LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 31/03/18 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 31/03/18 13:10 - 8497 commenti

I gusti di Cotola

Curioso e delizioso documentario on the road in cui la Varda, in splendida forma, ed il fotografo JR girano per la Francia in cerca di villaggi e volti ben sapendo che dietro le facce ci sono sempre delle persone con la loro vita e le loro idee, di cui ci restituiscono qualche breve frammento. Interesse, coinvolgimento, divertimento, emozione ed altro si mescolano in un magico impasto in cui spicca un umanesimo mai furbo e pietoso ma sempre attento, partecipe, intelligente e genuino. Alla fine si esce contenti ed appagati dal cinema: grazie!

Maxx g 2/04/18 15:18 - 572 commenti

I gusti di Maxx g

Film "sulla strada" di Agnès Varda, è una sorta di documentario su un viaggio che la regista fa assieme a un fotografo che non svela mai il suo viso sotto gli occhiali. Un'ora e mezza spensierata, un viaggio magnifico attraverso luoghi ma soprattutto attraverso i volti delle persone divertite nel prestare la loro immagine per tappezzare qualsiasi tipo di parete. Film consigliato, anche per una sorta di pausa dalle problematiche del proprio mondo.
MEMORABILE: La foto della ragazza con l'ombrellino e a piedi nudi; La tempesta di sabbia con la regista e il suo compagno di viaggio seduti sulle sedie.

Kinodrop 4/04/18 18:21 - 2424 commenti

I gusti di Kinodrop

Un furgoncino-fotocamera si aggira per i villaggi della Francia per ridare un "volto" a luoghi e siti abbandonati,"ri-animandoli", o "animandoli" (i container nel porto di Le Havre). Documentario sui generis che incanta per il tocco leggero e retrò, in cui l’anzianissima regista e il rampante fotografo restituiscono con spirito diverso la propria dimensione poetica, dignità artistica e significato umano alle rispettive attività (del passato lei e del futuro lui). E' anche un omaggio al grande cinema francese e alla forza evocativa della fotografia.
MEMORABILE: Il villaggio dei minatori; La foto sulla roccia e la marea; L'appuntamento "buca" di Godard; La musica nella prima parte.

Xamini 6/04/18 00:27 - 1152 commenti

I gusti di Xamini

Ma guarda un po' che delizia! A sorprendermi questa volta c'è un docu road-movie francese (e, consiglio, in lingua francese) in cui una curiosa accoppiata di fotografi (lui giovane, lei agée) sovrappongono letteralmente i visi ai paesi, o meglio, ai contesti, creando ricordi, filtrati attraverso un'enorme lente di ingrandimento. Il taglio è fresco, i duetti ben inframezzano, spontanei, lo snodarsi del viaggio che, a sorpresa, mette via via a fuoco un sottile fil rouge. Un bel sorriso
MEMORABILE: Le inquadrature della tempesta di sabbia; l'epilogo.

Paulaster 13/07/20 09:30 - 3834 commenti

I gusti di Paulaster

Agnès Varda e l’artista visuale JR, strana coppia, vanno a zonzo per la Francia alla ricerca di storie. Documentario artistico che propone installazioni fotografiche di grande impatto: immagini (enormi) che rievocano ricordi o situazioni di vita mettendo al centro le singole persone. Parte come un viaggio illustrativo, diviene man mano più malinconico durante i vari racconti personali. Omaggio a Cartier-Bresson e Godard (che dà buca all'appuntamento).
MEMORABILE: Il villaggio di minatori; Il barbone artista; Il bunker in spiaggia; I container con le tre donne.

Giufox 4/02/22 15:38 - 303 commenti

I gusti di Giufox

Le premesse sociali sono importanti e trovano nel vissuto di Agnès sincera e tenera corrispondenza. Non convince JR, che irrita con quel suo arrogante distacco dandy dal quale traspare più opportunismo che empatia per il progetto. Viaggio formativo interessante quindi, per il suo andamento pittorico al servizio di una fusione di sguardi, ma la cui complicità si stempera sull'egocentrismo del fotografo - senza intaccare, fortunatamente, la magia di quest'originale documentario. Curioso da interpretare il non-siparietto con Godard.
MEMORABILE: Le lacrime di Jeanine; La séance photo tra i container; Il messaggio cifrato sulla porta di Godard.

Magi94 1/10/22 11:27 - 857 commenti

I gusti di Magi94

Documentario leggero e poetico di Agnes Varda in compagnia del fotografo/scenografo JR. L'opera si mantiene costantemente in bilico sull'orlo del ruffiano, sia dal punto di vista cinematografico che narrativo, ma riesce sempre a evitare di precipitare senza ritorno nel baratro. A far da protagonista, più che i personaggi di strada che a tratti risultano ripresi in modo artificioso, sono i paesaggi di una Francia rurale, dal nord delle miniere al sud assolato. Rimane il dubbio se lo spezzone Godardiano (in tutti i sensi) sia vero metacinema o un paio di pagine di sceneggiatura.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.