Uno sceriffo extraterrestre... poco extra e molto terrestre

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1979
Genere: commedia (colore)
Note: Seguito da "Chissà perchè capitano tutte a me".
Numero commenti presenti: 26
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Uno dei più grandi successi di Bud Spencer senza Terence Hill (e che fruttò anche un trascurabile seguito, CHISSA’ PERCHE’... CAPITANO TUTTE A ME), vede accanto al grosso attore il piccolo Cary Guffey, all'epoca celebre per aver interpretato INCONTRI RAVVICINATI DEL TERZO TIPO. Girato in Georgia nella cittadina di Newnam, il film di Michele Lupo (alla sua seconda collaborazione con Spencer dopo LO CHIAMAVANO BULLDOZER) immagina che sulla Terra sia sceso un bambino extraterrestre, H7-25 (Guffey), in possesso di un...Leggi tutto aggeggio capace di fare un po' di tutto e sul quale ha già messo gli occhi l'esercito. Toccherà allo scettico sceriffo Hall (Spencer) proteggere il piccolo e la sua diabolica macchinetta. Abbastanza elementare nella sceneggiatura, il film vale soprattutto per la simpatica interpretazione di Bud Spencer (alle prese con uno dei suoi personaggi più riusciti) e per l'aria scanzonata che lo accompagna. Ovviamente numerose le zuffe, che in due occasioni si prolungano eccessivamente e che forse mancano dell'inventiva vista in altre occasioni. Concepito dichiaratamente per un pubblico di ragazzini, pervaso di buoni sentimenti e una separazione netta tra buoni e cattivi (con il solo Joe Bugner/Brennan a passare in qualche modo da una parte all'altra, anche se come ladro è molto bonario), si concentra su trovate in effetti elementari con un abuso in chiave comica della moviola (l’aggeggio di H7-25 fa muovere le persone avanti e indietro a proprio piacimento). A suo modo un film divertente e riuscito, valorizzato da una delle migliori e più azzeccate colonne sonore dei fratelli De Angelis (trainata da un main theme cantato memorabile) e che centra senza problemi gli obiettivi prefissati. Semplice e genuino.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 1/01/08 09:52 - 11386 commenti

I gusti di Galbo

Commedia garbata e all'acqua di rose ma apprezzabile per la totale assenza di volgarità oggi così di moda anche nei film cosidetti per famiglie. La storia dello sceriffo di un paesino della provincia americana a contatto con un bambino proveniente dallo spazio è cucita su misura per le doti simpatiche e umane di Bud Spencer (affiancato dal simpatico Guffey). Il film è piuttosto prevedibile nel suo svolgimento ma presenta alcune scene simpatiche che lo rendono tutto sommato gradevole sebbene non memorabile.

Lovejoy 5/01/08 16:10 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Divertente commediola a sfondo fantasy realizzata da un Michele Lupo in splendida fase creativa e interpretata da uno Spencer in ottima forma. Ritagliato alla perfezione sulla sua imponente mole, il ruolo dello sceriffo che si imbatte in un bimbo che si dice un alieno dapprima scettico e poi convinto di ciò, è perfetto per l'attore che regala un paio di battute e di scene memorabili. Ottimo anche il resto del cast con il piccolo Guffey e i duri Bugner e Harmstorf su tutti.

Homesick 9/04/08 17:42 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Il piccolo protagonista di Incontri ravvicinati del terzo tipo dà un aiuto extraterrestre a Bud Spencer – qui nelle vesti extralarge di sceriffo - nelle sue solite, interminabili risse e scazzottate. Leggero e fracassone, si regge essenzialmente sulle situazioni tipiche della coppia formata da una dulto e da un bambino, cui si unisce un simpatico tocco fantasy. Per una serata spensierata in famiglia.

Pstarvaggi 10/04/08 15:39 - 80 commenti

I gusti di Pstarvaggi

Un buon prodotto di medio livello, pensato soprattutto per un pubblico di bambini (è difatti assente qualsiasi tipo di volgarità). Spencer interpreta il suo classico personaggio di burbero dal cuore d’oro. Il piccolo Cary Guffey, pur non brillando, svolge egregiamente il suo compito, così come gli altri comprimari. Essendo sostanzialmente una favoletta fantascientifica (Lupo difatti dirige con ritmo da science-fiction), si può soprassedere sulla rozzezza degli effetti speciali.

