DISCUSSIONE GENERALE di Dracula il vampiro (1958)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Von Leppe • 22/07/15 12:53
    Call center Davinotti - 1022 interventi
    Io vado per ordine decrescente. I primi due sono i migliori, seguiti dai capitoli centrali: Dracula principe delle tenebre, Le amanti di Dracula e Il marchio di Dracula. Poi c'è un calo con Una messa per Dracula e gli episodi moderni.
  • Ruber • 23/07/15 10:58
    Contratto a progetto - 9147 interventi
    L'unico vero Dracula era Bela Lugosi.
  • Von Leppe • 23/07/15 13:20
    Call center Davinotti - 1022 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    L'unico vero Dracula era Bela Lugosi.

    In parte d'accordo, ma sono contento che ci siano pure gli altri. Jack Palance anche è stato un buon Dracula. Manca solo un Dracula che abbia l'aspetto del vero Vlad Tepes.

    Riguardo alle scenografie di Dracula il vampiro, l'arrivo al castello è molto bello: la torre, il portico e il ruscello montano...
  • Ruber • 24/07/15 00:23
    Contratto a progetto - 9147 interventi
    Von Leppe ebbe a dire:
    Ruber ebbe a dire:
    L'unico vero Dracula era Bela Lugosi.

    In parte d'accordo, ma sono contento che ci siano pure gli altri. Jack Palance anche è stato un buon Dracula. Manca solo un Dracula che abbia l'aspetto del vero Vlad Tepes.

    Riguardo alle scenografie di Dracula il vampiro, l'arrivo al castello è molto bello: la torre, il portico e il ruscello montano...


    Io intendevo le scenografie degli interni studio non quelle degli esterni che sono assolutamente molto belle.
  • Von Leppe • 24/07/15 12:49
    Call center Davinotti - 1022 interventi
    Pure la stanza dove soggiorna Harker nel castello e quella del finale, con i simboli zodiacali sul pavimento, non sono affatto male...
  • Buiomega71 • 24/07/15 17:24
    Pianificazione e progetti - 24137 interventi
    Però se devo tirare le somme (escluso Una messa nera... che non ho visto per la sua "irreperibilità"), il migliore Dracula hammeriano (per il sottoscritto) resta Il Marchio di Dracula (davvero un piccolo gioiellino, e non per nulla ho sempre sostenuto che Roy Ward Baker fosse il regista più dotato e visionario in casa Hammer-e non-così come adoro-guarda caso-La leggenda dei 7 vampiri d'oro).