Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Fin dal titolo si intuisce la speranza, da parte della produzione, di ripetere il successo di RIMINI RIMINI affidando la regia a due vecchie volpi della commedia brillante come Castellano e Pipolo. Purtroppo per tutti il risultato è disastroso. La struttura a episodi alternati è ripresa in pieno. Questa volta sono quattro, ovviamente sullo sfondo (molto virtuale) della cittadina francese: c'è Jerry Calà, concertista di successo che prova a riconquistare l'ex moglie (Demetra Hampton) in procinto di sposarsi con un noioso svizzero suonandole “Per Elisa” e facendosi aiutare dallo scafato figlioletto decenne. C'è Alba Parietti, sicaria...Leggi tutto di una famiglia mafiosa siculo-americana (discreta nel suo forte accento siciliano) che per far fuori la sua vittima deve prima convincere il romanaccio Fabrizio Bracconeri a non suicidarsi. C'è l'immancabile Serena Grandi, che dopo dieci anni di matrimonio cerca di ritrovare stimoli sessuali ripercorrendo col marito le tappe del viaggio di nozze. C'è infine la frigida e ricca Deborah Caprioglio, che per sbloccarsi vorrebbe far l'amore con il bello e povero spogliarellista d’un night dal forte orgoglio. Per convincerlo si fa aiutare dal geniale e filosofico (ama Nicola Abbagnano) cugino Maurizio Micheli. Comparsate per Isaac George (si adopera in macumbe improvvisate) e Jimmy il Fenomeno (fa il deejay). Tra i quattro episodi non ce n'è uno che si salvi: Calà ripete se stesso all'infinito, la Grandi non può da sola far ridere, Micheli è simpatico e bravo ma non ha spazio, la Parietti è alle prese con una sceneggiatura da far rabbrividire ed è l'unica delle quattro maggiorate a non mostrare manco un seno. Il film è palesemente fiacco e non sfrutta le potenzialità del luogo. Si capisce che il cinema di Castellano e Pipolo non è quello di Sergio Corbucci, il quale in fondo in RIMINI RIMINI aveva almeno saputo infondere una spensieratezza qui del tutto assente.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Homesick 10/06/08 11:41 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Indigeribile commedia vacanziera ad episodi, servita da un pentolone dove si è (stra)cotto di tutto: dalle coppie in crisi in cerca di riscoperte e riconciliazioni ad una truce Parietti in versione siculo-mafiosa. Non ci vengono risparmiati neppure una citazione da "Se stiamo insieme" di Cocciante e il ridicolo rapporto sado-maso tra la Caprioglio e Micheli. Castellano e Pipolo toccano il fondo.

Cotola 11/06/08 13:00 - 8306 commenti

I gusti di Cotola

Pessimo film comico-vacanziero che mette in scena il peggio degli italiani e lo fa nel peggiore dei modi. D'altronde regia e sceneggiatura sono inesistenti e gli attori sono ormai persone bollite che ci fanno una figuraccia. Con ingredienti di tal fatta era difficile aspettarsi di meglio. Di una tristezza sconfinata: non strappa una risata nemmeno a pagarla.

Undying 12/06/08 21:34 - 3814 commenti

I gusti di Undying

Qualche donnina ben (ri)fatta -e nel film, quelle che appaiono, all'epoca (non?) lo erano- non è sufficiente a garantire la solidità d'una operazione puramente commerciale, senza alcuna logica narrativa. Gli attori maschili, sorta di macchiette all'ennesima potenza, rappresentano una realtà talmente astratta e forzata (i dialoghi, gli atteggiamenti) da rendere assolutamente poco plausibile il clima del film, ch'è sì vacanziero, ma lontano dalla realtà quotidiana. Non che si pretendesse, da Castellano e Pipolo, un cinema neorealista, ma perlomeno realizzato con un minimo di lucidità.

