Pierino colpisce ancora

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1982
Genere: comico (colore)
Note: Sequel di "Pierino contro tutti". Seguito da "Pierino torna a scuola".
Numero commenti presenti: 32
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Il primo seguito “ufficiale” di PIERINO CONTRO TUTTI, sorprendente exploit al botteghino che aprì la strada a un genere. Tornano quindi lo stesso regista (Marino Girolami), la stessa troupe, gli stessi caratteristi che avevano contribuito a dare un minimo di spessore al primo capitolo. Torna soprattutto Alvaro Vitali, che fin dalla canzone sui titoli di testa (“Col fischio o senza”) mette in chiaro le cose: l'unico vero Pierino sono io! Sulla storia poco da dire: assolutamente pretestuosa (come prevedibile), serve solo da sfondo alla solita sequela di barzellette scollacciate di ambiente preminentemente scolastico:...Leggi tutto Pierino, bocciato e ribocciato (agli esami di riparazione, quando Gianfranco Barra gli chiede di scrivere alla lavagna un’espressione algebrica, firma il suo gioiello: + melo -, + vengo -, x non venir + - non me lo - + o per lo - me lo - di -), verrà spedito in collegio dove farà esattamente le stesse cose che faceva a scuola; si produrrà quindi in interminabili volgarità e facili giochi di parole accompagnando il tutto con la caratteristica risata. È triste vedere che per mettere in scena un’unica freddura si sia costretti a costruire intere sequenze che per il resto non fan proprio ridere, ma è ovviamente il principio della barzelletta: la prima parte è solo preparazione, a renderla interessante deve essere l'autore. E vista la non eccelsa qualità di quelli utilizzati qui, c'è di che rammaricarsi. L'unico pregio è il ritmo sostenuto, mantenuto da un Girolami abile nello sfruttare la lunga sequela di gag per cercare di non annoiare. Peccato che queste siano già di per sé piuttosto desolanti e che Vitali come primattore poco possa per migliorarle. Era molto più gratificante vederlo far da spalla a chi (Banfi, Montagnani...) mattatore sapeva esserlo con più capacità; d’altra parte, tuttavia, se Vitali ottenne da protagonista tanto successo con questa serie non gli si posson che fare i complimenti.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 25/02/07 23:36 - 1933 commenti

I gusti di Fabbiu

Di sicuro migliore del precedente, questo film di Pierino ha anche una sorta di trama, e cioè quella del padre che lo porta in collegio dove farà conoscenza col suo nemico Oronzo (chiamato così tra l'altro solo per sfruttare la prevedibile rima) e dal quale fuggirà. Le battute sono decisamente migliori rispetto al film precedente, e mi sono piaciute molto tutte le gag sul treno. Scene memorabili. Vitali ha trovato il suo ruolo perfetto, peccato per lui che sia destinato a finire presto.

Stubby 11/05/07 19:37 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Alvaro Vitali torna a vestire i panni del suo personaggio più famoso e ancora una volta ci offre un repertorio di gag irresistibili. Stesso cast del precedente con il bravo e compianto Enzo Liberti e la sempre bella Michela Miti. L'ambientazione stavolta cambia: non più scuola ma collegio, per terminare poi col mondo del lavoro.
MEMORABILE: Pierino all'arbitro: "puoi contà fino a 2000 che da qui nun me movo!!!"

Homesick 31/07/07 08:44 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Dopo il primo episodio, Vitali torna più scatenato che mai. Sempre esilaranti le scene dell’esame, del ristorante, del treno e dell’incontro di boxe, in cui il Nostro si profonde in mimiche inarrivabili e in battute vernacolari, tanto semplici quanto geniali. Notevoli anche le presenze femminili: la bellezza della Miti e la simpatia della Piersanti e della Lombardo.

