Pierino contro tutti

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1981
Genere: comico (colore)
Note: seguito da "Pierino colpisce ancora" e "Pierino torna a scuola"
Numero commenti presenti: 46
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

È il film che ha dato il via alla serie di Pierino. Un film nato quasi improvvisando a partire dai libri di barzellette sul tema. E fu un successo inaspettato, che rapportato al budget ridicolo impiegato per la sua realizzazione, innescò un processo inarrestabile che diede vita a sequel e imitazioni. PIERINO CONTRO TUTTI non ha una vera trama: parte da una situazione di base (Pierino scolaro discolo con padre ristoratore e famiglia bonaria) e sviluppa una sequenza di sketch uniti da un sottilissimo legame (spesso inesistente) che sono poco più che barzellette scenografate. Nei primi minuti pare di individuare una recitazione vagamente riconducibile a una storia, poi ci si accorge dell'estrema frammentarietà del progetto, che inserisce poco...Leggi tutto a poco nuovi personaggi (Michela Miti, la supplente “bona” che si concede solo un breve nudo da tergo è la più presente) funzionali per il ruolo di spalla. Hanno il compito di scatenare le risposte fulminanti del protagonista sulle quali poggia ogni scena. Si rispolverano dunque i vecchi caratteristi, a cominciare da Riccardo Billi (il nonno rimbecillito) per continuare con Enzo Liberti (il padre di Pierino, ora e sempre) i quali, assieme a presenze estemporanee come quella di Enzo Robutti (con Enzo Garinei ha un bel numero in un negozio di ferramenta), Francesca Romana Coluzzi e altri conferiscono una certa serietà professionale al lavoro del regista Marino Girolami. Non c'è una gag meglio di un'altra, sono tutte barzellette strasentite e la capacità degli autori sta soprattutto nel saperle inserire all'interno della storia il meno forzatamente possibile. I film di Pierino sono intercambiabili, comunque, li si potrebbe rimontare in qualsiasi modo...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
PROSSIMAMENTE: annunciato a breve un nuovo commento (firmato Pessoa) su questo film
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 25/02/07 23:21 - 1958 commenti

I gusti di Fabbiu

Il finto legame, o la finta trama, usata per unire le varie gag (di cui solo poche sono valide) è molto evidente e gioca parecchio a sfavore di questo prototipo ufficiale di film barzellettistico. La cosa molto evidente in questo film è la durata: che piaccia o che non piaccia, il peso del tempo che intercorre tra i vari sketch è per forza di cose notevole, visto che il film è composto da tanti micro-episodi. Ma Vitali è nella fase più aurea della sua vita, e le doti da caratterista di grande espressività sono valide.

Stubby 11/05/07 19:30 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Alvaro Vitali è in formissima e trova un personaggio fatto su misura per lui. L'attore sfodera un repertorio di barzellette che anche se risultano dette e stradette sono sempre da sganasciamento (grazie alla sua mimica facciale ineguagliabile). Da ricordare nel cast una bella Michela Miti nella parte della supplente.

Homesick 31/07/07 08:43 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

L’unico, inimitabile capostipite di tutti i Pierini con l’unico, inimitabile e inarrivabile Alvaro Vitali. Torna alla ribalta il film barzelletta, con scherzi e battute continue che, sebbene ormai risapute, non fanno una grinza e ogni volta che si risentono non mancano di far ridere. Splendida la Miti e divertentissimi tutti i numerosi caratteristi presenti.

Undying 1/08/07 17:17 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Primo film di una "trilogia" che pareva destinata ad espandersi (con "Pierino Stecchino", nelle intenzioni di Vitali), a suo modo fonte di una sconfinata quantità di imitazioni (o apocrifi) tra i quali i peggiori sono quello siglato da Lenzi) con Giorgio Ariani al posto di Vitali e quello diretto da Tarantini con l'inguardabile - e insopportabile - Marina Marfoglia. Buona la regia e - soprattutto - BUONA la Miti, nella sequenza in cui perde (a causa di uno scherzo) la (mini)gonna...

