Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ATTRAZIONE FATALE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 37
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Lui, lei e l'altra: il triangolo amoroso più classico si trasforma in thriller moderno nelle mani dello specialista Adrian Lyne (appena uscito dal sesso torrido e trasgressivo di 9 SETTIMANE E 1/2), capace come pochi di cogliere l'essenza del suo tempo. Ammirevole e innovativo nel mostrare parti di colpevolezza in ogni personaggio (persino nella moglie Anne Archer, troppo superficiale e impulsiva), nel rendere tutti antipatici, FATAL ATTRACTION ha messo il dito nella piaga di un'attitudine comune alla maggioranza degli uomini: l'adulterio mordi-e-fuggi, troppo spesso liquidato senza pensare alle conseguenze nei confronti dell'altro. Certo la situazione qui è esasperata, drammatizzata anche per esigenze di spettacolarità, ma l'abilità di Lyne (e dello sceneggiatore inglese James Dearden, che l'ha sviluppata a partire da un proprio cortometraggio) è tale che viene resa tremendamente credibile e per questo inquietante. Una messa in scena essenziale, senza fronzoli, una direzione perfetta degli attori (e una Glenn Close memorabile), una regia e un montaggio che non perdono un colpo, dialoghi curatissimi hanno fatto di FATAL ATTRACTION un classico assoluto, una pietra miliare degli Anni Ottanta, gravido di tensione in ogni fotogramma, denso di trovate (inevitabilmente un po' artificiose) che appassionano e coinvolgono in attesa di conoscere la mossa successiva inventata dalla “rovinafamiglie” Glenn Close. Michael Douglas, una volta di più, dimostra di rappresentare al meglio l’uomo qualunque (come gli accadrà in UN GIORNO DI ORDINARIA FOLLIA, RIVELAZIONI…), eccellente interprete dei problemi che affliggono soprattutto i ceti sociali medio-alti. Molte le sequenze entrate nella storia, violentissimo il finale, quasi degno di un horror. Peggiore il finale alternativo.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 25/3/08 7:15 - 10961 commenti

Film che (come molti tra quelli diretti da Adrian Lyne) ha avuto un successo sproporzionato rispetto al suo reale valore artistico. Si tratta di un'opera assolutamente routinaria e totalmente prevedibile nei suoi sviluppi (finale compreso) girata con ritmi da spot pubblicitario (molto in voga negli anni in cui venne realizzato) e contesto da thriller soft core che si ferma là dove il pubblico medio si aspetta. Anche gli attori (con un Douglas particolarmente spaesato) fanno il minimo indispensabile.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Undying 26/11/07 20:44 - 3875 commenti

Sa davvero di poco questa sorta di erotico-thriller, che si vorrebbe ammantato di pretese intellettuali mentre ha radice nella pochezza di un soggetto già visto (con più onestà) l'anno precedente, grazie alla mano del medesimo regista: Nove Settimane e Mezzo. La "passione -o attrazione che dir si voglia- fatale" si sviluppa tra un primo tempo venato di fascinazione ed un secondo tempo, precipitato nella disperazione della seduttrice, costretta a vedersi rinnegata e disprezzata tanto da meditare lucida vendetta. Viaggia lento, verso la noia.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Il Gobbo 29/11/07 9:10 - 3011 commenti

Immortalato dall'indimenticabile coniglio in pentola, uno psico-thrillerone abbastanza prevedibile ma tutto sommato guardabile, malgrado i vizi incurabili di Lyne (orgoglioso alfiere del peggior piattume visuale di quel decennio), non fosse che per un dettaglio fondamentale (di quelli in cui si nasconde il diavoletto): ma perchè mai uno dovrebbe prendersi come amante Glenn Close ?
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Schramm 15/10/17 17:43 - 2348 commenti

