Nove ospiti per un delitto

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1977
Genere: thriller (colore)
Note: Aka "9 ospiti per un delitto", aka "Un urlo nella notte", aka "La morte viene dal passato".
Numero commenti presenti: 22
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Rivisitazione - in chiave erotica - del classico di Agatha Christie “Dieci piccoli indiani” già portato più volte sullo schermo e che in Italia era stato la base dal quale Mario Bava era partito per realizzare il suo 5 BAMBOLE PER LA LUNA D’AGOSTO (magari non il massimo ma sicuramente molto più interessante di questo fiacchissimo giallo). Gli ospiti del titolo arrivano alla solita isola disabitata su invito di un ricco signore, che è insieme padre di tre di loro (giunti lì col relativo coniuge) e fratello di un'altra. Per far fede al detto che parla di parenti serpenti il gruppo comincia subito a familiarizzare tra offese pubbliche, corna, rimproveri vari: le...Leggi tutto donne (tutte belle) si spogliano e cambiano letto a piacere, gli uomini accondiscendo dando il via ad accoppiamenti in sequenza tra i quali, d'improvviso, si inseriscono i delitti. Scoprire il colpevole è un gioco da ragazzi, per chi bazzica il genere e allora non resta che sorbirsi i prevedibili dialoghi sciattissimi, i volti prima stupefatti poi sospettosi dei protagonisti, le occhiate e gli ammiccamenti, le reciproche accuse a ogni nuova vittima. Ferdinando Baldi dirige senza alcuna convinzione un thriller che sa di vecchio già dopo cinque minuti: non c'è tensione, non c'è sangue, non ci sono sorprese; solo un piatto body-count in una cornice se non altro piacevole: l'isola, tra scogli e un mare dalle sfumature tra il verde e l’azzurro magnifiche, fa venir voglia di trascorrervi le vacanze. Magari senza avere tra i piedi questi nove personaggi in cerca d’autore che non fanno altro che passare dalla camera al salotto alla spiaggia. Imbevibile.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 12/04/07 17:20 - 3839 commenti

I gusti di Undying

I nove ospiti sono pedissequamente ripresi (ne manca solo uno) dai Dieci Piccoli Indiani di Agatha Christie, ma la messa in scena soffre di un soggetto letteralmente "abusato" nel genere e non aggiunge un particolare in più degno di attirare l'attenzione dello spettatore. I delitti sono abbastanza feroci (considerata l'epoca del girato), ma la scenografia è misera, nè aggiunge plus valore un elenco di attori pressoché anonimi (eccezion fatta per il caratterista Venantino Venantini). Il regista viene dal western e tenterà anche la commedia sexy.

Homesick 21/05/07 08:20 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Giallo derivativo, ma robusto e filante. Ripropone la struttura di “Dieci piccoli indiani” mediata da 5 bambole per la luna d’agosto, sebbene non possegga il fascino psichedelico e l’autoironia del film baviano. Qui si enfatizza l’astio tra i personaggi e l’efferatezza dei delitti, aggiungendovi una falsa pista soprannaturale che conferisce un gradito allure gotico. Erotismo abbondante, in cui la fanno da padrone la lubrica Rita Silva e la psicolabile Loretta Persichetti. Il grande Arthur Kennedy è guest star in un cast ove ognuno esegue con precisione ciò che il proprio ruolo richiede.
MEMORABILE: Il sanguinoso antefatto; il cadavere che piomba dalla scogliera; l’ombra dietro la tenda; l’omicidio con il fucile subacqueo.

Ciavazzaro 8/02/08 16:02 - 4766 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Nonostante tutti ne parlino male, questo film è invece un'interessante trasposizione del classico giallo di Agatha Chistie "Dieci Piccoli Indiani", che può contare su un ottimo ed eterogeneo cast (numerose bellezze femminili e bravi attori maschi). Ottime le musiche di Carlo Savina e la scenografia naturale e non. Per chi conosce il romanzo non sarà difficile capire l'identità dell'assassino. Ben realizzati i sanguinosi delitti, ottimo anche il trailer.

