LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 29/03/07 11:36 - 2033 commenti

I gusti di Fabbiu

Verso i film precedenti (in particolare verso i primi due) manca quasi completamente di quell'aria demenziale e allo stesso tempo critica verso la sottomissione nell'impianto aziendale, la comicità promuove nuovi aspetti del ragioniere, simpatici ma sempliciotti e il più delle volte riciclati e prevedibili. La scena più bella per me è quella della chiesa nella palude, con Filini e Silvani che stranamente compaiono solo nella seconda parte. Carina la sequenza iniziale (il sogno) ma per il resto troppe infantilate (il pescespada in primis).

Undying 3/08/07 18:21 - 3816 commenti

I gusti di Undying

E' curioso notare come, al settimo film della serie, Fantozzi abbia ancora una notevole capacità di stupire e divertire. La riscossa del titolo, però, sarà ovviamente poco efficace: a comiciare dalla nipote Uga, scritturata come attrice per un film (nel ruolo di scimmia) per proseguire con Fantozzi nei panni di giudice popolare incorruttibile, violentato "analmente" con piovra da una banda di malavitosi. Un atto vandalico l'onora del titolo di "Dott. Ing. Lup. Man. President. Natural. Prestanom. Om. Di Pagl. Gran. Test. Di Caz.", ma solo a breve scadenza!

Lovejoy 22/02/08 15:55 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Giunta ormai al settimo film della serie, la saga tragicomica di Fantozzi raschia il fondo del barile. E tranne pochissime cose, il resto si potrebbe quasi tranquillamente cestinare. La regia di Parenti è poca cosa, il ritmo latita e le gag sono sempre quelle, così come le battute. Non fosse per gli attori (Villaggio e Reder in testa) sarebbe da evitare. Da ricordare almeno gli schiaffi alla stazione al treno sbagliato, il pescespada e i regali dei mafiosi.

Ciavazzaro 30/05/08 16:01 - 4770 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Davvero non male. Eccezionale Anna Mazzamauro vera e propria regina nell'episodio a lei dedicato (il penultimo), insieme a Filini! In una meravigliosa casetta bi-famigliare in mezzo a un pantano!!! Negli annali anche la serenata romantica e ottimi pure l'episodio con Uga e quello con i mafiosi. Anche in questo caso si ride ma con la lacrimuccia (pur se meno rispetto al capitolo precedente). Promosso.
MEMORABILE: La serenata alla Silvani. "Fantozzi, canti una cosa romantica". E lui: "Aveva un occhio di vetrooo!". Lei: "Ma vaffanculo!".

Galbo 31/07/08 15:26 - 11769 commenti

I gusti di Galbo

Dopo il più che degno Fantozzi va in pensione, il ragioniere più famoso del cinema italiano si ripropone in questa settima avventura ancora diretta da Neri Parenti. Fantozzi alla riscossa è però lontano come verve brillante e come spirito graffiante dai film precedenti. La sceneggiatura appare una trita ripetizione di gag e siparietti comici già visti in precedenza. La regia appare alquanto anonima e solo la grande professionalità del cast consente talora di alzare un livello non memorabile.

Herrkinski 28/02/09 21:49 - 6277 commenti

I gusti di Herrkinski

Bel ritorno alla comicità classica fantozziana, dopo il malinconico Fantozzi Va In Pensione. Molte sono le gag riuscite in questo ennesimo sequel, che non raggiunge i livelli divinamente satirici dei primi episodi ma che riesce comunque a strappare più di una risata, grazie al suo umorismo surreale e alle sempre gradite interpretazioni dei comprimari (Reder e Mazzamauro su tutti). Un Fantozzi spumeggiante, che spesso riesuma alcune delle classiche gag ma che comunque continua a divertire. Niente male!
MEMORABILE: Il pesce spada!

