Jeepers Creepers - Il canto del diavolo - Film (2001)

Jeepers Creepers - Il canto del diavolo

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Che ci sia bisogno di rivitalizzare l'immaginario horror è fuor di dubbio: sostituire la triade composta da Jason, Freddy e Michael si è rivelata impresa ardua, col solo Clive Barker, forse, ad avviare le serie di HELLRAISER e CANDYMAN senza complessi di inferiorità (anzi…). Ogni tanto salta fuori qualche nuovo boogeyman che tenta la scalata e adesso è la volta di questo tetro essere notturno, sponsorizzato niente meno che da Francis Ford Coppola. Creeper è un mostro alato che infesta le strade di una silente provincia americana, vestito di nero...Leggi tutto e con un cappellaccio da spaventapasseri. Mangia le proprie vittime per appropriarsi dei loro organi (non si capisce attraverso quale assurdo processo di osmosi) e le appende al soffitto d’un suo rifugio sotterraneo. A finire nelle sue grinfie sono i due giovani fratelli protagonisti: Gina Philips e Justin Long, che passano l'intero film a sfuggire dalle grinfie del Creeper. Con una sceneggiatura elementare (opera del regista Victor Salva) e un soggetto quasi inesistente era difficile combinare qualcosa di decente. Salva ce la mette tutta, indovina qualche buon momento di tensione, dirige il cast con discreta verve ma cade inevitabilmente nel banale (la solita auto che non ingrana…) tentando di salvarsi con un paio di frasi alla SCREAM (“Quelli non muoiono mai...” riferito al mostro e alle “regole” del cinema horror). La pochezza del copione si evidenzia nei tanti momenti morti, con azioni e reazioni rallentate all'eccesso, mentre il tentativo di serializzazione diventa addirittura spudorato nel finale. In poche parole un horror come tanti, magari un po' più studiato nella messa in scena e nelle atmosfere, ma debole nei risultati. Il canto del diavolo del sottotitolo fa riferimento Anni Cinquanta che precede l'entrata in scena del mostro (ma che grande novità…). Poco sangue, naturalmente...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 25/05/07 11:05 - 3480 commenti

I gusti di Caesars

Horror moderno senza troppe lodi ma che riserva qualche motivo d'interesse. Il genere sembra giacere in uno stato comatoso e non è facile vedere opere degne di nota (anche il tanto celebrato The descent non mi ha convinto molto) e sicuramente questo "Jeepers Creepers" non ha l'ambizione di riviltalizzarlo; però è girato discretamente e ha una buona tensione e questo, al giorno d'oggi, è già un risultato. Niente di nuovo sotto il sole ma non male, dopotutto.

Undying 1/06/07 17:58 - 3812 commenti

I gusti di Undying

Una pellicola dignitosissima, in grado di ricondurre il genere all'interno dei suoi binari narrativi, utilizzando con sapienza le buone interpretazioni degli attori e sfruttando al meglio il reparto trucchi. Sembra esserci un vago rimando a Duel (di Spielberg), ma a suo modo il killer/demone che si aggira per le deserte strade collinari verrà ripescato in film di poco successivi (Haute Tension, The Mangler 2). Salva ha padronanza del mezzo cinematografico, e riesce ad incollare alla poltrona lo spettatore sino all'inatteso (pessimista) finale.

Dusso 15/06/07 19:22 - 1548 commenti

I gusti di Dusso

Horror più che dignitoso che ci offre un paio di balzi dalla sedia e qualche altra situazione molto godibile e con un ultima sequenza di forte impatto visivo. Veramente fastidiosa la scurissima fotografia del film (veramente troppo esagerata). In molte situazioni si vede veramente poco. Con un sequel.
MEMORABILE: "Allora, sai quando qualcuno nei film dell'orrore fa qualcosa di molto stupido e tutti cominciano ad odiarlo? Ecco, ora è cosi!"