Puppigallo 31/07/07 20:41 - 4508 commenti

I gusti di Puppigallo

Pierino, ovvero, un ammasso di volgarità che fanno da ripieno a un botolo (Vitali), che sembra nato per la parte. Lui è l'unico Pierino possibile e qui si esprime a livelli tali (super-mega-volgarità: gli escrementi sul soffitto, i vari tipi di flatulenze, i vaffa) da strappare persino qualche sorriso. Ovviamente, il film è un'accozzaglia di scenette di bassa lega, ma Vitali è così convinto del personaggio, che riesce a raggiungere una sorta di mediocrità vedibile e, perché no, persino con un suo perché. Non male i duetti col professor Pomari (Robutti).
MEMORABILE: La figlia del preside si innamora di Pierino perché le ricorda il suo cane (gli mostrerà una foto dell'animale: è Pierino con le orecchie canine).

Undying 1/08/07 17:11 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Seconda raccolta di barzellette scollacciate, slegate le une dalle altre, che vengono tenute assieme dalla presenza volgarmente divertente del Pierino (per eccellenza) e dalla maestra bona, esemplarmente (es)posta in essere dalla corposa fisicità della prorompente Michela Miti (eroticissima Biancaneve nella parodia diretta da Mario Bianchi lo stesso anno). Pur nella volgarità delle situazioni -spesso men che popolari- la regia di Marino Girolami pone un segno di qualità sull'operazione, che riesce ad essere -quantomeno- spensierata.

Deepred89 1/08/08 13:16 - 3282 commenti

I gusti di Deepred89

Più o meno al livello del capitolo precedente, un altro insieme di barzellette stupidissime legate da una trama quasi inesistente. Ogni tanto si ridacchia, forse più che nel predecessore, ma il livello è veramente basso. Eppure parte del cast e il motivetto principale della colonna sonora non sono da buttare.

Ciavazzaro 19/09/08 17:37 - 4762 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Un altro classico, anche se leggermente inferiore al primo capitolo. Il mitico Alvaro Vitali nei panni di Pierino e la bellissima Michela Miti sono memorabili, ma tra i caratteristi vanno segnalati almeno Toni Ucci e Gianfranco Barra. Diverte si, ma comunque non come il primo capitolo.

Cangaceiro 20/09/08 13:04 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Vitali colpisce ancora! Indispettito dal proliferare di indegni apocrifi del primo Pierino Alvaro torna in pista con la carica di sempre imperversando come solo lui sa fare, sia che si tratti di sbeffeggiare una commissione d'esame, di "aiutare" il papà in trattoria o di mettere a soqquadro il collegio. Gli esiti quindi sono sempre più che accettabili, grazie anche al contributo dei simpatici Cecchetto, Liberti e Robutti.
MEMORABILE: L'espressione algebrica, il viaggio in treno, l'incontro di pugilato...

Disorder 17/11/09 12:13 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Impossibile dare un voto oggettivo ai Pierini di Vitali: la qualità intrinseca è pressochè nulla, tutto si regge sulle spalle degli ottimi caratteristi che li affollano. Questo è l'episodio migliore, che parte subito forte con l'esame di Pierino e poi cala leggermente con la solita sfilza di barzellette di terza mano; come al solito le volgarità si sprecano. Un plauso al trio Miti (la maestra)/Billi (il nonno)/Barra (professore agli esami), che spalleggia alla grande lo scatenato Vitali.
MEMORABILE: Il tema di Garibaldi dettato dal nonno; l'espressione algebrica.

John trent 16/01/10 16:50 - 326 commenti

I gusti di John trent

Secondo capitolo con Alvaro Vitali nei panni di Pierino e solite barzellette infarcite di volgarità scatologiche e doppi sensi a gò-gò. Rispetto al primo capitolo c'è un po' di trama in più (tutta la parte nel collegio di Grosseto è la cosa migliore del film) e forse questo lo fa preferire. La supplente Michela Miti, un po' più castigata, è sempre un bel vedere. Col fischio e senza.