Daniela 14/03/09 15:20 - 11076 commenti

I gusti di Daniela

Pensionato ed utilizzato dalla Ditta come esempio negativo per i neo-assunti, Fantozzi cerca di migliorare la sua condizione sociale con esiti fallimentari, né hanno miglior successo gli sforzi per diventare un tipo grintoso o rifarsi una vita sentimentale (qui torna in ballo la Silvani, con Filini in funzione di paraninfo). Come nella precedente puntata della saga fantozziana, nonostante le solite iperboli forniscano qualche occasione per ridere, il tono è piuttosto malinconico, quasi dimesso. I tempi gloriosi sono proprio finiti. 2 pallini.
MEMORABILE: Fantozzi cerca di imitare l'episodio ambientato alla Stazione in "Amici miei", ma si confonde e ceffona i passeggeri di un treno in arrivo

Daidae 28/04/09 15:40 - 2891 commenti

I gusti di Daidae

Si barcamena tra trovate geniali (Paul Muller nella parte di un direttore travestito e omosessuale, il processo di mafia e la casa-chiesa) e idiozie (il pesce spada, la piovrona). Tutto sommato diverte e pure parecchio anche perché a reggere la baracca oltre al grande Villaggio abbiamo ancora due anziani ma ispiratissimi Reder e Silvani. Da dimenticare invece l'interpretazione del figlio di Villaggio nella parte di un hooligan. Divertente e piacevole.
MEMORABILE: Il processo di mafia; La giurata ninfomane; Filini che organizza il nido d'amore; Il sogno all'inizio del film.

Cotola 23/08/09 23:49 - 8190 commenti

I gusti di Cotola

Giunto al settimo film, il filone risulta ormai spuntato, fiacco e stanco. Scordatevi la crudeltà e gli spunti interessanti e beffardi di Salce. Si cerca di far ridere affidandosi a piccole gag ma i risultati sono molto modesti. A tratti patetico: si veda la tristissima scena alla stazione in cui si cerca di riciclare una delle migliori gag della commedia all’italiana.

Disorder 15/11/09 22:12 - 1414 commenti

I gusti di Disorder

Sicuramente il migliore dei Fantozzi recenti. Solite gag tragicomiche-assurde, solite esagerazioni fantozziane ma qui si ride, forse per l'ultima volta, davvero tanto. Alcuni sketch decisamente puerili (il duello col pesce spada), ma alla fine sono più gli episodi riusciti, alcuni assolutamente memorabili (tutta la parte su Fantozzi giudice popolare!). A mio avviso, uno dei film migliori della lunga saga fantozziana.
MEMORABILE: Fantozzi a letto col piovrone vivo. La scalata al potere della Megaditta (fino all'ultima carica di 'Dot-Ing. Prest. Nom.' con Potere Temporale!).

Neri Parenti HA DIRETTO ANCHE...

Il gipeto 17/05/10 21:49 - 14 commenti

I gusti di Il gipeto

Ennesimo capitolo di una saga che ha già accusato segni di logorio, "Fantozzi alla riscossa" è il solito pastone di gag viste e riviste (basta con la mano nella portiera, basta!) e altri spunti divertenti (con l'hooligan si ride) e anche di un certo genio, come quando è giurato in un processo di mafia. La Silvani è costretta ad impersonare una burina e maleducatissima donnaccia: davvero agli antipodi con quello che fu il suo personaggio agli inizi, però diverte. Tra gag risucite ed altre no, il film risulta decente. Villaggio è in forma.

Smoker85 19/09/11 22:19 - 431 commenti

I gusti di Smoker85

Uno degli ultimi film del celebre ragioniere ancora godibili, sebbene lontano dai fasti dei capitoli di Salce, ma certamente superiore agli ultimi tremendi film del 1996 e del 1999. Seppur spesso volgare, la pellicola offre diversi momenti esilaranti, tra i quali il celebre processo con Fantozzi giudice, l'ascesa al potere (fino all'inquietante nomina di "Natural Prestanom, Om di pagl, Gran test di cazz") e la serenata organizzata dal solito Filini. La Mazzamauro trasforma definitivamente il suo personaggio, involgarendolo oltremodo.

