Dracula il vampiro

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Dracula
Anno: 1958
Genere: horror (colore)
Note: Aka "Horror of Dracula". Seguito da "Dracula, principe delle tenebre".
Numero commenti presenti: 34
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Il film che ha reso celebre La casa inglese Hammer, specializzata in remake del catalogo Universal. Rispetto al DRACULA di Tod Browning quello di Terence Fisher è molto meno “posato”, decisamente più efficace dal punto di vista dell'impatto visivo e sicuramente più aderente al modello stokeriano di partenza. Non che sia semplice condensare la complessità di un romanzo tanto articolato... e infatti si parla sempre di un richiamo semplicizzato, con una quantità di ellissi tale da stravolgere non poco l'opera originaria. Ciò che più convince è invece la ricchezza della messinscena, i toni forti di una fotografia che nei colori e nei contrasti cromatici trova un indispensabile apporto...Leggi tutto alla riuscita complessiva. Non va ovviamente dimenticata, in ogni caso, l’interpretazione teatrale e innovativa (rispetto allo staticismo un po' ridicolo di Bela Lugosi) di Christopher Lee, che con i suoi canini aguzzi e quasi costantemente bagnati di sangue (un’invenzione di questo film e successivamente entrata nelle caratteristiche precipue di Dracula) offre una figura ben più perversa di quella fino ad allora vista sugli schermi. Le parti invece invecchiate peggio sono quelle con Peter Cushing (Van Helsing) e Michael Gough (Arthur), due buoni attori alle prese però con una sceneggiatura di routine, che quando esce dai momenti drammatici tende a spegnersi e ad appiattirsi su dialoghi modesti. La ripresa definitiva avviene nel finale, con lo scontro tra i due attori principe della Hammer. Una versione di svolta, che traghetta Dracula dall'horror vecchia maniera a quello più moderno, dove i colori, i barocchismi e l'efferatezza (mai mostrata veramente, in ogni caso) diventano parte integrante del mito.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 1/06/07 18:54 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

La bellezza di questo film sta tutta nell'atmosfera tetra e lugubre che riesce a creare. Una bellissima fotografia rende suggestive le location, in primis il castello gotico del conte. Christopher Lee è fenomenale nella parte del vampiro, con quei suoi occhi spiritati e iniettati di sangue (da piccolo avevo molto timore di questa pellicola, che mi faceva un'impressione incredibile). A tutt'oggi si può tranquillamente dire che Lee è l'unico e solo conte Dracula.

Rebis 6/07/07 18:14 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

Il Dracula di Fisher è fallico, sublimato. Intimamente ferino, non muta in animale, ma accede dagli ingressi principali dei salotti borghesi al solerte invito di languide fanciulle. Non ama ma dissacra: si sfama ed elargisce in spregio il suo piacere. Non si incontra negli specchi, ma è riflesso negli sguardi turgidi e repressi del gentil sesso londinese. Rossi smaglianti e verdi mefitici sui velluti damascati delle sontuose dimore vittoriane, colme d'ombre e cose; spazi aperti su giardini pensili e pleniluni imperituri. Musiche senza pace. Qui giace e riposa casa Hammer. Amen.

Undying 27/11/07 22:33 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Fedele alla scrittura di Stoker (alla luce di oggi forse il più fidato esemplare) il film di Fisher inaugura il ciclo Hammer dedicato alla figura del Conte succhiasangue, destinato a prolungarsi per almeno altri sei capitoli. Pur essendo meno curato -da un punto di vista narrativo- rispetto al Dracula di Browning (1931) ha dalla sua la prestante e carismatica presenza d'un attore destinato ad entrare (suo malgrado) in simbiosi con il personaggio e una cura per il dettaglio visivo che si esprime in una multicromia di forte impatto visivo.

lovejoy 9/12/07 22:07 - 1824 commenti

I gusti di lovejoy

Insieme al Dracula di Lugosi il più bel Dracula del cinema. Scritto dal grande James Sangsters e messo in scena con grande professionalità da Terence Fisher, con un senso dell'azione davvero sublime e una ricercatezza nelle scenografie che lascia senza fiato. Grandissima prova del cast (in particolare di Christopher Lee, impressionante ancor oggi) e di Peter Cushing nel ruolo della sua vita. Niente male per l'epoca gli effetti speciali e grande colonna sonora di James Bernard.
MEMORABILE: Il Conte Dracula entra come una furia nella biblioteca con gli occhi iniettati di sangue e rivoli di sangue ai lati della bocca.