Cangaceiro 8/01/09 11:40 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Per chi ama Bud questo non può che essere un film cult. Tralasciate le incongruenze della trama e gli effetti speciali di fortuna e concentratevi sulla profondità del rapporto tra il protagonista ed il piccolo extraterrestre. Quello che si percepisce è una sensibilità non comune, una tenerezza che a tratti fa emozionare e un po' commuovere. Spencer è il solito perfetto gigante buono, Bugner un degno compare di scazzottate, Harmstorf un antagonista funzionale. H7-25 poi è molto simpatico. Da urlo il main theme, ormai divenuto un'aria per cori da stadio.

Redeyes 8/01/09 12:25 - 2144 commenti

I gusti di Redeyes

Io sono amante del Bud in coppia ed eccettuato, forse, Bomber, non trovo niente di che i suoi titoli in solitario: questo non fa eccezione. La storiella è decisamente banale, trita perché Bud fa quello che meglio gli riesce, vale a dire il brontolone, ed il giusto cazzottatore, ma senza l'acume di Gemma e sopratutto Hill non funziona. Il bimbo ha una bella faccetta da schiaffetti e stufa subito; nota positiva è, invece, Joe Burgner con la sua credibilissima faccia da duro, che abbiamo già visto con Bud e Lupo. Si può evitare. *½

Cotola 8/02/09 02:17 - 7521 commenti

I gusti di Cotola

Commediola molto esile che nonostante una storiellina piuttosto esangue e scontata ed uno Spencer senza la sua spalla preferita (Hill) ebbe un discreto successo di pubblico (non si capisce perché), tanto da generare un seguito. Poco o nulla da segnalare. Solo per i fan del buon Carlo o per ragazzini di età non superiore ai dieci anni.

B. Legnani 26/03/10 01:07 - 4722 commenti

I gusti di B. Legnani

Solo per bimbi e spenceromani. Gli altri potranno divertirsi con l'incipit e con la fase in cui Spencer continua a mostrare il suo scetticismo (il ruolo è tagliato apposta per lui), ma dovranno sopportare la seconda parte, quando si scade nella baracconata, talora deteriore, pure con scene inutilmente lunghe e si attende, anelanti, la conclusione. Per motivi che vi risparmio (piccoli ruoli e prodotti esposti), molte scene sono state girate in Italia. Il bimbo-attore è sopportabile. *½

Deepred89 13/01/10 15:27 - 3282 commenti

I gusti di Deepred89

Non troppo oltre la sufficienza, ma decisamente un cult, soprattutto per il pubblico infantile. A rovinare il tutto alcune battute e situazioni decisamente stucchevoli e alcuni effetti speciali piuttosto rozzi. Tutto il resto funziona e sono molti gli elementi da ricordare: un Bud Spencer assolutamente in forma, il piccolo Guffey, il simpatico Joe Bugner, la buona confezione, la bella atmosfera provinciale, alcune trovate memorabili, una colonna sonora fantastica. Simpatico e spensierato, a tratti quasi commovente. Una visione piacevolissima.
MEMORABILE: Il marinaio nel quadro; la danza degli elicotteri; "Lassù di stelle ne avrai tante che non saprai che fartene, ma con questa ti ricorderai di me".

Disorder 26/03/10 22:41 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Bud Spencer ancora una volta gigante buono in questo film, che lo vede fare da padre a un giovane alieno. Bene i comprimari, tra cui l'antagonista storico Harmstorf (anche qui militare), Joe Bugner come amico-nemico e ovviamente il ragazzino extraterrestre, che sfugge ai soliti stucchevoli clichè delle "piccole pesti" cinematografiche. Ottima la colonna sonora, addirittura sopra la media (sempre alta) dei fratelli De Angelis. Probabilmente il miglior Bud "solista", per un film che può stare alla pari con i classici in coppia con Hill.
MEMORABILE: La scazzottata al supermarket (un malcapitato finisce addirittura sotto terra per un pugno di Bud); il fantastico theme musicale "Ultimo valzer".

Ronax 9/11/11 01:25 - 906 commenti

I gusti di Ronax

Filmettino pulito programmaticamente pensato per il divertimento di bambini e preadolescenti. Michele Lupo affianca il piccolo protagonista degli Incontri di Spielberg a un Bud Spencer incastrato a vita nel ruolo di gigante burbero ma buono, sempre pronto a menare le mani ma solo per una giusta causa. La trama è di un'assoluta esilità e anche le trovate sono abbastanza ripetitive, ma per il tipo di target a cui era rivolto questi erano più pregi che difetti. Film tutto maschile, come spesso accade nelle pellicole dedicate alle platee infantili.