Ale nkf 21/09/11 19:50 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Oramai in Fantozzi non c'è più l'effetto novità, ma questo sequel è comunque un buon film, condito con gag simpatiche (anche se non si ride più come una volta). Nel cast ci sono l'indimenticabile rag. Filini, una Mazzamauro in forma ma caratterizzata diversamente dagli esordi e la Vukotic in arte Pina (2). Insomma, chi ama le disavventure di Fantozzi non può perdere questo capitolo, ma rimane ad ogni modo un film nettamente inferiore al classico primo ed insuperabile Fantozzi.
MEMORABILE: Lo scippo alla "vecchia"; La figlia Mariangela che nello spot interpreta una scimmia.

Dengus 7/11/11 18:12 - 361 commenti

I gusti di Dengus

Siamo ormai in piena epoca"Fantozziparentiana", quindi ormai il Ragioniere e le sue gag vanno da sè e se il film si salva lo si deve solo al grande Paolo. Chiaro che l'episodio precedente, con Fantozzi pensionato, regalava momenti più esaltanti, ma non sono male l'episodio del ragioniere hooligan e quello del "giurato" (che omaggia in un certo senso "La piovra"). Il Fantozzi di Salce ormai è lontanissimo, ma per chi ama questa sfigatissima macchietta rimane comunque un episodio simpatico e godibile.

Markus 13/02/12 16:49 - 3467 commenti

I gusti di Markus

Brutto proseguimento forzato dopo quella che sembrava la degna conclusione del ciclo di film con Fantozzi va in pensione. Si raschia il barile della ripetitività e di facili battute ormai arcinote; rimane comunque l'indubbia capacità di Villaggio di creare ancora situazioni divertenti, ma ormai è puro cinema di consumo destinato oltremodo a fare da effetto boomerang. La pellicola regge unicamente per lo straordinario talento degli attori.

Roger 30/09/12 13:18 - 143 commenti

I gusti di Roger

Persa l'occasione di chiudere la saga con il dignitoso ed esaudiente Fantozzi va in pensione, comincia il disastro: situazioni che con Fantozzi non c'entrano nulla (il giudice popolare), il personaggio della Silvani involgarito e stravolto oltre misura. Poche gag indovinate (la serenata) e molte penosamente patetiche e puerili (una su tutte: la casa in campagna). Da questo episodio in poi il target di pubblico a cui sembra si presti maggiore attenzione è quello dei bambini.

Ford 1/01/13 22:17 - 582 commenti

I gusti di Ford

Tra capolavoro (l'"angelus" ai nuovi dipendenti, lo scippo) e dopolavoro (la casa in campagna, la piovra) un dignitoso Fantozzi porta avanti i suoi cavalli di battaglia di surreale satira sociale e comicità slapstick prevedibile ma sempre gustosa, in un film che non stupisce ma nemmeno stufa. Per quanto il meglio sia in altre sue pellicole il film si lascia guardare con estremo piacere.
MEMORABILE: La pelliccia nel camino; Lo stereo "rubato"; La psicanalisi pubblica...

Samuel1979 8/01/13 10:15 - 508 commenti

I gusti di Samuel1979

Senza dubbio meglio del capitolo precedente, rivela ancora la buona capacità creativa dell'attore genovese. Chiaramente non si tratta di un grandissimo film, ma ci sono parti abbastanza divertenti, come quelle del Giudice popolare e quella in collaborazione con suo figlio Pierfrancesco (nei panni di un hooligan).
MEMORABILE: I giudici popolari mafiosi: "Anche pi mmia innocentissimi sono!" "Immacolati come colombi sono!"

Mutaforme 12/05/13 15:50 - 400 commenti

I gusti di Mutaforme

Pur privo della verve e dell'originalità dei primi film del ragioniere più famoso del cinema, questo Fantozzi alla riscossa offre ancora qualche buono spunto e qualche risata qua e là frutto dei temi degli anni 80 (mafia, tangenti, corruzione). Qualche caduta di gusto, ma tutto sommato passabile. **

Trivex 19/06/13 16:41 - 1607 commenti

I gusti di Trivex

A favore alcuni momenti che fanno ancora ridere "naturalmente", come la serenata "dall'occhio di vetro" e il successivo approdo alla casa nella palude. Contro, la generale costruzione meno grottesca e più forzata, innaturale rispetto agli episodi del passato. Il Fantozzi hooligan non funziona e poco funziona pure "l'episodio" della nipote attrice; manca la convinzione e le scene hanno poco mordente. Davvero non male il siparietto con il ragioniere che diventa giudice popolare d'Assise, mentre il finale riporta la storia tanto teneramente alle lacrime.