Dr.schock 17/12/07 12:08 - 83 commenti

I gusti di Dr.schock

Il mito di Dracula secondo la Hammer, cioè un capolavoro (altro che Coppola!). Terence Fisher dirige alla grande, esaltando l'aspetto erotico della vicenda e valorizzando al massimo le splendide scenografie a disposizione. Memorabili Christopher Lee (da allora il Dracula per eccellenza) e Peter Cushing (il vero e unico Van Helsing!), ma anche il resto del cast non delude, con un ottimo Michael Gough sugli scudi.
MEMORABILE: Chris Lee con gli occhi iniettati di sangue...

Deepred89 1/02/08 19:35 - 3282 commenti

I gusti di Deepred89

Buon gotico della Hammer, il primo di una lunga serie. Christopher Lee è probabilmente il miglior Dracula sullo schermo e Peter Cushing è probabilmente il miglior Van Helsing. Le atmosfere sono ottime, la regia è corretta e non ci sono divagazioni di nessun tipo. La storia è lineare ma efficace, le musiche funzionali. Non un capolavoro ma sicuramente un cult. Merita la visione.

Trivex 18/08/08 21:44 - 1488 commenti

I gusti di Trivex

Il più bel film di vampiri di sempre. Scenografia da urlo e fotografia super, con splendidi attori e la "trama classica" che piace sempre, anche alla decima visione. La scena del duello finale consente di sfogare tutto l'odio reciproco accumulato dai due contendenti. Mitico!

Ciavazzaro 24/06/09 11:39 - 4762 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Non il migliore della saga, ma ottimo. Lo specialista Fisher è in grado (anche grazie alle scenografie) di creare un'ottima tensione. Lee inquietante, grande Dracula (parla pochissimo), immenso Peter Cushing-Van Helsing, ottimo il cast secondario (cito Gough). Da citare la dissoluzione del vampiro, buon effetto speciale. Da vedere.

Darkknight 20/07/10 10:43 - 352 commenti

I gusti di Darkknight

Il primo a colori e miglior Dracula di sempre. La sceneggiatura di Jimmy Sangster cede a modifiche e semplificazioni, tutte a vantaggio del ritmo, ma è fedele all’essenza della storia e dei personaggi. La regia di Fisher sfrutta al meglio il colore, le musiche e le scenografie per creare un’atmosfera gotica degna dei Frankenstein di Whale, con in più un innovativo montaggio ricco di colpi di scena (l’improvviso primo piano di Dracula con le zanne insanguinate). Lee e Cushing SONO Dracula e Van Helsing.
MEMORABILE: Le sexy vampire. Lo scontro finale Dracula/Van Helsing.

Von Leppe 16/10/10 18:55 - 1025 commenti

I gusti di Von Leppe

Ottimo adattamento Hammer dal romanzo di Stoker, che lancerà le due interpretazioni più riuscite della storia cinematografica del Conte: il Dracula di Christopher Carandini Lee (dall'aspetto altero da nobile britannico ma anche vagamente latino, perfetto per il pricipe rumeno) e il Van Helsing di Peter Cushing (grande attore inglese dallo sguardo arguto, a pennello nella parte del rivale), acerrimo nemico della piaga del vampirismo. Film che nel 1958 dopo La maschera di Frankenstein riporta alla ribalta l'horror e certe tematiche classiche.
MEMORABILE: La croce sulla fronte e l'impalamento di Lucy.