G.Godardi 20/08/07 19:04 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Primo film da protagonista assoluto per Vitali e vera consacrazione del suo "mito". Film poverissimo, girato con due soldi e alla carlona, ha avuto il merito innegabile di racimolare un sacco di soldi. Segno che qualcosa che funziona al suo interno c'è. C'è Vitali incontenibile e un cast fatto di tante guest star del nostro cinema di genere, oltre a Michela Miti. Funziona bene per la prima ora, quando vi è ancora una linea di trama; durante la seconda vi sono solo un'accozzaglia di barzelle incollate tra loro e si fatica ad arrivare alla fine.
MEMORABILE: Notare la struttura a stripes del film:è la stessa di Ecce Bombo! Ottimo lo score di Pisano,anche se mal utilizzato.

Deepred89 18/09/07 23:46 - 3312 commenti

I gusti di Deepred89

Mitico "scult". La trama è inesistente, solo un insieme di scenette a tratti divertenti ma così stupide e squallide che mettono in imbarazzo. Regia e fotografia ai minimi termini, niente male il cast e discreta la colonna sonora che entra prepotentemente nella testa. Rispetto ai seguiti apocrifi sembra sicuramente un capolavoro, ma la morte del cinema italiano inizia da qui. Da vedere almeno per cultura.

Lovejoy 18/02/08 15:56 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

A causa del sucesso di questo film ne sono usciti molti seguiti o tentativi di imitazione, tutti per un verso o per l'altro accumunati dallo stesso, disastroso risultato: dimenticabile. Serie di sketch, alcuni dei quali molto, troppo volgari. Battute stantie e personaggi di rara antipatia. Vitali dà il peggio di sè in un personaggio entrato comunque nella storia del cinema di genere (purtroppo). Sprecati caratteristi di razza quali Liberti, Antonelli, Ucci, Baccaro e la Coluzzi.

Matalo! 24/07/08 17:52 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Ricordo lo sbalordimento di Sergio Leone quando il benemerito Girolami, padre di Enzo G. Castellari, lo invitò a vedere il film. Tanti decenni di storia del cinema e poi al botteghino sfonda una raccolta di vecchie barzellette dette da un odioso (ma capace) caratterista. Questo è il cinema per il 70% della gente, due ore di distrazione non rompeteci con l'arte e meno regia c'è meglio è. Metti pure che Michela Miti è così bona che più non si potrebbe e il gioco è fatto. Dal punto di vista estetico al di sotto delle varie soldatesse, infermiere, insegnanti...
MEMORABILE: Chicago di notte; Michela Miti con o senza abiti.

Ciavazzaro 2/08/08 03:33 - 4766 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Primo capitolo della famosa serie, un po' grezzo nella comicità (data soprattutto da Vitali), ma con alcuni momenti da ricordare, come quando Pierino va dalla cartomanante Marisa Merlini (Dio l'abbia in gloria). Per il resto si notano la Miti e un buon cast di caratteristi.

Galbo 4/08/08 19:33 - 11454 commenti

I gusti di Galbo

Primo e migliore dei film della serie interpretati da Alvaro Vitali. Benchè realizzati con stile assolutamente "pecoreccio" e grossolano (le volgarità, i doppi sensi e i rumori corporei si sprecano) non si può negare che il film sia in più punti autenticamente divertente ed abbia in sè qualcosa di naif probabilmente accentuato dalla "patina" temporale. Non certo un capolavoro ma a suo modo godibile.

Ale56 2/07/09 11:30 - 225 commenti

I gusti di Ale56

Forse il più divertente della trilogia, "Pierino contro tutti" risulta essere una gradevole sorpresa nella sua visione. Si inizia con le solite barzellette (interpretate discretamente da Alvaro Vitali), poi si passa alla bella insegnante. Ci sono anche il nonno mezzo rimbambito (il bravo e in parte Billi), il padre e la madre rassegnati e una sorella vanitosa. Ci si costruisce una trama quasi consistente, anche se nel complesso il film è un raccoglitore di barzellette (alcune anche poco riuscite) su Pierino. Buona regia e film divertente.
MEMORABILE: Il nonno e Pierino al ristorante.

Tomastich 20/08/09 14:56 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Capostipite di una serie che ha catapultato Alvaro Vitali nel "b-gotha" della commediaccia italiana. Soggetto preso dal repertorio del barzellettiere italiano, caratteristi ben assortiti e un Vitali molto allegro fanno di questo film un divertente passatempo.

