Sono affari di famiglia - Film (1989)

Sono affari di famiglia
Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 11/04/07 DAL BENEMERITO MAGNETTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Magnetti 11/04/07 17:41 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Il film parte bene: bello l'intreccio di rapporti e incomprensioni familiari fra il nonno (Sean Connery), il papà (Dustin Hoffman) e il figlio (Matthew Broderick), poi si siede e arriva al finale "telefonato". Allora il motivo per vedere il film rimane nella bella prova dei tre attori e nella scena del funerale alla "irlandese" in cui è vietato essere tristi. La famiglia del titolo è italo/irlandese e Sean Connery si lamenterà della parte nostrana dicendo "mi facevano pisciare olio di oliva".

Galbo 26/03/08 18:56 - 12390 commenti

I gusti di Galbo

Nonostante il cast stellare impiegato e la regia del grande Sidney Lumet, è decisamente un film poco riuscito. La sceneggiatura (in particolare tutta la serie delle incomprensioni familiari) è troppo scontata e piena di luoghi comuni; la storia procede su binari narrativi altamente prevedibile. Inoltre il cast appare poco assortito e in particolare molto poco credibile appare il rapporto padre/figlio tra Hoffman e Connery. Occasione sprecata.

Lovejoy 1/07/08 17:37 - 1823 commenti

I gusti di Lovejoy

Inizia come una commedia e finisce in dramma. Una pellicola la cui parte migliore è in particolare la prima, mentre nella seconda l'interesse va scemando ogni minuto che passa. Lumet alla regia ha qualche colpo a vuoto. Gli attori sono affiatati ed è solo per loro che si arriva fino in fondo.

Cotola 3/07/08 12:27 - 9039 commenti

I gusti di Cotola

Commedia "familiare" molto deludente soprattutto se si pensa che a firmarla è un ottimo regista come Sidney Lumet e se si guarda al cast avuto a sua disposizione. In particolare il punto debole del film è la scialba sceneggiatura che non riesce a strappare risate allo spettatore e che sceglie un tono a metà tra dramma e commedia che, a mio parere, non si addice alla pellicola. Meglio sarebbe stato un registro più brillante e veloce se non additittura un po' grottesco e sopra le righe.

124c 15/09/15 15:29 - 2918 commenti

I gusti di 124c

Questo film è, decisamente, uno dei passi falsi dello Sean Connery post-Intoccabili, anche se le premesse per un grande successo c'erano eccome. Cosa non va? Probabilmente l'alchimia fra Sean Connery e Dustin Hoffman, che avrebbero bucato lo schermo più come fratelli che come padre e figlio che fanno i ladri. Matthew Broderick, poi, dopo una carriera da star teenager iniziava a calare vistosamente e questo film non l'ha aiutato a risollevarsi. Più un dramma che una commedia fra tre generazioni di ladri. Meglio rivedersi I soliti ignoti.

Schramm 2/08/17 18:48 - 3495 commenti

I gusti di Schramm

I padri, i figli, i nonni e le imperdonabili colpe che vanno nella medesima buca di generazione in generazione. Lumet sembra quasi dimenticare che i film sono affari anche dello spettatore: il ritmo segna si e no una tacca verde di connessione disponibile, e il lievito narrativo se la prende bella comoda nel gonfiare l’impasto. Il meglio sta nel retrogusto amarognolo dato dall’insanabile lacerazione dei rapporti; a tutto il resto provvede Hoffman facendo tutto con gli occhi. Broderick gli tiene grossomodo testa, Connery è ai suoi minimi attoriali, forse convinto che gli basti presenziare.

Rigoletto 1/03/19 10:24 - 1786 commenti

I gusti di Rigoletto

Lumet firma una commedia che, in quanto tale, può permettersi un tono leggero e frizzante, persino canzonatorio. Ne consegue che la sceneggiatura, morbida e sinuosa, avrebbe potuto essere un po' più densa di contenuti. Il film però non annoia e le paturnie del povero Hoffman preso in mezzo fra un figlio ribelle (Broderick) e un padre incorreggibile (Connery, qui gigione al cubo) contribuiranno notevolmente al risultato finale. Cameo per James Tolkan.
MEMORABILE: "Correvo i cento metri piani con due sbirri alle calcagna!"

Daniela 1/11/20 19:47 - 12654 commenti

I gusti di Daniela

Nonno pregiudicato si fa convincere dal nipote a tentare un colpo in cui finisce coinvolto anche il riluttante babbo... Film deludente per il prestigio dei nomi in campo: Lumet dirige con la mano sinistra, mentre Connery e Hoffman, pur offrendo prove professionali, non risultano credibili come padre e figlio per colpa di una sceneggiatura incerta sui toni da adottare e di una definizione approssimativa dei rispettivi personaggi. Paradossalmente, una dimensione produttiva più modesta, alimentando meno aspettative, forse avrebbe indotto ad una valutazione più benevola. 

Sidney Lumet HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina La parola ai giuratiSpazio vuotoLocandina Rapina record a New YorkSpazio vuotoLocandina SerpicoSpazio vuotoLocandina Quel pomeriggio di un giorno da cani
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Homevideo Schramm • 3/08/17 12:25
    Scrivano - 7694 interventi
    nota da mille e un demerito per l'edizione 20th home entertainment: sottotitoli allucinanti quasi tutti tradotti alla lettera, che si tratti di frasi idiomatiche o meno. ma una casa di tale portata non sa scegliersi i traduttori? davvero incredibile.
    Ultima modifica: 3/08/17 12:26 da Schramm
  • Curiosità Buiomega71 • 22/11/21 19:16
    Consigliere - 25983 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv ("I filmissimi", lunedì 27 gennaio 1992) di Sono affari di famiglia:

    [img size=424]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images58/sonoaffari.jpg[/img]