Puppigallo 2/01/11 23:01 - 4508 commenti

I gusti di Puppigallo

Buon horror, che si avvale di attori in parte e di una curata ambientazione in grado di creare la giusta atmosfera. Dracula fa il suo sanguinoso dovere e Van Helsing gli rompe non poche uova del suo femmineo paniere, compreso il poveraccio che aveva lasciato barato nella cantina del castello, prima di trasferirsi in tutta fretta. Può ormai risultare datato, ma costituisce ancora oggi un punto fermo della filmografia vampiresca, soprattutto grazie a Lee (Dracula) e a Cushing (Van Helsing). Nota di merito anche per il fratello della vampirizzata (Michael Gough).
MEMORABILE: Il mitico registratore che Van Helsing utilizza come promemoria sui punti deboli dei vampiri; La scena al cimitero, con croce ustionante sulla fronte

Rambo90 19/01/11 00:57 - 6343 commenti

I gusti di Rambo90

Il Dracula targato Hammer è secondo me il migliore mai fatto (quello di Browning è troppo lento e datato), tutto giocato su atmosfere inquietanti, una fotografia dai colori sgargianti e musiche che accentuano i momenti salienti del film. Insuperabile Peter Cushing come Van Helsing e sicuramente non da meno il Dracula di Lee, che sa essere pauroso solo con sguardi e denti grondanti sangue (parla pochissimo). Non mancano alcuni tocchi ironici ben piazzati e nel cast secondario si nota Gough, futuro Alfred di Tim Burton. Ottimo.
MEMORABILE: Lo scontro finale.

Lupoprezzo 10/03/11 23:40 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Con quest'ottima operazione la casa di produzione Hammer riporta alla ribalta la figura di Dracula. La regia è nelle mani solide di Terence Fisher, che dirige in maniera competente, aiutato da scenografie superbe e da una fotografia sfavillante. Il cast è di prim'ordine: Christopher Lee è spettacolare nei panni del sanguinario Conte Dracula e l'asciutto Peter Cushing nel ruolo di Van Helsing non è da meno. Diverse scene memorabili per un cult coi fiocchi.

Myvincent 3/06/11 08:26 - 2546 commenti

I gusti di Myvincent

Illuminata ed illuminante scienza contro le oscure e tenebrose forze del male, mentre le azioni del celebre vampiro continuano con le loro simboliche connotazioni sessuali. Il film è storicamente importante, essendo il primo della Hammer production interpretato da Christopher Lee. Colori vivaci, effetti specialissimi, ma qua e là troppo didascalico, specie se visto con gli occhi di oggi. Resta comunque una pietra miliare dei vari Dracula.

Galbo 27/09/12 20:59 - 11379 commenti

I gusti di Galbo

Una delle trasposizioni cinematografiche di maggior successo del celeberrimo romanzo di Bram Stoker; non è difficile capire perchè: Christopher Lee è semplicemente grandioso nella parte del conte protagonista. Nonostante compaia complessivamente poco, la sua magnetica presenza scenica permea totalmente l'opera insieme alla suggestiva fotografia e alla perfetta ricostruzione degli ambienti, in primis il castello del conte. Grande cinema.

Luchi78 26/09/12 14:17 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Guardare il Dracula di Fisher è un po' come dare uno sguardo alla storia o alla genesi di un personaggio oggi così tanto "cinematizzato". Il Dracula di Cristopher Lee è il capostipite del genere, dal quale poi tutti prenderanno lo spunto del canino insanguinato, praticamente un marchio di fabbrica. Fotografia vivida e messa in scena in perfetto stile horror-gothic (anche se ormai datata). Ovviamente non ritroviamo scene splatter esasperate come decapitazioni e simili, ma qualche bel legnetto conficcato non manca.