Anna Mazzamauro HA RECITATO ANCHE IN...

Gabrius79 29/06/13 01:44 - 1291 commenti

I gusti di Gabrius79

Fantozzi, giunto al settimo capitolo, inizia a perdere colpi con gag risapute e stanche e momenti di noia in agguato. Villaggio è bravo, ma il film manca di freschezza e brio. Ottimi camei di Gigi Reder e di Anna Mazzamauro. È presente il figlio di Villaggio nel ruolo dell'hooligan inglese.

Panza 13/09/13 20:22 - 1598 commenti

I gusti di Panza

Nemmeno così peregrino questo Fantozzi, anche se si nota che il livello delle gag è sempre più puntato verso lo slapstick (emblematica la scena del pesce spada) che su situazioni grottesche (i mafiosi in gabbia come belve selvagge). Villaggio ha sempre un modo di fare simpatico mentre Reder & c. sono inseriti forzatamente. Bravino Villaggio Jr. Il segmento più simpatico rimane quello della separazione, il peggiore quello iniziale. La scalata al potere di Fantozzi è ripresa identica dal secondo Fantozzi ma qui dura molto di più.
MEMORABILE: Nel film si vede un furgone con la scritta "Maura film", che è la casa produttrice del film stesso.

Rigoletto 28/09/14 12:16 - 1697 commenti

I gusti di Rigoletto

Arrivati alla settima puntata il fenomeno-Fantozzi è stato ben compreso da tutti, eppure arrivare a un ennesimo capitolo e riuscire a realizzare un prodotto più che dignitoso è un'impresa titanica; certo non ha il vigore dei primissimi film, ma qualcosa da dire ce l'ha. Straordinario il trio Mazzamauro-Reder-Villaggio, soprattutto la prima strappa una prova da applausi. Interessanti anche alcune evoluzioni del personaggio, impensabili ma logiche.
MEMORABILE: La scuola hooligan; La serenata alla signorina Silvani; La casa in campagna.

Ultimo 25/01/16 16:01 - 1508 commenti

I gusti di Ultimo

Sono passati diversi anni dall'indimenticabile esordio di Ugo Fantozzi in un lungometraggio e i segni del tempo si fanno sempre più marcati, in questi ultimi episodi. Aumentano la nostalgia e la tristezza, ma Paolo Villaggio è sempre un uragano di gag e per questo il film non può che essere promosso. Momento migliore la parte del giudice popolare; non male gli altri episodi, nonostante molte battute ripetute. Ci sono anche Reder (in una piccola parte) e la cara Mazzamauro.

Alex75 21/09/16 09:41 - 755 commenti

I gusti di Alex75

Discontinuo, alterna trovate infantili o grevi a sprazzi di critica sociale dal retrogusto amaro. Villaggio appare in forma e ancora convincente quando non cade nella coazione a ripetere. Ancor meglio la Vukotic, che qui ha più spazio del solito e ripaga con una certa intensità interpretativa, mentre la Mazzamauro e Reder sono purtroppo sprecati in un segmento piuttosto grossolano. I fasti di Salce erano ormai lontani, eppure Fantozzi riusciva ancora a far ridere, indignare e commuovere.
MEMORABILE: "Lei non ha nessun complesso d’inferiorità... lei È inferiore!"; L’ascesa di "Fantocci" nelle gerarchie aziendali; L’inconsueto e quasi tenero finale.

Il ferrini 20/10/16 23:34 - 1930 commenti

I gusti di Il ferrini

Perdibile capitolo della - colpevolmente - lunga saga del ragioniere. Gag sovente infantili (il pesce spada, la piovra) si alternano a qualche buona idea (la giuria popolare) in una sorta di jukebox fantozziano in cui di nuovo non c'è praticamente niente. Il gruppo storico è in forma (compresa la Mazzamauro, al di là dello script ingrato) mentre il figlio di Villaggio, qui hooligan, è piuttosto imbarazzante. Per carità, Neri Parenti riuscirà a fare molto di peggio, ma i segni c'erano già tutti.