Cotola 10/03/08 23:46 - 7634 commenti

I gusti di Cotola

Fiacchissimo thriller all’italiana girato con mano incredibilmente pressappochista da parte di Baldi e condito da una sceneggiatura, ai limiti del ridicolo, che conferisce al film un ritmo inesistente e catatonico e che copia spudoratamente da Dieci piccoli indiani in primis ma anche dal baviano 5 bambole per la luna di agosto. Peccato che del primo non resti un briciolo di classe e del secondo manchi completamente lo humor tipico del maestro. In definitiva una pellicola impresentabile.

Fauno 10/10/08 16:00 - 1936 commenti

I gusti di Fauno

Un film che si lascia vedere tutto, appare banale, ma è tutt'altro... Sottolineata la mollezza dei ricchi che si sentono in diritto di fare il bello e il cattivo tempo e di trasgredire nella maniera più squallida restando pieni di paranoie anche in un luogo fantastico. Nulla a che fare con Agatha Christie; anzi, originalissimo nelle armi omicide, eccellente e senza arzigogoli il movente. Bello!
MEMORABILE: "Mi sono sposato per curiosità": non l'avevo ancora sentita. La rete da gladiatore. Il fucile caricato a salve.

B. Legnani 14/02/09 23:22 - 4790 commenti

I gusti di B. Legnani

Pessimo. Dal titolo e dai primi sessanta secondi si capisce che l'ispirazione è Dieci piccoli indiani (portato sullo schermo per la prima volta da René Clair). Ma qui il colpevole non sorprende nessuno. Se al cinema s'accettano le trame inverosimili, risaltano invece al negativo quelle reazioni illogiche delle quali il film è zeppo (i personaggi della Ghia e della Persichetti, inoltre, sono involontariamente umoristici). Con una trama del genere e con attori del genere Ferdinando Baldi fa quel che può: quasi nulla. Si salva, forse, Venantini.

Brainiac 22/02/09 14:43 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

L'incipit è simile a quello di Antropophagus, con un manipolo di riccastri che scherzano crudelmente fra di loro, la solita sensitiva che nella catarsi presagisce un bagno di sangue e con il theremin al posto del moog a sottolineare il ribaltamento del falso idillio. Personaggi fiacchi, che si accoppiano come roditori ma che Baldi dirige con buona lena. Cast femminile ad alto tasso erotico, location che fanno rimpiangere di essere ancora a febbraio. Film che ha un suo fascino sì, ma quel po' che si poteva salvare si perde perché è lento come la lava.
MEMORABILE: "Sei anche intelligente cara, oltre che bella... e la cosa mi sorprende".

Trivex 9/10/09 23:11 - 1508 commenti

I gusti di Trivex

Lo avrei intitolato "L'isola dell'immoralità e dei peccatori assassini". Un contenitore sigillato di personaggi immorali, dediti alle passioni carnali trasversali ed alla salvaguardia del censo. Chiaramente quanto praticato non può che generare rancori insopportabili, alla fine sfogati nel massacro totale. Un vero film di genere, accompagnato dal whisky e dalle nevrosi dei personaggi, decimati dalla loro mediocrità prima che dal furore della vendetta. Gli ospiti disprezzano i meno fortunati ma sono rivoluzionari nell'amore e nella morte!

Bruce 29/10/09 16:13 - 1006 commenti

I gusti di Bruce

Direi uno dei peggiori se non il peggiore in assoluto tra i gialli Anni Settanta. La vicenda ricorda molto 5 bambole per la luna d'agosto di Bava che, al cospetto, è un capolavoro (ma non lo è affatto). Parte come un porno soft e diventa un thriller talmente brutto da poterci ridere sopra. I dialoghi sono realmente imbarazzanti, così come gli attori e la loro recitazione. Le attrici che si spogliano e troieggiano appena possono sono pure bruttarelle. Insomma, orrendo.

