché caratterizzata: le sue vie servono solo come sfondo all'azione dei personaggi ovvero i due illusionisti, che tengono alta l'attenzione dello spettatore interessato. Trasferta nel Colorado con Nikola Tesla come personaggio chiave della vicenda.

Toporosso 16/12/14 16:09 - 77 commenti

I gusti di Toporosso

Pellicola dalle molteplici sfaccettature e suggestioni, quella realizzata dai fratelli Nolan (regia e sceneggiatura). Si spazia dal tema del doppio e della rivalità che diviene ossessione all'atmosfera quasi steampunk delle invenzioni di Tesla e degli ingegneri della magia. Per non parlare dei caleidoscopici balzi temporali che rendono la trama quasi una sfida per lo spettatore. Cast superbo, così come le scenografie e i costumi. Due ore abbondanti di vero spettacolo.

Zio bacco 3/02/15 12:25 - 239 commenti

I gusti di Zio bacco

Grandissima opera di Nolan, che mostra tutta la sua bravura nell'adattamento del romanzo ispiratore. La regia è perfetta, al pari di una sceneggiatura molto curata e a tratti eccezionale. La recitazione è di assoluto livello ed è difficile decretare il miglior attore fra un cast di eccellenza (per il vero, la Johansson è forse solo elemento scenografico). Malgrado la rilevante durata, il film ha l'enorme pregio di mantenere un ottimo ritmo narrativo, che porta lo spettatore all'inatteso e palpitante finale. Uno dei migliori film del decennio.

Bruce 15/06/15 10:32 - 998 commenti

I gusti di Bruce

Il talento di Nolan si esprime ai massimi livelli in questo film tutto giocato sul tema del doppio. Il mondo descritto, l'illusionismo, è di per sé affascinante e misterioso ma è il modo con cui la vicenda viene raccontata dal regista per immagini, con inconsueti salti temporali e svariati colpi di scena, che rende The Prestige una pellicola notevole, da vedere con grande attenzione. Bravi anche gli interpreti.

Il ferrini 15/11/15 17:58 - 1623 commenti

I gusti di Il ferrini

Capolavoro insuperato di Nolan, che non teme certo il confronto con Inception e meno che mai con Interstellar. Splendidamente raffigurata la Londra vittoriana, i personaggi di Christian Bale (qui in un doppio ruolo) e Hugh Jackman sono caratterizzati alla perfezione e a completare il tutto ci sono un Michael Caine in stato di grazia e l'incantevole Scarlett Johansson. Una pellicola cerebrale, che merita senz'altro più di una visione per coglierne a pieno tutte le perle nascoste, fino all'ultimo incredibile fotogramma.
MEMORABILE: Borden: "Io ti amo" Sara: "Oggi no. Certi giorni non è vero e oggi non è vero".

Magi94 22/04/18 20:15 - 639 commenti

I gusti di Magi94

Un gigantesco parco giochi diretto da Nolan che poteva essere un thriller intrigante, mentre per il solito desiderio di stupire a tutti i costi del regista perde qualche colpo e risulta a tratti fastidioso. Nessuno mette in dubbio il talento di Nolan ma la messa in scena è da servizio di Focus sugli alieni, tant'è vero che viene tirato in ballo Tesla, ingegnere-scienziato da sempre idolo degli amanti della pseudoscienza. La storia si fa seguire, ma disturba il retrogusto del star vedendo un giocattolone che finge di non essere tale.

Bubobubo 13/10/18 14:02 - 1108 commenti

I gusti di Bubobubo

Se Memento può dirsi l'opera più originale della filmografia nolaniana, The Prestige è quella più riuscita. Impeccabile confezione da dramma storico per una cervellotica (ma non indecifrabile) storia di amore-odio personale e professionale tra due grandi prestigiatori del loro tempo. Domande fondamentali al centro della narrazione: fin dove si può spingere la brama di supremazia di un individuo? Chi o cos'è l'individuo? Qual è la linea che separa la percezione dall'illusione? "You don't really want to work it out. You want to be... fooled".
MEMORABILE: L'accento serbo nell'inglese di Tesla-Bowie, da brividi.

Piero68 5/06/18 09:34 - 2749 commenti

I gusti di Piero68

Come molti dei film di Nolan va seguito con attenzione e soprattutto non vanno tralasciati i particolari. E questo forse è l'unico neo di un film che, strutturato su una solida sceneggiatura, gira vorticosamente sulle ossessioni e sul concetto di "doppio" nella vita. Un grande cast a disposizione fa sì che la pellicola non abbia mai cali di qualità e di tensione. Il finale con la doppia sorpresa è poi una chicca che non molti registi sono capaci di reggere in maniera così eccellente. Magnetico Bowie nella parte di Tesla.