Motorship 19/10/16 17:37 - 585 commenti

I gusti di Motorship

Giunta al settimo capitolo, la saga fantozziana sembra davvero aver poco da dire. Gag ripetitive e già viste, idee ridicole e trovate al lumicino. Villaggio ce la mette tutta e salva quasi da solo il film. Le uniche parti divertenti sono quella in cui fa il giudice popolare, quella del "diploma" con l'hooligan (interpretato dal figlio Pierfrancesco) e in parte quella della villa nel pantano con Filini e la Silvani. Per il resto il tutto è alquanto mediocre.
MEMORABILE: Gli schiaffi al treno ispirato a Amici miei. Purtroppo il treno era in arrivo!!!

Redeyes 29/11/16 16:47 - 2276 commenti

I gusti di Redeyes

Il buon Villaggio che raschiava già il fondo da molte pellicole, qui torna a vestire i suoi abiti migliori e qualche risata ancora la si fa. Divertente la parentesi giuria popolare: apre la danze per l'ascesa del nostro, che ovviamente finirà fallendo ma anche con il lieto fine fra le braccia della sempre presente Pina. Personalmente ha fatto divertire da bimbetto, ad oggi stufa non poco.
MEMORABILE: La tentata violenza dei siciliani.

Taxius 14/06/17 13:37 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Forse era meglio chiudere con Fantozzi va in pensione ma, tutto sommato, anche questo settimo capitolo non è poi così male. Le battute e le gag sono ormai riciclate ma ci si diverte ancora, inoltre la regia di Neri Parenti è una garanzia. Dispiace solo per la scarsa presenza del ragionier Filini. Inutile dire che della critica alla società che tanto aveva contraddistinto questa saga non è rimasta praticamente traccia...
MEMORABILE: "Fantozzi lei non ha nessun complesso d'inferiorità... lei 'è' inferiore!"

Modo 3/07/17 18:59 - 877 commenti

I gusti di Modo

Il settimo capitolo del ragioniere più amato d'Italia ci regala un film altalenante, con momenti di assoluta grande comicità e altri meno riusciti. L'episodio più divertente sicuramente è quello con Anna Mazzamauro, che si conclude con un "boato" irresistibile. Villaggio non demorde, si denota ancora una certa contagiosa vitalità. Degli ultimi lungometraggi fantozziani sicuramente il migliore.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Vito 26/07/17 20:54 - 686 commenti

I gusti di Vito

Settimo capitolo della saga di Fantozzi con un Paolo Villaggio in forma e sempre Parenti alla regia. Il film è ben scritto, il cast affiatato, il ritmo e i tempi comici sono ben calibrati; insomma, niente male davvero. Le parti migliori ovviamente quella dell'hooligan (interpretato dal figlio di Villaggio) e quella di Fantozzi giudice popolare in un processo di mafia.
MEMORABILE: I "picciotti" che tentano di violentare Fantozzi anziché Mariangela.

Rambo90 29/07/17 18:01 - 6952 commenti

I gusti di Rambo90

Dopo il bel capitolo precedente arriva invece un Fantozzi piuttosto fiacco, che ne ripropone in qualche modo la malinconia ma senza incidere davvero. Dei vari episodi che si succedono il migliore è quello che lo vede giudice popolare, davvero simpatico, mentre gli altri appaiono stiracchiati, forse anche a causa di un Villaggio poco ispirato e troppo preda della balbuzie del personaggio. Sprecati Reder e la Mazzamauro (in una fotocopia dell'evoluzione della Silvani in pensione), molto brava la Vukotic.

Pesten 22/07/18 07:51 - 682 commenti

I gusti di Pesten

Un vero furbacchione Neri Parenti, visto che pare aver scelto il vecchio trucco "squadra che vince non si cambia" senza però aggiungere granché. Ed ecco che Villaggio e la sua cricca sembrano andare avanti per inerzia facendo quello che sanno fare meglio, creando alcune gag divertenti sempre con quel taglio malinconico, ma per il resto sembra che il regista sia stato sul set giusto per fare presenza. Indimenticabile la gag sul processo ai mafiosi.