Daidae 12/04/12 02:25 - 2738 commenti

I gusti di Daidae

Commedia con innesti fantascientifici diretta bene dall'ottimo Lupo. Cast perfetto: l'attore bambino si destreggia bene, lo sfortunato attore tedesco Harmstorf è eccellente nel solito ruolo del cattivo e Spencer non si discute. Quando ero bambino lo guardavo con trasporto, oggi lo vedo con meno entusiasmo ma resta comunque un buon film.

Markus 14/06/12 08:52 - 3294 commenti

I gusti di Markus

Spencer fa il solito "gigante buono", ma questa volta avrà a che fare con un bambino dai poteri extraterrestri. Film godibile e scacciapensieri che gioca con una sceneggiatura facile quanto efficace pensata per un pubblico infantile (cui certamente opera è destinata). Complici film come Guerre stellari e Incontri ravvicinati del terzo tipo, sul finire degli anni Settanta ci fu il boom della fantascienza e della fenomenologia degli Ufo; ecco dunque una delle innumerevoli pellicole che sfruttarono la moda di quel tempo.

Ryo 10/02/13 12:50 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Simpaticissimo film che, unendo la commedia fantascientifica alla comicità intrisa di sberle alla Bud Spencer, riesce persino a commuovere, in alcune sequenze. Già, perché H725 è un alieno uguale in tutto e per tutto a un tenero bambino e il suo faccino vispo e l'espressione da furbetto ne fanno un personaggio comprimario altamente carismatico. Alquanto divertenti le risse. che qui hanno vari tocchi di surrealità grazie anche al marchingegno alieno, che dà un contributo notevole. Grandiosa la colonna sonora.

Rambo90 23/03/13 15:11 - 6345 commenti

I gusti di Rambo90

Bud Spencer nella sua versione per il pubblico dei più piccoli, con una storia leggera ma che sa attrarre qualsiasi tipo di spettatore. Il ritmo è buono, anche perchè Michele Lupo è un regista di grande esperienza, le gag riescono, il cast di contorno si fa apprezzare (soprattutto Bugner) e non mancano due scazzottate particolarmente divertenti. Molto bella la colonna sonora dei De Angelis. Buono.

Gugly 24/03/13 19:36 - 1015 commenti

I gusti di Gugly

Film dell'infanzia esile esile, ma con alcuni piccoli perché: il gigante buono che aiuta il piccolo diverso, un po' di comicità non volgare e, infine, splendide musiche dei mitici Oliver Onions; mi sono sempre commossa con l'Ultimo valzer e rivedo sempre con piacere la sequenza del main theme in versione tango, con la danza degli elicotteri! Gli effetti speciali sono davvero minimi, certo, ma chi è che non ha bisogno di qualche sorriso, bella musica e un po' di favola? Piccola stella.
MEMORABILE: Lo sceriffo che con l'apparecchio fotonico libera il suo piccolo amico dai militari, mentre scorre la ost di "Mundialito".

Rigoletto 10/06/13 19:42 - 1565 commenti

I gusti di Rigoletto

Un Bud Spencer senza Terence Hill è sempre un po' menomato (salvo rare occasioni) e la ricerca del successo si fa più ardua, senza il compare di tante avventure. Che l'apprezzamento del pubblico arrivasse grazie anche a una "spalla" in formato MP3 come Cary Guffey era difficile da immaginare; invece ecco che ti salta fuori il piccolo classico per ragazzini che sfrutta la scia "aliena" molto in voga nel periodo. La conferma della scelta vincente viene dal sequel (mediocre) dell'anno successivo. Non mi fa impazzire ma **! ci stanno.
MEMORABILE: Il cane del comandante; La partenza dell'astronave.; Bonos nel ruolo di un simpatico vice-sceriffo.

Brik94 3/08/15 08:15 - 68 commenti

I gusti di Brik94

Quando Bud ha per spalla un bambino si trova sempre a suo agio. Questo è uno dei migliori film senza Terence. Anche se la storia punta più agli over 12 si lascia guardare con interesse. Bugner sempre simpatico e mitiche le uniche due scazzottate del film accompagnate da una buona colonna sonora, come sempre.
MEMORABILE: La rissa nel supermarket; H725: "Ufficio dello sceriffo, città di Newnan. Tu sei l'ufficio?!" Bud: "Mmmmh... io sono lo sceriffo".

