LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/10/09 DAL BENEMERITO DEEPRED89 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 21/11/13
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Deepred89 17/02/10 15:14 - 3282 commenti

I gusti di Deepred89

Il manifesto del Moccia-pensiero: corteggiamento come atto esibizionistico, sesso come gossip, amore (parola che compare spesso) come grande assente, estetica come valore dominante (i rarissimi ragazzi non belli del film passano per stupidi o "sfigati"). Raramente in un'opera artistica (passatemi il termine) il mondo dell'adolescenza è apparso così brutto, vuoto, stupido. Moccia ci illustra il suo mondo con orgoglio, convinto che si tratti dell'unica realtà possibile. Per chi di questa realtà non facesse parte, una visione estrema, aberrante.

Hal 9000 20/02/10 01:51 - 5 commenti

I gusti di Hal 9000

La quattordicenne Carolina incontra un ragazzo di cui si innamora e con cui decide di far sesso. La trama del film (tratto da un romanzo dello stesso Moccia) è semplicissima, ma ciò non stupisce visto il target a cui punta il regista. La pellicola trabocca di pubblicità sfacciatamente evidente. La dizione/interpretazione degli “attori” quando non fa sorridere fa pena. Come se tutto ciò non bastasse, se si riesce nell'impresa di restare svegli fino alla fine, ci si deve sorbire anche il videoclip di A. Amoroso. Tremendo.

Belfagor 18/03/10 14:36 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Senza andata né ritorno, ho sprecato un giorno in streaming, per rendermi conto dell'orrore e vedere un moccianesimo senza limiti. Masochista da parte mia? Certo, ma c'è da mettere in conto anche il sadismo del regista, ormai immerso in una pandemia di estetica oscenamente superficiale, burinismo endemico, zoccoleggiamento patologico e vuoto mentale pneumatico. Se poi ci aggiungete un videoclip della Amoroso, credo che la visione di questo "film" mi abbia risparmato una ventina d'anni di purgatorio.

Supercruel 22/03/10 22:52 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Il (non) problema di "Amore 14" è di non essere un film, bensì uno spot pubblicitario (della Tim e di tante altre cose). È una schifezza anche come spot, sia chiaro, ma almeno abbiamo sgomberato il campo da ogni dubbio. Geniale la scelta della voce off che ci accompagna in questa storia sbarazzina, a cura della "mirabolante" dizione dell'improbabile Veronica Olivier. Tra tutto il "mocciame" che circola è - forse - il giro di giostra più trash e involontariamente divertente che ci sia. Pretendo un Amore 15, 16, 17,...

Disorder 13/04/10 23:24 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Il film che ha spodestato Alex l'Ariete dalla testa della mia personale classifica dei lavori italiani peggiori di sempre! Da non credere: a parte l'assenza di qualsivoglia trama (e dialoghi al limite del ridicolo), la regia ci delizia con trovate pazzesche come la voce che parte ogni tanto intervistando Caro (!). Pessimi attori, si tocca il fondo con il padre di lei; la Olivier alla fine è la meno peggio, considerato che regge quasi sempre lei la scena (e fa pure da voce narrante). Da annali del trash le citazioni di "Tim Tribù" e "Scuolazoo"!
MEMORABILE: La radiocronaca (con tanto di pacchianissima animazione a computer) che parte quando Caro bacia un ragazzo!; l'inquietante "voce intervistante".

Harrys 15/10/10 15:12 - 682 commenti

I gusti di Harrys

Moccia assurge al prototipo di cinema-vérité! Ammesso e non concesso che la "realtà" sia davvero quella da lui dipinta, siamo sicuri risulti necessario scomodare la settima arte? La realtà di Moccia è edulcorata, estremizzata in negativo, scevra da problematiche, apologia del consumismo e del product placement, farcita di stereotipi. Odiosi gli attori, i nomignoli loro affibbiati e le fasulle "emozioni" (il nonno crepa e dopo due minuti tutte a crucciarsi per l'irreperibilità del loro punto G). Il finale ("ho solo 14 anni") dovrebbe suggellarne la pretestuosità.
MEMORABILE: Riassumibile con un semplice scambio di battute: "Wow! Sembri Paris Hilton!", "Grazie!".