Stefania 9/03/10 16:12 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

"Dieci piccoli indiani" è uno dei romanzi gialli che preferisco, perciò mi fa sempre piacere rivederlo in ogni salsa. Questa è la salsa più casareccia, non troppo saporita, ma non da buttare! Film che inizia benino, continua assai monotono, peggiora verso la fine. Suspence pochissima, delitti mediocri, dialoghi involontariamente comici. Appena qualche momento di divertimento vedendo quei nove nevrotici che sbaruffano, s'incavolano, si accoppiano e si accoppano. Dimenticabile!

Lucius 22/03/10 20:12 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Palesemente ispirato a Dieci piccoli indiani e con le stesse ambientazioni di L'occhio nel labirinto un film piacevole venato da un certo erotismo sottinteso e presente in alcune sequenze particolarmente hot. Non siamo ai livelli di Il calore sotto la pelle ma l'erotismo anche qui è molto credibile e i delitti sono feroci.

Luchi78 16/11/11 10:11 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

C'è veramente poco da salvare; giusto qualche doccia per raffreddare i bollenti spiriti delle signore protagoniste del film (e dei vari mariti che non si tirano mai indietro). Il giallo puro è davvero scadente; assenza di tensione e suspence sotto le scarpe, per non parlare di quando viene fuori lo scontatissimo esecutore degli omicidi. Davvero deludente.

Daidae 2/11/10 21:47 - 2763 commenti

I gusti di Daidae

Mezza porcheria del regista Baldi (del quale per ora ho solo apprezzato Una vita lunga un giorno). Il cast maschile è buono (quello femminile viceversa è penoso) ma il film non riesce a decollare. Banale e scontato, raggiunge l'apice del peggio verso la fine. Ciononostante mi voglio tenere largo e lo "premio" con 2 pallini, anche contando che nel 70 fecero thriller ben peggiori.

Buiomega71 13/01/11 21:13 - 2298 commenti

I gusti di Buiomega71

Quasi uno slasher alla Venerdì 13, bello tosto sia in violenza che in sex. L'inizio è molto simile ai flashback argentiani di Tenebre, l'assassino con la muta da sub in stile Amsterdamned e attrici che più vogliose non si può. Baldi, che si dimostra gran regista, ci và giù pesante anche con le efferatezze: decapitazioni, fiocinate, uomini arsi vivi, sino al finale che oserei definire baviano. Il tutto in un'atmosfera solare ma al contempo angosciosa. Qualche falla nello script, ma è peccato veniale. Gioiellino da rivalutare. Ottimo Foschi.
MEMORABILE: La Persichetti sotto la doccia che fa la porcona; lo spietato finale.

Corinne 6/09/11 23:55 - 405 commenti

I gusti di Corinne

Gialletto poco originale, con una prima mezz'ora (incipit a parte) soporifera in cui i nove, sgradevoli protagonisti, copulano, si cornificano e litigano. Poi iniziano gli omicidi (abbastanza creativi) e lo spettatore gioca a "chi sarà il prossimo?" più che a "chi è l'assassino?" perché la rivelazione finale è abbastanza prevedibile. Non originale ma efficace l'ambientazione sull'isoletta. Nel complesso non bruttissimo, ma mediocre.

Gestarsh99 22/03/12 23:08 - 1335 commenti

I gusti di Gestarsh99

Sotto l'opima benedizione di Hitchcock ed Agata Christie, una futile revisione seventies di 5 Bambole per la luna d'agosto, bavianamente acchittata di location estivo-insulari, tresche adulterine ed eliminazioni fisiche in sequenza. Gracile al thriller, Baldi preme sulla componente osè -aromatizzando con quel nudismo piccante poi centralizzato nelle commediole a venire- e cede allo sfizietto di seminare un po' ovunque sculturine magnetiche da tavola, quasi a sottendere la fredda meccanicità dei comportamenti umani e l'ineludibile stillicidio castigatorio cui tutti dovranno sottomettersi.
MEMORABILE: Le naturali bellezze sassaresi di Palau, fatte di acque cristalline color smeraldo e scogli rocciosi inerpicati tutt'intorno alla villa della mattanza.