Enricottta 30/08/09 15:18 - 507 commenti

I gusti di Enricottta

Ero al bar e ascoltavo un padre orgoglioso del figlio, bambino, che gli raccontava tutte le battute che aveva visto in tv il giorno prima. Questa allegra spazzatura è figlia della televisione commerciale perché quando il film uscì nelle sale non incise così profondamente nella cultura italiana. Alvaro Vitali è tanto buffo e il tutto finisce lì.

Cavina 17/10/09 00:57 - 2 commenti

I gusti di Cavina

Si può dire tutto il peggio su questo filmetto di Girolami: che sia trash, rompiballe, volgare, petulante, antiestetico, etc., così come il suo protagonista Vitali. Però è anche vera un'altra cosa: questo film lo conoscono anche i muri! Ci sono due generazioni e mezzo che sanno tutte le battute a memoria del film. Probabilmente è anche il film più famoso tra gli alunni della scuola primaria e delle medie inferiori (visti gli innumerevoli passaggi nelle Tv private e l'ambientazione scolastica).
MEMORABILE: "Ei fu siccome immobile... dato il mortal sospiro... gli uscì dal culo 'na specie de respiro!!!".

Disorder 17/11/09 12:48 - 1410 commenti

I gusti di Disorder

Credo sia il Pierino più "potabile" anche per i non amanti del genere trash. Senza alcun soggetto o sceneggiatura degni di tale nome, vengono solo messi lì dei caratteristi con l'unico scopo di reinterpretare vecchie barzellette o gag vecchie come il mondo (spiare dal buco nel muro...). Il fatto è che riescono a divertire. Quasi tutto il merito va al buon Vitali ed al suo inarrivabile nonno Riccardo Billi, che quando compare ruba la scena al protagonista. Nel suo genere, tra i migliori.
MEMORABILE: Il padre: "In Svezia danno 50 mila lire agli uomini che vanno con le donne..." Pierino: "Ma cosa te ne fai di 100 mile lire all'anno..."

John trent 16/01/10 12:29 - 326 commenti

I gusti di John trent

Clamoroso successo per un film senza capo né coda girato in economia ma tutto sommato ben costruito e con un impressionante stuolo di caratteristi (da Vitali stesso a Robutti, Garinei, Liberti, Billi). Nel suo genere ha un suo perché. Michela Miti semplicemente spettacolare...
MEMORABILE: Il corteggiamento del professore di ginnastica Gammino alla Miti con attentati vari.

Daidae 22/01/10 15:39 - 2763 commenti

I gusti di Daidae

Alvaro Vitali con questa serie di film si rese famoso. Scadente come attore "serio", si risollevò qui e in altri validi comici e commedie italiane. Film che divertirà sopratutto chi è alla ricerca di risate facili e grezze, tipiche della commedia scoreggiona all'italiana. Una sorta di cult al negativo. Ebbe un discreto successo e ci fu chi si lanciò a razzo per sfruttarlo e ci regalò così i famigerati "apocrifi".
MEMORABILE: La composizione di banane e pesche.

124c 8/03/10 13:09 - 2779 commenti

I gusti di 124c

Pierino, lo scolaro delle barzellette popolari, nel 1981 prende vita al cinema impersonato dal caratterista romano Alvaro Vitali, che prima di allora era "solo" un attore minore nelle commedie sexy scolastiche anni 70 o la spalla di Mario Carotenuto, Lino Banfi e Renzo Montagnani. Svolta nella carriera dell'attore, che, nonostante sia triviale con tutto e tutti in questo film, ha i bambini anni 80 dalla sua parte che lo eleggono loro beniamino. Barzellettaro e sexy, oggi fa solo tenerezza.

Cangaceiro 9/10/10 20:10 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Uno dei film più popolari del nostro cinema, ormai cult per varie generazioni di discoli italiani. Vitali viene lasciato allo stato brado davanti alla cinepresa e per la sua prima da protagonista dimostra una spiccata personalità (oltre al fisico del ruolo), capace di dar corpo a un personaggio strafottente, scorretto e maleducato: sarà per questo che ha riscosso tutto 'sto successo? Probabilmente sì, visto che la galleria di gag e barzellette non è proprio di prima mano. Il resto lo fanno il motivetto orecchiabilissimo e la sfilza di celebri comparsate.
MEMORABILE: Ennio Antonelli in trattoria; Pierino che lancia la palla sporca di me**a a Gammino; le palle di Natale.