Daidae 22/01/10 15:43 - 2738 commenti

I gusti di Daidae

Lo preferisco anche al precedente. Se si esclude infatti l'ultimo capitolo, uscito ben 10 anni dopo (gli apocrifi manco li calcolo: squallide operazioni commerciali), i veri Pierini sono appunto tre film. Questo secondo diverte per certi versi più del primo: stupendo Robutti nei panni di un direttore che ricorda molto il Calpurnio di Gianburrasca, ottimo Vitali, splendida la Miti. Un ottimo comico che non appassisce.
MEMORABILE: La foto di cane con la faccia di Vitali, l'incontro di boxe. Robutti che conta.

124c 8/03/10 13:21 - 2771 commenti

I gusti di 124c

Dopo il grande successo del primo film, un'accazzoglia di barzellette triviali senza senso accompagnate da scenette sexy garantite dalla bella Michela Miti, Alvaro Vitali con il suo Pierino fa il bis, combinandone di cotte e di crude anche in collegio. Formula che vince non si cambia: Alvaro Vitali rincara la dose e se la gode, mettendo in scacco gli altri Pierini, quelli con Giorgio Ariani e Maurizio Esposito. Alla fine, per me, questo "film" è solo un trash per nostalgici Anni Ottanta.

Pinhead80 31/01/11 11:39 - 3948 commenti

I gusti di Pinhead80

Torna il mitico Pierino, interpretato dal solito Alvaro Vitali unico vero grande mattatore di tutta la pellicola. Il confronto con il primo film pare inevitabile. Questo è più ricco di gag e battute e le situazioni sono maggiormente intriganti (scuola, esame, collegio, ristorante). È sempre un piacere vederlo per farsi due risate.
MEMORABILE: La lezione sul self control.

Dengus 3/04/11 21:31 - 349 commenti

I gusti di Dengus

Quando il secondo capitolo supera il primo; meno scenette e più trama questa volta; gag semplici, volgarotte e divertentissime grazie soprattutto alla faccia di gomma del grande Alvaro! Da non dimenticare, per la seconda volta, il grande apporto di un attore come Billi (questo film è il suo testamento); in tutte le situazioni, grazie alla semplicità, si ride, soprattutto in collegio, dove Alvaro ritrova la maestrina Michela Miti. Presenti anche Ucci e Robutti; il miglior Pierino del lotto.
MEMORABILE: "Il suo amore per Anita durò fino al momento in cui prese alloggio in Via Alessandria e convisse con una prostituta alla quale disse obbedisco!"

Cotola 7/04/11 07:02 - 7521 commenti

I gusti di Cotola

Leggermente meglio del primo film, pur ripresentandone pedissequamente ogni elemento e situazione: comicità rimasta alla"fase anale, parolacce e altre volgarità assortite, qualche donna nuda e poco altro. Che dire? Dove c'è gusto non c'è perdenza.

Gabrius79 13/06/13 16:10 - 1192 commenti

I gusti di Gabrius79

Seguito di Pierino contro tutti con meno mordente e comunque se possibile ancora più povero di mezzi. Si ride a tratti con le consuete barzellette. Ultimissima apparizione di Riccardo Billi che (come raccontato da Alvaro Vitali nel commento del film in dvd), debilitato dalla malattia riuscì a girare pochissime scene del film. In compenso vanno segnalati un ottimo Toni Ucci nei panni di Francesco e un gustoso Enzo Robutti in quelli del preside.
MEMORABILE: Il tema dettato dal nonno a Pierino in sede di esame.

Markus 26/08/13 14:07 - 3294 commenti

I gusti di Markus

Seguito di un successo spropositato; ecco dunque motivato un secondo più ricco capitolo (anche per contrastare i famigerati “pierini apocrifi” nel frattempo girati). Rispetto al capostipite c’è maggior cura per location e sceneggiatura e, infatti, la confezione risulta notevolmente migliorata. Si ridacchia a denti stretti, ma la pellicola è fondamentalmente destinata a un pubblico adolescenziale in cerca di facili battute. Vitali canta la sigla (nel primo film lo score è strumentale).