Puppigallo 25/07/07 08:54 - 4966 commenti

I gusti di Puppigallo

I ragazzi, prima ficcano il naso dove non dovrebbero e poi si lamentano se un demone sanguinario, dalla vena artistica (le composizioni nella stanza del dolore), vuol far loro la pelle. I due protagonisti sono assai poco credibili come interpretazione e il film ne risente parecchio. Se poi aggiungiamo dei dialoghi appena passabili, un mare di buio e una sceneggiatura troppo striminzita, il risultato non può che essere mediocre, nonostante qualche guizzo qua e là e un simpatico finale. Comunque, vedibile.
MEMORABILE: Il demone, investito più volte, apre le ali e le sbatte due o tre volte come un piccione asfaltato.

Mascherato 16/08/08 19:18 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

L'incipit, con mia grande soddisfazione, ci precipita in pieno slasher seventies (del resto produce Coppola), e per circa tre quarti tutto procede tranquillo (la scoperta della versione necrofila della Cappella Sistina è da brividi), poi il disastro. Il folle serial killer, in realtà, è un mostro lovecraftiano che nasconde le ali in un impermeabile (il che lo rende simile all'entomutante di Mimic), la veggente arriva all'improvviso (e non si sa come) a spiegare tutto in maniera fin troppo esplicita e l'epilogo rimanda, piuttosto pretestuosamente, all'inevitabile sequel.

Pigro 31/12/08 12:26 - 9036 commenti

I gusti di Pigro

Due fratelli in viaggio incontrano una mostruosa creatura che torna periodicamente a cibarsi di carne umana. Un delizioso horror adolescenziale che gioca con gli schemi e i topoi del genere, riuscendo a divertirsi con le inevitabili citazioni tanto care all'entertainment americano (per esempio Duel, ma sono davvero infinite), ma anche con improvvise e curiose divagazioni (come l'irruzione del tema gay in un contesto come questo), fino alla notevole conclusione. Nel suo genere merita attenzione.

Supercruel 31/03/09 23:25 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Mediocre horror dall'impianto slasher e dalla sovrastruttura fantastica. La confezione è più che dignitosa con il mostro ben realizzato e qualche bel guizzo visivo. Personaggi e situazioni sono piuttosto stereotipate - come da copione - e la sceneggiatura non riserva alcuna sorpresa, se non inserire un antagonista demoniaco o pseudotale al posto del solito killer. I fan del genere possono anche buttare un occhio, ma siamo lontani dall'avere tra le mani un film interessante.

Pinhead80 5/11/09 12:20 - 4371 commenti

I gusti di Pinhead80

Di una noia mortale per diversi motivi: la lentezza (per un ora e mezza di film succedono veramente poche cose), la sceneggiatura (scontata) e gli interpreti (fanno a gara per chi recita peggio). Inoltre anche il mostro fa veramente poca paura (un incrocio tra il mostro della palude e non si sa cos'altro). Per non parlare della musichetta che annuncia l'imminente orrore..

Brainiac 6/11/09 22:16 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Alcuni horror del 2001: La mummia, The Pool, Jason X, Soul survivors. Soul survivors? Se non era morto, il genere, nei primissimi anni Duemila, era in stato comatoso. Certo, di quell'anno sono anche il sorprendente Session 9 e Fantasmi da marte, ma la tendenza generale era quella del brivido patinato (The others), effettato (La regina dei dannati), giovanilistico (Urban legend). Il pregio di Jeepers, secondo me, è quello di aver riportato in auge l'on the road anni '70 (Duel) ed il mostro "ottantesco" con un sol colpo, anzi, con un sol "canto".
MEMORABILE: Il finale: pessimista e beffardo, quello perfetto per un'horror, secondo il sottoscritto.