Ciavazzaro 3/11/08 17:15 - 4772 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Pessimo nonostante Castellano e Pipolo siano alla regia. Angosciante l'episodio con la Parietti killer della mafia e Bracconeri. Ci saranno anche delle bellezze come la Grandi, ma la qualità della pellicola è davvero mediocre. Un pesantissimo tonfo nell'acqua; peggio di uno tsunami, visti gli autori.

Lovejoy 12/11/08 15:11 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Ennesima commedia vacanziera ad episodi tutti peraltro abbastanza scontati e noiosi. Il più brutto di tutti è quello che tenta di rifarsi (maldestramente) al film Il rompiballe, con Bracconeri che tenta il suicidio e la Parietti (killer mafiosa dal ridicolo accento siciliano) che cerca di evitare ciò. Una cosa patetica e davvero ridicola. Cast penoso. Regia non pervenuta.

Galbo 14/11/08 12:49 - 11847 commenti

I gusti di Galbo

Tra le ultime non imperdibili prove del duo di registi Castellano & Pipolo l'ennesima commedia vacanziera ambientata sulla Costa Azzurra. Film a episodi scritto evidentemente da sceneggiatori con pochissima fantasia e realizzato alla meno peggio con grande approssimazione e pochissima inventiva e personalità. Ad aggravare il tutto un cast quasi totalmente scadente.

Daidae 19/02/09 18:22 - 2932 commenti

I gusti di Daidae

Abbastanza penoso questo film-vacanza. Episodi uno peggio dell'altro. La palma del peggiore in assoluto va comunque a quello con la Caprioglio e Micheli per via della recitazione non proprio eccezionale dei due (sugli altri due personaggi burini stendiamo un velo pietoso). Noiosi anche gli altri episodi: un disastro.

Renato 9/04/09 17:40 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Mi spiace stroncare in modo così netto un film della coppia Castellano & Pipolo, ma qui non trovo proprio niente da salvare. La solita storiella noiosa, sceneggiata in modo frettoloso, e per di più con attori inguardabili (salvo Calà e Micheli, che si ripetono), pessima musica da discoteca a martellare in sottofondo ed una fotografia para-televisiva. Rimangono le grazie della Caprioglio, che non dispiacciono mai nella vita ma di certo non tirano su un film. Ho detto un film...

Tarabas 29/04/09 14:47 - 1843 commenti

I gusti di Tarabas

Poker di storie insulse in Costa Azzurra, girate con un cast di attori mai partiti, già falliti o sulla via di un rapido tramonto. Presenza alimentare di Micheli, l'unico che sappia recitare in questa turboscemenza. Particolarmente imbarazzante la Parietti, che si concede persino il lusso di fare l'accento siculo (peraltro del tutto simile all'accento svedese di Fantozzi). L'episodio di Jerry Calà mette una tristezza infinita. Stavolta nemmeno la Caprioglio mi schioda dal pallino singolo.

Vstringer 4/12/09 15:13 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Orripilante commediaccia a episodi dei primi Anni Novanta, testimonianza del declino del genere: non si salva praticamente nulla. La sceneggiatura infame vanifica gli sforzi di Calà e Micheli, al netto dell'improbabile e forzatissimo accento siculo della Parietti che rifà Billy Wilder, o delle grazie della Caprioglio reduce dai trionfi brassiani di Paprika. Castellano e Pipolo portano a casa il risultato col mestiere, ma è un risultato che non raggiunge la soglia della decenza.

Pipolo (Giuseppe Moccia) HA DIRETTO ANCHE...

Rambo90 14/02/10 19:24 - 7055 commenti

I gusti di Rambo90

Se si esclude l'episodio con Serena Grandi (che da sola non è in grado manco di starnutire), il film è divertente e sicuramente migliore di operazioni analoghe (vedi Abbronzatissmi). Maurizio Micheli recupera il personaggio del perdente direttamente da Rimini Rimini, Bracconeri è simpatico nella parte dell'ingenuo che si innamora di una killer e Jerry Calà è davvero scatenato: il suo episodio è infatti il migliore grazie alla sua innata simpatia e ad alcune trovate davvero piacevoli.