Paruzzo 13/08/10 12:17 - 140 commenti

I gusti di Paruzzo

Non sono uno che va spessissimo al cinema, anzi a parte qualche sporadico caso ci vado solo quando sono altri che me lo propongono. Purtroppo ho avuto la malaugurata idea di vedere questo film (?) che è talmente irreale da risultare quasi comico. L'unico problema è che Moccia crede davvero in quello che fa e pensa di rappresentare la realtà degli adolescenti. Da far vedere a Guidobaldo Maria Riccardelli per torturarlo.
MEMORABILE: Il tipo che regala una stella alla tipa dopo che si sono conosciuti quel giorno: non si è mai vista una cosa del genere!

TomasMilia 15/08/10 01:33 - 157 commenti

I gusti di TomasMilia

Moccia ci racconta una categoria di quattordicenni alla quale molti ritengono di non appartenere (addirittura dichiarano inesistente), ma purtroppo esiste. È il mondo di Romina e Deborah (e del calippo con bira). Un mondo giovanile vuoto e stupido, che gira velocemente, fatto di piccole infatuazioni che sembrano talmente grandi da non poter non usare la parola "amore" per definirle. Sms, chat, diari, classifiche mensili, videoclip dell'ultimo cantante uscito da "Amici": la memoria breve padroneggia sulla lunga. Moccia altro non fa che dipingere una parte di realtà.

Mtine 9/09/10 23:09 - 224 commenti

I gusti di Mtine

Partendo dal presupposto che sconsiglio vivamente il film, la pellicola di Moccia qualcosa di passabile ce l'ha: la vicinanza con la gioventù odierna (che a volte è pure peggio di quella qui dipinta) e la non-lentezza. Sì, perché spesso il difetto dei nuovi teen-movies è che sono noiosi in maniera esasperante e a volte pure lunghi. Moccia ha invece il buon gusto di non far durare troppo il suo film e di renderlo scorrevole. Il resto non differisce dal solito: attori tremendi, regia dedita al kitsch, sceneggiatura (e soggetto) penosi.
MEMORABILE: Le pubblicità pseudosubliminali, i difetti di pronuncia della protagonista, "A bella, carucce ste treccine, me sembri Raperonzolo... anzi, Arraperonzolo".

Capannelle 24/02/11 08:38 - 3721 commenti

I gusti di Capannelle

Credevo peggio. È chiaro che il target rimane quello degli adolescenti e che Moccia non si preoccupa minimamente dello spessore narrativo o del fatto di citare/pubblicizzare di tutto (comprese quelle cavolo di macchinine elettriche), però il film fila discretamente, riprese e musiche sono armoniche e la protagonista è ben cesellata. Il contenuto è prevedibile e terribilmente banalizzante, con bimbetti che si buttano dalle finestre e trovano dietro l'angolo potenti microscopi e cavalli però... anche James Bond agisce così.

Piero68 25/07/11 14:41 - 2758 commenti

I gusti di Piero68

Trionfo di stupidità, superficialità e luoghi comuni. E mi fermo per non essere censurato. Qui il problema non è se sia o meno un prodotto per adolescenti: è semplicemente della pura spazzatura in termini cinematografici. E quel che è peggio è che questo signore (Moccia n.d.r.) viene fatto passare per uno dei migliori registi italiani nonchè scrittore. Inutile soffermarsi sulla sceneggiatura o sulla regia perché semplicemente non esiste. Come i personaggi, vivi soltanto nella mente perversa del regista ma lontani anni luce dalla realtà.

Nando 4/09/11 15:58 - 3472 commenti

I gusti di Nando

Una narrazione effimera ed extra patinata colma di luoghi comuni e di belle vincenti e brutte sfigate. Una realtà alterata che solo Moccia poteva dipingere, che ha connessione con la realtà ma solo in piccola parte. Tutto appare artefatto ed il sentimentalismo pare si acquisti on-line. Ridicolo.

.luke. 22/03/12 17:49 - 89 commenti

I gusti di .luke.

Ennesimo, tremendo film tratto da un libro di Federico Moccia che stavolta si cimenta anche nella regia. Gli stereotipi vengono addirittura banalizzati e Moccia trasmette una visione del mondo adolescenziale lontanissima dalla realtà media, ma che purtroppo colpisce nel segno sia chi adolescente non lo è più (che crede che gli adolescenti siano così) sia chi lo è ancora (che crede che gli adolescenti debbano essere così). Battute imbarazzanti e livello di recitazione tremendo.
MEMORABILE: Posso avere il pornale?