Ale56 14/01/10 21:54 - 225 commenti

I gusti di Ale56

Victor Salva, già autore in passato della Casa dei Clown, rievoca le atmosfere degli horror tipici degli anni 80 in questo bel film. La regia consolida il lavoro svolto mediocremente dal cast (un Justin Long pre-Raimi) e ci sono un ottimo comparto effetti speciali (anche se poco utilizzato) e una buona fotografia che donano, insieme al motivetto musicale, quell'atmosfera retrò tipica degli horror vecchio millennio. Grazie alla popolarità acquisita Salva ha diretto il sequel ed ha programmato per i prossimi anni il terzo capitolo. Finale ottimo.
MEMORABILE: Il fantastico finale, bastardo come non mai.

Patricia Belcher HA RECITATO ANCHE IN...

Greymouser 23/04/10 23:40 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Un film sicuramente discontinuo nella trama e nell'impianto, ma con un suo particolare fascino che non è facile descrivere a parole. Sarà che Victor Salva - discutibile quanto si vuole come personaggio - possiede di suo un notevole talento visionario e una mano registica non banale; sarà che la figura curiosa e sinistra di demone-slasher ha una certa originalità e qualche sfumatura simbolica per cui verrebbe da scomodare Freud; fatto sta che "Jeepers" mostra una sua fisionomia morbosa che evita di ricondurlo nel calderone dei mediocri.

Mdmaster 6/11/10 16:04 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Apprezzabile horror moderno che tenta di far ripartire il genere dai vecchi canoni del "boogeyman" ma in chiave orientata al teen flick. Poteva uscire una catastrofe, ma il rapporto tra i due fratelli è ben interpretato e il cast è più che dignitoso. Avrebbe avuto bisogno di qualche ulteriore buona idea, perché poi al di là di qualche scena particolarmente intensa non c'è tantissimo di cui cibarsi. Molti son rimasti stupiti dal fatto che Salva faccia ancora film, dopo le accuse di pedofilia, ma perlomeno il suo è un ritorno dignitoso.

Werebadger 6/09/11 20:56 - 270 commenti

I gusti di Werebadger

Ottimo slasher datato 2001, che rimanda piacevolmente ai vecchi horror di un tempo per atmosfere e soggetto. Sarabanda di citazioni (da La notte dei morti viventi a Duel), buoni momenti di tensione e paura e un carismatico villain, che nulla ha da invidiare ai colleghi Krueger, Jason ecc. (simile addirittura, per abitudini, al Pennywise di kinghiana memoria). Sequel nel 2003 (da molti definito superiore al primo). Visione più che consigliata, a nostalgici e non.
MEMORABILE: Molti, a dire il vero, ma più di tutti il crudelissimo finale.

Saintgifts 30/11/11 00:20 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Il film ha un sequel, quindi un certo successo lo ha avuto e di conseguenza un certo incasso. In effetti, nel suo genere, si è visto ben di peggio. Oltre alle tante citazioni, alle quali aggiungerei Gli uccelli di Hitchcock (con cui ovviamente non ha nulla a che vedere), il pregio della pellicola sta nell'aver saputo bilanciare bene i momenti di tensione con quelli di calma, in modo da non strafare né in un senso né nell'altro, senza mai infastidire troppo lo spettatore medio e accontentando anche quelli cui l'horror non basta mai.

Von Leppe 23/06/12 14:39 - 1160 commenti

I gusti di Von Leppe

Non male, dal sapore che rimanda allo stile di Stephen King e ai migliori horror all'americana, quelli on the road, con l'ambientazione campestre (sempre affascinante) e in più qualche tocco visionario michelangiolesco che arricchisce una trama semplice, non del tutto chiara; ma quello che si vede è piacevole. Protagonisti due adolescenti maschio e femmina che si punzecchiano e una vecchia canzone. Anche il demone è abbastanza classico, nel suo aspetto.