Minitina80 28/08/18 08:21 - 2252 commenti

I gusti di Minitina80

I lavori di Nolan non sono mai banali e anche questa volta è necessario un occhio vigile ai dettagli e una buona dose di pazienza per arrivare ad avere il quadro completo. I due prestigiatori potrebbero rappresentare la metafora delle debolezze terrene in cui ossessione e orgoglio camminano di pari passo, soffocando gli uomini dietro lo specchio delle proprie ambizioni. Jackman e Bale fanno la loro parte mostrando immedesimazione nei rispettivi ruoli; eppure il Tesla di Bowie è in grado di offuscarli, nonostante il breve minutaggio.

Ultimo 12/10/18 09:27 - 1322 commenti

I gusti di Ultimo

Quando si mettono insieme due grandi interpreti e un'ottima regia non può che uscirne un grande film. I due protagonisti (Hugh Jackman e Christian Bale) sono due illusionisti di fine 800 ossessionati l'uno dall'altro e la loro vita appare come una continua sfida. La vicenda è piuttosto complicata da seguire (presenta diversi sbalzi temporali...) ma non annoia mai, così che si arriva alla fine con piena soddisfazione. Nota di merito anche per l'ottimo Michael Caine. Altamente consigliato.
MEMORABILE: L'afferra proiettile; La soluzione finale.

Muttl19741 23/02/19 21:00 - 95 commenti

I gusti di Muttl19741

Siamo abituati alle atmosfere oniriche accompagnate da musiche incalzanti che esaltano ritmo e pathos e alla svolta finale clamorosa proprie dei film di Nolan. La firma è quella. Il risultato uno dei migliori, se non il migliore in assoluto. Raggiunto, oltre che per merito di una storia unica, grazie a intepretazioni strabilianti degli attori, meravigliose ambientazioni e scenografie. Un gran bel film.

Nicola81 30/06/19 23:08 - 1884 commenti

I gusti di Nicola81

Buon fantathriller incentrato sulla lotta senza esclusione di colpi tra due illusionisti nella Londra di fine '800. Come in quasi tutti i film di Nolan allo spettatore è richiesta un'attenzione non indifferente, visti la complessità dell'intreccio e i frequenti sbalzi temporali. I colpi di scena non mancano, la ricostruzione ambientale e scenografica è ineccepibile, ma la solita tendenza a strafare del regista può infastidire. Jackman e Caine i migliori del cast, Bale a tratti eccessivo, più bella che brava la Johansson.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Capannelle • 22/08/11 12:43
    Scrivano - 2464 interventi
    Non conoscevo Session 9, grazie della segnalazione a Buio e Gest.
  • Discussione Buiomega71 • 22/08/11 12:44
    Pianificazione e progetti - 21563 interventi
    Ottimo Brad(Session 9), immenso P.T(Boogie nights), non male Paul WS(Punto di non ritorno). Su Wes taccio, altimenti Zender mi banna! ;)
  • Discussione Didda23 • 22/08/11 12:54
    Comunicazione esterna - 5689 interventi
    Capannelle ebbe a dire: Non conoscevo Session 9, grazie della segnalazione a Buio e Gest. Non ti perdi assolutamente nulla.Buona regia e atmosfera,ma sceneggiatura scadente. Se Buio mi sente mi ammazza,quindi fa finta di niente;) Wes è grande!
  • Discussione Buiomega71 • 22/08/11 12:57
    Pianificazione e progetti - 21563 interventi
    Fidati Capannelle, Session 9 è un gioiellino . Wes è grande sì, Craven però ;)
  • Discussione Didda23 • 22/08/11 12:58
    Comunicazione esterna - 5689 interventi
    Bella battuta Buio! Capannelle ci farà sapere...
  • Discussione Rebis • 22/08/11 14:38
    Comunicazione esterna - 4289 interventi
    Beh anch'io promuovo Session 9 alla grande! Una paura blu! Anche se immagino che rivisto oggi può apparire meno innovativo di quanto non parve alla sua uscita... E Anderson nei film successivi non ha fatto altro che ripetere sempre lo stesso schemino di sceneggiatura...
  • Discussione Digital • 20/08/17 10:24
    Segretario - 2986 interventi
    Come mai è finito tra i film al cinema? Cos'è un gioco di prestigio? :D
    Ultima modifica: 20/08/17 10:25 da Digital
  • Discussione Cotola • 20/08/17 11:21
    Consigliere avanzato - 3594 interventi
    Al posto di Dunkirk, mi sa... :)
  • Discussione Capannelle • 20/08/17 19:04
    Scrivano - 2464 interventi
    L'ho pensato anch'io ma qui da noi esce il 30 quindi giusto non sia (ancora) tra quelli. Io l'ho visto in Belgio.
    Ultima modifica: 20/08/17 19:05 da Capannelle
  • Discussione Zender • 20/08/17 20:38
    Consigliere - 43719 interventi
    Bug xaminici. Sistemato. Dunkirk ovviamente andrà al cine quando uscirà sui nostri schermi.