Pinhead80 23/01/11 14:48 - 4008 commenti

I gusti di Pinhead80

Ecco il ruolo per eccellenza che ha fatto di Alvaro Vitali un vero mito, ovvero Pierino. Il film in sè non è che sia questo granchè, ma è sempre molto divertente vederlo, facendosi quattro risate senza avere troppe pretese. Tra la pseudo-trama e le varie barzellette a tema che vengono inserite per riempire la sceneggiatura, l'ora e mezza passa in un battibaleno.
MEMORABILE: Le scene che vedono protagonisti Pierino e il nonno.

Dengus 3/04/11 21:46 - 349 commenti

I gusti di Dengus

Stracult! Vitali per la prima volta cammina da solo e lo fa con disinvoltura, grazie anche al nonno Riccardo Billi, con cui dà vita a simpatiche gag come quella del dottore al telefono! Non si pretendeva tanto da questo film (più un insieme di sketch che un film), ma gli incassi furono buoni e a distanza di anni è rimasto. L'apice è il siparietto di alta scuola comica tra Enzo Garinei ed Enzo Robutti! La bellona del film è una naturalissima Michela Miti, tampinata dal professore interpretato da Gammino. Guardato e riguardato, si ride sempre!
MEMORABILE: La barzelletta sulla donna incinta; il dottore che alla terza telefonata dice: "le supposte te le devi mettere in culo!"; Chicago di notte!

Cotola 7/04/11 06:56 - 7634 commenti

I gusti di Cotola

Il film che ha definitivamente rovinato Vitali. Non esiste una trama ma solo un susseguirsi continuo di gag stiracchiate e risapute e di barzellette da terza elementare e che già all’epoca erano vecchie e incartapecorite. Dinanzi a “cotanta roba” (pipì, scoregge, cacca ed altre amenità del genere) ci si chiede come ci si possa divertire e come la pellicola abbia avuto un tale successo da generare diversi seguiti (originali ed apocrifi) oltre che epigoni ancor peggiori. Una risposta possibile c’è, ma è troppo triste.

Rambo90 28/06/11 22:31 - 6444 commenti

I gusti di Rambo90

Enorme successo e insieme pietra tombale per Alvaro Vitali. Il film non è altro che un insieme di barzellette assunte a sketch, tutte stupidotte ma alla lunga divertenti. Vitali è simpatico e nel cast ci sono un paio di nomi interessanti (Billi, Ucci, Robutti); comunque questo non è cinema, è soltanto un insieme di volgarità e battute assortite a casaccio.

Funesto 1/07/11 02:39 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Selezionate le "migliori" battute su Pierino, riordinatele a piacere, chiamate degli attori e premete [REC]: in 4 passi, eccovi Pierino contro tutti. Fatto (immagino) con due lire e mezzi alla buona, è un film artificiosamente infantile ma a suo modo riuscito: il personaggio a Vitali calza a pennello, le gag strappano le consuete (ma non sempre ottenute in altri film del genere) risate e il rischio noia è scongiurato. Grande Riccardo Billi nei panni dell'arzillo nonnetto/complice, ma un po' tutti son bravi. Ottimi i costumi. Tutto qui!
MEMORABILE: In un modo o nell'altro un po' tutti gli sketch! Da ricordare però quello con la cartomante Marisa Merlini, bravissima.

Kekkomereq 5/12/11 20:27 - 359 commenti

I gusti di Kekkomereq

Prendendo spunto dallle barzellette di Pierino, gli sceneggiatori di "Pierino contro tutti", sono riusciti a creare il più flatulento, volgare e rozzo film sulle barzellette mai realizzato (senza contare i sequel). Il cast è scarso (Vitali e Miti più di tutti), il montaggio malfatto e il doppiaggio è fuori sincrono. Ci si stanca subito di vedere le situazioni che il film propone e alla lunga anche le battute di Pierino diventano pesanti. Peccato per la colonna sonora, totalmente sprecata in un film del genere.

Rigoletto 21/06/12 20:02 - 1622 commenti

I gusti di Rigoletto

Croce e delizia per Alvaro Vitali, che ottiene sì un grande successo ma non riesce più a schiodarsi il personaggio di dosso. Film composto da tanti piccoli sketch come quadretti che vanno a comporre un affresco un po' astratto. Non si segue un percorso né tantomeno una logica, però il risultato è un film bislacco che di soldi ne ha fatti parecchi ed è diventato un piccolo cult. Ottima prova di tanti bravi caratteristi (a cominciare da Billi) e con una musa ispiratrice (la Miti) simile ad una Dea sfolgorante. **
MEMORABILE: Il nonno dentro la vasca: "Ma sei sicuro che la medicina si prende così?". Pierino: "Ma certo, un cucchiaio al giorno dentro l'acqua fredda".