Ramino 28/08/13 10:32 - 127 commenti

I gusti di Ramino

Secondo capitolo della saga dei veri Pierino, dove rispetto al precedente, sembra essere migliore. Ottimi i caratteristi e gli attori di contorno come sempre, ma il grande Alvaro ruba la scena a tutti con un'irresistibile sequela di battute che rimarranno memorabili. Nonostante i pochi mezzi a disposizione per la realizzazione, il film funzionò benissimo, come dimostrano gli incassi dell'epoca. Ruolo di tutta una vita per il grande Alvaro.

Mco 12/02/14 17:34 - 2150 commenti

I gusti di Mco

Per Perino sono tempi duri con l'istruzione e l'unica soluzione pare essere un collegio. Ma qui la vista della stessa maestrina del passato risveglia in lui uguali desideri... di studio. In questo seguito delle avventure di Vitalino la grana grossa è avvertibile a un chilometro di distanza. Battute a ogni angolo del copione, ammiccamenti sexy (deputati alla conturbante Michela Miti) e qualche caratterista doc in grande spolvero (Liberti e Robutti uber alles). Il divertimento è assicurato a ogni visione. Un must senza età.
MEMORABILE: La borsa che diventa valigia...

B. Legnani 6/04/14 15:05 - 4722 commenti

I gusti di B. Legnani

Sorprendentemente meglio del primo. Sarà che ci si è abituati al tono triviale, sarà che ci si rende conto che, alla luce delle premesse, Vitali è perfetto per il ruolo, sarà che stavolta non ci si limita a cucire barzellette, ma una specie di trama c'è: il film vale un pochino in più del capostipite. Da notare come, anche in questi film di bassa lega, si possa notare il professionismo (Liberti, Barra, Robutti...).

Rigoletto 26/07/14 18:55 - 1565 commenti

I gusti di Rigoletto

Vale il pallinaggio dato al primo film, né si discosta dall'impianto generale. Continua ad avvalersi di un Vitali calato nella parte (parola grossa...) e di splendidi caratteristi, da Robutti a Gammino passando per Liberti, Billi, Ucci e tanti altri. Non sarà mai niente più che un film da due pallini (come gli altri della serie), ma un posto nella comicità sbracata lo può rivendicare tutto. Vitali più simpatico quando può duettare con una controparte di valore.

Marione 18/10/14 14:28 - 103 commenti

I gusti di Marione

Secondo episodio, assolutamente collegato al primo: stesso cast, stesse situazioni, stesse risate. Inutile anche qui valutare trama e produzione, le gag continue potrebbero essere tranquillamente episodi indipendenti e perfettamente sostituibili con quelle del capostipite, ed è impossibile non ridere. Vitali ancora più scatenato. Purtroppo, l'ultimo episodio verrà alla luce quasi un decennio dopo, con una produzione ancora (!) più modesta. Il vero, unico Pierino.
MEMORABILE: Il nonno; Il tema; La Miti.

Maik271 10/03/15 08:05 - 436 commenti

I gusti di Maik271

Sfruttando il successo di Pierino contro tutti Girolami realizza il sequel con una pellicola senza particolare interesse ,che vede il mattatore Pierino impegnato a regalare un condensato di barzellette dell'epoca ma che non fanno più ridere da anni. Nel cast la poco capace (ma almeno procace) Miti e un indimenticato Enzo Liberti. Solo per i fan di Vitali.