B. Legnani 9/06/10 01:08 - 5165 commenti

I gusti di B. Legnani

Terribile commedia ad episodi alternati, ma che non sono alterni, nel senso che il piattume è sovrano. Imbarazzante il personaggio della Parietti, costretta ad esibire un anglo-siculo tremendo, ma il resto viaggia sul medesimo livello. L'episodio della Parietti plagia Il rompiballe (poi rifatto da Wilder), la soluzione dell'episodio Caprioglio è quasi vecchio come il cinema, Calà è al suo peggio (il bimbo è lo stesso del sordiano Nestore), la Grandi deve fingere d'essere in Francia interagendo con De Toma, Allocca e De Rosa! Cagneria imperante. Insalvabile.

Nando 21/01/11 00:46 - 3627 commenti

I gusti di Nando

Penosa commedia vacanziera che presenta varie situazioni pecorecce ed improbabili, nonostante i protagonisti siano i soliti. Le idee latitano in maniera eloquente e le starlette presenti non possiedono nessuna capacità recitativa. La Parietti che parla in dialetto siculo col nome di Misery è di una tristezza assurda.

Dengus 24/04/11 23:51 - 361 commenti

I gusti di Dengus

Ultimi vagiti 80'S seppur overtime (siamo nel 1992); la pellicola vuole ricalcare i successi dei vari Roba da ricchi e Rimini Rimini, ma nemmeno il mestiere consumato di Castellano e Pipolo salva la pellicola. Calà non è più quello di un tempo e appare forzato, il resto del cast, escludendo Micheli, che dà sempre un buon contributo con il suo talento, la Parietti, bella e pure convincente ed il pacioccoso e ingenuo Bracconieri, brancola nel buio. C'è anche Enzo De Toma (uomo del pennello Cinghiale) doppiato in francese.
MEMORABILE: Bracconieri che parla da solo al parco di notte.

Plauto 28/07/11 22:25 - 122 commenti

I gusti di Plauto

L'idea è quella di mettere per la prima volta in primo piano quattro donne e lasciare gli attori maschili sullo sfondo... così Micheli e Jerry Calà hanno minor peso in tutta la vicenda. Purtroppo tutto questo non funziona, e le quattro bellissime attrici sono sprecate. Un po' meglio Rosanna Banfi. La canzone iniziale è molto bella, ma si salva poco altro. Mariano Laurenti è qui aiuto regista.
MEMORABILE: Alba Parietti: una piemontese che parla in siciliano! Geniale, dopotutto.

Motorship 2/01/13 19:33 - 585 commenti

I gusti di Motorship

Tremenda commedia (se così vogliamo chiamarla...) psuedo balneare (dov'è la spiaggia?) diretta da una coppia ormai in declino, ossia Castellano e Pipolo. Non si ride mai e fa tristezza vedere tre comici di norma dignitosi come Jerry Calà, Maurizio Micheli e Fabrizio Bracconeri autoumiliarsi così. Neanche bellezze del calibro di Deborah Capriolio e Serena Grandi riescono a rendere minimamente visibile il film. Da evitare.

Maxx g 25/09/13 17:20 - 537 commenti

I gusti di Maxx g

Del novero delle commedie vacanziere sembra veramente il peggiore: sceneggiato male, recitato peggio, con attori che hanno dato il meglio (!) precedentemente (escludendo Micheli, che il meglio non lo ha dato praticamente mai). Le storielle sono invero banali e strappano a fatica un sorriso. La Parietti killer della mafia è poi quanto di più assurdo possa essere, vista la sua evidente difficoltà. La Caprioglio, reduce da Paprika, è fastidiosa, mentre la Grandi non ha neanche il pregio di mostrarsi. Da vedere e dimenticare.