Marcolino1 16/02/19 12:06 - 552 commenti

I gusti di Marcolino1

Attualizzare il personaggio, sostanzialmente rimasto uguale a se stesso negli anni, inserendolo nella parodia dell'Italia contemporanea tra mafia, corruzione, arrivismo, scalata sociale, trionfo della maleducazione e ladreria riesce solo in parte perché prevale da un lato il grottesco e la rozzezza, dall'altro una certa stanchezza nel susseguirsi dei siparietti comici. Si omaggiano vecchi capolavori come la versione orrorifico-fantozziana di Bellissima di Visconti e si riesumano i ceffoni di Amici miei; il resto è tiepidamente divertente.

Il Dandi 6/01/20 15:20 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Stanco e prevedibile quanto si vuole, con tanti ricicli (la nipotina sul set del pianeta delle scimmie, la scalata dei vertici aziendali...) ma anche episodi da antologia (la serenata a una signorina Silvani ridotta in disgrazia, la seduta di psicanalisi in corridoio...) che lo rendono, quantomeno, più divertente del precedente Fantozzi va in pensione. Inutile però negare che l'insistita cattiveria inizia a tingersi, forse involontariamente, di malinconia come dimostra l'insolito lieto fine che per contrasto lascia l'amaro in bocca.
MEMORABILE: "Lei non ha nessun complesso di inferiorità: lei È inferiore!".

Deepred89 26/06/20 15:53 - 3458 commenti

I gusti di Deepred89

La saga continua e il livello si mantiene su livelli discreti, con Parenti che riprende dal capitolo precedente l'alternanza tra momenti di puro slapstick e passaggi vagamente malinconici, riuscendo a orchestrare il susseguirsi di macrosequenze con maggior compattezza rispetto al passato. Sempre più disimpegnato e senza vere idee originali, ma Parenti, per quanto i detrattori non l'ammetteranno mai, resta un maestro nella gestione dei tempi comici e porta a casa il film. Villaggio mediamente meno inebetito che nei panni dei suoi coevi personaggi extra-fantozziani.

Minitina80 21/08/20 17:04 - 2660 commenti

I gusti di Minitina80

Il potenziale è andato quasi del tutto esaurito e poco di realmente interessante resta in piedi. Fantozzi ripete sé stesso e insiste sull’inferiorità e la sfiga del personaggio con scenette piuttosto tiepide e poco divertenti. Si sente a pelle la mancanza di quell’argento vivo che ha contraddistinto i primi episodi e dà l’impressione di insistere per inerzia piuttosto che per necessità. Relegati a poco di significativo Reder e la Mazzamauro in una parentesi deludente e scialba che mette un po’ di tristezza. Guardabile nell’ambito della serie e non di più.

Gugly 29/11/21 08:27 - 1045 commenti

I gusti di Gugly

Il titolo promette bene, purtroppo fa parte della fase più moderna e para-televisiva di Villaggio & Parenti e quindi la satira di costume trascolora nelle slapstick tra il volgare e il cartone animato. Villaggio nei panni Fantozzi strappa sempre sorrisi e alcune idee come la biografia del fallito sono fulminanti, ma rispetto ai primordi siamo proprio da un'altra parte (l'episodio del processo di mafia troppo grottesco) e questo nonostante ricompaia anche Paul Muller, purtroppo senza presenziare ad alcuna Coppa Cobram...

Jena 2/10/21 19:28 - 1368 commenti

I gusti di Jena

Stessa valutazione di Fantozzi va in pensione: non c'è alcuna riscossa ma la modesta gestione di un fenomeno comico, senza più particolari velleità. Alcuni sketch destano il sorriso: quello con Uga, la nipotina di Fantozzi reclutata per "Il pianeta delle scimmie 5" o quello con l'hooligan per imparare ad essere un duro, il resto è ordinaria amministrazione appena gradevole. Emerge anzi un certo patetismo lacrimoso in particolare quando è in campo la Pina/Vukotic. Villaggio procede col pilota automatico ma è sempre simpatico, la Mazzamauro sembra quella più in palla. Stile televisivo.
MEMORABILE: Il tentato stupro di Uga da parte dei mafiosi; "lei non ha complessi di inferiorità... è inferiore"; Il polipone nel letto citazione de Il padrino.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 27/03/14 08:33
    Consigliere - 45275 interventi
    In effetti detta così sembra piuttosto spiacevole. Hai un link su Youtube dove rivedere la scena per caso?
  • Discussione Dengus • 27/03/14 12:43
    Custode notturno - 178 interventi
    Zender ebbe a dire:
    In effetti detta così sembra piuttosto spiacevole. Hai un link su Youtube dove rivedere la scena per caso?