Mco 2/11/12 12:17 - 2269 commenti

I gusti di Mco

Trish e Darry si imbattono in uno strano furgone fracassone durante l'interminabile viaggio in auto per le strade deserte che li riportano a casa dal college. Film spaccanervi che segue un percorso diegetico in salita. Dai piedi sul cruscotto della conturbante Philips all'ultima sequenza "ritmata" si assiste a un'escalation di tensione senza pari. I primi quarantacinque minuti, poi, sono trattato di suspence con il mixtum terrifico di sovrannaturale e sangue. Il consiglio è di tracannarlo tutto d'un fiato!

Viccrowley 14/12/13 10:05 - 814 commenti

I gusti di Viccrowley

Una terrificante creatura pipistrellesca compare ogni 23 anni per nutrirsi per 23 giorni. Il plot potrebbe far pensare al solito filmetto horror buono per le serate estive; fortunatamente il film di Salva è sì un divertissement ma cela metafore ben più complesse. Il Creeper, essere carico di allegorie sessuali, scorrazza per le strade con il suo lurido furgoncino, fiuta le vittime e dispiega le sue enormi, repellenti ali, miscelandosi ai due fratelli, carichi ambulanti di ambivalenze sessuali. Tensione palpabile e atmosfera torrida e sudaticcia. Notevole.
MEMORABILE: La tana del Creeper, addobbata di cadaveri sulle pareti come un'oscena rappresentazione della Cappella Sistina.

Capannelle 22/06/14 20:10 - 4131 commenti

I gusti di Capannelle

Un continuo alternarsi di momenti noiosi e di altri più riusciti che conferiscono al film una certa dignità. Certo attori e confezione tecnica sono quelli che sono, però un po' di fascino da bmovie e qualche trovata horrorifica meritano una menzione. Anche per il mostriciattolo, sia come trucco che come organizzazione logistica (camioncino stile Dhl, deposito di stoccaggio e capacità aerea).

Taxius 16/06/15 20:01 - 1654 commenti

I gusti di Taxius

Horror molto interessante e anche originale con un demone che salta fuori ogni 23 anni per cibarsi di povera gente. Film al di sopra di ogni aspettativa (dalla locandina sembra il solito, banale horror) con qualche bell'inseguimento che ricorda molto Duel e con un finale che non ti aspetti. Purtroppo non ci verrà spiegato chi è il demone e perché fa quello che fa, lasciando quindi molte cose in sospeso; sotto questo aspetto si poteva fare meglio. Resta comunque un godibilissimo film che si fa vedere anche più volte. Promosso assoltamente.

Buiomega71 12/06/16 20:39 - 2694 commenti

I gusti di Buiomega71

L'odore di giovane maschio, l'annusare lascivamente i vestiti del ragazzo. Creatura viscerale, omo, feticista, a cui non interessano le grazie femminili della Philips: basterebbe solo questa assoluta, geniale trovata per mandare dritto JC nell'empireo di cult movie immortali. Ma c'è di più, c'è la grande maestria di Salva, tra strade notturne e desolate, camioncini laidi e arrugginiti, gli impressionanti corpi ricuciti, reminiscenze lynchiane e hooperiane filtrate con intelligenza e abile ricerca visiva. Salva fa gridare al miracolo firmando il cultissimo horror del nuovo millennio.
MEMORABILE: Il Creeper come Matt Cordell e Terminator alla stazione di polizia; I cadaveri ritrovati dai due fratelli; La chiusa finale (prova di taglio e cucito).

Victor Salva HA DIRETTO ANCHE...

Jena 15/07/16 11:16 - 1409 commenti

I gusti di Jena

Essendo l'horror più o meno defunto a partire dagli anni 90, quando uscì questo film venne accolto come un capolavoro. In realtà è un film dicreto, abbastanza originale (il Creepers, sorta di demone alato, affamato ma con una vena artistica, vedi la grotta tipo macabra cappella sistina), con intelligenti citazioni e un'atmosfera kinghiana (i teen contro il Male, vedi It). Alcuni momenti sono riusciti (la scoperta della grotta), altri decisamente meno (l'assedio nella police station). In tempo di vacche magre, non dispiace.