124c 12/08/16 18:13 - 2832 commenti

I gusti di 124c

La località ripetuta due volte fa ricordare il titolo di un altro film a episodi con un cast simile a questo, ma purtroppo rivangare quella comicità degli anni '80 non funziona, nonostante la presenza di un Jerry Calà conpositore geloso che vuole riconquistare Demetra Hampton imitando il Michael Douaglas di All'inseguimento della pietra verde. Poco fa la coppia Micheli/Caprioglio, meno che zero Serena Grandi e Rosanna Banfi (che non può essere il padre). Pessima anche Alba Parietti, bollente killer sicula, perseguitata dallo pseudo-suicida Bracconeri.

Panza 2/10/16 20:46 - 1637 commenti

I gusti di Panza

Sconfortante commedia ottenuta intrecciando quattro episodi poco originali nella cornice di Saint Tropez (ma poteva essere ambientato ovunque) e assolutamente non divertenti, con qualche tocco di trash (la notte al commissariato, il sesso di Calà, lo spogliarellista che cita le canzoni). La parte con la Grandi è una barzelletta tirata per le lunghe, quella con Calà è insignificante, mentre la storia di Nicheli (che cita Abbagnano!) è sviluppata male. Un minimo simpatica la parte con la Parietti e Bracconeri. Incredibile scivolone per Castellano & Pipolo.

Markus 12/05/19 20:39 - 3500 commenti

I gusti di Markus

Storie d'amore, di ripicche e di spionaggio sotto il sole di Saint Tropez. La formula degli episodi intrecciati in una commedia vacanziera ha il sapore dell'anacronistico. La firma di Castellano e Pipolo non riesce a dare a questo assembramento di sciocchezze estive una formula decente. Si "salva" laddove subentrano in scena i professionisti della risata (su tutti Calà e Micheli), ma l'operazione alimentare svilisce tutto e tutti. In ogni caso in linea con le ultime cartucce del filone "vacanziero" (Abbronzatissimi et similia).

Alba Parietti HA RECITATO ANCHE IN...

Pesten 28/07/19 18:03 - 692 commenti

I gusti di Pesten

Uno dei primi segnali nitidi della tracimazione della commedia italiana. A un film simile, con i classici episodi, non si chiede chissà cosa a livello di storia, ma è proprio lo svolgimento a essere lontano anche dalla mediocrità. Calà intrappolato in una storia ignobile, la Parietti a dir poco improponibile nel ruolo forzato di mafiosa sicula e la Grandi ancora peggio. A dare il colpo di grazia alla carcassa il doppiaggio, pessimo a sua volta.

Pessoa 29/06/21 20:32 - 2094 commenti

I gusti di Pessoa

Film brutto ma non bruttissimo, in cui la parte peggiore è rappresentata dalla sceneggiatura che imbastisce quattro storie fra lo scontato e il già visto, che i banalissimi dialoghi riescono ad affossare del tutto. Le prosperose protagoniste lesinano le parti più ambite delle loro grazie mentre la recitazione lascia a desiderare. Va meglio nel comparto maschile, dove chi può si difende col mestiere (Micheli) ma anche qui si vola piuttosto basso. Uno dei peggiori esempi del suo prolifico genere, che si può lasciar perdere senza troppi rimpianti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Tarabas • 19/10/10 18:12
    Formatore stagisti - 2071 interventi
    Sarà stato uno che, vergognandosi, ha dato un nome falso.
  • Discussione B. Legnani • 19/10/10 21:06
    Consigliere - 14565 interventi
    Geppo ebbe a dire:
    Incredibile! Ho visto che nei titoli di coda compare il nome di Mariano Laurenti come "aiuto regista".