Gabrius79 13/06/13 16:01 - 1208 commenti

I gusti di Gabrius79

Frizzante (ma non sempre) sarabanda di barzellette con un Alvaro Vitali in gran forma. C'è una certa penuria di mezzi, ma alla fine le risate non mancano. Ottimo Riccardo Billi (il nonno) come spalla e bellissima Michela Miti nel ruolo della supplente. Rimangono nella memoria collettiva la sigla del film e il jingle del Duppi Duppi Du.
MEMORABILE: La scena di Pierino che telefona al dottore.

Markus 27/08/13 09:06 - 3333 commenti

I gusti di Markus

Vitali, dopo decine di parti più o meno secondarie in pellicole di grana grossa degli Anni '70, è promosso a primo attore nei panni di "Pierino", una figura talmente aderente al suo modo di porsi e di apparire da divenire suo alter-ego, ma anche suo limite (che di lì a poco presenterà il conto della disoccupazione). Indubbiamente un film all'epoca geniale nel miscelare becera volgarità, umorismo da barzelletta sconcia e senso del pruriginoso ("storia del cinema" sono le inquadrature della formosa Michela Miti con reggicalze).

Ramino 7/09/13 12:54 - 127 commenti

I gusti di Ramino

Primo capostipite di una trilogia che ha fatto la fortuna del suo protagonista. Lo hanno visto tutti e tutti ricordano le battute, magari anche un po' volgari ma senz'altro divertenti. Certo manca la finezza estetica, ma sicuramente questa mancanza ha contribuito a dare quel tocco di popolarità in più al film. Grandissimi anche comprimari come Billi, Liberti, Gammino e Baccaro (sarebbe stato simpatico sfruttarlo di più...). Notevole la minorenne Miti. Da vedere in compagnia.
MEMORABILE: Chicago di notte; Il 5 maggio.

Mco 12/02/14 17:42 - 2159 commenti

I gusti di Mco

Pierino è Alvaro Vitali, questo va premesso. Ogni imitazione, pur degna di nota, costruisce "altro". Vitali ha il cappellino col pon pon e la borsetta a tracolla. Vitali sa stare tra i ragazzini pur essendo di ben molti anni più grande. E sempre Vitali sciorina battute volgari a ripetizione senza dar mai l'idea di essere davvero la trivialità fatta persona. Qui ha Billi, Liberti, Robutti, la Coluzzi e la bella Miti a rendergli omaggio come comprimari; e il risultato è talmente becero da sfiorare a ogni visione il sublime. Pierino è Vitali.

B. Legnani 15/03/14 18:05 - 4791 commenti

I gusti di B. Legnani

"Storicamente" importante, filmicamente quasi allo zero. L'unico pregio è che si lascia guardare fino in fondo perché, in mezzo a volgarità anche fastidiose, qua e là spunta un motivo di interesse: o una Miti da sballo, o il duetto Garinei-Robutti, o qualche volto noto impegnato per pochi secondi, come la Coluzzi. C'è Stefania Stella! Con molta generosità arriva a uno e mezzo...

Marione 13/10/14 23:43 - 103 commenti

I gusti di Marione

Se ebbe un tale successo in tempi nei quali le commedie facevano ancora ridere, un motivo ci sarà... Oltre a Vitali alias Pierino per noi tutti ci sono la splendida Miti, Billi, Garinei e tanti altri; tutto si può dire, ma non che non si rida pressoché sempre e della trama, alla fine, chi se ne importa... Del resto un film comico dovrebbe essere fatto di sketch continui e Alvaro qui è mitico. Senza fare i raffinati ci si sganascia. Epocale e seminale, a suo modo.
MEMORABILE: Il nonno; I dispetti al prof di ginnastica; Le interrogazioni in aula.