Cloack 77 29/07/12 10:46 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

Già me lo immagino il soggetto di Moccia: "Caro si innamora di Massi, ma questo scompare, poi bacia Gibbo, poi bacia Lele, poi bacia il ragazzo con la fiatella, poi torna Massi e..." e ho detto tutto. Si potrebbe aggiungere che la protagonista ha una paresi facciale, un sorriso monocorde perenne (chiedo scusa all'innocente ragazzina, solamente un tramite di opinioni per il lavoro di Moccia), che Massi è un clone ebete di Scamarcio, che Rusty James favella e pontifica in slow-motion, ma non lo aggiungo. Penoso.

Galbo 3/08/12 14:35 - 11385 commenti

I gusti di Galbo

Stiracchiata in oltre un'ora e trenta, una storiellina evanescente ed inconsitente che poteva durare mezz'ora al massimo e che viene infarcita di tutti i luoghi comuni possibili. La regia non risulta pervenuta (non parliamo della sceneggiatura), i dialoghi sono da cinema di serie z. Le interpretazioni pedestri, se si eccettuano quelli di alcuni caratteristi come Garrone.

Markus 7/08/12 11:41 - 3294 commenti

I gusti di Markus

Pessimo film di Moccia che attinge a piene mani alle paturnie adolescenziali della "prima volta" piazzando i personaggi in un'atmosfera da Roma borghese primaverile davvero irritante, così come il personaggio principale, Carolina (nome scritto anche sul motorino... brrr). La pecca di Amore 14 non sta tanto nei cliché ritratti, tanto nello zuccheroso racconto che, in definitiva, non porta a nulla e non diverte nemmeno. Al limite del plagio certi passaggi che ricordano Il tempo delle mele (film di ben altro spessore).

Ford 30/06/13 10:50 - 582 commenti

I gusti di Ford

La versione adolescenziale di Alex l'ariete, un film talmente trash che ti tiene incollato al sofà per tutta la durata nell'attesa mai disattesa di qualche perla di rara bruttura, perché non sono solo il soggetto trivialmente giovanilistico e la banalità di fondo a colpire ma anche la mancanza totale di gusto in tutta la realizzazione tecnica, come se fosse un film per quattordicenni scritto e girato da quattordicenni. Punto più alto la marchetta al Cornetto Algida, una cosa così eclatante che non si può che inchinarsi a cotanta faccia tosta.

Mco 18/06/14 15:30 - 2150 commenti

I gusti di Mco

Horror vacui o adolescenza perversa, questo il dilemma a cui da sempre Moccia attinge per i suoi ritratti giovanili. Che lo si legga o lo si guardi, ciò che passa nella sua mente non è così lontano da quello che davvero la gioventù propone. Il sesso rimane thema princeps a cui ogni discussione si ispira (la riunione delle ragazzine in cameretta) e a cui ognuno dei presenti anela (la notte d'amore con il belloccio di turno). Simpatico, nella sua sciocca essenzialità stereotipata. Con un finale quasi lirico...

Zio bacco 11/10/14 17:18 - 240 commenti

I gusti di Zio bacco

Abominevole, privo di ogni raffigurazione di impegno e aspirazione giovanili. La "patinata" trama sull'amore si snoda fra stereotipi, nauseanti cambi di scena (muore il nonno, tutte in disco). La regia è oscena, le immaginazioni di "Caro" infastidenti, al pari dei riferimenti pubblicitari. Inqualificabile la recitazione e la scelta di addossare la narrazione su un'esordiente è fallimentare. Più che l'oblio, lo sfottò eterno sembra la pena ideale per questo cinema rivoltante.
MEMORABILE: Le classifiche animate sui ragazzi, con tanto di parodia di commentatori sportivi.

Gabrius79 2/02/17 21:55 - 1192 commenti

I gusti di Gabrius79

Commedia adolescenziale terribilmente banale, con dialoghi raffazzonati e interpretazioni senza nerbo da parte degli attori giovani. Peccato vedere bravi attori come Garrone, la Villoresi e De Silva ingabbiati da una sceneggiatura così avvilente. Se dobbiamo veramente salvare qualcosa è la location: Roma.