Rigoletto 31/10/12 18:16 - 1554 commenti

I gusti di Rigoletto

Da considerarsi con tutta probabilità il film su Dracula più famoso assieme a quello di Browning, con una dose notevole di violenza in più ma un bel po' di fascino onirico in meno. Non importa: è grande cinema e deve essere visto. Splendide le interpretazioni di Lee e Cushing che in quegli anni (assieme a Vincent Price) andranno a costituire un nuovo, fanstastico triumvirato destinato a dominare il genere horror e che sostituirà degnamente quello mitico degli anni '30-40 composto da Karloff-Lugosi-Chaney. ***1/2

Bruce 13/11/12 15:00 - 1004 commenti

I gusti di Bruce

Cult. Certo a guardarlo ora, a distanza di cinquant'anni e oltre, può sembrare più un film per ragazzi che un horror terrorizzante. Ma dalla sua ha il fascino immutabile della narrazione accurata, di interpreti superbi e di una regia e una fotografia che hanno fatto scuola.

Il Dandi 10/07/13 17:42 - 1763 commenti

I gusti di Il Dandi

Se è vero che "l'edizione migliore di un libro è quella che si è letta per prima" questo per me è il vero Dracula: a dispetto delle esigenze di censura la versione "porno" di Coppola non potrà aggiungere nulla alla morbosità di questa, in cui è insistente il parallelo vampirismo/tossicomania e il romanticismo di Bela Lugosi cede il passo a una sessualità sadica e perversa. Lee funziona assai meglio che nel precedente Frankenstein, Cushing fa le prove generali per Sherlock Holmes: per entrambi è il ruolo della vita.
MEMORABILE: Lo scontro finale tra Van Helsing e Dracula.

Jdelarge 13/09/13 11:15 - 871 commenti

I gusti di Jdelarge

La Hammer, tramite la mano del fido Terence Fisher, propone la versione cinematografica del Conte Dracula stokeriano. Il risultato è senz'altro ottimo dal punto di vista visivo (complice anche un fantastico Technicolor) e l'eleganza della scenografia, gotica a sufficienza, rende il tutto ancora più bello. Qualcosa di più si poteva ricavare dalla sceneggiatura, a volte troppo piatta e in contrasto con l'immenso panorama horror che si viene a creare durante il film: comunque un caposaldo dell'orrore.

John trent 11/10/13 19:49 - 326 commenti

I gusti di John trent

Il primo Dracula targato Hammer e interpretato da Christopher Lee è un'autentica esplosione di colori e immagini strepitose. Lee è il Dracula più convincente mai apparso sullo schermo, al pari di Peter Cushing nei panni di Van Helsing: una coppia favolosa che da sola vale l'intero film. Notevole anche Michael Cough e bellissima Melissa Stribling. La sceneggiatura di Jimmy Sangster è serrata e stringata e ciò giova al ritmo, sempre altissimo. Un autentico gioiello che ha fatto la storia del cinema horror. Imperdibile.
MEMORABILE: Il ghigno di Dracula; La finestra aperta; La vampira prigioniera

Fauno 30/08/14 15:47 - 1916 commenti

I gusti di Fauno

Non tolgo nulla alla bravura di Lee a interpretare il Dracula più classico (e anche Cushing si destreggia molto bene), ma è la storia in sé a non avere piglio creativo, a suscitare a malapena un parallelismo col romanzo, cosa che per un film è quanto di meno congeniale ci sia. Prolisso non è, scorre via bene, ma dov'è quella demenzialità, quell'improvvisazione, quel coup de theatre fuori di testa che riscalda l'ambiente e rende entusiasmante una visione? Non è semplicemente pervenuta... Nell'attesa di vedere altri Dracula, per ora prediligo l'argentiano.
MEMORABILE: La croce, che prevale in questo film sul paletto di frassino; L'incenerimento.

Lythops 4/04/15 18:52 - 972 commenti

I gusti di Lythops

Un film che non dimostra i suoi 57 anni e anzi, con due attori del calibro di Christopher Lee e Peter Cushing, dà molti punti ai quasi innumerevoli film che lo seguiranno. C'è molto fascino in quest'opera, girata nella magia - è il caso di dirlo - del Technicolor che contribuisce a creare atmosfere di raro impatto praticamente ad ogni inquadratura. Si deve a Fisher, il regista, l'invenzione del vampiro coi canini e allo sceneggiatore, Sangster, la fedeltà al romanzo. Ai tempi, per un po', furono in molti a dormire tenendo l'aglio sul comodino.