Alex75 26/01/16 09:27 - 689 commenti

I gusti di Alex75

Tra i film del sottogenere “pierinesco”, il capostipite è tra i meno peggio, se non altro perché Vitali ha le “physique du rôle” e per l'apporto degli esperti caratteristi (soprattutto Billi e Merlini). Il livello è comunque infimo per la messa in scena sciatta, l’inesistenza della trama e per la comicità elementare, a tratti puerile, delle barzellette rappresentate, in cui, a parte allusioni sessuali e rumori e funzioni corporali, c'è poco altro. Chi cerca la risata intelligente è avvisato.
MEMORABILE: L’attentato alla maestra con le bucce di banana e le sue conseguenze; Michela Miti; La telefonata al dottore.

Claudius 24/01/16 09:10 - 432 commenti

I gusti di Claudius

Francamente non mi sono mai spiegato il successo di questa commediaccia: trama inesistente, attori penosi e battute pietose. Essendo il capostipite qualcosa da salvare c'è (le scene citate nel momento memorabile e il cameo di Baccaro), ma per il resto totale assenza di idee e anche la comicità latita. Povero Vitali, non meritava di essere bruciato così.
MEMORABILE: Le due scene della palestra.

Bullseye2 12/04/16 23:18 - 92 commenti

I gusti di Bullseye2

Se all'epoca era il male assoluto del cinema italiano, oggi a 35 anni di distanza rimane un piccolo semplice film genuino nella sua popolana schiettezza, un caposaldo della fase calante della commedia sexy all'italiana. Vitali azzecca il ruolo della vita ma tutti gli altri non sono da meno: dal colossale Riccardo Billi a Enzo Robutti, da Michele Gammino a Marisa Merlini si ride spesso e volentieri grazie alla loro indubbia bravura, anche all'interno un "filmetto" così. Visto innumerevoli volte, regala sempre buonumore. Non è poco.

Redeyes 28/11/16 11:38 - 2164 commenti

I gusti di Redeyes

Difficile da giudicare. Da un lato è totalmente carente d'ogni parvenza di comicità che non vada direttamente a pescare da un pelago di cialtronate pecorecce (e quindi alimentata e alimentante un'infinità di barzellette o simili), dall'altro, tuttavia, risulterebbe spocchioso negargli una sua valenza, storica, ma anche una certa incisività nelle becere gag. Vitali è stato e sarà sempre Pierino, nel bene e nel male.

Ultimo 23/10/17 16:49 - 1386 commenti

I gusti di Ultimo

Primo film con Alvaro Vitali nei panni di Pierino. Il protagonista è senza dubbio simpatico, ma il vero problema è che non esiste una trama e la pellicola si trascina con una dose infinita di gag viste e straviste (Pierino che scherzi con tutti, l'attrazione per la supplente...). Qualcuno troverà alcune scene divertenti, ma complessivamente il f9ilm resta ben sotto la sufficienza, lontano dai migliori prodotti comici italiani.

Vito 1/05/18 06:16 - 665 commenti

I gusti di Vito

Il film è praticamente una serie di barzellette messe in fila, ma incredibilmente ebbe un successo clamoroso incassando cifre stratosferiche nei cinema e continuando a essere trasmesso migliaia di volte nelle televisioni private. Merito di un Vitali in stato di grazia, di una Miti bonissima e di uno stuolo di caratteristi sempre in gamba come Billi, Liberti, Gammino, Robutti, Crocitti, Cassio, la Coluzzi e la Merlini. Indimenticabile.
MEMORABILE: L'incredibile sfida di scherzi e contro-scherzi tra Perino e il prof Celani per abbordare la bella supplente.

Faggi 18/08/18 15:51 - 1509 commenti

I gusti di Faggi

Nel primo pezzo della saga pierinesca originale (gli apocrifi sono di diverso e più rozzo taglio) Alvaro Vitali materializza un personaggio: gli dà anima da ragazzaccio scurrile, squisitamente pestifero, costantemente esaltato senza ritegno. Il film è una sfilata di barzellette, un'accurata accozzaglia di scenette di dubbio gusto, fatterelli e battute che sfiorano il surrealpopolare. A materializzare il personaggio della provocante supplente tocca alla bella Michela Miti: lo fa benissimo, con sensualità e strana grazia fumettistica.