Claudius 20/10/19 06:43 - 408 commenti

I gusti di Claudius

Meno peggio di quanto si possa pensare, tra i Moccia-movies questo è l'unico a raggiungere (e oltrepassare ampiamente) la sufficienza, merito di una storia tutto sommato realistica (alle medie sono così, anche se non tutti/e, si spera) e dal cast per una volta discreto: ottimi Garrone e la Villoresi, bravo anche De Silva, la giovane protagonista è discreta e spigliata. Troppo ripetuta la pur bella "Senza nuvole" della Amoroso.
MEMORABILE: Il bel finale e la canzone "Senza nuvole".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Mtine • 10/09/10 11:43
    Pulizia ai piani - 90 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Il giorno che un suo film venisse apprezzato dai grandi Moccia si preoccuperebbe


    Spero che quell'infausto giorno non verrà mai. Ma considera che anche film tipo "Milano odia", considerati all'epoca della loro uscita delle porcherie, stanno subendo negli ultimi anni delle rivalutazioni anche da parte della critica. Quindi, magari, fra 35-40 anni...
  • Discussione Disorder • 10/09/10 13:01
    Addetto riparazione hardware - 379 interventi
    Mtine ebbe a dire:
    ho pensato, rivedendo il finale, che il film può forse essere inteso come un invito a non seguire la protagonista. "Ho solo 14 anni", così infatti si conclude la pellicola, e se vediamo il film sotto questa ottica, forse un pò il tutto cambia. Certo, ciò non giustifica tutte le pubblicità, le pessime prove attoriali, la regia piatta e all'acqua di rose, oltre alle varie scene di sesso & co. implicite, vergognose e gratuite, ma forse qualcosa potrebbe far cambiare l'opinione di alcuni su questo film. O forse sono io che mi sbaglio, e quindi il film non è altro che l'ennesimo tentativo di un uomo di fare soldi scrivendo (e dirigendo) oscenità.

    A me quel finale è parso un pò irritante perchè chiama in qualche modo in causa il "Domani è un altro giorno" di Via col vento....è anche vero che è l'unica frase sensata del film,del tipo "ok ho solo 14 anni,ho ancora tutto da imparare"...
    Come già scritto,per me le vere nefandezze del film sono altre: brutta regia,recitazione da mani nei capelli (e non parlo delle ragazze ma soprattutto degli adulti),incongruenze abnormi,musiche direttamente dal best of di "Amici di Maria" ecc...

    Dubito che verrà rivalutato in futuro...soprattutto dubito che in futuro capiranno le citazioni da Scuolazoo,dalle pubblicità della Tim-tribù,del progamma "le Iene" (ogni tanto parte una specie di intervista doppia...)...
    Magari diventerà un reperto interessante per gli appassionati si sociologia e sottocultura,una specie di "Sposerò Simon Le Bon" dei nostri giorni...
  • Discussione Mauro • 14/03/16 11:36
    Disoccupato - 9473 interventi
    Ci ha lasciato Riccardo Garrone.

    Ricordiamolo con questo approfondimento di Undying
  • Discussione Gugly • 14/03/16 11:50
    Segretario - 4677 interventi
    Mi spiace molto, un artista della vecch(issima)generazione che ha dato tanto.

    Tranquillo Riccardo che non ti citiamo la battuta cult di Covelli.... :(
  • Discussione Digital • 14/03/16 12:16
    Segretario - 3035 interventi
    Ultimamente l'ho visto nell'intervista presente, come extra, nel dvd Sinister di Cinque tombe per un medium. Intervista davvero spassosissima con il nostro che se la rideva alla grande! RIP..
    Ultima modifica: 14/03/16 12:28 da Digital
  • Discussione Caesars • 14/03/16 13:34
    Scrivano - 10691 interventi
    RIP
  • Discussione Panza • 14/03/16 14:35
    Contratto a progetto - 4947 interventi
    RIP
  • Discussione Graf • 14/03/16 15:00
    Call center Davinotti - 909 interventi
    Riccardo Garrone aveva una voce inconfondibile.
    Un altro pezzo del nostro cinema che se ne va.
    Una prece.
  • Discussione Ruber • 14/03/16 19:32
    Compilatore d’emergenza - 8965 interventi
    Grande attore e grande uomo, mi spiace veramente tanto, era veramente molto simpatico un uomo d'altri tempi, un romano de roma buono come il pane. Lo ricordò nei vanziniani, con Villaggio e per ultimo il mitico S. Pietro nella pubblicità Lavazza. Ciao.
  • Discussione B. Legnani • 14/03/16 20:30
    Consigliere - 13809 interventi
    Per 24 ore sarà visibile in chiaro un'intervista a Garrone. La ha postata Caddeo sulla pagina FB di ROBERTO POPPI.