Rufus68 19/03/17 16:58 - 3608 commenti

I gusti di Rufus68

Provincia redneck americana, scalcinata e deviante (Le colline hanno gli occhi, Non aprite quella porta), un pochino di Spielberg (Duel): il resto, farina del sacco del regista, consiste, invece, solo in una prosaica serie di scannamenti, nemmeno troppo cruenta e sicuramente tediosa. Meglio di numerosi altri horror del periodo, ma ciò non basta ad alzare il giudizio: nel paese dei ciechi, infatti, l'orbo è re.

Minitina80 1/07/17 22:52 - 2758 commenti

I gusti di Minitina80

Un ottimo horror confezionato molto bene e legato ai canoni classici del genere, ovvero l’uomo nero. Salva non ricorre a nulla di trascendentale e supportato da un’abilità registica non disprezzabile realizza un piccolo gioiello degli anni duemila. Attorno al Creeper aleggia sempre un alone di mistero che correttamente non viene mai svelato non perdendo mai di intensità e impatto, nemmeno quando rivela il volto. Giusto il dosaggio di tensione e sangue confluendo in un finale semplice, ma efficace come non se ne vedevano da tempo.

Daniela 4/10/19 11:15 - 11836 commenti

I gusti di Daniela

Fratello e sorella di ritorno a casa per le vacanze scolastiche si imbattono in un essere misterioso che non solo ama sniffare la biancheria sporca di giovani maschi ma ne pappa anche gli organi... Horror dal ritmo a singhiozzo, mediocre nei dialoghi e approssimativo nel disegno dei personaggi, che tuttavia si guadagna la pagnotta grazie ad una certa cura formale e al look del personaggio del Creeper che, rispetto ad altri colleghi più celebri come Jason Voorhees e Michael Myers, presenta caratteri soprannaturali più marcati.

Redeyes 14/10/19 08:14 - 2326 commenti

I gusti di Redeyes

Partendo dal più banale degli spunti, Salva ha il merito di presentarci un boogeyman quanto meno fuori dagli schemi. I motivi di interesse di questa pellicola sono effettivamente da ricercarsi nella creatura (sembra quasi una creazione di Del Toro), che sostiene sulle proprie ali l'intero film (altrimenti ridicolo). Senza alcun sobbalzo sulla sedia ci gustiamo questo simil gotico in salsa redneck che qualche buon momento lo regala.
MEMORABILE: La creatura investita più volte; L'arredamento della tana.

Gada 9/12/21 03:35 - 31 commenti

I gusti di Gada

Violento e coraggioso mainstream che osa laddove molti non han saputo osare. Credibili i due protagonisti, anche nelle scene che non lo sono: merito di una scrittura intelligente e di una regia che sa tenere il ritmo e ti fa affezionare ai personaggi. Visivamente potente, ricco di atmosfere e tempi dilatati che trasudano tensione, accompagnato da ottime scenografie e effetti speciali. A tratti metacinematografico e autoironico, ma mai grottesco. Intrattenimento che non vuole essere autorale né profondo, ma comunque intelligente e originale. Wan ha rubacchiato dal finale per Insidious
MEMORABILE: La "cappella sistina" di corpi mummificati.

Caveman 24/09/22 15:49 - 486 commenti

I gusti di Caveman

Uno dei pochi horror del nuovo millennio che non avrebbe sfigurato negli anni Ottanta. Il Creeper è un babau, certamente inferiore ai miti cui fa riferimento, che merita però rispetto e serialità. I cliché sono presenti, ma non manca il ribaltamento di prospettiva con il babau interessato ad altro. Dialoghi non banali e una tensione crescente sono un punto di forza. Così come lo è il mostro, con un suo background interessante. Peccato per lo scarso effetto delle ali, nella stazione (invecchiato piuttosto male).
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Brainiac • 8/11/10 15:49
    Call center Davinotti - 1466 interventi
    Esatto, proprio come te, Pigro, avevo percepito la "divagazione" come una semplice disattesa dei codici horror (come lo è, tra le altre cose, la desueta scelta di mettere in scena una coppia di fratelli come protagonisti).