Lythops 10/09/12 14:31 - 975 commenti

I gusti di Lythops

Tediosissimo giallo (?) in cui come già visto un assassino elimina uno a uno un tot di gente convenuta da qualche parte per stare in una specie di villa. Qui siamo su un'isola deserta (?) dove anni orsono un baldo giovine fu assassinato da alcuni uomini mentre copulava e seppellito quasi vivo. Da qui, banalità, patonza e morte si susseguono tra dialoghi ridicoli, assenza di effetti e tanta noia. Ah, c'è pure una profetessa o sensitiva, fate voi.
MEMORABILE: Le ridicole espressioni seducenti delle "attrici"; "Tu l'hai sposato perché non è geloso, vero?", "Geloso no, ma capace di uccidere sì".

Myvincent 26/06/13 06:31 - 2605 commenti

I gusti di Myvincent

Ispirato a Agatha Christie, a causa di un meccanismo narrativo che non lascia scampo a nessuno dei tanti protagonisti, il film abbonda in nudi femminili e scene soft-porno (elemento discutibile), ma si avvantaggia di una fotografia luminosa, scenari marini luccicanti e una elegante scenografia d'interni. Lasciate perdere la trama e le contaminazioni e godetevi il clima assolato della pellicola (con cadaveri)...

Deepred89 29/08/13 02:23 - 3312 commenti

I gusti di Deepred89

Giallo whodunit di ambientazione insulare, con bodycount alla Dieci piccoli indiani (con un po' di sangue in più, ma senza eccedere) e personaggi borghesi, viziosi e annoiati come in un thriller di Lenzi. L'originalità abita ovviamente altrove ma va detto che il film non annoia affatto, nonostante la tremenda prevedibilità del tutto. Per il resto confezione media, cast maschile pieno di volti piacevolmente noti ma gineceo non entusiasmante e musiche di Savina con ampio utilizzo di brani di repertorio. Sufficiente, nella media del genere.

Il Gobbo 1/05/15 18:19 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Mario Di Nardo, qui produttore, doveva avere una fissa per Dieci piccoli indiani e l'isoletta, suo infatti lo script di 5 bambole. Qui non c'è Bava coi suoi svolazzi pop e satirici, il cast non è il massimo, Baldi, più a suo agio col western all'italiana, satura le inquadrature di moti perpetui, J&B come se piovesse e qualche cambio di focale, ma di più non può. Eppure nella sua assurdità non è orrendo

Il Dandi 24/08/16 14:12 - 1854 commenti

I gusti di Il Dandi

Ennesima variazione sul tema dei 10 piccoli indiani filtrata dalla versione lounge che ne fece Bava in 5 bambole per la luna d'agosto: purtroppo qui non c'è l'(auto-)ironia che rendeva affascinanti le soluzioni baviane e il film è continuamente sul filo dell'accettabilità. Baldi prende (poco) tempo inquadrando scacchiere e palle di Newton, ma l'erotismo pecoreccio che pervade i personaggi stride con la preoccupazione di mantenere la cifra più pudica possibile, ingenerando una contraddizione involontariamente comica.
MEMORABILE: I ripetuti accoppiamenti di coppie clandestine (per lo più tra cognati) che invece di imboscarsi riescono puntualmente a farsi spiare dagli interessati.