    La puoi trovare al minuto 09.58.
    Notare lo sdegno rasentato da un utente del tubo, che la pensa esattamente come me.

    https://www.youtube.com/watch?v=71iOt74pmuA
  • Discussione Zender • 27/03/14 18:35
    Consigliere - 45275 interventi
    In effetti non si capisce bene a cosa si riferisca in prticolare la Pina dicendo che è un mostro. Non certo per il fatto che sia un nano. Forse perché ha sfruttato la bassa statura per fingersi un bambino, chissà.
  • Homevideo Mauro • 3/07/17 13:32
    Disoccupato - 10482 interventi
    Su http:www.ilsussidiario.net leggo che per errore alcune copie del film, molto rare, contengono una scena che poi fu tagliata nella versione ufficiale. Potrebbe trattarsi della scena segnalata su wikipedia (Una scena di vandalismo, è stata eliminata dalla pellicola originale. Di questa scena è rimasto solo un frammento nel trailer, ed un fotogramma nella copertina delle vecchie edizioni in VHS. La scena mostra Fantozzi mentre spacca il vetro ad una macchina ferma ad un semaforo, attirando su di se, l'ira del passeggero e di un lavavetri.)

    Qui la copertina della VHS citata da wikipedia (foto di Ebay)



    Questa l'immagine in questione (come location stiamo di fronte al negozio di elettrodomestici, precisa Fedemelis):

    Ultima modifica: 4/07/17 14:03 da Zender
  • Curiosità Fedemelis • 15/03/18 07:21
    Fotocopista - 1955 interventi
    Come in Fantozzi va in pensione il domicilio di Fantozzi è in Viale Carso 59. Lo possiamo leggere nella lettera della convocazione come giuria in processo di mafia:

  • Homevideo Mauro • 15/04/20 11:50
    Disoccupato - 10482 interventi
    SCENA TAGLIATA
    Nel trailer del film viene mostrata una scena non presente nel film. Si vede Fantozzi distruggere con una martellata il parabrezza di un'auto durante le lezioni di teppismo prese dall’hooligan interpretato dal figlio di Villaggio. I seguenti fotogrammi provengono dal programma “Scuola di cult”:

    Ultima modifica: 15/04/20 13:27 da Zender
  • Discussione Mauro • 21/04/20 23:08
    Disoccupato - 10482 interventi
    Una curiosità relativa al promo della prima visione televisiva di questo film: come sottofondo misero la colonna sonora de "Le comiche" (film dello stesso anno, dello stesso regista e con lo stesso attore). In quanto alla voce narrante, potrebbe essere quella di Mario Zucca? Mi pare la sua

    https://www.youtube.com/watch?v=l9K3WQbSI1o
    Ultima modifica: 21/04/20 23:10 da Mauro
  • Discussione Zender • 22/04/20 08:46
    Consigliere - 45275 interventi
    Non mi sembra quella di Zucca, la voce.
  • Curiosità Zender • 24/09/20 16:42
    Consigliere - 45275 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film:

    [img size=350]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images54/fantozzialla350.jpg[/img]
  • Discussione Daidae • 20/09/21 04:26
    Compilatore d’emergenza - 984 interventi
    La scena nella quale Fantozzi lancia il piatto di cibo con una manata, dopo aver esclamato " e cioè tutto!" è quasi identica a quella vista in Superfantozzi al minuto 32 circa, quando Fantozzi, invaghito della principessa non mangia e quando gli viene posta la scodella di cibo con una manata la fa volare via dopo aver esclamato "e lasciami in pace!"
    Ultima modifica: 20/09/21 04:26 da Daidae