Saintgifts 28/11/16 15:02 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Alvaro Vitali protagonista è Pierino. Il Pierino delle barzellette personificato, con tanto di famiglia, amici e conoscenti disperati per le continue birbonate e prese in giro che il "bambino" instancabilmente e quotidianamente propina a tutti coloro che hanno la sfortuna di incontrarlo. I film, questo compreso, non valorizzano un soggetto che trova in Vitali l'interprete perfetto e rimangono a un basso livello, con sceneggiature al limite del puerile e battute straconosciute, sopportabili solo per la verve di Vitali. La Miti consola.

Vito 2/05/18 13:27 - 649 commenti

I gusti di Vito

Medesima formula del primo film, con la solita serie di sketch e barzellette in sequenza. Vitali è sempre in gamba e dà il meglio di sé sostenuto dai mitici caratteristi del bis italico (ci sono Liberti, Barra, la Lombardo, il mostruoso Baccaro e la sempre bellissima Miti). Risate assicurate e almeno due scene da antologia come il tema su Garibaldi e la sfida di boxe col secchione Oronzo.

Faggi 18/08/18 16:23 - 1504 commenti

I gusti di Faggi

Il secondo pezzo della saga pierinesca originale (Pierino medico della S.A.U.B. è spurio) ha svariati segmenti di puro spasso: tra paradossi, follie, trivialità, attitudine genuinamente barzellettara e lampi da farsa surreale. Alvaro Vitali domina il personaggio; ne fa quel che vuole, lo cristallizza in maschera (ormai lo si può considerare un classico). E c'è ancora Michela Miti: in splendida forma; bella e brava, sensuale tanto da togliere il fiato. Abbiamo pure una trama e tra una scenetta e l'altra il film scorre con pieno spirito popolare.

Herrkinski 14/02/19 17:00 - 5133 commenti

I gusti di Herrkinski

Sequel dedicato al personaggio più noto di Vitali, è il perfetto punto d'incontro tra barzelletta-movie e commedia scorreggiona; se può suonare filmicamente deplorevole, bisogna però ammettere che la comicità slapstick quasi d'altri tempi (la gara di boxe sembra uscita da un film di Chaplin) a tratti funziona, qualche battuta è talmente trucida da suscitare ilarità, il cast di contorno presenta gustosi caratteristi (Robutti e Barra su tutti) e la confezione non è malaccio. Si ride a denti stretti, a tratti si sbadiglia, ma ha un suo perché.

Gestarsh99 7/04/19 22:09 - 1322 commenti

I gusti di Gestarsh99

Fenomenologia del "pìrito" vitaliana al suo zenit eplosivo. Più di un novello Barbariccia dantesco l'irresistibile Alvaro fa del suo cul tromba d'aria, incattedrandosi in questa seconda cantica da abile e consumato ermeneuta del peto. Attirato in collegio dalla scia feromonica di una sempre più audace supplente Rizzi, l'impenitente pluribocciato riprende a beffarsi di superiori dispotici, palloni gonfiati e coetanei altezzosi, radendo al suolo ogni loro arroganza sotto una cateratta di tuoni bassoventrali, lampi calembouristici e saette parolacciare. Stiano alla larga i fiscalisti del bon ton.
MEMORABILE: La lectio magistralis di Pierino sulle tre categorie del "pìrito"; L'allenamento pre-amoroso al ritmo di "mela, pera, banana e caffè".

Il Dandi 31/05/19 17:04 - 1774 commenti

I gusti di Il Dandi

Sequel di Pierino contro tutti di cui, oltre al ripetente parolacciaro e flatulente col baschetto in testa, vede riconfermati tutti i comprimari (lo sconfortato papà Liberti, l'intorpidito nonno Billi, la Miti supplente in autoreggenti). Stavolta l'andamento è meno improvvisato (si passa dal film girato in mezzo alla strada a note location che denotano un minimo di produzione); tuttavia il tentativo di costruire una parvenza di trama toglie spazio alle - già scontate - barzellette, risultando pure noiosetto da seguire.
MEMORABILE: "Col fischio o senza?"