    Perché incredibile?
    Varie volte qualcuno che dà un "aiuto" per alcune cose viene compensato con un credito ufficiale. Metti che per qualche motivo gli abbiano fatto girare per un paio di giorni: non potevano metterlo come "regista" e l'hanno comunque citato. Ricordo che come aiuto in Top sensation figura Rosalba Neri, per debito di gratitudine da parte di Alessi, perché l'attrice suggerì alcune soluzioni di ripresa.
  • Discussione Geppo • 19/10/10 23:29
    Addetto riparazione hardware - 4239 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Geppo ebbe a dire:
    Incredibile! Ho visto che nei titoli di coda compare il nome di Mariano Laurenti come "aiuto regista".

    Perché incredibile?
    Varie volte qualcuno che dà un "aiuto" per alcune cose viene compensato con un credito ufficiale. Metti che per qualche motivo gli abbiano fatto girare per un paio di giorni: non potevano metterlo come "regista" e l'hanno comunque citato. Ricordo che come aiuto in Top sensation figura Rosalba Neri, per debito di gratitudine da parte di Alessi, perché l'attrice suggerì alcune soluzioni di ripresa.


    Sono rimasto sorpreso... insomma che un regista come Laurenti appare come "aiuto regista" in un film datato 1992... dopo aver diretto film di culto come "Ubalda", "Due Maghi del pallone", eccetera.
    Ultima modifica: 19/10/10 23:53 da Geppo
  • Discussione B. Legnani • 20/10/10 01:06
    Consigliere - 14565 interventi
    Geppo ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:
    Geppo ebbe a dire:
    Incredibile! Ho visto che nei titoli di coda compare il nome di Mariano Laurenti come "aiuto regista".

    Perché incredibile?
    Varie volte qualcuno che dà un "aiuto" per alcune cose viene compensato con un credito ufficiale. Metti che per qualche motivo gli abbiano fatto girare per un paio di giorni: non potevano metterlo come "regista" e l'hanno comunque citato. Ricordo che come aiuto in Top sensation figura Rosalba Neri, per debito di gratitudine da parte di Alessi, perché l'attrice suggerì alcune soluzioni di ripresa.


    Sono rimasto sorpreso... insomma che un regista come Laurenti appare come "aiuto regista" in un film datato 1992... dopo aver diretto film di culto come "Ubalda", "Due Maghi del pallone", eccetera.


    Ma Geppo, non è una "retrocessione". Metti caso che abbia solo dato una mano ai registi, per chissà quale motivo. Hanno voluto riconoscere la cosa, accreditandolo: tutto qui.
  • Discussione Nando • 21/01/11 00:48
    Risorse umane - 1419 interventi
    non è che sia un grande vanto farsi riconoscere una qualsiasi collaborazione per la realizazzione di questa infausta pellicola.
  • Discussione Columbo • 21/01/11 12:17
    Magazziniere - 1100 interventi
    Nando ebbe a dire:
    non è che sia un grande vanto farsi riconoscere una qualsiasi collaborazione per la realizazzione di questa infausta pellicola.

    Concordo, una delle pellicole più squallide del cinema italiano, qui al suo Nadir.
  • Homevideo Ruber • 6/10/16 14:47
    Contratto a progetto - 9129 interventi
    Ma ricordo male o era uscito in dvd? ora non lo vedo più, l'avranno ritirato? dubito sia già andato fuori catalogo.
  • Homevideo Zender • 6/10/16 15:29
    Pianificazione e progetti - 45715 interventi
    Non mi pare proprio sia mai uscito, Ruber.
  • Homevideo Ruber • 25/05/19 15:32
    Contratto a progetto - 9129 interventi
    Uscito fin ora solo in vhs, per la cbs/fox.
  • Musiche Ruber • 26/05/19 18:44
    Contratto a progetto - 9129 interventi
    La simpatica canzone tema del film dal titolo "Saint Tropez" è del duo Castellano/Pipolo è cantata da tale Lizzy.

    https://www.youtube.com/watch?v=O7VQS6rl7qs