Anthonyvm 27/06/18 22:48 - 2146 commenti

I gusti di Anthonyvm

La prima parte è troppo parlata e dopo un po' arriva la tanto odiata noia; fortunatamente, la seconda ha più ritmo e intrattiene (relativamente, s'intende). Baldi non sa come creare la tensione e men che meno la paura, anche per l'eccessiva banalità della vicenda (colpi di scena poco sorprendenti). Almeno gli attori (chi più chi meno) sono dignitosi. Musiche passabili ma non memorabili. Da notare una particolare cura nelle scene dei delitti: alcuni sono abbastanza fantasiosi. Si può guardare, chiudendo un occhio sugli eccessi trash.
MEMORABILE: L'inizio, violento e riuscito; Il ridicolo scheletro di cartapesta; La freccia fintissima piantata nel collo di una vittima.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo John trent • 15/05/10 22:04
    Servizio caffè - 511 interventi
    Geppo ebbe a dire:
    Sulla cover viene segnalato un formato di 16/9 mentre in realtà è di 1.33:1

    Confermo che trattasi di un orrendo 4/3.
    Vi rincuorerà però sapere che il trailer invece è in formato 1,85:1 anamorfico!!!! Incredibile ma vero......
  • Discussione Geppo • 20/07/10 21:15
    Addetto riparazione hardware - 4018 interventi
    Ho caricato altri nuovi Trailers sul mio
    canale di YouTube.

    NOVE OSPITI PER UN DELITTO.
    http://www.youtube.com/watch?v=tAggFZYHLbM
  • Discussione Ciavazzaro • 21/07/10 20:49
    Scrivano - 5612 interventi
    Ottimo Geppo,e ti chiederò ovviamente l'amicizia sul tubo !
  • Homevideo Xtron • 27/12/12 17:37
    Servizio caffè - 1835 interventi
    Il master del dvd è in 1.85:1 16/9, però per un problema di authoring viene erroneamente visualizzato in 4/3. Per risolverlo bisogna semplicemente selezionare 16/9 nel lettore (nel mio ad esempio devo selezionare "16/9 full")
    Ultima modifica: 27/12/12 18:04 da Xtron
  • Homevideo B. Legnani • 27/12/12 18:14
    Consigliere - 14007 interventi
    Xtron ebbe a dire:
    authoring

    Cosa vuol dire?
    Grazie.
  • Homevideo Xtron • 27/12/12 18:21
    Servizio caffè - 1835 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Cosa vuol dire?
    Grazie.


    "Cos'è l' Authoring? Per authoring si intende il processo di progettazione e di realizzazione del master di un DVD"
  • Homevideo B. Legnani • 27/12/12 19:22
    Consigliere - 14007 interventi
    Xtron ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:
    Cosa vuol dire?
    Grazie.


    "Cos'è l' Authoring? Per authoring si intende il processo di progettazione e di realizzazione del master di un DVD"


    Quindi vuol banalmente dire "errore di realizzazione"...
  • Homevideo Xtron • 28/12/12 16:50
    Servizio caffè - 1835 interventi
    Questo è il fotogramma precedentemente postato da Geppo:



    Questo è lo stesso fotogramma catturato con il lettore impostato a 16/9:

    Ultima modifica: 28/12/12 19:12 da Zender
  • Homevideo Ciavazzaro • 27/10/13 16:20
    Scrivano - 5612 interventi
    Presto in dvd per CAMERA OBSCURA,slurp !
  • Curiosità Mauro • 24/07/17 23:30
    Disoccupato - 9614 interventi
    Lo scenografo di questo film è Giovanni Licheri, figlio del magistrato Santi Licheri, famoso per la partecipazione al programma televisivo Forum. Dopo "Nove ospiti per un delitto", Licheri è stato scenografo di Fracchia contro Dracula, di Fantozzi va in Pensione, di Le faremo tanto male, delle serie tv "Baldini e Simoni" e Il veterinario. Ha inoltra lavorato anche per alcuni programmi televisivi (Ok, il prezzo è giusto!, Quelli che... aspettano, Quelli che... ultimo minuto e Nessundorma)