Nando 26/03/20 13:29 - 3475 commenti

I gusti di Nando

Pellicola di chiara estrazione pecoreccia in cui Alvaro Vitali è totalmente a suo agio tra battute triviali, peti e qualche fugacissima apparizione sexy. Fondamentalmente lo sviluppo narrativo è un'accozzaglia di scenette viste e riviste. A parte Liberti e Barra anche i caratteristi storici si sono tenuti alla larga e la Miti appare qui decisamente oca.

Siska80 5/06/20 16:09 - 652 commenti

I gusti di Siska80

Il film parte con una serie di gag particolarmente riuscite (indimenticabili gli esami di licenza elementare), regge ancora piuttosto bene nelle scene che si svolgono sul treno (che però fanno storcere il naso ai palati fini per il livello di scurrilità raggiunto), inizia il progressivo cedimento dal momento in cui il protagonista varca i cancelli del collegio ritrovando la maestra Rizzi. I buoni comprimari sono messi con le spalle al muro da un copione scialbo (veramente brutta e interminabile la sequenza dell'incontro di pugilato), frutto solo di un'itutile operazione commerciale.
MEMORABILE: Il tema su Giuseppe Garibaldi completo di "interferenze esterne".

Azione70 13/08/20 00:45 - 145 commenti

I gusti di Azione70

Film che racconta una serie di barzellette sullo sfondo del solito Pierino, intelligente (o meglio, furbo) ma con poca voglia di andare a scuola. Questa volta il padre (Enzo Liberti, un po’ sottotono) lo porterà in collegio, senza tuttavia ottenere risultati diversi. Vitali ce la mette tutta ma le battute, salvo rare eccezioni, sono vecchie o scontate. Cast di contorno di scarso livello (ma la Miti è... un mito!). Musica (la canzone di Pierino) ossessiva ma simpatica. Raccomandato agli amanti del trash: gli altri si astengano.
MEMORABILE: Pierino spiega sul treno i differenti tipi di scoreggia.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Fabbiu • 17/11/07 15:46
    Segretario - 649 interventi
    aneddoto: c'è una scena in cui al bambino cade il secchiello, la mamma per raccoglierla emette una flatuenza, ma si corregge dicendo che al Gianicolo ad una precisa ora il cannone spara; passando di lì Pierino commenta "Allora signora devi regolare il culo di quarto d'ora"
    Non è proprio così, ma più o meno la battuta è questa.
    Durante la prima di Pierino, a seguito di questa battuta, il regista Sergio Leone si è alzato, ha battuto le mani e se ne è uscito dalla sala.
  • Curiosità G.Godardi • 17/11/07 16:14
    Call center Davinotti - 667 interventi
    Si però questa battuta avviene quasi a fine film....ciò significa che a Leone non gli fece poi così schifo il film come si racconta in giro....
  • Curiosità Fabbiu • 17/11/07 16:36
    Segretario - 649 interventi
    forse se ne doveva andare perchè era tardi, e la gente ha interpretato tutto questo come un segno di snobbismo.
  • Homevideo Zender • 8/04/09 10:23
    Consigliere - 43513 interventi
    La sempre prestigiosa Geppo collection di Germania ci offre oggi la rara fascetta vhs di PIERINO COLPISCE ANCORA targata SSV STAR VIDEO.

    Ci fa peraltro notare Geppo che la fotobusta sul retro della fascetta... è una foto di scena tratta da PIERINO MEDICO DELLA S.A.U.B.!!!

  • Musiche Ciavazzaro • 14/05/10 20:58
    Vice capo scrivano - 5599 interventi
    http://www.youtube.com/watch?v=wzfU65qRUj0&feature=related
  • Musiche Il Dandi • 15/05/10 16:21
    Contratto a progetto - 1435 interventi
    Il titolo è Col fischio o senza, cantata da Alvaro Vitali, scritta da Berto Pisano.