Taxius 21/07/15 21:12 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Primo film su Dracula di una lunga serie prodotta dalla Hammer e sicuramente uno dei migliori mai girati sul malefico conte. In questo film Dracula non si trasforma in animali vari e non è un romantico amante, è solo un mostro assetato di sangue il cui scopo è diffondere il contagio e distruggere tutta la famiglia dei protagonisti. Christopher Lee, nonostante compaia molto poco, col suo sguardo magnetico è contemporaneamente fantastico e terrificante; Cushing nella parte di Van Helsing è altrettanto bravo. Scenografie gotiche da urlo!

Homesick 4/08/15 16:40 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Capostipite di una lunga serie, consacra Christopher Lee ad icona del Conte Dracula, donandogli quel fascino austero e perverso cui il vampiro è normalmente associato. Lo stile di Fisher si imbeve di scenografie dai fini cromatismi e, sobrio, essenziale e maturo, rifugge l'eccessiva mostruosità lasciandola più che altro intuire, preferendo invece evidenziare il sottile potere malefico dell'elusivo e felpato Dracula sulle sue vittime. Magnifico Peter Cushing, che dedica a Van Helsing tutta la propria serietà professionale.
MEMORABILE: L'apparizione di Lucy nel cimitero; la trasfusione; l'incenerimento del vampiro.

Lattepiù 16/08/15 13:32 - 208 commenti

I gusti di Lattepiù

Capostipite della saga con Lee nei panni del principe dei vampiri, nonché tra i titoli fondativi dell’estetica Hammer, è indubbiamente pellicola seminale per il gotico anni 60 e per molto horror a venire. Narrativamente poco fedele al romanzo di Stoker (i personaggi rispettano i nomi originali, ma hanno ruoli e destini scompaginati nella vicenda; inoltre il tutto è spazio/temporalmente più compresso), ha l’intelligenza di dosare le apparizioni di Dracula, preservandone l’aura di mistero. Pellicola solida e atmosferica che fila a meraviglia.
MEMORABILE: La concubina-schiava del conte, che esplode di belluina ferocia all’ingresso di Dracula; Lucy vampirizzata che vaga nella spettrale campagna notturna.

Saintgifts 16/09/15 11:39 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Leggere il romanzo di Stoker per la prima volta senza sapere nulla sui vampiri o vedere questo film è la stessa cosa. Niente di riduttivo in questa affermazione, anzi il contrario. Una sceneggiatura perfetta, cui seguono regia, interpretazioni e tutto l'apparato scenografico, fotografico e sonoro, a dir poco strepitosi, fanno sì che questo Dracula sia rimasto ancora insuperato, nonostante i tantissimi e blasonati remake. Il segreto sta in un'apparente "semplicità" che non ha bisogno di mostrare crudezze, ma che sa creare le giuste atmosfere.

Rufus68 27/12/16 23:30 - 3076 commenti

I gusti di Rufus68

Ammettiamolo: il film mostra qualche ruga (il finale) e alcune ingenuità (quei maledetti canini sanguinolenti...). Fra i pregi indubitabili: mostrare il lato ferino del vampirismo (Dracula è quasi muto) e schierare la coppia fatale Lee-Cushing; se il primo ha davvero il fisico del ruolo (indimenticabili le sue apparizioni) è Cushing a dare il tono: il suo Van Helsing, scienziato e teologo assieme, simboleggia a pieno la forza della civiltà occidentale, solare e logica, contro l'insorgere di un potere arcaico e tenebroso.