Alex75 6/08/15 09:37 - 676 commenti

I gusti di Alex75

Lupo va sul sicuro, inserendo Bud Spencer in una storia per famiglie che mescola le tradizionali scazzottate con la fantascienza, affiancandogli il piccolo Cary Guffey di Incontri ravvicinati del terzo tipo e riprendendo da Lo chiamavano Bulldozer lo sparring-partner Bugner e l’antagonista Harmstorf. Il risultato si fa apprezzare per una certa garbata tenerezza e per l’assenza di volgarità. Gli eclettici fratelli De Angelis spaziano tra country, ritmi sudamericani e valzer viennesi.
MEMORABILE: La scazzottata al supermarket; La danza degli elicotteri; Il dito di Bud che si accende mentre cucina i fagioli; La giostra e l’”ultimo valzer”.

124c 21/08/15 16:00 - 2771 commenti

I gusti di 124c

I film pieni di buoni sentimenti di Bud Spencer incontrano Steven Spielberg; o almeno il piccolo interprete di Incontri ravvicinati, che nei panni di un giovanissimo alieno mette nei guai con l'esercito americano il grosso e bonario sceriffo. Abile pellicola prodotta quando i film con i bambini non facevano venire l'orticaria al pubblico che affolla le sale, perché a fare da contraltare c'è il manesco Bud Spencer. Certo però che l'esercito americano qui non ci fa certo una bella figura.

Il ferrini 16/02/16 23:45 - 1680 commenti

I gusti di Il ferrini

Questa volta Bud Spencer fa coppia con un bambino dal nome piuttosto singolare: H 7-25. In realtà si tratta di un extraterrestre dai poteri straordinari e per questo molto interessante agli occhi dell'esercito, che lo rapisce. Ovviamente lo sceriffo Bud, inizialmente incredulo, dovrà intervenire a suo modo per liberarlo. Una trama semplice, con gag forse ingenue ma proprio per questo tenere e mai volgari. Cary Guffey (il bambino) era freschissimo reduce dagli Incontri ravvicinati di Spielberg. Simpatico.

Guru 1/10/16 11:23 - 348 commenti

I gusti di Guru

Divertentissimo e a tratti commovente, il film mette in evidenza il cuore e la mente di un grande artista. La storia non sarà tra le più elaborate ma il personaggio passa, con tutta la sua passione e simpatia. La regia non mi convince, ma il cast trovo che sia abbastanza calzante, per la tipologia di film. Location interessanti.

Il Dandi 20/11/17 23:27 - 1774 commenti

I gusti di Il Dandi

Dopo il già solista Bulldozer (da cui anche Raimund Harmstorf e Joe Bugner ripetono personaggi quasi identici) è ancora Lupo a sfruttare Il lato più rassicurante del gigante buono Bud, mettendo un eroe per bambini accanto a uno di loro. Tutto è molto all'acqua di rose, a partire dalla blanda (e pretestuosa) cornice fantascientifica con effetti speciali da siparietto del Benny Hill Show (che non ci risparmia nemmeno ralenti e rewind) al melenso quid sentimentale. Eppure favolisticamente "sano".
MEMORABILE: La musica degli Oliver Onions.

Caveman 26/12/18 15:01 - 168 commenti

I gusti di Caveman

Commediola delicata e simpatica. Sì, ci sono le immancabili scazzottate per esaltare la fisicità del mitico Bud, ma è il rapporto con il piccolo extraterrestre a essere il motore trainante di una vicenda tenera e godibile, sicuramente non tra i migliori lavori di Spencer ma comunque vedibile; plauso per la bella ambientazione della cittadina e simpatico il ruolo della guardia anziana.

Azione70 24/07/18 00:37 - 145 commenti

I gusti di Azione70

Filmettino per famiglie nel classico stile Bud Spencer, ossia “un pugno e una carezza”. Stavolta il nostro eroe veste i panni di un burbero sceriffo alle prese con un paese in preda a isteria da extraterrestri. Alla fine troverà veramente un bimbo venuto da una galassia lontana e - tra mille vicissitudini e scazzottate - lo aiuterà a tornare a casa. Come si diceva, la pellicola alterna buonismo a buon mercato e sane pene corporali ai cattivi di turno. Un classico, per amanti del genere.