Alanross 28/10/18 22:13 - 2 commenti

I gusti di Alanross

Primo film della saga di Pierino firmato Alvaro Vitali, è un collage di barzellette "alla romana" recitate egregiamente da un Alvaro Vitali in grandissima forma nel ruolo del pestifero alunno ripetente. Michela Miti più presenza che talento, strepitoso Riccardo Billi nel ruolo del nonno di Pierino. Non si ricorre quasi mai alle nudità, eccezione fatta per un nudo di spalle della Miti; si sconfina a volte nella volgarità verbali, ma in fondo, cosa si cerca per ridere?
MEMORABILE: Riccardo Billi con un amico anziano: "E che fate la sera?" "Facciamo l'amore". "E quando cominciate?" "Lunedì!"

Gestarsh99 6/04/19 20:39 - 1335 commenti

I gusti di Gestarsh99

Incoronato protagonista assoluto di una saga e un modus ridendi esclusivi del Belpaese, Sua Calamità Scolastica Alvaro Vitali si autoproclama hic et nunc rivitalizzatore e prorogatore di una intera stagione di cinema-bis autoctono ormai prossimo alla capitolazione. Indisciplinato marachellaro, aerofago e ripetente, gallo ruspante di simpatia; croce e mestizia dei pasdaran del "pedagogically-correct" nonché malamente scimmiottato e inflazionato da una serqua di figuranti mai lontanamente capaci di reggergli il moccolo. Rigorista in perpetuum di grasse e insane risate. Col fischio... e senza.
MEMORABILE: Pierino che sogna a occhi aperti la Miti completamente nuda; La precipitosa raccolta-fogli "panoramica" sotto la scrivania della scosciatissima Miti.

Il ferrini 9/04/19 00:38 - 1736 commenti

I gusti di Il ferrini

La kryptonite del cinema. Non c'è niente che si salvi: sceneggiatura inesistente, recitazione pedestre, regia e montaggio da filmino delle vacanze. Non si ride neanche per sbaglio, nonostante i continui (e imbarazzanti) ammiccamenti che rendono l'intera operazione irritante. Ciò ch'è peggio è che questo film, grazie a un inspiegabile successo, aprirà la strada a una serie di sequel e di imitazioni talmente terribili da farlo quasi rimpiangere.

Il Dandi 31/05/19 14:37 - 1855 commenti

I gusti di Il Dandi

Con le barzellette, specie se vecchie e risapute, conta soprattutto il saperle raccontare: lo stile sguaiato di Vitali non è purtroppo il più irresistibile allo scopo. Il motivo di interesse principale di questo collage di caroselli laidi e scureggioni è, oltre l'essere capostipite di sequel e imitazioni, lo stesso tipico di tutto il cinema aneddotico low-budget dell'epoca: camei di caratteristi (sprecati in pochi secondi) e un'involontaria resa documentaria del tessuto sociale, linguistico, urbanistico di un'epoca sparita.
MEMORABILE: Il tema musicale (fischiato) di Berto Pisano, in seguito destinato a creare tormentoni ("col fischio o senza?") e a evolversi in canzone.

Herrkinski 13/12/19 03:12 - 5304 commenti

I gusti di Herrkinski

Capostipite della trilogia pierinesca originale, s'inserisce nel filone del barzelletta-movie in voga nel periodo, essendo un susseguirsi di vignette comiche, battutacce da bagno pubblico, freddure raggelanti e scherzacci vari; Vitali ci mette la faccia e la mimica, dando vita a una maschera a cui rimarrà legato indissolubilmente. Qualche battuta va a segno, altre sono imbarazzanti ma tra una volgarità e l'altra il film si fa vedere, anche grazie alle brevi partecipazioni di simpatici caratteristi, su cui spicca quella del mitico Robutti.

Siska80 4/06/20 12:26 - 857 commenti

I gusti di Siska80

Altri attori, nel corso degli anni, si sono cimentati nel ruolo di Pierino, ma nessuno è mai stato veramente all'altezza. Alvaro Vitali, in questo film particolarmente scatenato e seguito a ruota libera da validi comprimari, è il filo conduttore di una serie di barzellette (perlopiù di grana grossa) che ruotano attorno a una trama molto esile (il pestifero protagonista perde la testa per la procace supplente e fa di tutto per conquistarla). Il ritmo è altalenante, ma sono parecchie le gag riuscite. Orecchiabile il main theme cantato dal Nostro. 
MEMORABILE: Le visioni erotiche di Pierino con "interferenze" annesse.