In 2 mesi e spicci Bataille è icastico come uno spot; al cupido dissolvi basta un weekend per fare del sogno americano un incubo, con Era e Cio-Cio-San facenti surf su ondose implicazioni sociologiche che rischiano di travolgere il film; ma Lyne, postmoderno Truffaut che fa il diavolo e la versiera, gitta il film, e noi con lui, al servizio della psicopatologia della vita amorosa mandata in taglienti frammenti barthesiani la cui griglia è la solitudine (di chi tradisce, di chi è tradito, del sedotto e abbandonato). La Close, un cognome un ruolo, è leonessa tra le parole amour e fou.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il collegamento acquatico tra incipit (le cisterne) e finale (la vasca-bara), e l'inondazione metaforica nel mezzo.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 9/2/09 19:30 - 7048 commenti

Sopravvalutato film di uno dei registi più sopravvalutati di sempre, che tuttavia in questo caso realizza una pellicola più che passabile (ma non eccezionale), che si lascia guardare e che intrattiene fino alla fine nonostante a tratti sia un po' scontata. Ottima la prova attoriale della Close.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 12/12/13 14:21 - 8157 commenti

Avvocato accasato con prole si concede una scappatella con una collega "vampira" che, non accettando l'usa e getta, inizia a stalkeggiarlo oscillando fra l'amore folle e il folle odio... Spropositato successo di Lyne che ha ispirato tutta una serie di pellicole sui rischi mortali quando si zuppa il biscotto fuori dalla ciotola casalinga. A volerne dare un'interpretazione femminista, mostra la differenza fra la superficialità degli uomini e la profondità sentimentale delle donne, ma sarebbe una forzatura. Douglas più odioso di Close.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il coniglio in pentola.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Caesars 21/11/07 14:31 - 2476 commenti

Un buon thriller che vanta un'interpretazione straordinaria di Glenn Close nella parte dell'amante psicopatica. Da parte sua il regista Adrian Lyne si limita a mettere correttamente in scena una vicenda con numerosi colpi di scena, che non lascia un attimo di tregua allo spettatore. Praticamente un quasi remake di "Brivido nella notte", esordio registico di Clint Eastwood.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 12/7/08 13:06 - 4723 commenti

Capostipite che creò un vero e proprio filone di film con la stessa tematica tra gli anni '80 e tutti gli anni '90. Ovviamente questo è il migliore, non tanto quanto a trama (con donna psicotica che comincia a farne di tutti i colori e finale in cui non la si riesce a fermare), ma per un ottimo cast: la pazza Close innanzitutto, ma è bravo anche il marito traditore Douglas. Da vedere.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Capannelle 20/11/07 11:21 - 3575 commenti

Grande film. La trama è semplice ma gli attori e la suspence narrativa sono notevoli. Sopra a tutti una Glenn Close da Oscar nella sua instabilità e imprevedibilità. Poi Douglas nel classico ruolo del pater familias, senza troppe ipocrisie e freni inibitori, che deve gestire una situazione diventata a dir poco allucinante. Situazione che rimane comunque credibile, perché la vicenda dimostra un ottimo equilibrio/incastro tra i momenti di vita ordinaria e quelli thriller. Brava anche la Archer.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutte le sfuriate di Alex Forrest.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Cangaceiro 3/3/10 15:43 - 982 commenti

La variazione dell'identità di genere del rompiscatole di turno è il tratto distintivo del film. Qui infatti è una donna a tentar di spezzare l'idillio della famigliola da Mulino Bianco. La Close in questo è formidabile: sembra una vera ninfomane assatanata, dai modi animaleschi. Le venature thriller sparse qua e là col bilancino invece regalano soltanto piccoli sussulti. Lyne è troppo prolisso in alcune scene interlocutorie e frettoloso nel chiudere la vicenda con un finale un po' sbrigativo. Douglas centra bene il ruolo del fedifrago. Bella pellicola.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La prima inquadratura di sfuggita a Glenn Close...
I gusti di Cangaceiro (Commedia - Gangster - Western)