Domila1 12/08/19 15:07 - 55 commenti

I gusti di Domila1

Se si vuole avere l'idea di un film tipico di Bud Spencer solista, questo è perfetto. Qui abbiamo tutte le componenti: un bambino che fa da spalla (e diciamolo, Cary Guffey non poteva essere più adatto per il ruolo), due scazzottate degne di questo nome e il classico ruolo di gigante barbuto dal cuore d’oro. Simpatici Bonos e Bugner è sempre ottimo come antagonista Harmstorf.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 15/01/14 18:25
    Consigliere - 43513 interventi
    Sì, l'avevo notato anch'io e credo sia cosa nota. Ci vorrebbe un fotogramma esplicativo.
  • Homevideo Xtron • 1/02/15 18:41
    Servizio caffè - 1831 interventi
    C'è il dvd EAGLE

    Audio e sottotitoli in italiano
    Formato video 1.85:1 anamorfico
    Durata 1h29m01s

    Un'immagine dal dvd (si trova al min. 39:05)

    Ultima modifica: 2/02/15 07:48 da Zender
  • Homevideo Ruber • 1/02/15 19:54
    Compilatore d’emergenza - 8966 interventi
    Grazie Xtron, direi che siamo su una buona qualità almeno per il video.
  • Musiche Manzetto • 16/02/15 09:32
    Disoccupato - 142 interventi
    Gaetano ebbe a dire:
    "L'ultimo Valzer" della "G+M Orchestra", pseudonimo dei fratelli De Angelis, tra l'altro già presente nel meno recente "Languidi baci... perfide carezze".
    http://www.youtube.com/watch?v=cLP3mzZF4dw&feature=related


    Credo sia presente anche in "Occhio malocchio, prezzemolo e finocchio", quando Dorelli balla con Montagnani ;-)
  • Discussione Alex75 • 3/09/15 17:33
    Call center Davinotti - 622 interventi
    https://www.youtube.com/watch?v=-ga39ZXihn0

    Al minuto 1:37 del video si vedono delle bottiglie di China Martini (i prodotti Martini vengono inquadrati più volte); al minuto 2:12 si vedono invece dei pacchi di pasta Ponte.
  • Discussione Graf • 3/09/15 20:07
    Call center Davinotti - 909 interventi
    Quando il product placement si chiamava italianamente pubblicità indiretta…Alex75.

    Ricordo che in certi thrilling italiani dei primi anni ’70, i protagonisti non facevano altro che bere, quasi in ogni scena, un bicchiere di whisky di una nota marca…
    Poi si accendevano immancabilmente una sigaretta anch'essa appartenente a qualche nota marca …
    Intanto parlavano e discettavano di omicidi e di sospetti colpevoli…
    Come riuscissero a conservare, fino in fondo alla vicenda, la salute e la lucidità per scoprire l’assassino, rimane un mistero…..
    Ultima modifica: 4/09/15 02:19 da Graf
  • Discussione Alex75 • 7/09/15 17:11
    Call center Davinotti - 622 interventi
    Graf ebbe a dire:
    Quando il product placement si chiamava italianamente pubblicità indiretta…Alex75.

    Ricordo che in certi thrilling italiani dei primi anni ’70, i protagonisti non facevano altro che bere, quasi in ogni scena, un bicchiere di whisky di una nota marca…
    Poi si accendevano immancabilmente una sigaretta anch'essa appartenente a qualche nota marca …
    Intanto parlavano e discettavano di omicidi e di sospetti colpevoli…
    Come riuscissero a conservare, fino in fondo alla vicenda, la salute e la lucidità per scoprire l’assassino, rimane un mistero…..


    Credo che ormai sul tema ci sia materiale a sufficienza per un libro, o per un database, simile a quello che è stato fatto per le auto nei film...
  • Musiche Br1 • 4/10/16 13:07
    Disoccupato - 3 interventi
    La bella canzone della sigla "Sheriff" si sente di sottofondo nel film "Occhio, malocchio prezzemolo e finocchio" nell'episodio Il pelo della disgrazia con Lino Banfi. Esattamente verso l'inizio del film quando Banfi entra nel suo negozio e trova la commessa che balla.
    Si sente qui al minuto 5,10 circa.
    https://www.youtube.com/watch?v=uBxzoM4LryI
  • Curiosità John trent • 18/12/16 18:19
    Servizio caffè - 511 interventi
    Nella scena della scazzottata al supermarket si vedono quasi interamente prodotti italiani sugli scaffali: per esempio Dash, Ariel, China Martini e pasta Ponte...

  • Homevideo Zender • 10/12/19 09:11
    Consigliere - 43513 interventi
    Esce il bluray Eagle del film. Qualcosa forse sui muove nell'asfittico mercato bluray italiano...

    https://www.amazon.it/Sceriffo-Extraterrestre-Extra-Molto-Terrestre/dp/B07Z5GCB5S/ref=sr_1_5?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=sceriffo+extraterrestre&qid=1575965440&sr=8-5