Jurgen77 29/12/16 12:13 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Pietra miliare del cinema della Hammer e dell'horror classico in genere. Superbi Lee e Cushing sotto la direzione di Terence Fisher. Cromatismi eccezionali che poi si ripeteranno in tutti i film della Hammer di chiara ambientazione vittoriana. Buoni anche gli effetti speciali e il livello di tensione. Da qui in poi ci saranno un gran numero di sequel più o meno apocrifi... e più o meno riusciti.. Da antologia lo sguardo magnetico di Lee con canini sanguinanti.

Belfagor 1/01/17 23:44 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

La Hammer Film realizza un'ammaliante trasposizione dell'opera di Stoker schierando due attori del calibro di Lee e Cushing: il primo è un Dracula quasi muto e insolitamente bestiale nonostante l'eleganza e il portamento; il secondo è il metodico dottor Van Helsing, portatore della luce che dissipa le tenebre. Fisher satura cromaticamente la fotografia per esaltare i particolari ma preferisce accennare l'orrore invece di mostrarlo apertamente. A questo film si deve l'introduzione dei lunghi canini come tratto vampiresco.
MEMORABILE: L'apparizione di Lucy vampirizzata nel cimitero; L'incenerimento sulla ruota dello Zodiaco; Il registratore di Van Helsing.

Daniela 4/05/17 18:25 - 9369 commenti

I gusti di Daniela

Compare solo in poche scene e pronuncia una manciata di battute, eppure è questo il ruolo, molte volte replicato, che non solo ha assicurato la pagnotta a vita a Lee ma lo ha anche legato indissolubilmente al personaggio di Dracula, per quanto da lui poco amato. Sfrondato il romanzo di Stocker, Fischer si concentra sulla ricostruzione ambientale, affidandosi per il resto ai suoi interpreti: non solo Lee, imperioso e sensuale (si capisce che non si limita al succhiotto) ma anche l'impeccabile Cushing, da allora termine di riferimento per tutti i Van Helsing a venire. Film imprescindibile.

Giùan 17/11/17 11:27 - 2983 commenti

I gusti di Giùan

Risponde a tutti i crismi e canoni del "classico" questo adattamento col quale la Hammer, dopo aver rianimato il cadavere di Frankestein, irrorò di sangue nuovo il Conte stokeriano. La regia di Fisher (come la sceneggiatura di Sangster) economizzano facendo di necessità (economico-scenografica) virtù (cinematografica), mentre la fotografia di Asher (tutta giocata su rosso, turchese e nero) illumina indimenticabilmente il film. Impeccabili comprimari e protagonisti (Lee e Cushing in trance agonistica). Meno fiammeggiante del Fisher che più ci piace ma eterno.

Lupus73 6/11/19 16:31 - 587 commenti

I gusti di Lupus73

Uno dei Dracula più noti (cavallo di battaglia della Hammer) ma decisamente sopravvalutato. Si basa sul romanzo originale mettendone a fuoco solo alcuni elementi in maniera piuttosto superficiale (niente a che vedere col bel Dracula del '31 interpretato da Lugosi e diretto dal grande Tod Browning). La bravura di Lee e Cushing ne elevano il valore, ma a questo punto è persino preferibile la versione di Jess Franco con lo stesso Lee e Kinski. Paradossalmente alcuni fantasiosi Dracula/sequel della Hammer sono migliori di questo fiacco inizio.

Siska80 31/07/20 20:30 - 634 commenti

I gusti di Siska80

Film datato ma incredibilmente moderno per il ritmo veloce, la brevità delle scene e la recitazione non di stampo teatrale. Dimostrazione palese di come si possa impressionare evitando l'eccesso di gore, ha sicuramente ispirato per le cupe atmosfere, le inquadrature e le sequenze all'interno del maniero il primo episodio del recente telefilm inglese che porta lo stesso titolo. Ottimo il cast, l'intreccio (con relativa girandola di morti), gli effetti speciali che mostrano la decomposizione di Dracula, anche se un finale nichilista sarebbe forse stato migliore.
MEMORABILE: Il crocifisso ustiona la fronte di Lucy, la quale inizia a perdere sangue dalla bocca.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Trivex • 22/07/15 09:02
    Segretario - 1292 interventi
    Digital ebbe a dire:
    Per me è il miglior dracula di sempre e Lee è pressochè perfetto nel ruolo del conte. Quanto alle scenografie pacchianissime, non vedo dove le riscontri, Ruber. A me sembrano curate, specialmente quelle del castello. Mah..