Magnetti 11/4/07 18:39 - 1103 commenti

Certo dopo aver visto questo film gli uomini con relazione sentimentale stabile e consolidata ci penseranno su due volte prima di tradire la propria compagna: chi può scommettere che la fugace amante non sia proprio un tipo alla Alex Forrest? Una specie di incubo, con scene a volte terrificanti (l'abbraccio con taglio delle vene, il tremendo finale) in cui Glenn Close recita benissimo la parte della psicopatica, sentimentalmente instabile e vendicativa amante insoddisfatta. Bravo anche Michael Douglas. Da vedere.
I gusti di Magnetti (Animali assassini - Avventura - Horror)

Stubby 24/11/07 9:33 - 1147 commenti

Un discreto thriller girato con necessaria cura e attenzione per i particolari, ma da ricordare soprattutto per la bravura dei suoi interpreti. Su tutti bisogna senz'altro citare Glenn Close, che mette davvero i brividi con la sua interpretazione della pazza psicotica, brava e tremendamente convincente.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Ghostship 29/1/11 0:05 - 394 commenti

Diciamocelo: Lyne è un fuorbacchione. Il regista nella sua carriera ha sempre tentato di scioccare lo spettatore con le promesse dei flani più che con la sostanza dei suoi lavori, riuscendo sempre a creare un caso mediatico attorno ai suoi film, al di là della mediocrità degli stessi (emblematico in tal senso Proposta indecente). Ma in questo caso, come nel successivo Allucinazione perversa (il suo capolavoro), dimostra di essere un buon regista e di conoscere i meccanismi della tensione, ma anche di saper dirigere e scegliere gli attori.
I gusti di Ghostship (Giallo - Horror - Thriller)

Rambo90 25/2/19 15:47 - 5896 commenti

Thriller dalla struttura molto classica e prevedibile, ravvivato dalla bravura del regista nel descrivere l'ossessione erotica e morbosa dell'anatagonista nei confronti del suo amante di una notte. Impreziosisce il tutto una Glenn Close davvero inquietante, contrapposta a un Douglas mai così remissivo e in balia degli eventi (almeno all'inizio) e a una Archer polo positivo della stessa combattività femminile. Tutto scorre come si immagina, ma non mancano momenti di discreta tensione e qualche sussulto. Buono.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Pinhead80 18/11/18 18:37 - 3489 commenti

Un procuratore legale benestante e annoiato si concede il lusso di una scappatella amorosa con una donna dallo sguardo ipnotico. Non sa che scatenerà un inferno dal quale uscire sarà difficile. La verità è che siamo di fronte a una duplice follia. L'uomo che rischia di gettare al vento tutta la sua vita e la donna che non ammette di essere trattata come prostituta e si lascia travolgere dalla pazzia. Ognuno la può vedere a modo suo e il film coinvolge anche perché in grado di descrivere gli abissi morali e sentimentali dei protagonisti.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Nando 14/5/12 17:41 - 3323 commenti

La scappatella in ambiente lavorativo e le sue estreme conseguenze; un film che ha generato molte situazioni analoghe nella moderna cinematografia, tuttavia tutto appare abbastanza scontato, anche perché infarcito di erotismo e isterica violenza che personalmente appare poco veritiera. Validi la Close e la "vittima" Douglas.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Lucius  24/1/10 13:58 - 2752 commenti

Un thriller eccezionale, con personaggi credibili e un'interpretazione agghiacciante che brilla su tutte le altre, quella di Glenn Close, un'attrice di razza che qui eccelle per la sua bravura. Equilibrio perfetto fra suspence e dramma con colpi di scena notevoli. La solitudine della protagonista la porta alla pazzia. Il film è bello con entrambi i finali.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Belfagor 16/6/12 12:52 - 2597 commenti