Giacomovie 16/07/20 18:00 - 1355 commenti

I gusti di Giacomovie

Pierino ripete per il sesto anno la stessa classe perché ne combina di tutti i colori a compagni ed insegnanti. Alvaro Vitali inaugura la serie del suo personaggio-simbolo con una raffica di battute, barzellette e una scatenata serie di monellerie che divertono, non sempre in modo umoristico, raramente in modo intelligente ma almeno in modo sempre simpatico.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Undying • 30/11/09 09:52
    Scrivano - 7629 interventi
    Dal 26 gennaio arriva una nuova edizione digitale (import ma con traccia italiana - mono) targata Mya Communications.
    Formato video 1.85:1 anamorfico.
    Extra: trailer.

    Certo che la cover...



    Attenzione: la scheda riportata su Thrauma si riferisce, erroneamente, a La supplente.
    Ultima modifica: 30/11/09 09:55 da Undying
  • Musiche Markus • 20/05/12 14:19
    Scrivano - 4801 interventi
    Uscito il cd con tutti i temi (composti dal M° Berto Pisano) del film in oggetto (più il continuo Pierino colpisce ancora):

    http://www.beatrecords.it/shop.asp?idprodotto=CMT10028&lingua=i
  • Homevideo Xtron • 26/05/12 10:40
    Servizio caffè - 1835 interventi
    Il dvd Noshame ha una durata di 1h28m14s

    Ultima modifica: 26/05/12 11:56 da Zender
  • Discussione Alex1988 • 5/05/15 15:38
    Fotocopista - 23 interventi
    Pare che a seguito del successo del film, ad Alvaro Vitali, fu offerto, da un produttore tedesco, di fare un Pierino in versione hard, cosa che Vitali, chiaramente, rifiutò.
  • Discussione Alex75 • 14/07/16 17:43
    Call center Davinotti - 628 interventi
    Cangaceiro ebbe a dire:
    Grazie per l'ennesimo interessantissimo documento.E' bello leggere Vitali che racconta i suoi inizi,la sua ormai famigerata scoperta da parte niente meno che di Fellini e la soddisfazione per un successo insperato e improvviso.Come avevo già scritto sul commento di "Pierino colpisce ancora" Alvaro era indispettito dal proliferare di apocrifi della sua opera prima ed anche nell'intervista rimarca una volta per tutte che l'unico,vero e inimitabile Pierino è lui!!

    In un flano o in un trailer di "Pierino colpisce ancora", i "falsi Pierini" erano definiti "fiji de mignotta" (cito a memoria dal "Dizionario dei film stracult" di Giusti).
    Ultima modifica: 14/07/16 17:55 da Alex75
  • Discussione Alex75 • 14/07/16 17:52
    Call center Davinotti - 628 interventi
    Markus ebbe a dire:
    grazie, diciamo che sono un valore aggiunto al sito, del resto mi fa anche piacere condividere i miei "tesori" con gente che li sa apprezzare e non li considera vecchi giornali da usare quando si pittura casa...

    Ho letto l'articolo e l'ho apprezzato molto. Interessante la testimonianza di Corbucci, di cinema affollati e di sale che "vengono giù" per le risate ed è curioso come nella vita di Alvaro Vitali abbia avuto molta importanza la nonna (un personaggio di rilievo nei film di Pierino).
  • Curiosità Fauno • 30/10/17 00:24
    Contratto a progetto - 2543 interventi
    Dalla collezione cartacea Fauno, il flano del film:

  • Curiosità Gestarsh99 • 23/04/19 18:15
    Scrivano - 15124 interventi
    Nella cameretta di Pierino è ben visibile al muro il medesimo poster raffigurante una ragazza nuda con un foulard rosso tra le gambe presente poi anche nella stanza del carabiniere Ceci (Leo Gullotta) in I carabbimatti (1981).

    Ecco il confronto tra un frame tratto da Pierino contro tutti (immagine in alto) e uno tratto da I carabbimatti (1982) (immagine in basso), col particolare in comune (A):


  • Discussione Il Dandi • 31/05/19 17:08
    Contratto a progetto - 1474 interventi
    Kekkomereq indica come momento memorabile la battuta "Col fischio o senza" che però nel film non è presente (debutterà nel seguito Pierino colpisce ancora).
  • Discussione Zender • 31/05/19 17:47
    Consigliere - 43748 interventi
    Ecco perché non van mai commentati film visti da chissà quando, si rischiano errori simili. eliminato.