    Condivido.

    Film bellissimo!!!!!
  • Discussione Zender • 22/07/15 09:30
    Consigliere - 43496 interventi
    Devo dire che anch'io se dovessi scegliere il miglior Dracula ufficiale sceglierei questo (tenendo quindi fuori il Nosferatu di Herzog). Colori meravigliosi (il bluray li esalta magnificamente), atmosfera gotica intensa, un grande Lee che per me resta il miglior Dracula di sempre.
    Ultima modifica: 22/07/15 09:33 da Zender
  • Discussione Deepred89 • 22/07/15 11:54
    Comunicazione esterna - 1427 interventi
    Concordo per quanto riguarda Lee come miglior attore a impersonare Dracula, anche se rispetto a questo primo capitolo preferisco gli episodi "di mezzo" (L'amante di Dracula e Una messa per Dracula).
  • Discussione Von Leppe • 22/07/15 12:53
    Call center Davinotti - 944 interventi
    Io vado per ordine decrescente. I primi due sono i migliori, seguiti dai capitoli centrali: Dracula principe delle tenebre, Le amanti di Dracula e Il marchio di Dracula. Poi c'è un calo con Una messa per Dracula e gli episodi moderni.
  • Discussione Ruber • 23/07/15 10:58
    Compilatore d’emergenza - 8957 interventi
    L'unico vero Dracula era Bela Lugosi.
  • Discussione Von Leppe • 23/07/15 13:20
    Call center Davinotti - 944 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    L'unico vero Dracula era Bela Lugosi.

    In parte d'accordo, ma sono contento che ci siano pure gli altri. Jack Palance anche è stato un buon Dracula. Manca solo un Dracula che abbia l'aspetto del vero Vlad Tepes.

    Riguardo alle scenografie di Dracula il vampiro, l'arrivo al castello è molto bello: la torre, il portico e il ruscello montano...
  • Discussione Ruber • 24/07/15 00:23
    Compilatore d’emergenza - 8957 interventi
    Von Leppe ebbe a dire:
    Ruber ebbe a dire:
    L'unico vero Dracula era Bela Lugosi.

    In parte d'accordo, ma sono contento che ci siano pure gli altri. Jack Palance anche è stato un buon Dracula. Manca solo un Dracula che abbia l'aspetto del vero Vlad Tepes.

    Riguardo alle scenografie di Dracula il vampiro, l'arrivo al castello è molto bello: la torre, il portico e il ruscello montano...


    Io intendevo le scenografie degli interni studio non quelle degli esterni che sono assolutamente molto belle.
  • Discussione Von Leppe • 24/07/15 12:49
    Call center Davinotti - 944 interventi
    Pure la stanza dove soggiorna Harker nel castello e quella del finale, con i simboli zodiacali sul pavimento, non sono affatto male...
  • Discussione Buiomega71 • 24/07/15 17:24
    Pianificazione e progetti - 21882 interventi
    Però se devo tirare le somme (escluso Una messa nera... che non ho visto per la sua "irreperibilità"), il migliore Dracula hammeriano (per il sottoscritto) resta Il Marchio di Dracula (davvero un piccolo gioiellino, e non per nulla ho sempre sostenuto che Roy Ward Baker fosse il regista più dotato e visionario in casa Hammer-e non-così come adoro-guarda caso-La leggenda dei 7 vampiri d'oro).
  • Homevideo Digital • 30/03/19 09:45
    Segretario - 3035 interventi
    La tanto attesa versione in alta definizione compressa su dvd! HAHA :
    Dvd Sinister disponibile dal 17/05/2019.