Una scappatella in ambito lavorativo è l'inizio di un incubo per Dan, che si ritrova perseguitato dalla folle Alex. Thriller erotico patinatissimo, ruffiano e ricattatorio, che ci costringe a tifare per il marito fedifrago ed irresponsabile visto che l'ipotenusa del triangolo è una stalker volta unicamente a sabotare l'integrità della famiglia americana. Un'operazione misogina che riesce grazie a - o per colpa di - due valide prove attoriali: Douglas in forma e Glenn Close memorabile nel ruolo della psicopatica Alex.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Qualcosa bolle in pentola; Con il centralinista: "Vai a farti fottere!" "Da me o da lei?".
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Paulaster 10/4/13 10:16 - 2350 commenti

Thriller patinato colorato dai toni degli anni 80, si distingue per lo stalkeraggio violento in perenne ascesa. La Close ha la serietà da pazzoide e Douglas il ruolo più facile di pesce all'amo. Forzature di sceneggiatura per esigenze di drammaticità (i polsi tagliati e guariti due ore dopo) con richiami storici (coltello per aria e vapore in bagno) e vari buchi (lei come cliente dello studio, il bambino preso a scuola, violazioni di domicilio a raffica) rendono la tensione alta, benché il finale epico chiuda anonimo.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Buiomega71 4/3/12 13:36 - 2040 commenti

Sembra un remake del Brivido nella notte estwoodiano, ma Lyne ci va giù di pazzia e rasenta l'horror più del texano dagli occhi di ghiaccio. Glenn Close, pervasa da una follia quasi zulawskiana (fil rouge con l'Adjiani di Possession), lucida pazza assassina che fa venire davvero la pelle d'oca. Va di stalking, brandisce coltelli, tenta il suicidio e bolle coniglietti in pentola. Gran finale ultraviolento in tombali vasche da bagno. Lyne partorisce il suo primo capolavoro (seguirà Allucinazione perversa). Culto, cultissimo, quasi indispensabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finto infarto di Michael Douglas; Glenn Close che spegne e accende la luce; Al centralinista: "Vai a farti fottere" e lui: "Da me o da lei?"; Il finale.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Fauno 14/3/13 21:53 - 1822 commenti

Onore a Lyne che è riuscito nell'intento di dare a una storia discretamente squallida la carica di un thriller integrale e molto incisivo. Lei è una pazza che raggiunge il livello di una gatta selvatica che rimbalza sulle pareti allorchè viene incantonata in un antibagno, mentre lui ha proprio un cervello con due soli neuroni: non solo doveva usare il preservativo, ma doveva farci il cappio una volta tolto e lanciarlo nel primo forno a legna che gli capitava a tiro, fosse anche quello di un caldarrostaio...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il nastro con tutti gli improperi possibili.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Nicola81 21/11/17 9:55 - 1697 commenti

Più moralista che realmente trasgressivo, ma comunque il film più riuscito di Lyne. L'assunto di base è lo stesso proposto da Eastwood nel suo Brivido nella notte, ma qui viene sviluppato in modo decisamente più coinvolgente e convincente, sia sotto il profilo narrativo che nel disegno psicologico dei personaggi. Glenn Close (che non è mai stata un sex symbol) offre un'interpretazione memorabile nella sua escalation da amante occasionale a stalker, Douglas conferisce al marito perseguitato la giusta dose di ambiguità. Finale ad alta tensione.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Stefania 26/7/09 21:06 - 1600 commenti

Confezione patinata, bella mela rossa avvelenata. Perché la storia è crudele, angosciante e lo è in maniera autentica, toccando nervi scoperti. Perché tutti, come Dan, desideriamo proteggere i nostri affetti e al tempo stesso siamo attratti dall'avventura e tutti temiamo la rabbia di Alex, la sua solitudine nera e vischiosa come pece. L'escalation della follia di Alex, dapprima patetica, blandamente ricattatoria, poi invasiva, alla fine violenta, si segue col fiato sospeso. Un ottimo thriller!
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Il Dandi 30/1/11 23:24 - 1597 commenti