    ***Spoiler***

    Del tipo: "visto che nei b-movies è sempra la ragazza ad essere importunata, ci piazzo questa novità e spiazzo il pubblico (ed in effetti il finale è una delle cose più riuscite di Jeepers creepers)".

    ***
    Beh, devo proprio ammettere che questo lettura allo stesso tempo mi atterisce ed emoziona, perchè mette in risalto le capacità catartiche del cinema ed il potere suggestivo (e molto spesso inconscio) di un semplice(?) prodotto d'intrattenimento.
  • Discussione Mdmaster • 8/11/10 17:59
    Fotocopista - 123 interventi
    Il mio riferimento è ad accuse ben precise che rivolse il giovane attore di Clownhouse, Nathan Forrest, a Victor Salva. Non so bene poi come si sia estrinsecata l'eventuale vicenda processuale, ma in giro ci sono diversi ovvi riferimenti.

    Comunque sì, che sia omosessuale non v'è dubbio. Personalmente lo trovo un modesto regista con delle idee minimamente originali; rimango giusto stupito dal fatto che in una nazione come l'america gli sia stato permesso di continuare a lavorare (dopo anni ovviamente) nello stesso campo, nonostante delle precise accuse.

    O forse no, non mi stupisce. :)
  • Discussione Undying • 8/11/10 18:04
    Controllo di gestione - 7593 interventi
    Mdmaster ebbe a dire:
    (...) rimango giusto stupito dal fatto che in una nazione come l'america gli sia stato permesso di continuare a lavorare (dopo anni ovviamente) nello stesso campo, nonostante delle precise accuse.

    O forse no, non mi stupisce. :)


    Continuo a non capire: ci sono personaggi ben più pericolosi, in America, a piede libero.

    Se Salva ha avuto comportamenti discutibili da quel punto di vista, possiamo star certi che in America ha buone probabilità di scontare la meritata pena, a differenza che altrove.
    Ma questo, fintanto che non sarà acclarato, non vedo come possa interferire con un'attività (la regia) lecita e, fino a prova contraria, legittima.
    Ultima modifica: 8/11/10 18:06 da Undying
  • Discussione Brainiac • 8/11/10 18:31
    Call center Davinotti - 1466 interventi
    Mdmaster ebbe a dire:
    Il mio riferimento è ad accuse ben precise che rivolse il giovane attore di Clownhouse, Nathan Forrest, a Victor Salva. Non so bene poi come si sia estrinsecata l'eventuale vicenda processuale, ma in giro ci sono diversi ovvi riferimenti.

    Comunque sì, che sia omosessuale non v'è dubbio. Personalmente lo trovo un modesto regista con delle idee minimamente originali; rimango giusto stupito dal fatto che in una nazione come l'america gli sia stato permesso di continuare a lavorare (dopo anni ovviamente) nello stesso campo, nonostante delle precise accuse.

    O forse no, non mi stupisce. :)


    Davvero non voglio inoltrarmi nel caso specifico, ma trovo che sia bello poter esorcizzare i propri demoni attraverso il cinema.
    La penso come Undy, negli states con questo tipo di reati ci vanno giù pesante.
    Inoltre non starei a rimarcare il fattore "omosessuale" perchè in questo modo, e sono sicuro che non fosse nelle tue intenzioni Mdmaster, il tutto potrebbe assumere un chè di dispregiativo, ribadirei invece la possibilità del medium cinematografico di eviscerare per mezzo di fotogrammi la parte "malata" dell'animo umano.
    Ultima modifica: 8/11/10 18:32 da Brainiac
  • Discussione Mdmaster • 15/11/10 11:36
    Fotocopista - 123 interventi
    No, ovviamente non era mia intenzione rimarcare il fattore omosessuale che è un aspetto privato su cui non ho alcuna opinione; certo sull'aspetto pedofilia in relazione al giovane attore di Clownhouse, credo di avere un'opinione più precisa.