Ricattatorio e riuscito. La cifra erotica è ancora quella patinatissima del film precedente, ma come thriller decolla e funziona in una seconda parte ad alta tensione (di cui forse si ricorderà De Palma in Doppia personalità). Con questo film Michael Douglas subirà una svolta decisiva nella carriera (fino a dichiararsi sesso-dipendente in percorso di recupero). Glenn Close non è mai stata una "bella", ma essendo una grande attrice riesce a sprigionare tutta la carica di travolgente sensualità dark che il ruolo richiede.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sarò banale, ma a me ha colpito soprattutto il sesso in ascensore. Poi Glenn Close che accende e smorza la luce. .
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Luchi78 8/5/12 11:03 - 1521 commenti

Quasi due ore di ossessione pura, ben resa dall'inquietante figura di Glenn Close, bellezza opinabile ma di sicuro effetto. Douglas è come al solito impeccabile nel suo ruolo di uomo qualunque, ma sempre affascinante e sicuro di sé, alle prese con situazioni che si complicano all'inverosimile. Il risultato finale del film è ottimo, perché la tensione non molla mai neanche un minuto, la regia è fluida e la sceneggiatura non si disperde in inutili questioni.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Giacomovie 17/7/10 17:54 - 1319 commenti

Un bel film che propone adeguatamente tutte le sfaccettature del triangolo: infatuazione, passione, tradimento, ripensamento, ripicche, tensione e colpi di scena. Michael Douglas è convincente e Glenn Close sa essere attrice di gran classe e sostanza, perfetta per questo ruolo. Tutto questo ed in più una regia di Lyne che non scivola nel patinato (come nel suo precedente 9 settimane e mezzo) rendono il film un cult. ***!
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Ultimo 16/11/17 17:31 - 1249 commenti

Tra i film più famosi con protagonista Michael Douglas, è un thriller a carattere sentimentale, ove la fa da padrona la totale pazzia di Glenn Close per il citato protagonista. Il tutto funziona piuttosto bene, in un continuo alternarsi di tensione sino al finale, che è thriller allo stato puro. Buona la regia, piuttosto attenta ai particolari. Forse non un capolavoro, ma di sicuro un buon film.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Tomastich 25/5/10 11:27 - 1203 commenti

Adrian Lyne è un regista di spessore, che darà il massimo nel successivo Allucinazione perversa (anche se le precedenti pellicole erano di grande qualità). In questo film mette in scena la sventura di un tradimento sbagliato, con la persona sbagliata, al momento sbagliato. Glenn Close assolutamente camaleontica e aggressiva, Michael Douglas che incassa e si dimostra un bravissimo attore.
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Jandileida 25/11/10 18:04 - 1139 commenti

"Peccato di pantalone pronta assoluzione" esclamava con sicumera l'indimenticato e indimenticabile Tiberio Murgia ne La grande guerra. Detto che non vale però nella reganiana e patinata New York di fine anni '80 disegnata abbastanza bene da un Lyne al suo meglio (ok, non ci vuole moltissimo). La storia non è originale e in fin dei conti nemmeno lo svolgimento regala grandissime novità, ma il tutto si regge, più che decentemente, sulle spalle di un carismatico Douglas, calato in un ruolo che gli si addice, ed un sulfurea Glenn Close.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Lou 31/7/16 17:20 - 828 commenti

La scappatella dell'avvocato newyorkese interpretato da Michael Douglas diventa un incubo a causa del comportamento psicotico-ossessivo dell’amante abbandonata Glenn Close, con un crescendo di tensione degno di un thriller. Realizzato con cura e ben interpretato, il film di Adrian Lyne usa una vicenda estrema, con qualche semplificazione di troppo come la vita famigliare descritta sempre e unicamente come idilliaca, per porre gli uomini americani di fronte ai rischi legati ai rapporti extraconiugali. Finale eccessivo ma spettacolare.
I gusti di Lou (Avventura - Azione - Drammatico)

Alex75 3/8/16 13:37 - 608 commenti

Pur con qualche eccesso e un finale tendente a un facile moralismo, Lyne realizza quello che forse è il suo film migliore, un viaggio nella psicopatologia dei (ri)sentimenti, portando alle estreme conseguenze una situazione piuttosto sfruttata dal cinema. La forza di questo thriller, oltre che nella linearità e nell’atmosfera torrida, sta nella recitazione della Close, che esprime in modo viscerale un’ampia gamma di atteggiamenti, ben contrappuntata dalla prova di Douglas.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il coniglio; Le “esplosioni” della Close.
I gusti di Alex75 (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Parsifal68 24/6/16 12:55 - 607 commenti

Un avvocato approfitta dell'assenza della moglie per una scappatella con un'attraente collega. Ma se per lui resta tale, per lei diventa una tragica ossessione. Siamo nel 1987 e la confezione è da videoclip. Ciò nonostante, è un film non disprezzabile perché dotato di una buona tensione e di una prova recitativa più che dignitosa (la Close, superba nelle scene da psicopatica). Eccessivo e poco credibile il finale, ma sicuramente il miglior film diretto da Lyne.
I gusti di Parsifal68 (Comico - Commedia - Drammatico)

Smoker85 31/5/17 15:14 - 361 commenti

Il film sembra sviluppare l'intuizione già avuta da Eastwood nel suo esordio registico del 1971, ma trasportandola su binari più nettamente erotici (prima) e pulp (nel finale). Ottima scelta dei protagonisti: la Close non bellissima e per questo più credibile nel ruolo di donna da avventura occasionale, Douglas che sarebbe stato poi riproposto in ruoli torbidi da Verhoeven e Levinson. L'escalation della protagonista è ben calibrata e la tensione della pellicola sempre più alta. Un buon lavoro.
I gusti di Smoker85 (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Siregon 18/2/10 12:26 - 351 commenti

Un capolavoro. Insieme a Jacob's Ladder il miglior film di Lyne. Montaggio impeccabile, la miglior performance di Glenn Close, Douglas piu di routine ma sempre efficace. "Attrazione Fatale" è un film in anticipo sui tempi, dalla scelta delle location all'approccio "horror" di molte sequenze. La fotografia è splendida e sottolinea in modo esemplare le transizioni emotive dei personaggi raccontate da un montaggio che alterna intimità a momenti di rabbia esplosiva. Imperdibile.
I gusti di Siregon (Avventura - Gangster - Giallo)

Coyote 12/11/12 18:56 - 185 commenti

La trama è molto semplice, ma il modo con cui Lyne la tratta è superbo. Le atmosfere sono impeccabili: ogni volta che squilla il telefono corre un brivido lungo la schiena e Glenn Close è semplicemente terrorizzante con il suo sorriso a tratti gentile a tratti seducente sempre pronto a trasfigurarsi in una maschera di follia. Il tema della responsabilità individuale si sviluppa per tutta la trama e alla fine tutti dovranno sporcarsi le mani: ottimo.
I gusti di Coyote (Drammatico - Giallo - Poliziesco)

Addison 17/7/12 20:05 - 90 commenti

All'epoca enorme successo planetario e oggetto di innumerevoli articoli di giornale a sfondo sociologico, preso sul serio da molti e candidato a diversi premi Oscar, questo vero e proprio fenomeno di costume, rivisto oggi, molto semplicemente... delude. La confezione è patinata e il ritmo, che allora era parso travolgente, non poi così serrato. In più la storia è banale e non imprevedibile, anche se, nell'era dell'Aids e delle femmine rampanti, aveva un suo perché che oggi non ha più. Brava comunque Glenn Close nel ruolo che ne fece una star.
I gusti di Addison (Drammatico - Giallo - Teatro)

Nmatta 2/3/12 20:25 - 18 commenti

Film furbo, ruffiano, misogino. Ci costringe a parteggiare per il marito traditore, ridotto a vittima, anche perché lei è una pazza. Contiene tutti gli ingredienti che decreteranno il successo dell'inglese Lyne, praticante del thriller ad alte temperature. Glenn Close bravissima.
I gusti di Nmatta (Gangster - Giallo - Thriller)