    Che poi Salva utilizzi il medium cinematografico come sfogo o mezzo catartico... permettetemi di esprimere il mio dubbio in proposito.
  • Discussione Werebadger • 16/03/12 15:16
    Pulizia ai piani - 16 interventi
    Grazie per il piccolo favore, gente. Siete stati gentilissimi :)
  • Discussione Ruber • 23/09/13 21:05
    Contratto a progetto - 9159 interventi
    Ma quando esce il terzo capitolo? Diamine in gestazione da 5 ann, so che è stato girato almeno stando a imdb, ma la data di uscita ancora non e stata comunicata negli USA.
  • Discussione Buiomega71 • 20/12/13 19:38
    Pianificazione e progetti - 24418 interventi
    Volevo ricollegarmi all'interessante discussione sul caso Salva , tra Brainiac, Undy e Mdmaster

    Sono d'accordissimo con Brainiac sul fatto che Salva abbia "esorcizzato" le sue pulsioni mettendo in immagini un mostro viscido, lascivo , omosessuale cacciatore di ragazzini (la Gina Philips, nel film, "non le interessava") e finanche feticista (quando annusa lascivo gli indumenti del ragazzo)

    Credo fortemente che Salva sia uno dei registi più originali degli ultimi anni (adoro alla follia il primo Jeepers, e quando lo vidi quasi ebbi un coccolone, tra ricordi hooperiani, schegge craveniane e reminiscenze coscarelliane (non per nulla Cosky, nel suo unico episodio dei Masters lo prenderà a modello non poco), nonchè di quel cinema rurale americano misto al road movie più viscerale e notturno

    Uno pò meno mi colpì il secondo, un pò troppo carpenteriano (tutto l'assedio sullo scuolabus), con spizzichi e lazzi da "viet movie" (tra i campi di grano) e addirittura chincaglierie alla Mad Max (il mezzo ammazzacreepers modificato da Ray Wise). Comunque con ottimi momenti visionari, e dove Salva non disdegna di soffermarsi sui corpi sudati e spaventati degli studenti manzi, divenuti "cibo" del Creepers

    Più "incredibile" e che la Disney (dopo i fattacci salvaiani-che comunque, il regista, ha pagato in prima persona con 15 mesi di detenzione ) le abbia commissionato il bellissimo e sentito Powder

    Di Salva mi vorrei pure ribeccare The Nature of the Beast, che da noi e rimasto inedito, purtroppo

    Amo Salva per il suo cinema e la sua originalità (e qui sono pienamante d'accordo con Undying), e se ha peccato ha pure pagato (e credo che il cinema lo abbia salvato-il gioco di parole e quantomai bizzarro-, in qualche modo), come ben dice Brainiac pagine addietro, avendo avuto la "fortuna" di esorcizzare questa sua pulsione (non mi pare, a oggi, che Salva ci sia ricaduto)

    Io aspetto, buono buono, il terzo capitolo della sua meravigliosa creatura.
    Ultima modifica: 21/12/13 14:55 da Buiomega71
  • Discussione Ruber • 1/05/17 01:57
    Contratto a progetto - 9159 interventi
    A settembre dopo un parto estenuante forse il terzo capitolo!
  • Discussione Ruber • 6/10/17 14:59
    Contratto a progetto - 9159 interventi
    E infatti è uscito finalmente! Alcuni selezionati cinema negli USA hanno trasmesso il terzo capitolo del "creeper" il 26 settembre ed una seconda volta il 4 ottobre, per dicembre uscirà in dvd e br almeno stando a wikipedia.

    Da noi boh non si sa nulla. Il bello e che Salva ha già annuciato di aver scritto un quarto capitolo della saga, ma che dopo le traversie di questo terzo, non sa se lo girera o meno.